Il piede buono di Recoba

La sconfitta dell’Inter contro il Tottenham ci sembra l’occasione giusta per riaprire su Indiscreto il capitolo riguardante Alvaro Recoba, del quale siamo da anni autori convinti, oltre che pronti ad raccogliere i consueti strali di chi si esalta per concetti come ‘catena di sinistra’ e ‘guadagnare un tempo di gioco’. Una partita impostata per contenere la squadra di Pochettino, ma senza nessuno dei titolari che sapesse difendere o gestire il pallone, al punto che l’entrata di Borja Valero è sembrata quasi accendere la luce. Male Brozovic, rotto Nainggolan, con i soliti piedi (di gesso) Vecino: difficile creare qualcosa con un centrocampo del genere e con l’unico in grado di fare il rifinitore (Politano) fuori partita. Questa volta la nostalgia è giusto per il piede sinistro dell’immenso uruguagio e non per l’intero (grandissimo) giocatore che è stato, in un’Inter e in un’epoca politico-sportiva sbagliate.

Ci spieghiamo meglio. Già la sconfitta contro l’Atalanta aveva dimostrato, nel caso ce ne fosse stato ancora bisogno, che all’Inter mancano piedi buoni come il suo. Intendiamoci, non stiamo dicendo che sia una squadra di scarponi, ma che non vediamo in rosa nessuno che abbia quel tocco di palla capace di fare (per citare l’Enrico Ruggeri de Il fantasista) “quello che vorreste fare voi”, in quei pochi minuti di autonomia Borja Valero a parte. E che quando una squadra è in difficoltà toglie improvvisamente le castagne dal fuoco compiendo magie inimmaginabili per i comuni mortali.

In questi primi mesi di stagione abbiamo sentito che l’Inter ha sbagliato a non riscattare Rafinha (appunto uno con i piedi buoni, per intenderci, giocatore di culto del Direttore ma ora infortunato seriamente), per non parlare dei rimorsi legati alla frettolosa cessione di Philippe Coutinho di ormai tante stagioni fa, per tenere il misterioso Mateo Kovacic, poi anche lui ceduto. Non esiste la controprova, ma aver già visto la partita (e il gol) di un giocatore come il Papu Gómez con un’altra maglia nerazzurra ci aveva fatto pensare di nuovo a quando in campo era bello vedere non solo Recoba, ma anche (per citarne un altro che sapeva dare del tu al pallone) Emre Belozoglu (e via con le critiche…). Senza rispolverare gli anni di Evaristo Beccalossi o Wesley Sneijder.

Ruoli, giocatori, teste e piedi diversi ma che oggi non rivediamo in nessuno di chi attualmente è in rosa nell’Inter. Un solo esempio: proprio contro il Tottenham nel secondo tempo è apparsa di incanto una delle rare punizioni (anche qui, come mai se ne guadagnano così poche?) che sarebbe stata proprio sulla mattonella giusta per il sinistro magico di Alvaro Recoba, calciata da Politano e finita in area rasoterra senza risultato. Ecco, che ancora è emerso il rimpianto per quel piede mancino. E con noi, crediamo, anche per molti degli allora suoi detrattori. Oppure no?

VN:F [1.9.22_1171]
Rating: 6.4/10 (9 votes cast)
Il piede buono di Recoba, 6.4 out of 10 based on 9 ratings

36 commenti

  1. t

    il piccolo Belozoglu <3

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: +3 (from 3 votes)
  2. r

    cioè uno vede un inter che lo intristisce, ripensa comprensibilmente al passato, ma non gli viene in mente la più recente inter del triplete per esempio….no, Recoba ed Emre….boh

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: +31 (from 33 votes)
  3. L

    Ma perché non djorkaeff? Perché mai djorkaeff e sempre Recoba?

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: +9 (from 9 votes)
  4. U

    Ahahahahahahahha siamo ancora a recoba…ahahahahhahahaha

    Ma perche..oliviero garlini dove lo lasciamo? E Dario Morello? Massimo Ciocci?

    Ahahhahahah cazzo…Recoba…

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: +5 (from 9 votes)
    1. L

      Gobbo tu che te ne intendi spiegami perché non ho mai sentito nessun interista rimpiangere la classe di djorkaeff

      VN:F [1.9.22_1171]
      Rating: +4 (from 4 votes)
      1. A

        perché Recoba giocava bene una partita su 5 da riserva, Djorkaeff lo faceva da titolare

        VN:F [1.9.22_1171]
        Rating: +7 (from 7 votes)
        1. L

          Boh… Cmq era il 10 in anni per voi bellissimi e i suoi goal li faceva…

          VN:F [1.9.22_1171]
          Rating: 0 (from 2 votes)
          1. A

            fece bene soprattutto il primo anno poi decisamente meno, comunque non ricordo gol in partite importanti, non fece mai cose come la doppietta di Baggio al Real o quella allo spareggio Champions
            anche il gol alla Juve lo fa da 2 metri dopo che Ronaldo ha saltato 4 uomini, il tabellino dice che è suo ma insomma…
            e se pensi che l’abbiamo preso mentre la Juve prendeva Zidane ci è voluto poco per capire chi avesse fatto davvero l’affare

            VN:F [1.9.22_1171]
            Rating: +9 (from 9 votes)
  5. m

    Lacrime. Enorme giocatore. Per fortuna che viene in mente lui e non l’anno dei ladrones.

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: -4 (from 12 votes)
  6. U

    Leo
    E che ne so io?

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: +1 (from 1 vote)
  7. U

    “In un’Inter e in un’epoca politico-sportiva sbagliate”

    Recoba e del 76. Nel 2006 nell’epoca sportiva giusta aveva 30 anni. Nel 2010 ne avrebbe avuti 34.

    Fosse stato un giocatore da grande squadra sarebbe stato protagonista dei 4 scudetti consecutivi dell’inter nell’epoca politico sportiva giusta.
    Invece non lo e stato perche era un giocatore da Venezia al massimo.
    L’epoca politico sportiva non c’entra un cazzo. Cosi come non c’entrano niente tutte le altre scuse.

    Ha giocato in un’epoca in cui abbiamo visto Totti,sheva,Pirlo,Ronaldo quello vero,Zidane,Seedorf e tanti altri che erano infinitamente meglio di lui.

    L’epoca sportiva non c’entra un cazzo.

    Non era all’altezza

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: +13 (from 23 votes)
  8. f

    Recoba è il giocatore dell’Inter preferito da marcopress… Ho concluso Vostro onore

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: +13 (from 15 votes)
  9. t

    Io ricordo che giocava come se avesse sempre qualcosa da dover dimostrare. Forse perché si parlava dello stipendio e del fatto che fosse il cocco del presidente. Come Pogba che viene pagato troppo e poi cominciano le discussioni extra campo, le pressioni… Che poi magari Recoba non era neanche pagato cosi tanto come si diceva.

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: -1 (from 7 votes)
    1. f

      “Che poi magari Recoba non era neanche pagato cosi tanto come si diceva.”

      Stagione 2002-2003

      “Questi, secondo France Football, i primi venti giocatori più pagati del mondo:

      1. Beckham (Manchester) 15.
      2. Zidane (Real Madrid) 14.
      3. Ronaldo (Real Madrid) 11,7.
      4. Rio Ferdinand (Manchester) 9,62.
      5. Del Piero (Juventus) 9,55.
      6. Nakata (Parma) 9,36.
      7. Raul (Real Madrid) 9,3.
      8. Vieri (Inter) 9,28.
      9. Owen (Liverpool) 8,9.
      10. Roy Keane (Manchester) 8,65.
      11. Figo (Real Madrid) 8,6.
      12. Batistuta (Inter) 8,6.
      13. Sol Campbell (Arsenal) 8,1.
      14. Kahn (Bayern Monaco) 7,65.
      15. Recoba (Inter) 7,6.
      16. Totti (Roma) 7,3.
      17. Rivaldo (Milan) 7,2.
      18. Henry (Arsenal) 6,2.
      19. Cannavaro (Inter) 6,08.
      20. Maldini (Milan) 6.”

      Effettivamente quello spilorcio di Moratti almeno 8 milioni glie li poteva dare…

      VN:F [1.9.22_1171]
      Rating: +8 (from 8 votes)
  10. t

    Questa lista è agghiaggiande! (e non certo per il Chino ♥️)

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: +5 (from 5 votes)
  11. M

    Qualche giorno fa mi chiedevo come mai non fosse uscito negli ultimi mesi il solito articolo su Recoba, eccomi accontentato.
    Finalmente possiamo parlarne un po’…

    Ahhh…le castagne dal fuoco che ci ha tolto Recoba….

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: +5 (from 5 votes)
  12. t

    Beh dai quasi meglio il millesimo pezzo su Recoba che non gli ultimi improbabili di qua o di là 😉

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: +3 (from 5 votes)
  13. C

    Posso far notare come quell’anno il milan vinse la cl e il giocatore più pagato era… Rivaldo. 17esimo in classifica. Apro un rapidissimo ot e mi scuso, vorrei leggeste i commenti fb alla pagina dell’ultimo uomo sull’articolo che giustificava varane tra i finalisti del pallone d’oro. Ditemi che non sono io il pazzo in autostrada plz.

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: +2 (from 2 votes)
    1. t

      Li pagavano in buoni pasto..

      VN:F [1.9.22_1171]
      Rating: +3 (from 3 votes)
    2. A

      se vai su quella pagina però te le cerchi

      VN:F [1.9.22_1171]
      Rating: +1 (from 1 vote)
  14. R

    Ohhh finalmente un articolo su Recoba, era ora.

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: +2 (from 4 votes)
  15. D

    Sorvolo sull’ennesimo articolo sulla riserva di Spadino Robbiati e Sixto Peralta, che l’altra sera sarebbe stato il primo a cagarsi addosso e sparire dalla partita, perché le battute ironiche hanno detto già tutto (vince Francesco1974, per la cronaca).
    La cosa che proprio non posso accettare è lo stratagemma dialettico con cui Paolo fa passare il concetto che chi non apprezza Recoba è perché è un tagliatore di brodo covercianian-tatticista alla Ultimouomo.
    Un par di palle, è proprio chi ama il campione dai piedi buoni che fa la differenza coi suoi colpi di genio che non apprezza il Pigrotto della Malesia.
    La garra charrua di Titti (si, quello di Titti & Silvestro…).

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: +3 (from 9 votes)
  16. C

    Realizzo solo ora nella sua spaventosità l’ingaggio di nakata

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: +6 (from 6 votes)
    1. M

      Lo hanno ripagato con le magliette (cit.)

      VN:F [1.9.22_1171]
      Rating: +5 (from 5 votes)
    2. f

      Nakata che quanto meno fu decisivo per lo storico scudetto giallorosso… Il nostro lo ricordiamo per la rimonta alla Sampdoria…

      VN:F [1.9.22_1171]
      Rating: +4 (from 4 votes)
      1. M

        Non essere tranchant, anche per la doppietta al Brescia

        VN:F [1.9.22_1171]
        Rating: +2 (from 2 votes)
  17. R

    Piede sinistro strappato al football (americano), kicker formidabile, facilità di calcio (intesa come calciare) come poche ne ho viste per potenza, gittata e anche sensibilità di tocco. Per il resto il nulla pneumatico, l’antitesi del giocatore (minimamente) senziente, la dimostrazione vivente che per arrivare a certi livelli serve anche un minimo di animus pugnandi, di presenza mentale, di percezione spaziotemporale di cosa bisogna fare su un campo di calcio, quando farlo, come e dove farlo. Lui invece era un calciatore, nel vero senso della parola.

    p.s. Dopo i presscritti innocenti, le lacrime per recoba. Morattipress

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: +11 (from 11 votes)
  18. D

    Nakata è uno di quei giocatori (vedi Beckham) che si ripagava da solo per questioni extrasportive, se sconvolge lo stipendio di Nakata dovreste vedere le allora entrate di Miura.
    Lo stipendio non determina con esattezza il valore di un giocatore, certo che giocatori di serie C con uno stipendio da Champions League ce ne sono stati pochi.
    Poi va beh, va detto che lo stipendio di Recoba fu gonfiato in fase di rinnovo perché la Juve minaccciava di scipparselo…

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: +1 (from 3 votes)
  19. R

    Minacciava solamente, gioco di sponda tra i due amiconi, il gatto moggi e la volpe paco ( o pacco) casal. E poi c’è pinocchio…

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: +2 (from 2 votes)
    1. D

      Ah, non si era capito che ero sarcastico?!…

      VN:F [1.9.22_1171]
      Rating: +3 (from 5 votes)
      1. R

        Avevo notato i puntini finali, però è sempre meglio precisare, specie ai lovers.

        VN:F [1.9.22_1171]
        Rating: 0 (from 2 votes)
  20. R

    Tra l’altro sarebbe anche il caso di ricordare tutto il materiale di risulta che l’inter negli anni successivi si è dovuta accollare a margine di quel salatissimo rinnovo. Altro che 7,6.

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: +1 (from 3 votes)
  21. j

    Se Cassano e Balotelli avessero avuto il credito smisurato che ha avuto Recoba avrebbero vinto un Pallone d’Oro semplicemente sulla fiducia. Questo per dare la giusta proporzione al valore del giocatore Recoba.

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: +2 (from 6 votes)
  22. C

    Nakata era un fenomeno sotto qualsiasi punto di vista, aveva un radar in testa e piedi dolcissimi…ma non si è mai sentito un calciatore fino in fondo!
    E in pratica ha smesso di considerarsi tale già a 25-26 anni.

    Un ragazzo eccezionale, un campione assoluto nei momenti in cui se l’è sentita.

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: +4 (from 4 votes)
    1. R

      Ne parla anche Totti nella sua autobiografia, un alieno che giocava quasi per hobby avendo ben altri interessi, già ai tempi della Roma pensava di fare altro, infatti ha smesso prestissimo.

      VN:F [1.9.22_1171]
      Rating: +1 (from 1 vote)
  23. z

    Il morattismo riassunto in una parola: Recoba

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: +4 (from 4 votes)

Lascia un Commento

Questo sito utilizza cookie tecnici per consentire la fruizione ottimale del sito e cookie di profilazione di terze parti per mostrare pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner acconsenti all'uso dei cookie. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi