Savona o Mattarella?

Il governo Conte morto prima di nascere è servito almeno a ispirare un ‘Di qua o di là’ che sarà attuale fino alle prossime elezioni politiche, molto probabilmente a ottobre anche se il governo tecnico, neutrale, di garanzia, o come lo vogliamo chiamare, di Cottarelli che è nella testa di Mattarella potrebbe avere un orizzonte più lungo. È del tutto evidente che il nome di Savona sia stato per Salvini un cinico pretesto per ribaltare il tavolo, visto che che le idee di Savona sarebbero state in gran parte applicabili anche con un altro ministro dell’Economia, non solo Giorgetti. È evidente anche che mai nella storia dell’Italia repubblicana un presidente è stato interventista fino a questo livello, non perché abbia rifiutato il nome di un ministro (è successo tante volte, sia per persone di qualità come Gratteri sia per delinquenti) ma perché è entrato pesantemente nel merito della linea politica di una possibile maggioranza.

Per molto meno tutti i suoi predecessori, anche quelli con buona stampa, sarebbero stati omaggiati da una richiesta di impeachment: ipotesi sempre rimasta allo stato mediatico con Leone, Cossiga e Scalfaro, anche per il piccolo dettaglio che non basta un voto parlamentare ma serve anche il giudizio della Corte Costituzionale allargata, con l’aggiunta di 16 membri (mai capito come si trovino questi 16, nella pratica, se vadano trovati al momento o siano già in stand-by: riprenderemo in mano il Bignami per un prossimo post). Insomma, impossibile anche se i Cinque Stelle stanno già urlando questo slogan. Uno dei tanti aspetti paradossali della vicenda è che Savona, anche il Savona degli ultimi anni, è più europeista di alcuni ministri dei governi passati e le sue idee eversive alla fine si riducevano a un cambio netto di linea su fisco, livello di deficit e austerità. Perché anche al bar siamo consapevoli di quanto sia difficile l’uscita dall’euro, anche solo come procedura…

Visto che l’ex ministro del governo Ciampi è stato usato come un pretesto da Mattarella e Salvini, con Di Maio messo nel sacco da entrambi (e da Di Battista, visto che sta per risuonare la sua ora), lo usiamo come pretesto anche noi perché, come ha ben detto Padoan, il vero problema non è mai stato Savona ma le idee di Cinque Stelle e Lega in materia di economia. L’Europa vagheggiata da Mattarella, molto simile a quella attuale, o quella di Savona con un recupero almeno parziale di sovranità? Chiaramente siamo con Savona, in un mondo in cui ancora nel 2018 tutti (tutti) i governi fanno prima di tutto gli interessi nazionali, a volte mascherandosi da grandi leader internazionali, ma anche in questo caso crediamo che l’eterogeneo pubblico di Indiscreto non ci faccia lo scherzo di andare oltre un 60-40, qualunque sia il vincitore. Savona o Mattarella?

Savona o Mattarella?

Guarda i risultati

Loading ... Loading ...
VN:F [1.9.22_1171]
Rating: 5.3/10 (7 votes cast)
Savona o Mattarella?, 5.3 out of 10 based on 7 ratings

29 commenti

  1. z

    Savona

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: +1 (from 5 votes)
  2. un gran Direttore
    Votato per l’allievo di Guido Carli, già presidente dell’omonima associazione, poi chiusa da Draghi appena entrato per il dopo Fazio.
    Cossiga ultimo presidente decente, per distacco

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: -7 (from 21 votes)
  3. P

    Votato Savona, in chiave anti-Mattarelliana. Se uno dei Padri costituenti avesse ipotizzato un Presidente della Repubblica col potere di non nominare un ministro sulla scorta delle sue idee, gli altri Padri avrebbero subito chiamato l’ambulanza.

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: +4 (from 16 votes)
  4. Mattarella , contro il cinismo tattico salviniano che ricorda tanto D’Alema e Renzi

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: +7 (from 21 votes)
  5. r

    Savona, per contestare Mattarella

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: +2 (from 10 votes)
  6. a

    Savona

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: 0 (from 8 votes)
  7. B

    Big Matt, perchè quando le mummie iniziano a parlare poi so cazzi per tutti.
    Il precedente in tal senso, Cossiga, stette muto per anni e poi all’improvviso iniziò a fare fuoco e fulmini, prevedo un Mattarella nello stesso solco.

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: +3 (from 11 votes)
  8. C

    Mattarella se sarà riuscito a trasformare le elezioni prossime venture in un referendum sull’Europa senza troppi paraculismi e frase dette a mezza bocca. Lega, FDI e M5S chiaramente contro, gli altri con varie gradazioni a favore.

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: 0 (from 4 votes)
  9. A

    Molto interessante quello che è successo. Pare chiaro che come in Italia contiamo come il due di picche in Europa, al di là del fatto che da giorni trapelava un’ipotetica strategia salviniana di far saltare il banco. Intanto stampa schieratissima a tirargli la volata ulteriormente…

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: -2 (from 4 votes)
  10. s

    Votato Mattarella.
    Prima della vicenda Savona vediamo dove eravamo: Mattarella aveva già aspettato due mesi (e le due elezioni in Molise e Friuli…) senza dire niente a nessuno. Poi aveva già ingoiato un candidato a Presidente del Consiglio pescato all’esterno dei due partiti che si sono alleati e che sarebbe stato palesemente un prestanome senza alcun potere sulle politiche del suo governo o sui suoi ministri.
    Perfetto, in questo scenario arriva la lista dei ministri e per uno dei due principali ministeri (insieme agli Interni) si trova un tecnico, mai coinvolto prima dalle due forze politiche in campagna elettorale o nella redazione dei programmi di governo, non eletto e scaricabile a tempo zero da tutti in caso di problemi: dal prestanome che fa da PdC e dai due partiti.
    Mattarella ha posto una questione che è politica, certamente, ma che è vera. E si è visto rispondere “o così o niente”. Come detto dal Direttore, Salvini ha creato e sfruttato cinicamente la situazione, ma di questo si tratta. L’euro, la politica nei confronti dell’Europa etc sono solo la scenografia e Savona si è prestato.

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: +12 (from 26 votes)
  11. C

    Dopo aver sperimentato, nei primi due mesi, senza esito, tutte le possibili soluzioni, si è manifestata – com’è noto – una maggioranza parlamentare tra il Movimento Cinque Stelle e la Lega che, pur contrapposti alle elezioni, hanno raggiunto un’intesa, dopo un ampio lavoro programmatico.

    Ne ho agevolato, in ogni modo, il tentativo di dar vita a un governo.

    Ho atteso i tempi da loro richiesti per giungere a un accordo di programma e per farlo approvare dalle rispettive basi di militanti, pur consapevole che questo mi avrebbe attirato osservazioni critiche.

    Ho accolto la proposta per l’incarico di Presidente del Consiglio, superando ogni perplessità sulla circostanza che un governo politico fosse guidato da un presidente non eletto in Parlamento. E ne ho accompagnato, con piena attenzione, il lavoro per formare il governo.

    Nessuno può, dunque, sostenere che io abbia ostacolato la formazione del governo che viene definito del cambiamento. Al contrario, ho accompagnato, con grande collaborazione, questo tentativo; com’ è del resto mio dovere in presenza di una maggioranza parlamentare; nel rispetto delle regole della Costituzione.

    Avevo fatto presente, sia ai rappresentanti dei due partiti, sia al presidente incaricato, senza ricevere obiezioni, che, per alcuni ministeri, avrei esercitato un’attenzione particolarmente alta sulle scelte da compiere.

    Questo pomeriggio il professor Conte – che apprezzo e che ringrazio – mi ha presentato le sue proposte per i decreti di nomina dei ministri che, come dispone la Costituzione, io devo firmare, assumendomene la responsabilità istituzionale.

    In questo caso il Presidente della Repubblica svolge un ruolo di garanzia, che non ha mai subito, né può subire, imposizioni.

    Ho condiviso e accettato tutte le proposte per i ministri, tranne quella del ministro dell’Economia.

    La designazione del ministro dell’Economia costituisce sempre un messaggio immediato, di fiducia o di allarme, per gli operatori economici e finanziari.

    Ho chiesto, per quel ministero, l’indicazione di un autorevole esponente politico della maggioranza, coerente con l’accordo di programma<b. Un esponente che – al di là della stima e della considerazione per la persona – non sia visto come sostenitore di una linea, più volte manifestata, che potrebbe provocare, probabilmente, o, addirittura, inevitabilmente, la fuoruscita dell'Italia dall'euro. Cosa ben diversa da un atteggiamento vigoroso, nell'ambito dell'Unione europea, per cambiarla in meglio dal punto di vista italiano.

    A fronte di questa mia sollecitazione, ho registrato – con rammarico – indisponibilità a ogni altra soluzione, e il Presidente del Consiglio incaricato ha rimesso il mandato.

    Posto che non ho votato il sondaggio, io li avrei fatti comunque governare

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: +8 (from 10 votes)
  12. su Savona c’è il niet grosso come una casa di Draghi.
    facendoli governare gli avrebbe dato anche la colpa dell’insuccesso..
    la preoccupazione sui risparmi e sullo spread è una minchiata…e quelli che hanno perso i risparmi in banca etruria e consorelle facevano schifo?

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: 0 (from 10 votes)
  13. C

    Dici quelli che hanno comprato obbligazioni subordinate e azioni e hanno perso i soldi? Roba un po’ diversa rispetto ai 2000 miliardi di debito italiano collocato, che peraltro sono in molti portafogli come “investimento a basso rischio” (ahahahahahah).

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: +7 (from 11 votes)
  14. dico quelli a cui hanno detto che le obbligazioni non avevano rischi…però tuttoaposto in quel caso, sul mps neanche ci entro
    e poi basta con questo pericolo, è un pretesto stupido e falso, l’Italia non la possono far fallire, millantano per poter fare quello che vogliono

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: 0 (from 8 votes)
  15. C

    Quello che descrivi è un reato, e ci dovrebbe pensare la magistratura. Detto questo, se investi tutti i tuoi risparmi in un prodotto che non capisci, perché rende 5 volte più di un BTP, forse devi farti qualche domanda; se non te la fai, forse devi chiedere ad un professionista; se non lo fai, forse dovresti tenerti la perdita ed evitare di elemosinare soldi dallo Sdado. Altrimenti rimborsiamo anche quelli che hanno comprato casa ai massimi e da 3-4 anni non riescono a vendere?

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: +3 (from 5 votes)
  16. perchè dopo Argentina, Cirio e Parmalat cosa hanno fatto?
    che poi, per me manna dal cielo, un po’ di clienti sono arrivati e adesso non torneranno mai più nelle banche tradizionali, però un po’ di etica non guasterebbe

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: +1 (from 5 votes)
  17. C

    Ma infatti è giusto così. Per la salute vai dal medico, per la macchina dal meccanico, per i risparmi vai da un consulente. Se hai pochi soldi prendi un prodotto retail diversificato con rischio adeguato, come previsto da normativa EUROPEA.

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: 0 (from 0 votes)
  18. U

    “Nessuno può, dunque, sostenere che io abbia ostacolato la formazione del governo ”

    In questo passaggio mi ricorda Varriale quando si incazza se gli dicono che è tifoso del Napoli

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: +8 (from 12 votes)
  19. j

    Letta cosi è veramente una roba indegna.

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: +8 (from 8 votes)
  20. pare abbiano sentito Mattarella pronunciare “delenda Savona”…

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: +3 (from 7 votes)
  21. Votato Mattarella perché è più giovane
    Largo ai giovani

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: +14 (from 16 votes)
  22. C

    https://www.nextquotidiano.it/perche-mattarella-ha-bocciato-paolo-savona/

    Meglio il lato B del piano B

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: -1 (from 1 vote)
  23. A

    Qui Savona spiega il suo punto di vista:

    https://scenarieconomici.it/la-risposta-del-prof-paolo-savona/

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: 0 (from 2 votes)
  24. Mi sfugge il motivo , avendo seguito poco , perché tutti mi parlano di capolavoro Salviniano
    Perché si va a votare e aumenterà la percentuale , pur senza avere la maggioranza in parlamento ? E con chi governa dopo ?

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: 0 (from 0 votes)
  25. C

    Beh la coalizione di cdx era al 37%, adesso torna in campo pure Silvio, se veramente la Lega guadagna 5 punti e Silvione tiene saranno facili sopra al 40% anche con questa legge elettorale…

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: 0 (from 0 votes)
  26. E quindi governerebbe con un docile Silvio che magari ha manovrato il tutto ?

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: 0 (from 0 votes)
  27. m

    Salvini confida che il centro destra abbia la maggioranza per votare alla prossima tornata elettorale.
    Non se abbia ragione, mi par di capire che:
    – molti elettori 5stelle scontenti del patto con lega, per cui potrebbero tornare al pd.
    – sentimenti antieuropeisti e contro immigrazione in aumento, per cui asse cdx si rafforza
    – cdx si rafforza ma FI cala perche B ormai è ai minimi termini, per cui ovviamente sale lega
    Io non lo so, penso che fisiologicamente il csx prenderà più voti al prossimo giro.
    Penso che senza cambio legge elettorale sarà veramente dura che qualcuno riesca a governare

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: 0 (from 0 votes)
  28. B

    i sondaggi oggi danno lega al 25 e fi all’8 per cui staremmo punto e accapo. anche perchè magari berlusconi vorrà qualche garanzia per non essere scaricato di nuovo post voto.
    la verità è che con qualunque legge lettorale ci sarà stallo, con buona pace di tutti.

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: 0 (from 0 votes)
  29. Grazie dei tuoi dati Banshee , la Legge Acerbo preferisco evitarla comunque

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: 0 (from 0 votes)

Lascia un Commento

Close
Ti piace Indiscreto?
Seguici anche sui Social Network per essere sempre aggiornato sui nuovi contenuti
Social PopUP by SumoMe

Questo sito utilizza cookie tecnici per consentire la fruizione ottimale del sito e cookie di profilazione di terze parti per mostrare pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner acconsenti all'uso dei cookie. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi