Trump o Twitter?

Donald Trump o Twitter? Il presidente degli Stati Uniti o il social network che più di tutti gli altri è adatto alla sua comunicazione diretta e politicamente scorretta? Mai avremmo pensato di proporre un ‘Di qua o di là’ di questo genere, anche se i problemi fra Trump e Twitter non nascono ieri. Tanto è vero che un anno fa Trump incontrò Jack Dorsey alla Casa Bianca per quella che ai più era sembrata una tregua. Ma cosa è successo, in parole povere?

È successo che Twitter ha preso posizione contro Trump, integrando due suoi tweet sul rischio di frode elettorale nel voto via posta, idea di molti politici soprattutto democratici (come il governatore, lui sì governatore, non Fontana o De Luca, della California Gavin Newsom), per combattere l’astensionismo da coronavirus. Twitter ha invitato i lettori dei due tweet a verificare i fatti con altre fonti informazione, implicitamente dando del bugiardo a Trump visto che Twitter è pieno di spazzatura e comunque di notizie non verificate, ma che non vengono certo segnalate dall’azienda.

Trump ha risposto che Twitter sta interferendo con le presidenziali di novembre (il link a cui rimandava Twitter riprendeva le posizioni di CNN e Washington Post, nettamente anti-Trump) e di sicuro ci saranno altre puntate visto che Biden viene dato avanti nei sondaggi e quindi il presidente USA in carica dovrà inventarsi qualcosa per uscire dall’angolo in cui lo ha messo la crisi economica da COVID-19, più che i morti. Il senso del ‘Di qua o di là’, in cui i trumpiani voteranno per Trump e gli anti-trumpiani per Twitter, è semplice: il presidente USA ha contro gran parte dei media e dei social network oppure fa la vittima dopo avere diffuso fake news? Trump o Twitter?

Trump o Twitter?

Guarda i risultati

Loading ... Loading ...
VN:F [1.9.22_1171]
Rating: 7.2/10 (6 votes cast)
Trump o Twitter?, 7.2 out of 10 based on 6 ratings

50 commenti

  1. Bene il fact checking.
    Unico appunto: secondo me sbagliano ad usare come fonti i media “schierati” tipo CNN o Washington Post. Così è facile per il potus additarli come fake media (…). Dovrebbero citare documenti ufficiali e non di opinione.

    Adesso Trump minaccia di chiudere i social media 😀
    Sarebbe un peccato perché @realDonald é fantastico da leggere, ogni giorno una perla. Un fuoriclasse della comunicazione.

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: -3 (from 11 votes)
    1. Ti consiglio l’account parodia Donaeld the Unready.

      VN:F [1.9.22_1171]
      Rating: 0 (from 10 votes)
      1. in questo caso l’originale supera qualsiasi parodia 😉

        VN:F [1.9.22_1171]
        Rating: +1 (from 13 votes)
  2. Io sono Trumpiano, ma il Covid ha dimostrato in America, come ha fatto anche in Italia, che la qualità dei leader viene fuori nei momenti difficili, e Trump non è all’altezza, come non lo sono quelli che governano in Italia. Non lo dico per le gaffe, ma io ho seguito più sue conferenze stampa in diretta e sono veramente imbarazzanti, gestire un paese è una cosa completamente diversa dal gestire un’azienda.
    Quando tutto va bene, i Trump e i Conte sono personaggi folkloristici che non fanno troppi danni, quando le cose van male, sono delle catastrofi che i vari paesi pagheranno per anni.
    Poi ovviamente spero che tra lui e Biden vinca lui, e qui ho votato Trump perchè in questo caso almeno mezza ragione la ha 😀

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: +9 (from 23 votes)
  3. Quella di Twitter è una mossa puramente politica, quindi voto Trump

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: +5 (from 19 votes)
  4. Comunque dai, bene i leaders populisti nella gestione del COVID….

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: +8 (from 26 votes)
  5. Trump contro i grandi media pro democratici, cioè quasi tutti, era una mossa che la Sisal Matchpoint nemmeno quotava (anche se dovremmo essere più propositivi nella sua sezione on demand). Trump ha straragione nella parte di critica, coglie quasi sempre nel segno ed infatti le reazioni sono quasi sempre furiose, ma adesso è in difficoltà come non mai in quella propositiva: diversamente da Boris Johnson ha seguito il suo istinto è ha scommesso sullo spirito della frontiera, la libertà che conta più di qualche migliaio di morti. Per adesso i sondaggi danno nella media Biden avanti del 5,4% (parlando di grandi elettori, cioè di ciò che conta, non del voto popolare puro). Fox News addirittura dell’8…

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: 0 (from 16 votes)
    1. Come dimostrato più volte anche in Italia, i sondaggi non sono la cosa più credibile del mondo, e Joe Biden è veramente un candidato impresentabile, nel senso di certo non uno che scalda i cuori, però sicuramente non scommetterei sulla rielezione di Donald.
      Col senno di poi sono tutti fenomeni, ora è facile dire che se Trump avesse fatto il compitino sul Covid alla Conte, ora non avrebbe troppi problemi, però bisogna anche dire che Trump ha avuto il vantaggio di poter vedere l’evoluzione della pandemia con più tempo per decidere, e mi sembrava chiaro che gli USA avrebbero avuto una situazione sovrapponibile a quella Italiana.
      La sua sfortuna, che poi è stata la fortuna di BJ, è stat non prendere il covid, cosa che lo avrebbe umanizzato un po.

      VN:F [1.9.22_1171]
      Rating: +4 (from 10 votes)
  6. Forza Trump

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: -3 (from 21 votes)
  7. Donaldone ovviamente. Sfortunatissimo per la crisi economica, si stava vivendo un periodo fantastico con in canna la corsa verso Marte. Ovviamente i mediocri che sognano il reddito di cittadinanza per i clandestini e di poter comprare una moglie musulmana al mercato non riescono a concepire certi programmi.
    Sleepy Joe simpatico nonnino rincoglionito che porterebbe problemi non tanto per lui come singolo ma per il carrozzone che lo seguirebbe.

    I sondaggi ovviamente contano sega, tanto piu` a sei mesi dalle elezioni e senza dibattiti, dove Joe non credo fara` bella figura (sembra abbastanza al gancio).

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: -1 (from 29 votes)
    1. Cosa intendi per corsa verso Marte?

      VN:F [1.9.22_1171]
      Rating: +1 (from 1 vote)
  8. Votato Trump che è un cretino ma gli arbitri che pretendono di decidere le partite mi sono sempre stati sul cazzo…

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: +8 (from 20 votes)
  9. Questa (moltiplicata per 100) e’ tipo la mossa di Santoro di invitare Silvio nel 2013 e per poco non gli fa vincere le elezioni.
    Fossi in Donald inizierei gia’ a mettere lo spumante in fresco, vincera’ senza se e senza ma.
    Poi se chiudendo Twitter chiudesse anche account tipo quello di Mentana etc non potrei che essergliene grato.

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: +3 (from 5 votes)
  10. anjo: ripresa delle missioni umane nello spazio e quantum computing erano i due obiettivi su cui allocare la maggior parte dei fondi destinati a scienza e tecnologia negli USA, sia in ambito civile che militare.

    Adesso non so cosa accadra`, ma l’idea era quella. Peccato perche` i progetti di Big Science sono affascinanti ma servono montagne di soldi per realizzarli, quindi la volonta’ politica e` cruciale.

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: +4 (from 6 votes)
    1. Visto che sei nel settore della ricerca ti chiedo (per mia curiosità): a che pro le missioni umane? Visto che da anni si riescono a inviare sonde su Marte e anche più lontano perché metterci un equipaggio umano che sarebbe il punto debole della “navicella” [un umano ha delle necessità fisiologiche (detto più terra terra: mangia, caga, piscia etc.)]? Secondo punto: dove sarebbe il profitto nella colonizzazione su Marte?

      VN:F [1.9.22_1171]
      Rating: -4 (from 6 votes)
      1. Si chiama evoluzione. Siamo l’unica forma di vita senziente che conosciamo, colonizzare il sistema solare dovrebbe essere uno degli obiettivi che l’umanità dovrebbe porsi nei prossimi secoli. Quindi da qualche parte bisogna iniziare.

        VN:F [1.9.22_1171]
        Rating: +4 (from 6 votes)
        1. Ok, ma non hai risposto alla mia domanda: chi paga? Elon Musk in una conferenza di qualche anno fa diceva che il costo per ogni membro dell’equipaggio sarebbe stato, secondo i suoi conti, di 10 miliardi di dollari (ripeto, cadauno). A Cristoforo Colombo hanno messo a disposizione le Caravelle perché volevano trovare una via più veloce per le Indie (quindi spezie, quindi profitto) mica per fargli fare una gita al mare…

          VN:F [1.9.22_1171]
          Rating: 0 (from 8 votes)
          1. Veramente la tua domanda era “a che pro?” Chi paga è un dettaglio, dovremmo un attimo uscire da questa ottica, almeno sul lungo periodo. Visto che magari tra mille anni la Terra sarà un luogo post atomico dove i soldi non serviranno a un cazzo però abbiamo sempre quadrato i conti eh

            VN:F [1.9.22_1171]
            Rating: +3 (from 5 votes)
            1. Beh, chi paga non è un dettaglio almeno finché viviamo nel capitalismo, ognuno investe soldi dove sa (o almeno spera) di poterne trarre un profitto. Perché non si eradica la malaria (malattia che affligge ancora parte del genere umano)? Probabilmente a livello medico-sanitario sarebbe un gioco da ragazzi, ma nessuna casa farmaceutica investe per curare da una malattia che riguarda ormai solo Paesi del terzo mondo (per essere pagate in banane? No, grazie)

              VN:F [1.9.22_1171]
              Rating: +1 (from 5 votes)
              1. E continuo con la mia domanda: a che pro le missioni umane? Visto che solo per inviare un umano ci vogliono 10 miliardi di dollari (stima di Musk, vedi sopra) e comunque una volta lassù andrebbe mantenuto etc.

                VN:F [1.9.22_1171]
                Rating: -2 (from 6 votes)
                1. Io ho rifatto casa ormai 3 anni fa, ma davvero costano così tanto i sanitari adesso?!

                  VN:F [1.9.22_1171]
                  Rating: 0 (from 8 votes)
                2. Scusami ma ci sono migliia di miliardi investiti in progetti in giro per il mondo senza profitto alcuno, spesso solo per regalare soldi a qualcuno, e per qualcosa che eleverebbe l’uomo tu vieni a farmi i conti della serva? Lo dico io che è un problema di mentalità

                  VN:F [1.9.22_1171]
                  Rating: +4 (from 4 votes)
                  1. jeremy andiamo, il discorso di anjo, almeno per come l’ho interpretato io, era diverso; non ha detto “NO A MARTE” (faccio difficoltà a credere che ci sia qualcuno che possa essere contrario ad una corsa allo spazio dal punto di vista teorico), ha detto che essendo un progetto che prevede spese enormi servirebbe una forte carica “emozionale” per giustificare certe spese; come ha detto lui sulla Luna gli americani ci sono andati perchè dovevano far vedere che ce l’avevano più lungo di quelli che avevano lanciato lo Sputnik in orbita, sarebbe più facile giustificare una corsa a Marte se i cinesi iniziassero ad essere dei competitor in questo campo; se così non fosse sarebbe più difficile giustificare l’utilizzo di simili quantitativi di denaro pubblico invece di utilizzarli ad esempio per un discorso di sanità pubblica (specifico: ci metto la prima cazzata che mi viene in mente in questo momento come esempio); verissimo come dici tu che “ci sono migliaia di miliardi investiti in progetti in giro per il mondo senza profitto alcuno”, molto probabilmente hanno o hanno avuto una giustificazione più sentita per Pantalone (o magari è stato più facile nascondere le voci di spesa nelle pieghe di bilancio).

                    VN:F [1.9.22_1171]
                    Rating: +2 (from 4 votes)
  11. Perdere contro un candidato così debole avrebbe del clamoroso per Donaldone.
    Un upset tipo quando la n°1 del seed esce al primo turno di playoff.

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: +2 (from 6 votes)
  12. anjo: a che pro vivi? perche’ paghi per procurarti casa e un cibo? Sono domande che ci si puo’ porre come individui e societa’.

    Per certe cose i soldi non contano nulla. Se devo spendere 100mila euro per farmi un trapianto, o prendere un brevetto da pilota perche’ voglio fare il pilota, li spendo e basta, e cosi’ a livello collettivo.
    Prendi il progetto Manhattan. Si voleva fare la bomba e si spesero X miliardi. Fosse costato 3X miliardi o 10X miliardi non sarebbe cambiato nulla, non e’ che avrebbero deciso di non farlo.
    Uomo sulla Luna: fosse costato dieci volte tanto non sarebbe cambiato nulla, si sarebbe fatto ugualmente.

    Paga con piacere il contribuente se si crea un clima per cui andare su Marte diventa importante. E lo e’ praticamente ovunque ci sia un minimo di vitalita`, ovvero non in Europa dove pensiamo solo a deprimerci con divieti, imposizioni, regole delle regole, provincialismi e mafiette delle carte bollate su tutto.

    Ma davvero preferite pagare le tasse per rispettare i parametri di stabilita’ e pagare il vitalizio a Monti piuttosto che per mandare qualcuno su Marte???

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: +8 (from 16 votes)
    1. Esattamente.

      VN:F [1.9.22_1171]
      Rating: +4 (from 4 votes)
    2. Nel caso del cibo e della casa l’obiettivo è la sopravvivenza, quindi il vantaggio è immediato. Nel caso del progetto Manhattan concordo che sarebbe potuto costare anche 10 volte tanto e non sarebbe cambiato niente, ma anche lì il vantaggio era palese: rendere chiaro a tutti chi era l’unica potenza vincitrice della WWII (e dissuadere chi non l’avesse ancora capito) e da lì è partito il “secolo americano”. Idem con la Luna, non si è badato a spese (tant’è che che le navicelle avevano le costosissime fuell cell, che solo nei prossimi anni, forse, verranno utilizzate per il trasposto terrestre) ma una volta visto che la Luna è una roccia sterile si è presto abbandonata (da quant’è che un uomo tocca il suolo lunare? 40 anni?). Visto che sei nel settore e in altri tuoi interventi mi pare raccontassi le “battaglie” che ci sono per raccogliere i fondi mi chiedevo i vantaggi di portare un equipaggio su Marte quando: a) è palese che è l’essere umano (per i suoi bisogni fisiologici, vedi sopra) è il vero limite dell’esplorazione spaziale; b) sonde di tutti i tipi hanno fatto dei rilievi (non c’è più bisogno di mandare l’omino a campionare) e risulta che sì, Marte è il pianeta più simile alla Terra, ma comunque è freddo ed ha un’atmosfera di gas venefici (quindi tutt’altro che facile da colonizzare), quindi i vantaggi non si vedrebbero neanche nel medio-lungo periodo.

      VN:F [1.9.22_1171]
      Rating: -1 (from 5 votes)
    3. questo tuo pensiero lo condivido pienamente.

      VN:F [1.9.22_1171]
      Rating: +1 (from 1 vote)
  13. anjo: se mi chiedi l’utilita` (a parte che ti sei risposto con le fuel cells), basterebbe il progresso tecnologico che si avrebbe solo dal tentare una missione spaziale.
    Pensiamo al CERN, dove si spendono decine di miliardi di Euro per costruire acceleratori di particelle. Che ci frega in principio di scoprire la massa del Bosone Z? Eppure e` proprio grazie al CERN che Internet e` diventato strumento di massa e non solo applicazione per militari e nerd. Ci sono poi progressi nel medical imaging grazie a nuove tecniche sviluppate per rilevare le particelle, progressi nel computing, ecc….Gia’ poter fare esperimenti su larga scala in caduta

    ma non credo sia per questo si debba andare su Marte, come non si ando` sulla Luna per avere ritorni economici immediati. Neanche la colonizzazione e` il fine primario, migliaia di persone scalano l’Everest anche se il fine non e’ certo andare ad abitarci, e potrebbero mandare dei droni dato che e’ un posto inospitale!

    L’umanita` dal primo all’ultimo di noi ragiona in modo diverso.

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: +4 (from 8 votes)
    1. La discussione mi appassiona molto e potrebbero aprirsi infinite discussioni ti chiedo solo una cosa che ancora non mi è chiaro: perché portare l’uomo su Marte che è la parte debole del sistema per i suoi limiti fisiologici? Ci sono già sonde che riescono ad esplorare tutti i pianeti del sistema solare ed inviare dati accuratissimi perché inviare l’umarell con la paletta? (Perché sarebbe una grande conquista per l’umanità, ok, poi salterebbe fuori il segretario alla Difesa USA e ti direbbe “va bene, saremo i primi a mettere bandiera su Marte ma probabilmente dovremmo toglierle dalla Terra visto che i cinesi hanno invece speso i loro fondi per migliorare il loro esercito e creare nuove armi”, noi parliamo dell’umanità e dei benefici per la specie, ma il mondo è diviso in Stati e ognuno guarda al proprio tornaconto)

      VN:F [1.9.22_1171]
      Rating: +2 (from 4 votes)
      1. Si è andati sulla Luna per esplorarla (erano solo passati solo 12 anni dal primo oggetto in orbita), si è visto che era una roccia sterile ed il progetto è stato abbandonato [pur con una ricaduta interessante di tecnologie, ma erano indirizzate all’obiettivo (vedi fuell cell, etc)]. Con l’uomo su Marte cosa scopriremmo in più che non ci può inviare una qualsiasi sonda?

        VN:F [1.9.22_1171]
        Rating: +1 (from 3 votes)
    2. “migliaia di persone scalano l’Everest anche se il fine non e’ certo andare ad abitarci, e potrebbero mandare dei droni dato che e’ un posto inospitale” ma lì si rientra nei comportamenti individuali, e alcune persone trovano sollazzo ad andare in montagna, così come molte altre si divertono a utilizzare il satellite (a proposito di tecnologia spaziale) per vedere Mainz-Hertha Berlino. A livello di società si dovrebbe guardare il beneficio (cosa potrebbe fare l’uomo che una qualsiasi sonda non riesce a fare?)

      VN:F [1.9.22_1171]
      Rating: +1 (from 1 vote)
  14. Comunque perplime che nessuno batta ciglio se si dice “whatever it takes” per salvare l’Euro, ovvero la produzione di SUV tedeschi, mentre per andare su Marte si hanno dei dubbi.

    Ci possono essere motivazioni personali diverse, ma mi sembra un obiettivo che unisce, “tentare cio’ che non e’ stato fatto prima”

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: +5 (from 9 votes)
  15. Krug, non ho capito, ci sono spese più importanti ma la gara a chi ce l’ha più lunga giustifica tutto?!
    Cioè, non abbiamo i soldi per comprarci il macchinone nuovo per c’è il mutuo da pagare la scuola dei bambini, il tetto che sta crollando, le vaccinazioni al cane, però se il vicino si compra la fuoriserie allora è una buona motivazione per indebitarci?! 😝

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: +1 (from 1 vote)
    1. Purtroppo a volte (spesso?) funziona così.

      VN:F [1.9.22_1171]
      Rating: +2 (from 2 votes)
  16. Ni Krug. Se parliamo di profitto e ci chiediamo a cosa serva non stiamo parlando di carico emozionale che manca (e manca evidentemente) ma stiamo fzcendo i conti della serva. Quindi è proprio una questione di soldi. E se un mondo è mentalmente interessa a mantenere constantemente gli status quo con l’accondiscenza appunto di chi dice “eh ma costa” è un mondo destinato davvero ad estinguersi. Magari non certo oggi ma nei secoli a venire il rischio è davvero concreto.

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: +2 (from 2 votes)
    1. Ma qui non stiamo parlando di me, te o un altro utente di Indiscreto e di cosa vogliamo ma di Stati che, sì, operano in base al loro tornaconto (“certo vivo in un mondo di merda, questo sì, ma sono vivo” (cit.)).
      Che poi dal punto di vista finanziario dovrebbe interessare il contribuente americano, non so se l’ESA abbia progetti simili, non credo; la mia domanda è, che cosa potrebbe fare un uomo su Marte che non fa già una sonda.

      VN:F [1.9.22_1171]
      Rating: 0 (from 2 votes)
      1. Gagarin la prima volta guardo’ la Terra, e disse ”kakaya eta krasivaya!” (che bella!).

        Il primo uomo su Marte spero sia un astronauta di Cinisello Balsamo, e vedendo le rocce del pianeta rosso dica ”Minchia che posto di merda! Non c’e’ un cazzo!”

        VN:F [1.9.22_1171]
        Rating: +12 (from 12 votes)
    2. “Se parliamo di profitto e ci chiediamo a cosa serva non stiamo parlando di carico emozionale che manca (e manca evidentemente) ma stiamo fzcendo i conti della serva. Quindi è proprio una questione di soldi. E se un mondo è mentalmente interessa a mantenere constantemente gli status quo con l’accondiscenza appunto di chi dice “eh ma costa” è un mondo destinato davvero ad estinguersi” e qui ritorniamo all’esempio dei malarici che non era affatto campato per aria: penso che neanche il più scemo dei razzisti goda se dei bambini in Africa o in India muore di malaria, ma visto che ad intervenire nessuno ci guadagnerebbe non si fa.

      VN:F [1.9.22_1171]
      Rating: +1 (from 1 vote)
  17. Trump per sempre………..

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: +3 (from 9 votes)
  18. Certo che se Indiscreto fosse uno spaccato della società americana Trump avrebbe il secondo mandato praticamente già in tasca…

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: +9 (from 9 votes)
  19. Anjo, no non è una questione di capire a cosa szrve un uomo su marte, Marte è il primo gradino. Se non fai il primo passo non vai da nessuna parte. E l’esempio della malaria non è tanto calzante non perché salvare vite umane non sia fondamentale ma perché sarebbe un progetto con un obiettivo finito. L’esplorazione spaziale è infinita, è un progetto che l’uomo dovrà perseguire per l’eternità. E non è una questione di USA cina o esa. Purtroppo la popolazione mondiale è assuefatta totalmente allo status quo e alla rentabilita di qualsiasi azione si faccia. Siamo finiti.

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: +4 (from 4 votes)
  20. Dispiace riportarvi coi piedi per terra (anzi, sulla Terra) ma negli ultimi 2 mesi i disoccupati in USA sono aumentati di quasi 40 milioni.
    E il governo sta distribuendo sussidi a pioggia.
    Credo che Trump abbia altre prioritá al momento piuttosto che spendere un trilione per costruire il Millennium Falcon.

    Comunque sul tema missioni nello spazio e “cost-per-seat”:
    https://qz.com/1855377/spacex-aims-to-launch-two-astronauts-and-change-space-forever/?utm_source=email&utm_medium=daily-brief

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: +2 (from 4 votes)
  21. Anjo: entriamo quindi nelle motivazioni scientifiche per mandare un essere umano su Marte e poi su altri pianeti?

    Le sonde non bastano certo per ricostruire la geologia del Sistema Solare o fare esperimenti sofisticati (al momento i nostri robot sono rudimentali, prendono dati e basta). Ora Marte e’ inabitabile, chi lo dice lo fosse in passato? Si possono scoprire nuovi materiali. Di sicuro c’e’ mooolto piu’ petrolio in altri pianeti/satelliti tipo Titano che sulla Terra.
    Limiti fisiologici umani: non ti interessa scoprire cosa accade al corpo umano per dieci anni nello spazio o sulla superficie di un altro pianeta? L’assenza di gravita prolungata ha ovvi effetti sull’atrofizzazione dei muscoli, ma magari puo` ritardare il progresso di malattie. In tal caso, si potrebbero costruire a basso costo camere a bassa gravita` in ospedale, con tecnologia sviluppata dal know-how delle missioni spaziali.

    Ecc.. potremmo discutere per giorni

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: +6 (from 6 votes)
    1. Oh, ecco la risposta

      VN:F [1.9.22_1171]
      Rating: +3 (from 3 votes)
  22. direi che la guerra (tra trump e twitter) sta andando avanti.

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: 0 (from 0 votes)
  23. La conquista dello spazio da parte di Trump non viene presa molto sul serio:

    https://youtu.be/ubT-hIG2STw

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: 0 (from 0 votes)
    1. Pensa al povero ingengere aerospaziale che si e’ rotto il deretano sui libri
      e magari deve prendere la chiamata di Donaldone alla Nasa e quest’ultimo
      che passa il tempo a urlargli “Ciaina!”. Roba che il povero ingengere si alza e sene va a piantare asparagi
      in cunetta.

      VN:F [1.9.22_1171]
      Rating: +2 (from 4 votes)
  24. Comunque oggi c’è stato il lancio in diretta di SpaceX (Elon Musk + collaborazione NASA).

    https://iss-sim.spacex.com/

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: 0 (from 0 votes)
  25. Trump sclera e Twitter lo continua a censurare xD

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: 0 (from 0 votes)

Lascia un commento