Morandi, Rovazzi e lo scandalo del playback

Fabio Rovazzi e Gianni Morandi ‘cannano’ completamente il playback della loro Volare sul palco dei Wind Music Awards, partono i commenti sarcastici (e i titoloni, manco fosse scoppiata la terza guerra mondiale) e la risposta ironica di Morandi. Pare, insomma, una questione di stato l’esibizione del giovane Youtuber (è lui il primo a dire di non essere un cantante…) trasformatosi in leader dei tormentoni, e dello storico, inscalfibile e sorridente bolognese, tanto social anche lui, all’Arena di Verona. Da parte nostra, cresciuti nell’epoca del playback, abbiamo visto di peggio: quando c’erano i pienoni da Festivalbar, una delle occasioni estive per vedere i propri idoli in televisione, e certi Sanremo anni Ottanta, in quella breve finestra di tempo c’era sostanzialmente una passerella di brani registrati. Da decine di milioni di telespettatori.

Il playback, del resto, se fatto come si deve, non è una cosa che deve scandalizzare. Esiste in Italia così come negli altri Paesi, ce lo ricordiamo noi italiani a Discoring così come gli inglesi a Top of the Pops (il termine corretto inglese è lip-sync, ossia sincronia del labiale). Trasmissioni storiche, utili a promuovere i brani, ancor più quando per saperne l’esistenza o li ascoltavi in radio o li guardavi in televisione. Però lo devi saper fare, mimando sul palco (in passato giravano dei fuori onda con l’audio originale, per capire come i cantanti si attrezzavano per non sbagliare. Magari sussurrando comunque il brano), e vale tra l’altro anche per gli strumenti musicali, facendo comunque meno scandalo. Quante volte abbiamo ad esempio notato che i musicisti (o figuranti assoldati per l’occasione) suonavano ben altro rispetto a quanto si sentiva? Magari toccando a caso una tastiera o le corde di una chitarra?

Poi, Volare del duo Rovazzi-Morandi e con il cameo di Javier Zanetti nel video, non è certo un brano che si presta a un’esibizione perfettamente sincronizzata, e tutto questo rumore sembra nei fatti esagerato. Certo avrebbero potuto prepararsi meglio, ma ai Wind Music Awards c’è stato un po’ di tutto. Da chi ha cantato dal vivo con la sua poderosa band (vedi Zucchero, tanto di cappello), e chi invece ha preferito i nastri registrati, per dirla alla vecchia maniera. Ma tutto sommato lo scopo resta sempre quello: fare promozione, ritirare un premio, farsi vedere. Nel bene e nel male, insomma, basta che se ne parli. E da questo punto di vista è sufficiente valutare di chi si sta discutendo di più in questi giorni per capire come un errore a volte porta più fieno in cascina di un’esibizione perfetta… storia vecchia, che si ripete.

VN:F [1.9.22_1171]
Rating: 7.5/10 (10 votes cast)
Morandi, Rovazzi e lo scandalo del playback, 7.5 out of 10 based on 10 ratings

7 commenti

  1. Il pathos della loro Volare non è esattamente quello di Let it be o di Homburg, quindi mai come nel loro caso la polemica sul playback è gratuita. Trasmissione comunque pessima, degna della musica italiana considerata ‘radiofonica’.

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: +1 (from 1 vote)
  2. M

    Non l’avevo mai sentita quindi mi sono sparato anche il video. Posso dire che il video mi ha fatto parecchio
    sorridere e che la canzone non fa poi così schifo? Anzi dirò di più, occasione mancata perchè potevano scrivere veramente il tormentone dei tormentoni.
    Inquietante che alla mia veneranda età abbia colto tutti i riferimenti internettiani dell’ultimo anno. Vuol dire che cazzeggio troppo. O troppo poco.

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: +4 (from 4 votes)
  3. j

    Le prime due di Rovazzi erano simpatiche e orecchiabili questa fa cagare

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: 0 (from 2 votes)
  4. P

    Il probema non era assolutamente il playback, ma il contrario.
    Basta rivedere l’esibizione per rendersi conto che si trattava di un “misto”: c’era ovviamente la base preregistrata, alcune parti vocali lo erano e altre no. Infatti, a rendere sgradevole la performance è stato Rovazzi che ha urlato, completamente stonato, alcune frasi. Poi certo, c’è stato un errore (frutto di cazzeggio) nel lip sync, poco dopo.
    Lo assolviamo senza problemi, visto che è Rovazzi stesso ad ammettere di non essere un cantante. 🙂
    Ciò che mi irrita è che il pubblico italiano, che musicalmente sta sottozero, si sia scandalizzato per il playback e non per le stonature, semplicemente perché non ha capito che ci sono state.

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: +1 (from 1 vote)
  5. a

    ma quindi era playback o no? io non ho visto il video, ma letto l’articolo del corriere che nel titolo parlava di stecche clamorose, allora incuriosito mi sono letto l’articolo e parlava di playback e labiale fuori sincrono, mi sono chiesto come si potesse steccare in playback. infatti poco dopo il titolo è stato corretto eliminando la parole stecche….ma quindi alla fine, era playback o no?

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: 0 (from 0 votes)
  6. P

    In parte lo era. Purtroppo non riesco a trovare il video completo (“Volare” è tagliata).
    Nel dettaglio: “Tutto molti interessante” è in playback totale, stile Festivalbar.
    “Volare” (e qui devo andare a memoria avendo visto la trasmissione su Rai1*) era anch’essa in playback, ma non totalmente: Rovazzi cantava live (o meglio: urlava, completamente stonato) la frase-hook “Mi fa volare”, probabilmente sopra alla traccia preregistrata. Stonature veramente fastidiose, che davano un senso di casino e abborracciamento totale.
    In tutto questo, le telecamere hanno catturato anche un momento in cui Rovazzi e Morandi si incasinano col lip sync e tengono la bocca chiusa mentre si sentono le loro voci.

    *preciso che quella sera il monopolio televisivo era di mia moglie.

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: +2 (from 2 votes)
  7. A

    C’era dentro di tutto un po’, ma lo ‘scandalo’ ha riguardato il discorso playback. Poi il video è stato rimosso anche da RaiPlay. Ad ogni modo un’ipotesi potrebbe anche essere che doveva andare in full playback ma hanno tenuto accesi i microfoni quindi si sono sentite le loro voci…

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: +4 (from 4 votes)

Lascia un Commento

Close
Ti piace Indiscreto?
Seguici anche sui Social Network per essere sempre aggiornato sui nuovi contenuti
Social PopUP by SumoMe

Questo sito utilizza cookie tecnici per consentire la fruizione ottimale del sito e cookie di profilazione di terze parti per mostrare pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner acconsenti all'uso dei cookie. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi