Mancini come Göring

Roberto Mancini è un seguace di Hermann Göring? Ha deciso di farsi cacciare dalla panchina della Nazionale? È impazzito? È posseduto dallo spirito provocatorio del suo amico Franco Rossi? Ha più verosimilmente cambiato social media manager? Forse ha soltanto osato deviare dal mainstream mediatico, quello da piazzisti della paura che funziona con un pubblico di qualsiasi fede politica. Inevitabile che il conformista popolo di Twitter e l’ancor più conformista giornalista collettivo lo mettesse nel mirino per una vignetta e una citazione.

Lo puoi fare in un regime nazista, comunista, socialista, in una monarchia o in una democrazia. L’unica cosa che si deve fare per rendere schiave le persone è impaurirle. Se riuscite a immaginare un modo per impaurire le persone, potete fargli quello che volete“. Parole dette dal numero due di Hitler al Processo di Norimberga, concetto non originale ed infatti applicato da tanti in tante epoche storiche, con la scontata soluzione del coalizzarsi contro un nemico comune, un popolo o al limite anche una malattia. Chiaramente con a disposizione televisione e web tutto funziona meglio.

Non volevamo però scrivere il milionesimo post sul Covid, anche se poi l’abbiamo fatto lo stesso, ma sottolineare ancora una volta come l’aria mediatica intorno a Mancini stia cambiando da qualche mese. Da commissario tecnico che lancia i giovani sta diventando quello che fa convocazioni chilometriche (34 elementi nelle ultime 3 partite), da coraggioso sta diventando un indeciso che non sceglie fra Immobile, Belotti e Caputo, da cattolico praticante si è trasformato in cripto-nazista. Per arrivare all’accusa più grande di tutte, ben oltre il nazismo o i pochi gol: negazionista del Covid.

VN:F [1.9.22_1171]
Rating: 6.5/10 (38 votes cast)
Mancini come Göring, 6.5 out of 10 based on 38 ratings

13 commenti

  1. Mancini non “simpaticissimo” diciamo.
    Sono interista e nei vari anni ha mandato a cagare giocatori (tanti e in modi pirotecnici es fare a botte con il secondo portiere Fontana), dirigenti (Branca, anche là pare sia stata quasi rissa), tifosi (più volte, allo stadio, in tv..) e giornalisti vari.

    quindi, mai stato una persona facile e certamente malata di un certo narcisismo.

    ora, non eleggiamolo a paladino. Era un attaccabrighe prima e lo è ora, se qualcosa gli da fastidio strepita e sbraita (“da checca” gli avrebbero detto alcune persone)

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: +2 (from 26 votes)
  2. Bollito sia come allenatore che come opinion leader.

    La ggente ancora non ha capito l’uso dei social e la differenza tra pubblico e privato.

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: +2 (from 22 votes)
  3. Polemica ridicola oltre ogni ragionevole dubbio. Ormai la gente è impazzita e se glielo fai notare si incazza pure. E non parlo certamente di Mancini.

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: +15 (from 27 votes)
  4. Ok, ma io ero rimasto alla polemica nascosta dai media del Fourneau segato dalla Juve. Qualcuno mi aggiorna? Poi mi concentro su Mancini.

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: +1 (from 17 votes)
    1. Beh, ci può essere punizione peggiore che arbitrare l’orribile squadra di iachini e sentire per 90 minuti gioga gioga gioga gioga…

      VN:F [1.9.22_1171]
      Rating: +8 (from 8 votes)
  5. Credo che Mancini non sappia ne chi sia Goring e ne il significato della frase che ha postato. Semplice automatismo da social
    per cui pensi una cosa e la metti online pensando che sia una cosa intelligente (un po’ come sto facendo io ora) mentre prima ti bastava dirla al bar per essere spernacchiato e solo li la potevi dire. Bo’, secondo me semplicemente non c’e’ da giudicare tanto chi lo critica: se scrivi un pensiero che puo’ essere letto da milioni di persone il minimo che ti puo’ succedere e’ che qualcuno commenti e non sia d’accordo. Tutte queste tempeste inutili non nascerebbero se invece di postare frasi di Goring ci si guardasse dei sani porno.

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: +5 (from 21 votes)
    1. Non c’è da giudicare nulla, né Mancini né chi lo critica. Capisco che i VIPS devono essere politically correct, ma il politically correct ha rotto i coglioni.

      VN:F [1.9.22_1171]
      Rating: +18 (from 24 votes)
  6. Che Mancini sia antipatico o simpatico é soggettivo, che sia narciso non mi interessa.
    Mancini in Italia nel 2020 seguendo tutte le norme e prescrizioni può avere un suo pensiero sulla questione covid?

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: +15 (from 25 votes)
    1. nel 2020 usare una frase di un nazista per far passare il tuo pensiero è una decisione improvvida.

      non aggiunge al tuo pensiero, che puoi esprimere in altri modi e con altre citazioni, anzi, finisce per cancellare il tuo pensiero dietro a un sacco di altre cose.

      finita là.
      preferisci così?

      VN:F [1.9.22_1171]
      Rating: 0 (from 6 votes)
      1. E perché uno non potrebbe usare un pensiero di un nazista per rendere una certa idea, magari per criticarla o condannarla peraltro, e dovrebbe cercare a tutti i costi un’alternativa?!
        Ma poi, il divieto vale solo per i nazisti o c’è tutta una serie di aree politiche o culturali messe al bando?!
        E chi fa la lavagna dei buoni e dei cattivi? Il politically correct dei media? L’opinione pubblica? Tu?

        VN:F [1.9.22_1171]
        Rating: +3 (from 5 votes)
  7. Ma, non è un po’ come il metodo Italo Muti (o la “cura Robespierre” dei suoi contraltari Wu Ming)?
    Se twitti pensieri contrari al «conformista popolo di twitter», vangate sul muso e alla prossima già buono se prendi il 10%.
    Non è difficile.

    «L’unica cosa che si deve fare per rendere schiave le persone è impaurirle» è un’opinione di Göring. Il fatto che le abbia pronunciate nel processo a suo carico dimostra che è una sua opinione e non una verità incontrovertibile: probabilmente sia le persone che la storia sono mosse anche da altri fattori, oltre che dalla paura. Se mi guardo attorno nell’attuale situazione, non posso che esserne più convinto.
    Mi pare che, se veramente l’esperimento sociale è quello di alzare ancora un po’ l’asticella e vedere cosa succede, non si stia facendo leva, eventualmente, sulla paura (che sarebbe quella che invece ti fa scendere in strada a sparare), ma sulla rassegnazione, o sull’acquiescenza delle persone. In quello sì, funziona meglio se ancora nel 2020 ci sono persone che tengono in casa un televisore.

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: +7 (from 11 votes)
  8. ma davvero se Mancini posta quella foto (o la mette su whatsapp…boh) il mio pensiero viene influenzato?
    ma davvero uno che ESIGEVA (non voleva! esigeva) Felipe Melo nella sua squadra può influenzarmi?
    ma davvero uno che chiese CERCI (2016 mi sembra) può influenzarmi?
    ma davvero uno che voleva fare la difesa alta con Ranocchia-Vidic può influenzarmi?
    no, non può.

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: -4 (from 10 votes)
  9. Il problema è che Mancini si è scusato anziché difendere il proprio tweet. Quindi mi pare non sia il libero pensatore perseguitato dagli eserciti del politically correct ma solo uno che ha buttato lì una cosa in maniera superficiale senza pensarci troppo

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: +4 (from 4 votes)

Lascia un commento