Cairo il peggiore

Urbano Cairo è il peggior presidente della Serie A? Molti tifosi del Torino toglierebbero il punto di domanda. Perché al di là delle pagelle al calciomercato di gennaio 2020 le strategie del Torino sono difficilmente spiegabili. Non tanto per le cessioni di giocatori poco (Bonifazi, Iago Falque) o niente (Parigini) utilizzati, con Laxalt tornato al Milan, ma per la visione di breve periodo del suo presidente.

Fra soldi entrati e ingaggi risparmiati da qui a giugno il Torino ha fatto segnare un più 15 milioni di euro, oltretutto senza riuscire a piazzare Zaza all’Inter. Una politica applicata, incredibilmente, anche alla Primavera che fra l’altro sta andando piuttosto male. Insomma, che cosa vuole fare Cairo del club che 15 anni fa gli fu di fatto regalato dal sindaco di Torino Chiamparino, complice il lodo Petrucci?

Quasi proibito il sogno Milan confessato quasi per scherzo a Scaroni, perché al prossimo giro la società rossonera sarà venduta a gente che vuole rimanere, utile la sua permanenza al Torino per quelli che eufemisticamente si definiscono equilibri politico-sportivi. Perché al di là dei luoghi comuni i bambini torinesi che si appassionano al Torino sono sempre di meno (e non perché Cristiano Ronaldo sia più forte di Belotti, ma perché è difficile identificarsi in questo Torino) e in Piemonte, secondo varie ricerche, i tifosi della Juventus sono ormai il doppio di quelli del Torino. In città il tifo è complessivamente equilibrato, ma considerando i più giovani la situazione cambia: provate a chiedere a un qualunque conoscente di Torino con un figlio quanti juventini ci siano nella sua classe. Una tendenza che Cairo non invertirà di sicuro.

VN:F [1.9.22_1171]
Rating: 9.1/10 (18 votes cast)
Cairo il peggiore, 9.1 out of 10 based on 18 ratings

22 commenti

  1. Non so se sia il peggiore, di sicuro e` un presidente fallimentare sotto ogni aspetto (poi non mi e’ chiaro quanta liquidita` abbia, mi sembra uno tenuto in piedi da altri), con l’aggravante del suo potere mediatico.

    Direttore, lei che ha gli agganci giusti ha detto che non e` in vista la cessione della societa`, pero` da canottierato mi sembra ci sia un’aria di smobilitazione/liquidazione. Boh.

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: +13 (from 13 votes)
    1. Credo che non sia in vista la cessione perché non ci sono vere offerte, ma soprattutto perché essere proprietari di una squadra da media Serie A, senza veri obbiettivi, sia l’unica situazione in cui nel calcio italiano si possano guadagnare soldi veri.

      VN:F [1.9.22_1171]
      Rating: +11 (from 11 votes)
  2. Ci mancava giusto Zaza 😳

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: +8 (from 8 votes)
  3. Direttore la situazione sui bambini juventini è abbastanza tragica anche nelle scuole di Milano eh

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: +10 (from 10 votes)
  4. Quindi il Torino cosa dovrebbe fare, arrivare in Champions, vincere Coppe Italia ? Oppure avere un’identità con cui attirare un bambino torinese, che in pratica cosa significa ? Il Torino mi sembra abbia risultati in linea con la classe media della serie A, Atalanta esclusa. Il che significa un anno andare un po’ meglio ed un anno un po’ peggio. Magari con la tendenza a prendere allenatori che praticano un calcio più inguardabile della media, anche se immediatamente esaltato appena porta risultati. Tirando a campare come tutti, tra plusvalenze e campagne acquisti fatte dai procuratori.

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: +4 (from 6 votes)
  5. Per esempio potrebbe avere un DS, potrebbe presentarsi in europa league con piu` di 14 giocatori, potrebbe fare mercato, potrebbe evitare di far Daspare la curva che contesta mandandoli contro gli ultra` avversari, potrebbe avere un centro d’allenamento, potrebbe non prendere 11 gol in due partite e stare sotto 2-0 a Lecce dopo 20 minuti.

    Eh ma il fatturato della fiorentina

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: +22 (from 22 votes)
  6. La B è lontanissima e l’Europa League non interessa a nessuno.

    Penso che per questa stagione non abbiano più obiettivi e l’abbiano già data su.

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: +3 (from 7 votes)
    1. >>>non abbiano più obiettivi

      considerando che il milan dopo “la peggior partenza della sua storia” (quindi peggiore anche dell’anno della B “gratis”!) le è bastato fare un paio (letteralmente!) di vittorie per issarsi al 6^ posto, agganciando “il Cagliari dei miracoli” e “il grandissimo Parma del vate D’aversa” per l’ultimo posto in Europa… insomma, è un po’ presto per darla su!

      Che poi possiamo parametrare il livello e le ambizioni della Serie A con l’esempio del Cagliari (non si era mai vista prima una squadra festeggiare il 50ennale dello scudetto… come se uno sfigato festeggiasse quell’unica trombata fatta in vita sua… roba, appunto, da sfigati!) è un altro paio di maniche: un campionato in cui si fa “a gara” (per così dire) per arrivare fuori dalle ultime 3 e poi 15 squadre senza alcuna ambizione di sorta.

      Dai su, c’è modo e modo di bivaccare: Cairo potrebbe prendere qualcuno con più appeal e più evoluto di quell’etrusco di Mazzarri e provare a ricreare una piccola Atalanta che arriva a giocarsi la CL per 2 anni di fila facendo anche delle plus della madonna…

      VN:F [1.9.22_1171]
      Rating: +9 (from 13 votes)
      1. Andrea ma a quanti interessa davvero il 6° posto?

        Negli ultimi anni a me è sembrato che molte squadre facessero la corsa per NON andare in EL.

        VN:F [1.9.22_1171]
        Rating: +2 (from 2 votes)
        1. sempre il Milan è oggi a -7 da Roma e Atalanta, appaiate al 4^ posto (sempre col solito discorso della “peggior partenza della storia ecc ecc”). Non vincere oggi è stato esiziale per i rossoneri, potevano rientrare nella corsa… poi è sprint, puoi imbeccare la folata giusta e arrivare 4^ oppure ti pianti perchè ti finiscono le energie dopo la rincorsa e arrivi 6^… ma poi ci pensi! Intanto giochi e combatti…

          VN:F [1.9.22_1171]
          Rating: +6 (from 6 votes)
          1. Andrea voglio essere sincero: su queste basi e con eventuali qualificazioni Champions prese per il rotto
            Della cuffia meglio non andarci. O ci vai perché la tua qualificazione è frutto di un progetto sul quale innestare una squadra da subito competitiva (non per vincere ma almeno per non fare figuracce) o meglio che stia a casa.
            Il Milan ha un blasone e si troverebbe in una quarta fascia con squadroni che se ne sbattono del blasone e potrebbero arrivare bastonate che data la nostra storia non possiamo permetterci (noi non siamo la Roma, ancora meno quella di Spalletti).
            In questo momento un City in giornata ce ne farebbe 8 e non sarebbe per nulla bello.

            E l’Europa League detto e ridetto: non conviene. Troppo lunga , pochi
            Soldi in palio etc (14 milioni se la vinci, meno di una qualificazione agli ottavi di Champions).

            Ps: chiedete scusa a Cairo.

            VN:F [1.9.22_1171]
            Rating: 0 (from 6 votes)
      2. direi che per il campionato del Cagliari forse ci sono significati e motivazioni che vanno un po oltre il puro valore sportivo no? per dire nel 2006 ero a El Paso e ci sono stati mesi di festeggiamento per il 40nnale dell’impresa dei Miners.. sfigati già…

        VN:F [1.9.22_1171]
        Rating: +5 (from 5 votes)
        1. Paolo, vallo a spiegare a quelli che ritengono leggendari questi ultimi scudetti juventini, accolti dalla stragrande maggioranza dei loro tifosi quasi con uno sbadiglio.

          VN:F [1.9.22_1171]
          Rating: +5 (from 5 votes)
        2. No, vabbè dai, Andreino era in fibrillazione per Udinese – Inter ed ha sparato una delle sue.

          Stiamo parlando del Cagliari, capoluogo di una regione che all’epoca godeva una considerazione generale simile a quella dell’Africa; riescono a vincere uno scudetto, roba fino ad allora non riuscita alla squadra ricca della Capitale e riuscita una volta sola all’altra squadra della Capitale grazie all’interessamento del Mascellone; parliamo di uno scudetto che rivalutò una regione che fino ad allora era associata esclusivamente a pastori e banditi, una roba mai successa e che probabilmente mai risuccederà (toh, vi si avvicina solo l’impresa del Verona, già la Sampdoria è un’altra storia visto che aveva un miliardario come presidente); giustamente lo festeggeranno fra cinquant’anni e fra cinquecento, altro che roba da sfigati…

          VN:F [1.9.22_1171]
          Rating: +5 (from 5 votes)
  7. Se dobbiamo chiedere scusa a Cairo allora poi non prendiamo per il culo gli sbandieratori di bilanci. Detto questo , se non frega niente dell’europa League a squadre della cilindrata del Toro (che in una delle ultime stagioni di Ventura fece una buona campagna europea) allora ci meritiamo la superchampions e l’estinzione dei campionati nazionali

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: +22 (from 22 votes)
  8. Il problema è come sempre trovare chi abbia voglia di sbattersi e prendere il suo posto. Altrimenti considerando la storia recente dei granata è tanta manna Cairo che almeno mantiene dignitosamente la categoria. Vogliamo parlare dell’era Cimminelli? Poi che sia finita la leggenda di Vatta e del settore giovanile, del cuore granata e della juve bastonata nei derby è un’altra storia, sono semplicemente cambiati tempi. Se poi un giorno un tizio pieno di rubli o uno sceicco mangiacristiani volesse fare del Toro il Manchester City italiano sarei il primo a festeggiare.

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: +8 (from 8 votes)
    1. aspetta e spera che al Torino (e a Torino) arrivi un emiro o un oligarca russo… e se arriva lo faranno scappare a gambe levate appena gli cominciano a fare il giochetto di “Sì, certo lo stadio, ovvio, ma là no perchè non si puote… e lì nemmeno perchè una volta cavour c’è andato a pomiciare con la prima fidanzatina e ci sta il vincolo dei beni culturali” ecc ecc

      come hanno fatto scappare già il secondo american straccion a Roma e come prossimamente succederà a Milano coi cinesi perché tra 2000 anni i milanesi del 4000 devono andare al “colosseo san siro”…

      VN:F [1.9.22_1171]
      Rating: -1 (from 7 votes)
      1. Dimmi sinceramente, ma sei serio?

        Sarebbe stata cosa buona e giusta far costruire a Roma una giungla di cemento attorno allo stadio? E’ cosa buona e giusta sacrificare un monumento sportivo come Siro per costruire l’ennesima imbarcata di palazzi con appartamenti ed uffici invenduti mettendoci come scusante la costruzione di uno stadio nuovo?

        VN:F [1.9.22_1171]
        Rating: +7 (from 7 votes)
  9. Per ricevere delle offerte bisogna mettere in vendita la societa`. Poi saro` naive ma a cosa importa agli elkann-agnelli se il Toro diventa una squadra da 4/7o posto, come e` stata fino a 30 anni fa?

    Si possono avere sia l’identita` che i risultati, costruendo una squadra di 6/7 mestieranti con le giovanili (un primavera a caso non e` piu` scarso di Meite o Bremer) piu` 4/5 giocatori come Belotti, Sirigu, Izzo, ecc

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: +9 (from 9 votes)
  10. Transumante è una LEI?!? 😳

    Colpo di scena.

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: +2 (from 2 votes)
    1. Uno è quello che si sente…

      VN:F [1.9.22_1171]
      Rating: +2 (from 2 votes)
  11. fossi una lei sarei gia` rettore ad Harvard

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: +3 (from 3 votes)

Lascia un commento