Licenziamenti Unicredit, prove tecniche di rivoluzione

Unicredit nei prossimi anni si libererà, in vari modi, di 5.500 lavoratori con 450 filiali chiuse da qui al 2023. Questo sarebbe il piano ‘Team 2023’, che sembra il nome di una barca di Coppa America e fa seguito ad un altro piano chiamato ‘Transfer 2019’ (qui siamo oltre il Megadirettore Naturale) ma in realtà è solo la solita vecchia ricetta: tagliare i costi del personale tagliando il personale.

Simpatico notare che l’ormai internazionale Unicredit abbia riservato all’Italia la parte più consistente dei tagli: 5.500, appunto, sugli 8.000 totali nel gruppo. Nel nostro recente post sulla fine del lavoro in banca non volevamo essere uccelli del malaugurio, vista anche la quantità di amici che in banca lavora, ma solo registrare una realtà che non è solo economica, come potrebbe essere in una visione del mondo alla Cairo, ma anche politica.

Per la prima volta nel dopoguerra decine di migliaia di persone della classe media italiana, di cui orgogliosamente facciamo parte (anche se i giornalisti in genere amano solo miliardari e pezzenti), persone normali, né geniali né stupide, si trovano ad avere seri problemi di sopravvivenza al netto di tutte le buonuscite e liquidazioni possibili.

Insomma, Team 2023 è per molti una fregatura ma del resto le banche devono rispondere anche ai propri azionisti. Quelli principali della banca che ha come amministratore delegato Jean Pierre Mustier (che davvero ha il phisique du rôle del dirigente di Fantozzi) sono fondi di investimento, privati o sovrani: Blackrock (USA), Dodge & Cox (anche loro americani), Aabar (Abu Dhabi), Norges Bank (la banca centrale della Norvegia), eccetera.

In altre parole quella che una volta con il nome di Credito Italiano era una delle tre BIN (Banche di Interesse Nazionale), non è più da anni, come minimo dalla fusione con la tedesca HVB, una banca italiana, e fatti i soliti discorsi sulla digitalizzazione rimane il fatto che negli ultimi 12 anni (la fusione con Capitalia, cioè la vecchia Banca di Roma più qualcosa d’altro, è del 2007) abbia lasciato a casa quasi 30.000 persone.

In questi giorni di bar della storia in cui i media vedono ovunque pericoli di fascismo, quando non direttamente di nazismo, troviamo incredibile che si sottovaluti la rabbia di una classe sociale che è il cuore delle democrazie liberali. Questo non significa che lo Stato debba assumere 5.500 ex bancari come forestali calabresi, ma che le vituperate banche sono funzionali al sistema produttivo e per un paese sono più strategiche dell’Alitalia della situazione. Senza un sistema bancario funzionante e in linea con gli interessi nazionali non esisterebbe nemmeno la Apple, figuriamoci il mobilificio di fronte a casa.

Domande finali per sardine. Un medio rappresentante della classe media di cinquanta anni, rimasto senza lavoro, sarà più sensibile a soluzioni sovraniste, al di là del fatto che funzionino, o alla sorte dei migranti? Secondo voi questo cinquantenne senza più un ruolo nella società cosa sta pensando sentendovi cantare ‘Bella Ciao?’ Vi rendete conto che state manifestando contro l’opposizione, come in Turchia? Chiudiamo ricordando che nessuna rivoluzione nella storia del mondo, a partire da quella d’Ottobre, è stata fatta dal proletariato.

VN:F [1.9.22_1171]
Rating: 6.8/10 (48 votes cast)
Licenziamenti Unicredit, prove tecniche di rivoluzione, 6.8 out of 10 based on 48 ratings

62 commenti

  1. Io credo che i licenziamenti siano giusti perchè tutte quelle persone alle banche non servono a un cazzo, non è di certo pagando 5000 persone per non fare nulla che una banca diventa efficiente. Certo, se uno ha affrontato il lavoro in banca come “non fare un cazzo dalla mattina alla sera”, difficilmente si potrà riciclare in un ruolo diverso dal fattorino di Glovo, ma questo è anche un po’ colpa sua. Chi dai 20 anni di lavoro qualcosa ha imparato, in qualche modo si riciclerà, di recente un mio amico 40enne dopo 4 anni di disoccupazione ha trovato lavoro in Cina.

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: -25 (from 53 votes)
    1. Ma tu ci hai mai lavorato in banca?! soprattutto in questi ultimi 10 anni? dove li hai visti dipendenti che non fanno un cazzo? il lavoro in banca poi è del tutto particolare, difficile “imparare” professionalità da esportare in altri settori. Potremmo, si parlo al plurale perché io in banca ci lavoro, forse diventare venditori visto che qui si spinge da anni per farci vendere titoli, televisori, frigoriferi, carte di credito, conti, polizze… per il resto amico di indiscreto, non è che abbiamo chissà che competenze. Bravo il tuo amico che ha trovato lavoro in Cina, ma forse anche tu sarai conscio che non è proprio la soluzione più auspicabile per un essere umano abbondare tutto e tutti ed andare a lavorare (cioè a vivere, possibilmente senza farsi schiavizzare) all’altro capo del mondo… Poi sarei d’accordo anche con te se quei 5.000 fossero effettivamente in surplus, il problema è che ad oggi in TUTTE le filiali (e spesso anche nelle sedi centrali) c’è una carenza assurda di personale, con chi c’è che già ora impazzisce, non oso immaginare con ulteriori tagli… Facile parlare, forse troppo, di cose che non si conoscono. Senza astio ovviamente Nicola, però odio certi toni drastici. Lo sai cosa sta facendo il sistema bancario? o meglio, chi lo gestisce? il Gordon Gekko della situazione: sta smontando in varie parti le banche, vende ciò che c’è di buono per incassare subito e poi sparirà dall’azienda lasciando al suo destino (è di questi giorni la notizia che IntesaSanpaolo ha venduto il suo settore “monte dei pegni”, cioè Sanpaolo era nata con il pegno, ora lo vende…. ti rendi conto? oppure hanno venduto la gestione del credito problematico, ma cosa c’è di più bancario che gestire il credito? compreso il suo recupero?).
      Questo è il capitalismo, è giusto? è sbagliato? secondo me è sbagliato, è auspico una soluzione politica. Il liberismo, il libero mercato, da solo. è il male. é l’opposto del comunismo e come tale è un male. La verità d’altronde sta sempre a metà. Vorrei ricordare che l’Italia ha avuto il suo massimo sviluppo con il modello dell’economia mista – intervento privato e pubblico – per poi entrare in vortice calante da quando il pubblico è stato costretto a tirarsi indietro per favorire un privato che senza barriere diventa goloso come un bambino in una dispensa: destinato a finire tutto, ingrassare, lasciare niente agli altri e finire per morire da solo, forse solo un po’ più tardi di chi ha smesso di mangiare prima di lui…

      VN:F [1.9.22_1171]
      Rating: +28 (from 40 votes)
  2. il 50enne dovrebbe guardare verso CGIL semmai.
    Che soluzione avrebbero i sovranisti? Chiudere i porti?

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: +12 (from 32 votes)
    1. Vendere i porti alla cina. Ah no, quelli li hanno già venduti

      VN:F [1.9.22_1171]
      Rating: +4 (from 10 votes)
    2. La CGIL?!

      VN:F [1.9.22_1171]
      Rating: +3 (from 7 votes)
      1. dai Jer, anche tu……

        VN:F [1.9.22_1171]
        Rating: 0 (from 2 votes)
        1. Cazzo la CGIL non sta dalla parte dei lavoratori da 2 decenni. Fanno politica e basta.

          VN:F [1.9.22_1171]
          Rating: +10 (from 18 votes)
          1. ah ma concordo con te, se non si era capito.

            Entra nel filone “soluzioni, al di lá che funzionino” 😉

            VN:F [1.9.22_1171]
            Rating: +2 (from 4 votes)
  3. @ Direttore:

    “ nessuna rivoluzione nella storia del mondo, a partire da quella d’Ottobre, è stata fatta dal proletariato”

    Vero. Ma si sono mai visti rivoluzionari (nel vero senso della parola) in azione in Italia?

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: +18 (from 20 votes)
  4. “Che soluzione avrebbero i sovranisti?”

    Eh si che non mi sembrava difficile da capire , visto che oltretutto aveva pure aggiunto “aldila del fatto che funzionino”.

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: +3 (from 9 votes)
    1. Pavlov! 😀

      e comunque la domanda rimane.
      Quali?

      VN:F [1.9.22_1171]
      Rating: +6 (from 10 votes)
  5. grande direttore,
    come non ricordare profumo, altra personcina tenuta nella considerazione della genialità
    cosa vuole, c’è ancora gente che tesse le lodi di ciampi, uno che non capiva un cazzo di cambi.
    le banche estere prima chiudono le sedi estere e licenziano il personale lì, qui in maniera opposta. le privatizzazioni, un piano sopraffino per portarci via tutto, ma senza quinta colonna non si può fare.
    un po’ come il mes….ma vuole mettere il maestro sarri

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: 0 (from 34 votes)
  6. direttore lucidissimo, anzi nelle sue parole riecheggiano altre scritte da Ettore Majorana quasi 100 anni fa quando spiegò alla madre perchè in Germania ebbe così successo il Nazismo:

    «Lipsia, che era in maggioranza socialdemocratica, ha accettato la rivoluzione senza sforzo. Cortei nazionalisti percorrono frequentemente le vie centrali e periferiche, in silenzio, ma con aspetto sufficientemente marziale. Rare le uniformi brune mentre campeggia ovunque la croce uncinata. La persecuzione ebraica riempie di allegrezza la maggioranza ariana. Il numero di coloro che troveranno posto nell’amministrazione pubblica e in molte private, in seguito all’espulsione degli ebrei, è rilevantissimo; e questo spiega la popolarità della lotta antisemita. A Berlino oltre il cinquanta per cento dei procuratori erano israeliti. Di essi un terzo sono stati eliminati; gli altri rimangono perché erano in carica nel ’14 e hanno fatto la guerra. Negli ambienti universitari l’epurazione sarà completa entro il mese di ottobre. Il nazionalismo tedesco consiste in gran parte nell’orgoglio di razza. In realtà non solo gli ebrei, ma anche i comunisti e in genere gli avversari del regime vengono in gran parte eliminati dalla vita sociale. Nel complesso l’opera del governo risponde a una necessità storica: far posto alla nuova generazione che rischia di essere soffocata dalla stasi economica»

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: +23 (from 27 votes)
  7. Matrix
    Ma la risposta e semplice. Nessuna
    Quindi nessuna da una parte nessuna dall’altra…secondo te a chi dan retta?

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: +2 (from 4 votes)
    1. esatto.

      ma non era quello che c’era scritto nell’articolo (“…soluzioni sovraniste, al di là del fatto che funzionino“)

      E continua a sfuggirmi il nesso tra perdita del lavoro e sovranismo.

      VN:F [1.9.22_1171]
      Rating: +4 (from 10 votes)
  8. Gobbo, i commenti di Matrix e Nicola spiegano meglio dell’articolo del direttore perché il cdx è (dato) al 50%…

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: +4 (from 12 votes)
    1. avvocato, spieghi.

      davvero non capisco.

      VN:F [1.9.22_1171]
      Rating: +4 (from 6 votes)
      1. Ti sei dato la risposta da solo.

        VN:F [1.9.22_1171]
        Rating: +5 (from 11 votes)
        1. La risposta é dentro di te.

          Epperó é sbagliata! (cit. Quelo).

          VN:F [1.9.22_1171]
          Rating: +6 (from 10 votes)
  9. A occhio il 50enne che voleva avere una vita normale, un lavoro tranquillo, una casa decorosa senza nessuno che ti rompa le balle, l’abbonamento a Sky ecc ecc e si ritrova ad un certo punto senza nulla, si sente più vicino a Salvini/Meloni (giusto o sbagliato che sia) o a quelli che parlano tutti i giorni di fascismo, i diritti dei migranti, il Mes è bbono, noi siamo i competenti voi siete dei bifolchi razzisti preda delle fake news ecc ecc?

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: +14 (from 26 votes)
    1. Ti ringrazio, é giá una risposta.

      VN:F [1.9.22_1171]
      Rating: +1 (from 5 votes)
      1. La situazione di Unicredit non la conosco ma conosco bene quella di banca Intesa, visto che ci sono confluiti i dipendenti ex ex ex cariprato e con almeno quattro ci gioco a calcetto tutti i lunedì sera. Parliamo di “ragazzi” tra i quaranta e i cinquant’anni, che lavorano in banca da quando ne hanno diciannove. Classe media pura, non uomini indiscreti ovviamente. Beh trovarne uno contento è francamente impossibile, tra chi si è visto demansionato e rimesso a fare il ragazzo e chi è stato mandato a un callcenter a telefonare alle vecchiette (perché gli under 50 gli sfanculano appena sentono il pronto oppure non rispondono direttamente come me). Per fortuna nessuno di loro ha perso il lavoro. Francamente non capisco perché quasi tutti votino piddi.

        VN:F [1.9.22_1171]
        Rating: +10 (from 10 votes)
  10. E quindi, siccome indossano la giacca e non la tuta al lavoro, siccome hanno un reddito equiparabile al proprio, dovrebbero avere privilegi che altre categorie di lavoratori non hanno avuto o non hanno ? Su quali basi si afferma che il sistema bancario non sarebbe più funzionale al sistema produttivo dopo i tagli ? I fantomatici interessi nazionali cosa sarebbero ? Tenere al lavoro in una società privata personale inutile in quanto classe media e quindi base elettorale di un Paese ? Quindi il capitalismo è morto. E se non è classe media, invece, allora tutto bene. Il capitalismo torna ad essere bello. Alla fine siamo sempre lì. Tutti quelli che non ci assomigliano: migranti, poveri, ricchi, possono morire anche domani, anzi oggi. Perché non sono me, l’unica persona che conta.

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: +35 (from 51 votes)
  11. Ricca
    Pavlov!

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: 0 (from 6 votes)
  12. Matrix
    Ci sei o ci fai?
    Appunto…qui non si sta mettendo in discussione il fatto che funzionino le ricette sovraniste (no,non funzionano e lo sappiamo benissimo).

    Ma che forse un 50enne che perde il lavoro e piu portato ad ascoltare chi paraculescamente gli racconta che si prendera cura principalmente di lui (Prima gli italiani!) rispetto a chi gli dice che il problema sono i porti chiusi (estrema sintesi ma spero si sia capito perche mj sono rotto i coglioni di spiegare cose gia chiare)

    Piu chiaro di cosi non saprei..

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: +1 (from 17 votes)
    1. Ho capito Gobbo.

      Sí, ci stavo facendo.
      Cazzo é bastato nominare la CGIL che avete sguinzagliato i cani 😀

      VN:F [1.9.22_1171]
      Rating: +7 (from 15 votes)
  13. Dai ricca basta
    Aveva capito

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: +1 (from 9 votes)
  14. Todd: bene.

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: 0 (from 8 votes)
  15. A me sembra palese che noi che votiamo PD non capiamo la situazione, altrimenti non voteremmo PD. È appunto un cane che si morde la coda.

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: +12 (from 16 votes)
  16. Scusate, forse qualcuno lo ha già scritto, ma parlare di “licenziamenti” o “gente senza lavoro”, in questo caso non ha senso. NESSUNO, dico NESSUNO è stato licenziato da Unicredit: sono stati accompagnati in prepensionamento tutti i colleghi cui mancavo fino a cinque anni alla pensione. Tutti felici e contenti e pagati, e lo dico da persona informata dei fatti.

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: +16 (from 18 votes)
  17. Perdona la domanda: se intendo bene, stai dicendo che ci sono circa 5’500 “accompagnamenti” alla pensione in Unicredit? quindi 5’500 persone prossime all’eta’ pensionabile?
    A meno di regalare lustri di contributi (cosa ragionevolemnte improbabile in un contesto del genere), mi vien da pensare a Unicredit con eta’ media del personale paragonabile a Villa Arzilla o mi manca qualche passaggio fondamentale?

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: +6 (from 8 votes)
    1. Guarda, quello che succederà in futuro sarà oggetto di trattativa sindacale. Posso confermarti che in passato sono stati “accompagnati fuori” quelli cui mancavano fino a cinque anni alla pensione e che il meccanismo sarà probabilmente lo stesso, non ne vedo altri. Possiamo dire tutto il male che vogliamo dell’Italia ma nessuna azienda che non sia in crisi può licenziare gente senza un giustificato motivo (il risparmio sul costo del personale non lo è).
      Già che ci siamo: possiamo anche pensare che siano cinquemila persone che non fanno un c***o, ma ti prego di credermi che non è così, io sarò ben contento di stare a casa, se rientrerò nel piano, ma non invidio chi resta.

      VN:F [1.9.22_1171]
      Rating: +2 (from 4 votes)
    2. Più o meno l’azienda versa tutti i contributi che mancano fino alla data della pensione (parliamo di 5/7 anni a seconda dei casi)+una buonauscita maggiorata . L’Inps paga un assegno mensile come se quella persona fosse andata in pensione nella data prevista per il suo pensionamento(quindi per un periodo di tempo maggiore). Poi è arrivata quota 100 e il compito è agevolato. a spese del contribuente che magari non lo sa nemmeno.

      VN:F [1.9.22_1171]
      Rating: +2 (from 8 votes)
      1. Tutto quasi giusto, “a spese del contribuente” in questo caso non è corretto. Possiamo dire “a spese del cliente”, casomai, perchè i fondi sono tutti della banca. L’Inps gestisce, ma fino al pensionamento effettivo non mette soldi.

        VN:F [1.9.22_1171]
        Rating: +8 (from 8 votes)
        1. i contributi, non la pensione.

          VN:F [1.9.22_1171]
          Rating: -6 (from 6 votes)
          1. Ripeto: tutti i soldi, sia contributi che quelli che vanno in tasca allo “scivolato”, sono della banca. Inps eroga la pensione dopo la data di effettivo pensionamento, come sarebbe stato senza “scivolo”.

            VN:F [1.9.22_1171]
            Rating: +7 (from 7 votes)
            1. assolutamente. nel caso ucg è così. quota 100 la paga il contribuente che magari è d’accordo, l’importante è che ne sia consapevole.

              VN:F [1.9.22_1171]
              Rating: -2 (from 4 votes)
              1. Io parlavo di Unicredit e prepensionamenti, su ciò che non conosco sto zitto.

                VN:F [1.9.22_1171]
                Rating: +4 (from 4 votes)
  18. Stessa cosa che successe in famiglia, anni fa (non era una banca ma una grande multinazionale).
    Ben felici di prendere lo “scivolo” e di potersene stare a casa, con anni di anticipo sulla pensione.

    Facciamo che la rivoluzione sarà per un’altra volta.

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: +16 (from 18 votes)
  19. Comunque le rivoluzioni si fanno (in altri paesi) per motivi diversi da una banca che licenzia 5000 persone 😀😀😀

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: +3 (from 5 votes)
  20. Anelo il giorno che tolgano tutti le protezioni sociali a chi parla di pensionamento a 60 anni dopo aver versato decenni di contributi come di un Furto.

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: +8 (from 12 votes)
  21. Negli ultimi due fondi fatti dal mio istituto, il collega esodato poteva scegliere se stare a casa col 75% della retribuzione.
    Di scivolo/buonuscita non se ne è parlato mai manco per sbaglio
    Comunque perdere 1/4 della tua retribuzione fino a 5 anni non è da sottovalutare.
    Poi è vero che sei a casa, che magari arrotondi…ma non è detto

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: +3 (from 3 votes)
  22. In ogni modo, con i tassi attuali, il settore del credito così com’è ha pochissimo futuro.
    I margini da qualche parte dovranno uscir fuori e io credo che nei prossimi anni ci sarà un cambio totale del modello attuale.
    Io pronostico una chiusura massiva delle filiali (rimarranno un numero molto limitato di filiali hub) e una parificazione dei consulenti ai promotori delle reti, sia dal punto di vista delle mansioni, sia a tendere dal punto di vista retributivo
    Comunque il CCNL è in fase di rinnovo. Vediamo cosa salta fuori già adesso

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: +5 (from 5 votes)
    1. Per non parlare dell’automazione di numerosi lavori che possono essere serenamente svolti dalle macchine. Certo, in Italia avverrà dopo il Sudan ma prima o poi…

      VN:F [1.9.22_1171]
      Rating: -2 (from 8 votes)
    2. @MV
      come in intesa, ad alcuni verrà detto, non ti licenziamo, m avai a vendere prodotti della banca. ti diamo una piccola parte fissa, il resto a provvigioni. il problema è che se non sei allenato a vivere di provvigioni, affoghi in un paio di mesi, e poi gestire i clienti non è la cosa più semplice del mondo se non sei empatico e commerciale. Ferme restando le competenze, quelle le diamo per assodate…e anche qui ci sarebbe da aprire una bella discussione

      VN:F [1.9.22_1171]
      Rating: +6 (from 10 votes)
  23. quando carife è “fallita” , prima di essere inglobata in bper era necessario sfoltire 300/400 dipendenti (un pò se ne erano già andati).
    Amici che ci lavoravano , mi dissero che ci furono molti scivoli , anche lunghi, alle pensioni, e molti se ne andarono “volontariamente” con un’ottima buonauscita (parliamo di circa 3-4 anni di stipendio almeno ).
    Non fu una strage, un bel ammortizzatore a mio modo di vedere. A 45-50 anni non è facile rimettersi in gioco, soprattutto se ad esempio hai fatto il bancario e non è che ci sia tutta questa domanda in giro. Però in somma in qualche anno ti puoi ricreare competenze. Parlerei di sfiga piuttosto che di ingiustizia.
    Poi ovvio i veri drammi , quelli che rimettono in discussione ogni propria ideologia, quelli che ci fanno gridare allo scandalo, all’ingiustizia epocale (escludendo ovviamente i palloni d’oro negati a Ronaldo), contro il liberismo o la globalizzazione, sono ,solo e soltanto, quelli che riguardano noi o i nostri parenti più vicini.

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: +7 (from 9 votes)
    1. Murillo: applausi per la chiosa.

      VN:F [1.9.22_1171]
      Rating: +1 (from 3 votes)
  24. Quindi turbocapitalismo intermazionale o il solito socialismo reale italiota?

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: +4 (from 6 votes)
  25. C’è da dire che i bancari in esodo pesano molto poco sulla collettività
    Non c’è CIG e tutti i fondi fino ad adesso sono stati a carico del settore bancario che versa all’INPS (che eroga lo “stipendio”) sia la somma per l’erogazione sia i contributi.

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: +8 (from 8 votes)
  26. “E quindi, siccome indossano la giacca e non la tuta al lavoro, siccome hanno un reddito equiparabile al proprio, dovrebbero avere privilegi che altre categorie di lavoratori non hanno avuto o non hanno ?”
    Eviterei il discorso classista tuta vs colletto bianco, roba da anni70.
    Ci sono operai che hanno privilegi che io colletto bianco ottengo col cazzo.

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: +10 (from 22 votes)
    1. No ma è Salvini che alimenta l’odio non lo sapevi?

      VN:F [1.9.22_1171]
      Rating: -3 (from 19 votes)
      1. @jer lo denunciamo alla commissione d’odio?

        VN:F [1.9.22_1171]
        Rating: -3 (from 17 votes)
  27. “In questi giorni di bar della storia in cui i media vedono ovunque pericoli di fascismo, quando non direttamente di nazismo,”

    Non so se siano pericoli immediati, sta di fatto che da quando è montata l’onda sovranista un bel po’ di gente ha perso i freni inibitori nel manifestare certe aberrazioni. Il riferimento non è al cittadino comune della via Novara della situazione, che non penserebbe mai che un clandestino possa essere svizzero, ma a persone con cariche “importanti” ivi compreso chi a quest’ora avrebbe dovuto lasciare la politica da un pezzo o chi gioca al “prima gli italiani” coi princìpi morali degli altri

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: +9 (from 23 votes)
  28. Grande spike che si fa smerdare come al solito, ci mancavi!

    Abbiamo una new entry nell’immaginario: il clandestino svizzero.

    marco: questi sovranisti sono il male assoluto, infatti in UK tra qualche giorno stravincera’ Corbin che vuole il secondo referendum e sotterrare di tasse la classe media, salvando una popolazione stremata.

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: -13 (from 19 votes)
    1. fa piacere che sei in gran forma.

      L’art. 1, comma 235, della legge n. 232 dell’11 dicembre 2016[…], prevede la riduzione del contributo straordinario a carico dei datori di lavoro, compresa la contribuzione correlata, per le nuove decorrenze di assegno straordinario erogato dai settori destinatari dei Fondi di solidarietà di cui all’art. 26 del decreto legislativo n. 148/2015.
      Il beneficio di cui al comma 235 e’ riconosciuto ai datori di lavoro nel limite di 174 milioni di euro per l’anno 2017, di 224 milioni di euro per l’anno 2018, di 139 milioni di euro per l’anno 2019, di 87 milioni di euro per l’anno 2020 e di 24 milioni di euro per l’anno 2021
      All’integrazione del finanziamento degli assegni straordinari necessaria per effetto della riduzione del contributo straordinario di cui al primo periodo del presente comma provvede la Gestione degli interventi assistenziali

      ecc.ecc.ecc.ecc.ecc.

      VN:F [1.9.22_1171]
      Rating: +1 (from 9 votes)
  29. Comunque, al di la’ dei bancari, lo vogliamo dire ai ragazzi/ragazze/gender fluid che ci leggono, inclusi gli studenti di Eleonora?

    Imparate a far di conto, a esprimervi correttamente in inglese, e a programmare, perche’ dovrete usare in modo competente un computer. Marx no buono, Gramsci no buono, riunioni studentesche no buono, a meno che non riusciate a diventare travet del PD e raccogliere un posticino da deputato.

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: -4 (from 20 votes)
    1. Beh ma era così anche ai miei tempi.
      Chi studia ingegneria avrà sempre più chances di chi studia filosofia.

      VN:F [1.9.22_1171]
      Rating: +4 (from 10 votes)
    2. Battute a parte io mi salvo sapendo fare appena di conto, per le altre due voci sono a livello scolastico o anche peggio (sul computer).
      Devo puntare tutte le mie fiches su Salvini?

      VN:F [1.9.22_1171]
      Rating: +3 (from 3 votes)
  30. Marx no buono, Gramsci no buono, riunioni studentesche no buono

    Mi hai fatto morire dal ridere, ho deciso che lo scriverò sul diario della figlia di sei anni (come la prenderà quella di italiano?) 🤣🤣🤣

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: +6 (from 6 votes)
    1. Nietzsche com’è?

      Chiedo per un amico 😂

      VN:F [1.9.22_1171]
      Rating: +5 (from 7 votes)
      1. No buono.

        VN:F [1.9.22_1171]
        Rating: +3 (from 3 votes)
  31. “di’ al nichilista che mi ha annichilito il bagno!” (cit.)

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: +2 (from 4 votes)

Lascia un commento