Kirk o Picard?

Abbiamo da poco concluso la visione di Picard, la nuova serie dell’universo di Star Trek proposta in streaming su Amazon Prime Video e che ha segnato il ritorno di Patrick Stewart al personaggio che lo ha reso celebre nel mondo. Dieci episodi che seguono un continuum narrativo, come e si trattasse di un lunghissimo film, con richiami al passato e uno sguardo al futuro ancora poco chiaro.

Dal punto di vista tecnico Picard è realizzato in maniera impeccabile, con effetti e ambienti degni di una produzione cinematografica, normale evoluzione rispetto agli albori della serie originale degli anni Sessanta. Gli episodi sono invece altalenanti nella narrazione il cui filo conduttore è un mistero legato a una nuova generazione di androidi, in un contesto di loro messa al bando a seguito di una precedente ribellione.

Tanti sono i riferimenti alle altre serie, dal ritorno dei Borg alla presenza (dei lunghi cameo) del primo ufficiale William Riker e del consigliere Deanna Troi fino all’androide Data, con invece i nuovi protagonisti che stentano per ora (è già prevista la seconda stagione) a mostrare lo stesso carisma della ‘vecchia guardia’. Il tutto tra romulani vendicatori e terrestri titubanti.

Detto questo, la visione della nuova serie è anche uno spunto per parlare dei due capitani più importanti della saga di Star Trek. James Tiberius Kirk (interpretato all’epoca da William Shatner, che di recente ha compiuto 89 anni… ) e appunto Jean-Luc Picard (appunto Patrick Stewart grandissimo anche nella nuova serie). Chi dei due è il vero ‘Capitano’ di Star Trek? Il Kirk più emotivo e ironico di Shatner, o il Picard più serioso e complesso di Stewart?

Kirk o Picard?

Guarda i risultati

Loading ... Loading ...
VN:F [1.9.22_1171]
Rating: 8.8/10 (22 votes cast)
Kirk o Picard?, 8.8 out of 10 based on 22 ratings

4 commenti

  1. Sondaggio dall’esito che dovrebbe essere veramente scontato: il podio è Kirk, con Picard degnissimo secondo e punto.
    I tanti altri, mi spiace, neppure pervenuti.
    Questa serie, nonostante i soliti giganteschi investimenti di Amazon, è sicuramente ben fatta, ma manca, come dire, di anima.

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: +1 (from 5 votes)
  2. Kirk per due motivi: senza di lui non ci sarebbero stati gli altri e poi, soprattutto, si orizzontalizzava TUTTE le guardiamarine tettone a bordo dell’Enterprise (ogni volta con una scusa diversa, dal clone alla malattia che lo rendeva cattivo)

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: -1 (from 7 votes)
  3. Intanto diciamo subito Picard, per lo spessore narrativo e filosofico, che la serie ha acquistato con te next grneration, cosa che con tutto l’amore che nutriamo per Kirk e la serie classica , prima non c’era e non poteva esserci. Su questa serie in particolare direi che più che riferimenti e ritorni (i borg non ritornano ma semplicemente è stato Trek , ci sono) i riferimenti li vedo più rivolti a Blade Runner o a Dune ,quindi al cinema che alle vecchie serie. In ultimo , la produzione cinematografica che “si distacca dagli sessanta” mi ha fatto sorridere : da Kirk ad oggi sono uscite altre 5 serie e passati 50 anni pieni pieni e le soluzioni narrative sono cambiate da tempo.

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: +2 (from 4 votes)
  4. @safarapub grazie per il commento. Certamente negli anni le narrazioni si sono evolute così come le tecnologie produttive. Oggi si potrebbe in tal senso fare anche un confronto con la serie Discovery, all’apparenza molto più ‘colorata’ e meno ‘cupa’ rispetto a Picard, anche se con i suoi risvolti drammatici e una notevole azione. Tutto sommato ho per ora preferito Discovery, anche come personaggi. Da capire cosa accadrà nella seconda stagione di Picard, se si tratterà a questo punto di una esplorazione vera e propria di nuovi mondi…

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: 0 (from 2 votes)

Lascia un commento