Motorola Razr, il ritorno

Il Motorola Razr e il suo ritorno ci ricordano una volta di più che il marketing della nostalgia è arrivato agli anni Duemila. Quando appunto il Motorola Razr, uscito per la prima volta nel 2004, diventò uno dei più venduti cellulari di sempre. Adesso sono passati 15 anni e vari tentativi di resuscitare il marchio Razr, fino a questo dei giorni nostri di cui abbiamo appreso leggendo Tra me e tech, il sito di tecnologia diretto da Marco Lombardo.

Diciamo subito che il Motorola Razr di adesso ha in comune con quello di una volta soltanto il nome. Non più il vecchio flip phone ma uno smartphone con display flessibile e pieghevole. Sistema operativo Android 9, fotocamera da 16 megapixel, display da 6,2″ e tutte le caratteristiche tecniche che abbiamo visto sul sito. Se proprio vogliamo trovare un legame con il passato, al di là del nome, possiamo pensare al gesto di chiudere la telefonata non schiacciando un tasto ma chiudendo il telefono.

Quanto costa il nuovo Motorola Razr, in vendita in Italia dal 4 dicembre? Intorno ai 1.600 euro, non proprio un prezzo popolare… Non abbiamo ovviamente tenuto gli scontrini, ma ricordiamo abbastanza bene che il nostro Razr preso nel 2005 costava 650 euro o giù di lì (sarebbero circa 775 di oggi, usando l’inflazione ufficiale). Per certi aspetti, visto che era un telefono di moda e presente in molti film e show televisivi come lo è oggi l’iPhone della Apple, ha aperto un certo mercato proprio all’iPhone. Volendo fare dei nomi, ci sembra però che il concorrente del nuovo Razr sia il Samsung Galaxy Fold, più dell’iPhone.

Ma tornando a noi, cioè l’unico argomento che davvero ci appassioni, troviamo interessante che si provi con lo stesso prodotto si provi ad agganciare i giovani che del Razr mai hanno sentito parlare e che semmai identificano il marchio Motorola come qualcosa di vecchio, ma anche i trenta-quarantenni per i quali il Razr è stato il primo cellulare. Come se a noi vendessero una console per videogiochi chiamata Intellivision, ma modernissima e senza alcuna somiglianza con l’Intellivision che comprammo nel 1982.

VN:F [1.9.22_1171]
Rating: 8.4/10 (7 votes cast)
Motorola Razr, il ritorno, 8.4 out of 10 based on 7 ratings

13 commenti

  1. Ho 37 anni, ma mai sentito. StarTAC invece sì, quello un’istituzione.

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: +1 (from 3 votes)
  2. Il Razr secondo me è stato meno popolare dello StarTAC (in termini di “percentuale sul circolante”).
    A me fa specie ricordare l’era pre iPhone (che avrebbe aperto uno squarcio spazio-temporale sugli apparecchi telefonici).
    Questa copertina di Forbes è del 2007: https://www.ilpost.it/wp-content/uploads/2017/11/forbes-nokia.jpg
    “Can anyone catch the cell phone King?”
    10 anni dopo Nokia era fallita….

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: +2 (from 2 votes)
    1. specie negli stati uniti era uno status symbol. Era molto costoso, con specifiche non particolarmente impressionanti ma era figo.
      Ho visto le prime ,abbozzate , recensioni e sembra più convincente degli altri pieghevoli…già piegarsi dalla parte giusta è un buon punto di partenza

      VN:F [1.9.22_1171]
      Rating: 0 (from 0 votes)
  3. mi dice un amico molto in alto in Samsung che Motorola è per ora il vero competitor sui pieghevoli. Infatti più che sul Fold prima versione (in vendita da oggi mi pare a oltre 2 mila euro), che diventa tablet una volta aperto, puntano anche loro su uno smartphone di grosse dimensione tipo Note10 che però si piega a metà di prossimo debutto..

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: +1 (from 1 vote)
  4. Il mercato della nostalgia è di una tristezza incredibile, il peggio ormai sono le band che hanno fatto tre album e fanno già i tour “revival” del primo album, mi vengono in mente i Bloc Party.
    Tra l’altro c’è gente che produce ancora oggi giochi per l’Intellevision originale e c’è gente che li compra. Se qualcuno sa spiegarmi che soddisfazione da giocare nel 2019 un gioco degli anni 90, su una console anni 80, siete benvenuti. Non è come un vinile che ha un suono diverso dal CD, è solo molto peggio del peggio che si può scaricare gratis su un cellulare.
    https://www.facebook.com/Elektronite1/photos/defender-of-the-crown-for-intellivision-is-currently-in-beta/1783959478325941/

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: +2 (from 6 votes)
  5. Articolo che mi serve per lanciare un sondaggio. Devo (insomma, non proprio) cambiare cellulare. Ho un Iphone 6, ci sto benissimo, ma sente i quasi 5 anni di lavoro e mi sta lentamente dicendo addio (app che partono a cazzo, bluetooth non proprio affidabile, chiamate che ormai devo fare in altoparlante per sentire qualcosa, batteria che dura 6 ore) ma il mondo Apple a 1000 euro non interessa e non andro a spenderne 700 per un 8 che ha gia 2 anni e mezzo di vita commerciale. Allora che fare? Vorrei non entrare nel mondo Samsung (ho una dignità) ne in quello Huawei. Al momento mi intrigano 3 cellulari: Xperia 5 700 euro, Oneplus 7 pro 750, Oppo Reno2 500. Qualcuno li conosce/sa dirmi qualcosa? E nel caso cosa mi consigliate fuori dal mondo della mela? Grazie

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: 0 (from 2 votes)
    1. Samsung fa cagare io ho avuto l’S10e ed è tremendo, la versione di Android che usano è terribile. Se vuoi te lo vendo 😀
      Per me l’iPhone 8 rimane il miglior cell, tra poco la Apple dovrebbe fare il modello SE2, che dovrebbe essere come l’8 ma con il processore dell’11 e costare sui 400€, lo smartphone da prendere secondo me è quello. Gli altri iPhone sono troppo pesanti per me.
      Io adesso ho il Pixel 4 che è bello, ma non saprei se consigliartelo. OnePlus non male, la mia ragazza ha l’Honor e anche quello come qualità/prezzo ci sta

      VN:F [1.9.22_1171]
      Rating: +1 (from 1 vote)
    2. Tra quello che hai elencato io andrei sullOppo Reno.
      Hai necessità impellente di cambiare oppure puoi aspettare un po’?

      VN:F [1.9.22_1171]
      Rating: 0 (from 0 votes)
      1. L’Oppo Reno 2 mi attira molto (su youtube dicono sia davvero eccellente, soprattutto visto che costa 500 euro) e non ho necessità di cambiare almeno che non mi abbandoni. Probabilmente aspettero il 2020 per lanciarmi o su Oppo o su Oneplus. Unica pecca è che sotto i 6 pollici non c’è una fava.

        VN:F [1.9.22_1171]
        Rating: 0 (from 0 votes)
  6. Grazie mille.

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: 0 (from 0 votes)
  7. Da capire l’ergonomia della parte bassa sbalzata. Comunque prezzo per ora troppo alto dovuto alla schermo pieghevole.

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: +1 (from 1 vote)
  8. Ho visto i primi video di recensione. 2 anni e questo tipo di device saranno dappertutto.

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: 0 (from 0 votes)

Lascia un commento