Higuain è da Inter

Gonzalo Higuain non è più un giocatore della Juventus ed è già a Miami per giocare nell’Inter di David Beckham: lì i suoi 33 anni, il suo fisico appesantito e le sue motivazioni a giorni alterni dovrebbero bastare per tirare avanti un altro paio di stagioni. È arrivato quindi il momento della domanda: Higuain alla Juventus, il colpo dell’estate 2016, è stata una grande operazione, un fallimento, una via di mezzo?

Non è una domanda di tipo finanziario, anche se l’argentino fu pagato al Napoli 90 milioni di euro veri, senza trucchi o giocatori ipervalutati, seconda cifra di sempre pagata da un club italiano (il record è quello di Cristiano Ronaldo) ed ora se ne va per niente, ringraziandolo anche perché ha, almeno ufficialmente, rinunciato a metà dell’ingaggio 2020-2021. Poco conta la minusvalenza di 18,3 milioni, l’ultima rata dell’ammortamento: sono cose che si mettono a posto con i Muratore della situazione, il problema semmai sono e saranno i soldi veri.

La nostra risposta, non amando il commercialismo tanto per sembrare più intelligenti (tanto alla fine chi ha i soldi riesce a spenderli), è di tipo sportivo. Higuain alla Juventus ha fatto abbastanza bene. Non è stato fondamentale nei tre scudetti vinti, del resto in questo ciclo sono stati vinti anche con Matri, pur segnando molto soprattutto nella prima stagione. Meno ancora lo è stato in Champions League, pur avendo avuto qualche ottima serata (su tutte quella con il Monaco). Nelle prime due stagioni è stato Higuain sul piano individuale, ma non è mai sembrato molto coinvolto. Ottimo attaccante, ma al di là delle buone statistiche ha a livello Juve spostato poco.

La risposta della Juventus, anche se curiosamente non quella dei media della Juventus, è stata molto più dura della nostra visto che da due anni stava cercando disperatamente di liberarsene, con l’approvazione di ben tre diversi allenatori. Ma dopo l’annata buttata con l’accoppiata Milan-Chelsea Higuain era entrato in una modalità polemica, da ultratrentenne nel senso peggiore dell’espressione. Nel suo caso nemmeno valeva il discorso del marketing. Meglio per tutti, a partire da lui, se fosse rimasto al Napoli.

VN:F [1.9.22_1171]
Rating: 7.5/10 (18 votes cast)
Higuain è da Inter, 7.5 out of 10 based on 18 ratings

16 commenti

  1. Non è stato fondamentale segnare un gol al millemilesimo minuto della partita decisiva??? Primo anno da Pipita di lusso, non ci ha fatto vincere la Champions, ma ci ha portato in finale. Alla fine, per rispondere alla domanda, “una via di mezzo”. Grazie Gonzalo per i non pochi momenti di totale felicità.

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: 0 (from 18 votes)
  2. Ha segnato gol decisivi nelle partite importanti, che sono valse almeno 2 scudetti. che poi é quello che si chiede a un attaccante più he triplettare contro il Frosinone. Ed è stato “tolto” a una avvwrsaria diretta a quei tempi molto insidiosa. Alla fine il suo l’ha fatto.

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: +6 (from 20 votes)
  3. Marcopress onestissimo. Credo che Higuain non avrebbe potuto desiderare un più lusinghiero epinicio (anche se più verosimilmente si tratta di un epicedio).

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: +3 (from 9 votes)
  4. Diciamo che sarebbe dovuto essere un po’ il loro Milito. Spiace.. 🙂

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: +6 (from 16 votes)
  5. Mou non lo faceva alzare dalla panchina a Madrid. Il resto è un anno a Napoli con sfogliatelle imbottite bene

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: -4 (from 14 votes)
  6. Beh decisivo sicuramente a Londra col Tottenham, insieme a dybala, eppoi in campionato il primo anno (goal al Napoli tra la solita ventina). Non sono un amante di higuain (ero tra quelli benzema>higuain) ma il suo lo ha fatto. Quando spendi novanta milioni e fai un quadriennale ad un attaccante 30enne i rischi sono quelli e la Juventus credo lo sapesse benissimo… Già uno dzeko (giocatore diverso che però alla maggiore importanza per la manovra contrappone una minor capacità di segnare) ha un fisico diverso, ma suarez per esempio presenterebbe le stesse controindicazioni.

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: +2 (from 2 votes)
  7. Attaccante da 30, ma non da 31. A mio parere, il più grande errore è stato renderlo centravanti e non 2° punta.
    Il suo grande limite è stato ciabattare sempre nei momenti decisivi, tipo finale mondiale, semifinale del Real col Dortmund, …
    Lo lasciano andare e vincono 4 Champions in 5 anni. Ottimo al Napoli, alla Juve si limita al minimo, ciccando la finale, a cui non li porta certo lui (è uno dei tanti importanti).
    Da quando ha 31 anni, tutti cercano di sbolognarlo, torna alla Juve e parrebbe perfetto per aprire gli spazi a CR7, invece è imbarazzante.
    Avrebbe potuto fare di più e mi lascia qualche rimpianto.

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: +9 (from 15 votes)
  8. Leo oltre al gol al napoli ci sono i 2 all’inter decisivi per lo scudetto sia due anni fa che quest’anno. In campionato il suo l’ha fatto eccome. Poi vabbè mou non lo faceva giocare e quindi era scarso. Infatti wikipediando l’anno che non l’ha fatto giocare ha vinto tutto (a proposito, vale anche per lui “via lui quattro champions in cinque anni).

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: +3 (from 11 votes)
    1. Certo che vale anche per Mourinho: appena si sono ricordati di essere il Real, hanno preso un allenatore adatto a loro. A palazzo reale serve il cerimoniere, mica un capopopolo buzzurro.

      VN:F [1.9.22_1171]
      Rating: -1 (from 9 votes)
  9. decisivo? assolutamente si, nel gol a milano contro l’inter

    sufficiente a giustificare la cifra pagata? assolutamente no

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: +3 (from 13 votes)
  10. Pipita uno di noi. Come Manzotin a un certo punto non ne aveva piu. Capita a una certa età. Primo anno eccellente, secondo altalenante ma con qualche perla importante. Grazie Gonzalo. I 90 milioni sono un dettaglio, per un giocatore del suo livello di allora era il prezzo da pagare.

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: +5 (from 11 votes)
  11. Si vincevano anche con Matri ma dubito che tenendo Matri e Vucinic ne sarebbero arrivati nove di seguito.
    Gran bel giocatore, molto intelligente e capace di vedere la porta. Nei c.d. momenti decisivi a volte e’ mancato? Si se si parte dal presupposto
    che i momenti diventino decisivi solo quando li stecchi (probabilmente e’ per quello che si fa il panegirico del Chino, perche’ da quel punto di vista nessuno
    ha vissuto piu’ momenti decisivi di lui).
    Ha fatto una bella carriera, penso che domrira’ bene anche senza la Champions. Resta sempre l’impressione che arrivino alla Juve con determinate meravigliose caratteristiche e per un motivo o per l’altro si riesca in qualche modo a rovinarli e a non sfruttarli al meglio.

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: +7 (from 11 votes)
    1. Capita se ti allenano delle capre in un contesto dove la vittoria non è un dettaglio.

      VN:F [1.9.22_1171]
      Rating: +1 (from 5 votes)
    2. La finale mondiale e Champions sono sempre momenti decisivi, mica lo dici ex post. Stesso discorso per Ibra che ciabattava, mentre Pedro segnava in tutte le finali.

      VN:F [1.9.22_1171]
      Rating: -2 (from 6 votes)
  12. Fa parte degli errori storici della Juve, che si è svenata per lui ad esempio mentre non ebbe il coraggio di rilanciare l’offerta di Moratti per Recoba.
    Poi gli juventini sono i soliti de “fino al confine” e quindi si accontenteranno.

    Ps: via Van Basten, il Milan ha vinto finalmente campionato e scudetto nella stessa stagione. Un caso?! Io non crete…

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: +4 (from 16 votes)
  13. Sfogliatelle della Premiata Pasticceria Protti, Penzo & c.

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: +1 (from 7 votes)

Lascia un commento