Vaccini obbligatori o no?

Il caos per il decreto legge sui vaccini, annunciato dalla Lorenzin e parzialmente smentito dai suoi colleghi ministri, la Fedeli in testa, rischia di far dimenticare il merito del discorso e cioè l’utilità di vaccinarsi e soprattutto di far vaccinare i bambini. Una discussione che in teoria dovrebbe essere soltanto medico-scientifica, senza che chi osa esporre dubbi sia bollato come ‘negazionista’ (l’abbiamo sentito dire, dalle maestrine con Repubblica nella borsetta, anche di chi contesta le teorie di Obama-Gore sul clima… manco si stesse parlando dell’Olocausto) o irresponsabile. In pratica l’idea del ministro della Salute sarebbe quella di legare l’accesso alla scuola dell’obbligo alle vaccinazioni mentre la Fedeli (come lei la pensano Gentiloni e soprattutto Renzi) sostiene che sia incostituzionale toccare il diritto all’istruzione, sia pure nel nome di quello alla salute. Detto che nessuna delle due è uno scienziato o un giurista e che quindi anche noi su Indiscreto possiamo fare del bar, la discussione rimane seria al di là del fatto che una questione di salute pubblica venga trasformata in un’arma contro i Cinque Stelle, iscritti dai grandi media al partito dei negazionisti. La questione politica è anche questa, senza dimenticare le motivazioni che inducono alcuni genitori a dubitare dell’utilità delle vaccinazioni. Da ricordare che in un passato non troppo remoto (dal 1967 al 1999) alcune vaccinazioni erano obbligatorie per chi frequentava una scuola elementare italiana, senza che nessun costituzionalista gridasse allo scandalo. Allo stato attuale le vaccinazioni obbligatorie sono quattro, ma è un obbligo per modo di dire visto che non esistono vere sanzioni e che le vaccinazioni obbligatorie (antipoliomelitica, antidifterica, antitetanica, antiepatite B) sono di fatto trattate come quelle ‘raccomandate’ (tipo quella per il morbillo). Il ‘Di qua o di là’ è quindi esattamente nei termini in cui se ne sta discutendo all’interno del Governo: vaccini obbligatori da legare alla scuola, oppure facoltativi?

Vaccini obbligatori e legati alla scuola o no?

Guarda i risultati

Loading ... Loading ...
VN:F [1.9.22_1171]
Rating: 10.0/10 (1 vote cast)
Vaccini obbligatori o no?, 10.0 out of 10 based on 1 rating

40 commenti

  1. L

    Qui nel terzo mondo funziona cosi’. Per iscriverti nelle scuole pubbliche devi presentare il libretto medico coi vaccini fatti.

    Senno’ te ne vai alla privata.

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: +20 (from 22 votes)
  2. j

    E’ il concetto stesso di vaccinazione che ha come caposaldo l’obbligatorierà, senza sarebbe una pratica monca.

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: +19 (from 19 votes)
  3. L

    vedrai che ti smonteranno anche la “herd immunity”
    Sono belve assatanate

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: +10 (from 10 votes)
  4. z

    Contrarissimo

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: -11 (from 17 votes)
  5. r

    Assolutamente sì.
    A parte che senza salute pubblica non si può fare nient’altro, ma qui si tratta anche del diritto all’istruzione per chi non si è ancora vaccinato (per questione di età) o non si può vaccinare (per malattie). Queste persone non possono andare a scuola per colpa di altri che hanno deciso di non vaccinare i propri figli senza alcun valido motivo

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: +15 (from 15 votes)
  6. Voto sì, la salute pubblica è uno dei motivi per cui lo Stato ha un senso e se la quasi totalità dei medici pensa che le vaccinazioni siano necessarie dobbiamo fidarci. Chi mette a rischio i figli degli altri tenga a casa i suoi e li faccia educare da un precettore.
    Altro discorso è quello del dubbio: non esiste che in un paese civile (l’Italia è uno dei pochi) chi discuta l’utilità delle vaccinazioni o qualsiasi altro tema sia trattato come un pericoloso eversore, da deferire all’Ordine di qualcosa o da perseguire. Niente dovrebbe essere indiscutibile.

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: +11 (from 13 votes)
  7. L

    Se non ha prove scientifiche mi sembra giusto venga perseguitato per il bene comune.

    PS: se guardo la definizione di “civile” fatico a considerare l’Italia uno dei pochi paesi rimasti a fregiarsi del titolo…ma non sproloquiamo invano.

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: +5 (from 7 votes)
  8. j

    Diretto, il problema è che nei veri paesi civili nessuno o quasi ha dei dubbi su qualcosa di chiaro come le vaccinazioni e sicuramente non mettono sullo stesso piano clinico e mammaimpaurita dandole oltretutto credibilità.

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: +6 (from 8 votes)
  9. È una forma mentale, che va oltre il discorso di merito sulle vaccinazioni. Il commentatore di Indiscreto e la mamma impaurita dopo avere letto il blog di Grillo sono una cosa, un medico (facciamo anche lo 0,001% dei medici) che avanza dubbi un’altra. Comunque voto sì: bene comune batte fisime del singolo.

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: 0 (from 2 votes)
  10. F

    Assolutamente si, poi si puo’ discutere se il calendario vaccinale sia troppo fitto…
    ma perdere il cosiddetto effetto gregge è capace che faccia tornare fuori il vaiolo…

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: +8 (from 8 votes)
  11. U

    Si

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: +2 (from 2 votes)
  12. s

    pore stelle

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: +2 (from 2 votes)
  13. M

    Come disse il pediatra a mia moglie quando gli espose i suoi dubbi sull’utilità della vaccinazione contro parotite/morbillo/rosolia: “signora vuole vedere delle foto di storpi da morbillo?”

    Quindi: totalmente favorevole

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: +16 (from 16 votes)
  14. s

    “contro i Cinque Stelle, iscritti dai grandi media al partito dei negazionisti”

    per la verità si sono iscritti da soli:

    http://www.camera.it/_dati/leg17/lavori/stampati/pdf/17PDL0019630.pdf

    http://aic.camera.it/aic/scheda.html?core=aic&numero=5/07512&ramo=CAMERA&leg=17&eurovoc_descrizione=vaccino&testo=vaccini

    risparmio i post sul blog, perchè ipse dixit che non è suo.

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: +15 (from 15 votes)
  15. U

    “per la verità si sono iscritti da soli:”

    Spike mi ha anticipato di poco.

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: +6 (from 6 votes)
  16. M

    Guarda sto facendo ora colazione al bar…vi saluto il signor Mario che purtroppo cammina male perché ha avuto la poliomielite… chiediamo a lui?
    Volete che gli dico che deve essere felice perché rischiava di essere autistico?
    Wey Mario! Va che ti è andata di lusso eh…
    Glielo dico?
    Poi scappo però tanto è lento e non mi prende…

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: +18 (from 18 votes)
  17. M

    Roberto Burioni, medico

    Fa bene il Ministro Lorenzin a impegnarsi perché le vaccinazioni siano obbligatorie per iscriversi a scuola. Fa bene perché questo renderà le scuole più sicure proteggendo sia i bambini vaccinati, sia quelli che non si sono ancora vaccinati, sia quelli che non si sono potuti vaccinare – magari perché stanno guarendo da una leucemia.

    Quando parliamo del diritto allo studio ricordiamoci che anche i bambini immunodepressi, trapiantati o ammalati – nei quali i vaccini sono controindicati e infezioni come il morbillo possono essere letali – hanno il diritto di frequentare le scuole e studiare senza rischiare la vita. Hanno questo diritto e io lo vedo prevalente rispetto a quello che invocano i genitori che non vogliono vaccinare i figli sulla base di pericolose bugie senza nessuna base scientifica.

    Qualcuno dice che l’obbligo è controproducente: però in California dove dal 2015, anche grazie alla battaglia del padre di un bambino guarito dalla leucemia, la vaccinazione è obbligatoria per essere ammessi a scuola le coperture vaccinali sono salite alle stelle (vedi foto). Certo, non è detto che funzionerà anche in Italia, ma io penso che sia il caso di provarci. Il divieto di fumo nei luoghi pubblici ha funzionato, l’obbligo del casco ha funzionato: magari funzionerà anche l’obbligo di vaccinazione.

    Gli antivaccinisti invocano la libertà di scelta. Ma non si può invocare la libertà di scelta quando la scelta che si pretende di potere fare danneggia gli altri. Chiedere di essere lasciati liberi di non vaccinare i propri figli è come chiedere di essere lasciati liberi di guidare ubriachi.

    La libertà non è questo. La libertà è altra cosa.

    Fonti

    2016-2017 Kindergarten Immunization Assessment –
    Executive Summary California Department of Public Health, Immunization Branch

    https://tinyurl.com/lo3bqwq

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: +16 (from 16 votes)
  18. L

    “Gli antivaccinisti invocano la libertà di scelta. Ma non si può invocare la libertà di scelta quando la scelta che si pretende di potere fare danneggia gli altri. Chiedere di essere lasciati liberi di non vaccinare i propri figli è come chiedere di essere lasciati liberi di guidare ubriachi.

    La libertà non è questo. La libertà è altra cosa.”

    Ecco.

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: +12 (from 12 votes)
  19. m

    Giusto parlarne e discuterne. Giusto valutare vaccino per vaccino. Poi si arriva ad una lista di obbligatori e si fanno. Punto. Giusto obbligare. Ma nella mentalità distorta di qualcuno “l’obbligo” è una roba fascista.
    Mettere in dubbio l’efficacia di vaccini con una storia cinquantennale lo trovo idiota.
    Se il diritto alla salute va contro il diritto all’istruzione che facciamo?

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: +6 (from 6 votes)
  20. questa è facile: si

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: +2 (from 2 votes)
  21. P

    Io da bambino sono stato vaccinato al morbillo e tanto normale non sono… non so se sono un buono spot per le vaccinazioni… 🙂
    A parte gli scherzi credo che il discorso vaccinazioni sì/no sia troppo generico senza specificare di quali vaccini si parla. Perché certe malattie sparite o grandemente ridimensionate negli anni grazie ai vaccini (e non solo, credo c’entri anche il miglioramento dell’igiene e delle condizioni di vita) è bene che rimangano fuori dalle nostre vite e quindi in questi casi sì vaccini, anche se più dell’obbligo mi piacerebbe una sana campagna informativa ed educativa (come mi piacerebbe una società civile aperta e disponibile al dibattito senza pregiudizi).
    In altri casi, come nei casi degli anti-influenzali e di quelli su cui si è fatto recentemente un gran battage pubblicitario, come quelli per la meningite, sono molto più scettico.

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: +2 (from 4 votes)
  22. j

    Lo scetticismo su alcuni è una cosa (fermo restando che se vuoi andare a scuola dovrebbe essere obbligatorio qualsiasi vaccino riconosciuto) differente dal rigettare tutti i vaccini su basi che di scientifico hanno meno di zero.

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: +10 (from 10 votes)
  23. r

    In altri casi, come nei casi degli anti-influenzali e di quelli su cui si è fatto recentemente un gran battage pubblicitario, come quelli per la meningite, sono molto più scettico
    scettico in che senso?

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: +1 (from 1 vote)
  24. P

    Scettico per l’esistenza di diversi ceppi per queste malattie, pertanto se anche mi vaccino contro uno o alcuni di questi non avrò comunque la garanzia di non ammalarmi. Se non sbaglio durante la recente “ondata” di meningite si leggeva anche di persone vaccinate che si erano ammalate lo stesso “perché era un ceppo diverso” (poi per la meningite secondo me è stata fatta una campagna un po’ esagerata eh).
    Poi non essendo un medico magari sparo vaccate, ma questa è la mia sensazione da uomo della strada (che però mi pare confermata anche da diversi medici).

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: -1 (from 3 votes)
  25. M

    La mengite dovrebbe avere 5 ceppi, tutti vaccinabili, un tetravalente e uno singolo.
    Mio figlio che è del 2014 si è appena vaccinato e ho pagato mi pare 150 euro.
    Per i nati dal 2017 in poi in Lombardia dovrebbe essere già gratuito o quasi.

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: +4 (from 4 votes)
  26. P

    Con la salute non è questione di soldi, ma di opportunità. Diciamo che in questo caso conta anche l’incidenza della malattia. Mi pare (sparo a memoria) che la meningite colpisca circa 4 persone ogni 100.000, che non mi sembrano numeri così elevati da giustificare l’obbligo della vaccinazione (sono un po’ più alti nel 1° anno di vita, quando ancora non si va a scuola però, ma comunque sempre nell’ordine dei 9-10 casi ogni 100.000, mi pare), specialmente se i vaccini che devo fare sono più di uno.

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: -4 (from 4 votes)
  27. P

    A volte commenta qualcosa Cobram, sempre molto interessante ed esaustivo su argomenti medici. Mi piacerebbe leggere anche la sua opinione se ne avesse voglia e si trovasse nel grande mare dei lurker.

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: 0 (from 2 votes)
  28. P

    OBBLIGO TUTTA LA VITA
    La trovo una polemica figlia della deriva tuttologica che internet e una certa informazione hanno alimentato, tutti ne sanno qualcosa, tutti si sentono in diritto/dovere di mettere in dubbio anche pareri autorevoli e certezze consolidate.
    ” Il divieto di fumo nei luoghi pubblici ha funzionato, l’obbligo del casco ha funzionato:” ecco, direi proprio che ci siamo, è una “imposizione” che sta a cavallo tra il diritto “degli altri” alla salute e la necessità di limitare ” il costo sociale” che una presunta libertà comporterebbe.. e lo dico da motociclista convinto, il vento tra i capelli è bellissimo, non faccio del male a nessun’altro se non lo metto ma la riduzione del costo sociale di tanti con la testa fracassata basta e avanza per imporlo a tutti.

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: +15 (from 15 votes)
  29. l

    Ecco ha detto tutto Paolo, obbligatori e non legati all’istruzione.

    A me dà fastidio fisico che mi si perquisisca mi si chieda i documenti ecc, in mancanza di flagranza di reato, lede sicuramente qualche diritto inalienabile dell’uomo. Eppure è così.
    Ecco lo si può fare anche con i vaccini.

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: +8 (from 8 votes)
  30. B

    Il problema neanche si pone, ovviamente si.

    Su questo tema i 5 stelle dimostrano il proprio essere una accozzaglia di gente impreparata a tutto.

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: +12 (from 14 votes)
  31. b

    Sì i 5 stelle vengono definiti degli incapaci a prescindere, anche da prima che uscisse quella proposta di legge citata più sopra e ai grandi media non pare vero, convinti che le masse si fidino ancora. Io simpatizzo su un sacco di cose col movimento, perchè le riscontro giornalmente, tuttavia qualunque sia la loro posizione sul tema vaccini, continuerò a fare di testa mia , ossia vaccinato io e vaccinato mio figlio.

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: +2 (from 4 votes)
  32. C

    Votato

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: -4 (from 4 votes)
  33. s

    di nuovo i grandi media cattivi. Sul tema vaccini grandi media chiedere ad Ilaria Capua e allo staff che aveva al ministero.

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: +1 (from 3 votes)
  34. I

    il fatto che l’obbligatorietà sia richiesta da una cretina come la lorenzin, rende la cosa molto dubbiosa
    quando vaccinai mia figlia, dilatai al massimo i tempi, che è il fatto cruciale. come disse l’omeopata all’epoca, è come voler sparare con un cannone ad un cardellino, lo uccidi come tutto il resto che è vicino.
    prima che salti fuori il solito furbo che faccia ironia fuori luogo, io non mi curo con la medicina tradizionale, ma ove possibile con quella naturale.
    ho avuto nell’ultimo anno dei problemi ai bronchi e alla respirazione, e la sola che ha trovato la cura è stata la mia omeopata riflessologa, con 4 pilloline del cazzo e con areosol con argento colloidale.
    di finanziare i fratelli angelini non me ne frega un cazzo, per dire eh

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: -15 (from 17 votes)
  35. m

    ITALO, nella scienza non esiste il principio di autorità, una cosa non è vera o falsa a seconda da chi la dice.
    Nella scienza se uno fa una affermazione deve portare delle prove (e dei dati) a supporto della propria teoria, e sui vaccini ci sono anni di dati (e di prove condotte con metodo scientifico) a supporto del funzionamento della vaccinazione “di massa”. Deve essere chiaro che la vaccinazione per funzionare come “immunità di gregge” deve essere fatta da TUTTI, per poter così permettere a chi non può vaccinarsi per problemi “clinici” di non entrare in contatto con la malattia e per tenere le percentuali di contagio ben al di sotto di livelli critici.
    Per quello che dici alla fine non ti rendi conto che, per non finanziare la angelini, finanzi la Boiron comprando acqua e zucchero a prezzi folli, ma su questo argomento ci vorrebbe una discussione a parte.

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: +19 (from 19 votes)
  36. I

    sull’omeopatia che è solo zucchero ed acqua solita cazzata immane.
    io mi curo in questa maniera da tempo e se sono vivo lo devo solo a quello. se fosse per i medici normali sarei già morto.
    vedi tu

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: -14 (from 16 votes)
  37. m

    Libero di curarti come vuoi, ti consiglio solo di informarti sul concetto di mole e sul numero di avogadro, cose normali se si parla di chimica.

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: +5 (from 5 votes)
  38. C

    Lurko con grande ritardo: sui vaccini obbligatori avete già detto tutto nei commenti; “meningite” è un termine generico per definire l’infiammazione delle membrane che avvolgono il cervello, tale patologia può essere data da tanti organismi patogeni diversi: essendo prevalentemente batteri, la prevalenza di infezione nella popolazione non raggiunge i numeri elevati di una infezione da virus.
    Per la meningite, quindi, il vaccino è una protezione in più contro un rischio di malattia grave non elevatissimo ma cmq consistente: in particolare la Neisseria meningitidis, i cui ceppi sono i responsabili della maggioranza di morte di meningite che leggiamo sui giornali, è presente nella mucosa oro-nasale di circa un italiano su dieci, che fungono da portatori sani.

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: +5 (from 5 votes)
  39. L

    Ma come ? Noi tutti coglioni a non vedere i complotti, il piano kalergi, i massoni, il panfilo, i rotschild, Big Pharma che tu sono anni che la sai lunga e mi vieni a parlare di omeopata riflessologa salcazzologa ?? Vabbe’ dai, c’hai fatto rite (cit.)

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: +8 (from 8 votes)
  40. L

    “La recente legge sui vaccini è contraria al diritto alla salute sancito dalla Costituzione all’art.32. Contrario alla salute sarebbe il rischio di encefalite con possibili gravi danni permanenti insito in certi vaccini, per i quali nessuno può garantire a priori che non si verifichi. Un po’ come il rischio di un’anestesia, solo che nessuno obbliga nessuno a farsi un’anestesia. Obbligare un bambino al rischio di danni cerebrali è contrario alla Costituzione, anche se una legge lo consente. Ravviso pure la violazione della Carta dei Diritti fondamentali dell’Unione europea, nel “divieto di fare del corpo umano o di sue parti fonte di lucro”. E’ quello che mi pare si stia facendo. Non si tratta di essere pro o contro i vaccini, ma di ragionare sulla necessità o meno di vaccinare per certe patologie. Primo punto. Secondo punto: non è lecito obbligare. Se poi metteranno in atto la subordinazione dell’iscrizione a scuola all’avvenuta vaccinazione, sarà palese violazione del DIRITTO ALLO STUDIO. Proprio come il Numero chiuso! E questo è regime. Non certo democrazia.”
    Massimo Citro

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: 0 (from 0 votes)
Close
Ti piace Indiscreto?
Seguici anche sui Social Network per essere sempre aggiornato sui nuovi contenuti
Social PopUP by SumoMe

Questo sito utilizza cookie tecnici per consentire la fruizione ottimale del sito e cookie di profilazione di terze parti per mostrare pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner acconsenti all'uso dei cookie. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi