L’estate di Pianigiani e Montella

Oscar Eleni fra i soliti miasmi del Forum di Assago, dove il posteggio costa quasi più del biglietto d’ingresso, che sta per essere invaso dai lottatori un attimo dopo l’uscita fra i fischi della squadra di basket. Meno 32 contro i lituani di Kaunas del genio Jasichevicius che nella gestualità ricorda tanto Obradovic. Notte umida per Armani, il suo seguito, i suoi giocatori. Soprattutto per Simone Pianigiani che ci ha ricordato, mentre chiedeva scusa alla proprietà e ai tifosi, per l’esibizione della sua compagnia di ventura, il Montella rossonero. Affinità elettive ed estate quasi simile. Tutti, a San Siro e al Forum, erano contenti della campagna acquisti, molti parlavano di rossoneri da Champions, tantissimi erano convinti che Armani avrebbe avuto le sue soddisfazioni anche in Eurolega. Per il Milan sapete come sono andate le cose. Non ci fosse stato il Sassuolo sarebbe stata una sosta azzurra per esecuzioni sommarie, stile balun.

Sulla Milano del basket tutti ottimisti fino al meno 32 con Kaunas. Diciamo la stessa atmosfera che aveva fatto diventare un orco Gelsomino Repesa. Anche lui era partito bene in eurolega e in campionato, pur temendo la tempesta Gentile che poi si è scatenata e ha complicato cose che già erano difficili da risolvere all’interno di una squadra con troppi doppioni e nessun leader affettivo vero. Per l’allenatore senese, a parte una velata contestazione per il suo passato di implacabile vincitore contro tutti, cominciando da Milano, baci ed abbracci. Un peana alla prima vittoria contro Barcellona che, come possono dirvi all’Efes, è squadretta di cuore che non nega a nessuno il primo bacio col successo. Società conquistata dalla sua forza lavoro, voce presidenziale per affermare l’impegno 24 ore su 24 (magari respirassero questi generali che amano la storia e sanno a chi dare la colpa, vedi Caporetto, quando le cose vanno male), giocatori conquistati: il Kalnietis che confessa di aver trovato famiglia nella stessa società che l’anno prima era solo un posto di lavoro. Chissà cosa ne pensa dopo essere stato strizzato bene bene dai suoi connazionali nel poco tempo che gli è stato concesso. Una notte per far cambiare idea a tutti quelli convinti che quest’anno Milano sarebbe stata gruppo, squadra, non come quella del Repesa e, persino, del Banchi. Uhm. Tanto per capirsi ecco l’ultimo titolone in rosa: Milano umiliata, un altro anno da buttare?

Si esagerava prima, si esagera adesso. Per il campionato discuteremo quando avremo scoperto una vera rivale. Sì, Bologna con un rinforzo può esserci. Avellino al completo può sperare. Venezia ha qualcosa di speciale anche costruita come l’hanno costruita dopo gli addii, cominciando dal Filloy. Ma sono sempre avversarie a distanza di sicurezza. Ehi, bel giovane, lo erano anche l’anno scorso e poi vinse la Reyer. Vero. Certo Milano dovrà cominciare a preoccuparsi se i musi lunghi renderanno triste ogni giornata di lavoro. Come ha spiegato il nuovo acquisto Jerrels, riportato a “casa”, si gioca e si decide per amore, ma anche per il business. Ecco, lui se ne andò per guadagnare meglio, ma ora torna volentieri dove si ricordano bene che tenne in mano il pallone decisivo a Siena mentre altri, meno affidabili, glielo chiedevano. Segnò. Diventò eroe. Ora si riunisce all’allenatore che lo ha avuto a Gerusalemme. Insieme sono andati bene, si capiscono. Intanto sta calando il rendimento di chi non pensava di essere messo in discussione. Succede. Se hai fortuna risolvi tutto in fretta. Bologna con Rosselli, capitano generoso, ha fatto così e tutti, giocatore compreso, ne saranno contenti anche se ci si domanda fino a dove arriva, o deve arrivare, la riconoscenza nello sport professionistico.

Milano e i suoi allenamenti troppo affollati. Non può andare. Brutta situazione per il gruppo Italia cominciando dal Fontecchio che, secondo la presidenza, carta canta, avrebbe dovuto essere la sorpresa dell’anno. Infatti non gioca mai. Colpa sua? Probabile. Vietato chiedere a Pianigiani, ripudiato da Azzurra, di essere il salvatore della causa “più italiani in campo”. Il suo lavoro sarà giudicato dai risultati, come sempre. Per ottenere i migliori, nel nome di chi lo paga così bene, farà sempre giocare quelli che gli sembrano i più forti. Punto. Il problema va risolto altrove con regole diverse, mentalità più aperte. Certo che alcuni giocatori in esubero a Milano farebbero la fortuna di altre squadre, magari tornerebbero anche più forti alla casa quasi madre che non li ha allevati ma affittati, ma su questo è inutile perdere tempo cercando colpevoli. La Lega è un centro abbronzatura per menti slegate.

A proposito, si teme per Cantù, grossi guai a Carimate e dintorni, ma non è la sola società in sofferenza. Non vorremmo un girone di ritorno con troppe anatre zoppe e mute. Intanto aspettiamo di capire come sarà davvero Milano quando recupererà Young, forse l’unico acquisto estivo discutibile perché sapevano tutti che aveva bisogno di tempo per recuperare da guai fisici molto seri. Vedremo.

VN:F [1.9.22_1171]
Rating: 9.3/10 (6 votes cast)
L'estate di Pianigiani e Montella, 9.3 out of 10 based on 6 ratings

26 commenti

  1. t

    io credo che l’olimpia di pianigel giochi male a causa del costo del parcheggio del forum

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: +6 (from 6 votes)
  2. t

    “…Per l’allenatore senese, a parte una velata contestazione per il suo passato di implacabile vincitore contro tutti…” super trollata deluxe 🙂

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: +6 (from 6 votes)
  3. P

    …che barba, che noia, che barba, che noia… “And they can appear to themselves every day On closed circuit T.V. To make sure they’re still real. It’s the only connection they feel.”

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: +1 (from 1 vote)
  4. U

    Secondo me dovreste lasciare il tempo all’allenatore di lavorare al suo progetto

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: +3 (from 3 votes)
  5. M

    Tra 4 anni… quando Minucci ha scontato quanto patteggiato…

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: +8 (from 8 votes)
  6. M

    Per riuscire a spalare merda su Gentile anche quando il Messia al panforte viene ridicolizzato ci vuole talento vero… chapeau!

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: +6 (from 6 votes)
  7. n

    Quello poco affidabile quella sera

    23 punti, 7 rimbalzi, 25 valutazione (2 su 3 da tre)

    Se Licio ha potuto entrare nella storia lo si deve principalmente a Gentile che, per consistenza della prestazione ed importanza della partita, ha sciorinato probabilmente la miglior partita della sua carriera

    Quello poco affidabile….

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: +6 (from 6 votes)
  8. n

    I peana al muto li hanno fatti giusto quelli della Gazzetta (l’appellativo Messia è frutto esclusivo di Oriani)

    Gli stessi che stamattina hanno titolato “Altro anno da buttare?”

    Questo è il giornalismo che ci piace…..

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: +7 (from 7 votes)
  9. t

    #entusiasmo!

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: +2 (from 2 votes)
  10. t

    vabbé dai ma poteva mancare una frecciata a gentile in questo ‘capolavoro’? Sicuramente la partira di ieri é anche colpa sua…

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: +2 (from 2 votes)
  11. n

    Riporto una frase detta dal “Muto” (cit.) durante la trasferta in Israele, che fotografa definitivamente i 10 anni di presidenza proliana

    “There is no stress on the result, but there is the stress about the style of work”

    Perfetto…..

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: +3 (from 3 votes)
  12. n

    Altra perla dall’intervista di ieri sera

    “Ci sta perdere di trenta, ma non in questo modo”

    Ci sono modi “dignitosi” di prendere 30 punti in casa a quel livello?

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: +8 (from 8 votes)
  13. e

    Cose che dovrebbe fare Proli ADESSO:

    1). chiamare Maurizio Gherardini
    2). madare al signore di cui sopra contratto con allegato assegno in bianco e indicazione “decidi tu tutto”
    3). sperare che accetti

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: +1 (from 1 vote)
  14. R

    4) Aspettare al Bar Magenta (altro che quella stramaledetta birra a Como!) quello che abita in corso Magenta e sperare che si sia stufato di mangiare crauti e bretzel.
    5) Andare a lavorare solo in via Bergognone.
    6) Asfaltare il parcheggio del Forum come lascito della Holding Armani alla città, altro che il nuovo palazzo all’area Expo.
    7) Fare un parcheggio riservato stampa asfaltato e gratuito da usare assieme all’accredito. E per quello, forse, potremmo anche contribuire noi di Indiscreto…. 🙂

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: +4 (from 4 votes)
  15. P

    Mah…
    Non capirò mai la logica di avere 18 (?) giocatori in rosa.
    Cui prodest?

    Da osservatore neutrale le sberle di Milano non possono non strapparmi un sorrisetto, perchè vedere come viene sperperato un budget di quelle proporzioni è esercizio di alto livello…

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: +1 (from 1 vote)
  16. Squadra costruita con un senso, almeno a livello di primo quintetto, ma in Europa anche al netto del calendario sta facendo pena. Pianigiani bravo allenatore dell’attacco, ma è come se all’Inter nel 1999 fosse arrivato Lippi. Ah, è avvenuto proprio questo… Non capisco la gestione degli italiani, peraltro mediocri, in campionato. L’affluenza al Forum per l’Eurolega, inferiore a quella di partitacce dello scorso anno, fa riflettere: si è bravi a portare il pubblico estemporaneo (ed è comunque un merito, quello di uscire dall’orticello), un po’ meno a conservare quello vero che chiede soltanto una squadra in cui identificarsi senza sottilizzare sui passaporti: basta non ribaltare tutto ogni anno.

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: 0 (from 0 votes)
  17. n

    La coppia Theodore – Goudelock è improponibile in difesa, servirebbe Dikembe dietro per coprire tutti quei buchi, altro che Young, pure da sano ( Jerrells serve anche per scindere la coppia il più possibile…. )
    Jefferson purtroppo ad oggi non è un flop perché non è neppure un giocatore

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: +2 (from 2 votes)
  18. P

    l’affluenza vera vittoria della gestione Armani risente quest’anno della stagione pietosa dell’anno scorso…. l’Eurolega è uno spettacolo che ti permette di ammirare grande pallacanestro ma se uno dei due contendenti è da anni lo scemo del villaggio che prende schiaffoni da tutti anche lo show ne risente e se non sei malato di basket (a proposito sono talmente malato che settimana scorsa a Yad Eliyahu c’erano 10998 maglie gialle e due biancorosse, io e mia moglie) ti trovi qualcosa di meglio da fare..
    la serata di ieri sera avvilente, al netto dell’avversario lo Zalgiris non ha mai passeggiato così easy nemmeno con Sabonis in quintetto… un parziale di 4-33 grida vendetta, fortuna mia che avevo il cellulare nuovo altrimenti lo lanciavo in campo…. in ogni caso l’unico allenatore col gel è stato Pat Riley, Scariolo ne era la brutta copia e Pianigiani è la brutta copia di Scariolo….

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: +6 (from 6 votes)
  19. t

    Stefano sulla gestione degli italiani la storia di pianigiani parla chiaro. Anche negli anni d´oro della sua siena hanno sempre avuto un ruolo marginale, a parte stonerook (…).
    Basta vedere datome, aradori, ress quanto giocavano. Un pó di spazio ce l’ha avuto il gregario carraretto.
    Onestamente i vari fontecchio e abass non li vedo bene

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: 0 (from 0 votes)
  20. Pianigiani non vedeva nemmeno il Datome di 24 anni, ma va anche detto che negli ultimi anni il miglioramento di Abass e Fontecchio come singoli è stato pari a zero. Abass sa fare più cose, ma si è spento, mentre Fontecchio ha più energia ma fa sempre quelle due… Poi Cinciarini e Cusin sempre quelli sono… La Torre desaparecido, ho letto che lo vuole Orzinuovi…

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: +2 (from 2 votes)
  21. m

    La rosea profetica…
    https://pbs.twimg.com/media/DOQR74AX4AA475E.jpg:large

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: +1 (from 1 vote)
  22. R

    Piangina è uno che ha sempre usato rotazioni a 7/8. L’ Eurolega di oggi impone invece roster lunghi. Ecco io ho la sensazione – e vorrei tanto sbagliarmi – che sia lui quello che comincia ad avere più dubbi che certezze (e siamo a metà novembre). O si adegua, oppure la stagione davvero va a… rotoli e il solo obiettivo diventa quello di non arrivare ultimi per la seconda volta consecutiva. E da qui a uscire in semifinale scudetto è un attimo!

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: +2 (from 2 votes)
  23. U

    “(a proposito sono talmente malato che settimana scorsa a Yad Eliyahu c’erano 10998 maglie gialle e due biancorosse, io e mia moglie)”

    Sciapo’
    🙂

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: +4 (from 4 votes)
  24. t

    il problema non é solo in difesa, dove siamo poco stazzati e atletici.
    é che non c’é uno straccio di gioco, la palla non si muove, palleggi-palleggi-palleggi per 20 secondi e poi si improvvisa qualcosa.
    I lunghi non vedono una mezza biglia, se santa percentuale non ci assiste non c’é nessun piano B.
    Ieri la difesa dello zalgiris é andata a nozze (40 pti concessi in 3 quarti).

    E poi com é che a novembre la squadra cammina, a maggio é scoppiata, e raggiunge il picco di forma solo a febbraio??

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: +3 (from 3 votes)
  25. R

    Dieci domande a chi “prende le decisioni” all’Olimpia.
    1. Dragic è un altro giocatore dopo l’infortunio? State cercando di cederlo anche su E-bay, oppure è il coach che non lo vede (e non lo vuole)?
    2. Jerrels si spiega solo per la sua capacità di difendere sul perimetro (come Dragic che però è anche un signor giocatore sul lato debole). Pensarci quando avete firmato i due americani piccoli no?
    3. Chi e perché ha fatto la scommessa Young quando tutti sapevano che era rotto e che avrebbe avuto bisogno di tempo per rientrare in un piano partita da protagonista?
    4. Jefferson, per mille motivi anche personali, è una delusione totale e non è il 4 che pensavate di avere. Visto che ormai state bruciando tutti gli slot, cosa pensate di fare? Lo tenete così e risparmiate quelle che vi restano in caso di infortuni?
    5. Poche storie: a Milano Pianigiani sarà sempre quello che “non poteva non sapere cosa facesse Minucci”. Avete la fortuna che il massimo della protesta da queste parti si esprima con dei fischi al palazzo e nulla più (non come dove cresce la verbena: qui hanno l’abitudine di usare il campo come una discarica, specialmente se uno non vestito di NERO-verde mette dentro l’ultimo tiro di gara) Una chiacchierata con il coach a 4 occhi non è il caso di farla? Gradita la presenza anche di qualcuno che capisca di basket una volta tanto.
    6. Psst, psst: Bertans è un 3! Ve ne siete accorti vero?
    7. Come avete fatto a fare sembrare e trattare Kalnietis come uno da UISP? Ecco, bravi firmate Jerrels e tagliate anche lui.
    8. Dada è buono e caro e quando è arrabbiato duro potrebbe anche alzare un sopracciglio. Ma io non scommetterei troppo su un vaffa prima o poi.
    9. Va bene tutto ma a quel sant’uomo un po’ avanti con gli anni che siede in prima fila gliela volete dare una gioia in Europa? Ci vuole anche una bella faccia di c..o ad andarlo a salutare sorridendo dopo lo spettacolo di ieri sera.
    10. Proposta: il prossimo assegno lo staccate per un CBO e gli mettete in mano tutto quello che si fa con le… caviglie fasciate (cit.).

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: +2 (from 4 votes)
  26. U

    Siete comunque troppo catastrofici secondo me
    In fin dei conti siete secondi in campionato e qualificati alle final eight di coppa italia.
    Ripeto..dovete lasciare il tempo al coach di lavorare affinche imponga il proprio credo cestistico..

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: -1 (from 5 votes)
Close
Ti piace Indiscreto?
Seguici anche sui Social Network per essere sempre aggiornato sui nuovi contenuti
Social PopUP by SumoMe

Questo sito utilizza cookie tecnici per consentire la fruizione ottimale del sito e cookie di profilazione di terze parti per mostrare pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner acconsenti all'uso dei cookie. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi