Sotto questo sole: l’estate italiana del 1990

All’estate musicale del 1990 abbiamo già accennato parlando di Un’estate italiana, inno dei Mondiali e singolo più venduto dell’anno. Oggi entriamo nel dettaglio di alcuni brani caratterizzanti una stagione vinta, se guardiamo al Festivalbar, da Sotto questo sole di Francesco Baccini e Ladri di Biciclette. Una collaborazione trasformatasi in tormentone, con tanto di video ciclistico, e che è stata colonna sonora delle nostre diciannovenni vacanze, innamoratissimi di Paola Turci e della sua Frontiera.

Vittoria meritata? Probabilmente sì se guardiamo a come è poi rimasta nelle nostre orecchie, eppure di classici in quei mesi ne uscirono parecchi: la splendida Scrivimi di Nino Buonocore, Balliamo sul Mondo del  vincitore del disco verde Ligabue, e i successi dell’ormai star mondiale Eros Ramazzotti (premio all’album In ogni senso) e del fenomeno in ascesa Marco Masini passato dalla sanremese Disperato alla disperata Ci vorrebbe il mare. Mango intanto si confermava autore e cantante unico nel panorama italiano con l’album Nella mia città, ed Enrico Ruggeri stava sempre in equilibrio tra falco e gabbiano, sfoderando Ti avrò.

E poi c’erano nomi di culto del decennio appena concluso come Sabrina, uscita con l’album Over the pop e il singolo Yeah Yeah, oppure Scialpi che dopo aver vinto il Festivalbar due anni prima tentava senza successo il bis con Il grande fiume. Mentre Gianni Morandi si entusiasmava con Bella Signora senza tuttavia abbandonare giacca e camicia di ordinanza e Vattene Amore del duo Amedeo Minghi-Mietta continuava a essere tra i singoli più venduti, la italodisco scompariva dai riflettori. E tutto cominciava ad apparirci diverso.

VN:F [1.9.22_1171]
Rating: 7.8/10 (11 votes cast)
Sotto questo sole: l’estate italiana del 1990, 7.8 out of 10 based on 11 ratings

20 commenti

  1. Difficile trovare un’estate italiana con canzoni peggiori di quelle del 1990… gli anni Ottanta erano davvero finiti. Quelli veri non avevano più niente da dire, pur essendo ancora oggi in pista, e i generi (a partire dalla italo disco) stavano scomparendo, lasciando spazio a un pop generalista stile Radio Italia, con qualche cantautore da clubbettino… dei Novanta rimarrà soltanto la dance…

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: -2 (from 12 votes)
    1. Anni ’90 per la musica italiana quasi da cancellare, se si eccettuano gli ultimi tre album di Battisti/Panella.

      VN:F [1.9.22_1171]
      Rating: -3 (from 13 votes)
      1. anni 90 da cancellare per la musica italiana?!? da che punto di vista? se quello del pop trash da festivalbar non entro nel merito, se parliamo di musica un po’ meno commerciale gli anni 90 sono stati favolosi

        VN:F [1.9.22_1171]
        Rating: +3 (from 5 votes)
        1. Per una volta che ho voluto trollare… Come potrei dire che siano da cancellare gli anni ’90 in cui, ad esempio, ci sono stati i primi album, splendidi, di Afterhours, Subsonica, Marlene Kuntz? La prossima volta metto le faccine… Grazie Alberto di averlo fatto notare e grazie anche a menouno, che è meno stupido di quanto si possa pensare.

          VN:F [1.9.22_1171]
          Rating: +1 (from 3 votes)
          1. non avevo capito che trollassi, forse perchè leggo e intervengo di rado, o forse perchè proprio non ci arrivo

            VN:F [1.9.22_1171]
            Rating: 0 (from 2 votes)
            1. Figurati. Intendiamoci, gli album di Battisti con Panella sono dei capolavori, però io, e qui nessun trollaggio, contesto il ridurre il dibattito sulla “musica italiana” agli unici successi di classifica e in generale alla sola musica da Festivalbar (che comunque io non disprezzo a priori, bisogna sempre sottolinearlo su Indiscreto per non essere messi tra i nemici del popolo).

              VN:F [1.9.22_1171]
              Rating: +2 (from 2 votes)
  2. Perché?
    Ligabue, che può piacere o no ma resta uno dei più ascoltati a livello Italia nasce e muore appunto negli anni 90, da Ligabue e buon compleanno Elvis, idem jovanotti con ciao mamma e gente della notte fino al l’ombelico del mondo. Ma anche Vasco aveva ancora qualcosa da dire, Sally mi pare sia del 91 o 92?. Eppoi appunto tutto masini oppure la già citata italodance di fine anni 90 con eiffel 65 o alexia. Insomma magari meglio gli altri decenni ma da buttare no dai.

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: +7 (from 9 votes)
    1. ….883

      VN:F [1.9.22_1171]
      Rating: 0 (from 0 votes)
  3. “se guardiamo al Festivalbar, da Sotto questo sole di Francesco Baccini e Ladri di Biciclette”

    Da questa canzone nacque il coro per la partita Cremonese-Lecce

    Voi avete il sole,voi avete il mare..
    noi abbiamo Tentoniiii

    2-0 e via andare…Tentoni-Dezotti

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: +6 (from 6 votes)
    1. Zio Billy, Tentoni!!!!

      Zanzare, umidità e Tentoni…

      Mai una gioia per voi, eh…

      VN:F [1.9.22_1171]
      Rating: +3 (from 3 votes)
  4. Cori da stadio anni 90 bellissimi. Da che fretta c’era, scarta tutti oliveira, a andava a cento all’ora sulla fascia sinistra, Stefano Schwartz, Stefano Schwartz!!!

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: +2 (from 4 votes)
  5. Krug
    ci siamo lustrati gli occhi con Dezotti e Limpar

    Mica De Falco eh

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: +3 (from 3 votes)
  6. Vediamo di capirci…
    Se uno mi dice “Abbiamo avuto Cabrini e Vialli” mi tolgo il cappello.
    Se uno mi dice “Ci siamo lustrati gli occhi con Dezotti e Limpar (ma per me anche Chiorri, eh)” non obietto nulla
    Tentoni vale Godeas o Borriello… Ma quelli della C2 ad inizio carriera, però…

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: 0 (from 6 votes)
  7. krug
    ti leggo arrugginito…era un coro da stadio eh

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: +4 (from 4 votes)
    1. Gobbo ho letto e capito; io un coro con all’interno il nome di quello scarpone di Tentoni mi sarei rifiutato di cantarlo per principio (da qui la mia perculata).

      Quando in curva si alzava il coro “ohi ohi ohi, ohi ohioio ohi Gubellini segna per noi” iniziavo a bestemmiare, per dire…

      VN:F [1.9.22_1171]
      Rating: 0 (from 2 votes)
  8. Sarà vero quel che dice Krug ma il Tentoni degli anni cremonesi faceva la sua porca figura in una serie A di tutto rispetto, andando anche in doppia cifra se non ricordo male. Quello piacentino no, era già finito. La classica “sòla” spedita con astuzia a svecchiare sull’altra riva del Po.

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: 0 (from 0 votes)
  9. se non sbaglio nel 90 ci fu anche “Rimini Rimini Rimini, voglia di correre, voglia di vivere”

    che ben presto si trasformò in un coro da stadio (anzi, da palazzetto…) poco opportuno in questi tempi di #blacklivematters

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: 0 (from 0 votes)
  10. intanto stasera (alle ore 19) sul canale 34 c’è il film GOLE RUGGENTI
    imperdibile

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: 0 (from 4 votes)
  11. A proposito di anni 90 purissimi, ovvero i primi, e cambiando forma d’arte, l’altro giorno al miliardesimo passaggio di karate kid mi son chiesto perché non passano più il ragazzo dal kimono d’oro? Kim rossi Stuart se ne vergogna? E se sì più che di fantaghiro’ che invece (ogni tanto eh) qualche volta in TV si era rivisto?

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: +1 (from 1 vote)
  12. Geppetto
    Piu che altro a Piacenza i problemi cronici all’anca presero il sopravvento

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: 0 (from 0 votes)

Lascia un commento