Supercoppa Italiana d’Arabia, Juventus e Milan senza donne sole

Quanti pistolotti abbiamo letto negli ultimi anni sulle discriminazioni, sul razzismo e sui messaggi che dovrebbe lanciare il calcio? Bene, il prossimo 16 gennaio Juventus e Milan si giocheranno la Supercoppa Italiana in uno stadio con un settore proibito alle donne e un altro in cui le donne possono entrare soltanto accompagnate da mariti, genitori, fratelli, comunque uomini. I due ordini di posti vengono eufemisticamente definiti ‘singles’ e ‘families’, nella sezione inglese di sharek.sa, la piattaforma ufficiale per la vendita dei biglietti della partita di Gedda. Dove i singles sono appunto solo gli uomini, al di là del fatto che sarebbe stata grave anche l’esistenza di una sezione per sole donne: non si sta parlando di un bagno o di uno spogliatoio, ma di posti in uno stadio. Se il concetto non fosse chiaro in arabo e in inglese, potete consultare il sito della Lega di Serie A che senza vergogna toglie ogni dubbio ai tifosi italiani che volessero farsi un viaggio. Poi il presidente della Lega Micciché ha spiegato che invece le donne sole potranno entrare, secondo informazioni in suo possesso (tenute segrete fino a poco fa, evidentemente), ma il suo stesso sito e soprattutto il modo in cui sono stati venduti i biglietti raccontano un’altra storia.

Nessuno ha scoperto oggi che l’Arabia Saudita è un paese schifoso, finanziatore e base di terroristi (15 dirottatori sui 19 dell’11 settembre 2001 erano sauditi) che viene tollerato da Stati Uniti e stati-servi solo per motivi economici, un paese dove la vita pubblica e privata sarebbe inaccettabile anche per il più stupido degli occidentali (tipo uno che abbia una buona opinione del salafismo). Il punto è che questi paesi letteralmente comprano i simboli dell’Europa, dalle opere di Van Gogh alle squadre di calcio più seguite, evidentemente perché non possono proporre niente di interessante a un non arabo. E quindi questi simboli oltre a passare all’incasso (ma anche questo è relativo, come vedremo), dovrebbero pretendere di essere sé stessi anche nella versione da esportazione. Non è una tragedia nazionale che la Supercoppa Italiana si disputi all’estero, perché l’internazionalizzazione, i nuovi mercati. bla bla bla, ma lo è diventare strumento di pubbliche relazioni di uno stato totalitario che dell’Europa accetta soltanto qualche aspetto commerciale, con qualche ebete nostrano (speriamo prezzolato) che si esalta per centri commerciali, torri, alberghi, come se da noi mancassero.

Venendo agli aspetti commerciali, abbiamo letto sul sito della Lega di Serie A un post entusiasta per il tutto esaurito al Link Abdullah Sports City Stadium, come se lo stesso Juventus-Milan non avesse riempito lo stadio lo scorso 11 novembre a San Siro o non potesse riempirlo a metà gennaio in una città italiana scelta a caso. I 7 milioni, o quasi, sarebbero saltati fuori in modi più dignitosi che facendo pubbliche relazioni per gli arabi. Discorsi che vanno al di là della recente vicenda Kashoggi e della disputa di gare in paesi da evitare: una cosa è dovere per forza andare in un posto (sarà il caso del Mondiale in Qatar, così come lo fu per la finale di Davis nel Cile di Pinochet o per i Giochi di Pechino) perché quella è la nazione ospitante designata, un’altra è poter scegliere. Ovviamente non ci aspettiamo nessun gesto simbolico da parte di Juventus e Milan, così come non ce li saremmo aspettati da altri club: il calcio, con il suo presidente Infantino in testa, sta gozzovigliando a Dubai facendo passare queste vacanze pagate (definite pomposamente ‘Globe Soccer’) dagli emiri come i suoi Stati Generali. Però prima della partite della serie A ITALIANA non vorremmo più vedere bambini (soprattutto bambine) e calciatori con magliette buoniste o slogan tipo ‘Respect’.

VN:F [1.9.22_1171]
Rating: 9.7/10 (29 votes cast)
Supercoppa Italiana d'Arabia, Juventus e Milan senza donne sole, 9.7 out of 10 based on 29 ratings

30 commenti

  1. B

    articolo eccellente che difficilmente leggeremo in grande diffuzione.

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: +24 (from 24 votes)
  2. z

    Sottoscrivo anche le virgole…

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: +12 (from 12 votes)
  3. C

    Condivido. Per chi ha voglia di approfondire i legami tra Stati Uniti (anche prima di Trump), Europa e Sauditi consiglio il blog di Fulvio Scaglione, questo un articolo sul tema http://www.fulvioscaglione.com/2017/02/12/il-principe-la-cia-e-il-terrorismo/

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: +5 (from 7 votes)
  4. j

    Che poi bisogna davvero andarseli a scegliere i sauditi. Già gli Emirati sarebbero stati più potabili come sede. E non credo offrissero meno. Oltre al fatto che se vai a proporti a Giappone o USA no strapperesti un contratto molto meno vantaggioso. Quindi e chiarissimo che non è nemmeno una questione economica ma proprio politica. Le prostitute una dignità ce l’hanno almeno

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: +16 (from 18 votes)
  5. L

    Ioil calcio, con il suo presidente Infantino in testa, sta gozzovigliando a Dubai facendo passare queste vacanze pagate (definite pomposamente ‘Globe Soccer’) dagli emiri come i suoi Stati Generali

    Sottoscrivo anche le virgole, tra l’altro pensavo appunto a tutti questi calciatori pieni di soldi che per farsi le vacanze gratis vanno in un posto triste e artefatto coma Dubai anziché spaparanzarsi in santa pace alle Maldive o similari loppure andare a Cortina (o altri posti) a sciare. Come avere i soldi e non goderseli…

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: +10 (from 14 votes)
  6. I

    applausi e d’accordo su ogni lettera.
    Ricordiamo come l’Arabia Saudita faccia parte della commissione diritti umani dell’onu, il che fa capire come l’onu meriti i carri armati non oggi ma ieri

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: +20 (from 24 votes)
    1. I

      ehhhhh minchia, se ne accorge adesso…e il refrain islam religione di pace?

      VN:F [1.9.22_1171]
      Rating: +4 (from 10 votes)
  7. La Supercoppa Italiana va per il Grand Slam di stati canaglia: dopo la Libia di Gheddafi (Juve-Parma), l’orrida Cina (Inter-Lazio e Juve-Lazio) e l’Arabia Saudita (questa e altre due volte, da contratto) si potrebbe anche andare un’altra volta in Qatar…

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: +11 (from 13 votes)
    1. G

      Magari la prossima in Russia…

      VN:F [1.9.22_1171]
      Rating: +1 (from 15 votes)
  8. g

    Da ex residente e lavoratore in Kuwait, e frequentatore dei paesi del Golfo (paese si’ musulmano conservatore,ma cento anni piu’ avanti della Arabia Saudita) non posso che sottoscrivere ogni parola del direttore.
    Arabia Saudita e’ uno dei paesi piu’ retrogradi, se non il piu’ retrogrado che io abbia mai visto…e ne ho visti e frequentati di paesi…. Nel mio immaginario sta solo un po’ piu’ su dell’ Afghanistan del Mullah Omar (posso solo immaginare, appunto), ma di poco.
    Inspiegabile, per me, fare affari alla luce del sole con questo manipolo di delinquenti assassini…Da vergognarsi proprio….

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: +15 (from 15 votes)
    1. Sommando i vari periodi vanto (si fa per dire) anche io più di due anni di Kuwait, dove già nei primi anni Ottanta vigeva la regola del ‘Si fa ma non si dice’ riguardo all’alcol e ad altre cose, ma se ‘sbagliavi’ la pagavi carissima. Un paese accettabile, per gli standard di quei posti, ma i primi schiavi (schiavi veri) che ho visto in vita mia li ho visti lì… Dell’Arabia ho visto Dhahran, che era (e mi dicono sia rimasta) un po’ un mondo a parte, ma anche zone per così dire più tipiche… Non penso si possa cambiare militarmente un modo di pensare, ma almeno sostenere le correnti più laiche sì. E non vendergli i nostri simboli, anche senza entrare nelle distinzioni fra salafismo (che è il vero problema) e resto dell’Islam

      VN:F [1.9.22_1171]
      Rating: +11 (from 11 votes)
      1. I

        mah che dire, Somalia, Chad, Sudan, Yemen, girati tutti per motivi militari. quando non era missione veloce, ringrazio Dio di avere avuto sempre il mitragliatore

        VN:F [1.9.22_1171]
        Rating: +1 (from 13 votes)
  9. U

    Comunque la lega ha detto che le donne potranno entrare da sole allo stadio e quindi e tuttapposto

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: +6 (from 6 votes)
    1. Devono correggere il loro stesso sito, allora, ma soprattutto devono convincere gli arabi che hanno previsto soltanto due ordini di posti…

      VN:F [1.9.22_1171]
      Rating: +8 (from 8 votes)
      1. A

        Prova a spegnere le polemiche il presidente dalla Lega di Serie A Gaetano Micciché: “La nostra Supercoppa sarà ricordata dalla storia come la prima competizione ufficiale internazionale a cui le donne saudite potranno assistere dal vivo. E voglio precisare che le donne potranno entrare da sole alla partita senza nessun accompagnatore uomo, come scritto erroneamente da chi vuole strumentalizzare il tema”.

        https://www.gazzetta.it/Calcio/Serie-A/03-01-2019/supercoppa-salvini-boldrini-una-schifezza-vietare-stadio-donne-32074427856.shtml

        VN:F [1.9.22_1171]
        Rating: +2 (from 2 votes)
  10. In principio tutto giusto, ma… Budrieri direbbe: non ci si può indignare per l’atteggiamento di Lega Calcio, quando l’uomo venerato qui dentro (e non solo lui), solo un mese fa dichiaro’ che “magari il principe sapeva, o magari non sapeva della macellazione di Kashoggi”. La legittimazione ai macellai (halal) di Riyadh e’ arrivata dalla frase di qui sopra, dai baci e abbracci di Putin in mondovisione durante il G-qualcosa e la real politik dei politici di mezza Europa. Se accettiamo l’anima venduta al diavolo per 400 miliardi, bisogna accettare anche il miserabile prezzo di 7 milioni per una partita del cazzo.
    Sarebbe bello farla diventare una questione di principio, ma i principi sono andati a farsi benedire da un bel po’ oramai.

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: +24 (from 26 votes)
  11. L

    Tani impossibile che Trump e Putin abbiano fatto o detto questo, ti sarai sicuramente confuso.

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: +9 (from 13 votes)
  12. r

    Tani ti sei fissato….
    prima di Trump invece gli Usa non erano in buoni rapporti con i sauditi….

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: +2 (from 8 votes)
    1. Ricca, scusa ma fissato di cosa? Fissato di evidenziare una contraddizione? Se ci va bene l’atteggiamento di Trump o Putin con i sauditi, non ci si può indignare con la Lega Calcio. O no?

      VN:F [1.9.22_1171]
      Rating: +18 (from 22 votes)
  13. r

    comunque invece di giocarla potrebbero assegnarla direttamente al Milan e stop 😛

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: +8 (from 8 votes)
  14. C

    Tutto giusto, ma non dovevamo certo aspettarci qualcosa di diverso dal calcio quando politici e imprenditori sono regolarmente in affari, spesso anche meno legittimi, con l’Arabia Saudita.

    Se quelli della Lega fossero avessero mascherato il discorso dei settori allo stadio nessun giornalista, tanto meno quello collettivo, si sarebbe ricordato di quel che avviene in quel paese. La partita a Jeddah sarebbe stata definita al massimo una “speculazione sul prodotto calcio”…

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: +4 (from 6 votes)
  15. C

    Leggo solo ora Tani. Perfetto.
    Io mi limitavo a guardare all’interno dei confini italiani, ma, appunto, figuriamoci poi se ragioniamo sui rapporti del mondo occidentale con l’Arabia Saudita.

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: +7 (from 9 votes)
  16. r

    Tani ma io mica contesto l’incoerenza, anzi per me ha ragione il presidente di lega calcio…la fissazione è su trump….come se i sauditi li avesse sdoganati lui

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: +2 (from 4 votes)
    1. ricca, of course che siamo d’accordo sul fatto che non sia stato Trump a sdoganare i sauditi. Ma e’ lui che comanda adesso come uomo del cambiamento. E con i sauditi si sta comportando esattamente come quelli che lo hanno preceduto, se non peggio. Real politik. Schifosa, ma real politik. Per “amor di patria” e di tasca propria…

      VN:F [1.9.22_1171]
      Rating: +10 (from 14 votes)
    2. G

      L’incoerenza è di chi plaudiva alla Muslim Ban di Trump e ora si ritrova con lo stesso Trump che fa linguainbocca con i Saudis. Citofonare famiglia Kashoggi…

      VN:F [1.9.22_1171]
      Rating: +6 (from 22 votes)
      1. r

        beh, prima di trump qualcuno ha dato il nobel alla pace ad un certo Obama tra gli applausi dei socialliberaldemocratici progressisti, mentre questi stringeva accordi con i sauditi per la vendita di armi per la modica cifra finale di 110 mld di dollari..diciamo che la coerenza non trova più casa oramai

        VN:F [1.9.22_1171]
        Rating: +11 (from 13 votes)
  17. r

    Se quelli della Lega fossero avessero mascherato il discorso dei settori allo stadio nessun giornalista
    esatto, sarebbe bastato mettere un link invece di quel ridicolo comunicato e ci saremmo risparmiati chili di ipocrisia

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: +3 (from 3 votes)
  18. G

    Semplicemente, nel Risiko del Medio Oriente, USA e alleati stanno dalla parte dei Saudis e contro gli Iraniani. Punto.

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: +2 (from 10 votes)
  19. Il ministro degli interni si indigna per i 21 milioni per i quali la lega calcio ha venduto il prodotto come fanno per circa 4 miliardi all’anno una parte degli imprenditori italiani. Amen.
    Segnalo Bernardo Corradi che su Radio Sportiva alla domanda sulla questione supercoppa ha risposto che se la burocrazia italiana facilitasse la costruzione degli stadi di proprietà la lega calcio non sarebbe costretta a far giocare la supercoppa all’estero

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: +2 (from 4 votes)

Lascia un Commento

Questo sito utilizza cookie tecnici per consentire la fruizione ottimale del sito e cookie di profilazione di terze parti per mostrare pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner acconsenti all'uso dei cookie. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi