Pescheria Spadari, al centro del pesce

La Pescheria Spadari è uno dei rari negozi storici (nasce nel 1933) del centro di Milano ad aver resistito all’assalto delle catene e dei grandi marchi che rendono il centro di quasi ogni città europea quasi uguale, senza niente da raccontare. E forse non tutti sanno che la Pescheria per qualche ora al giorno si trasforma in un ristorante davvero particolare.

Il locale è nella centralissima via Spadari, a pochi metri da Piazza Duomo e davanti al famoso Peck, famosa gastronomia ormai quasi solo dedicata ai turisti. Non è strano che la Pescheria Spadari sia anche un luogo da aperitivo, molte pescherie stanno subendo questa trasformazioni, mentre più ambizioso è il progetto bistrot che è già in essere da qualche anno.

Noi l’abbiamo scoperto pochi mesi fa grazie al nostro e vostro Dominique Antognoni, e ne siamo stati folgorati. Non solo perché il pesce è freschissimo, come è doveroso che sia in una pescheria, ma perché le idee in cucina sono molto chiare. Poche proposte, due o tre primi e altrettanti secondi, basate sulla freschezza, piatti abbondanti, servizio veloce e cortese, nessuna delle sovrastrutture del ristorante di pesce: ambiente semplice, da far venire la voglia di tornarci.

Essendo i piatti a rotazione, magari non sempre si trova ciò che si aveva in testa, ma farsi guidare a volte non è male. Anzi, decisamente ci piace l’idea di di essere sorpresi dal pesce che c’è quel giorno: non che inventino nuove specie per noi, ma pensiamo di esserci spiegati. Non manca mai, e lo riteniamo il piatto principe della Pescheria, un fritto misto eseguito con maestria, mentre per il pranzo dei giorni feriali consigliamo un clamoroso hamburger di pesce (a base di salmone e tonno) che vi farà riconsiderare l’opinione che avete del fishburger. Si può andare più sul pesante alla sera o al pranzo di sabato e domenica, con una enorme zuppa di pesce o la grigliata (calamari, gamberi, tonno, salmone e pesce spada), oltre i classici primi.

Posto sia da cliente abituale, che raramente trova lo stesso identico menù, sia da scopritore di posti gradevoli in un centro di Milano stritolato fra ristoranti stellati, locali da riciclaggio camorristico, pizzerie spazzatura con il menu plastificato con le foto dei piatti e postacci che si nobilitano definendosi da street food. I piatti più costosi sono sui 28-30 euro (con i crudi si va in zona 40), i primi sui 18, raramente spendiamo più di 45-50 euro a testa fra piatto principale, un antipasto magari condiviso, un sorbetto ben fatto e il vino, prezzo corretto visto il contesto.

Pescheria Spadari – Genere: Pesce – Milano, via Spadari 4 – CAP 20123 – MM1 fermata Duomo – Telefono 02 878250 – Sito web: www.pescheriaspadari.eu . Presenza più recente di Indiscreto: maggio 2019 – Voto ambiente-qualità-prezzo: 8,5.

I MIGLIORI RISTORANTI DI MILANO (Secondo noi)

VN:F [1.9.22_1171]
Rating: 5.8/10 (5 votes cast)
Pescheria Spadari, al centro del pesce, 5.8 out of 10 based on 5 ratings

2 commenti

  1. Del resto qualcuno ne aveva già parlato…

    Il mare l’abbiamo avuto anche a noi a Milano,
    tutto cosparso del suo bel ondeggìo che esso c’ha dentro,
    esso andava da Porta Lodovica fino in via Farini,
    via Torino tutto un scoglio,
    che c’è ancora il pesce adesso in via Spadari.
    Poi sono arrivati i tedeschi
    e hanno spaccato su tutto… c’è rimasto l’idroscalo
    che c’è ancora la gente abbronzata adesso

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: +5 (from 5 votes)

Lascia un commento