Quei finti poveri dell’Ajax

Con la vendita di Frenkie de Jong al Barcellona, per 75 milioni di euro, il nuovo ciclo dell’Ajax è purtroppo finito ancora prima di cominciare. Diciamo purtroppo perché l’Ajax non è certo l’unico club al mondo a valorizzare i giovani, ma è l’unico a portare al top un numero notevole di giocatori che nel club sono entrati bambini normali e non baby-fenomeni.

L’incredibile eliminazione in semifinale per opera del Tottenham non può far dimenticare i meriti di una realtà che pensando al mitico fatturato non è nei primi 30 d’Europa. Perché anche qualcun altro con un servizio di scouting può prendere un ventenne come David Neres e lanciarlo in un campionato come la Eredivisie (che comunque l’Ajax non vince dal 2014).

Ma nessuno, nemmeno il Barcellona e meno che mai il Barcellona di adesso, schiera contemporaneamente in prima squadra cinque giocatori entrati nel club quando facevano le scuole elementari. Non De Jong, prodotto del Willem II, ma De Ligt, De Beek, Blind, Mazraoui, Veltman. Per non citare chi gioca poco come Eiting, De Wit e gli altri che come tutti gli scommettitori abbiamo conosciuto già nello Jong Ajax, cioè la squadra B che gioca in Eerste Divisie. Il Barcellona può vantare, parlando di bambini entrati a 10 anni o meno, solo Piqué e Jordi Alba. Le altre della Champions… va be’, lasciamo perdere.

Cosa vogliamo dire? Prima di tutto che il fair play finanziario, nato da un buon proposito di Platini e dell’allora suo segretario Infantino (evitare il dissesto finanziario del club), è diventato una buffonata che rende i ricchi sempre più ricchi ed addirittura impedisce a chi sta dietro di crescere utilizzando soldi esterni al sistema. Ma non è questo il caso dell’Ajax, che dal punto di vista del mercato sembra gestito da Preziosi o Pozzo senza un vero perché.

La Johan Cruijff Arena ha 55.000 posti (Juventus e Chelsea giocano in stadi da 41.000) ed ha una media spettatori di 52.926 (in Eredivisie, non in Champions League…), gli sponsor fanno la fila (l’Adidas è legata fino al 2025), il marchio è conosciuto in tutto il mondo, lo stadio è di proprietà, le finanze sono sane, da parte degli ex c’è un attaccamento quasi morboso (in società, con vari incarichi, ci sono Van der Sar, Winter, e Overmars). Non si capisce perché una realtà del genere non voglia crescere, limitandosi ad un presente da mercanti. Bene per gli azionisti del club, ma per i tifosi?

La soluzione potrebbe arrivare, per assurdo, proprio dai super-ricchi che da sempre depredano l’Ajax. Lo spostamento dell’asse del calcio sulla Champions, o SuperChampions che sia, dovrebbe depotenziare i campionati nazionali e abbassare il gap a livello di diritti televisivi. Magari fra 10 anni l’Ajax potrà acquistare la stella del Barcellona, nel caso sarebbe l’unico effetto positivo della riforma.

VN:F [1.9.22_1171]
Rating: 9.8/10 (10 votes cast)
Quei finti poveri dell'Ajax, 9.8 out of 10 based on 10 ratings

22 commenti

  1. M

    Un’ottima azienda insomma. Che ogni tanto becca il giro giusto e si fa un giro in semifinale
    di Champions o di Europa League o nei quarti di queste manifestazioni. Un modo per fare soldi senza purtroppo vincere niente o quasi (intendo a livello internazionale).
    Contenti i loro tifosi contenti tutti. Lo sventolamento delle visure camerali ad Highbury ed all’Emirates ha fatto scuola.
    Curioso di vedere il rendimento di tutti questi buoni giocatori una volta che andranno via dalla casa madre.

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: 0 (from 8 votes)
  2. t

    Beh ma il Direttore ha scritto chiaramente che gli azionisti sono contenti, mica i tifosi.
    Allo stato attuale se volessero competere a un livello più alto dovrebbero trovare lo sceicco disposto a perderci dei soldi.

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: 0 (from 2 votes)
  3. C

    In effetti sarà interessante vedere il rendimento dei migliori dell’Ajax trasmigrati in altre squadre. Del loro spessore tecnico, ad ora, non è lecito dubitare, ma può essere che sappiano giocare solo nel loro flipper ad alta velocità. Ziyech mi ha impressionato, mi son domandato se potesse giocare al posto di Perisic, ma troverebbe sponde adeguate?

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: +1 (from 1 vote)
  4. z

    alla larga da Zyiech !

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: +1 (from 3 votes)
  5. t

    L’accenno alle squadre B buttato lì con nonchalance è per stanare ungobbo dal torpore? 🤣

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: +3 (from 3 votes)
  6. L

    Per me deligt e de Jong sono normali. L’exploit fatto in Champions mi sembra dovuto al rendimento monstre dei tre davanti coadiuvati dagli inserimenti di de beek. Infatti a Londra neres non c’era e ne hanno risentito anche ziyech, costretto a fare da solo, e tadic che non poteva giocare al solito modo.

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: -1 (from 1 vote)
    1. t

      per me invece é l’esatto contrario.
      i 3 davanti niente di speciale (forse il solo Neres potrebbe avere un futuro da campione). Ziyech non mi piace per nulla. Dolberg, pompatissimo fino a poco tempo fa, un pippone.
      DeJong e Van De Beek molto buoni.
      DeLigt potenziale fuoriclasse (anche se contro il Tottenham non ha giocato la sua miglior partita).

      VN:F [1.9.22_1171]
      Rating: +2 (from 6 votes)
  7. U

    “stanare ungobbo dal torpore? ”

    Lasciatemi nel mio dolore per le ultime 3 partite di allegri sulla panchina della juve
    Spero solo che non abbiano pensato a klopp per sostituirlo : la sua improvvisazione e la sua inettitudine porterebbero ad un inevitabile disastro

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: +4 (from 10 votes)
  8. U

    “Mi sembra dovuto al rendimento monstre dei tre davanti ”
    3 davanti che facevano un gol ogni 8 occasioni
    Pensa se non avessero avuto un rendimento monstre

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: +6 (from 6 votes)
  9. D

    Cioè, mi avete massacrato perchè ho osato dire che proprietà e tifosi hanno interessi fisiologicamente differenti e poi mi state lì a discettare sul reale valore assoluto di Ziyech?!…

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: +2 (from 14 votes)
  10. E

    L’Uomo Indiscreto in effetti si interessa principalmente dello Jong Ajax, del Barcelona B e preferisce la Youth League alla Champions (tant’è che trova troppo mainstream parlare di Ziyeck, ma piuttosto preferisce addentrarsi in analisi su Xavi Simons e Taylor Richards)

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: +5 (from 9 votes)
  11. c

    De Jong e De Ligt mi sembrano di livello assoluto, soprattutto il nuovo Sergio Ramos. Van De Beek mi piace perché è abbastanza verticale, ma non sono in grado di dire se abbia fatto exploit oppure no. Le mezzeseghine davanti temo siano appunto delle mezzeseghe da Arsenal.

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: +8 (from 10 votes)
    1. t

      questa volta sono in sintonia con Cyd 🙂

      VN:F [1.9.22_1171]
      Rating: 0 (from 2 votes)
    2. P

      “soprattutto il nuovo Sergio Ramos”

      Cioè anche De Ligt è un odioso macellaio faccia da schiaffi antisportivo e strafottente? Francamente di un nuovo Sergio Ramos non ne sento il bisogno.

      VN:F [1.9.22_1171]
      Rating: +3 (from 9 votes)
      1. c

        Va bene tutto, ma adesso non riduciamo Sergio Ramos a un macellaio scarparo come un Materazzi o a un Chiellini qualsiasi, altrimenti rilancio dicendo che pure Baresi era un killer: rivedersi certi suoi falli, oggi da denuncia penale.

        VN:F [1.9.22_1171]
        Rating: +19 (from 21 votes)
  12. r

    Leo quello è l’oblo’ della lavatrice

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: +1 (from 1 vote)
  13. M

    Quindi, tra vivaio prolifico, bilanci in regola, rari exploit internazionali, stelle che si spengono lontano dal loro ambiente, possiamo tutti concordare che l’Ajax è una piccola Atalanta.

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: 0 (from 2 votes)
    1. D

      Diciamo una turbo-Atalanta, ecco…

      Ps: quoto tutto Cyd, tranne quando giudica Baresi col metro Prisco…

      VN:F [1.9.22_1171]
      Rating: -3 (from 5 votes)
  14. C

    “Non si capisce perché una realtà del genere non voglia crescere, limitandosi ad un presente da mercanti”

    Perché gli olandesi storicamente sono mercanti (nel diciassettesimo secolo dominavano addirittura il commercio mondiale).

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: +3 (from 3 votes)
    1. D

      Esatto, pure la liberalizzazione delle droghe l’han fatta per puro marketing, mica per apertura mentale…

      VN:F [1.9.22_1171]
      Rating: -2 (from 4 votes)
  15. Perché sono i luridi calvinisti di sempre.

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: +4 (from 4 votes)
  16. f

    Ziyech chiaro bluff.
    Van Der Beek anche per me ottimo, sperando diventi un De Bruyne e non il Barkley che ho visto l’altra sera calciare un gran rigore.
    I 2 sono califfi, no doubt.
    Veltman mi pare l’altro che possa aspirare a un livello internazionale.

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: +2 (from 2 votes)

Lascia un commento