Gli Stati Uniti a meno 34%

L’economia degli Stati Uniti nel 2020 potrebbe calare del 34%, secondo stime non del pizzicagnolo ma di Goldman Sachs. Trentaquattro per cento, lo riscriviamo in lettere. Abituati agli editoriali in punta di tastiera su un possibile meno 6% per l’Italia flagellata dal coronavirus e dal blocco anticoronavirus, quando abbiamo letto questa notizia su Bloomberg abbiamo pensato ad un errore di battitura.

Non era un errore di battitura, ma è sbagliato il modo in cui tutto è stato copiato. Il meno 34% previsto da Goldman Sachs su base annuale dipende dal calo del PIL (GDP, per loro) del secondo trimestre del 2020, che però secondo le stime sarà seguito da un rimbalzo nel terzo quarto di notevole entità (più 19%, anch’esso annualizzato). Insomma, secondo Goldman Sachs, e con l’avvertenza che le fonti di queste notizie sono sia arbitro sia giocatore, a fine 2020 il prodotto interno lordo del paese leader dell’economia, e non solo dell’economia, mondiale dovrebbe essere calato del 6,2% rispetto a inizio anno. Comunque tantissimo, al punto di riaprire i giochi fra Trump e Biden per le presidenziali di novembre. Con la disoccupazione, attualmente bassa in zona 4%, che potrebbe schizzare oltre il 10 e diventare un il tema decisivo.

Per trovare di peggio bisogna addirittura tornare alla Grande Depressione. Peggiore dovrebbe anche essere il calo del PIL italiano, che gli ultraottimisti vedono intorno al 10% ma che con un altro mese di lockdown potrebbe assumere proporzioni tragiche. Poi si possono attaccare Trump e Conte, Macron e la Merkel, Xi e Putin, a seconda delle simpatie, ma nessuno ha finora trovato la ricetta giusta per l’economia in assenza di evidenze scientifiche sul virus e sul relativo vaccino. Solo contenimento del contagio, partito più o meno in ritardo, e speranza di quasi normalità lavorativa a fine estate. Speriamo, appunto.

VN:F [1.9.22_1171]
Rating: 8.9/10 (10 votes cast)
Gli Stati Uniti a meno 34%, 8.9 out of 10 based on 10 ratings

4 commenti

  1. Tra i dati certi c’e anche quello della settimana scorsa circa’ l’enorme incremento delle richieste di sussidio di disoccupazione salite da qualche centinaio di migliaia a piu’ di tre milioni e mezzo in un amen, dato mai registrato prima.
    L’inverno sta arrivando.

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: +1 (from 1 vote)
  2. In un mondo normale, Trump non dovrebbe pagare per come sara’ l’economia fra sei mesi. Di quello avra’ poca colpa. Ha cercato in tutti i modi di metterla, appunto, sul business e i mercati. La Fed sta buttando tutto l’ossigeno possiblie. Si, la mossa di tagliere le tasse quando l’economia volava, era di corto respiro e poco lungimirante, non lasciando molti margini per i giorni come questi, ma anche quella fase si sarebbe stata superata comunque.
    Semmai, il disastro e’ stato il modo in qui ha gestito questa crisi fin dai primi giorni. Magari (dico magari perche’ anche di quello non avremmo mai la prova) con una gestione piu da uomo di stato che da clown, l’impatto sarebbe stato meno devastante di quello che vediamo questi giorni.
    Bisogna poi anche evidenziare, che in crisi come queste serviva piu che mai la leadership degli Stati Uniti. Perche’ se loro vanno in fondo, altro che Grande Depresione. Per quello che trovo taffaziano la voglia che si vede in certi giri di vedere Trump fallire.

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: +11 (from 13 votes)
  3. Condivido quello che dici su come abbia gestito la crisi sinora, ma vedo discrete macchie, a essere gentili, anche sulla gestione economica: di fatto oggi si ritrova con gli indici azionari inferiori ai livelli dei giorni del suo insediamento , e’ sotto la spada di Damocle dello scoppio della bolla obbligazionaria che nello scenario da epidemia che si sta profilando avrebbe una potenza distruttrice devastante e, dulcis in fundo, con le ultime decisioni della Fed (aiuti illimitati e senza limite temporale) ha di fatto dichiarato di essere all’ultimo proiettile nella cartucciera.
    Ecco, a parte questo poi, tutto bene direi.

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: +1 (from 7 votes)
  4. Sempre a proposito di fatti…..articolo di poco fa:

    https://www.bloomberg.com/news/articles/2020-04-02/u-s-jobless-claims-doubled-to-record-6-65-million-last-week

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: +2 (from 2 votes)

Lascia un commento