Il Muro del Calcio

1 Novembre 2008 di Stefano Olivari

I vostri/nostri interventi su calcio e dintorni, dal 28 novembre 2008 al 5 ottobre 2009…


 RENATO ha detto…15 agosto 1987, Maine Road, tempio oggi demolito del Manchester City: la fervida fantasia di un inventore di giocattoli, tale Allen Busby, crea l’oggetto simbolo del tifoso inglese in cerca di redenzione dalla terribile accusa di hooliganismo.E’ una banana gonfiabile di 7 metri di diametro. Allen e il suo amico Mike Clare riescono non si sa come a fare fessi gli occhiuti poliziotti e il servizio d’ordine del City: l’Inflatable Banana, la prima della storia del nuovo tifo britannico, diventerà leggenda!Allen e Mike scattano foto di quella storica giornata col pubblico dapprima choccato, poi incuriosito, alla fine esaltato da quella magica apparizione. Vecchi, donne e bambini non guarderanno tanto l’esordio casalingo in 1st Division degli Skyblues di casa contro il Plymouth Argyle. Nemmeno Helen The Bell, la mitica nonna capopopolo dei Blues di Manchester, saprà resistere al fascino di quel nuovo oggetto di culto. Risate e grandi bevute di birra, al termine Allen e Mike saranno portati in trionfo con la loro bella invenzione. Partirà proprio quel ferragosto di 21 anni fa il declino di quel tifo violento che ha contraddistinto per decenni il supporter britannico con quel brutto nome: hooligan. Lode e gratitudine eterna ad Allen e Mike, allora!Un caro saluto – RENATOhttp://italianbluemoon.blogspot.com
5 novembre 2008 10.48
jeremy ha detto…
Questo post è stato eliminato da un amministratore del blog.
6 novembre 2008 11.51
eltopo1971 ha detto…
ciao!
6 novembre 2008 11.58
Stefano Olivari ha detto…
Ben ritrovati!!! Su Indiscreto pubblicheremo i commenti in ordine cronologico, cambiando documento quando incominciano a diventare una lenzuolata…visto che da un prodotto editoriale semi-vero siamo passati all’anarchia, o alla democrazia corinthiana di Socrates e Casagrande, si accettano suggerimenti per arrivare ad una forma definitiva..
6 novembre 2008 12.14
jeremy ha detto…
Diretto, è un po lungo e meno immediato il percorso per postare un commento. Forse è meglio cosi si evita l’effetto chat che ormai era la norma sui Muri della Settimana e chi scrive lo fa con piu criterio. Poi magari sbaglio io e faccio un giro troppo lungo.
6 novembre 2008 12.25
Stefano Olivari ha detto…
Jeremy, credevo che bastasse cliccare sul pallone. Più immediato di così non riesco, però è anche vero che ci potrebbe essere un sottoprodotto positivo: cioé interventi più meditati e non in risposta ad interventi precedenti. Quanto alla chat, ho la grande idea di crearne una ad hoc. In modo che i forum rimangano forum, con possibilità di mettere in evidenza gli interventi più interessanti…
6 novembre 2008 12.54
eltopo1971 ha detto…
a me in effetti basta cliccare sul pallone..
6 novembre 2008 13.30
Straw61 ha detto…
1,2,3 prova, prova…
6 novembre 2008 14.09
jeremy ha detto…
Per postare mi fa entrare in un altra pagina, loggarmi e verificare la parola chiave. Eltopo tu clicchi sul pallone e puoi scrivere subito senza fare il mio iter? Se clicco sul pallone entro sul muro ma non posso postare immediatamente un commento.
6 novembre 2008 14.13
bleach1971 ha detto…
bentornato indiscreto.un caro saluto a tutti i lettori
6 novembre 2008 14.16
eltopo1971 ha detto…
beh io entro inserisco il nome e scrivo.. ieri che entravo per la prima volta ho dovuto fare la trafila dell’account.. ma adesso per quanto mi riguarda è tutto normale..
6 novembre 2008 14.23
clinter ha detto…
Questo post è stato eliminato dall’autore.
6 novembre 2008 14.30
jeremy ha detto…
Eltopo vuoi la verità vera? Mi sono abituato troppo bene sul muro della settimana. :-))
6 novembre 2008 14.34
clinter ha detto…
Dunque, per accedere, devo prima fare l’accesso all’account Google. Se digito la password prima, non la riconosce.Sbaglio qualchecosa?Grazie
6 novembre 2008 14.42
fabioalessandria ha detto…
un commento solo per prova tecnica di trasmissione e per ringraziarti di tutto, Stefano. C’ho creduto tantissimo di riuscire a comprare in edicola, ogni martedì, la mia copia della Settimana Sportiva. Anyway… grazie mille.
6 novembre 2008 14.42
Stefano Olivari ha detto…
Grazie per la stima e perdonate gli sbattimenti tecnici, per cui non ho spiegazioni convincenti. Comunque dopo la prima registrazione su Google dovrebbe filare tutto liscio…domani cancello tutti i commenti di prova, magari adesso sono utili a qualcuno…
6 novembre 2008 15.26
Nico ha detto…
Bentrovati a tutti
6 novembre 2008 15.36
Vanelder ha detto…
Rieccoci qui…sarò forse un tossico?Cmq, era solo per attivare l’account 😉
6 novembre 2008 15.56
Lbrt ha detto…
Bentornato Indiscreto.Direttore, visto che hai scritto che accetti suggerimenti, forse sarebbe utile avere nella home page l’elenco degli ultimi commenti pubblicati.Cavolo, se torna Indiscreto tornerà anche la stampa-mercato ?Ciao e in bocca al lupo.
6 novembre 2008 16.35
Angius63 ha detto…
vediamo se ho capito anch’io
6 novembre 2008 16.46
vincenzo ha detto…
ben ritrovati!
6 novembre 2008 16.58
vincenzo ha detto…
Questo
post è stato eliminato da un amministratore del blog.
6 novembre 2008 17.00
enzima10 ha detto…
rieccoci!
6 novembre 2008 17.02
Vanelder ha detto…
Direttore, la butto lì, e se si usasse una piattaforma tipo vBulletin ? Con alcune limitazioni è addirittura freeware. Ok, ora crocifiggimi ! Andrea
6 novembre 2008 17.03
Stefano Olivari ha detto…
LBRT, la stampamercato tornerà anche se solo in versione italiana: mi rendo conto che però un taglio locale sarebbe forse più divertente…in cambio mi devi dire come si fa a pubblicare gli ultimi commenti in homepage…
6 novembre 2008 17.25
Stefano Olivari ha detto…
VANELDER, sei già due giri avanti ed io sto arrancando: ho guardato vbulletin e mi sembra una cosa complicatissima…
6 novembre 2008 17.27
Lbrt ha detto…
Questo post è stato eliminato dall’autore.
6 novembre 2008 18.20
Lbrt ha detto…
@Direttore: per visualizzare gli ultimi post, pare che il sistema più facile sia quello indicato al seguente link:http://www.blogdoctor.me/2007/07/recent-comments-widget-for-blogger.htmlIn pratica, si deve entrare nel pannello di controllo di Blogger, quindi cliccare sulla linguetta del Layout e quindi su “Elementi pagina.” A questo punto cliccare su “Aggiungi un gadget”, quindi nella videata che si apre clicca il link a sinistra “Base”, quindi scorri in basso fino a trovare il gadget “Feed”: clicca sul link “Feed”, e nel campo che viene richiesto inserisci il link del blog:http://nuovoindiscreto.blogspot.com/feeds/comments/defaulted è fatta: l’ho appena testato su un mio blog creato per l’occasione e funziona.L’unica limitazione è che si possono visualizzare al massimo 5 commenti, ma è sempre un inizio.Ciao.
6 novembre 2008 19.02
Stefano Olivari ha detto…
LBRT, grazie. Consiglio prezioso e preciso, come vedi sono già in linea…
6 novembre 2008 19.14
fabioalessandria ha detto…
Direttore, a parte qualche inconveniente tecnico (ho dovuto riregistrami, speriamo non ci siano altri guai perché ho finito gli indirizzi mail…) un piccolo suggerimento… non sarebbe meglio mettere in alto i commenti più recenti? Mi pare più leggibile il tutto ma prendila così, come diceva Battisti.
6 novembre 2008 19.31
Stefano Olivari ha detto…
FABIOALESSANDRIA – Lo farò quando saranno perfetti, adesso non mi si aggiornano…ad esempio non c’è il tuo…
6 novembre 2008 19.36
Lbrt ha detto…
Ottimo Direttore, se 5 commenti sono pochi, l’altro sistema indicato al link precedente non è poi troppo complicato e ha maggiori possibilità di configurazione.A proposito del nuovo Indiscreto, ci possiamo aspettare qualche articolo sul mondo delle scommesse ? E Cialtronia ritornerà ?
6 novembre 2008 19.45
Lbrt ha detto…
Direttore, postando un commento, il post di fabioalessandria compariva senza il testo (mentre prima di cliccare su “Posta un commento” era ben visibile). Dopo qualche minuto è ricomparso sia in pagina che nell’elenco degli ultimi post.
6 novembre 2008 19.48
Stefano Olivari ha detto…
LBRT – Io continuo a vedere come ultimo intervento quello di LIZARDKING66…forse come amministratore vedo cose diverse?
6 novembre 2008 19.53
jeremy ha detto…
Il commento di Lizard è quello fatto al suo articolo di addio. Per la cronaca ogni volta che rientro devo riloggarmi, con tutto che ho “detto” di ricordare username e password.
6 novembre 2008 20.08
Lbrt ha detto…
Direttore, anche io come ultimo commento vedo quello di LIZARDKING66. Quello che intendevo prima è che entrando nella pagina dei commenti vedevo soltanto l’intestazione del post di fabioalessandria mentre il testo era vuoto.Quanto al problema degli ultimi post, pare sia dovuto alla frequenza di aggiornamento del feed, che evidentemente non avviene in tempo reale.Ci sono altri sistemi che prescindono dal feed: per non “inquinare” il muro ti mando le info via email.
6 novembre 2008 20.09
Campatelli ha detto…
Ciao a tutti, messaggio di prova…
6 novembre 2008 21.31
Vanelder ha detto…
Direttore il Vbulletin è facilissimo, io non sono un informatico (anche se gli aggeggi mi piacciono) ma per lavoro ho dovuto metterlo in piedi un forum basato su quella piattaforma e non è difficile (se vuoi recupero il materiale e te lo mando). Tra l’altro per non complicarsi la vita e contenere i costi si potrebbe non tradurre l’interfaccia, tanto è molto intuitiva. Come esempio butta un occhio qui: http://www.hwupgrade.it/forum/index.php?
6 novembre 2008 22.06
Tani ha detto…
Bentrovati sulla nuova casa. Spero sia agile e semplice come il Muro. Pero che p**e sti traslochi…:)
6 novembre 2008 23.33
Nick ha detto…
Miiiiiii…che casino! Ma la verifica della parola si deve fare per forza ogni volta?
6 novembre 2008 23.54
Nick ha detto…
Riprovo…tanto domani il Diretto cancella tutto!
6 novembre 2008 23.55
100anni ha detto…
eccomi qui quasi puntuale
7 novembre 2008 1.45
100anni ha detto…
nick dov’è l’articolo sulla maratona di NY? grazie
7 novembre 2008 1.47
kalz ha detto…
Ben trovati. Ei fu kubinski
7 novembre 2008 8.30
fabioalessandria ha detto…
ultima fase delle mie prove…
7 novembre 2008 9.04
clinter ha detto…
Ormai è certo, è necessario loggarsi a Google prima di postare
7 novembre 2008 9.18
Nick ha detto…
Clinter, non capisco…d’accordo che ci si deve loggare, ma la “parola di sicurezza” anche voi dovere scriverla ogni volta?100anni, http://settore.myblog.it/ …si intitola “Dai retta a Robodou”
7 novembre 2008 9.22
clinter ha detto…
Nick- Ora sono loggato,da prima, e provo a postare.Senza parola torno al commento, ora provao con parola.
7 novembre 2008 9.30
jeremy ha detto…
Si, Nick e ogni volta devo loggarmi. Pazienza. Mi onoro di sparare la prima cazzata calcistica: risultati e prestazioni alla mano, Predator sta andando bene. E’ parente prossimo del Ronaldihno di due anni fa, ma alla fine il suo lo sta facendo, avendo fatto 4 gol e mezzo in 10 partite giocate, di cui uno è valso il derby e un altro la quasi qualificazione in coppa Uefa.
7 novembre 2008 9.32
Nick ha detto…
Io invece mi sono loggato solo la prima volta, ma sta storia della parola mi sta sulle bolas (Diretto, credo che dalle tue impostazioni si possa togliere).Ok Jeremy, la cazzata l’hai detta. Ora parliamone seriamente! 😀 Numeri alla mano sta andando sicuramente bene e i gol sono lì a testimoniarlo…ma il Ronaldinho di due anni fa era lontano anni luce da questo qui, non scherziamo proprio. Questo è parente strettissimo del’ultimo Ronaldinho in balugrana (che pure segnava, eh).
7 novembre 2008 9.38
jeremy ha detto…
Diretto, mi segua bene. Deve andare nelle “IMPOSTAZIONI COMMENTI”, togliere la “VERIFICA PAROLA” e aggiungere il riquadro per postare i commenti al termine del post. Almeno sul mio blog (è solo una prova, non ho la capacità e la voglia di gestire un blog)ho provato e mi viene benissimo. Se vuole vederlo è cavalcailtricheco.blogspot.com. se non mi sbaglio….
7 novembre 2008 9.52
Nick ha detto…
Premesso che io su un blog che si chiama “cavalca il tricheco” non ci andrò MAI, sono perfettamente d’accordo con i consigli di Jeremy! :DPS: incredibile! La parola che mi è comparsa da digitare è “tricheco”!!! Sto ridendo come un idiota!!
7 novembre 2008 9.58
jeremy ha detto…
Nick, perche sei interista e non conosci Futurama, senno saresti gia il primo dei miei iscritti!!! Il mio blog sara una cavia da utilizzare per poter smanettare. Pero mettero il video di “Cavalca il Tricheco” e voglio vedere se non ridi :-))))
7 novembre 2008 10.03
Nick ha detto…
Caspita se conosco Futurama…ma cavalca il tricheco non me lo ricordo! Comunque mi rimangio tutto quello che ho detto nel commento precedente! 😀
7 novembre 2008 10.08
gareth ha detto…
Buongiorno a tutti, anche io appoggerei l’eliminazione del “captcha” e l’inversione della visualizzazione dei commenti (il più recente in alto). Capitolo Ronaldinho: chiaro che è un lontano parente del R10 Pallone d’Oro, ma diciamo che perlomeno vale il przzo che il Milan l’ha pagato. Cosa che non si può dire di Shevchenko, la cui involuzione è davvero sconcertante.
7 novembre 2008 10.09
jeremy ha detto…
Nick la puntata in cui gli alieni vogliono mangiare Lela c’è la telecronaca sponsorizzata dal succo di tricheco e lo slogan è Cavalca il Tricheco! Con la giornalista bionda che ogni tanto ricorda lo sponsor e ripete Cavalca il tricheco!!!
7 novembre 2008 10.14
Stefano Olivari ha detto…
Adesso cancello la verifica della parola…la pagheremo con un po’ di spam, ma velocizzeremo la messa in linea degli interventi…asciugo anche tutti i commenti di prova, nessuno si offenda…finiti questi giorni tecnicamente folli magatri tornerò a scrivere…
7 novembre 2008 10.35
jeremy ha detto…
Io sono molto piu ignorante di lei in materia (vivo nelle grotte, eheh….): perche pagheremo con un po di spam? Meglio allora la verifica pero con il modulo commenti a fondo post.
7 novembre 2008 10.40
Lbrt ha detto…
@Direttore, questa è una procedura alternativa e migliorata per visualizzare gli ultimi n interventi in homepage:1. entrare nel pannello di controllo di Blogger;2. andare in Layout, quindi in Elementi Pagina e quindi cliccare su “Aggiungi un gadget”;3. cliccare a sinistra su Base, quindi scorrere fino a trovare “Html/Javascript”, quindi cliccarlo;4. copiare tutto il testo qui sotto, senza inserire un titolo, (che si scrive direttamente nel testo qui sotto, fra i tag h2) Nota bene: per poter postare lo script ho sostituito i caratteri “<" con "": prendere lo script qui sotto, copiarlo in Blocco Note e sostituire le parentesi quadre con <>:varnumposts = 5; var showpostdate = false; var showpostsummary = false; varnumchars = 100; Ultimi interventi (per modificare il numero di post, modificare “numposts = 5” ad esempio in “numposts = 10” (senza gli apici).5. Salvare.Ho fatto qualche prova e l’elenco si aggiorna in tempo praticamente reale.Ciao
7 novembre 2008 10.43
Angius63 ha detto…
Mi sono arrivati nella casella di p.e. un pacco di commenti a questo post dei vari Nick, Gareth, Lbrt, ecc. Ho sbagliato qualcosa?
7 novembre 2008 10.56
gareth ha detto…
@angius: hai selezionato la casella “Invia commenti di risposta per email a…”, ora ti devi disiscrivere
7 novembre 2008 11.01
Angius63 ha detto…
Fatto Gareth, grazie!
7 novembre 2008 11.19
cax ha detto…
prova, prova…ok ciao a tutti
7 novembre 2008 12.27
jeffbuckley ha detto…
provo a vedere se sono riuscito a registrarmi e a postare. se mi leggete ciao a tutti e bentornati su indiscreto dove tutto era cominciato. ciao direttore
7 novembre 2008 14.35
spike ha detto…
…e ci provo pure io. ciao a tutti, purtroppo per venire qui a leggervi, devo usare un altro pc che uso saltuariamente, ma appena posso verrò a farvi visita.Capitolo R10, quoto jeremy e FR. Sono i fuoriclasse che ti fanno vincere, gli allenatori al max ti fanno perdere…
7 novembre 2008 15.31
lizardking66 ha detto…
Dovendomi loggare con il mio indirizzo gmail è uscito fuori il mio nick-name musicale di doorsiana memoria, mi sa che dovrò abbandonare il mio amato 5maggio, ma in fondo ritengo che sia giusto chiudere il capitolo calciopoli definitivamente e che l’Inter ridiventi per me una squadra come tutte le altre. Secondo me la conferma della parola è utile e poi se passa un po’ di tempo tra commento e pubblicazione s contribuisce ad attenuare l’effetto chat che a volte affliggeva il muro.
7 novembre 2008 17.13
spike ha detto…
si potrebbe creare una chat separata dal muro. Ovviamente appena che il tutto sia andato a regime.
7 novembre 2008 17.34
jeremy ha detto…
Lizard il problema piu che la parola, è il riloggarmi ogni volta che diventa una rottura assoluta. Poi la mia idea di mettere il modulo commenti in fondo al post non è piaciuta al Diretto, anche se sul mio blog ha avuto un successo clamoroso!!!
7 novembre 2008 17.39
lizardking66 ha detto…
Io lascio una finestra aperta sul muro (ma penso che basti anche solo evitare di cancellare i cookies chiudendo il browser), però faccio anch’io un appello al Direttore: PLEASE I COMMENTI + RECENTI IN TESTA.
7 novembre 2008 17.55
spike ha detto…
ri-prova
7 novembre 2008 18.31
spike ha detto…
se leggo il blog da blogger.com, c’è l’immagine di ID, dal sito no.
7 novembre 2008 18.32
clinter ha detto…
Direktor, scusa, ma qualcosa non funziona. Secondo me, i post messicome ‘ultimi post’ creano una sezione a parte. Infatti non si trovano come ultimi del muro, mentre selezionando uno di loro(ultimi post) non compaiono i precedenti. Perlomeno, a me succede così, non so agli altri.Saluti a todos.
7 novembre 2008 18.53
Stefano Olivari ha detto…
Capito, risolveremo tutto riportando in quelli recenti…non so come si fa, ma per risolvere il problema mi sono addirittura iscritto al gruppo di assistenza Google…adesso mi applico, da lunedì vorrei parlare solo dei nostri argomenti e non di grane tecniche…
7 novembre 2008 19.06
cydella ha detto…
Vediamo… prova prova… un po’ troppo bislunga la pagina di Indiscreto. Sfruttare un po’ di piu’ lo spazio sulle ali, no? 4-3-3?!
7 novembre 2008 19.23
Nick ha detto…
Il direttore non allarga il gioco. Se lo viene a sapere il Mou gli mette offline il sito per una settimana.
7 novembre 2008 21.30 < /a>
Nebula2 ha detto…
Ciao Stefano, ti seguo da anni, sono stato uno dei tanti lettori della Settimana e uno dei pochi disposto anche a pagare per leggere i tuoi articoli. Ormai sono diventati una piacevole e intelligiente pausa nella giornata lavorativa, perciò mi è dispiaciuto molto per la chiusura della Settimana ma se questo è il prezzo della libertà delle idee beh meglio così, torneremo al passato: a digitare indiscreto.itCiao e continua coerente a te stesso come sempreSimone
7 novembre 2008 23.27
Nebula2 ha detto…
Ciao Stefano, ti seguo da anni, sono stato uno dei tanti lettori della Settimana e uno dei pochi disposto anche a pagare per leggere i tuoi articoli. Ormai sono diventati una piacevole e intelligiente pausa nella giornata lavorativa, perciò mi è dispiaciuto molto per la chiusura della Settimana ma se questo è il prezzo della libertà delle idee beh meglio così, torneremo al passato: a digitare indiscreto.itCiao e continua coerente a te stesso come sempreSimone
8 novembre 2008 2.27
clinter ha detto…
Non vedo commenti dell’8 novembre,son colto dal dubbio: la verve creativa dei muraioli s’è inaridita oppure ho problemi con il mio Pc?
9 novembre 2008 10.19
jeremy ha detto…
Credo sia un problema di argomenti. In questi giorni c’è un po di calma piatta a tutti i livelli. Stasera con la giornata conclusa ci sara il solito pane domenicale del commento.

clinter ha detto…
Non vedo commenti dell’8 novembre,son colto dal dubbio: la verve creativa dei muraioli s’è inaridita oppure ho problemi con il mio Pc?
9 novembre 2008 10.19
jeremy ha detto…
Credo sia un problema di argomenti. In questi giorni c’è un po di calma piatta a tutti i livelli. Stasera con la giornata conclusa ci sara il solito pane domenicale del commento.
9 novembre 2008 10.28
alenar ha detto…
Oggi Alex Del Piero compie 34 anni. Auguri, capitano. La sua esibizione in champions, con standing ovation del Bernabeu, è stata uno di quei piccoli grandi momenti in cui il calcio regala soddisfazioni melodiose, quasi intime, a prescindere dai risultati e dai trofei. Immagino le sue sensazioni nell’aver suscitato l’ammirazione di un tempio come lo stadio di Madrid. Mentre decine di migliaia di spagnoli lo applaudivano ho ripensato ad un luogo per me sacro ed immagino a tutti sconosciuto: l’altopiano di Omberg, nel cuore della Svezia, dove in solitudine ammiravo dall’alto nelle giornate estive le acque placide del Vattern Lake, solcate da fortunati velisti, in un senso di beatitudine procurato da quella natura incontaminata. 3 riflessioni su Del Piero: 1)Sconcerti lo ha pomposamente definito la miglior seconda punta italiana del dopoguerra, paragonandolo ad altri grandi del recente passato come Baggio, Mancini, Totti, Zola. Io ci avrei infilato anche Signori. Ognuno ha i suoi gusti. In effetti dal punto di vista tattico nessuno come lui ha incarnato quel ruolo avendo piedi e movenze da numero 10 classico. Un tipo di giocatore in via di estinzione: dal punto di vista fisico i brevilinei come lui sono scomparsi, il trequartista è diventato robusto e veloce come Zidane e ancor più Kaka, in attacco svettano marcantoni come Cristiano Ronaldo e Ibra, tra le punte basse e rapide Villa, Keane, Aguero sono tutti più attaccanti da aerea di rigore, Ronaldinho e Messi girano al largo, sulle ali di preferenza. Il giocatore più vicino a lui è Raul, che resta comunque quasi un centravanti. 2) Gli è mancata la consacrazione in maglia azzuarra per entrare nella ristretta cerchia dei grandissimi. Colpa soprattutto sua, non c’è dubbio, a partire da quegli errori imperdonabili nella finale europea con la Francia. In nazionale non è mai stato leader. Dal 2000 è sempre stato un lussuoso ricambio sacrificato ai moduli, all’avvento di Totti, al suo scarso rendimento nelle annate buie. Peccato, perchè il romanista in maglia azzurra ha lasciato brutti ricordi e farsi preferire Doni o Di Natale, non paragonabili a Baggio o Riva, pesa assai e resta un peccato mortale. 3) Restando agli italiani, da notare come anche i nnomi citati da Sconcerti abbiano saputo ritagliarsi dopo i 30 anni quasi una seconda e prestigiosa carriera, da Baggio che dipingeva calcio in provincia, al fantastico Mancini che chiuse centrocampista nella Lazio di Eriksson, per non parlare di Zola, che emerse in tarda età e dopo essere stato giubilato da Ancelotti è diventato sir al Chelsea. Nessuno di quelli elencati ha inciso come lui nelle coppe e nei campionati. Anche nell’aurea mediocrità in cui piombò dopo l’infortunio di 10 anni fa. Nelle sue stagioni di basso profilo ha assicurato gol e assist, salvo intestardirsi in dribbling e tiri a giro che non riuscivano più. E’ riemerso lentamente negli anni ancelottiani, si è ripreso nell’era del secondo Lippi juventino, poi la catarsi con l’avvento di Capello e Ibra che lo hanno relegato (giustamente) in panchina, togliendoli sicurezze e coccole. Una molla per ripartire, amplificata dal terremoto calciopoli, per regalarsi un finale di carriera c
he nessuno avrebbe osato sperare o predire, a partire da quel giornalista che lo insultò ferocemente per un suo brutto fallo al modenese Campedelli, nel pieno dell’inferno della serie B, solo un esempio di chi lo considerava finito e imbrocchito, vedendo in lui il giocatore simbolo della squadra moggiana del Male Assoluto. Invece ha saputo reagire passando da capocannoniere malinconico in B, a capocannoniere in A e in Champions. Godiamoci questo suo finale di carriera, sperando che anche in altri stadi venga salutato come al Bernabeu, perchè è un diritto di quei giocatori che diventano bandiere e simboli positivi, come i Baresi e i Maldini, i Bergomi e i Facchetti, gli Antognoni e i Riva. Il declino arriverà, inevitabile, intanto godiamoci questo tramonto che si riunisce all’alba, come in una Sommerfesten sul Vattern Lake, quando il sole non vuole scendere mai sotto l’orizzonte.
9 novembre 2008 11.38
fabioalessandria ha detto…
Vecchio Alenar in versione Saba… anche se trovo Del Piero, dal post ’98, più un miracolato che un supercampione, mi inchino alla tua potente e poetica penna. Buonadomenica…
9 novembre 2008 12.09
Nick ha detto…
Bellissimo post, ma decisamente esagerato! Cosa non ti fa un uomo in barriera in più o in meno! 😀
9 novembre 2008 12.18
jeremy ha detto…
Mi accodo agli auguri e al giudizio di Alenar su Delpiero. Mi sono massacrato gli occhi pero: i post fiume sono ancora un mio tormento. Ma ti perdono compare giuventino. Nick, non devi chiederti se c’era un uomo in piu in barriera, ma se entrava il terzo: chiunque sta a Milano si ricorderebbe del tipo con la Punto amaranto scassata che fa casino fino alle 5 del mattino inseguito e scortato dalla polizia in manicomio!!!!:-)))
9 novembre 2008 12.58
Nick ha detto…
JEremy, purtroppo non ho capito cosa volevi dire…anche perchè non sto a Milano nè ho visto la partita! :DComunque in generale criticavo (ho sempre criticato) gli eccessi derivanti dal singolo risultato che, nel calcio, è sempre determinato da episodi.Come gli interisti che avevano vinto lo scudetto con 20 punti di vantaggio dopo Roma e che sono fuori dalle prime 4 oggi, o come gli juventini che ricominciano a parlare di scudetto e CL dopo Madrid..
9 novembre 2008 13.11
spike ha detto…
Vi parlo dell’altra sponda di Torino.Un buon toro ieri, con un giocatore veramente interessante lo svizzero dzemaili. Bel centrocampista davvero.Dallìaltro lato uno splendido Miccoli, perchè non viene preso in considerazione in chive azzurra? non sarà…no,non voglio credere che sia per QUEL motivo.
9 novembre 2008 14.43
Nick ha detto…
Spike, ti riferisci al fatto che ha tanti tatuaggi e il sopracciglio rasato, vero? 😉
9 novembre 2008 17.31
spike ha detto…
Nick, ovvio cos’altro se no? 🙂
9 novembre 2008 18.03
spike ha detto…
Vista l’Inter oggi (grazie cruzilla). Risultato giusto, ma la sensazione di coperta corta resta.Patetico siparietto a sky, invece, con sconcerti e Mou che se le sono cantate
9 novembre 2008 18.06
Stefano Olivari ha detto…
Ne stava uscendo meglio Sconcerti fino a quando per giustificare la sua domanda su Mancini ha detto ‘Faccio questo lavoro da quaranta anni e sono amico di tutti’…se questi sono gli opinionisti, come si può pensare che dicano la verità i cronisti che si devono ogni giorno presentare sul campo?
9 novembre 2008 18.17
spike ha detto…
Concordo.La sensazione,inoltre, è che Mou sia percepito come un corpo estraneo da espellere (lui viene “aggredito” sempre e comunque, i toni gli altri sono soft). Mou, coi suoi attegiamenti non aiuta di certo, come con la stupida polemica del confronto con Mancini, da cui è nato il litigio.
9 novembre 2008 18.33
Lbrt ha detto…
Il teatrino si è ripetuto anche su Rai2, nella trasmissione di Varriale: lui e Gentili volevano tornare sul confronto con Mancini, Mourinho ha detto che non ne voleva parlare (non prima di aver ribadito che lui ha fatto più punti di Mancini al primo anno), loro hanno insistito e lui ha piantato lì microfono e inviato. E dallo studio a dire che la risposta era dovuta e che non si fa così. 10 minuti prima anche Ranieri si è scaldato mica poco.E’ il campionato equilibrato rende tutti elettrici ?
9 novembre 2008 18.54
Nick ha detto…
O forse sono i giornalisti che sono dei cani?Su Sky sentito Massimo Mauro dire “non è corretto” in riferimento a una risposta di Mourinho. La D’Amico gli aveva chiesto a chi faceva segno dopo il gol e lui, ironicamente, aveva risposto “A un mio amico”. Al che Mauro gli ha detto “Fare una battuta va bene, ma seriamente lei dovrebbe dirci con chi ce l’aveva”.Ora, scusate…ma che domanda è? Con chi ce la doveva avere? Con un tifoso che lo criticava. Che risposta rivoluzionaria ti aspetti?Per non parlare del penosco Sconcerti “amico di tutti” (“Mio no”, ha risposto Mourinho, “io non vengo a cena con lei, io non vado a cena con i giornalisti. Non è il mio modo di fare”. Mi ha ricordato tanti articoli del Direttore e di Dominique Antognoni).Questi sono i giornalisti e gli opinionisti in Italia. E un sito come la Settimana Sportiva deve chiudere per mancanza di fondi.Che vergogna.
9 novembre 2008 19.14
jeremy ha detto…
Francamente in questa guerra tra Mou e i cronisti ci escono male tutti. Mou perche prima parla ed enuncia verità assolute pretendendo che nessuno gliele rinfacci. I cronisti che ci sguazzano e appena possono scatenano la rissa con piena volontà di farlo. Complimenti a tutti. Visto 90 minuto: mancano Bastilani che batte il ferro e la bella del paese così completano la sagra della mortazza. Galeazzi è la macchietta di se stesso, Lauro peggio solo nelle telecronache dell’A2 (al Delpiero Pallone d’oro solo la voglia di vedere i gol non mi ha fatto spegnere….). Longhi ne esce da gigante ed è tutto dire.
9 novembre 2008 19.15
clinter ha detto…
Abbiamo cambiato location, ma non la bella abitudine di prenderci per i fondelli. Dopo settimane che sui giornali e sulle tivu di paolotti e fiancheggiatori vari, si fanno tabelle comparative fra Mourinho e Mancini, adesso salta fuori che è il vate a voler far paragoni, perchè, tirato per i capelli, tira fuori tabelle pro domo sua. Io l’intervista l’ho vista tutta, e dico che Sconcerti, dopo disamine tecniche sulla partita, artatamente, ha cercato la polemica, così come Varriale.Fossi il portoghese me ne andrei da questo paese di pulcinella voltagabbana. Molte colpe hanno anche parecchi tifosi interisti, che hanno la pretesa di battere una squadra con gli stessi punti della loro, che è in forma, che non battiamo da 4 partite, con facilità. Io me ne strabatto di chi è l’allenatore dell’ Inter, mi interessa che la squadra vinca. Mancini deve smettere di sobillare, come io presumo senza aver prove, i suoi amici, giornalisti e non. Anche se l’Inter venisse allenata da Suor Teresa di Calcutta rediviva, si troverebbe da dire lo stesso.
9 novembre 2008 20.20
Franco Lampada ha detto…
Mourinho mi è piaciuto. Certo, forse era nervoso, ma in conferenza stampa ha detto delle cose intelligenti che naturalemente nessun sito riporta. Tipo che Quaresma ha esaurito il bonus, tipo che un centrocampo senza giocatori capaci di inserirsi forse non va bene per il suo 433. Forse cambierà modulo in futuro (cosa che ha già fatto a Londra, ma chiaramante i giornalisti italiani non seguono il calcio inglese..), ma è evidente che il portoghese è duttile e chi ha seguito la sua carriera al Chelsea sa della sua verstilità (Joe Cole, Gudjohnsen, RObben/Duff: tutti giocatori che ha gestito in diversi moduli).Mi stupisce invece questa pletora di estimatori di Mancini che cresce di giorno in giorno.Adesso Mancini sembra quello che non ha mai toppato una partita, che faceva giocare la squadra in una maniera che neanche il Milan di Sacchi. Per carità il tecnico di Jesi ha vinto un campionato e mezzo , ma il bel gioco espresso dall’inter di MAncini si è visto il primo anno post calciopoli (con un campionato obiettivamente all’altezza solo di quello olandese..) e nei primi tre/quattro mesi del secondo (ma oggi tutti hanno dimenticato i pareggi in extremis e la fatica nel girone di ritorno e la vittoria meritatissima ma all’ultima giornata di quello scudetto).E’ vero l’Inter di Mourinho non è bella (ma non è che Milan-Napoli di soli 7 giorni fa, al netto dell’espulsione sia stata così diversa..), ma il suo allenatore ti può far finire in prima pagina.
9 novembre 2008 20.33
Franco Lampada ha detto…
Ps fantastico quando ha detto che la cosa che gli manca di più del calcio inglese è il Natale. Quando in Inghilterra si gioca quasi tutti i giorni e da noi, chissà per quale maledetto motivo, si va a svernare a Malta o Dubai.
9 novembre 2008 20.34
Nick ha detto…
Straconcordo sulla tantissima carne al fuoco messa da clinter e Frank.A parte il fatto che chiunque sfanculi quella gente ha la mia simpatia, comunque a me del Mou ha colpito molto anche il passaggio in cui parla della mancanza di certi uomini a centrocampo: in 3 parole ha descritto le doti di Cambiasso, Vieira e Zanetti con una chiarezza disarmante. Mentre lo diceva ho pensato “cazzo, è vero”. 3 parole, e non c’era bisogno di aggiungere nient’altro.Si dice che il “metro” per valutare la conoscenza di una materia sia la chiarezza con la quale la si riesce a insegnare…
9 novembre 2008 21.26
jeremy ha detto…
Ma come, Franco? fino all’altro ieri il Mou diceva che la sosta di Natale era fondamentale, che in questi anni gli sarebbe servita tantissimo, che Ibra si riposera. E ora dice che gli manca il Natale del calcio inglese?!? Ora ditemi che non se le va a cercare e che è solo colpa dei giornalisti brutti e cattivi….. Che restano brutti e cattivi ma cazzo si è passati dagli zerbini ai fucili a pallettoni. Una via di mezzo no?!
9 novembre 2008 22.27
alenar ha detto…
Un’altro calcio di punizione per festeggiare. Stavolta la barriera pare fosse messa bene. Meglio così. Campionato interessante: vinconotutte le prime tranne il Milan, Argentina in grande spolvero con un Milito sensazionale, Lavezzi e Zarate sugli scudi, Cruz che spinge l’inter (mannaggia quanto sono preziosi questi punti arraffati al ’90). Visto un buon Milan stasera, per legge del contrappasso ha pagato le botte di culo precedenti ed un centravanti certamente utile ma non da Milan che ha sbagliato gol da gialappa’s. Dinho c’è, ancora a passo ridotto ma c’è. Incensato un buon Gattuso dai telecronisti Sky (stasera Bergomi più interista del solito), in effetti andava espulso solo a un quarto d’ora dalla fine. Due domande da ignorante: com’è il calendario del prossimo turno? La Juve gioca di giovedì e le altre nel week end?? Infine, è complicato per tutti postare sul blog?
9 novembre 2008 23.29
spike ha detto…
Stavolta Kulovic ha giocato con noi :).Non sono per niente d’accordo con FrancoLampada e clinter. Ho già scritto che i giornalisti non vedono l’ora di attaccarlo, ma lui ci mette del suo. Sta storia del confronto col Mancio l’ha tirata fuori lui (e in modo scorretto tra l’altro).Nick, vero, ha praticamente detto che senza Muntari non può fare il 433. Ci voleva tanto per capirlo? Continui col lavoro (oggi la squadra ha mostrato miglioramenti anche se la coperta è ancora corta), sfanculi i “pennivendoli”, ma non accenda la miccia. Il Mancio è il passato (glorioso, altro che scudetto e mezzo), ora tocca a lui…speriamo bene
9 novembre 2008 23.30
clinter ha detto…
Continua la crisi dell’Inter, che ha la siderale differenza di 1 punto in classifica, rispetto allo scorso anno. Inoltre ha l’infinitesimo vantaggio di 1 punto sullo splendido Milan, eversore dell’Atalanta all’80°, del Napoli all’87°(autorete), del Siena(per svenimento) e sfortunatissimo a Lecce dove, dopo aver segnato all’80°, dopo ben 0 tiri nello specchio della porta, o quasi, solo per congiunzione astrale e non per broccaggine della sua difesa, viene raggiunto dalla Cisinellese, travestita da Lecce, per di più in conseguenza di una punizione ingiusta, causata dall’intervento simultaneo di soli due suoi giocatori sulle gambe di un avversario. L’allenatore è in bilico, di questo passo la B è sicura.
10 novembre 2008 0.23
Franco Lampada ha detto…
Visto il Milan dominare come poche altre volte in stagione, gioco fluido, occasioni nitide e dominio totale del campo. Epperò può succedere di essere raggiunti alla fine da una disattenzione difensiva. Borriello è utilissimo al gioco del Milan ma ha sbagliato di tutto (tutto!) sottoporta. Posso dire che Kakà da quando c’è Dinho sembra meno devastante? Mi sembra che vada molto di più a sprazzi, fa la giocata (quando la fa..) e si eclissa.Ma forse è un impressione prematura e azzardata.
10 novembre 2008 8.17
Franco Lampada
ha detto…
@Jeremy: Mourinho ha semre detto che proprio perchè c’è la pausa natalizia può far giocare sempre Ibra, ma non ha mai sostenuto la necessità di tale sosta.(Tra l’altro le partite di Premier League il giorno di santo stefano, boxing day, sono una delle gioie della vita…)
10 novembre 2008 8.20

kalz ha detto…
Condivido l’amore per il Natale calcistico inglese. Ma i giocatori italiani non sono diversi da tanti loro connazionali e hanno una mentalità da parastatali. Aspettano solo il Natale per correre a passare una settimana a Bora Bora o Pago Pago. Ormai le loro due settimane di ferie sono un diritto acquisito e inalienabile fino alla fine dei tempi. Sembra di parlare dei dipendenti Alitalia vero?
10 novembre 2008 9.06
eltopo1971 ha detto…
mourinho sarà pure arrogante e antipatico, ma non certo più di quanto io ricordi lo fossero lippi e capello.. l’unica cosa che mou sbaglia è prendere a paragone la prima inter di mancini visto che lui ha ereditato quella dell’anno scorso e non certo quella di 4 anni fa..
10 novembre 2008 9.08
Nick ha detto…
Ragazzi, non diciamo fesserie per cortesia. Il paragone con Mancini NON è certo partito da Mourinho.Ce li stanno sfraganando da 2 mesi cò sto cazzo di Mancini (Dio l’abbia in gloria)…e ora la colpa di Mourinho sarebbe di aver risposto?Nel caso specifico non ne avrà parlato nessuno prima di lui, d’accordo…ma da qui a dire che LUI si mette a fare i paragoni…per favore, su.
10 novembre 2008 9.22
jeremy ha detto…
Comunque sabato si è capito perfettamente che il Mancio ha trovato un impiego part-time: è ufficiosamente l’allenatore del Bologna. Un po’ come fece il Mou a Setubal l’anno scorso. Nick, comunque se paragone deve essere, come abbiamo detto altrove, l’unico possibile è con i primi 6 mesi dell’anno. Senno facciamo i paragoni con l’Inter di Herrera o del Cioppino e il Mou esce con le osse rotte….
10 novembre 2008 9.46
Stefano Olivari ha detto…
Mauro non è simpatico, però il livore per la Juve sfumata di un niente un anno fa (era praticamente fatta per lui ds con Vialli allenatore, ormai ne parlano tranquillamente anche i diretti interessati) lo ha però reso più incisivo di tanti addetti ai lavori che vogliono rientrare nel giro. Al di là del merito della solita questione (il paragone con Mancini), Mourinho non ha risposto ad una domanda che gli era stata fatta. Poi verbalmente è un fuoriclasse, ma per i media italiani ha il difetto di essere provvisorio e quindi attaccabile.
10 novembre 2008 10.10
jeremy ha detto…
Sono l’unico a pensare che ripartire da una coppia Mauro-Vialli sarebbe stato peggio che andar di notte? Diretto, chi conosce, anche minimamente, la carriera del Mou sa benissimo che il personaggio è questo, prendere o lasciare. Nel senso che la meraviglia/incazzatura (spesso montata ad uso e consumo dell’audience)dei cronisti alle sue non-risposte e alla sua arroganza/corazza non dovrebbe esistere. E’ un maleducato e arrogante? Qualcuno glielo dica papale papale. Gli fanno domande a trabocchetto, volutamente e gratuitamente polemiche? Conoscendo il personaggio, non saranno certo i cronisti ad “educarlo” quindi si aspettino il teatro di ieri pomeriggio. Sara cosi finche sara allenatore dell’Inter.
10 novembre 2008 10.23
spike ha detto…
Cmqe, al netto delle polemiche (nessuno l’ha avvertito che i media trattano sempre così l’Inter?) che non fa niente per evitare, ieri Mou ha detto cose interessanti: Quaresma farà panchina, Adriano a Palermo ci sarà, senza Muntari e Jimenez non ha i giocatori per il 433(se ne accorge solo ora?) e quindi passerà al doppio centravanti per la gioia di Adriano e Cruz
10 novembre 2008 10.42
eltopo1971 ha detto…
ieri ero allo stadio, 1° anello arancio, quasi centrale.. per cui in ottima posizione.. rivedendo poi le immagini in tv mi sono reso conto di quanto possano essere falso e tendenzioso l’uso che se ne fa.. io sono uscito dallo stadio convinto di aver assistito ad una partita senza particolari episodi, (a parte magari l’entrataccia di cordoba).. poi la sera vedo la moviola sugli episodi dei fuorigioco fischiati all’udinese, episodi che in partita erano apparsi d

el tutto trascurabili.. uno che non ha visto la partita potrebbe pensare che l’udinese abbia subito chissà quale furto.. è proprio vero che questi per riempire il servizio a qualcosa devono attaccarsi..
10 novembre 2008 10.48
jeffbuckley ha detto…
Prima volta quest’anno vista l’inter dal vivo, dove le cose si capiscono meglio che in tv, e verificato quanto segue: 1. Balotelli ha 18 anni. Diamogli quindi tutto il tempo che gli serve per diventare grande senza rompere le palle a chi lo fa giocare quando deve e non per diritto divino (e la prossima volta che leggo che il Mou lo fa giocare terzino mi incazzo davvero). I paragoni con i vari Messi, Fabregas e compagnia bella non servono a niente, ognuno è fatto a modo suo e a modo suo matura. Spero solo che non faccia la fine di quelli di cui Moratti disse “con quei due siamo a posto per dieci anni…” 2. Ibra è un fantasma e non so cosa dovrebbe succedere perché venga sostituito. Ieri tra l’altro ha fanculeggiato tutti quelli che gli capitavano a tiro e ha fatto chiaramente intendere che nello spogliatoi comanda lui. Questo può diventare un problema ad esempio proprio per Balotelli, secondo me lo è già per Quaresma, fischiato dal pubblico a prescindere. Ieri Ibra lo ha platealmente ripreso percheè dopo essersi liberato ha tirato in porta dal limite dell’area (dal limite dell’area, non da centrocampo) invece di dare la palla a lui che era spalle alla porta e marcato stretto. Il pubblico ha fischiato, forse ha dimenticato Conceicao, Vandermeide, Zanetti e Stankovic ali destre etc… 3. Stankovic è un ex giocatore, Vieira quasi. Capito perché il Mou voleva Lampard ma qui sentiamo anche la mancanza di Muntari. Urge un fantasista che sveltisca il gioco e salti l’uomo (lo dico da quattro anni) altrimenti attaccheremo sempre difese schierate. 5. a proposito di difese schierate, grandi allenatori e critiche al Mou: a me Marino è simpatico ma qualcuno mi spiega la differenza tra l’Udinese di ieri e le altre mille squadre venute a s.siro a difendersi in 10? Forse è la stessa differenza che c’è tra fare benino in provincia e vincere? 6. come reagireste se dopo ogni “prestazione” qualcuno facesse paragoni tra voi e gli ex fidanzati della vs. ragazza?
10 novembre 2008 10.56
jeremy ha detto…
Jeff, opinioni condivisibili (la maggioranza)o meno tranne il punto 6: se uno conosce la famiglia e l’ambiente della propria ragazza, se decide di mettersi assieme sa a cosa va incontro, compresi i paragoni con l’ex tanto amato. Senno ci si stringe il cuore in mano (in questo caso il portafoglio…..) e non ci si mette assieme, se ha tutti questi problemi. Stop.
10 novembre 2008 11.10
jeffbuckley ha detto…
Due commenti sui rivali: a me la juve non dispiace, la ritengo un’ottima squadra che può lottare per lo scudetto e dirà la sua in CL, soprattutto quando sarà al completo. Però sono sicuro (?) che gli amici gobbi diano il giusto peso agli entusiastici commenti di questi giorni se si pensa che le 4 vittorie consecutive in campionato sono state contro torino, bologna, roma, chievo, praticamente le ultime della classe. Poi vincere al Bernabeu è sempre una bella impresa e una grande soddisfazione, anche se il Real di questi tempi … Il Milan di ieri in effetti sembra aver pagati i debito con la fortuna contratti a Bergamo, col Napoli e in un altro paio di partite; a me fa paura e in questo momento la vedo come la favorita per lo scudetto.
10 novembre 2008 11.11
Nick ha detto…
@Jeremy, d’accordo. E nel paragone con i primi 6 mesi del 2008 Mourinho ne esce così male? Secondo me, onestamente, no. @Stefano, le domande di Maurosconcerti sono state due: 1. con chi ce l’avevi dopo il gol 2.perchè fai paragoni con Mancini. Le risposte di Mourinho sono state 1.Con un mio amico (che non è una risposta, d’accordo…ma neanche quella di Mauro era una domanda. Cosa avrebbe dovuto rispondere?) 2.I paragoni li fate voi (è stata la prima cosa che ha detto, prima di sfanculare Sconcerti. Più di così… @Jeff, io credo che le altre squadre (Lecce, Bologna, Catania) erano venute per difendersi…l’Udinese no. Visto un Marino incazzatissimo per 45′ minuti perchè la squadra stava troppo bassa e lasciava troppo campo all’Inter.
10 novembre 2008 11.12
L.Ferrari ha detto…
Jeremy, non sei l’unico. Adoravo Vialli giocatore (e Mauro non mi dispiaceva), trovo la loro fondazione una cosa meritoria e li apprezzo come commentatori: meglio che si dedichino a quello che fanno, che gli riesce molto bene.
10 novembre 2008 11.14
jeremy ha detto…
Nick, infatti è un pirla a non premere su questo tasto, invece di andarsi a impantanare con i paragoni con la prima Inter di Mancini che pareggiava pure con la Primavera il giovedi ed aveva una rosa molto diversa da questa. Ripeto senno paragonati all’Inter del Cioppino o a quella di Bagnoli (la “mia” Inter preferita perche fatta da una persona seria che solo il calcio italiano poteva emarginare).
10 novembre 2008 11.26
clinter ha detto…
Jeff, vero che Ibra ieri ha mostrato la corda e che fischiare Quaresma è controproducende, ma il portoghese è sembrato proprio evanescente. Sembrava sulla strada di una lenta e costante maturazione, ma è tornato un frillo. Su Viera non son proprio d’accordo, ieri m’è parso sempre nel mezzo del gioco; con Cambiasso e Muntari sarebbe un bel centrocampo. Il fantasista, secondo me, ce l’avremmo già. Basterebbe far giocare Bolt-otelli fra centrocampo e punte(2 vere), lasciandolo libero di andar dove vuole. Oppure Jimenez, che non sarà costante, ma l’uomo lo salta spesso.
10 novembre 2008 11.29
eltopo1971 ha detto…
ma quelli che vengono a fischiare i giocatori perchè non vanno a vedersi il milan?.. che poi quaresma secondo me non aveva giocato nemmeno male, o meglio, uscito lui abbiamo continuato a sbattere il muso contro il muro dell’udinese esattamente come prima, tanto è vero che il risultato si è sbloaccato su un mischione su calcio d’angolo, non certo su azione manovrata.. perchè se aspettavi quella, quaresma o non quaresma potevamo giocare anche sei ore..
10 novembre 2008 11.47
L.Ferrari ha detto…
Un’altra cosa: sarò un nostalgico della cara vecchia marcatura a uomo, ma solo io penso che far saltare Cruz e Cordoba (cioè i due maggiori indiziati a colpire) soli soletti a un passo dall’area piccola su un corner oltre il novantesimo sia qualcosa di demenziale? Ribadisco una mia teoria: il primo allenatore che riesce ad impostare una squadra di medio/alto valore con una marcatura a uomo “old style”, rischia di vincere tutto a mani basse.
10 novembre 2008 11.50
Straw61 ha detto…
l’Udinese ieri non ha fatto nulla di diverso da Bologna, Catania & c…tra le cosiddette provinciali solo il Genoa è venuto a giocarsela la partita. Allo stadio si vede bene come Mourinho abbia vietato a Cambiasso e Zanetti e spesso anche a Vieira qualsiasi inserimento in fase offensiva…in quasi tutte le ripartenze con palla sulla fascia rimaneva Ibra solo davanti, con il Cuchu ed il capitano che si arrestavano rigorosamente 10 metri dopo la metà campo, con inevitabile effetto afflosciamento dell’azione. Se il Mou ritiene che Muntari sia l’unico in grado di inserirsi davanti , dovrebbe quardarsi un po’ di filmati del Cambiasso degli ultimi anni…
10 novembre 2008 11.56
Nick ha detto…
@jeremy, e torniamo lì: è forse Mourinho ad aver tirato fuori certi paragoni? @l.ferrari, la cosa tragica, ancora più grave di come la descrivi tu, è che (parole di Marino): “Sui calci d’angolo marchiamo a uomo, quindi qualche errore c’è stato”. QUALCHE? C’erano Cruz, Cordoba, Maicon e Cambiasso contro il solo Ferronetti… @Straw, Mourinho non ha vietato niente a nessuno…tanto è vero che alla fine si è lamentato proprio degli scarsi inserimenti dei centrocampisti. Poi, ripeto, col senno di poi si può dire tutto: anche che l’Udinese è venuta a fare catenaccio o che Mourinho vuole Ibrahimovic da solo davanti.
10 novembre 2008 12.07
jeremy ha detto…
L. Ferrari sono d’accordo. Pero non credo che gli allenatori vogliano per forza la zona. Ci sono costretti. L’abitudine mentale è la zona ed è difficile reimpostare giocatori che la fanno da bambini in marcatori puri. Gente come Cordoba, il vituperato Burdisso, per i mezzi fisici che hanno, farebbero soffrire chiunque: il tuo compito è uno, marcare quello anche al cesso e basta, come si faceva una volta. E infatti si sono moltiplicati i giocatori “muro” alti 1 e 90, lenti nel breve ma fortissimi in progressione e sul colpo di testa.
10 novembre 2008 12.12
lizardking66 ha detto…
A dire la verità ho sempre ritenuto il Del Piero post ’98 un giocatore sopravvalutato, spesso mi sono incavolato per la sua testardaggine nel voler saltare l’uomo anche quando non avrebbe saltato nemmeno dei birilli e soprattutto mi hanno sempre lasciato perplesso le sue prestazioni in nazionale(in questo credo che possa essere paragonato al Mancio). Dopo mercoledì sera però ho dovuto andare a Canossa e giurare che, al limite, certi commenti li terrò per me!
10 novembre 2008 12.15
Straw61 ha detto…
Nick, che l’Udinese sia stata schiacciata per quasi tut
ta la partita, non abbia combinato un accidente e si sia affidata al contropiede mi sembra fuori discussione…vedendo giocare Cambiasso, se mi dici che non è un diktat del Mou, mi chiedo perchè non si presenti più spesso in area con quei micidiali 1-2 che lo hanno messo, negli anni passati, in condizione di segnare diversi gol…non credo non gli piacesse…anzi.
10 novembre 2008 12.18
jeremy ha detto…
Nick, te li devi aspettare e sopportare (sempre per la storia della ragazza e bla bla). Quindi punta tu su un paragone accettabile ovvero gli ultimi mesi di Mancini, non il primo anno perche ha poco senso (rosa diversa, condizioni “ambientali” diverse, recente passato ben diverso). Che ci vuole a dire: Mancini aveva ormai una squadra mentalmente stanca e piena di infortunati (uno fondamentale, Samuel, è tornato ieri dopo quasi un anno…), con la mazzata morale del Liverpool. Io l’ho recuperata.
10 novembre 2008 12.23
Nick ha detto…
@Straw, secondo me avete bisogno di rivedervi un po’ di gol di Cambiasso. Al di là di questo, un conto è come ha giocato l’Udinese e tutt’altro conto è la partita che aveva intenzione di fare. La differenza con Lecce e compagnia è tutta lì.
10 novembre 2008 12.28
L.Ferrari ha detto…
Bah, Jeremy, è vero quello che dici, ma se poi sui calci piazzati dici di voler marcare a uomo, forse forse è meglio provare ad insegnare qualcosa di diverso rispetto alla sola diagonale ed al fuorigioco…Tra l’altro sono convinto che ricreando un’attitudine alla marcatura stretta intesa non come martellamento chirurgico sulle caviglie, si migliorerebbe di molto i giocatori nei “tempi di intervento” e nel senso dell’anticipo, evitando entrate plateali e pericolose figlie, secondo me, di una poca cura di questo fondamentale.
10 novembre 2008 12.31
gareth ha detto…
L. Ferrari: quello che auspichi tu lo ha fatto Rehhagel, che con la marcatura a uomo ha portato la Grecia sul tetto d’Europa. Io sono un fautore del marcamento individuale nel calcio, il problema è che da noi se vedi le partite dei ragazzini di 9-10 anni, noti come sono già tutti impostati a zona, e l’uomo non lo sanno marcare: occorre una rivoluzione dal basso, e ci vorranno anni.
10 novembre 2008 12.34
Straw61 ha detto…
Nick, ti ringrazio per il voi, ma puoi pure darmi del tu…Ieri l’Inter mi è piaciuta molto fino al limite dell’area avversaria, poi è stata inconcludente come al solito…però non posso credere che la nostra pressione fosse tale da impedire all’Udinese di passare la metà campo…nel secondo tempo non ci hanno proprio provato. Riguardo ai gol e agli inserimenti di Cambiasso, avendo io l’altarino in casa, non ho certamente bisogno di andarmeli a rivedere, me li ricordo bene assai. A tale proposito rimango convinto che sia Mourinho (giusto o sbagliato che sia) a volerlo più indietro.
10 novembre 2008 12.39
Stefano Olivari ha detto…
Scusate, era solo per segnalare l’ennesima genialata. Non volendo far cavare gli occhi alle persone, l’idea sarebbe quella di lasciare in linea gli ultimi (più o meno) cento interventi, mentre per vedere tutti gli altri basta cliccare sul link che ho messo all’inizio di questo documento. Tutto chiaro?
10 novembre 2008 12.42
Nick ha detto…
ahahahah Straw…è che nel frattempo affrontavo un discorso simile da un’altra parte e quindi il “voi” generalizzatore è uscito spontaneo! 😀 Comunque avendo tu l’altarino in casa sai benissimo quanti dei suoi gol sono venuti da palle inattive e non da inserimenti in fase di gioco (l’anno scorso 4 su 6, con uno degli altri due che era un tiro da fuori, per di più firmato Dida).@l.ferrari, hai ragione da vendere. Basti pensare che un mediocre difensore passa per essere un fenomeno da Pallone d’Oro solo perchè è rimasto uno dei pochissimi a saper marcare l’uomo…
10 novembre 2008 12.44
Nick ha detto…
Chiarissimo Stefano! La genialata era già saltata all’occhio! 😀 Ma mettere i più recenti in alto proprio no, eh? Ora chiamo Di Pietro e tiriamo su un bel referendum…
10 novembre 2008 12.45
jeffbuckley ha detto…
nick, io non so che partita volesse fare l’udinese, so che partita ha fatto… poi marino può urlare finchè vuole ma se davanti alla line adella palla hai costantemente solo un uomo….. clinter, per fantasista non intendo uno libero di fare quello che vuole. balotelli non ha proprio il passo del fantasista, nè l’attitudine all’assist; capisco che qualcuno (non so se anche tu) pur di vederlo in campo lo farebbe giocare anche in porta ma per il momento non è certo l’uomo che ci cambia la squadra (almeno ieri, almeno questa squadra). Anche a me piacerebbe che Cambiasso facesse più inserimenti etc… ma poi chi pressa e recupera? se non giochiamo col 442 continueremo a vederlo fermo sulla linea di centrocampo, e meno male…
10 novembre 2008 12.45
jeffbuckley ha detto…
nick, io non so che partita volesse fare l’udinese, so che partita ha fatto… poi marino può urlare finchè vuole ma se davanti alla line adella palla hai costantemente solo un uomo….. clinter, per fantasista non intendo uno libero di fare quello che vuole. balotelli non ha proprio il passo del fantasista, nè l’attitudine all’assist; capisco che qualcuno (non so se anche tu) pur di vederlo in campo lo farebbe giocare anche in porta ma per il momento non è certo l’uomo che ci cambia la squadra (almeno ieri, almeno questa squadra). Anche a me piacerebbe che Cambiasso facesse più inserimenti etc… ma poi chi pressa e recupera? se non giochiamo col 442 continueremo a vederlo fermo sulla linea di centrocampo, e meno male…
10 novembre 2008 12.46
gareth ha detto…
Sono l’unico a considerare Stankovic come il centrocampista dell’Inter più adatto in fase di inserimento? E in alternativa, sono l’unico a pensare che, se il dottore ha ordinato un 4-3-3, Stankovic (con Ibra dall’altro lato e Balotelli o Cruz in mezzo) debba necessariamente far parte del miglior tridente d’attacco? Nalla Lazio era bravissimo in entrambe le cose…
10 novembre 2008 13.09
Nick ha detto…
“poi marino può urlare finchè vuole ma se davanti alla line adella palla hai costantemente solo un uomo” ehm…ma Marino urlava proprio per quello! Poi sul discorso generale sono anche d’accordo, ma allora non diciamo che l’Udinese è venuta a fare catenaccio….diciamo che qualcuno li ha costretti in difesa o, se preferite, che erano stanchi per la partita di giovedì, tò..
10 novembre 2008 13.12
Straw61 ha detto…
@Jeff, ho capito, ma poi non deve stupire che si facciano 2 tiri in porta a partita…
10 novembre 2008 13.39
spike ha detto…
Il Cuchu non si inserisce per ordine di Mou. Ed è anche ovvio, visto che le due ali dopo 20 mn non fanno più il lavoro che dovrebbero, e i vari Viera e Zanetti lasciati soli non offrono più adeguate garanzie di mobilità. Quindi Cuchu bloccato a fare schermo e Muntari ad inserirsi (Deki sembra suo cugino). Se non hai Muntari (e visto che gli esterni continuano ad andare per conto proprio) è inutile continuare così
10 novembre 2008 13.43
spike ha detto…
Capitolo Balotelli. Lo stiamo bruciando. E’ una punta, non un mulo da soma (puntualmente è tra i giocatori che fanno più Km). Se lo si fa “faticare” così, non si può pretendere che sia lucido in area (se ci arriva) (e cmqe due assist a Reggio e Famagosta li ha dati).Non venite a dirmi che col Mancio faceva lo stesso, perchè non è vero: partiva largo e convergeva ad aiutare l’unica punta.
10 novembre 2008 13.48
Nick ha detto…
E’ crisi…
10 novembre 2008 13.57
kalz ha detto…
La butto lì. Se Mourinho non fosse mai venuto in Italia non sarebbe sta
to meglio per tutti, e sottolineo “tutti”?
10 novembre 2008 14.11
jeffbuckley ha detto…
kalz, per il bilancio dell’inter sicuramente, per adriano probabilmente, per il resto non capisco perchè; forse che gli altri allenatori, come i presidenti, i giocatori, i commentatori, dicono solo cose sensate e non fanno mai polemiche? Ancelotti ieri: la partita era vinta il Lecce è stato favorito da un errore arbitrale….
10 novembre 2008 14.18
Straw61 ha detto…
il problema è che ad Ancelotti nessuno si sogna di dire “Ma cosa cazzo sta dicendo ?!”…ormai è lotta aperta con la stampa e a me non dispiace proprio quando il Mou fanculizza qualcuno dei bacia pile, soprattutto quelli di Sky, che riescono a far apparire equilibrata ed imparziale persino la gazza…
10 novembre 2008 14.25
eltopo1971 ha detto…
è positivo che si facciano paragoni col passato.. vuol dire che c’è un passato con cui raffrontarsi.. io ho sempre sostenuto che mancini era una presenza scomoda sia per chi l’aveva preceduto (perchè lui aveva fatto meglio di loro), sia per i suoi collaboratori di cui aveva messo in luce l’incompetenza antecedente al suo arrivo (intendo i vari branca etc ad esempio in sede di claciomercato) e soprattutto sarebbe stato scomodo per chi gli fosse succeduto.. perchè un conto è arrivare in una squadra in cui male che vada non avresti combinato un cazzo come quelli che ti avevano preceduto, ed un conto è arrivare e pronti via doversi vincere un paio di campionatini non per fare maglio, ma addirittura per fare pari col tuo predecessore.. ma questo è positivo perchè vuole dire essere una grande squadra il cui passato recente e lontano deve necessariamente pesare..
10 novembre 2008 15.23
clinter ha detto…
Jeff, non son di quelli che vorrebbero Bolt a tutti costi, semplicemente, mancando effettivamente un trequartista, mi sembra che possa svolgere questo tipo di compito. A me sembra una punta molto mobile, inoltre l’ho visto spesso saltare l’uomo, in parecchie zone del campo, per questo penso che, svincolato dalla fascia, possa dar libero sfogo ad una certa estemporaneità. In tutto il baillamme post partita, un fatto ho notato, che mi conforta, che il Mou abbia detto(serio? faceto?) di essersi reso conto che una punta e due ali non è uno schema che rende. Spero che fosse serio.
10 novembre 2008 16.11
cydella ha detto…
Secondo me, i fatti rilevanti sono che FINALEMENTE Mourinho ha ammesso che: 1) Quaresma è un scarso e dopo le 3 possibilità in fila che gli sono state accordate, adesso avrà la collocazione che gli compete (panchina o, meglio ancora, tribuna). 2) i giocatori che ha a disposizione non sono adatti al gioco che vuole fare… praticamente quello che chiunque qua sul muro aveva fatto notare circa 4 mesi fa. Quindi adesso dimostri di essere un grande allenatore, sapendo costruire la squadra in base ai giocatori a disposizione. Daje Mourì, daje.
10 novembre 2008 16.21
eltopo1971 ha detto…
per me quaresma non è scarso e mi sembrava che stesse migliorando nelle ultime partite.. magari stava pure entrando in forma.. se c’è qualcosa non gira quel qualcosa è tutta la squadra, non solo lui.. ripeto, ieri uscito quaresma non è cambiato nulla.. se era inefficace lui allora lo erano anche tutti gli altri..
10 novembre 2008 16.33
enzima10 ha detto…
d’accordo con cydella. il problema più evidente oggi della squadra è la mancanza di ritmo, soprattutto a centrocampo (cambiasso bloccato nella posizione, vieira con deficit palesi di dinamismo, zanetti, beh, lasciamo perdere, secondo me, è calcisticamente molto limitato, per capacità di stare in campo, muoversi e personalità); ibra poi, oltre a essere un pò spompo, gioca meglio, non da punta unica, ma con un centravanti vicino (cruz, crespo, balotelli da punta, vedete voi…il meglio infatti l’ha dato, secondo me, con trezeguet…); capitolo sconcerti: a prescindere dal mio giudizio personale sul giornalista, che non mi convince, trovo stralunato nei giudizi e velleitario nell’uso della lingua italiana, penso che forse sia stata la classica goccia che ha fatto traboccare il vaso: è sotto gli occhi di tutti che mou sia atteso al varco ad ogni piè sospinto, ogni sua parola, ogni più o meno grande difficoltà della squadra viene vivisezionata e amplifcata all’inverosimile…mi sembra che ci sia un’isteria collettiva, come quando nel pollaio viene un nuovo galletto o nel mondo animale arriva in un territorio un nuovo esemplare e quelli già presenti temono per i loro spazi e ritengano di dover marcare il territorio…con ciò lui non
fa nulla per attirarsi le simpatie…
10 novembre 2008 17.03
Franco Lampada ha detto…
Altra chicca di Mourinho di ieri: aveva deciso di fare entrare Cruz e Crespo al posto di Balotelli e Quaresma. Poi Crespo si è infortunato durante il riscaldamento (forse perchè come Ibra gioca troppo e si sa che chi gioca spesso rischia infortuni) e tutto è saltato. Penso che si sarebbe potuto vedere un Ibra dietro Cruz e Valdanito.Soluzione interessante se il linguaggio del corpo dello svedese fosse minimamente accettabile.
10 novembre 2008 17.52
Nick ha detto…
Ora ridiamo se il Mou mette Ibra dietro le punte, come vanno predicando tutti i “manciniani” (Frank Reds in primis) fin da quando c’era ancora Mancini…
10 novembre 2008 17.53
enzima10 ha detto…
nick, non pretenderai mica coerenza e memoria lunga! lo sai che quel che vale oggi, nln valeva ieri e non varrà domani….non hai ancora imparato a conoscere i nostri polli?
10 novembre 2008 18.06
Nick ha detto…
Per carità enzima…da quel punto di vista mi sono rassegnato! Per non posso fare a meno di continuare a ridere ad ogni contraddizione in cui cadono!
10 novembre 2008 18.31
Franco Lampada ha detto…
Addirittura Frank Rossi lo diceva già ai tempi della Juve di Capello..Secondo me lo potrebbe fare solo con un Ibra al 110% e con un centrocampo Cambiasso-Muntari-Vieria(stankovic), cmq sono solo ipotesi che mi son venute in mente quando il Mou ha detto che voleva fare entrare Crespo e Cruz. Oggi fantastico Sconcerti sul corrierone: paragona Milito a Torres, Drogba e, indirettamente Gigi Riva. Ora, a me il Principe piace da matti e vorrei vederlo in qualche grande, però ci sarà un motivo se a 29 anni il suo massimo lo ha fatto al Genoa e non al Man Yoo al Milan o al Real.Lieto di esser smentito, ma Sconcerti ne vede poco di calcio al di fuori della serie A. Mario, Mario..
10 novembre 2008 19.24
Ivan.fab ha detto…
Io tatticamente sto condividendo pochissimo del Mourinho nerazzurro ma nelle discussione con i giornalisti lo trovo sempre impeccabile. Poi che Branca gli passi le veline anti-Mancini (perchè se va tutto a puttane lui è il primo che salta, mi sembra chiaro) invece di consigliargli di lasciar perdere non è altro che l’ennessima conferma di quanto sia pessimo il clima del calcio italiano.
10 novembre 2008 20.20
Nick ha detto…
Branca?
10 novembre 2008 20.38
Ivan.fab ha detto…
@ Nick è una mia dietrologia.
10 novembre 2008 20.48
Nick ha detto…
Ah, ok…ci può stare, comunque! Credevo solo mi fosse sfuggita qualche notizia! 😀
11 novembre 2008 0.44
gareth ha detto…
Per i dietrologi del “Bari favorito dalla nuova ascesa di Matarrese”: Parma che finisce la partita in 11 anziché in 9 (persino il portiere che frana su Kamata lanciato a rete viene solo ammonito), salvo beccarsi il rosso puntuale al 93′ per fallo da ultimo uomo (dimostrando che in realtà l’arbitro era a perfetta conoscenza del regolamento non applicato per i primi 92 minuti). Ah già, manca anche il Parma nel panorama delle grandi piazze del
la Serie A…
11 novembre 2008 8.45
jeremy ha detto…
Gareth parli da uomo ferito. Comunque contano di più il consorzio del prosciutto e del parmigiano rispetto a quello delle orecchiette con ragu di cavallo… :-)))
11 novembre 2008 10.10
gareth ha detto…
Vero Jeremy, per quanto senza ragù di cavallo non saprei vivere, mentre senza prosciutto e parmigiano mi potrei adattare (comunque il romano e la ricotta marzotica sono più buoni)… Ti mando un pollice verso virtuale perché so che ci tieni (peccato che qui lo strumento non sia disponibile), comunque per quanto di parte io possa essere nella vicenda, e senza voler calcare su dietrologie che di istinto mi ripugnano, i mancati cartellini rossi di ieri sono errori veramente madornali.
11 novembre 2008 10.22
jeffbuckley ha detto…
gareth, premesso che non ho visto gli episodi ma quindi la pensi anche tu come zamparini? arbitraggi scientifici? così, tanto per saperlo visto che ho già ricominciato a leggere di fuorigioco inesistenti fischiati all’udinese, punizione inesistente per il lecce etc… se so di essere in compagnia del parma mi tranquillizzo un po’…
11 novembre 2008 14.07
gareth ha detto…
jeffbuckley, difficilmente la penso come Zamparini, tranquillo… nel mio post ho parlato di errori madornali e di voler escludere altre interpretazioni, più di così! (Poi io negli highlights di fuorigioco ne ho visto solo uno e non proprio davanti alla porta, però obiettivamente Córdoba andava espulso!)
11 novembre 2008 15.35
jeremy ha detto…
Signori, sto aspettando i peana dei benpensanti sull’incontro dei brasiliani del Milan con il loro presidente Lula e Berlusconi, durante il meeting tra Brasile e Italia. E’ una cosa un po’ pacchiana (anche se Lula era visibilmente felice e contento della rimpatriata, con baci e abbracci a tutti), ma sono altre le “bananate” (azioni da Banana Republic…)che Silvio dovrebbe evitare…..
11 novembre 2008 17.01
kalz ha detto…
jeremy, quindi tu ti metti tra i malpensanti. Come darti torto.
11 novembre 2008 17.15
jeremy ha detto…
Kalz/kubi, se c’è un mondo intellettualoide che non aspetta altro che Berlusca faccia una gaffe per riprenderlo (l’abbronzato comunque se lo poteva evitare e quindi chiedere scusa quantomeno) mentre se la Premiere Dame Carla Bruni dice di sentirsi orgogliosa di non essere piu italiana c’è il silenzio, preferisco stare con i malpensanti.
11 novembre 2008 17.27
clinter ha detto…
Jeremy & Kalz-Scusate, ma fra voi vi capite? Giusto per sapere se son rincoglionito.
11 novembre 2008 17.36
jeremy ha detto…
Clinter, mi ha capito benissimo infatti. Resta il fatto che i problemi morali e l’imbarazzo sono a senso unico, tappandoci le orecchie all’occorrenza. Stessa cosa dicasi per il caso Santoro: lo spacciarsi per qualcun altro è una gag comica vecchia quanto la radio. Pero a lui disturba il lavoro (con tutto il rispetto per Joe Violanti, ne ho scoperto l’esistenza solo in questi giorni….)Sempre perche la satira e la presa in giro restano a senso unico. Non è anche questo un atteggiamento da Banana Republic?
11 novembre 2008 18.51
Nick ha detto…
Vi capisco anche io, se può farvi piacere! 😀
11 novembre 2008 19.44
99annidisolitudine ha detto…
Il pm ha chiesto 6 anni per un famoso ex dirigente Juventus.l’accusa non è poi così pesante,una lieve associazione a delinquere.Sarà mica un complotto ordito da Moratti? che ne dici Campatelli?
11 novembre 2008 21.10
Nick ha detto…
La cosa triste è che -in malafede- faranno passare l’assoluzione penale per una assoluzione tout court…
11 novembre 2008 21.31
spike ha detto…
Io invece penso che a Lula avrebbe fatto più piacere incontrare Juliana Moreira 🙂
12 novembre 2008 9.53
spike ha detto…
A proposito di brasiliani, vista l’ultima di Adri?
12 novembre 2008 9.56
jeffbuckley ha detto…
Per motivi di lavoro ho contatti con l’Inter. Il titolo della Gazza di oggi su Adriano rivela solo una parte della verità; il ragazzo oggi avrà anche la febbre ma più in generale continua ad avere i noti problemi e purtroppo sembra davvero irrecuperabile… Altro che scambio con Aguero come titola un altro autorevole giornale.
12 novembre 2008 9.56
jeremy ha detto…
Non voglio dare piu giudizi su donne visto che avete preso me e Tani per dei maniaci, ma Juliana è una donna meravigliosa e sembra pure simpatica. Spike, concordo: un abbraccio alla Juliana gli avrebbe dato sensazioni ben diverse rispetto a Predator…..
12 novembre 2008 9.58
Nick ha detto…
MA Juliana non è portoghese?Comunque se è vera la storia di Adriano, il suo rapporto con l’Inter si è chiuso ieri.
12 novembre 2008 10.00
jeffbuckley ha detto…
Gareth, era solo per segnalare che, al solito, appena la classifica si allunga un po’ ricominciano le solite lamentele (cairo, zamparini, ancelotti etc..) e riallacciarmi al discorso sulla stampa pavida e/o schierata per motivi di bottega. Premesso che sul singolo episodio la lamentela può anche essere giustificata (il gol annullato al toro con la samp, per esempio) e che in qualità di presidenti o allenatori vendono la loro merce e quindi fanno il loro mestiere, quello che mi fa impazzire è l’atteggiamento dei giornalisti televisivi. Come ci ha più volte spiegato il Direttore, capisco quelli della carta stampata che devono vivere nella città in cui scrivono e frequentare tutti i giorni il ritiro, ma ai vari opinionisti/presentatori/giornalisti della rai (servizio pubblico) cosa cazzo costerebbe tirare fuori un po’ di palle e invece di alimentare le polemiche, dire chiaramente: senta Ancelotti, l’arbitro avrà anche dato un fallo dubbio ma se Borriello sbaglia tre gol a porta vuota e se in area ci sono 18 giocatori e la palla la prende uno del Lecce cosa c’entra l’arbitro? Chi ricorda il film “Ogni maledetta domenica” ricorderà il rapporto tra l’allenatore di Football Al Pacino ed il commentatore TV, altro che il “io sono amico di tutti…” di Sconcerti.
12 novembre 2008 10.01
spike ha detto…
Ecco un esempio di come sono messi i media.Dichiarazioni di Beretta:”Inter in crisi? No, non userei questo termine. Nel calcio alle volte si trova difficoltà a fare gol. Bisogna considerare che l’allenatore è nuovo e non si può pretendere di trovare i giusti equilibri in appena tre mesi. E comunque Mourinho è primo in classifica, nonostante si dica che la sua Inter stia giocando male”.”Figuriamoci cosa accadrà quando giocherà meglio”Titolo media:Beretta pizzica Mou: “Inter prima nonostante giochi male”Qualcuno sa dirmi dove Beretta abbia detto che l’Inter giochi male?12 novembre 2008 10.15
jeremy ha detto…
Se fai il collage lo dice: ha detto Inter, ha detto prima, ha detto male. Anche se Berretta avesse detto “PRIMA mi faceva MALE all’INTERno della coscia” il titolo sarebbe stato comunque quello. Il giornalista mette “giochi” e lo scooooob è fatto.
12 novembre 2008 10.21
Nick ha detto…
Il discorso di Jeremy non fa una piega…
12 novembre 2008 10.32
clinter ha detto…
Scusa Jeremy, io son l’ultimo che può dar lezioni di lingua, però per ‘peana’ io intendo qualcosa tipo lode sperticata o giù di lì.Ergo non capivo chi fossero i benpensanti. Chiarito il concetto, potete continuare a baciare, metaforicamente, le chiappe a ‘piccolo cesare’. Ti do una notizia, se lui presenta i’suoi’ brasiliani a Lula, non frega niente a nessuno. Te la sei cantata e suonata da solo.
12 novembre 2008 11.06
gareth ha detto…
jeffbuckley: anche Corrado Colombo nonstante qualche gol mi sembra irrecuperabile, a Bari si vocifera già di uno scambio con Messi, anche se come caratteristiche, per le esigenze della squadra, sarebbe forse più adatto Rooney.
12 novembre 2008 11.08
jeffbuckley ha detto…
gareth non ti illudere, messi è già nostro.. il barcellona lo ha promesso a moratti in cambio di una opzione su recoba.
12 novembre 2008 11.22
clinter ha detto…
Parlando di cose più serie, vorrei dire che la questione Moggi andrebbe commentata senza considerazioni dettate dal tifo.Si tratta di un procedimento penale, per cui esiste la possibilità, teorica o meno, che una persona vada in galera.Il confine della legalità è molto incerto, in tutto il mondo, non solo in Italia, per cui, nel caso specifico, nessuno ha elementi per giudicare se esista il reato e se la richiesta del P.M. sia proporzionata. In TV ho già visto il formarsi degli opposti schieramenti, in base al tifo, o quasi.
12 novembre 2008 11.36
jeremy ha detto…
Clinter, hai ragione sui peana e sono contento di darti ragione: nessuno ha detto una parola sui brasiliani. Chiedo venia e sono contento di essermi sbagliato in questo caso. Sul baciachiappe, ormai non so piu come dirtelo che come al solito esageri facendola fuori dal vasino. Capitolo Moggi: il processo va a avanti e la richiesta del PM è questa, credo in linea con il codice riguardante l’associazione a delinquere. Ci sono tre gradi di giudizio, vedremo se alla fine sara condannato in maniera definitiva e con che pena. Il teatrino di alcune trasmissioni, soprattutto locali, contempla anche il difensore di Moggi, nei limiti del buongusto (mica tanto..). Quindi di cosa ti meravigli? In Italia ogni cosa è seria e leggera allo stesso tempo, visto come si trattano i processi per omicidio, praticamente dibattuti a Porta a Porta….
12 novembre 2008 12.28
Nick ha detto…
Secondo me l’idea di Palamara di tirar via lo stampo mafioso è geniale.Per il resto, ricordiamoci che una cosa è questo processo (GEA, Roma) e altra cosa è quello di Beatrice e Narducci (calciopoli, Napoli)
12 novembre 2008 12.46
kalz ha detto…
Ma se Moggi viene assolto l’Inter deve restituire lo scudetto che le hanno assegnato, oltre a Ibra e Vieira?
12 novembre 2008 12.53
jeremy ha detto…
Non so se l’aver distinto i due ambiti sia stato voluto all’epoca delle indagini, ma sicuramente è stata una mossa azzeccata. Sia perche i due contesti non sono necessariamente collegati, sia perche si sono alleggirite e velocizzate le inchieste e i conseguenti procedimenti.
12 novembre 2008 12.53
jeremy ha detto…
Kalz, tu scherzi ma non dovresti: pensa se davvero non si troveranno gli estremi per le condanne (eticamente ci sono tutti, perche comunque le intercettazioni parlano di rapporti carnali tra soggetti che dovrebbero avere solo rapporti molto formali. E infatti “a livello sportivo” hanno pagato)o addirittura per la non sussistenza del reato? Dal punto di vista sportivo non credo cambierà nulla, ma ci sara subito la rivalutazione di Moggi. Sbagliando. E i “tuoi” dirigenti non aspettano altro…..
12 novembre 2008 13.04
jeremy ha detto…
Tutto questo per non tornare a parlare di Calciopoli e di Moggi….Pardon…:-))
12 novembre 2008 13.06
Nick ha detto…
Jeremy, il punto è che la giustizia sportiva è tutt’altra cosa.E quello che per te è un inciso (“eticamente ci sono tutti”) basta da solo a giustificare le “pene” sportive subite dalle varie società a vario titolo.Per il resto, copio e incollo:”Con il processo sportivo gli hanno tolto i titoli, con quello di Napoli gli hanno tolto la faccia, con il processo di Roma qualsiasi giustificazione.”
12 novembre 2008 13.12
gareth ha detto…
Non credo che si arriverebbe comunque a una restituzione di Ibra e Vieira (economicamente insostenibile per la Juventus); credo assai più probabile una squalifica di 3 giornate a Samuel.
12 novembre 2008 13.40
jeremy ha detto…
Tutto giusto Nick, ma pensa se non lo dovessero condannare: diventerebbe davvero un martire da riabilitare per restituirgli “l’anima che gli hanno rubato”. Sul piano sportivo il giudizio è gia stato emesso, quindi non muterà una virgola. Al massimo gli scontano qualche mese di squalifica per farlo rientrare al più presto, con qualche giustificazione astrusa. Ma questo al tifoso juventino medio non deve fregare una banana flambe. Comunque anche io sono per le 3 giornate di squalifica a Samuel (possibilmente con multa da versare sul mio c/c….)come risarcimento danni.
12 novembre 2008 14.01
kalz ha detto…
@yeremy, fino a oggi non mi era mai capitato di essere preso per uno juventino. Per fortuna ho la pelle dura e comunque prima o poi doveva capitare
12 novembre 2008 14.02
jeremy ha detto…
No Kalz, io intedevo i “tuoi” che stanno in via Turati e aspettano a braccia aperte Don Luciano….. Non mi permetterei mai di darti dello juventino (anche se ti dovresti sentire onorato e piangere di gioia, infedele….). Scusami se non mi hai capito.
12 novembre 2008 14.08
Nick ha detto…
Jerz, qui c’è ancora qualcuno che sta aspettando che si discuta la proposta di radiazione…figurati…
12 novembre 2008 14.12
jeremy ha detto…
Nick, è stata spedita la Juve in B (LA JUVENTUS: quella sera d’estate, dopo i 30 punti e la B,io mi sono barricato in casa perche ormai mi aspettavo che i morti camminassero sulla terra…..) e non sono riusciti a radiarlo. Vedi tu se non è come aspettare Godot, nella migliore delle ipotesi…..
12 novembre 2008 14.26
gareth ha detto…
Jeremy, quel che è giusto è giusto, la multa pagata da Samuel nel caso Moggi venga assolto la incasserai tu. Va da sé che, in caso di condanna di Moggi, sarai sempre tu a rifondere Figo per quella battutina sugli spogliatoi del Meazza…
12 novembre 2008 14.29
jeremy ha detto…
Gareth,se la metti cosi e avendo io un atteggiamento prudenziale di fronte ai danè, preferisco non incassare nulla e con Walter amici come prima che passa tutto!!!
12 novembre 2008 14.42
kalz ha detto…
@jeremy, sono un po’ lento di comprendonio. Cmq Don Luciano non lo aspettano a braccia aperte solo in via Turati.
12 novembre 2008 15.36
jeremy ha detto…
Basta che non lo aspettino a Vinovo, poi puo andare dove gli pare!!!! Anche se sono sicuro che non sarebbe schifato come dovrebbe.
12 novembre 2008 15.57
kalz ha detto…
Proposta (forse indecente). Perché il Direttore non invita Don Luciano a Indiscreto? Sai che post interessanti potrebbe scrivere.Come nick potrebbe utilizzare “paletta”
12 novembre 2008 16.36
Nick ha detto…
Kalz, se accetta il dibattito in ogni sua forma (non volgare, ovviamente) sarei felice anche io di averlo tra noi.Ma non credo abbia l’intelligenza per reggere certi confronti.
12 novembre 2008 16.43
Stefano Olivari ha detto…
Secondo me avrebbe lo spirito per farlo, al di là del piccolo problema che abbia tuttora interessi personalissimi un po’ in ogni squadra (è di fatto il procuratore di Ibrahimovic, per dirne una, o il direttore generale del Palermo, per dirne una seconda, o il padrone dell’Ascoli, per dirne una terza, e potremmo proseguire non all’infinito ma quasi). Sogno un’enciclopedia di Cialtronia scritta da lui: sarebbe senz’altro meglio della reticente autobiografia…
12 novembre 2008 17.28
Nick ha detto…
Diretto, ma l’autore di Cialtronia non potrebbe scrivere il volume 2 “seduto nella sala d’aspetto di una stazione”? Non credo che qualcuno coglierebbe le 4 mani…
12 novembre 2008 17.57
clinter ha detto…
Questa è proprio un ‘kalzata’.Va bene che siano un paese ipergarantista, quando fa comodo, ma leggere di come il vero potere ce lo avessero Milan e Inter e che lui si difendeva e bla, bla, bla..mi sembra troppo. Sulle sue questioni penali mi sono già espresso, ma sulla sua ‘etica sportiva’ mi permetto di nutrire dei dubbi. Invitate anche Vanna Marchi allora, che ci spiegherà come le donazioni ricevute fossero spontanee oppure Maso, che ci dirà come avesse letto negli occhi dei suoi un desiderio di morte, da lui prontamente soddisfatto.Direttore invita piuttosto qualche giornalista/opinionista o qualche direttore di una delle telebaciaculo, che ci spieghi, per fare un esempio, se certe mail se le mandano da soli o i loro telespettatori son proprio così minchioni come parrebbe(dalle mail).
12 novembre 2008 18.17
Ivan.fab ha detto…
Questo post è stato eliminato dall’autore.
12 novembre 2008 18.23
Stefano Olivari ha detto…
NICK, a due o quattro mani le storie sono sempre quelle. Però ci sto lavorando…CLINTER, hai centrato il punto: certi telespettatori sono minchioni esattamente come traspare dalle mail. Qualche direttore di canali (in particolare uno) se le inventa, ma al 90% è purtroppo roba vera.
12 novembre 2008 18.39
Ivan.fab ha detto…
Basta andare su youtube e cercare i vari strafalcioni dei telegioonalsiti sportivi. Leggetevi i commenti. Quello è il tifoso medio.
12 novembre 2008 19.56
kalz ha detto…
@interisti, il compianto Peppino Prisco si sarebbe divertito un mondo con Moggi su codesto Muro… ma lui era un interista “carogna” della vecchia scuola, poi è arrivata l’ondata degli interisti “buoni, bravi e imbronciati”.
13 novembre 2008 8.48
Jack ha detto…
Ciao Stefano!Sul sito di eurosport linkato da yahoo ho letto che il Liverpool rischia seriamente di dover vendere i suoi migliori calciatori perche’ le banche che hanno prestato i soldi ai proprietari hanno risentito di questa enorme crisi e vogliono rientrare. Le mie domande sono: allora dove sta la ricchezza del Liverpool? Negli USA una franchigia come e’ gestita economicamente? La’ non hanno i conti a posto?Allora sono messe meglio le milanesi, che alle spalle hanno chi ripiana i debiti. Questo e’ meglio che dipendere da una banca, o no? Non ho ancora capito.Ti saluto!!!!!!!!!!!!!!!!Elio
13 novembre 2008 9.33
Gargaroz ha detto…
Le milanesi non dipendono dalle banche perchè sono o sono dentro le banche.
13 novembre 2008 10.21
Stefano Olivari ha detto…
JACK, la richiesta delle banche mi sembra più un problema dei suoi proprietari che del Liverpool stesso. Anche perché sullo sfondo ci sono sempre gli amici del Dubai (gli stessi che erano in trattatva prima di Hicks e Gillett), a quanto si legge, pronti a comprare…
13 novembre 2008 13.05
jeremy ha detto…
Diretto, volevo dire due cose sul sondaggio. Credo che la predominanza dell’argomento Inter abbia due cause: la presenza massiccia d’interisti e l’oggettiva attrattiva dei fatti made in Inter di Moratti. La prima si puo giustificare per una ricerca di un’altra informazione calcistica diversa dal solito tiro al piccione nerazzuro a prescindere, sport nazionale. La seconda ha cause piu misteriose: invidia? malanimo? antipatia verso Moratti? reale argomento di fruizione popolare (che tempo fa?… come stai?…che figa quella!…ma sta Inter…)? Boh.
13 novembre 2008 14.52
spike ha detto…
jeremy.Concordo. Aggiungo che l’argomento Inter è sempre al centro dell’attenzione, sia per i noti motivi legati ai media, sia per la pessima gestione societaria dei rapporti coi media (i panni sporchi si lavano in famiglia)
13 novembre 2008 16.47
Nick ha detto…
@kalz, siano stramaledetti. @jeremy, ho scritto praticamente le stesse cose sulla Posta Indiscreta! Non posso che complimentarmi con te per l’ottimo ragionamento! 😀 @Stefano, la situazione del Liverpool sarebbe quindi paragonabile a quella della Roma, società sana con proprietari indebitati?In ogni caso la squadra sembra unita, e teoricamente qualche sceicco avrebbe tutto il tempo di intavolare una trattativa prima che ci si ritrovi costretti a vendere i 3-4 pezzi pregiati della casa. La domanda è: ma gli americani vogliono vendere?Le alternative sono rientrare con soldi propri (ma mi pare di capire che non ci siano) o ridimensionare tutto…come la vedi?
14 novembre 2008 9.12
clinter ha detto…
Stufi di Inter? Esta bien, hablamos de Juve. Tipica partita c
he potrebbe supportare l’affermazione che la verità sta negli occhi di chi guarda. Grande Juve o Genoa sfortunato? I fatti dicono che i bianconeri son stati letali nel primo tempo, con 1 tiro di Nedved, 2 gol e un terzo quasi fatto, che solo Molinaro, Ibra e Borriello avrebbero potuto sbagliare. Genoa pericoloso solo fra i 2 gol, con una strepitosa azione di Milito(chissà perchè nemmeno gagato dalle grandi, per es. la Roma) ed un’altra del medesimo, giudicato in fuorigioco, dubbio. Nel secondo tempo, dopo un errore di Palladino (da Palladino appunto), game over. Genoa toreato, con l’impressione di una Juve veramente solida, con un Del Piero ispirato, un Amauri sempre più convincente, Chiellini super. Stranamente, per una volta, sotto tono Sissoko. Siccome è risultato ininfluente per il risultato, mi permetto di parlare del rigore causato da Legrottaglie. Volontario o no? Nessuno può giurarlo, ergo, in casi come questo, non andrebbe fischiato. Se mi reggesse lo stomaco, sarei tentato di leggere Tuttojuve, per sapere con quali equilibrismi invertiranno la rotta. La statistica e la contradditorietà del calcio(come abbiam visto nell’ultimo mese) mi danno speranza per il big-match del 22. Se l’Inter perde, addio campionato.
14 novembre 2008 9.40
spike ha detto…
Alcune considerazioni su juve-Genoa:1) Quant è forte Milito2)La juve è un’ottima squadra, costruita bene (relativamente ai mezzi che avevano) e pure fortunata il giusto (se il I tempo fosse finito 2-2 non ci sarebbe stato nulla da dire). Non ho sbagliato a metterla in prima fila a settembre.P.s.: vorrei sentire qualcosa dagli ipercritici di Ranieri
14 novembre 2008 9.45
spike ha detto…
clinter, la norma del fallo di mano è stata inutilmente complicata.Prima era fallo solo se volontario (e quello di LeFrattaglie non lo era). Ora è fallo anche in caso di braccio allargato unito ad intervento scomposto (e quindi sarebbe rigore)…era meglio quando si stava peggio 🙂
14 novembre 2008 9.50
eros ha detto…
commento su ranieri:non sa fare cambi per tentare di migliorare la squadra se le cose si mettono male…al massimo arriva a far cambi di:ala x ala,centrale per centrale eccc.Qui il mago è Lippi,che qualche volta ha invertito il senso delle partite,specie quelle tipo juve-contro debole ,in cui la juve era sotto…..
14 novembre 2008 10.15
Nick ha detto…
Su Ranieri secondo me l’analisi migliore la fece Campetelli: ottimo tecnico ma, di riffa o di raffa, nei momenti che contano si perde sempre.Per ora, certo…
14 novembre 2008 10.34
spike ha detto…
Gli allenatori contano molto meno dei fuoriclasse. Il loro peso si vede nella gestione del gruppo e in questo Ranieri è un ottimo tecnico. Il vero problema della juve è che i suoi perni sono vecchi. Reggeranno? Paradossalmente il fatto che Buffon Trezeguet e C.Zanetti ora siano ai box,può esser un vantaggio per la seconda parte quando rientrando, potranno far tirare il fiato a quelli che ora tirano la carretta
14 novembre 2008 11.31
jeremy ha detto…
Non ho visto un secondo della partita di ieri (non per farvi fare i cazzi miei ma ieri sera mi hanno rotto le palle con il condominio, stamattina mi sono alzato alle sei per preparare valigia che vado in Belgio stasera e dovevo uscire presto per andare ad un convegno, quindi non sono riuscito a beccare il rullo di Sportitalia cazziomba)quindi mi fido dei vostri giudizi. Su Ranieri repetita iuvant: a giugno si fanno i conti. Per adesso è riuscito a rimettere la cacca dentro la vacca: non credo potrebbe fare meglio. Domenica prossima vi facciamo un culo a strisce bianconere.
14 novembre 2008 15.11
Gargaroz ha detto…
Il discorso della vecchia guardia regge fono a un certo punto: oramai dei vecchi c’è rimasto solo Del Piero e mezzo Nedved…
14 novembre 2008 15.44
eltopo1971 ha detto…
hai detto niente, in champions 9 punti li ha fatti da solo del piero fra real e zenith.. sennò chi te le vinceva quelle partite?..
14 novembre 2008 16.46
Gargaroz ha detto…
… ma difatti ho detto “regge fino a un certo punto”.Due anni fa senza i vecchi senatori la Juventus non sarebbe risalita manco dalla Serie B.
14 novembre 2008 17.20
campatelli ha detto…
Da juventino sono ovviamente contento di questi ultimi risultati…ma non è che cambio i miei giudizi per una serie positiva…guai se fosse così…le mie considerazioni si basano su questioni tecniche che sono a lungo termine…Ho sempre detto che Ranieri nelle battaglie non è il peggiore, è bravo tendente al “molto bravo” a volte…il problema è mantenere questo standard nella maggior parte delle partite.Che la Juve vinca con la Roma non è una novità, che batta il Real pure (di Real è rimasto solo il nome, ma è una squadra allo sbando),il problema sono le partite contro le piccole…quei punticini presi a volte in casa con squadre improbabili che ti impediscono di fare il salto.La Juve con la vittoria di ieri ha raggiunto quota 24 il che vuol dire 2 punti esatti a partite…non è ancora media scudetto, che è di 2 e qualcosa.Voglio dire che nonostante quello fatto e non è poco, negli ultimi 20 giorni, solo ora rientra nella fascia punta che le è consona…non è ora assurdo che vinca…ma lo era aver fatto 9 punti in 7 partite.
14 novembre 2008 17.30
spike ha detto…
…e poi saremmo noi interisti quelli gli ipercritici 🙂
14 novembre 2008 18.25
Nick ha detto…
Quest’anno 2 punti a partita potrebbero anche bastare…
14 novembre 2008 18.38
jeffbuckley ha detto…
nick, ma allora non credi che vinceremo lo scudo con 20 punti di vantaggio…………..? 😀
14 novembre 2008 18.41
alenar ha detto…
Vista la partita ieri sera, ero molto curioso di vedere il Genoa e mi ha fatto ancora una buonissima impressione, noostante la sconfitta. Nel primo tempo il pari ci stava tutto, Milito è attaccante di valore assoluto, da notare che i rossoblu hanno già incontrato tutte le squadre di alta classifica a parte la Lazio, perdendo solo con Fiore e Juve, battendo Roma, Milan e Napoli in casa e pareggiando alla grande a Udine e Milano. Insomma, qualcosa in più di una squadra rivelazione. Sulla Juve concordo coi giudizi già scritti, in effetti Campatelli va giù piatto, mi sembra che l’analisi parta dal presupposto che arrivare secondi o terzi sia inutile. Io direi che a due anni e pochi mesi dallo tsunami calciopoli, passare dalla serie B con penalizzazione, più dissesto economico e vendita di 7-8 fuoriclasse, ritrovarsi negli ottavi di champions e nelle zone alte della classifica è già un grandissimo risultato. Più che Ranieri, il problema è ricostruire una squadra vincente, ovvero aggiungere quei tre tasselli di qualità, dei grandi campioni, per i quali servono portafoglio ampio, competenza e un pizzico di fortuna. L’allenatore va valutato in base al rendimento del potenziale e non si possono tacere i progressi dei vari gregari, il ritorno di Tiago e Marchionni ormai dispersi, l’ottimo inserimento di Amauri che è davvero un attaccante fortissimo e completo. Col materiale a disposizione, il tecnico romano sta facendo il suo dovere in pieno, dopo quel momento di crisi davvero acuta. Tema arbitrale: sui falli di mano in area l’interpretazione è durissima, anche io farei fatica a fischiare certi rigori, ma quelli di Verona e di ieri sera ci stanno. Piuttosto rimango dell’idea che per i fuorigioco l’assistenza tecnologica sia ormai indispensabile: si tratta di 5-6 episodi chiave in una partita, si possono risolvere facilmente con la richiesta della prova tv tipo occhio di falco nel tennis, anche se in casi come quello del derby di Milano quando si tratta di unghie o centimetri le polemiche rimarrebbero.
14 novembre 2008 18.44
Nick ha detto…
Ma qual è, oggi, la regola del fuorigioco?Conta la luce? La parte del corpo utile per segnare?Forse sarebbe già un buon punto evitare di cambiarla ogni 3 giorni…
14 novembre 2008 19.20
campatelli ha detto…
@ Nick: c’è stato solo un caso di scudetto vinto negli ultimi anni con la media di 2 punti a partita: è stato quello (ometto di descriverti di che materiale fosse fatto) assegnato all’Inter nel 2005/06; i 76 punti che
valevano il terzo posto a 15 anni luce dalla testa della classifica, di colpo furono sufficienti per la vittoria…ma non credo che questa situazione si ripresenterà tanto facilente.@ Alenar:è vero quello che dici che tutti gli juventini 2 anni fa avrebbe stra-firmato per stare ora in questa situazione… a fine anno si tireranno le somme…se la Juve arriverà terza come credo dietro Inter e Milan, non penso che questo voglia automaticamente dire “Ranieri via”…si dovrà analizzare il cammino in Coppa, come eventualmente si è usciti eccL’importante è però non adagiarsi e dire sempre “più di questo non si può fare”…Ranieri in Spagna non ha mai vinto lo scudetto:è vero, contro aveva Barcellona e Real…però poi dopo di lui Benitez con il medesimo Valencia 2 storici scudetti è riuscito a portarli a casa…2001/02 e 2003/04:di sicuro il tecnico romano ha portato un miglioramento della mentalità di quella squadra…però il tocco finale da 3-4 posto a vittoria l’ha dato Benitez…che non ha a caso ha vinto anche diversi trofei internazionali.Fare il salto che ti consente di essere squadra da terzo-quarto posto a squadra di vertice è molto più ampio di quanto non possano dire i punti di differenza in classifica.
14 novembre 2008 19.38
Nick ha detto…
@Campa, il secondo dei 3 scudetti degli Invincibili (1993) fu conquistato con la media di 2 punti a partita (68 in totale).Credo che questo esempio da solo basti per chiarire che non c’è nessun rapporto fra media punti, qualità del campionato e materiale di cui è fatto lo scudetto.
14 novembre 2008 20.29
Nick ha detto…
(il terzo fu conquistato a quota 69, media 2,03…per dire)
14 novembre 2008 20.30
campatelli ha detto…
Nick…non ho detto che la regola dei 2 punti e poco più a partita sia scientifica, però a livello statistico negli ultimi campionati e per ultimi dico almeno di 10-15 anni, si è verificato nel 90% dei casi…ora non ho il tempo di vedere anno per anno, ma credo per lo meno nella storia recente, non ci siano tanti altri casi come quello del 1993.Il mio ragionamento non mirava a trovare un rapporto media punti/qualità del campionato…sarebbe impossibile ed assurdo…ho solo detto che se le cose vanno come negli ultimi anni, la media di 2 punti a partita potrebbe non bastare per vincere il campionato.Certo se tutto procede come ora, sarò smentito…ma non credo che tutte le squadre possano mantenere questa media punti.Vero è pure però che c’è molto equilibrio, io dico verso l’alto e certamente chi vincerà non potrà avere più di 3-4 punti sulla seconda…non penso ad un volatone a 3 come quello del 2001/02, però ci sarà almeno un testa a testa…
14 novembre 2008 20.54
Nick ha detto…
Appunto quello che dicevo io, Campa: se le cose continuano così 2 punti a partita potrebbero anche bastare (ma anche no, ovviamente). Semplicemente.Senza battutine e riferimenti ripetitivi e, come dimostrato, basati sul nulla.
15 novembre 2008 1.33
Nick ha detto…
Fra l’altro, se proprio vogliamo “punzecchiarci”, ci sarebbe da dire anche che prima dell’era Moggi la media di 2 punti a partita era sempre buona per lo scudetto. I campioni d’Italia sono sempre lì, sul 2,zeroqualcosa. Addirittura il Napoli ’87 scende a 1,9, così come il Verona e la Roma ’83…l’Inter ’80 si ferma a 1,8.Le uniche eccezioni dal 1980 a (M)oggi sono il primo Milan del trienno, l’Inter dei record e la Juve ’86.
15 novembre 2008 1.51
99annidisolitudine ha detto…
comunicazione di servizio: dopo ricerca affannosa del biglietto per inter juve finalmente trovato col circuito lottomatica con il piccolo inconveniente del prezzo: stadio esaurito in ogni ordine di posti restano pochi primo anello rosso cioè quello che ho preso.160 euro.Va bè si vive una volta solo.Guardando il settore però ho scoperto che è lo stesso in cui vidi la finale inter shalke 04.ahi ahi.
15 novembre 2008 6.54
campatelli ha detto…
Nick…già con quel “prima di Moggi” fai capire molto del tuo punto di vista…Invece sofferma la tua analisi su un altro aspetto, secondo me ben più importante e decisivo: dalla stagione 1994/95 furono introdotti i 3 punti a vittoria…proprio per incentivare le squadre ad osare e giocare di più per la vittoria…o mi sbaglio?Le squadre che hai citato tu, degli anni 80, giocavano sapendo che la vittoria dava 2 punti, ma il pareggio 1 ed era spesso decisivo ed importante. Con la nuova regola, il punticino spesso serve a poco.Per cui è un pò improbabile andare a sostituire ora ai dati V N P di quegli anni, 3 ed 1 punto…perchè allora si ragion
ava in un certo modo…Guarda caso, sono diversi i casi che hai trovato di media inferiore ai 2 punti negli anni 80 (e chissà quanti altri ci sono prima), ma pochissimi per non dire nessuno dopo…secondo me questo con Moggi ci azzecca poco.
15 novembre 2008 12.46
Nick ha detto…
Campa, tu invece con quel “scudetto che non dico di che materiale è fatto” non facevi capire niente, eh? E sì che lo avevo anche specificato…a provocazione ho risposto con provocazione. Giusto per far capire CHI è che da qualsiasi tipo di discorso (la media punti, Dio mio!) torna sempre sugli stessi argomenti.Per il resto, quello che dici ci può anche stare (si dovrebbero fare altre analisi ma non ho il tempo nè la voglia), così come, soprattutto, ci può stare il fatto che la situazione di classifica attuale possa essere solo un fatto contingente dovuto, per esempio, al nuovo modo di compilare i calendari (con squadre che hanno fatto tanti punti ma che ancora devono affrontare le big che, invece, si stanno scornando tra loro)..un’idea più chiara ce l’avremo, come al solito, alla 19sima.Volevo solo dire che SE le cose continuano così, 2 punti a partita sarebbero probabilmente sufficienti per arrivare davanti a tutti (del resto, Inter a parte, negli ultimi 3 anni avrebbero fruttato 2 scudetti e un secondo posto…non è che son pochi, insomma)
15 novembre 2008 14.40
cydella ha detto…
E’ bastato tornare a rombizzare, anche con un trequartista inventato, e subito si sono visti i risultati. Levare i pagliacci davanti a Maicon, tutti in mezzo e sei il carroarmaro dell’anno scorso. Unica nota negativa: ma adesso penserà mica di tirare tutte le punizioni? I siluri da 10 metri è un conto, ma dai 20 metri è peggio dello Schevchenko intestardito. PS: spiegatemi come si fa a non arrivare a +20. Ah sì, col tridente (Mancini supermolle come al solito sbaglia un goal a porta vuota da 0,59 metri) e le trivelle.
16 novembre 2008 3.35
Leo ha detto…
Ciao a tutti, mi sono deciso anch’io a venire su questo sito. Ma non ritrovo Dane, che peccato. Due considerazioni: Cydella io non penso che l’Inter sia così superiore perchè nel mezzo deve arrangiarsi con 4 giocatori per due partite a settimana, e per giunta tutti logori, tranne Muntari. Penso comunque che il posto comevertice alto del rombo sia di diritto di Jimenez appena rientra, l’unico attualmente che può farlo. Per tutti: invece che essere contenti di un campionato interessante con squadre che hanno giocatori che possono mettere in difficoltà tutte le difese ci si accapiglia, mah..
16 novembre 2008 12.09
Ivan.fab ha detto…
@Dane. Spero sian motivi logistici perchè se ha abbandonato il muro perchè gli si contestavan le opinioni mi spiace. Restando in tema mi piacerebbe dire due robe a Paolo Ziliani ma ha levato i commenti dal suo sito, tutte le cose che ha scritto sul meraviglioso Real affidato a Schuster si stan rilevando una serie di inesattezze infinite. Peccato che il nostro, tanto bravo a massacrare i colleghi Rai, non ami il dialogo con chi ha opinioni diverse dalle sue. @cydella. Non sei certo l’unico che ha benedetto il ritorno al rombo ma quella di ieri non si può certo definire una vittoria del modulo. Ibra, quello scarso ricordi?, l’ha decisa con due giocate avulse dal contesto della partita. La difesa mi sembra più solida perchè c’è Samuel però credo che certamente il rombo la protegga meglio. @derby romano. Due le correnti di pensiero: Vince la Roma perchè è in difficoltà, pareggino brodino perchè quelli sugli spalto poi si pestano. E se vincesse la Lazio del facciamo a chi ne fa uno in più?
16 novembre 2008 12.55
spike ha detto…
non ho visto palermo-Inter. Attenendomi a quanto detto da Iva.Fab deduco che, se col genoa e famagosta non si è vinto per colpa dei singoli, stavolta si è vinto per merito di un singolo. Ma allora perchè dare quella paccata di soldi all’allenatore,se non bene o nel male, non incide nulla?
16 novembre 2008 13.43
spike ha detto…
OT. Ho letto un po’ di articoli sulla sentenza sui fatti di Genova. Per me è scandalosa; nonostante ciò va accettata. La domanda però è un’altra: perchè, alla luce di quanto detto da quella sentenza, nessuno sente il bisogno di dimettersi?
16 novembre 2008 13.48
charliegeorge ha detto…
Anche il Chievo travolto da due ammonizioni e un rigoricchio nei primi dieci minuti. Sospendiamo, assegniamo il titolo al milan e passiamo a settembre 2009. Non ha ancora vinto una partita senza rigori e espulsioni, non è possibile.
16 novembre 2008 15.29
cydella ha detto…
@leo: i 4 a metà campo sono tranquillamente 8: c’è Dacourt, Stankovic, Mancini e Trivella possono fare il vertice alto e per le squadrette della serie A mi sembrano più che sufficenti. @Ivan.fab: Ibra stato grandissimo a travolgere Empoli, Palermo e compagnia cantante, mentre quando il livello degli avversari è elevato, Ibra è scarso, confermo. Mai nessuna partita è stata vinta dai moduli, comunque col ritorno al rombo la squadra è più corta, compatta, Ibra può venire indietro dato che c’è un’altra punta, i centrocampisti si inseriscono, Maicon non ha trivelle fra i maroni. Nel 2° tempo le sensazioni erano quelle dell’anno scorso: avversario in balia totale. @spike: l’allenatore ci ha messo 4 mesi a fare la stessa formazione che farebbe anche mia mamma. PS: in Italia non si dimette nessuno. E col casino finanziario che c’è in giro che fine hanno fatto gli eurocretini che ci dicono quale dev’essere la curvatura dei cetrioli?
16 novembre 2008 16.23
Franco Lampada ha detto…
bah..non mi sembra che con il 433 o 424 l’Inter fosse ultima in classifica e fuori dalla champions. Ieri ha giocato bene il secondo tempo, ma non è che si sono viste più occasioni da gol che in altre domeniche.Ragionando in tal maniera Mourinho non avrà mai ragione e vengono anche sminuiti i meriti di Mancini (contro il Parma la partita decisiva l’ha vinta Ibra da solo??).Detto questo non mi sembra che la rosa dell’Inter sia così più forte delle altre (a parte in difesa). Sicuramente ha più alternative, ma non son sicuro che scambierei Gattuso, Kakà e Ronaldinho per Zanetti, Ibra e Quaresma..Oggi Milan lezioso e fermo come altre volte in stagione. Rigore abbastanza regalato: per Di Carlo a San Siro è già la seconda rapina a mano armata..Intanto le sedicenti concorrenti per lo scudetto (udinese/Napoli/Fiorentina) iniziano a liquefarsi..
16 novembre 2008 17.04
spike ha detto…
vista Catania Torino. Bella partita, complimenti alle due squadre.Nel Catania, oltre Mascara, ottimo Plasmati. Nel Toro Colombo su tutti.Da apprezzare la voglia di entrambe le squadre di vincere piuttosto di accontentarsi del pareggino (sul 2-2 il rischio c’era).
16 novembre 2008 17.47
spike ha detto…
Fino ad oggi ho sempre assolto il Milan per i rigori dubbi avuti (fortuna).Iniziano a diventare troppi…
16 novembre 2008 17.48
spike ha detto…
…anche oggi vai con la lite in tv.Zenga-Varriale. Sarà che Walter è ex Inter? 🙂
16 novembre 2008 18.13
Lbrt ha detto…
Vista la lite Varriale / Zenga: Varriale è entrato subito a gamba tesa tirando in ballo l’uscita farlocca di Zenga con l’Argentina a Italia ’90. Un ottimo modo per rompere il ghiaccio e far vedere che lui ha la schiena dirtta. A ‘sto punto Zenga forse avrebbe dovuto l’elenco dei congiuntivi sbagliati da Varriale nella sua carriera.La scenetta nel complesso è stata abbastanza pietosa, simile a quanto avviene ad Amici o in un reality qualunque.
16 novembre 2008 18.36
clinter ha detto…
Lampada ha ragione a non scambiarei 3 milanisti con i 3 interisti, però quei 3 li ha solo il Milan e se al posto di Zanetti metti Cambiasso e di Quaresma metti Bolt, son io che non cambio, anche se Kakà è il migliore al mondo.E’ vero comunque che al centrocampo interista manca la fantasia di un trequartista. Visto Milan-Chievo, ovviamente da occasionale tifoso del Chievo, e dico che ho avuto più paura per il raddoppio milanista che non la speranza del pareggio scaligero.Ronaldino m’è piaciuto, ma non è ancora uomo squadra, mi ha stupito il fatto che Ancelotti non faccia giocare Pato al posto di Pippo, quando entra da sempre vivacità al gioco. Stupisce che l’allenatore milanista si lamenti di una punizione a centrocampo(Lecce), quando poi riceve regali come oggi. E’ chiaro che, senza quel rigore, il Milan avrebbe spinto di più e probabilmente avrebbe segnato, ma manca la controprova.
16 novembre 2008 18.54
Nick ha detto…
Ah, siamo tornati a parlare di +20? Grande…@Lamp, benvenuto nel fantastico mondo del calcio chiacchierato: Mourinho non avrà mai ragione. Rassegnamoci.
16 novembre 2008 23.30
cydella ha detto…
@nick: formazione logica e prova di forza in linea con quelle dell’anno scorso, tutto molto semplice. E infatti nessuno lo ha criticato ieri. Col rombo il superdistacco ci sta tutto, a meno che sullo 0-0 non li omaggino con un rigore a partita… si, poi certo hanno legittimato, blablabla.
17 novembre 2008 0.08
kalz ha detto…
Non ho visto, ma ho sentito della lite Zenga-Varriale. Un bel duo non c’è che dire. A quanot ho capito il livello era sottozero, comunque prendere un gol di testa da Caniggia, e sottolineo Caniggia, in quel modo resterà nella storia del calcio.
17 novembre 2008 8.45
eltopo1971 ha detto…
dico la mia su zenga caniggia.. in quel mondiale l’italia non aveva preso nessun gol fino a quel momento.. siccome giocavi con l’argentina di maradona potevi anche mettere in preventivo di beccarne uno, come non importa, ma dovevi metterlo in preventivo, quantomeno per la legge dei grandi numeri.. invece l’italia subito l’uno a uno (perchè vincevamo uno a zero, non tre a zero e la partita era tutt’altro che chiusa) che io ricordi non fece più un tiro a porta o quasi, mantenendo un atteggiamento remissivo fino ai rigori.. ecco, per me di scandaloso ci fu quello e non certo prendere un gol..
17 novembre 2008 9.50
gareth ha detto…
Zenga nella storia del calcio ci sarebbe entrato a prescindere, così come ci sarebbero entrati Baggio e Franco Baresi anche senza i rigori di Pasadena. Varriale non credo che entrerà nella storia del giornalismo, e nella vicenda sto del tutto dalla parte di Zenga, che nessun contratto obbliga a presentarsi in sala stampa dopo le partite, nonostante quello che la RAI vorrebbe farci credere. (Ma che bello essere di nuovo primi in classifica, peccato che durerà solo fino a stasera!)
17 novembre 2008 10.33
spike ha detto…
Zenga è nella storia del calcio italiano. Senza quell’uscita avventata (e un finale di carriera non all’altezza) sarebbe stato il miglior portiere italiano del dopoguerra. Ma gli episodi ad altissimi livelli contano, eccome se contano.
17 novembre 2008 10.46
kalz ha detto…
Caniggia o non Caniggia, Zenga non avrebbe mai potuto essere il “miglior portiere italiano del dopoguerra”. Semmai lo metterei tra i primi 10. Aveva doti naturali straordinarie fin da giovanissimo, ma essendo un presuntuoso non si è applicato nel corso degli anni, portandosi dietro certi difetti per tutta la carriera.
17 novembre 2008 10.58
Gargaroz ha detto…
Sarà un caso ma i migliori portieri italiani del dopoguerra Zoff e Buffon sono stati campioni del mondo e hanno contribuito non poco a far vincere quei tornei.Zenga ha forse avuto quel misto di sfortuna/incapacità di fallire nel momento decisivo.
17 novembre 2008 11.22
gareth ha detto…
Nulla da obiettare su Buffon, che avrebbe meritato il Pallone d’Oro, ma usando una logica da Varriale potrei dirti che Zoff ci è costato il Mondiale del 1978 grazie a quello che Kalz chiamerebbe un “difetto che si è portato dietro per tutta la carriera”, ovvero la scarsa capacità di valutazione dei tiri da fuori (ricordo ancora un Catanzaro-Juve nel quale battezzò fuori una palla che accompagnò con un benevolo gesto della mano nella sua traiettoria… in fondo al sacco). Nel Mondiale ’82 non fu decisivo quanto Buffon nel 2006, quindi bocciato. (E’ un paradosso francorossiano, ovviamente Zoff è un gigante della Storia del calcio di tutti i tempi!)
17 novembre 2008 11.28
spike ha detto…
gargaroz.Esatto. Senza quell’errore, il confronto non c’era. Lui era semplicemente di un altro pianeta. Ma i dettagli pesano, e nel momento topico ha sbagliato…
17 novembre 2008 11.33
spike ha detto…
gareth, hai fatto un ottimo esempio. Premesso che ho visto zoff solo dal ’78 in poi (prima non ho ricordi calcistici diretti), c’è costato un mondiale (eravamo i più forti in quel momento, Videla permettendo) e nell’82 è stato decisivo su Oscar, ma sciagurato su Socrates. Insomma senza Paolo Rossi, non sarebbe mai diventato “monumento nazionale”, malgrado sia stato un grandissimo. La pezza d’appoggio che è mancata a Zenga in quella partita
17 novembre 2008 11.37
kalz ha detto…
Già che ci sono metto quelli che a memoria sono i migliori 10 portieri italiani del dopoguerra, anzi 9+1. In ordine casuale:ZoffAlbertosiBuffon GianluigiGhezziBuffon LorenzoPagliucaSartiZengaPeruzziSu questi 9 si può benissimo dissentire. Su quello che segue non accetto discussioni per ragioni sentimentali:Cudicini Fabio
17 novembre 2008 11.41
jeremy ha detto…
gareth, zoff aveva un leggerissimo problema con i tiri da lontano ma nel 82 contò moltissimo e fece la fantascienza con Italia-Brasile che ci valse tutto il cucuzzaro (mitica la palla parata sulla linea a Leandro).
17 novembre 2008 11.45
gareth ha detto…
Kalz, se mi concedi castellini al posto di Peruzzi la sottoscrivo (peccato però lasciar fuori quel pazzo di Garella…) Jeremy, era un paradosso, comunque ti ha risposto bene Spike!
17 novembre 2008 11.56
eltopo1971 ha detto…
zoff è stato campione perchè quando il brasile ci ha fatto 1 a 1 la squadra si è rimessa a giocare e ha segnato il 2 a 1.. poi quando ci han fatto il 2-2 abbiamo risposto col 3-2.. italia argentina invece è stata una partita morta sull’uno a uno..
17 novembre 2008 11.57
Gargaroz ha detto…
jeremy mi hai preceduto, volevo ricordare lo stesso particolare.Inoltre vorrei ricordare che Zoff giocò il Mundial78 a 36 anni nonchè quello dell’82 a 40 anni; Zenga a 34 anni passò alla Sampdoria uscendo dal giro internazionale.
17 novembre 2008 11.58
spike ha detto…
kalz aggiungi il giaguaro e hai citato il gotha.gareth. Peruzzi ci sta tutto in questa lista, anzi ti dirò per me è anche meglio di Buffon, se non avesse avuto tutti quegli infortuni avrebbe avuto una carriera migliore in nazionale
17 novembre 2008 12.01
jeremy ha detto…
Zoff fu decisivo in quel mondiale, perche l’imparabile quando serviva, come su Leandro. Buffon paro il parabile e l’imparabile quando serviva come sul colpo di testa di Zidane nella finale del 2006. Volendo meglio Buffon quindi.
17 novembre 2008 12.22
kalz ha detto…
Castellini lo metterei in una lista di aspiranti al 10° posto: Castellini, Tacconi, Lido Vieri, Felice Pulici.Garella era simpatico però nei primi 10 mi sembra una bestemmia.
17 novembre 2008 12.42
jeremy ha detto…
Urge classifica worldwide all-time sui portieri, possibilmente non citando Zamora, Planicka o Combi che abbiamo visto solo in fotografia. E qua voglio Dane.
17 novembre 2008 12.50
jeremy ha detto…
Parentesi: qualcuno dica a Moratti di smetterla di dire baggianate su Ibra Pallone d’Oro!!! L’ultima sul sostegno della FIGC allo svedese è fuori concorso come le barze di Bramieri….
17 novembre 2008 12.57
gareth ha detto…
Kalz: allora urge una nomina anche per Costagliola, Bordon e Carmignani (comunque Lido Vieri sì e Garella no? Per me Garella era meglio).
17 novembre 2008 13.02
eltopo1971 ha detto…
se è per questo nell 82 abbiamo vinto giocando contro maradona zico e rummenigge.. tanto per spararne 3 a caso.. nel 2006 hai avuto solo zidane in finale..
17 novembre 2008 13.11
Gargaroz ha detto…
Citazione per Giovanni Galli nonostante il gol di Maradona a Mexico-86
17 novembre 2008 13.15
kalz ha detto…
@gareth, Costagliola non l’ho mai vosto, ergo mi astengo. Bordon e Giovanni Galli io li lascerei furoi dalla top ten. Tra Lido Vieri e Garella secondo me ce ne corre. Buona la battuta su Carmignani che mi ha fatto venire in mente Piloni 🙂
17 novembre 2008 13.56
kalz ha detto…
Top ten portieri europei dal 1960 a oggi (ordine casuale):JashinBanksCosta PereiraPfaffPreud’hommeTomaszewskiMaierSchmeichelClemenceRavelli
17 novembre 2008 14.10
gareth ha detto…
@Kalz: Viktor lo hai dimenticato o lo hai escluso volutamente? Nella mia lista sarebbe al numero due o tre…Comunque Carmignani era forse un po’ tirata per i capelli ma non era una battuta: è stato un ottimo portiere, con Piloni non c’entra nulla.
17 novembre 2008 14.52
kalz ha detto…
@gareth, stranamente Viktor me lo ricordo poco. Quindi mi fido della tua testimonianza. Carmignani è stato una grandissima promessa, poi sfiorita. Vedi alla voce Pizzaballa.
17 novembre 2008 15.01
clinter ha detto…
Mancini insignito della ‘Panchina d’oro’ e in lizza per allenare il Real. Se ci va veramente, è certo che il destino ci riserverà la chicca di un bel Real-Inter.L’ ‘ex-più-detestato d’Italia’ contro il ‘più-detestato-d’italia’, e se passa il primo, vai a spiegare che abbiamo preso il Mou per l’Europa.
17 novembre 2008 17.59
jeremy ha detto…
Clinter, la tua ipotesi apocalittica (Mancini al Real che elimina l’Inter di Mourinho in Champions)potrebbe portare Massimo Moratti allo stadio di SuperSajan di IV livello, lanciando un’onda energetica contro Mancini e Mourinho che potrebbe distruggere la Terra!!!
17 novembre 2008 18.07
alenar ha detto…
1) Portieri: per il passato voto la testa di Zoff e le doti di Albertosi; Buffon può staccare tutti: ha ancora perecchi anni di carriera, un grande palmares e i suoi errori in una dozzina d’anni ad alto livello si contano sulle dita di una mano, nessuno dei quali in momenti decisivi, come è capitato a tutti gli altri italiani. Zoff fu un mostro di
continuità ma ha sulla coscienza almeno 3 dei quattro gol da lontano in Argentina e il dolorosissimo gol di Magath ad Atene. Ricordo bene anche la papera col Catanzaro, gol di Cuttone a 3km l’ora nell’angolino…Zenga eccellente, ha in comune con Buffon molte qualità tecniche ed una idiosincrasia ai rigori ancora peggiore. Bella la citazione di Piloni, che ricordo a Pescara inseguire istericamente i suoi difensori ad ogni gol subito…Tra gli stranieri ho una predileazione per la scuola tedesca, con Maier e Schumacher su tutti 2) Campionato: domenica della “normalizzazione”, me la sentivo nell’aria, ma non penso ad un ridimensioamento della borghesia, era impensabile che alla lunga certe squadre reggessero il passo delle milanesi. Che per me continuano a giocare maluccio: giusto sottolineare che alla dodicesima Mourinho rispolvera uomini e schemi di Mancini, dopo aver abiurato le sue idee e la campagna acquisti. A Palermo comunque ha vinto Ibra, non Mancini nè Mourinho. Peggio ancora il Milan, condivido in toto il commento di Clinter: aggiungo, squadra senza nerbo, con poche idee e tanta fatica. Ancelotti non ha trovato la quadratura del cerchio, Dinho discreto, preoccupante Kaka, davanti a loro io partirei con Pato, che almeno dà freschezza e ritmo. Sbato arriva il bivio che sappiamo; piccola considerazione: l’inter ha un secondo set ball dopo quello del derby, ad occhio una sua vittoria potrebbe voler dire fuga, anche perchè il calendario gli propone una decina di giornate abbordabili e senza pensieri Champions, mentre il Milan deve ancora incontrare molte squadre di prima fascia e non credo alla solita solfa della sofferenza con le piccole.
17 novembre 2008 18.41
Nick ha detto…
Buffon il migliore di sempre in Italia (e non solo), ma qui manca almeno una citazione per Bagicalupo. Ad honorem.
17 novembre 2008 23.27
kalz ha detto…
Per restare ai portieri, il più sopravvalutato per me è Dasaev. Ne hanno sempre parlato come un fenomeno, ma la sua più grande qualità era quella di essere connazionale di Jashin.
18 novembre 2008 9.00
clinter ha detto…
Questo commento avrebbe una logica maggiore se lo mettessi in calce all’articolo di F.Rossi, ma poichè mi ricordo un passato invito a non commentare i suoi articoli, lo propongo quì.Tutti gli anni rispunta la storia della sudditanza psicologica; è innegabile che esista ed è altrettanto innegabile che non la si voglia eliminare, almeno nei suoi aspetti più eclatanti.Sarebbe sufficiente non assegnare mai il rigore, FIFA o non FIFA.Oppure spostare il dichetto a 20 metri e trasformarlo in una punizione con barriera. Rarissimamente il fallo da rigore evita un gol, rarissimamente il contatto è netto. Cazzo, un difensore sgambetta un attaccante nell’angolo basso esterno dell’area: rigore. Ma quando mai avrebbe segnato costui. Insomma il rigore è un premio eccessivo per la squadra attaccante. Queste osservazioni le ho fatte anche 8-9 mesi fa e lasciano il tempo che trovano, ma non si sa mai che il seme di un’idea germogli, prima o poi.
18 novembre 2008 10.48
eltopo1971 ha detto…
che c’entra il premiare eccessivamente o meno?.. mica il rigore prevede la chiara occasione da rete..
18 novembre 2008 11.04
kalz ha detto…
Certo, eliminare i rigori sarebbe una soluzione. Oppure si potrebbe non farla tanto lunga, tipo Inghilterra, ma in questo caso avremmo qualche secolo di storia che gioca contro di noi e temo ci sia poco da fare.
18 novembre 2008 11.07
jeremy ha detto…
Clinter, premetto che concordo con te, se vogliamo aprire una discussione sui rigori le storture da eliminare sarebbero un po’. Perche l’area di rigore deve avere una forma rettangolare non una semicircolare, piu logica? Perche è cosi grande (come dici tu molti falli da rigore si sarebbero tramutati al massimo in un mezzo cross)? Perche si da sempre rigore quando si potrebbe decretare una punizione a due in area (per i falli di mano che non evitano un gol o per le trattenute piu plateali sugli angoli dove il giocatore non ha il possesso della palla)? Perche nel calcio le punizioni sono solo 3 (rigore, punizione diretta e indiretta) mentre negli altri sport sono di piu e ci sono pure i bonus falli? Vabbe che il calcio deve essere fruibile anche da un analfabeta, ma non credo che il football americano (dove ci sono 800 falli e 1000 penalità diverse)sia seguito da Phd abilitati a seguire una partita senza perdersi nel regolamento, anzi.
18 novembre 2008 11.16
eltopo1971 ha detto…
per si dovrebbe puntare a semplificare le cose.. mani in area è sempre rigore, volontario o meno che sia (che poi dovresti essere nella testa del giocatore per saperlo) e fuorigioco SEMPRE, senza la complicazione inutile dell’attivo, passivo, partecipa all’azione etc etc.. secondo me semplicemnte vale il “meno complicazioni = meno errori”..
18 novembre 2008 12.07
giacomo ha detto…
solo una domanda, dopo avere letto Rossi. Il Milan che vince dopo espulsioni, rigori più o meno veri, è scientemente tenuto in vita in attesa che Ancelotti riesca a far giocare quell’ all-stars di doppioni e triploni che gli è stata consegnata ? Oppure è vera gloria in attesa del glamour totale con l’arrivo dello Spice-boy ?
18 novembre 2008 22.50
eltopo1971 ha detto…
per me è tenuto in vita
19 novembre 2008 9.52
enzima10 ha detto…
d’accordo sia con giacomo che con eltopo…di tattica e bel gioco si parla solo con riguiardo a mourinho, che, se vince nel recupero, è fortunato e non fa giocare bene la squadra, se lo fanno gli altri, sono cinici e, grazie agli straordinari talenti a disposizione, sfruttano l’attimo…uno è bravo e saggio, l’altro fortunato e antipatico…
19 novembre 2008 10.48
Ayron ha detto…
Oggi approfittando del fatto che si parla anche (in parte) di Milan mi sono deciso pure io a fare il salto nel nuovo forum. Tralascio i complimenti e i ringraziamenti di rito a chi ci ospita qui (anche se sarebbero doverosi da parte di chi, come me, non li ha mai fatti) per non dilungarmi troppo annoiando chi legge e interrompendo il bel botta e risposta del forum.Enzima10, il tuo post é la dimostrazione di come si possono vedere le cose in modo diametralmente opposto a seconda del tifo. Ma senza offesa, lo dico sia per te, interista, quanto per me, milanista. Pensa un pò che io volevo scrivere esattamente il contrario di quanto scritto da te! Perché se parliamo dei soli allenatori la tua obiezione può anche starci, ma se allarghiamo il discorso alle squadre per me il discorso si rovescia completamente. L’inter nonostante qualche episodio favorevole, qualche vittoria risicata, il gioco non certo entusiasmante, viene descritta sempre e comunque come la squadra più forte, quella che vincerà, quella irraggiungibile per chiunque. Le 1000 discussioni su Specialone sono solo un esercizio dialettico finalizzato a prevedere quanti punti di vantaggio sulla seconda avrà alla fine del campionato e poter così sancire definitivamente se ha vinto con più margine lui o Mancini. Il Milan invece vince solo con i rigori (tutti inventati, ci mancherebbe!) le espulsioni (tutte ingiuste ovviamente!) e addirittura viene tenuto in vita dal sistema. Le partite ottimamente giocate contro Inter, Lazio e Lecce non fanno testo, il fatto che il Chievo in svantaggio dal 15′ abbia fatto 1 tiro in porta é irrilevante, che il Milan senza quei rigori avrebbe perso o pareggiato le ultime 4 partite casalinghe é un fatto certo e insindacabile…
19 novembre 2008 14.59
Ayron ha detto…
Questo post è stato eliminato dall’autore.
19 novembre 2008 15.00
jeremy ha detto…
Volevo segnalarvi che da oggi si parlerà di QPR che ha un nuovo tifoso perchè il piu forte regista della storia del calcio è il nuovo manager. Grande Paulo Sousa, facce sogna!!
19 novembre 2008 15.59
kalz ha detto…
@jeremy, ti manda Briatore?
19 novembre 2008 16.39
gareth ha detto…
@Ayron: secondo me la presunta superiorità della rosa dell’Inter è stata molto pompata in passato per sminuire i meriti di Mancini, ed è in parte ancora pompata per sminuire quelli di Mourinho, mica per far contenti i tifosi interisti!@Jeremy: mi unisco al tuo augurio, un po’ perché Paulo Sousa è stato una mia grande passione sia dal punto di vista calcistico che per la grande intelligenza del personaggio, un po’ perché il QPR è la squadra di uno dei miei più cari amici (non si tratta di Briatore, purtroppo!)
19 novembre 2008 17.04
eltopo1971 ha detto…
la rosa dell’inter è anche pompata per garantirsi un alibi in caso di non vittoria: “c’erano quelli che erano imbattibili”.. analogamente se l’inter non vincesse sarebbe quella che non ha vinto pur essendo strafavorita e i suoi demeriti sarebbero amplificati..
19 novembre 2008 17.48
clinter ha detto…
Ayron, delle partite che hai citato, ho visto il derby, Lecce e Chievo. Solo nel derby ho visto veramente un bel Milan, purtroppo per me. A Lecce la tua squadra ha a lungo comandato il gioco ed ha avuto più di un’occasione, come è logico che sia, ma nelle uniche due sortite dei salentini, tal Giacomazzi ha sbagliato un gol a porta vuota e tal Esposito(me par) ha uccellato la difesa milanista.Ora, certo non è fortuna beccare gol al 90′, ma non ti viene il sospetto che sia un demerito della tua difesa? Le partite mica si assegnano ai punti. Col Chievo poi, ho visto tanto possesso palla, ma finchè non è entrato Pato, poca incisività. Se giocar bene significa tenere la palla, allora il Milan ha giocato bene, se significa finalizzare in rete, allora ha lasciato a desiderare. Si parla tanto di gioco, ma se non inventa qualsosa Kakà, non è che si vedano trame proprio travolgenti. Ma forse ho gli occhi foderati di nerazzurro.
19 novembre 2008 17.50
eltopo1971 ha detto…
l’anno scorso l’inter ha ricevuto rigori in partite in cui esercitava una costante pressione sull’avversario.. non dico che si trascorresse in media un quarto d’ora a partita nell’area avversaria, ma comunque ci si entrava spesso.. e dai dai il rigore poteva scapparci.. invece le partite che mi descrivono del milan (parlo per sentito dire) sembrano essere caratterizzate da un gioco stentato in cui la squadra mette insieme qualche mezza occasione a partita.. e in queste mezze volte in cui si presenta in area pare che debba per forza scapparci il rigorino..però, ripeto, io non le vedo le partite del milan.. per cui ditemi voi..
19 novembre 2008 18.01
clinter ha detto…
Eltopo, ti hanno raccontato male.Quando non gioca in contemporanea con l’Inter, io le partite del Milan le guardo. Ho visto Napoli, Lecce e Chievo. Lunghi periodi nella metacampo avversaria il Milan li fa, ma fatica, secondo me, a finalizzare. A volte è questione di sfortuna, a volte insufficienza della punta di turno. Come già detto il miglior Milan l’ho visto nel derby, probabilmente perchè con squadre di pari livello i funamboli milanisti hanno più spazio e fan valere le loro doti tecniche.A mio modestissimo avisso il pacioccone dovrebbe decidersi, ache lui, a giocar con due punte.
19 novembre 2008 18.13
lizardking66 ha detto…
Ciao Stefano mi scuso in anticipo se il mio commento magari non c’entra molto con gli argomenti attuali del muro, comunque dovendo commentare più di un tuo post ho pensato di intervenire sul muro. Innanzitutto sono totalmente d’accordo con te su Sandri, su Mancini e Mourinho non mi esprimo per non sbilanciare ulteriormente il forum sul nerazzurro, mentre mi sono commosso di fronte alla commemorazione della USFL. Avrei voluto partecipare alla presentazione, più che altro perchè adoro il Beck. Sul sondaggio credo che il muro dovrebbe andare avanti così, i non interisti arriveranno (o torneranno) e si parlerà non solo di Inter. Un’ultima osservazione, mi spiace per la Settimana ma contando il numero dei tuoi post e considerando che sono un tuo estimatore, onestamente preferisco indiscreto.
19 novembre 2008 23.19
eltopo1971 ha detto…
clinterallora mi hanno raccontato bene.. stazionare nella metacampo altrui non vuol dire essere pericolosi.. inter udinese è stata una partita del genere e infatti non avevi mai la sensazione che il risulatato poteva sbloccarsi da un momento all’altro.. anzi, era una supremazia del tutto sterile.. proprio quelle sono le partite da sbloccare col rigorino..
20 novembre 2008 9.55
Ayron ha detto…
Gareth: a mio modesto parere ques’anno la rosa del Milan può essere al livello di quella dell’inter, negli anni di Mancini sicuramente no.Eltopo1971: dalle parole di Galliani fino ad oggi non mi sembra si possa dire che cerchino alibi. Sullo scudetto é stato fin troppo chiaro.Clinter: su Lecce non concordo, ho detto che secondo me abbiamo giocato bene perché a differenza di altre partite in difesa abbiamo concesso proprio poco. Come giustamente é stato già dibattuto sull’ex-muro prendere gol al 90′ non é poi troppo diverso che prenderlo al 10′, anzi, é un’aggravante. Però le occasioni da te citate vengono da palla inattiva (una nostra, inspiegabile, pecca) mentre quelle paurose ripartenze degli avversari che ci hanno rovinato col Bologna, per esempio, non ci sono state. Anche in attacc
o, pur avendo una cronica lentezza di gioco, io ho visto belle occasioni e manovra più fluida rispetto ad altre partita, sempre considerando che si giocava contro una squadra arroccata in difesa. Col Chievo invece abbiamo concesso molto di più in termini di possesso palla e solo la pochezza dei clivensi ha creato pochi grattacapi in difesa. Che poi il possesso palla, la manovra ragionata e di conseguenza la poca velocità di azione siano il marchio di fabbrica di questa squadra é indubbio. Affrontando sempre le difese schierate difficilmente troviamo spazio per il tiro da fuori o per il cross dal fondo, però in area avversaria ci entriamo eccome. Parafrasando Eltopo1971 io la sensazione che il risultato potesse sbloccarsi da un momento all’altro l’ho avuta eccome! Poi certo, un rigore inventato al 15′ ha placato la necessità di sbloccare il risultato. Qualcuno in tutto questo ci potrà vedere una supremazia sterile, e delle volte é stato certamente così, io invece considerando anche che la qualità davanti quest’anno é molto aumentata ci vedo più la volontà di controllare il gioco e di voler andare a botta sicura. Insomma, non tante occasioni, poche ma buone.
20 novembre 2008 10.53
clinter ha detto…
Ayron, tutto sommato le nostre analisi non mi sembrano molto distanti. Al di là degli sfrucugliamenti reciproci, dovuti al tifo, uno sforzo di obiettività dovrebbe portare ad evidenziare che le cosidette ‘piccole’ son diventate ostiche per tutte le ‘grandi’. Se gli spazi si intasano hai voglia a tenere palla(riferito a tutte), solo il gesto tecnico del singolo dà quel quid per segnare. Concordo sull’equipollenza selle due rose; Inter meglio in difesa, Milan meglio(molto) sulla trequarti.A mio parere.
20 novembre 2008 11.07
spike ha detto…
Dipende da che si intende per piccole. Il Genoa, a meno che non costretto, non fa barricate. Il Toro non fa barricate (per questo ne ha prese tre con noi). Contro le squadre che si chiudino l’Inter di Mancii era perfetta: possesso palla, potenza e forza fisica. il bunker reggeva 1 ora, ma alla fine crollava. Il Milan (e non da ora) fa fatica perchè non è potente (per questo Borriello per loro è fondamentale), l’Inter di quest’anno fa fatica perchè…lasciamo perdere che non voglio riaccendere polemiche 🙂
20 novembre 2008 12.15
Ayron ha detto…
Clinter: Assolutamente concordo. Quello che era mia intenzione precisare é che quest’anno, a differenza degli anni passati, il Milan mi pare più presente proprio in quei quid da te citati per segnare. Vuoi perché Borriello ha caratteristiche che non avevamo, vuoi perché Predator sta dando il suo apporto, vuoi perché Pato dà segnali di risveglio incoraggianti. Insomma, contesto quanto detto da altri che siamo “in vita” solo perché ci tengono in vita i rigorini gentilmente concessi (che purtroppo ci sono, sono il primo che vorrebbe sapere dove potremmo essere senza…). Che poi il Milan non corra veloce, non crei 100 occasioni da gol a partita, non vuol dire necessariamente che giochi male.
20 novembre 2008 14.37
Tani ha detto…
“I giocatori aprano le porte degli spogliatoi e diano un contributo di disponibilità, oltre a quello economico già in atto, alla ricerca sulla sclerosi laterale amiotrofica. E’ bene aprire i ritiri e dare tutte le possibilità ai medici di agire. Il nostro sport dà un contributo di visibilità alla ricerca: sarebbe bello accertare una volta per tutte che questa non è la malattia del calcio”-Demetrio Albertini. Intanto, Albertini in quegli spogliatoi ce stato, e per parecchi anni. Perché non comincia lui a dirci se durante quegli anni ha visto cose strane?
20 novembre 2008 17.52
jeremy ha detto…
Tani (dove stavi??) ti rispondo io con una massima: è facile parlare quando si rischia il proprio. Non mi hai capito? Traduco: siamo tutti ricchioni con il culo degli altri!!!
20 novembre 2008 18.00
jeremy ha detto…
…quando NON si rischia….Pardon
20 novembre 2008 18.12
spike ha detto…
Introduco un argomento diverso dalle solite discussioni sulle “strisciate”. Sarkosy, vuole creare un organismo UE di controllo dei bilanci dei club. La base di riferimento sarebbe l’analogo (molto efficiente) ente francese.Ovviamente l’ipotesi non è del tutto disinteressata.Uno dei motivi per cui i club francesi non sono competitivi in Europa, è che li trucchi finanziari e i debiti li stangano (per info chiedere all’OM).Altro che dilazione alla Lotito. Ovviamente Gb Ita e Spa non sono d’accordo sia per i soliti motivi nazionalistici (e quindi idioti) sia perchè perderebbero il chiaro vantaggi
o che hanno. Per non parlare di UEFA (platini che ne pensa?) e Fifa. Stefano hai seguito la faccenda? che ne pensi?
20 novembre 2008 18.47
jeremy ha detto…
Spike, se si muove Sarkozy puo essere una cosa seria, ma resta comunque un’ipotesi molto lontana nel tempo. Certo se poi fanno “pressione” su bruxelles puo esserci un sorpresone mica da ridere.
20 novembre 2008 19.38
spike ha detto…
jeremy, la sensazione è che o si fa entro dicembre, o non si fa più. Mi piacerebbe sapere che ne pensa Platini (non tutti i club uefa sono nella ue).Le società ne guadagnerebbero. Se tutte costrette a guardare al bilancio, si ridurrebbero i costi. Certo, andrebbero regolamentati anche i casi come quello del Real Madrid (il mega aiuto di stato che lo salvò), ma un passo alla volta.
21 novembre 2008 9.55
Nick ha detto…
A me sembra una fantasia irrealizzabile…troppi interessi, troppi Stati coinvolti.Affascinante, ma l’unica strada per vederla applicata è un gruppo di privati che si diano regole proprie.La NBA funziona così, ma per parlare di Superlega non c’è certo bisogno di Sarkozy…
21 novembre 2008 12.15
Franco Lampada ha detto…
Se è vero che il Manchester City ha offerto 75mln di euro alla Juve per Buffon, io fossi un dirigente bianconero glielo porterei là subito. .che ne dite?Voglio dire Buffon è il numero 1 e ha davanti ancora diversi anni di carriera, ma gioca in un ruolo che non è fondamentale (la serie di vittorie Juventine è arrivata con..Manninger!!). Con 75 mln si ripagano quasi in toto lo stadio (tra l’altro dalle prime immagini sembra affascinante..), e possono comprare giocatori in ruoli chiave. Voglio dire se ne offrissero 70 per Kakà o Ibra ci penserei dieci volte fossi un dirigente, per Buffon no.
21 novembre 2008 14.39
eltopo1971 ha detto…
Francolampada su buffon d’accordo con te.. sempre stato del parere che è meglio fare una squadra più forte, il che mi consente di avere un portiere semplicemnete affidabile anzichè un fenomeno.. rinforzo centrocampo e difesa e arriveranno meno tiri a porta.. insomma, lo venderei di corsa e mi rinforzerei gli altri reparti.. anzi, fessi quelli il manchester city..
21 novembre 2008 14.59
jeremy ha detto…
Piange il cuore, ma sono d’accordo. Con quella cifra ci compriamo due super. E Buffon prende 15 mln netti l’anno!!! Ragazzi, è come l’offerta per Zidane: non puoi rifiutare se vuoi ricostruire uno squadrone da subito. Non so, mi piangerebbe il cuore comunque piu che per Zidane: Buffon è stato molto leale, l’unico che vendevi a peso d’oro dopo Calciopoli e non se ne andato. Sarei molto combattuto.
21 novembre 2008 16.00
Stefano Olivari ha detto…
Spike, del progetto francese come forse hai visto ha già parlato su Indiscreto Pippo Russo. Io del decoumento ho letto solo alcuni estratti, che mi hanno ricordato per certi aspetti le banalità della mitizzata commissione Attali: stadi di proprietà, vivai, fidelizzazione del pubblico, distribuzione dei diritti televisivi, eccetera. Il problema centrale è che non ci può essere alcun controllo serio su un mondo i cui componenti rispondono a legislazioni (ed etiche) nazionali diverse.
21 novembre 2008 16.32
eltopo1971 ha detto…
jeremyma che lealtà, ma che peso d’oro.. non aveva mercato.. sennò se ne andava eccome e lo vendevano eccome..ma a chi?.. le grandi d’europa avevano tutti il posto occupato nel ruolo di portiere.. fatti due conti.. come tu lo sacrificheresti perchè il ruolo non è così fondamentale anche le altre non ci investirebbero tanto.. allora se devo spendere compro kaka o aguero.. tanto per sparare due nomi di gente decisiva..
21 novembre 2008 17.20
Straw61 ha detto…
a proposito di mercato Juve, Blanc: “Può sembrare strano, ma l’Inter è stato l’unico club che è venuto alla Juve a chiedere Ibrahimovic…”…o cacchio! e chi lo dice adesso a zio Fester ?
21 novembre 2008 17.58
Nick ha detto…
Quoto eltopo, anche se sembra assurdo è così: il Milan preferì (a torto) continuare a fidarsi di Dida, l’Inter preferì dare fiducia a Julio Cesar…all’estero neanche a parlarne.@Straw, l’Inter unico club che ha fatto un’offerta, l’Inter era su Ibra da dicembre, l’Inter ha strapagato i due….però gli juventini muovono accuse di scippo e i milanisti, chissà perchè, pure. Mah.
21 novembre 2008 18.05
L.Ferrari ha detto…
Su Buffon, se non ricordo male, al tempo della serie B pesava ancora la questione scommesse, per cui mi viene da pensare che un grosso ostacolo ad eventuali trattative potesse essere rappresentato dal fare un investimento importante e vederselo poi bruciato da un’eventuale squalifica.@Nick: da juventino non ho mai gridato allo scippo per Ibrahimovic e Vieira, era evidente che lo svedese (evidentemente consigliato dal procuratore, in puro Cannavaro-style ovvero “gioca da schifo e fatti vendere”) se ne volesse andare, però non mi pare sia stato strapagato…Curioso che squadre europee di livello abbiano speso vagonate di soldi per altri che sicuramente valgono meno e non abbiano provato a prendere lui, ma avranno avuto i loro motivi evidentemente (un allenatore a riguardo mi ricordo rispose che non gli andava di passare per sciacallo o roba del genere, chissà se lo pensa ancora…)
21 novembre 2008 19.01
jeremy ha detto…
Boh secondo aveva mercato essendo l’unico “giovane” della compagnia rimasta. Poi magari avete ragione voi e rotta per rotta è rimasto alla Juve prendendo due piccioni con una fava. Resta un giocatore ormai simbolo e venderlo è sempre un dispiacere. Per quella cifra pero non credo che qualcuno pianga piu di tanto.
21 novembre 2008 19.46
Nick ha detto…
Ferrari, per carità di Dio…Cannavaro giocava in una squadra di Serie A e giocava coscientemente male per essere ceduto a un’altra squadra di Serie A, consigliato non dai suoi procuratori ma dai dirigenti della squadra acquirente.Di Ibra si può dire al massimo che non aveva voglia (legittimamente secondo me, come Capello, Cannavaro, Zambrotta e compagnia) di giocare in Serie B.La Juve si è messa “in cassa” 40 milioni per la coppia Ibra-Vieira ai quali vanno aggiunti anche i due mega stipendi. Consideriamo che un conto è acquistare da una squadra di Serie A e un conto da una squadra di Serie B e consideriamo che Vieira non aveva tutto il mercato che (forse) poteva avere Ibrahimovic, che comunque non era l’Ibrahimovic dei giorni nostri.Aggiungiamo che Cobolli, Gigli, Blanc e Secco hanno sempre pubblicamente ringraziato l’Inter e Moratti per quella operazione.Il resto, onestamente, sono speculazioni basate sul nulla.Possiamo anche dire che Ibrahimovic valeva 100 milioni, ma ci doveva essere qualcuno pronto a tirarli fuori, quei 100 milioni.
21 novembre 2008 23.19
L.Ferrari ha detto…
Solo per precisare che l’Ibrahimovic del girone di ritorno del 2006 me lo ricordo bene: non so se sapesse già che sarebbe finito in serie B (in fin dei conti la triade Moggi, Giraudo e Capello stava già abbandonando la nave, magari puzza di bruciato dall’interno la si sentiva già…) o se lo facesse per ripicca per essere andato a batter cassa ed essersi sentito rispondere picche, ma giocò veramente in modo indisponente, proprio come chi è già in parola con qualcuno e vuol far scendere il prezzo del cartellino per spuntare un po’ di più sull’ingaggio. Per il resto va bene tutto, per carità, le valutazioni di mercato sono a volte incomprensibili (vedi alla voce plusvalenze ricavate da scambi di primavera sconosciuti) e su Vieira sono d’accordissimo che l’affare l’abbia fatto la Juve (poi se quei soldi non li spendi per Tiago e Poulsen magari è meglio…), ma che Ibra valesse meno di Tevez o Berbatov e quanto Anelka, boh…P.S: non prendere per oro colato le dichiarazioni di Cobolli, Blanc e Secco, in questi due anni penso abbiano detto tutto e il contrario di tutto a seconda di come tirava il vento…
22 novembre 2008 8.27
clinter ha detto…
La cruda verità è questa: se Ibra avesse continuato a giocare come negi ultimi mesi juventini, tutti sarebbero stati soddisfatti. E giù a ridere, per come il solito coglione Moratti si fosse fatto rifilare la solita sola. Siccome si è rivelato un giocatore con punte di rendimento eccellenti, ecco le accuse di sciacallaggio e quant’altro. L’entourage juventino e i suoi tifosi si devono rassegnare, non esiste un diritto divino per cui la squadra bianconera debba essere sempre e comunque ai vertici o per cui un suo giocatore non possa cambiare maglia. Premettendo che non mi riferisco agli juventini che scrivono su questo forum, l’arroganza da nobili decaduti di una parte del tifo bianconero ha,francamente, stancato. Se non vogliono, giustame
nte, che continuamente venga loro rinfacciata calciopoli, evitino di indicare,continuamente, nell’Inter la causa di tutti i loro mali.
22 novembre 2008 10.27
spike ha detto…
Stefano. Per me il cuore del progetto è il controllo dei bilanci in sede europea, con regole uguali per tutti e soprattutto stringenti. Per me non è accettabile che un Real Madrid sull’orlo del fallimento, venga salvato dalla municipalità di Madrid (con l’aiuto dell stato) e poi va a razzolare campioni magari desiderosi di giocare li perchè la moglie così è vicina la mare. E potremmo continuare con altre squadre, che poi si vantano dei loro successi.P.s.: letto l’articolo di Russo. Domanda: nel nuovo indiscreto si possono commentare direttamente gli articoli o vanno eventulamente commentati sul Muro?
22 novembre 2008 11.24
Stefano Olivari ha detto…
Spike, giusto il principio ma gli aiuti nazionalistico-elettorali ci sono dappertutto. Metà dei leggendari stadi inglesi di proprietà sono stati rifatti con denaro pubblico. Una soluzione potrebbe essere quella di centralizzare i pagamenti per i club da Champions League e di imporre un salary cap, ma ci sarebbe sempre il nero: in Italia c’è stato un attaccante che ha patteggiato per l’evasione di 42miliardi di lire della sua epoca pagando una multa di 3mila euro…Per i commenti vale la solita regola: per chi ha un sito-blog personale (Marco Liguori, Franco Rossi, Pippo Russo, eccetera) gradirei, perché mi sembra più corretto nei loro confronti (che ci/mi regalano il loro lavoro), che mail e commenti venissero mandati a loro o al limite scritti sul Muro, per i miei pezzi e per tutti gli altri originali di Indiscreto ovviamente il posto giusto per commentarli e criticarli è qui.
22 novembre 2008 11.37
Nick ha detto…
Ferrari, Ibrahimovic in quel periodo giocava male perchè non era nella mia squadra di Fantacalcio, semplicemente.Per il resto più o meno d’accordo (ma 3 anni fa il mercato soprattutto italiano era diverso dai 40 milioni per Berbatov, e ricordo tranquillamente amici juventini che esultavano perchè “40 milioni per quei due sono un affarone”)…non sulla conclusione. Il Quartetto avrà anche detto tutto e il contrario di tutto, ma sull’argomento-Ibra non c’è mai stata una voce fuori dal coro che riportavo prima…
22 novembre 2008 13.06
jeremy ha detto…
Signori, male malissimo di piu. E il risultato finale è l’ultima delle cose. E’ mancato l’atteggiamento e l’incisività giusta. Cosa che invece l’Inter ha avuto e per puro caso non ha concretizzato prima. Vabbe andiamo avanti ma ora 6 punti sono abbastanza. Mannaggia.
23 novembre 2008 0.12
campatelli ha detto…
Jeremy…nulla di nuovo da imparare nella partita di ieri…l’Inter ha giocato bene, forse,anzi senza forse, esagerata la definizione “partita meravigliosa”, Juve incapace di fare qualcosa di buono quando si spegne la luce dei pochi suoi solisti…a dimostrazione che c’è di base poco gioco e ci si affida più che altro all’estro di qualcuno.Stucchevole l’unico schema presente in attacco:una volta che un giocatore di fascia, che fosse Marchionni o Grygera prendeva palla, l’unica cosa che sapeva fare (diciamo..!) era crossare nel mezzo…alla viva il parroco…solo che se lì ci sono Samuel e Materazzi è dura.Stucchevoli anche le infinite discese sulla fascia Molinaro Nedved…tu la dai a me, io a te, tu di nuovo a me,io te la ridò, ma alla fine siamo sempre lì.Nemmeno nell’Inter grosse novità:Ibraimovic ha confermato che, nelle sfide che contano, il suo stupendo piede si traveste da ferro da stiro…Se quelle occasioni le avesse avute contro Empoli o Palermo o chicchessia, di certo le avrebbe realizzate:quando però la partita è contro Juve o Liverpool o Real quando era da noi, chissà perchè, si trasforma.Quelle di ieri sono molto simili a quelle avute l’anno scorso al ritorno con gli inglesi…che se segnate, avrebbero potuto riaprire la partita.
23 novembre 2008 10.48
spike ha detto…
la juve ci ha messo cuore e grinta, ma in questo momento non è al livello dell’Inter.Spezzo un lancia a favore di Campa. Stavolta Ranieri ha toppato. Una juve così alta ,contro un Inter che soffre gli spazi stretti e si esalta in contropiede, è stato un suicidio. Solo “piedone” Ibra ha evitato un passivo pesante. A proposito di Ibra. Anche contro le piccole sti goal li sbaglia. Fa goal fantasmagorici, ma lui e il portiere sbaglia. Mah… misteri del calcio
23 novembre 2008 10.57
campatelli ha detto…
Spike…è vero…un fuorigioco scriteriato o quasi.A volte credo che quest’arma sia attuata in nome del “non so nè leggere nè scrivere” per cui la adotto…mi spiego meglio…invece che curare in maniera più dettagliata i movim
enti difensivi individuali (magari nell’uno contro uno patisci) si preferisce fare questo movimento ed evitare il più possibile il contatto ravvicinato difensori- attaccanti.Però era proprio quello che cercava l’Inter…giocare raccolta dietro e approfittare di questo con il lancio lungo e verticalizzante.Se al posto di Ibra ci fosse stato Di Natale, ne avrebbe presi almeno 3 la Juve…Comunque questa tattica la Juve la adotta dallo scorso anno…
23 novembre 2008 12.19
Nick ha detto…
A parte che, come faceva notare spike, non sono certo questi i gol che Ibra segna contro le “piccole”.In ogni caso è strano che con un Ibra “ferro da stiro” e gli altri che “fanno solo numero” l’argentino rinnegato non l’abbia vista praticamente mai, e con lui i suoi sodali.L’apoteosi e stata vederli fermarsi aspettando il fuorigioco.Quanto era bello quando era possibile “pagare per vincere”, vero Ranieri?
23 novembre 2008 13.50
L.Ferrari ha detto…
La difesa così alta che la Juve utilizza da due anni secondo me è figlia di un centrocampo non proprio granitico e di un difesa che normalmente si coordina abbastanza bene come insieme ma difetta nelle situazioni uno contro uno negli spazi brevi, lacune che a volte sono rimediabili negli spazi larghi (vedi recupero su Stankovic); non so se la Juve francamente avesse altre opzioni valide. Piuttosto, sarà perchè tendo a preferire i campioni che decidono di farsi da parte quando ancora potrebbero dare qualcosa (meglio essere rimpianti che essere patetici), mi auguro (per la Juve e per lui) che a fine anno Nedved decida di dire basta, che a vederlo spaesato in cerca di spazi giacchè Maicon lo spazzava via solo con lo spostamento d’aria mi ha fatto sinceramente compassione. Va beh, speriamo in un buon risultato della Spal in quel di Legnano…
23 novembre 2008 14.03
francesco74 ha detto…
Onestamente mi sembra che voi Juventini siate un pò troppo duri con Ranieri. La squadra m’è sembrata solida, il fuorigioco (quasi sempre) ben fatto, poi ci sono limiti oggettivi ma la colpa più che di Ranieri mi sembra dell’anagrafe e di un budget limitato… Contro l’Inter di ieri in Italia poche squadre avrebbero perso solo per 1-0
23 novembre 2008 14.03
campatelli ha detto…
Nick…scusa, che vuol dire la frase “pagare per vincere”?Ed ancora…cosa c’entra Ranieri che è alla Juve solo dall’anno scorso?!
23 novembre 2008 14.11
spike ha detto…
rancesco. ranieri l’ho sempre difeso, ma irei prorpio non si può. Solo Ibra, fuorigioco sbandierati alla come viene (ti può andar bene, come ti può andar male) e un Chiellini monumentale hanno impedito una brutta piega la match. Mi piacciono i tecnici pragmatici. L’Inte rsoffre le difese chiuse? allora vai di catenaccio e contropiede. Francamente l’atteggiamento juventino ieri ci ha facilitato il compito
23 novembre 2008 14.19
Nick ha detto…
Campa, era un riferimento alle parole di Ranieri prima della partita (“pagherei per vincere”)
23 novembre 2008 14.35
giacomo ha detto…
Inter/ da quanto tempo l’Inter non subisce in campionato un tiro pericoloso che provenga da un’azione avversaria e non dagli sviluppi di un calcio piazzato ? Secondo me la difesa dell’Inter è mostruosa, anche in Cl fatta salva la scenetta da Ridolini a Cipro. Contro i gobbi poi non hanno concesso nemmeno una punizione dal limite, che poteva essere pericolosissima, difendendosi con grande abilità e precisione.
23 novembre 2008 23.12
Nick ha detto…
Giacomo, il salto di qualità che fa fare Samuel (da sempre, mica da oggi) è una delle cose che sono passate più inosservate negli ultimi anni di Inter.
23 novembre 2008 23.38
< a href="http://www.blogger.com/profile/15973800356341133152" rel="nofollow">kalz ha detto…
Ieri sera ho visto il Milan. In estrema sintesi. Regole attuali alla mnao, il rigore del Toro non c’era, quello sul tiro di Ronaldinho sì. Nel secondo tempo il Milan ha subito troppo il Toro. Morale della favola: pareggio giustissimo.
24 novembre 2008 8.47
gareth ha detto…
Scusa kalz, quali “regole attuali” hai (per l’appunto!) “alla mano”? Le regole non sono affatto cambiate, e stando alle regole quei due episodi sono due rigori: in entrambi i casi le braccia sono larghe e c’è la volontarietà di incrementare la possibilità di essere colpiti dal pallone. E’ secondo le nuove, deliranti interpretazioni di Collina (delle quali non trovo riscontro in alcun documento ufficiale della FIFA) che quello di Kaladze non è rigore.
24 novembre 2008 9.27
Nick ha detto…
Concordo con gareth…”regole attuali alla mano” sono entrambi rigori. Anche perchè per il fallo di mano in area non conta affatto la volontarietà (volontarietà che, in ogni caso, è assente da entrambi gli episodi…Ronaldinho è a meno di 2mt da Pratali).Se poi Collina l’anno scorso si sentiva in diritto di sparare cazzate non è colpa di nessuno. Persino Casarin, che l’anno scorso uscì fuori con l’indimenticabile teoria del “tocco prevalente”, ha ammesso che sta storia non sta scritta da nessuna parte.
24 novembre 2008 9.37
spike ha detto…
Le regole non sono cambiate. Può farlo solo il board coi vecchi saggi anglosassoni. Ci sono solo state un’alluvione di interpretazioni che hanno confuso solo le cose. La volontarietà nel fallo di mano conta (i volumi, le estensioni ecc le lasciamo volentieri ai moviolisti a comando), per cui nessuno dei due è rigore.
24 novembre 2008 9.58
spike ha detto…
qualcuno sottolineava l’importanza di samuel. Concordo. Dato ciò, bisogna dire che il Mancio (senza samuel e ibra per un giorone), ha fatto un capolavoro. E poi c’è ancora chi dice che è un mezzo allenatore…
24 novembre 2008 10.01
Nick ha detto…
Spike, il Mancio ha vinto uno scudetto con Rivas, Pelè e Balotelli a fare l’asse della squadra.Due primavera e uno che neanche lui sa come è stato tirato fuori dalla Colombia…
24 novembre 2008 10.10
kalz ha detto…
@gareth, il riferimento era proprio all’interpretazione di Collina, che non so se abbia valore ufficiale o meno. La cosa non mi appassiona per niente e mi interessa ancora di meno. Il succo della partita resta che il pareggio era sacrosanto. Il resto è fuffa.
24 novembre 2008 10.33
fabioalessandria ha detto…
Scusami kalz, non ho capito la logica del tuo intervento. Cioè il rigore per il milan era nettissimo e sul vantaggio acquisito avrebbe chiuso la gara, quello del toro era dubbio (anche se a velocità normale è rigore tutta la vita e io l’avrei dato…) e quindi è giusto il pari? Concedere palle gol non vuol mica dire lasciar segnare, o no? 🙂
24 novembre 2008 10.42
Angius63 ha detto…
Kalz. quindi visto che il pareggio era scarosanto (son d’accordo anch’io, il toro nella ripresa ci ha messo sotto) mandiamo affanculo il regolamento e decidiamo le parite ai punti. Facciamo come la boxe, durante lo svolgimento tre giudici aggiornano il punteggio ed alla fne vediamo chi vince. Il regolamento esiste e va applicato, si dice sempre che tra gli arbitri non c’è uniformità di giudizio, bene,ieri sera l’uniformità è mancata anche tra Farina e.. sè stesso. P.S. Ai punti finora il Milan avrebbe tre punti in più, quelli col Bologna, considerando compensate tra loro le partite con Atalanta e Lecce.
24 novembre 2008 11.01
Nick ha detto…
Angius, facciamo che consideriamo azzerate anche Samp e Torino? 😀
24 novembre 2008 11.04
Franco Lampada ha detto…
@Gareth e NicK: giustissimo, Samuel è veramente di un altro livello e con lui anche Materazzi ha giocato come non faceva da tempo.Detto questo il girone di ritorno interista dello scorso anno è stato un disastro: il MAncio si è barcamenato appena al di sopra della sufficienza con giocatori cotti e nuove leve: oh poi se Ibra non rientrava a Parma magari lo scudetto volava a Roma..Sul Milan: forse la teoria che gli errori a fine anno si compensano non è del tutto sbagliata..Ieri inspiegabile la differenza di giudizio su due episodi sostanzialemente uguali..Ribadisco la mia teoria: con Dinho in campo, Kakà rende la metà..
24 novembre 2008 11.10
Angius63 ha detto…
Nick, furbacchione, ho capito dove vuoi andare a parare. Sui rigori al Milan mi sono già espresso, vedi Muro sulla Settimana Sportiva.Rigore Samp:50/50, Sigore Siena: netto, rigore Napoli: inesistente, rigore Chievo: fuori area ma sfuggito a tutti, quindi errore, comprensibile ma errore.
24 novembre 2008 11.14
kalz ha detto…
Non continuo nel dibattito per manifesto disinteresse. Ormai in Italia il calcio appassiona solo per gli episodi vivisezionati per ore e per giorni dalle varie moviole che accendono discussioni senza fine. Per le regole e regolette, applicate o non applicate. Per le sentenze, per i ricorsi al Tar. Scusate, ma trovo tutte queste cose noiosissime. Buon proseguimento.
24 novembre 2008 11.52
Dane ha detto…
Nick, fai confusione (sicuramente involontariamente…).L’unico caso in cui il regolamento prevede ancora la volontarietà in caso di falli in area di rigore è proprio il fallo di mano, nel qual caso non vale il concetto del “danno procurato” (bisognerebbe spiegarlo anche a Mazzoleni, che ieri a TL sbraitava come all’oratorio “ha comunque interrotto l’azione…”).Non solo, ma quello del braccio lontano dal corpo non è esattamente una regola ma piuttosto un indirizzo (come la norma del vantaggio, che regola scritta non è…): con le braccia adese al corpo si presume che il giocatore voglia evitare il contatto, con le braccia larghe si deduce che il giocatore voglia diminuire lo specchio della porta.Detto questo, ed entrando nello specifico, come per il gol del derby le azioni vanno valutate a velocità normale. Perchè al rallenty è evidente come Kaladze sia in movimento verso sinistra e, per questo movimento, il braccio si muova e si trovi staccato dal corpo quando il pallone gli sbatte contro dopo aver rimbalzato contro la coscia. Ma a velocità normale, proprio per il movimento che fa Kaladze, l’impressione è proprio quella di una parata vera e propria. Chiunque avrebbe fischiato il rigore.Ma allo stesso modo, è vero che Pratali è a due metri da Ronaldinho, ma è altrettando vero che senza aver bisogno di movimenti laterali, il granata affronta il brasiliano frontalmente e con le braccia spalancate come un cestista che pressa l’avversario sulla rimessa in gioco: in quella postura da Fantasma Formaggino, è fatale che il pallone gli sbatta contro. Rigore netto anch’esso, e mi chiedo il perchè del mancato fischio.Forse Berlusconi questa domenica s’è dimenticato che il primo punto del programma di Forza Italia è far vincere lo scudetto al Milan?!
24 novembre 2008 12.01
fabioalessandria ha detto…
Concordo in pieno con Dane e ribadisco che il rigore di Kaladze io l’avrei dato perché a velocità normale sembrava una parata… io l’ho visto al terzo replay che la palla gli era andata prima sullo stomaco. Cmq ribadisco che le occasioni del Torino, su cui il Milan ha ballato come sempre (basta lanciare lungo e non ci sappiamo difendere, mica ci vuole un genio…) sono venute tutte dopo che la partita poteva essere chiusa sul tre a uno con un arbitro decente, perché il fallo di Pratali è davvero facile da vedere prorpio per la postura da playground. Dopodiché se il buon kalz discute solo con chi gli dà ragione mi spiace, ma sopravviverò.
24 novembre 2008 12.37
dag_nasty ha detto…
concordo con Kalz, l’Italia è l’unico paese del mondo dove le discussioni calcistiche vertono principalmente sugli episodi “arbitrali”. Perfino in un sito di taglio intelligente e mai banale come questo. Peccato, perchè il calcio ha di molto meglio da offrire. Quanti danni avete fatto Dotto, Pistocchi e Longhi!
24 novembre 2008 12.41
jeremy ha detto…
Dag, credo che il moviolista esista solo in Italia come figura professionale (??
?)e giornalistica(????????????????). Non ho avuto il piacere di vedere nulla di moviola RAI o Mediset o Tv locali. Sempre piu convinto di farmi l’abbonamento a Premium, cosi finita la partita della Reggina o della Juve guardo gli highlights e chiudo la mia dose domenicale di calcio, senza dovermi sorbire le mostruosità RAI per vedere i gol.
24 novembre 2008 12.53
kalz ha detto…
@jeremy, io ho Premium. Ieri sera alla fine della partita nel giro di un quarto d’ora mi sono visto gli highlights di tutte le partite. Poi ho girato sulla DS e Controcampo e stavano facendo le moviole, poi hanno comiciato a discutere delle moviole. Sono andato a bere, torno e stavano ancora parlando delle moviole. Sono andato in bagno, torno e parlavano delle moviole. C’è voluto Ancellotti per sentire dire che il Milan nel secondo tempo aveva gestito male la partita e subito troppo il Toro. Gli “opinionisti” in studio non lo hanno manco sentito e si sono rituffati a discutere delle moviole. Che bello! Ad agosto ero a Londra quando è cominciato il campionato. Alla sera ho seguito i servizi alla Tv. Non so come si dica moviolista in inglese, ma tanto non mi sarebbe servito a niente 🙂
24 novembre 2008 13.06
Dane ha detto…
Sono d’accordo col PierForumista, in Italia si parla troppo di moviola. Discorso a parte per questo forum, perchè se per un mese taluni parlano di rigori atti a far vincere il Milan, non si può evitare di tornar sull’argomento dopo che in un week-end, grazie a due rigori negati (doverosamente divisi tra sabato e domenica), la squadra del (teorico) Capo finisce a tre punti dalla prima.Tornando al calcio, ho visto il derby meneghino, ho visto Inter-Juve, ho visto Torino-Milan e devo dire che in tre non fanno una squadra seria. Una ha il fisico, l’altra ha la tattica, l’altra ancora la tecnica, ma non c’è n’è una che abbia un buon compromesso tra le tre variabili. E l’unica volta che Mourinho parla con cognizione di causa ci si scopre tutti patriottici. Contenti loro..
24 novembre 2008 13.16
campatelli ha detto…
Alla fine cosa ha evidenziato questa giornata?Cose già viste…Ranieri al momento del dunque viene meno…novembre e dicembre sono i mesi bui delle squadre di Marino e Delio Rossi, al contrario la Roma ora inizia a volare. Le squadre di Ancelotti fanno sempre fatica contro le piccole…hanno troppa difficoltà a sbloccare la partita…e se lo fanno, sono maestre nel farsi raggiungere alla fine…i 4 punti persi contro Lecce Torino sono pesantissimi. Forse non è un caso se Ancelotti ha vinto un solo scudetto in carriera…forse non era sempre per colpa degli altri.Alla fine il calcio è un ripetersi di situazioni già viste…
24 novembre 2008 13.33
spike ha detto…
Dane (bentornato), su sabato sarebbe troppo facile rispondere. Meglio non accendere polemiche. Dico solo che questo è il secondo Inter-Juve, da 10 anni a questa parte, dove l’arbitro può anche sbagliare, ma il metro è lo stesso e si vede.Sui rigori dati al milan, penso che mi darete atto d’averli sempre catalogati alla voce kulovic. Stavolta è andata male. nessuno dei due era rigore, da regolamento.Del resto basta giocare a calcio un po’ per capire che se un giocatore ti punta, devi stare col baricentro basso e le braccia come le aveva Pratali, per poter cambiar rapidamente direzione. Se qualcuno di voi ci riesce con le braccia dietro (come diceva ieri quel genio di Tombolini) o solo aderenti al corpo, è un mostro (atleticamente parlando)
24 novembre 2008 13.42
Dane ha detto…
Campatelli, sembri il Cardinal Ruini, ripeti sempre le stesse cose. Ma che doveva fare Ranieri sabato?! La partita di sabato ha dimostrato che nella Juve non c’è un solo giocatore che giocherebbe titolare nell’Inter, mo’ la colpa è di Ranieri?! La Juve è una squadraccia, che per un mese ha vissuto di rendita di un paio di colpi del vostro kicker: avete vinto contro un Real che fatica a battere il Recreativo Vuelta, davvero pensavate di far lo stesso contro l’Inter?! E se non ci siete riusciti è colpa di Ranieri?!Se permetti sono Nedved e Del Piero che al momento del dunque non si dimostrano all’altezza. Ranieri ha cercato di imbrigliare l’Inter e per 70 minuti c’era pure riuscito (anche se quella difesa a metacampo l’avevo battezzata dopo 5 minuti, mio suocero è testimone, anche se poi è stata graziata dal solito Pallone d’Oro Virtuale…).E se il Miolan fatica contro le piccole non è certo colpa di Ancleotti: il Milan è una squadra da smoking, contro le piccole servono operai che facciano rifiatare i big e difensori che tengano il risultato. Ma se l’Inter vede il rientro di Samuel e il Milan quello di Maldini, che colpe ha Ancelotti?!… Ancelotti voleva un difensore forte e gliene han preso uno bravissimo ma infortunato, voleva un centravanti tosto e gli han preso Borriello (che è sempre infortunato) e Dinho (che gioca da fermo). Ma che deve fare Ancelotti, entrare in campo e segnare lui da 40 metri come quando era giocatore?!…Ma davvero tu pensi che con Lippi in panchina Milan e Juve avrebbero tutt’altra classifica?!…Ah, già, contro gli Dei dell’Olimpo ha battuto il record di Pozzo…
24 novembre 2008 13.46
campatelli ha detto…
Dane…io sono convinto delle cose che scrivo…mica cambio opinione per mezzo mese fatto bene…Su Ancelotti è evidente il motivo del perchè le sue squadre facciano tanta fatica contro le piccole…è dovuto al modo di giocare…Predilige il fraseggio, il gioco rasoterra, raramente il Milan crossa, ma quando trova squadre chiuse questo cercare di andare in rete “pallone e tutto”, spesso non paga.Non c’entra nulla il fatto che ora non abbia un attaccante vero ecc…anche alla Juve era esattamente così…è un fatto intrinseco, di costruzione, di modo di intendere il calcio.Vai a rivederti le partite nelle quali la sua juve perse i campionati…1-1 in casa con il Brescia, 0-0 con il Lecce e tante altre…Altre squadre, come quelle di Capello, Lippi o ora Mourinho, sono più esplosive, più votate al contropiede, con 3-4 tocchi arrivano in porta…Non è facile per nessuno attaccare una squadra che si difende in 10…
24 novembre 2008 13.58
Angius63 ha detto…
Dane, secondo me alcune colpe per il risultato di Torino-Milan Ancelotti ce le ha: 1 – Dopo 10 min della ripresa, visto come andava la partita, Pirlo andava sostituito con Flamini perchè, comprensibilmente, non ne aveva più ed i grananta sfondavano sia a sinistra che al centro e Gattuso non poteva certo sdoppiarsi.2 – Inutile inserire Sheva quando il Torino, raggiunto il pari, è tornato a chiudersi. Meglio inserirlo quando si poteva tentare il contropiede che avrebbe chiuso la partita, col terzo gol.Nelle interviste del dopogara il buon Carletto dice: “Bisognava estire meglio la partita nel secondo tempo”. Giusto, ma non è uno dei compiti dell’allenatore capire l’andazzo della partita ed agire di conseguenza?
24 novembre 2008 14.08
eltopo1971 ha detto…
che ci fai col contropiede contro una squadra chiusa in 10 in difesa?
24 novembre 2008 14.18
jeremy ha detto…
Ranieri ha fatto due soli errori: non aver messo Camoranesi dal primo minuto e aver sostituito Amauri con Iaquinta. Con il primo forse avremmo costruito qualcosina in piu (magari cercando qualche punizione al centro)con qualche tiro pulito(che tristezza non aver fatto nemmeno un’azione seria negli ultimi 20 metri…); in svantaggio almeno giocatela sul mischione finale, tanto persa persa potevi mettere 3 punte nel finale. Per il resto impsotare la squadra corta non è stato un errore e anche giocare sul fuorigioco. Se poi non lo sai fare e dormi guardando Ibra che tira, Ranieri colpa poco.
24 novembre 2008 14.20
eltopo1971 ha detto…
scusa jeremy, ma impostare la suqdra su di un qualcosa che non sa fare è di per sè un errore..
24 novembre 2008 14.22
Angius63 ha detto…
Eltopo, il contropiede il Milan lo poteva tentare, e un paio di volte l’ha fatto, finchè era in vantaggio. In quella fase il Torino non era chiuso in 10 in difesa.
24 novembre 2008 14.30
jeremy ha detto…
Eltopo, evidentemente era l’unico modo per non farsi schiacciare in maniera sistematica. E rischi con il fuorigioco. Se poi dopo aver recuperato palla non costruisci un cazzo, l’unico risultato possibile è lo 0-0. Non siamo andati tanto lontani da questo risultato…..:-))
24 novembre 2008 14.30
eltopo1971 ha detto…
angius 63ma non si parlava delle difficoltà di sbloccare il risultato contro le piccole chiuse?
24 novembre 2008 14.36
eltopo1971 ha detto…
jeremyperchè, anche farsi schiacciare e recuperare palla per poi darla a del piero che magari ti innesca iaquinta? forse conveniva giocare dall’inzio con del piero e iaquinta?..
24 novembre 2008 14.39
Angius63 ha detto…
Eltopo, ma ieri il risutato era stato s”sbloccato”, sotto forma di rimonta. Perchè cercare le contromosse all’azione avversaria se non, ripeto, in un paio di situazioni?
24 novembre 2008 14.43
clinter ha detto…
Scusate, il mio,televisore deve essere guasto, perchè io il Torino chiuso in 10 in area non l’ho visto o se l’ho visto, l’ho visto per 10 minuti 10, dopo che è passato in vantaggio. Sempre sul mio particolarissimo TV, la partita s’è trascinata stancamente fino al gol di Stellone, da quel momento, fino alla fine del tempo,s’è visto un buon Milan. Nel secondo tempo ho visto uno sprazzo di Pato e poi, gradatamente, il Torino ha preso campo, creando qualche grattacapo a una squadra che non riusciva a ripartire. Quindi il discorso delle squadre chiuse è valido in assoluto(per tutte), ma non per la Torino-Milan. Sui rigori c’è da dire che, a velocità normale, l’interpretazione dell’arbitro poteva esser corretta, alla moviola la decisione avrebbe potuto essere inversa. Insisto comunque che i campionati non possono essere decisi dai rigori, dati o non dati. L’unica decisione di Farina che m’è parsa ineccepibile è l’ammonizione a san-Kakà, che ha sempre di più il piedistallo di gelatina, nei pressi delle aree di rigore.Ma son sicuro che troverò uno stuolo di sumizzati e non pronti ha giurare che il fallo, ove ci fosse, iniziato a metàcampo s’è concretizzato in area. Sul presunto rigore non assegnato sabato alla Juve è utile discquisire tanto quanto del sesso degli angeli: per i non interisti Marchionni è stato travolto, per gli interisti il contato è stato minimo e non tale da far svenire ilbianconero. Certo è che, rigore o no, un tiro serio in 90 minuti è un pò poco.
24 novembre 2008 14.45
eltopo1971 ha detto…
Angiu63scusami se non s’è capito, ma io rispondevo alla seguente frase di campa: “Altre squadre, come quelle di Capello, Lippi o ora Mourinho, sono più esplosive, più votate al contropiede, con 3-4 tocchi arrivano in porta…Non è facile per nessuno attaccare una squadra che si difende in 10…”
24 novembre 2008 14.47
Angius63 ha detto…
Clinter, tanto per cambiare sono completamente d’accordo a metà con te. Il Torino si è chiuso solo dopo il vantaggio e solo un errore del difensore che per bloccare Kakà (credo) al centro tiene in gioco Pato ha permesso al papero di entrare in area. Per questo sono un po’ incazzato, perchè una volta che possiamo giocare in contropiede con tre attaccanti veloci e dai piedi buoni come i brasiliani (anche Ronie mi sembra in miglioramento da questo punto di vista) o con Sheva al posto di uno di questi, non riusciamo a sfruttare l’occasione. Sui rigori, e poi io chiudo l’argomento: a velocità normale (che poi è quella che conta) si dovevamo dare entrambi. Proprio come quello col Chievo che ha fatto gridare allo scandalo i “non sumatizzati”
24 novembre 2008 14.58
eltopo1971 ha detto…
vista la vittoria con la juve giocata “mancini style” secondo voi uno faceva bene ad essere incazzato dopo il derby?..
24 novembre 2008 15.06
spike ha detto…
Ieri altra bella partita di Dzemaili (o come si scrive). Da tenere d’occhio.Eltopo. Si, anche perchè ora il campionato sarebbe stato quasi chiuso.
24 novembre 2008 15.10
Dane ha detto…
@Camaptelli: alla Juve Ancelotti aveva la seconda squadra del camionato e secondo è arrivato. Il suo lo ha fatto e senza Geronzi in mezzo ai piedi Moggi sarebbe riuscito a farvi vicnere anche quei due campionati. Qunado il Milan aveva Cafu i cross li faceva eccome, con Bonera onestamente è un po’ più difficile.La squadra è quella che è, se poi cercare di giocare a calcio è un difetto allora mi arrendo (vabbè che gli juventini nel corso della storia han sempre preferito giocare a calci…).Da juventino sovietico, pretendi di vincer sempre per diritto divino e se non ci riesci devi trovare il capro espiatorio che faccia da pecora nera della famiglia (non esistono juventini che non vincono, eh: se la Juve vicne ai rigori con l’Ajax è perchè Lippi è un genio, se perde ai rigori contro il Milan è perchè Ancelotti ha avuto culo…).La verità è che la Juve è una squadraccia e c’è qualcuno più forte di voi (come sempre negli ultimi 20 anni, per questo qualcuno comprava Ceccarini e De Santis invece di Kakà e Ronaldo…) indipendentemente dalle colpe di Ranieri.Fattene una ragione…@Angius: sui ritardati cambi di Ancelotti siamo d’accordo, ma per tutto il secondo tempo si è sgolato e sbracciato per far capire ai suoi che così si rischiava. Se poi i giocatori fan di testa loro più di tanto lui non può fare: Sheva è stata la mossa della disperazione (in questo momento non sarebbe titolare nemmeno nella Primavera…), Flamini è la brutta copia di Cauet e non è certo lui che può far da contrafforte alla difesa. In più pare che non abbiate mai visto il Milan negli ultimi 8 anni: al di là degli errori di Ancelotti, questa squadra si è sempre difesa meglio non difendendosi indietro, ma schierando tanti palleggiator
i che “liedholmianamente” nascondono il pallone (come storicamente fa il Brasile). Non a caso l’albero di Natale famoso ha sempre consentito alla difesa di prender pochi gol. Togliere i piedi buoni per mettere incontristi significa dare l’iniziativa all’avversario e farlo avvicinare all’area, e coi difensori del Milan è praticamente come aspettare la morte!…Il Milan di Ancelotti ha sempre avuto la caratteristica, una volta in vantaggio, di nascondere il pallone aspettando il buco per la fiammata improvvisa. Ma se i centrocampisti cercano subito di ribaltare l’azione alla ricerca del gol da copertina e regalano così subito il pallone all’avversario, Ancelotti che può fare?!…Il Mila ha un certo tipo di DNA, se deve cambiarlo deve cambiare i giocatori e non lo fai con Flamini…@Jeremy: Camoranesi e Iaquinta quando sono entrati non han combinato nulla, nè più nè meno che come Marchionni e Amauri. La verità è che questa Juve non ha qualità e quindi non è in grado di costruire azioni di calcio (dovrebbe piacere a Campatelli…). Difatti i due attaccanti sabato non si son visti e dalla trequarti in su la Juve non è mai riuscita a fare 3 passaggi di fila. E una volta pressato il kicker (sarà per questo che il calcio italiano piace meno di quello spagnolo…), per l’Inter (che comunque ha vinto per due tiri svirgolati…) è stata una passeggiata…@Clinter: non fare il roberspierriano, Kakà è caduto perchè non aveva più fiato ed era andato fuori giri col passo (tant’è che è caduto quando ormai si era liberato dell’avversario). La tentata simulazione era stata quella di 20 minuti prima, dove l’arbitro (!!!) non aveva detto bèh…
24 novembre 2008 15.12
jeremy ha detto…
Eltopo, parlavo di mischione finale(e rispondo pure a Dane): Iquinta al posto di Amauri non è cambiato niente e lo si sapeva, con Delpiero Amauri e Iaquinta provi un dieci minuti di mischia se ce la fai. Forse. Camoranesi ha fatto una cosa in un minuto che a Marchionni non è riuscita per tutta la partita giocata: saltare l’uomo secco. Sarebbe stato diverso dal primo minuto. Poi la perdevamo 3-0 ma qui si fanno supposizioni quindi va bene tutto. @Clinter, come dici tu, il rigore di Muntari è discutere di sesso degli angeli: si poteva dare e non dare. Non l’ha dato, pazienza. Ci siamo risparmiati un bel po di dietrologia, almeno.
24 novembre 2008 15.20
eltopo1971 ha detto…
spikema se tutti dicono che mourinho è stato intelligente a capire che doveva giocare come la squadra sapeva già fare, allora qua siamo tutti geni del calcio che ci sgolavamo da mesi?… 😀
24 novembre 2008 15.36
Dane ha detto…
Jeremy, l’unica cosa che a Camoranesi è riuscita in più rispetto a Marchionni sono un stati un paio di inutili sombreriti fini a se stessi. Comunque, anche schierando il tridente, chi gli avrebbe fatto arrivare la palla, che la Juve non riusciva a fare due passaggi a centrocampo nemmeno con la parità numerica?!Mi vien da ridere…..mi ricordate il presidente della FIR Dondi, che dopo che l’Italia prese 74 punti dagli All-Blacks andò in tribuna stampa a dire “non siamo stati abbastanza aggressivi nei placcaggi!”…..p.s.: il rigore si poteva dare o non dare, ma l’ammonizione a Muntari avrebbe dovuto esser fuori discussione…p.p.s.: il declino del campionato italiano è testimoniato da Sissoko e Muntari (un gol da cineteca…) a giocarsi Inter-Juve. Due non-giocatori, che puntano solo sul fallo all’avversario e sulla ciabattata a casaccio. Nel calcio italiano s’era visto di tutto, l’Inter con Ince, la Juve con Marocchi, il Milan con Pablo Garcia, ma mai due ad affrontarsi in campo contemporaneamente…
24 novembre 2008 15.39
Dane ha detto…
El Topo, non hai idea di come mi mangio le mani per aver promesso di non toccare più l’argomento…
24 novembre 2008 15.40
jeremy ha detto…
Dane, restano tutte supposizioni. Comunque con i sombreriti per tutta la partita magari ti guadagnavi qualche punizione in piu. Sara grattare il barile, ma se ce l’hai come soluzione perche non saperla cercare con piu probabilità? Anche con Giovinco avresti preso piu punizioni se è per questo. Cio non toglie che la Juve doveva cercare ogni soluzione possibile per poter battere l’Inter e non limitarsi a giocare con il fuorigioco aspettando il 90minuto. Ma evidentemente questo poteva dare e quindi pazienza. Dane, il problema non sono Sissoko o Muntari, che fanno il loro mestiere, come lo fa Gattuso nel Milan. Il problema è che non c’è nessuno al loro fianco che costruisca calcio in maniera seria.
24 novembre 2008 15.56
eltopo1971 ha detto…
dai dane, scatenati.. 😀
24 novembre 2008 15.59
99annidisolitudine ha detto…
tutti a parlare del rigore non dato alla juve e nessuno che dice che il guardalinne ha fermato per due volte un nerazzurro lanciato a rete da solo per due fuorigioco inesistenti
24 novembre 2008 16.01
jeremy ha detto…
99anni ti rendi conto che nessuno ha parlato del rigore se non io, clinter e Dane in due parole velocissime? Dove stanno sti “tutti”??? Il guardalinee ha sbagliato pure nel secondo tempo (nell’unico fuorigioco fischiato alla juve, credo…..), quindi….
24 novembre 2008 16.04
Angius63 ha detto…
Dane, va bene il discorso del DNA, ma le caratteristiche di un giocatore e di una squadra vengono esaltate quando si è al massimo della forma (scoperta rivoluzionaria, la chiamerò acqua calda). Ora il Milan non è al massimo ed è discontinuo nel corso della stessa partita. Quindi in questa situazione, fanculo al DNA e dentro giocatori perlomeno freschi. Ora è il tempo di mettere fieno in cascina, visto anche il calendario che ci attende. I quattro punti gettati al vento con Lecce e Torino potrebbero alla lunga rivelarsi pesantissimi.
24 novembre 2008 16.05
eltopo1971 ha detto…
alla fine della fiera la differenza in classifica tra milan e juve sta nel fatto che una ha incontrato l’inter allenata da mourinho e l’altra quella di mancini.. 😀
24 novembre 2008 16.18
99annidisolitudine ha detto…
no jeremy non ce l’avevo con voi del forum,sottintendevo lo scarso rilievo dei media dei forigioco rispetto al “rigorino”.Comunque sabato ero a s.siro per il mio dodicesimo inter-juve e mai avevo visto a milano la juve così poco incisiva.Di solito ci faceva vedere i sorci verdi,ma sabato è stata neutralizzata,merito nostro indubbiamente,ma la juventus mi ha un pò deluso,ogni volta che noi attaccavamo poteva succedere di tutto,mentre da parte vostra un misero tiro di testa.Comunque vi assicuro che nello stadio si è vissuto in un atmosfera incredibile,sembrava una finale del mondiale.Spettacolo emozionante.Rivisto la partita in tv ed è molto diversa anche per le valutazioni dei singoli,ad esempio dal vivo Ibra nettamente migliore in campo una spanna sopra tutti.Anche adriano mi è piaciuto.Nella juve sissoko nel primo tempo molto bravo e Chiellini per tutta la partita.Ripeto Inter juve vissuta dal vivo è stata fantastica,poi la vittoria l’ha resa ancora più bella
24 novembre 2008 16.23
jeremy ha detto…
Scusami 99anni, è che io mi estraneo completamente dalla stampa ufficiale appena posso, pensavo ce l’avessi con noi. Possibile che si siano fatti questi discorsi su TV locali Rai e Mediaset e giornali vari. Inter eccezionale per forza fisica, atteggiamento e convinzione. Anche una Juve al massimo avrebbe fatto fatica a tenerle testa. Sabato non credo ci sia mai stata partita, per bravura vostra soprattutto.
24 novembre 2008 16.31
Dane ha detto…
@Jeremy: no, scusa, abbi pazienza, ma paragonare Muntari e Sissoko a Gattuso mi apre una bestemmia. Gattuso è un incontrista e conscio dei suoi limiti si limita a cercar di rubar palla con le buone o le cattive (spesso “rispettato” dagli arbitri…) per poi cedere palla ai compagni più tecnici. Sissoko è uno come Ince che punta sempre a far male all’avversario e quando si trova il pallone tra i piedi cerca sempre l’azione personale allungandosi e perdendo il pallone. Muntari è uno streetfighters (giusto per fare l’internazionale cinefilo, ma avrei potuto dargli del guappo di periferia…) che si bea del prprio carattere alla Franti ed è totalmente incapace di qualsiasi idea calcistica (pensa che Manninger sul gol s’è messo a protestare a gioco ancora in corso perchè mai e poi mai avrebbe potuto immaginare che quello svirgolasse il pallone tirandoselo addosso e facendolo finire a 50 cm dal portiere. La prossima volta sarà meglio sperare fino alla fine…).Sto pensando a quando qualcuno disse “solo con Muntari Mourinho può fare il suo gioco”. Alla faccia…@ElTopo: no, no: una promessa è una promessa! ;-)@99anni: veramente, se c’è una cosa che mi ha meravigliato, è stato proprio lo scarso tam tam sul rigore (che tecnicamente è netto e Muntari meritava il cartellino…). Piuttosto io mi concentrerei sulla mancata seconda ammonizione per Legrottaglie (se salti a muro come il Gradini dei tempi d’oror, non puoi parlare di involontarietà…), perchè anche a non fischiare i due fuorigioco Ibra avrebbe calciato in tribuna: come dici tu, dal campo sembran tutti fenomeni, bastano due tocchetti eleganti. E’ il motivo per il quale gli aficionados da stadio adorano Saneti, mentre i meno coinvolti emotivamente (il famoso discorso del branco…) non lo possono vedere…
24 novembre 2008 16.57
99annidisolitudine ha detto…
dane il rigore reclamato dalla juve secondo me non si dovrebbe mai dare in una partita di calcio che non è una partita di calcetto,è stato un contatto microscopico che non può determinare l’indirizzo di una partita.Io il rigore lo darei solo se è veramente lampante questo a dir la verità non era nemmeno un contrasto.L’arbitro giustamente ha lasciato molto correre,poche punizioni,poche interruzioni,se tutti arbitrassero così tempo un mesetto e tanti giocatori invece di buttarsi a terra in preda a spasmi atroci(salvo rialzarsi poco dopo miracolati)penserebbero di più a giocare.Ma come dice lo specialone questa è la nostra cultura latina.Purtroppo.Comunque sia i giocatori della juve che quelli nerazzurri hanno protestato pochissimo e fatto poche sceneggiate.mi sembrava di sognare.
24 novembre 2008 17.07
jeremy ha detto…
Dane, Sissoko non ha nessuno al fianco (abbiamo dovuto riesumare Tiago per aver in mezzo uno che conoscesse il pallone….), Muntari non ha proprio degli esteti del calcio, Gattuso ha Pirlo Seedorf e, volendo, Kaka. La differenza c’è ma è tra i compagni di squadra dei tre in questione…..
24 novembre 2008 17.08
Dane ha detto…
Jeremy: è questione d’istinto: i compagni di Gattuso son gli stessi che aveva Brocchi, che però cercava sempre il gol da 30 metri e si prendeva gli insulti dei compagni. Dipende anche dall’intelligenza del giocatore, perchè i compagni di Sissoko non saran fenomeni ma qualcuno più capace di lui c’è. Mi è rimasta in mente un’azione in cui Marchionni era libero sulla fascia pronto ad entrare in area e Sissoko lo ha ignorato per andarsene in dribbling: al secondo tocco il pallone gli è finito a 5 metri…@99anni: il regolamento non dice che il rigore va assegnato solo in caso di sangue o di scarso peso nella partita (sul 5-0 per l’Inter lo avresti dato?!…): se rivedi l’azione dalla visuale del portiere, si vede chiarissimamente come Marchionni cambia direzione per stringere al centro e Muntari saltato gli va addosso facendogli una “vecchietta” alla coscia (e poi fa pure l’arrogante!…). Tipico caso di danno procurato. Poi semmai si potrebbe dire che dalla visuale del guardalinee e dell’arbitro era quasi impossibile vederlo, ma quello è un altro discorso…
24 novembre 2008 17.35
jeremy ha detto…
Dane, magari non c’è nessuno che lo puo mandare a fanculo in coro, per autorità dovuta alla competenza tecnica. In Real-Juve si vedeva come il pallone lo desse sempre a Tiago, mentre con Marchisio vicino non ci pensava proprio e faceva un mazzetto di cazzi suoi, partendo in azioni velleitarie e dannose.
24 novembre 2008 17.49
Dane ha detto…
Jeremy, ok ma il regista dell’Inter è……Ibra! Dov’è il mittticcco Capitano?! E l’immortale Nedved?! Avrei capito di più un atteggiamento del tipo “palla a Del Piero e speriamo bene!” che non tutte quelle cavalcate alla Kakà fatte da chi Kakà non lo vede manco in figurina.Poi, io non è che voglio processare a tutti i costi Sissoko e Muntari (esser scarsi non è una colpa), semplicemente mi ha fatto effetto vederli giocare Inter-Juve…
24 novembre 2008 17.53
cydella ha detto…
Questo post è stato eliminato dall’autore.
24 novembre 2008 18.16
cydella ha detto…
Quindi ricapitolando la giornata: 1) la bravura di Mourinho e’ stata quella di saper cambiare idea e fare… quello che ognuno qui diceva da agosto (Dane, Eltropo ci siete?! Commenti, repliche sono gradite). Veramente specialone, ma almeno si e’ ravveduto… bravo Jose. 2) Dopo Edward “mani di forbice”, Ibra “piedi di legno”. E’ semplicemente un buon giocatore; quando la pressione si alza o gli avversari sono piu’ bravi della media, non la becca mai. C’e’ poco da fare. 3) Per mettere in difficolta’ il Milan, basta attaccarlo, anche a casaccio, altro che regalare un derby (ari-Dane, ari-Eltropo ci risiete?! 4) Non diamo colpe a Ranieri; avete letto gli 11 titolari della Juve di sabato? Da brividi.
24 novembre 2008 18.16
99annidisolitudine ha detto…
scusa cydella ma il tuo “ibra non la becca mai quando l’avversario è tosto” è ironico? perchè sabato sera ibra è stato devastante,non ha perso mai la palla.No dico non l’ha mai persa neanche con tre bianconeri attorno,è stato un apriscatole,era a centrocampo e in attacco è stato l’uomo che concludeva in porta e quello che distribuiva palloni.Grande grandissimo giocatore,attualmente tra i primi tre in europa.
24 novembre 2008 19.10
Dane ha detto…
Cydella, siamo più o meno d’accordo ma purtroppo ho fatto voto di evitare l’argomento quindi posso risponderti solo su Milan e Ibra.Per quanto riguarda il Milan, il problema non è attaccarlo ma come farlo: gli allenatori italiani (ma potrei dire semplicemente “gli allenatori”..) lo sanno…Su Ibra, posso solo darti la mia pagella per la partita di sabato: voto come giocatore di pallone 8, voto come attaccante 4. La media fa 6 e per il Pallone d’Oro è un po’ poco anche muovendo gli ambasciatori del Ministero delle Risorse Energetiche Non Rinnovabili…
24 novembre 2008 19.25
Ivan.fab ha detto…
Ibra è stato il migliore in campo sabato. Ma roba che il secondo arriva quinto. Chiaro nel calcio degli highlights ha sbagliato due goal e quindi è un idiota. Nel calcio vero ha dominato fisicamente la partita. Tanto per capirci Ronaldinho ha segnato ma grazie a lui Kaka (palesemente irritato) e soci hanno finito la partita con la lingua di fuori, Ibra ha cannato due goals ma grazie a lui la Juve ha avuto una palla goal in 90 minuti, non perchè faceva lo stopper ma perchè faceva salire la squadra, pressava alto… Poi si sa Maicon vale Balzaretti, Cambiasso un unghia di Mascherano, Ibra un mezzo giocatore e Moratti ha in mano gli arbitri (spende più degli altri per depistare… un genio). Fatto sta che la terza forza del campionato viene a San Siro e non vede letteralmente la biglia. Il rigore, tutt’altro che clamoroso, fa il paio con due fuorigioco inesistenti e la mancata espulsione di Legrottaglie. Fra l’altro molti tifosi juventini meglio dei super beceri della TV. “Ha meritato l’Inter e quindi passiamo oltre” Chapeaux per loro. @ Milan e media. Il solito teatrino. Giornalista pugliese (poco berlusconiano) che riesce a suscitare imbarazzo dando corda ad un Kaladze palesemente fuori controllo mentre Mosca (Mosca!) fa la parte del leone ristabilendo un minimo di civiltà. Moviolista disgustato che a denti stretti ricorda che Farina non è proprio l’ultimo cioccolataio. Altro giro altra corsa, la giornalista rosa innamorata di Sheva che ha visto un Ronaldinho super dinamico… Peccato ci sia un bel telefilm su FoX perchè stasera Mauro Suma su A3 me lo sarei proprio gustato.
24 novembre 2008 19.31
99annidisolitudine ha detto…
Dane daccordo con te sulla media voto a ibra,ma non sono daccordo col dire che è un pò poco per essere pallone d’oro.Se consideriamo quello che ha fatto ibra negli ultimi 3 anni in campionato(conterà qualcosa no?)e quello che hanno fatto gli altri… Esempio kakà non pensi che stia subendo un involuzione? negli ultimi campionati non ha mai brillato da par suo,e si ha il sospetto che la presenza di Dinho in squadra lo penalizzi ulteriormente.
24 novembre 2008 19.34
jeffbuckley ha detto…
Inter-Juve: partita molto intensa, non bella tecnicamente ma resa godibile anche dall’ottimo arbitraggio. Concordo con chi ha detto che se tutti arbitrassero così in un mese sparirebbero simulazioni e sceneggiate varie. Prova inconfutabile della bontà dell’arbitraggio è che quasi tutti gli opinionisti TV lo hanno criticato 😀 Muntari: alla moviola non è chiarissimo se ha toccato la gamba di Marchionni, dal vivo invece era rigore netto, ulteriore prova questa che la moviola è una dannazione e chi la vorrebbe in campo vuole la morte del calcio. In questo caso l’arbitro può avere sbagliato ma non mi pare si possa crocefiggerlo per questo, così come a Torino, a velocità normale, erano rigori tutti e due; clamoroso semmai il fuorigioco fischiato a Milito. Dane, capisco che per chi come te ha visto dal vivo tutti i grandi brasiliani, argentini e uruguagi degli anni 30, 40 e 50 Sissoko e Muntari possano fare inorridire ma per chi più modestamente ha visto giocare beppebaresi, pasinato, angeloorlando, zemaria e alcune altre decine di fenomeni veri (i nomi di juventini scarsi li lascio fare agli amici bianconeri) Muntari va più che bene.
24 novembre 2008 19.51
Angius63 ha detto…
Milan e media. Khaladze che dice per una volta quello che molti giocatori pensano dei nostri arbitri , ma è fuori controllo. Molto meglio il solito ipocrita, anche se lo dice Galliani così nessuno me lo ricorda, “non commento le decisioni arbitrali, sbagliano come i giocatori”. Moviolista (noto tifoso del Torino), che mostra anche la punizione del secondo gol e l’ammonizione di Kakà nel finale (meno male che Casarin ha spiegato bene la dinamica), tralalsciando il giallo Barone che doveva essere rosso. Proprio il solito teatrino. Ivan.fab: guardatelo Suma su A3, per il telefim su Fox ci sono le repliche ed il canale +1.
24 novembre 2008 19.52
Dane ha detto…
@99anni: per Ibra vale lo stesso discorso per Totti: in Islanda o in Armenia non guardano Inter-Empoli.Detto questo, per quanto mi riguarda vorrei sempre in campo gente come Ibra o Dinho (della sua punizione bisognerebbe parlare almeno quanto quella di Del Piero col Chievo…), ma è un fatto che i generali che passano alla storia sono quelli importanti nei momenti importanti. C’è chi nasce Rommel e chi nasce Cadorna, Ibra al mom
ento è a metà del guado…p.s.: Kakà si sta involvendo e intristendo. L’abitudine del Milan a puntare tutto sulla Champions è un grosso boomerang: primo perchè è difficile far capire a Kakà che vincer col Torino è importante se per 5 anni lo hai convinto del contrario, secondo perchè senza la grossa ribalta è difficile fargli digerire i rientri per consentire a Pirlo, Seedorf e Dinho di passeggiare: il tempo passa e le gambe invecchiano, e consumare le uniche due che andrebbero coccolate non è una buona idea.Detto questo, si giocasse domani Milan-Inter semifinale di Champions non avrei dubbi su quale purosangue scommettere. Al netto dei consigli del Direttore…..
24 novembre 2008 19.53
Dane ha detto…
Jeff, il tuo sarcasmo è fuori ruolo, tanto più che Beppe Baresi oggi sarebbe titolare in qualsiasi pretendente allo scudetto (ammesso che ce ne sia più di una), mentre Muntari negli anni 80 avrebbe fatto fatica a trovar posto nell’Avellino di Barbadillo e Vignola…
24 novembre 2008 19.56
jeremy ha detto…
Ivan, basta guardare quello che gioca a sinistra in difesa per capire che uno come Sissoko è grasso che cola, stile big burger americano per intenderci. Sul fatto che abbiano due ferri da stiro non ci piove, ma non tutti possono essere Zico. la verità: se Muntari avesse buttato fuori la palla era due a zero a tavolino per noi per invasione di campo (e ci stava riuscendo….)….
24 novembre 2008 19.59
jeremy ha detto…
Scusate, intendevo jeff 🙂
24 novembre 2008 19.59
Ivan.fab ha detto…
Angius forse non sono stato chiaro ma il moviolista come tutti gli altri giornalisti in studio ha preso le distanze dalle opinioni di Franco Ordine e Kaladze. Opinioni fuori controllo perchè un conto è dire che l’arbitro ha sbagliato, un conto è dire che l’arbitro ci ha rubato la partita. Ed infatti quei furbastri han gia corretto il tiro. Sicuramente perchè Kaladze non si esprime ancora bene in italiano…
24 novembre 2008 20.19
jeremy ha detto…
Parliamo di cose serie. Cyd, Campa: me lo devo comprare PES 2009? Mi hanno detto che la modalità in cui gestisci un solo giocatore è una figata.
24 novembre 2008 20.31
cydella ha detto…
@99annidisolitudine: 1) allora anche Benzema e’ da pallone d’oro dato che nel campionato francese spopola. Ripeto: in nessun pub facevano vedere Inter-Juve, quindi senza andare in Islanda o Armenia, nessuno si accorge di Ibra (a parte i goal cappellati nella Juve o le ciabattate fuori di poco dell’anno scorso contro il Liverpool). 2) La fortuna del Milan era, secondo me, avere fuori uno dei camminatori per infortunio (quindi centrocampo piu’ equilibrato). Col suo rientro, che si debba sacrificare quello piu’ bravo di tutti, abbiamo gia’ detto tutto. 3) In un campionato, tutta la vita Inter, in un dentro-fuori di CL, che scelta e’ fra Kaka’ e Ibra?
24 novembre 2008 20.33
Angius63 ha detto…
Se hanno preso le distanze allora dov’è il teatrino pro-Milan? Ora scusatemi vado a “godermi” Suma su A3.
24 novembre 2008 20.41
campatelli ha detto…
Dane…io sulla Juve me ne faccio una ragione eccome…so che è una squadra che non può ambire a nulla…perchè le altre 2 sono più forti…che scopri l’acqua calda?Allo stesso modo devi fartene tu una riguardo al fatto che Ancelotti si sia dimostrato, senza tema di smentita, inadatto a vincere i campionati…ne ha vinto solo uno al primo anno di Kakà, quando ha fatto leva sull’effetto sorpresa del brasiliano e poi stop.Io sono juventino sovietico, ma sei tu che scrivi: “La verità è che la Juve è una squadraccia e c’è qualcuno più forte di voi (come sempre negli ultimi 20 anni, per questo qualcuno comprava Ceccarini e De Santis invece di Kakà e Ronaldo…) “Primo, è la tua pseudo verità…secondo sei in una contraddizione immensa:non salvi nulla degli ultimi 20 anni della Juve (si è sempre stati più deboli degli altri)ma salvi solo 2 anni…quali??I 2 di Ancelotti tuo compare…e certo, lì il regno di Moggi per 2 anni non è esistito…Ma per piacere…invece che propendere per l’ipotesi che Ancelo
tti non sia adatto a vincere gli scudetti, ti inventi la storia che quell’anno Moggi sia stato succube di chicchesia…Vallo a raccontare ad altri…i 2 anni di Ancelotti alla Juve non sono stati altro che l’anticipazione di quello fatto negli anni a venire in campionato dal Milan:ottime partite con le grandi, difficoltà tremende e punti persi con le piccole, decisivi…Ed ancora rimonte subite (Juve Roma 2-0, 2-2 addio scudetto).L’allenatore che ha vinto tutto alla Juventus (la squadraccia che tu descrivi), ha vinto poi il Mondiale…lo so che sarà un cruccio che si porteranno sempre dietro quelli come te che hanno tentato di dipingerlo come un comico o attore prestato al calcio…la verità è che è l’allenatore più vincente della Storia del calcio…Tu tieniti Maradona cittì…
24 novembre 2008 20.42
campatelli ha detto…
Jeremy…l’ho provata una sola volta e mi ha fatto innervosire…ma io sono un tipo particolare… :DA me sembra un pò facile come gioco…ma tanto io poi mica l’ho preso originale…ovviamente…Se sei un appassionato della serie comunque, è normale che lo debba prendere…
24 novembre 2008 20.46
cydella ha detto…
@jeremy: io ce l’ho sul PC per fare le sfide coi miei amici… le altre modalita’ non le uso molto. Comunque carino quando gestisci solo te stesso (ci ho messo 2 ore a creare il personaggio… da clinica). A me ISS PRO piace sempre, anche se ho letto su vari siti che gli ultimi FIFA erano meglio, anche per sfaccettature tecniche fuori dalla mia portata. Io comunque sono rimasto fedele. PS: quanto costano ISS PRO e FIFA?
24 novembre 2008 20.52
campatelli ha detto…
Cydella…75 euro Pes…mi sembra una cifra esagerata per un gioco da far girare comunque ancora sulla Play2…e che non rappresenta ancora il passo decisivo ed innovativo verso una nuova dimensione in fatto di simulazioni…Anche io sono rimasto fedele, tanto è l’unico gioco che ogni tanto faccio, figuriamoci se ora mi metto ad “esplorare” una nuova saga…mi riferisco a Fifa
24 novembre 2008 20.56
Ivan.fab ha detto…
Angius un giocatore del Milan intervistato da un giornalista-ultrà del Milan con dibattito ravvivato da un secondo giornalista ultrà del Milan.Il suddetto giocatore si mette a vomitare di tutto contro l’arbitro (non sa il regolamento, ci ha rubato la partita) e il pugliese “a ma sta dando un giudizio tecnico sull’arbitro” A me piace un altro tipo di giornalismo. @Concordo con Campatelli su Ancelotti, per lo meno quello dell’ultimo periodo. Con la squadra di ieri il quadrilatero fantasia non può reggere. Io credo che sarebbe preferibile rispolverare il Kaladze laterale sinistro e avere sempre in squadra almeno uno fra Ambrosini e Borriello. Infortuni? E allora meglio lasciar perdere quadrilatero magico. Altrimenti sembra quasi un “pensateci voi di talento”…
24 novembre 2008 21.02
Ivan.fab ha detto…
Ragazzi l’ultimo Fifa è molto profondo come gioco di calcio, probabilmente più tecnico di Pes.Con un gioco on-line migliore. E’ più completo come licenze ma inguardabile come fedeltà “visiva” dei corpi dei giocatori, non so se riesco a farmi capire ma in Pes i giocatori hanno movenze più simili alle controparti reali. Parlo delle versioni per ps3 e xbox360.Costano cifre assurde e pur essendo contrario al pirataggio selvaggio in questo caso non lo condanno.
24 novembre 2008 21.07
clinter ha detto…
Dunque, se ho capito bene, Ibra ha due ferri da stiro al posto dei piedi e Kakà si è involuto. Poi, JFk è stato assassinato da Lee Oswald,le Twins Towers se le è buttate Bush, io mi sono fatto più femmine di Cassano e il Milan è bistrattato dagli arbitri. Vabbè il mondo è bello perchè è vario.
24 novembre 2008 21.32
Franco Lampada ha detto…
Al di là delle battute, c’è veramente qualcuno in questo forum che pensa che Ibra sia da pallone d’oro (tradotto e al di fuori di premi che lasciano il tempo che trovano: il miglior calciatore in Europa)?Io su Ibra ho ancora delle perplessità inevitabili: non pensavo fosse un brocco le scorse settimane quando ha giocato 5 o6 partite da ectoplasma, non penso che sia il nuovo Maradona ora che ha giocato una partita e mezza da quasi fuoriclasse. Voglio dire gente come CRonaldo e Torres è un chilometro avanti. Soprattuto lo spagnolo, che giostra in una posizione simile a quella dello svedese, mi sembra molto più concreto. Ha fatto vincere gli europei alla Spagna, ha segnato valanghe di gol in premier e gol decisivi agli ottavi (vs Inter) e ai quarti di Champions (vs Arsenal) oltre che uno, rivelatosi dopo gli extratime inutile, in
semi (vs Chelsea). So che sembrerà una bestemmia ma Torres è la cosa su questa terra che mi ricorda più van Basten : gol decisivi, tocco di palla sopraffino, ottimo colpo di testa e visione di gioco anomala per un centravanti. Certo l’olandese è inarrivabile epperò il buon Fernando avrebbe solo 24 anni..
24 novembre 2008 21.37
Dane ha detto…
@Campatelli: no, no, non ho mai detto che salvo i due anni di Ancelotti alla Juve: ho detto che anche lì aveva la seconda squadra del campionato (e secondo è arrivato).Per quanto riguarda le mie pseudoverità….che vuoi che ti dica, sulle campagne acquisti riguardanti De Santis&Co. ci sono pagine processuali che spiegano tutto, per quanto riguarda Geronzi forse sei arrivato su queste pagine troppo tardi.Goditi il tuo mondo dei sogni in cui Lippi è bravissimo e non sbaglia mai…p.s.: l’allenatore più vincente della storia….da morir dal ridere…@francolampada: anche a me all’inizio Torres sembrava la cosa più simile a Van Basten, anche se l’olandese partecipava di più al gioco e certe sue giocate (vedi cross e assist) le vedi più in Ibra. Ora come ora direi che Van Basten è stato come caratteristiche una via di mezzo tra Torres e Ibra, e come bravura tutti e due assieme…
24 novembre 2008 22.03
clinter ha detto…
Frank, premesso che, facedo una cernita fra le cose che meno mi interessano al mondo, quella che meno mi interessa é l’assegnazione del pallone d’oro, ti chiedo: se mettiamo Torres nell’Inter, al posto dello svedese, avrebbe lo stesso benefico effetto per il gioco della squadra? Non ho nulla contro Torres, ma meglio di lui mi sembra Milito, per fare un esempio, e vorrei vederlo nel Liverpool per constatare quanti gol farebbe. Fra l’altro compari un tipico centravanti finalizzatore con un attaccante di manovra che tutto è fuori che centravanti. Ho visto parecchie volte giocare sia C.Ronaldo che Torres e non valgono, sommati, mezzo Kakà,per dire. Poi, se l’aurea sfera è stata assegnata a Cannavaro, la possono ben dare anche a Torres o a C.Ronaldo, ma io mi tengo Ibra, anche se sbaglia gol facili.
24 novembre 2008 22.15
francesco74 ha detto…
@FL: No Ibra non è da pallone d’oro (x quel che vale sto trofeo vinto da Belanov, Cannavaro e Sammer e mai da Maldini, Baresi e Buffon) per il semplice motivo che (per ora) ha toppato tutte le partite più importanti delle ultime stagioni sia con l’Inter che con la Nazionale. @Dane: Sissoko o Muntari non sarebbero titolari nell’Avellino di Barbadillo? No Sissoko e Muntari sarebbero dei fenomeni mostruosi nel calcio anni 80 per il semplice motivo che oggi si va 2 volte più veloci e fisicamente sta gente avrebbe triturato chiunque…
24 novembre 2008 22.26
campatelli ha detto…
@ Dane:a distanza di 2 anni, ancora non riesci a capacitarti di come un personaggio che avevi bollato come tutto fuorchè un allenatore, ti vince il massimo delle competizioni nel suo mestiere.E si vede che non ti sei ancora ripreso:se io credessi fermamente nelle mie conoscenze in questa o quella materia, e poi, con l’evidenza dei fatti, scoprissi che uno dei capisaldi delle mie teorie (La Juve negli ultimi 12 anni ha sempre rubato, era sempre meritevole del secondo posto, ma poi è arrivata prima sempre barando), non aveva fondamenta o quasi, certo che la prenderei male…Ognuno viva nei sul mondo onirico…io sto bene nel mio e tu penso al tuo, nel quale Ancelotti e Donadoni, perdono sempre per colpe altrui…tra un pò giustificherai anche gli insuccessi di Costacurta…indovina un pò il motivo..
24 novembre 2008 22.27
Franco Lampada ha detto…
@clinter: opinioni rispettabili per carità..però paragonare Milito a Torres mi sembra una bestialità..Pure a me piace el Principe (bomber di razza e classe argentina) però stiamo parlando di giocatori di categorie diverse..D’altra parte Diego arriverà a trent’anni avendo giocato in squadre di medio basso cabotaggio (lo scorso anno è pure retrocesso con il real Saragozza)..la storia di quanti gol farebbe Milito nel Liverpool, perdonami, ma è da puro bar dello sport..quello che in Italia ci sono le “migliori difese” (e forse una delle migliori è quella del Milan…) e quello che “vedrai quanti gol Bianchi e Corradi faranno nel Manchester city e Di Vaio nel Valencia”..ecco, bene ma non benissimo..Comunque guarda che Torres non è proprio quel centroavanti monodimensionale che descrivi tu..è veloce ed ha un piede mooolto simile a quello dello svedese..Ribadisco: El Nino a 24 anni ha già vinto un europeo e segnato gol decisivi in europa e in campionato, se poi dovesse trascinaree il Liverpool alla vittoria in Premier dopo 18 anni gli fanno seduta stante una statua e la mettono di fianco a quella di Shankly..ps anche un certo olandese a 24 anni aveva vinto un europeo e mi pare si chiamasse Marcel van Basten detto Marco..Torres non è ancora al suo livello, ma non è detto che non lo raggiunga magari andando oltre la sfortuna che ci ha privato a solo 28 anni di uno dei più grandi centravanti della storia del giuoco..
24 novembre 2008 22.44
jeremy ha detto…
Campa costa 3
4,90 per PS2 quindi abbordabilissimo. Ok restero fedele e me lo compro. A FIFA 09 ho giocato (sempre su PS2, visto che quella ho e per quella devo comprare) e come al solito non mi è piaciuto. Grazie mille. Per il resto: questo Ibra non vincera mai il Pallone d’Oro e a 26 anni i margini non sono proprio enormi, Moggi ha obnubilato le menti oltre i processi e quindi ormai della Juve si puo dire qualsiasi cosa, anche che era da retrocessione pur avendo una serie di fenomeni riconosciuti nel mondo. Un conto è dire che faceva 31 perche c’era Don Luciano, un conto è che la squadra non valesse 30. Vabbene cosi.
24 novembre 2008 23.04
campatelli ha detto…
Jeremy…ho mandato l’intervento sull’altro muro…
24 novembre 2008 23.17
Dane ha detto…
Caro il mio Savoia, sull’ennesima velata (ma non mi aspetto diversamente da certe persone…) accusa di milanismo non ti rispondo, perchè con tutti i miei difetti mi considero ancora una persona educata.Per il resto sono convinto da sempre che gli allenatori siano bravi solo quando non fanno danni, quindi figurati se reputo immuni da errori Ancelotti e Donadoni (ma vale anche per Ranieri…).Mi fa ridere che un Mondiale che vale quanto l’Europeo della Grecia sia sufficiente a far diventare un genio un allenatore che in quel Mondiale ha giocato solo sulle motivazioni (come vedi mi capacito benissimo, tanto più che il calcio non è una scienza esatta…), che a livello tecnico è disistimato perfino dalla persona che lo ha inventato dal nulla (le intercettazioni parlano chiaro…), che ha costruito il suo curriculum su un sistema basato sulla corruzione arbitrale e sull’abuso di farmaci (non mi invento nulla, è tutto nei verbali: assoluzione perchè il “fatto all’epoca non costituiva reato”, non “perchè il fatto non sussiste”. Dal punto di vista penale, anche il Milan e la Lazio dell’80 furono assolti perchè non esisteva ancora il reato di frode sportiva…).Il mio discorso era ben diverso, e verteva sulle colpe scaricate su Ranieri e Ancelotti quando tutti da luglio diciamo che Juve e Milan hanno costruito squadre inadeguate.In fondo Ranieri ha perso per un gol di scarto nato da due tiri svirgolati e col rigore di Pratali di ieri Ancelotti avrebbe fatto nè più nè meno che quanto fatto dall’Inter contro la Reggina.Ranieri e Ancelotti son due cretini, Milan e Juve han fatto due campagne acquisti disastrose, eppure con due rigorini in più sarebbero lì a ridosso dell’Inter.Qualcosa non mi torna…
24 novembre 2008 23.17
Dane ha detto…
Jeremy, dimmi un anno dell’era Moggi in cui la Juve aveva l’11 titolare più forte del campionato.Ma mi devi citare anno, formazione della Juve e formazione delle avversarie…
24 novembre 2008 23.21
campatelli ha detto…
Anno 96/97:Peruzzi Torricelli Ferrara Montero Pessotto Deshamps Conte Jugovic Zidane Del Piero Boskic (Vieri)Parma, secondo: Buffon,Ze Maria Cannavaro Thuram Benarrivo, Stanic, D. Baggio,Crippa, Strada,Chiesa CrespoMi fate capire quale è più forte tra queste 2 che si sono contese lo scudetto nel 1996/97?
24 novembre 2008 23.30
Dane ha detto…
Il Milan di Weah e Savicevic, che domande. Nel calcio non vince sempre il più forte e le classifiche non rispettano sempre i valori, se no Lippi avrebbe un Mondiale in meno e Peckerman uno in più.Questo già a competizioni “pulite”, figurati con Moggi in gara…..p.s.: e comunque di quella formazione, solo Ferrara, Zidane e Jugovic sarebbero stati titolari nel Parma.
24 novembre 2008 23.39
campatelli ha detto…
Bene…allora se facciamo le sostituzioni tra quel Parma e quella Juve mettiamo Ferrara al posto di Cannavaro, Zidane al posto di… D. Baggio o Crippa?!? e Jugovic al posto di Stanic, non fosse altro che per assonanza di desinenza.Allora si conclude che quel Chiesa era meglio di Del Piero, ma soprattutto che Didier Deschamps era meno forte di Pietro Strada…Ma per piacere…!
24 novembre 2008 23.46
jeremy ha detto…
Perche quella del 94/95? Peruzzi Torricelli Kolher Ferrara Jarni Di Livio (Deshamps) Paulo Sousa Conte Delpiero (Baggio) Vialli Ravanelli contro Bucci, Benarrivo, Di Chiara , Minotti, Apolloni , Couto, Pin, D. Baggio, Sensini, Zola, Asprilla? Oppure quella del 97/98: Peruzzi Torricelli Montero Ferrara Pessotto Conte Davids Deschamps Zidane Delpiero Inzaghi contro Pagliuca Bergomi Galante Colonnese Zanetti Moriero Simeone Djorkaeff Winter Zamorano Ronaldo?
24 novembre 2008 23.46 < a href="http://www.blogger.com/delete-comment.g?blogID=3939955852916080360&postID=4419040784068699096" title="Elimina commento">
campatelli ha detto…
Jeremy…dai, il buon Dane si è andato ad infilare in un vicolo cieco…si è accorto che non ha scelto un tasto giusto troppo tardi, quando io e te ci eravamo ormai dentro con le formazioni mandate giù a memoria hehehe
24 novembre 2008 23.51
Dane ha detto…
@Jeremy, se giochi il campionato solo tra la prima e la seconda allora non hai capito nulla del mio discorso. Anche perchè a Moggi ed Agricola sarebbe bastata anche la terza o la quarta forza per vincere lo scudetto…Siete sempre stati un gradino sotto al Milan, per un paio d’anni anche sotto la Lazio e la Roma, punto.@Campatelli: forse ho dimenticato Del Piero (l’ho battezzato erroneamente post-98) ma il Chiesa di quei due anni non gli era inferiore come rendimento al di là delle vostre fanfare. Jugovic va visto in contrapposizione a Crippa, Stanic a Di Livio (rispetto al quale era di un altro pianeta…) che è stato un altro che, come Torricelli e Deschamps (ho rivisto di recente un paio di partite dell’OM e c’era da morir dal ridere…), senza Agricola avrebbe svernato in provincia…Comunque, siete stati i più forti in tutta la storia del calcio. Però non capisco perchè questa forza non l’abbiate mai mostrata in competizioni ad armi pari, cioè in Europa: con la metà delle vostre partecipazioni, l’Inter ha il doppio delle vostre Coppe Campioni…..
24 novembre 2008 23.55
dag_nasty ha detto…
oddio… 5 finali di Champions in 10 anni non mi sembra un ruolino di marcia scandaloso. Ah già…ma se sei secondo hai fallito, dimenticavo la sopraffina cultura sportiva italiota!
24 novembre 2008 23.58
dag_nasty ha detto…
ho sbagliato: 4 finali
24 novembre 2008 23.59
Straw61 ha detto…
Milan con un rigorino in più a ridosso dell’Inter ? certo, e magari con un paio di espulsioni avversarie e 4 pseudorigorini in meno, a -9…Torres meglio di Ibra ? boh, a me lo svedese sembra letteralmente di un’altra categoria rispetto al nino, certo Ibra non gode della buona stampa di Kakà che sono due anni che vive di rendita, perchè c’è chi gioca come un kicker ma c’è anche chi gioca come un kick returner…ancora poi con la menata che Ibrahimovic toppa le partite decisive: Juve, un paio di derby, due volte con la Roma, Fiorentina, Parma, etc ???!!…ma quali cazzo saranno poi ste partite decisive ? crocifisso perchè con Valencia e Liverpool, senza centrocampo e in 10 con tutta la squadra chiusa in area non ha fatto almeno una tripletta sempre solo contro 4 avversari ? o perchè non ha vinto i mondiali con una squadra di boscaioli ? please…
25 novembre 2008 0.01
campatelli ha detto…
Dane…le Coppe dei Campioni dell’Inter appartengono al paleozoico o giù di lì…è stato un periodo fortunato e comunque di grandi valori ed hanno vinto con merito.Lo abbiamo affrontato 3700 volte l’argomento, ma lo rimarco la 3701 esima volta: se esamini il risultato finale, le coppe sono 2 (per te zero perchè una non si doveva giocare, l’altra è frutto del doping),ma se vedi che altre 5 volte in finale ci siamo arrivati, forse capirai che tanto anonimi come vuoi far credere tu, non siamo stati.Se per te arrivare in finale è uscire al primo turno equivale come cosa, bene, hai ragione tu e siamo dei falliti.Ma secondo me non è proprio così…Bastava una sola Coppa in più per mettere a tacere le voci come le tue corrose da non so quale invidia.
25 novembre 2008 0.05
cydella ha detto…
@jeremy: lasciamo perdere il 97/98, dai. 2 ottimi giocatori come Pagliuca e Simeone e, chinate il capo in segno di rispetto, Ronaldo hanno fatto vincere il campionato all’Inter. Quando hai uno che spariglia gli equilibri, gli altri 10 passano in disparte. Non ha senso comparare quelle formazioni: anche il Pergocrema era allora piu’ forte a livello di 11 di quell’Inter.
25 novembre 2008 0.06
Dane ha detto…
@Dag, mettiamoci d’accordo: se arrivano secondi Cuper (allenando il Valencia di Claudio Lopez e l’Inter di Kallon…), Ancelotti (col Parma…) sono dei coglioni e se arriva secondo Lippi “ha avuto un ruolino di marcia invidiabile”?!…@Straw: errori a favore ne ha avuti anche l’Inter, anche se ogni tifoso ricorda solo quello che gli fa comodo. In ogni caso il mio discorso era volutamente provocator
io: se giudichiamo solo in base ai numeri Ranieri e Ancelotti sono lì a 2 passi dalla più forte, se ci basiamo sui valori in campo è evidente che Ranieri e Ancelotti miracoli non ne possono fare.Certo, con Moggi al posto di Cobolli…
25 novembre 2008 0.08
jeremy ha detto…
Dane, io faccio fatica a mettere qualcuno del Parma titolare in quella Juve. Nemmeno Buffon che allora non era piu forte di Peruzzi, forse Thuram al posto di Montero. Sicuramente quel Vieri era piu forte di Crespo (che io reputo in assoluto piu forte di Bobone). Di che stiamo parlando? Mi volete dire che la Juve di Capello era inferiore al Milan di Ancelotti sul piano dei singoli giocatori? Ok ma non il Parma. E nemmeno l’Inter. Cio non significa che la Juve vinse perche era piu forte e basta e quindi Moggi e bla bla ma non si possono ridurre giocatori di livello assoluto al pari 50 60 arbitri manovrati. Magari non avremmo vinto niente senza Moggi, ma dire che eravamo sempre una spanna sotto è da ridere.
25 novembre 2008 0.13
Dane ha detto…
@Campatelli: i calcoli van fatti in base alle partecipazioni: con più biglietti della lotteria aumentano le probabilità di vincere. Quando Milan e Inter hanno vinto lo scudetto hanno sempre mostrato il proprio valore anche in Europa. E non poteva essere diversamente, visto che bisognava essere veramente forti (in campo) per poter battere la Juve (fortissima anche e soprattutto fuori dal campo).La Juve al contrario, in Europa c’è andata spesso ma, calcolando il numero di partecipazioni, i risultati sono in percentuale molto inferiori a quelli delle milanesi. Segno che forse non sempre quando vinceva lo scudetto era poi così forte. In effetti, se Torricelli e Di Livio arrivano in classifica davanti a Maldini e Savicevic, qualche dubbio onestamente mi viene. Poi, certo: Ronaldo ha fatto sfondamento…p.s.: la mia teoria è dimostrata dal fatto che quando la Juve forte lo è stata veramente, senza se e senza ma, ha vinto la coppa UEFA con la più bella impresa del calcio italiano…
25 novembre 2008 0.17
dag_nasty ha detto…
x Dane: quelli che citi assolutamente non li reputo dei perdenti, anzi!
25 novembre 2008 0.17
cydella ha detto…
@straw: Ibra ha ciccato tutte e 2 le partire col Valencia, sbagliando goal a porta vuota. Col Liverpool inesistente all’andata (se non ti salva in 10 contro 11 in cosa consiste l’essere dei campioni?) e al ritorno ha sbagliato i soliti diagonali che con le piccole segna. E quando era alla Juve cosa ha combinato in Champions? Quando il livello sale, la pressione aumenta e gli avversari sono piu’ bravi, quel mezzo secondo in meno che ha a disposizione gli e’ fatale. PS: non ha senso dire “ma a Parma ha risolto con un tiro da fuori e allora puo’ farlo anche in CL”; a Parma puo’ tirare perche’ Couto buca l’intervento. Se giochi contro Terry, quel tiro neanche lo fai.
25 novembre 2008 0.18
Dane ha detto…
Jeremy, ma che cazzo dici?! Il Vieri della Juve valeva Borriello, tanto che quando l’Athletic offrì 35 miliardi ci mettemmo tutti a ridere!…Poi, Parma o Inter, la mia era una provocazione per dire che la Juve ha sempre avuto almeno un’avversaria più forte (ho già detto quali, non fatemi ripetere…) però Moggi ha sempre colmato il gap.Solo in due occasioni non ce l’ha fatta, ma se segui Indiscreto non ho bisogno di spiegarti nulla…
25 novembre 2008 0.21
gareth ha detto…
Il Pallone d’Oro è quella competizione vinta recentemente da Cannavaro e non da Henry (che quell’anno trascinò l’Arsenal in una finale di Champions e perse i Mondiali ai rigori?) Quella mai vinta da Gerrard che ha portato due volte il Liverpool in finale di peso? Beh in effetti direi che a Ibra quest’anno non può sfuggire (scherzi a parte: vincerà Cronaldo, ma anch’io lo darei a Torres tutta la vita)
25 novembre 2008 8.12
eltopo1971 ha detto…
Cazzo dane, ti sarai anche tenuto su mourinho, ma in compenso hai scatenato l’inferno con campa.. :DEretico..Attaccando la juve stai negando uno dei più sacri dogmi del calcio italiano.. e in fondo anche nel vangelo ci sono i due ladroni..
25 novembre 2008 8.54
jeffbuckley ha detto…
“Nel calcio non vince sempre il più forte e le classifiche non rispettano sempre i valori, se no Lippi avrebbe un Mondiale in meno e Peckerman uno in più…” Questo è esattamente il (secondo) motivo per cui il calcio è lo sport più popolare del mondo, perchè non si gioca con le figurine e le statistiche spesso vengono sovvertite. Le classifiche “IbraèmegliodiTorresmapeggiodiVanbasten” o “dimmichierapiùfortetralajuveeilparma” valgono zero. Si vince nel momento in cui si gioca, vinci per un rimbalzo storto o perchè il miglior giocatore del mondo quel giorno lì ha l’unghiona nera. Dane, naturalmente tu non intendevi dire questo ma solo che vince chi trucca di più…
25 novembre 2008 9.16
jeffbuckley ha detto…
Se c’è uno a cui Lippi sta sulle palle sono io, (figuratevi che siccome non solo non credevo alla vittoria dell’italia ma addirittura tifavo contro (per calciopoli, certo..) ho comprato la Tv nuova senza sfruttare la promozione della Trony.. oggi avrei la Tv gratis) però dire che ha vinto il mondiale solo per meriti psicologici mi fa sbellicare dalle risate… E Bearzot? Negli sport di squadra i fattori che ti portano a vincere sono tanti e quello psicologico è forse il più importante e se una squadra come l’argentina vince così poco in rapporto al suo potenziale forse è proprio per quello.
25 novembre 2008 9.22
jeremy ha detto…
Dane, tu vuoi avere ragione per forza. Io non te la voglio dare perche vuoi stravolgere la realtà a favore delle tue idee bizzarre (tipo “quel” Vieri che vale Borriello….), nemmeno per concludere la discussione. Non posso importi le mie idee (perche non è giusto e non me ne frega un cazzo)ma sei in torto, perche se guardiamo i singoli giocatori come fai tu avevamo giocatori pari se non superiori agli altri almeno fino al 98 con la parentesi Fenomeno che sparigliava le carte sul tavolo(tutte erano inferiore al Milan, che pero arrivava dietro a Parma Lazio Roma e pure Inter? Magari il Milan era piu forte ma non lo faceva proprio vedere a nessuno…..). Dall’infortunio di Delpiero in poi non abbiamo vinto per 3 anni avendo comunque un’ottima squadra che si piazzo due volte seconda in malo modo per giunta (nel pantano di Perugia ci siamo finiti noi grazie ad un finale di campionato sciagurato e lo scontro diretto con la Roma lo conducevi due a zero e li stavi scavalcando). Dopo la vendita di Zidane, ci siamo rifatti l’intera squadra con campioni affermatissimi e nel pieno tipo Thuram Nedved Buffon a cui aggiungi Trezeguet e un Delpiero versione giocatore normale e non morto in piedi. Magari non eravamo i piu forti come prima ma valevamo Inter Roma e Milan sicuramente. Ora vogliamo dire che Moggi (o Agricola, tanto torniamo sempre agli stessi discorsi….)ha fatto fare il “salto di qualità”. Ok è accettabile. Ma non trasformiamo una squadra di campioni in una banda di banditi miracolati da una scheda telefonica o da una siringa, che invece di lottare per non retrocedere giocava da protagonista in Coppa dei Campioni. Con il concetto di piu forte sulla carta, il Brasile vincerebbe tutti i Mondiali e le Copa America.
25 novembre 2008 10.17
campatelli ha detto…
@ Eltopo1971, si vede che ami l’Inter…infatti la inserisci anche in argomenti in cui apparentemente non c’è…citando il Vangelo infatti, non fai che ritornare come epoca all’ultima era in cui avete vinto una Coppa Campioni…cosa di cui ovviamente tu non hai potuto vedere e godere, ma ti hanno riferito i libri di Storia…io a 16 anni ho capito cosa si prova quando la tua squadra vince la Champions, tu non hai avuto ancora questo piacere, ma non disperare… ;)@ Dane: non so se molto di quello che hai scritto ieri sera fosse dovuto all’ora tarda o alla logica stanchezza, ma davvero ti stai arrampicando sugli specchi e molti te lo hanno fatto notare…Non ha nessun senso il discorso fatto da te: se uno ha in squadra Savicevic e Maldini deve sempre arrivare davanti a Di Livio e Torricelli…ma cosa dici?La stagione di una squadra è la somma di diverse e numerosi componenti in cui la cifra tecnica dei calciatori è solo una delle tante!Allore devi essere onesto e dire : il Milan quell’anno X aveva Savicevic e Maldini si, ma pure Tabarez allenatore, poi Sacchi, poi ancora Bogarde Kluivert ecc, poi l’anno dopo aveva si Weah, ma anche un Capello tornato e mal sopportato da quasi tutta la squadra….Quando la Renault di Briatore ha vinto 2 Mondiali, allora si potrebbe dire “ma come…vincono loro contro la Ferrari che è la Storia di quello sport, con Shumacher pluridecorato ” ecc…certo…perchè la vittoria è il risultato di tante componenti contingenti, motore, gomme, fortuna.Puoi avere un motore eccezionale, ma se le gomme fanno cag, puoi non vincere…Ogni cosa che ha vinto Lippi e cmq la Juve per te sono macchiate da doping, intrallazzi ed imbrogli…non ci può essere dialogo con chi ragiona così.
25 novembre 2008 10.31
spike ha detto…
Vedo con piacere che il ritorno di Dane ha rivitalizzato il muro.Capitolo Ibra: con la juve mostruoso, ma i dettagli contano; se la juve avesse fatto il golletto che si sarebbe detto?Su kakà involuto concordo. Aggiungo che secondo me ora non c’è nessun vero fuoriclasse (intendo alla Van Basten Zico ecc. ecc.)in circolazione, solo tanti eccellenti giocatori. Forse solo C.Ronaldo può esser messo in quella categoria. FOrse.Per quanto detto sopra sorvolo sui paragoni Van Basten Torres o Ibra (per piacere!).Carico finale:Dane era la sentenza di II grado che sosteneva la non applicabilità della legge sulla frode sportiva da doping. La Cassazione l’ha cancellata confermando il I grado dove la legge era applicata eccome (da qui le condanne). In definitiva stando alla cassazione la juve ha abusato di farmaci per alterare le competizioni sportive (ChL comprese). Il reato è caduto in prescrizione. Grande allenatore quel Lippi!
25 novembre 2008 10.32
campatelli ha detto…
Infatti compare Jeremy…è proprio così…il Brasile avrebbe avuto vincere a mani basse l’ultimo Mondiale con quel popò di batteria pesante..Kakà, Adriano,Dinho,Ronaldo…e poi invece?A casa perchè era un circo più che una squadra…Sono discorsi illogici quelli di Dane…
25 novembre 2008 10.34
Nick ha detto…
Fantastico e brillantemente riassuntivo l’intervento di cyd. Ricapitolando: l’Inter vince (stradominando), 9 delle prime DIECI inseguitrici perdono punti: è crisi Inter. Niente di nuovo sotto il sole. @Ibra: pallone d’oro o non pallone d’oro, io me lo tengo così…che mi basta e mi avanza. Fra Campionato, Champions e Europei ha toppato UN big match negli ultimi due anni…per di più giocandolo in 10 contro 11 in unacompetizione chiusa con 6 gol in 6 partite. E’ un pippone e ha due ferri e stiro al posto dei piedi, quindi non dispiacerà a nessuno se c’è lo teniamo. @Juve: nessuno cita la formazione da fantacalcio puro di Capello? Buffon Zebina Cannavaro Thuram Zambrotta Camoranesi Emerson Vieira Nedved Ibrahimovic Trezeguet…quante volte si è visto qualcosa di meglio di questo? Semmai il problema è come venissero costruite queste formazioni…
25 novembre 2008 10.37
campatelli ha detto…
Nick…e sentiamolo dai…quale sarebbe il problema in merito alla loro costruzione?!Camoranesi fu preso per pochi spiccioli da un Verona salvatosi allo spareggio dalla B…ed Ibra per mi pare 15 milioni sul quale però non è che ci fosse una fila chilometrica di acquirenti…Nemmeno un pò di sagacia si riconosce alla Juve per essere stata capace di scoprire alcuni calciatori?
25 novembre 2008 10.43
jeremy ha detto…
Campa, il problema è tornare sempre agli stessi discorsi. Nella storia i giocatori bianconeri sono sempre stati protagonisti nel mondo, con la Juve e con le loro nazionali. E su queste cose che Moggi ha ancora piu rovinato la Juve, perche ha annullato tutto. Renditi conto per quanto tempo ci sara questo revisionismo sui vari Zidane e c, praticamente dei giocatori di serie B agli occhi del mondo?
25 novembre 2008 10.47
eltopo1971 ha detto…
noooo.. calciopoli noooo..nick parliamo di mourinho che vince schierando la squadra del mancio.. per favore.. 😀
25 novembre 2008 10.48
jeremy ha detto…
Nick, l’unico preso borderline è Cannavaro. Dillo a Dane che la Juve era sempre inferiore alle altre, che ti devo dire. Non sono giustificazioni per Moggi, che ci ha fatto pagare tutto e caro.
25 novembre 2008 10.52
spike ha detto…
…Veramente anche per Emerson ci sarebbe qualcosa da dire. La cosa che mi fa più incavolare di quella storia è che era la juve! uno squadrone, abitudine a vincere ecc.ecc. Che bisogno c’era di tutto quello?EL topo: hai ragione parliamo del Mancio…ehm mi sono sbagliato… di Mou. Ora basta che incominci a fare turnover e che si metta la sciarpetta ed è perfetto 🙂
25 novembre 2008 11.00
Dane ha detto…
@Campatelli: hai ragione, Savicevic e Maldini non possono arrivare sempre davanti a Torricelli e Di Livio. E’ la natura del calcio e lo dico da sempre (ma tu leggi e intepreti solo quello che ti fa comodo, e a qualsiasi ora…).Ma nemmeno possono arrivare dietro 4 campionati su 5 se no qualcosa che non funziona c’è. E infatti non è che non avessimo elementi per nutrire dubbi.Comunque hai ragione, inutile discutere con chi ragiona così. Colpa mia che mi sono rimpantanato nella Fossa dei Talebani…..@Jeremy: a me di aver ragione non me ne frega niente, mi fa solo ridere che per certa gente la Juve debba vincere per forza perchè è sempre la più forte e se non ce l’ha fa e per colpa del’allenatore! Ranieri ha Molinaro e Marchisio dove Lippi aveva Zambrotta e Zidane, quelli che son rimasti (a parte Buffon) sono alla frutta. Ancelotti giocava con Van der Saar, il peggior Del Piero di sempre, un Inzaghi che batteva (e sbagliava) i rigori, uno Zidane che giocava bene 5 partite all’anno me li ricordo io i moccoli tirati giù dagli juventini…). Poi han venduto la ballerina francese, rinforzato ogni reparto (se il Milan vendesse Kakà per prender Buffon, Terry e Gerrad anche l’incapace Ancelotti uno scudettino lo vincerebbe…) però Lippi è un genio…Non ho mai detto che la Juve era una squadraccia
o che fosse la quarta forza. Ho solo detto che ha più o meno sempre avuto una squadra più forte, ed anche se nel calcio non vincono smerpe i più forti che arrivi prima sempre la Juve qualche sospetto me lo mette…@Jeff: non intendevo dire “solo” ch vince chi trucca di più (anche se la storia dei Mondiali sembra dire questo…), ma solo che come dici tu una vittoria dipende anche da molti fattori. Scegliere un capro espiatorio è stupido, soprattutto se lo si fa in base a mafie o simpatie… p.s.: la bravura di Lippi al Mondiale è stata quella di giocare sulle motivazioni e di sfruttare un gruppo che aveva il fucile puntato alle spalle. Dal punto di vista tattica la sua è stata la stessa Italia di Trapattoni (a parte Pirlo, che proprio non si poteva escludere…), dal punto di vista tecnico è stato un normalissimo catenaccio (a parte la semifinale con la più scarsa Germania di sempre…).@Spike: i paragoni con Van Basten erano sulle carateristiche ovviamente, non sul livello (dai, non cadere anche tu nell’errore…), sulla sentenza so tutto (sono uno dei pochi comuni mortali che ha avuto la fortuna di leggere le carte processuali): precisavo solo per quei furbetti che “dimenticando” la Cassazione, sfruttano l’Appello per dire “la Juve è stata assolta, quindi è innocente”. Come hai spiegato benissimo tu….”UN PAR DI PALLE”!!!…@Nick: Dida; Cafu Nesta Maldini Kaladze; Gattuso Pirlo Seedorf; Kakà; Sheva Inzaghi. E tutti al picco della carriera (anche Dida…), non come la Juve che aveva i due centrali di centrocampo che si trascinavano (Vieira è un pacco clamoroso, tra Juve e Inter avrà giocato 5 partite buone, non di più…) e il centrale della difesa che puntava solo sul fallo sistematico (i traumatologi romani ringraziano).Anche volendo dimenticare che con arbitraggi “puliti” avrebbe finito in 8 o 9 ogni partita, la più forte in assoluto non lo era.Almeno sulla carta, e non intendo quella telefonica…p.s.: su Ibra sono d’accordo, pur facendogli ancora le pulci (la penso come Cydella, che immagino esageri le valutazioni, come faccio io con la Juve, per far capire il concetto) è migliorato molto.@Eltopo: hai ragione, è colpa mia. Chiudo e sparisco… 😉
25 novembre 2008 11.05
kalz ha detto…
Più passa il tempo e più mi convinco che Calciopoli è come l’elezione di Obama. Ci voleva proprio ed è stato un gran bene che ci sia stata. Solo che non avrebbero mai dovuto diffondere la notizia in Italia.
25 novembre 2008 11.11
jeremy ha detto…
Dane, ora si ragiona. E se volevi esprimere questi concetti allora posso concordare con te, in larghe linee. Diciamo che ti esprimi proprio male pero, perche io avevo capito totalmente il contrario. 🙂 Che poi Moggi fosse piu o meno un’assicurazione purtroppo non ci sono dubbi.
25 novembre 2008 11.18
Dane ha detto…
Jeremy, io mi esprimo malissimo, ma se dico che “la Juve ha sempre incontrato 1 (UNA) squadra più forte di lei” significa che al massimo considero la Juve la seconda forza del campionato, non la quarta!Poi i fattori contingenti sono molteplici e ci può stare che la competizione venga vinta dalla seconda forza del torneo (ma anche dalla terza o dalla quarta, come l’Italia di Lippi o il Verona di Bagnoli). Però che la seconda forza vinca lo scudetto 4 volte su 5 e la squadra più forte del mondo vinca solo uno scudetto in 5 anni non può esser solo colpa dell’allenatore (allenatore che peraltro ha vinto tutto ed è stimato in tutto il mondo, solo in Italia lo considerano un cretino…).Per quanto io sia dislessico non mi sembrava un concetto difficile da capire, poi si può anche non esser d’accordo…..p.s.: a patto di essere intellettualmente onesti, cosa che tra i tuoi compagni di tifo onetsamente capita raramente. Ma dov’è Alenar?!… 🙁
25 novembre 2008 11.53
jeremy ha detto…
Quando parlo di calcio parlo raramente di allenatori, se non in caso di danni. Per me Carletto aveva fatto piu che bene alla Juve e credo che gli sia servita moltissimo quell’esperienza per smussare alcuni difetti da allenatore, che lo hanno portato ad essere uno dei migliori al mondo. Io l’avrei tenuto e la motivazione usata per esonerarlo mi fece un po’ schifo. Dietro c’era qualcosa e con il senno di poi si capisce che uno come Ancelotti, aziendalista ma persona perbene, mal digeriva alcuni concetti dei suoi “capi”. Anche Ranieri, molto simile come comportamenti ad Ancelotti, avrebbe mal sopportato la vecchia dirigenza.
25 novembre 2008 12.10
campatelli ha detto…
@ Dane: no…invece è possibile arrivare primi in 4 campionati su 5, anzi possibilissimo.Come puoi considerare assurdo che la Juve abbia vinto il campionato 2001/02? E’ assurdo che la Juve potesse vincerlo a dispetto del Milan se questo fu costantemente fuori dalle prime 4 posizioni sino a 2 giornate dalla fine?!Il Milan iniziò con Terim…Ancelotti subentrò in corsa ma miracoli non li può fare nessuno…anzi il vero miracolo fu quel quarto posto…senza del quale chissà chi avrebbe vinto l’anno dopo la coppa…Nel 2002-03 partirono tutti sparati, novità di un calcio nuovo…0-4 lì , 0-3 di là…ma questo ritmo non lo potevano reggere…e la prima bastonata la presero a Torino in questo periodo…in quell’anno non si ricordano episodi scandalosissimi pro Juve…semmai un certo gol di Toldo grida ancora vendetta…ma è colpa di Moggi se il Milan perse 0-1 in casa conto l’Empoli!?Nel 2003/04 hanno vinto, meritatamente ,anzi di più, migliore squadra del campionato e grande sfida vinta a Roma il giorno della Befana..è stata la sfida scudetto…Poi veniamo alle stagioni di Capello…ma ti sembra
così assurdo che questo allenatore, maestro nel vincere i campionati, molto meno nell’andare avanti in Champions, abbia potuto alla Juventus riproporre pari passo il suo “curriculum”?4 scudetti al Milan, 2 al Real, 1 alla Roma…non mi pare così assurdo che abbia fatto lo stesso alla Juve..ove per altro ha riproposto anche il suo scarso feeling con la Coppa…In quei 2 anni il Milan perse la finale assurda di Istambul…e una semifinale contro il Barca…ha voluto competere su 2 fronti perchè era forte per davvero, ma alla fine è rimasto con un pugno di mosche in mano…anche se nel 2005 un successo lo avrebbe davvero meritato…Non è una cosa folle quello che dico… Il Chelsea lo scorso anno è arrivato secondo in tutte le manifestazioni…il Bayern Leverkusen nel 2002 idem…sei lì lì per vincere tutto, ma alla fine non porti a casa nulla…è quello che è successo al Milan…
25 novembre 2008 13.06
Dane ha detto…
@Campatelli, abbiamo esposto i nostro pareri personali, adesso evitiamo di ammorbare il forum con un faida personale che interessa solo a te. Io vorrei parlar solo di calcio, e se tu mi scrivi che Ancelotti non poteva far miracoli non ci capisco più niente…p.s.:Ti faccio anche il piacere di evitar di discutere sul fatto che “la famosa prima bastonata di Torino” fu generata da due gol cominciati con azioni fallose: per la falciata a Pirlo sulla trequarti, ad uno juventino avrebbero dato rigore…
25 novembre 2008 13.21
campatelli ha detto…
@ Dane…ok…in effetti meglio chiudere qui…per altro se ritieni che io mi senta bene o realizzato solo quando mi immergo nella faida personale contro di te, secondo me ti dai un tocco di importanza che mi sembra fuori luogo.Tanto ognuno continuerà a pensarla come sempre:per te quello su Pirlo è un fallo clamoroso, per me è una palla persa su calcio d’angolo ed il gol è da polli visto che è stato subito su questa azione, fuori casa ed in contropiede…Stammi bene…
25 novembre 2008 13.29
Dane ha detto…
@Campa: è difficile non perdere il pallone quando ti scalciano da dietro anche se capisco che per gli juventini certe azioni siano normali (se Cannavaro può spaccare due gambe senza esser nemmeno ammonito…), comunque non ho mai detto che tu perda il sonno per i miei post. La tua accusa dimostra quello che in realtà volevo dire: non parli di calcio ma la butti sempre sul personale. Adesso mi dai del mitomane, ieri del milanista, l’altra volta…insomma, basta.Non mi interessa discutere così ma soprattutto non interessa al Muro e al Direttore.Voi fan del Puparo siete bravissimi, bellissimi, fortissimi e non sbagliate mai. Amen, da ultimo in classifica ho problemi più grossi…
25 novembre 2008 14.30
campatelli ha detto…
Dane…se vai in Inghliterra e dici che quello subito da Pirlo è fallo, secondo me ti ridono dietro…La polemica è nata da te…sei tu che hai fatto nascere tutto dopo il mio post che analizzava un pò la giornata di campionato. Se tu ogni volta che scrivo qualcosa ti ergi a paladino sempre del Milan o cose simili,io che posso farci?Non leggere i miei interventi, ma non cambierò certo le mie idee per il fatto che non le condividi tu.Ciao ciao
25 novembre 2008 14.42
jeremy ha detto…
A proposito, ma il River puo retrocedere gia adesso o conta il clausura? Non ho mai capito come funziona la retrocessione nel campionato argentino tra apertura e clausura. Comunque che sara mai? Altre gloriose squadre sono state recentemente in B…. 🙂
25 novembre 2008 14.43
Dane ha detto…
@Campa: la storia dell’Inghilterra è una balla ad uso e costume dei picchiatori scorretti: sgambettare il portatore di palla da dietro è fallo anche in terra d’Albione, e con le due gambe fratturate in Inghilterra Cannavaro sarebbe stato incatenato alla gogna in Piccadilly Circus.In ogni caso, io ho iniziato un discorso di calcio (difendendo più Ranieri che Ancelotti, sinceramente…) parlando di calcio e facendo una valutazione sull’operato di due allenatori in rapporto alla rosa a disposizione. Tu invece la butti sul personale: Ancelotti è un cretino, Ranieri un fallito, Dane uno sporco milanista.Che io ti risponda dandoti del bigotto sovietico, mi sembra il minimo ma hai ragione: la colpa è mia che ancora ti leggo…@Jeremy: se il River retrocede si chiude baracca e burattini e ci si divide tra polo e pato…
25 novembre 2008 14.51
jeremy ha detto…
Quindi puo retrocedere da subito. Cazziomba Dane, è mai retrocesso il River? Parentesi: che minchia è il pato?
25 novembre 2008 15.03
Angius63 ha detto…
Campatelli, scusa ma se ricordi i campionati di CapellomaiallaJuve, ti spari nelle palle da solo. I due tornei di “questo allenatore, maestro nel vincere i campionati” sono quelli che comprendono, in ordine sparso, Juve-Milan di Bertini, Roma-Juve (gol in fuorigioco e rigore fuori area), Bologna-Juve 0-1, Chievo-Juve 0-1 (gol di Pellissier mezzo metro dentro), Juve-Udinese (gol buono di Di Michele annullato, gol irregolare di Del Piero convalidato) e l’apoteosi di Siena-Juve (3 gol in 10 min). Ho dimenticato qualcosa?
25 novembre 2008 15.06
campatelli ha detto…
Angius…ok…ora tu dimmi però…saresti in grado oggi di dirmi, con certezza assoluta…quanti di questi episodi possono essere ascrivibili a Moggi e quanti invece alla casualità ed all’errore umano?Il Milan l’altra domenica ha vinto con un rigore inesistente di Kakà…il contatto è avvenuto fuori dall’area…Come mai un rigore dato così può essere frutto di un errore umano, del “ci sta” ed un rigore pro Juve simile, no?Allora per te il rigore dato alla Juve con la Roma fuori area è stato dato per una certa ragione…per me quello dato al Milan inesistente può essere frutto di un errore, come nella partita dei bianconeri…ti senti di poter escludere a priori questo mio ragionamento?
25 novembre 2008 15.15
Dane ha detto…
@Jeremy: ti pare che starebbero così tranquilli se fossero ad un passo dalla retrocessione?! Era una battuta, per dire che squadre come River, Milan, Juve e Real possono retrocedere solo a tavolino…p.s.: la seconda retrocessione del Milan fu sul campo, ma discendeva dalla prima…p.p.s.: il pato (anatroccolo) è un gioco a metà tra il polo e il rugby. Si gioca a cavallo come il polo, non ci sono mazze e la palla è una sacca di cuoio con 4 manici (tre per i puristi) con all’interno una palla di metallo (tipo quella da boowling) del peso tra i 4 e i 7 chili (a seconda delle categorie).E’ una disciplina che discende da un passatempo col quale i gauchos ingannavano le attese durante i pascoli, contendendosi l’anatra (i tre manici rappresentano ali e collo) morta (che poi sarebbe andata in pasto ai vincitori) e mostrando la propria abilità nel raccogliere in corsa il pato fermo a terra (come potrai immaginare un pato di 4 chili, vero o finto che sia, non è che rotoli granchè…) rimanendo in sella e sporgendosi di lato (più o meno come facevano gli indiani per ripararsi dai proiettili dei Federali…).E’ ormai un gioco folcloristico (un po’ come le nostre bocce…), ma fino a pochi decenni fa contendeva a rugby e polo il titolo di secondo sport nazionale…
25 novembre 2008 15.24
Dane ha detto…
@Angius: e poi si meravigliano degli sfoghi di Kaladze…..p.s.: “ho fatto un capolavoro!…” Birra a chi la indovina…
25 novembre 2008 15.26
jeremy ha detto…
Mi auguro per te che si davvero cosi….Quindi il pato è tipo il gioco afgano che si vede in Rambo, quello con la capra. Ok grazie tutto fa cultura. Ps prepara il birrozzo: Dondarini dopo Samp-Juve 0-3.
25 novembre 2008 15.34
Angius63 ha detto…
Campatelli, non prendiamoci in giro, il rigore di Kakà col Chievo a velocità normale “era” in area, così come Khaladze ha fermato il pallone con la mano. Il rigore di Roma-Juve che fosse fuori area lo vedeva anche un cieco voltato dall’altra parte!
25 novembre 2008 15.40
Dane ha detto…
@Jeremy: no, è Stallone che ha copiato il pato!…p.s.: birrozzo pronto, ma devi venire a prendertelo in Critical Mass… :-D@Angius: non insistere, è inutile. Non leggono le intercettazioni e come dice Mughini “non c’è la valigetta coi soldi”. Perchè le Maserati le regalano con l’inserto di Tuttosport…
25 novembre 2008 16.01
jeremy ha detto…
Dane, CM non sono quelli che vanno in bici di notte? Bella iniziativa, evitate pero di suonare i campanelli che la gente dorme!!!:-)
25 novembre 2008 16.28
99annidisolitudine ha detto…
@jeremy mi sembra che le retrocessioni in argentina siano regolate da una sorta di media punti degli ultimi 5 campionati.Comunque Dane sicuramente saprà qualche dettaglio in più
25 novembre 2008 17.26
eltopo1971 ha detto…
io non posso aiutarvi..personalmente non sono esperto di retrocessioni.. 😀
25 novembre 2008 17.54
jeremy ha detto…
Grazie 99anni. Credo che Dane faccia lo scaramantico, ma se fosse come dici tu il River non retrocede sicuro. Eltopo, ormai dobbiamo subire il vostro spirito in silenzio , come avreste dovuto fare voi per anni…. Come sei interista.:-)))
25 novembre 2008 18.04
Dane ha detto…
@Jeremy: io non ho manco le luci su Milonga, figuriamoci i campanelli! Curioso però che se a far casino sono i tamarri in Suv o i formichieri da Happy Hour ci si lamenti meno… ;-)@99anni: hai centrato il punto. Pensa che anni fa mi arrivò una mail di un forumista del tipo “il River è arrivato a metà classifica eppure va lo stesso in Libertadores, e poi parli dei magheggi italiani!”. Non ebbi la forza di rispondergli…@Eltopo: purtroppo lo spogliatoio di Genoa-Inter dell’83 non è una biblioteca a cui possono accedere tutti i comuni cittadini…
25 novembre 2008 18.23
Ivan.fab ha detto…
Ma come Ziliani c’ha fatto anche il libro! Poteva farlo anche sui giocatori pagati in nero dal suo (ex?) datore di lavoro ma poi ha avuto altri impegni…
25 novembre 2008 19.26
jeremy ha detto…
Dane, sei un pazzo criminale a girare cosi in bici!!! Semplicemente qui ci sei tu di CM, mentre suvvisti non credo ce ne siano. Tra i formichieri da Happy hour mi ci metto pure io ed effettivamente qualche secchiata d’acqua in zona Vetra non farebbe male. Ma non è un po da sport pro USA sta regola “garantista” del campionato argentino?
25 novembre 2008 20.09
Dane ha detto…
@Ivan: magari ha semplicemente scritto un libro su cui conosceva bene l’argomento perchè ne ha condotto l’inchiesta (insabbiata, si sa: gli onestoni…). In fondo a Ziliani dobbiamo la geniale definizione di “illegittima difesa” riguardante Meani, anche se è vero che sul sito scrive cose che poi nelle sue trasmissioni non troviamo…@Jeremy: non sapevo sniffassi coca, comunque la CM inizia alle 22-22,30 e finisce due ore dopo: a quell’ora a Milano non dorme nessuno. Per quanto riguarda il criminale, sono un ciclista urbano e mi bastano due led luminosi per farmi avvistare. Per l’illuminazione ci sono i lampioni, sarò bionico ma io vedo sempre bici e scooter anche se viaggiano senza luci; il resto è ipocrisia di un paese che si è sempre retto sul poker di cosche: Gianduia Automobili, la Gomma del Grattacielo, Petrolio e appaltatori corrotti…
25 novembre 2008 20.53
Nick ha detto…
Questo forum spesso assume degli insospettabili tratti comici. E’ incredibile come riusciate a parlare sempre e solo nella stessa direzione…poi il Diretto si lamenta degli interisti! :DPS: a chi chiedeva delucidazioni sul calciomercato del Moggy-time mi dispiace ma non posso essere più preciso. C’è un processo in corso. O no?
25 novembre 2008 21.44
Dane ha detto…
@Nick: ma de che parli?! Il sarcasmo anonimo non ti fa onore…@Jeremy: dimenticavo la risposta sul garantismo sportivo. Da un punto di vista romantico hai ragione, è bello vedere ogni tanto la Cenerentola che va in Champions League, ma volendo essere pragmatici prova a vederla in un ottica “movimento sportivo nazionale”. In questo momento la Fiorentina è fuori dalla Champions League, dopo aver tolto il posto al Milan. E’ successo spesso anche in passato con le varie Lazio, Udinese o Parma a togliere un posto alle grandi tpo Inter, Milan o Juve (ricordo una Juve in Intertoto. Per qualificarsi alla Uefa, non alla Champions!…). E’ bellissimo vedere una Cenerentola compiere l
‘impresa del decennio, ma poi in Champions vuoi per organici inadeguati, vuoi per mancanza di mentalità, vuoi per disabitudine agli alti livelli, queste squadre escono al primo turno dopo aver tolto il posto ad una grande che ha avuto un’annata storta ma che magari almeno agli ottavi sarebbe arrivata.Dal punto di vista del movimento è un peccato, la regola sudamericana serve proprio a quello. Poi è questione di gusti…
25 novembre 2008 22.09
Nick ha detto…
“Anonimo”? Più chiaro di così…
25 novembre 2008 22.59
jeremy ha detto…
Dane, pensavo che per formichiere intendessi mangiatore vorace!!! :-)) Non sniffo per mia fortuna e non credo lo faro mai!!! Potrei denunciarti perche mi hai dato del drogato o era un giudizio tecnico? Lo so, è gia vecchia ma voglio grattare il barile…:-)
25 novembre 2008 23.09
Dane ha detto…
@Jeremy: era un giudizio tecnico ovviamente, perlaltro confermato (anche se involontariamente) da te. Come se Farina ammettesse di essere scarso… ;-)@Nick: ma non ce la fai a parlare in italiano?! Poi sono io quello che non si sa esprimere… 😀
25 novembre 2008 23.25
jeremy ha detto…
Un giudizio tecnico sbagliato quindi parte il deferimento con proposta di squalifica per te proprio perche ho negato di pippare coca!! Altro che Farina (nome che capita a fagiolo :-D..)che ammette di essere scarso!!!
25 novembre 2008 23.36
Dane ha detto…
Eh no, scusa: t’ho dato del formichiere solo dopo che tu avevi fatto outing! Se poi avevi capito amle è colpa tua, e se hai capito male perchè non so esprimermi non sono comunque passibile di querela. Sennò il 90% dei giornalisti italiani passerebbe la giornata in tribunale…p.s.: tornando al calcio, fantastico Italo Cucci che sta dicendo che la Champions è più scarsa del campionato italiano solo che la Fiorentina non è riuscita ad essere la Fiorentina. Come sempre, quando in campo ci son gli italiani gli avversari non contano mai…
25 novembre 2008 23.44
Nick ha detto…
Dane, il mio non parlare italiano è la mia salvezza. Sono arrivato in italia 25 anni fa, ma la lingua è difficile. Per fortuna questo mi evita il deferimento! 😀
25 novembre 2008 23.49
jeremy ha detto…
Vero ha perso. Peccato. Volendo si torna al discorso di prima sul campionato argentino: il Milan sarebbe uscito in quel girone? Non penso proprio. Ps Ok non ti querelo, ma ti buco le ruote della bici appena posso….
25 novembre 2008 23.51
Franco Lampada ha detto…
Mero dato statistico da verificare perchè non avevo voglia di sfrucugliare enciclopedie o, ancora peggio, Wikipedia: sbaglio o è dal 2004 che non mandiamo 4 italiane agli ottavi? Mi ricordo fuori nei gironi un inter di zac, una rometta che fuori dal raccordo anulare si dimostra tale, udinese, chievo (preliminari), lazio e oggi fiorentina..Era veramente solo 5 anni fa che 3 squadre italiane occupavano i 4 slot liberi delle semifinali della massima competizione europea??Sembra un altro secolo..
26 novembre 2008 0.04
jeremy ha detto…
Piu che una nostra involuzione c’è stata l’esplosione delle inglesi che hanno piazzato 4 squadre in finale negli ultimi 4 anni (sempre le stesse che partecipano tra l’altro), normale visti gli investimenti megagalattici fatti da Liverpool Chelsea e ManU piu l’impressionante lavoro dell’Arsenal su giovani in rampa di lancio. E non credo quest’anno cambi molto. Forse Barca e Inter si possono inserire. Ovviamente poi la Juve vince la Champions: io parlavo di finaliste!! :-)))
26 novembre 2008 0.13
Nick ha detto…
Attenzione con il discorso sulle qualificazioni “quinquennali” però: così non si fa altro che aumentare il divario tra grandi e piccole. In fondo quest’anno i milioni della Champions li ha presi la Fiorentina e non il Milan. Magari ai rossoneri non sarà cambiato niente…ma alla Viola sì. E, al di là di come sta girando, quest’estate eravamo tutti d’accordo che avesse fatto un ottimo mercato.Anche grazie a quei soldi, no?
26 novembre 2008 0.42
eltopo1971 ha detto…
dane”In questo momento la Fiorentina è fuori dalla Champions League, dopo aver tolto il posto al Milan.” anche il milan avrebbe tolto il posto alla fiorentina se si fosse qualificato.. alla fiorentina e ad altre 16 visto che su 20 si va in 4..filomilanista :DDD
26 novembre 2008 9.01
jeremy ha detto…
L’importante è che la Fiorentina investa per il futuro non avendo il portafoglio di Inter o Milan. Un po come ha fatto il Lione che partecipato una volta alla Champions si è costruito un impero in Francia (vincendo il campionato da 6 anni!!!)e una presenza alto livello in Europa, sempre passando il primo turno e mettendo paura a molti (compreo il ManU l’anno scorso). La Fiorentina puo tornare in Champions il prossimo anno (se lo gioca con Lazio e Napoli, con la Roma in un eventuale miracolosa rincorsa). Comunque contento per il Milan che ora si trovera un bel avversario in UEFA.
26 novembre 2008 9.24
jeffbuckley ha detto…
Dane, non credo Tu intenda veramente dire che alla Champions dovrebbero partecipare solo le grandi, sarebbe una posizione alla Galliani che non mi pare ti appartenga. Certamente non mi trova d’accordo, è il contrario di tutto quello che si è sempre detto su questo sito a proposito di etica delo sport (qualcuno vince perchè ci sono altri che perdono) di eguaglianza almeno sulla linea di partenza etc… Tra l’altro da noi il movimento avrebbe bisogno di una bella ridimensionata, altro che 100 e passa squadre professionistiche. A proposito del Lione, è probabile che con i soldi della CL abbia scavato un solco con le altre francesi ma mi sembra che siano anche bravi a scovare giocatori e valorizzarli. Perchè nessuna italiana ha preso Juninho giovane? E i 4 o 5 africani (d’origine) che ha poi venduto a peso d’oro? E quanto è forte Benzema?
26 novembre 2008 10.10
Dane ha detto…
@Nick: infatti ho detto che è questione di gusti e che le qualificazioni quinquennali hanno un sapore pragmatico. E non essendo tifoso parte in causa non posso far altro che notare che quella qualificazione, al contrario di quanto tu dici, non ha cambiato (e non la cambierà) la storia dela Viola (il portafolgio di Della Vale non cambia per pochi milioni di € in più: va’ che la Fiorentina non è mica arrivata in finale!…), mentre avrebbe potuto avere un significato diverso per il Milan.E per quanto riguarda il mercato della Fiorentina, da tifoso interista filo-zlataniano, sai che fare un buon mercato non è sufficiente per centrare determinati traguardi… ;-)@ElTopo: certo, con la differenza che il Milan (ma il discorso varrebbe anche per Inter o Juve) avrebbe tolto un posto anche ad una tra Lione e Bayern. Mentre invece, purtroppo, tocca constatare che un posto Champions per le varie Lazio, Udinese e Fiorentina è un posto Champions buttato. E siccome già le grandi fan fatica ad arrivare ai quarti…. 🙁
26 novembre 2008 10.11
Dane ha detto…
@Jeff: ho già detto che è questione di gusti e la scelta quinquennale è una scelta pragmatica, la visione di Gallaini è uan visione oligarchica che non c’entra nulla. Se vogliamo restare romantici restiamolo (tanto per fare un esempio, la squadra per cui ho tifato di più in Champions è stata l’Udinese. Per la quale veramente smoccolai di brutto…), ma un movimento sportivo deve anche valutare il proprio futuro e la propria sopravvivenza.Ad esempio nel rugby attualmente si pensa a fare due seleizoni nazionali da iscrivere nella Celtic League per permettere ai giocatori itliani di confrontarsi con un rugby di più alto livello e far crescere il movimento. Mandare in Champions League carneadi che tornano subito a casa con 4 sberle sul groppone non aiuta molto, per quanto sia brutale dirlo.Non solo, ma la qualificazione quinquennale non premia solo le grandi, ma semmai chi riesce a mantenersi ad alto livello per un lasso di tempo dilatato. Tanto per fare un esempio, con quel sistema l’Udinese di certe stagioni scorse sarebbe comunque arrivata in Champions, mentre non ci sarebbe arrivato magari il Chievo (e non mi sarebbe dispiaciuto).Un altro esempio è il Verona i Bagnoli, che vinse il campionato dopo che per 4 anni aveva offerto il miglior calcio d’Italia e che in Libertadores col sistema argentino ci sarebbe andato.Premiare chi costruisce un lavoro solido e di qualità invece che chi c’entra il colpo di culo (a proposito di etica, ci sarebbe da parlare degli arbitraggi che han portato la Fiorentina in Champions, ma lasciamo perdere…).Poi, come detto, è questione di gusti…p.s.: il che non toglie che vedere Galliani friggere in UEFA mi fa sbracare… 😀
26 novembre 2008 10.21
jeremy ha detto…
Jeff, il Lione ha fatto una politica sul lungo intelligentissima, costruendo un vivaio da paura. Quando venderanno Benzema a peso d’oro (50 milioni?) si rifaranno mezza squadra per essere sicuri di continuare a dominare in Francia per i prossimi dieci anni e investiranno ulteriormente sui giovani. Non avendo velleità di vincere la Champions, gli basta e avanza fare l’outsider a vita in Europa per portarea casa il budget per l’anno successivo. Chiamali fessi. E magari beccano la stagione stile Porto e fanno il colpaccione del secolo.
26 novembre 2008 10.23
Nick ha detto…
Sicuramente un buon mercato non è sufficiente per centrare determinati traguardi…altrettanto sicuramente un cattivo mercato è la certezza di non centrarli.Forse Gilardino, per dirne uno, sarebbe andato lo stesso alla Fiorentina anche senza Champions. O forse no, e magari sarebbero andati via anche Frey e (soprattutto) Mutu.Se poi vogliamo dire che qualificando sempre le stesse squadre non aumenta il divario fra grandi e piccole diciamolo pure, per carità…tanto..
26 novembre 2008 10.23
Nick ha detto…
LA differenza fra pragmatismo e oligarchia è brillantissima, ma sa tanto di arrampicata sugli specchi.E comunque la Fiorentina sono 3 anni consecutivi che fa i punti necessari per la zona Champions, altro che botta di culo e arbitraggi favorevoli (!!!)
26 novembre 2008 10.26
jeremy ha detto…
Nick, la Viola ha fatto la classica sparata della bomba della squadra senza esperienza di alto livello. Secondo me hanno la forza per ritornarci l’anno prossimo e fare una figura diversa. Perche, a parte il pareggio balordo a Lione, hai perso da babbeo a Monaco dopo aver rischiato di segnare piu volte, hai pareggiato in casa contro una squadretta e nella partita decisiva ti hanno preso a pallate.
26 novembre 2008 10.32
Nick ha detto…
Appunto Jeremy…prima di parlare di posti champions buttati si devono considerare tante cose.E se già ora assistiamo a comportamenti ridicoli di chi “si allena in campionato per giocare la Champions” (salvo poi svegliarsi troppo tardi) figuriamoci cosa succederebbe con le qualificazioni quinquennali.A sto punto meglio la Superlega…
26 novembre 2008 10.36
eltopo1971 ha detto…
danead oggi sono discorsi irrilevanti..se mi qualifico vado io, punto.sennò facciamo la superlega..da cui però gente come il chelsea rimarrebbe fuori visto che nella sua storia internazionale ha vinto tanto quanto lazio, fiorentina e werder brema.. (ossia una coppacoppe se ben ricordo)..e mettiamo dentro il notthingam forest e l’aston villa..io questo discorso lo farei per le nazionali più che per i club, che giocano le coppe ogni anno..ma le nazionali che devono ammorbarci con le inutili noiosissime e squallide partite di qualificazioni alle fasi finali le ammetterei sì per diritto divino.. hai vinto il mondiale almeno una volta nella tua storia? ok, qualificato.. per me non se ne può più delle varie italia-lettonia, germania-san marino etc etc.. idem per gli eruopei..
26 novembre 2008 10.40
eltopo1971 ha detto…
Questo post è stato eliminato dall’autore.
26 novembre 2008 10.43
jeremy ha detto…
Eltopo, devo dire che te l’appoggio in toto. Soprattutto sul discorso nazionali perche si passa dal rollerball sudamericamo alla pagliacciata europea. Meglio qualcosa tipo Sei Nazioni (Francia, Italia, Germania, Spagna, Inghilterra e Olanda per esempio) ogni anno e qualificazioni di 4 partite in croce per Mondiali ed Europei. Vi rendete conto che non incontravamo il Brasile da 11 anni e invece andiamo a fare le qualificazioni in Azerbajgian???? Ma si puo? Ma l’Europeo arrivera a 24 squadre quindi….
26 novembre 2008 10.48
< a href="http://www.blogger.com/profile/00076321390080630535" rel="nofollow">Dane ha detto…
Dio mio Nick, come sei rigido. Non ho mai negato che con quel sistema non si verificherebbe il divario tra grandi e piccole nè ho mai detto che bisognerebbe cambiar le cose a favore del sistema sudamericano. Ho solo spiegato la differenza di punti di vista che porta a preferire un sistema piuttosto che un altro. A ElTopo sta sulle balle vedere Italia-Lettonia, a qualcuno può dispiacere vedere Del Piero in Intertoto o Kakà in UEFA per vedere Rocchi e Gilardino collezionare figure di merda in giro per l’Europa.Se la Fiorentina avrà la possibilità di rifare la Champions e acquisire l’esperienza necessaria per far strada anche in Europa saremo tutti contenti, al momento mi dispiace constatare che si è buttato via un posto Champions (ma valeva anche per il Milan di Zaccheroni eliminato dal Galatasaray…).Per il resto non ho specchi su cui arrampicarmi ma ho solo fatto un’osservazione da posizione neutrale, e se vi ritenete la Bibbia state sereni che non ho intenzioni di imbrattarvi le pagine…
26 novembre 2008 10.50
Nick ha detto…
LA differenza è che Del Piero e Kakà l’UEFA se la sono “meritata”, mentre le Nazionali certe partite devono giocarle per forza. Se ti sembra poco…Se poi invece chiunque alla sua prima partecipazione in Champions debba arrivare ALMENO a vincerla, allora hai stravinto.PS: questo ritornello del “se non vi sta bene me ne vado” sta diventando stucchevole…
26 novembre 2008 10.58
eltopo1971 ha detto…
nickmi hai anticipatocomunque per le nazionali non intendevo una superlega tipo 6 nazioni, ma il mondiale come è adesso solo che chi l’ha vinto (ossia ad oggi bra arg ger ita uru fra ing) è qualificato e tutti gli altri a scannarsi per i rimanenti posti.. lo stesso gli europei.. le nazionali vivono la loro storia nelle fasi finali dei loro due tornei ogni 4 anni (anzi 2 per la coppa america).. il resto è fuffa, dai.. kaka in uefa ci va una volta (e gli va ancora bene che non è la mitropa :DDDD), poi gia dall’anno prox dovrebbe tornare in champions..se è per questo anche del piero ha fatto la b.. e allora? potevano chiedere die ssere ceduti..
26 novembre 2008 11.09
jeffbuckley ha detto…
Nick, è un classico di Dane parlare per paradossi e dare per verità scientifiche (suffragate da fatti e dati..!)le sue opinioni personali. In questo caso, visto che ha messo la postilla della questione di gusti e di ragionamento prgmatico, dico che secondo il mio gusto è ragionare in questi termini sembra una follia, in serie A avremmo ancora Provercelli e Alessandria.. Bologna e Genoa farebbero la CL, l’Udinese la quarta serie ed il Chievo il campionato UISP. Posso capire il mandare alle Olimpiadi gente che non passerà mai i primi turni, in questo caso lo sviluppo del movimento può essere un motivo (anche se a me sembra più un alibi per i dirigenti e comunque ci sono limiti minimi di risultato da superare) ma per la CL, via… L’errore clamoroso è stato far morire la coppa Uefa e la Coppa delle Coppe e ingrandire la CL facendo partecipare la quarta classificata (o la seconda del campionato danese, che probabilmente è anche peggio). Erano due tornei ocn la loro dignità e anzi, la Uefa era spesso più impegnativa perchè chi aveva vinto il campionato l’anno prima non è detto che fosse ancora più forte delle altre squadre del suo Paese. Oggi succede che da settembre a febbraio ci si annoia con gironi di CL che, nel 90% dei casi, sono decisi in partenza e la uefa non frega nienete a nessuno (chi mi dice, senza andare su Wikipedia, chi l’ha vinta due anni fa…?)
26 novembre 2008 11.14
Nick ha detto…
O magari di riportare la Juve in Serie A perchè, secondo lo stesso ragionamento, faceva tristezza vedere Del Piero prendere sberle a Rimini…
26 novembre 2008 11.14
Nick ha detto…
Questo post è stato eliminato dall’autore.
26 novembre 2008 11.17
jeremy ha detto…
A me una competizione stile Sei Nazioni non farebbe schifo. E sicuramente non mi farebbe schifo vedere l’Italia giocare contro nazionali blasonate piu spesso di una volta ogni 10 anni. Non mi ricordo piu l’ultima volta con l’Argentina invece mi ricordo benissimo che con la Georgia e l’Ucraina abbiamo fatto l’abbonamento ultimamente. Certo pero GrazieMarcello ha il record di risultati utili…..
26 novembre 2008 11.18
jeremy ha detto…
Il Siviglia!! Birrozzo please!!:-))
26 novembre 2008 11.20
eltopo1971 ha detto…
jeremyno, il 6 nazioni no..devi dare a tutti la possibilità di vincere.. il calcio da sempre si fonda su questo.. è anche alla base della sua diffusione ovunque nel mondo..
26 novembre 2008 11.42
campatelli ha detto…
Certi discorsi fanno davvero accapponare la pelle…in 2 parole si mette KO un dei principi basilari dello sport…ossia che qualsiasi squadra possa ambire a qualsiasi traguardo…Facciamoci una Champions con Milan Inter Juve Roma Chelsea Liverpool Arsenal Manchester sempre…sai che bel divertimento…Il Milan lo scorso anno su 38 giornate sarà stato 4-5 domeniche non primo, ma tra le prime 4…quelle che sono arrivate prima sono state sempre davanti…poi avevano avuto la fortuna di passare avanti a 2 giornate dalla fine e sono andati a liquefarsi ed essere presi a pallate (Napoli Milan è finita 3-1 ma doveva avere uno scarto di gol doppio) da una squadra già salva.Se arrivi quinto mi sembra evidente che non hai poi questi grandi meriti di giocarti la competizione più importante.Che la Fiorentina poi si uscita al primo turno cosa importa?Erano 3 anni che facevano i punti per andarci…ora hanno fatto esperienza di sicuro…
26 novembre 2008 11.58
Nick ha detto…
(fragore di tuoni, urla di donne disperate, rumore di capelli che si strappano)…quoto Campatelli!
26 novembre 2008 12.00
jeremy ha detto…
Io non voglio eliminare l’Europeo che resterebbe quello che è. Dico solo che è assurdo non giocare mai contro nazionali blasonate se non ogni 4 anni. Quindi ben venga un torneino stile 6 Nazioni (quindi con partite scaglionate su piu mesi)al posto di amichevoli sconcie e inutili qualificazioni fiume.
26 novembre 2008 12.10
kalz ha detto…
Per la Champions League la verità è che si dovrebbe fare un campionato europeo a 20 squadre con andata e ritorno come quelli nazionali, che di fatto nel giro di qualche anno diventerebbero dei tornei di secondo rango… ma è vietato dirlo. Un po’ come la storia che i tifosi nno dovrebbero andare in trasferta, ma starsene a casa a gurdare la partita in TV… ma anache qui quando “qualcuno2 lo ha proosto anni fa, apriti cielo! Naturalmente aveva, e ha, ragione lui…ma è vietato dirlo.
26 novembre 2008 12.44
Franco Lampada ha detto…
Bè un dato di fatto innegabile è che a vedere Inter-Anorthossis in vanno in 30.000 mentre Milan-Barca e Milan-Real hanno attirato a san Siro quasi il triplo di spettatori..Poi non è detto che contro i ciprioti venga fuori una bella partita (ma anche in promozione ogni tanto capita di vedere del bel calcio..): francamente pagherei pur di vedere ogni settimana un ManYoo-Real un Barca-Inter o un Chelsea-Lione ed evitare di andare a giocare in stadi che mi fanno venire la pellagra come quelli di Livorno/Siena/Cagliari o Reggio Calabria..Poi certo dal punto di vista sportivo non sarebbe tecnicamente corretto , ma who cares?
26 novembre 2008 13.08
eltopo1971 ha detto…
francolampadase le facessero ogni settimana ti stuferesti e perderebbero il loro fascino.. la grandezza di mondiali, europei e olimpiadi sta anche nel fatto che sono ogni 4 anni.. se li facessero ogni due per tre perderebbero molto della loro sacralità..
26 novembre 2008 13.23
Nick ha detto…
Frank, nobody cares…ma chiamiamola come si chiama -Superlega- senza andarci a impantanare in “posti Champions buttati nel cesso”, perchè la Fiorentina (e l’Udinese, e la Lazio) aveva tutto il diritto di giocare questa Champions così come il Milan ha tutto il diritto di giocare in UEFA.E soprattutto, dopo averla chiamata come si chiama, non lamentiamoci del fatto che le piccole restano piccole, che aumenta il divario, che in tv e sui giornali si parla solo delle grandi e che anche su questo forum si parla solo delle grandi (e quindi solo dell’Inter, va da sè! :P)
26 novembre 2008 13.24
eltopo1971 ha detto…
facciamo una superlega di squadre che hanno sempre militato nella massima divisione dei propri campionati nazionali.. :DDDreal, barca, inter.. e poi? :DDD
26 novembre 2008 13.29
Franco Lampada ha detto…
eltopo d’accordo, ma di certo meglio (per dire) beccarsi in serie Real-Barca-Man Yoo-Chelski che Chievo-Reggina-Siena-Catania..poi è una questione di gusti..Sulle nazionali d’accordissimo: non è possibile che i big match siano così rari e, troppo spesso, solo in amichevole….piuttosto che le partite di qualificazione in Georgia/Kazakhstan/Malta/Cipro/Bulgaria, mondiale ogni due anni con wild card per le grandi o sedicenti tali…
26 novembre 2008 13.29
campatelli ha detto…
@ Eltopo1971:il problema è che se mettono come postilla e condizione di partecipazione a quella Lega l’aver portato a casa uno straccio di Coppa Campioni negli ultimi 40 anni, vengono prese Olimpique, Steaua,Amburgo, ma qualcuno resta fuori… :)@ Nick: 😀 chi si deve preoccupare tra me e te?Io che scrivo una cosa che ti va bene o tu che condividi una mia?A parte gli scherzi, qui c’è qualcuno che vuol far passare come Diritto Divino l’idea che gli amici milanisti per sempre il martedi ed il mercoledi non possano mai giocare a calcetto…quest’anno possono…è il giovedi che sono occupati…se nulla mutasse e cambiasse mai, sai che noia la vita…
26 novembre 2008 13.40
Nick ha detto…
Campa, hai centrato il punto: quest’anno il calcetto del giovedì ha tutto un altro sapore!Bastano solo i continui dubbi sulla partecipazione delgi amici milanisti che, invece di giocare a calcetto, restano a casa a guardare canali porno! 😀
26 novembre 2008 14.13
Dane ha detto…
@Nick: inanzitutto io non ho mai minacciato di sbatter la porta perchè non me ne frega niente di far la prima donna. Sono solo stufo di sentirmi dire un giorno che sono milanista, un giorno che sono gallianiano, un giorno che mi arrampico sugli specchi. Io ho le mie idee e a volte avanzo semplicemente degli argomenti di discussione ad uso e consumo del Muro, indipendentemente da come io la pensi e senza intenzione di cambiare le vostre idee (questo intendevo con “imbrattare la vostra Bibbia).Difatti ho detto “qualcuno potrebbe dispiacersi per Kakà in UEFA”, non ho detto “secondo me è ingiusto che Kakà vada in UEFA”.Cercavo di discutere vedendo la cosa da più punti di vista, indipendentemente da qual’è il mio.Nello specifico io tornerei alla vecchia Coppa Campioni e alle vecchie maglie in cotone makò, quindi figurati se mi va l’idea di Galliani della qualificazione ad honorem.Tanto più che, entrando nello specifico, il mio River da quel sistema ci sta perdendo, perchè a furia di essere sempre in Libertadores e a furia di non retrocedere mai non si accorgono che si stanno addormentando su se stessi. Più o meno per gli stessi motivi per i quali il Milan è finito in UEFA senza accorgersene: mentre il Boca umilmente ha lavorato sul vivaio e ricostruisce la squadra in maniera razionale, il River continua a metter sul sito la scritta “la squadra più gloriosa d’Argentina” e a fare una campagna acquisti sentimentale portando a casa vecchi Ortega che passeggiano per il campo. Invece avrebbe bisogno di azzerare tutto e ripartire, ma vivendo nella bambagia non riceve la scossa che li sveglierebbe.Risultato: il Boca ha il triplo delle Libertadores del River che sta fermo lì ancora col vecchio medagliere.Io ho solo detto che mi dispiace vedere un posto Champions occupato da squadre inadeguate che poi fanno poca strada (e ho detto che il metodo sudamericano probabilmente è stato visto in tal senso), ma non ho mai detto che bisogna truccare la competizione per impedirlo.Sono abituato ad immaginare il punto di vista degli altri per ampliare la visuale senza per questo magari cambiare la mia opinione. Ma qua pare impossibile, perchè appena immagini il punto di vista di un altro subito vieni etichettato dal talebano di passaggio!… Io non ho chiese da difendere, mi spiace che non tutti possano dire la stessa cosa…p.s.: sono d’accordo con Kakà e Del Piero che se la son meritata, ma le nazionali automaticamente qualificate al Mondiale che propone El Topo è un po’ simile come concetto al sistema sudamericano. Per i club no e per le nazionali sì?! Cioè, Del Piero merita di far la UEFA e Totti e il Trap non meritavano di far le qualificazioni dopo la Corea?!@Jeff: scusa di quali paradossi fatti passare per verità scientifiche parli?! Ho citato due modi di intendere le cose e cercato di spiegare le idee che muovono l’uno e l’altro sistema. Per me vale tutto, perchè ogni sistema ha una sua motivazione (come i Trials americani per le qualificazioni alle olimpiadi, che essendo fatte in periodi di scarsa preparazione a volte causano esclusioni clamorose…), quindi per favore discuti del merito della cosa senza attacchi personali, sennò mi tocca risponderti a tono e poi mi danno della primadonna.Dpodichè, anche quest’anno se ci sarà una grande in lotta con una piccola per il quarto posto, farò il tifo per la grande semplicemente perchè credo abbia più possibilità di far strada in Champions. Almeno questo mi è concesso o dovete decidere voi anche per chi devo tifare?!…@Campatelli: senti, se attacchi qualcuno almeno abbi il coraggio di farlo dichiaratamente, e non da moggiano qualunque. Ho già detto che vedere il Milan (e soprattutto Galliani) in Uefa mi fa solo piacere, quindi quel “qualcuno vuol far passare come diritto divino” te lo puoi risparmiare.Io sono per la vecchia Coppa Campioni, quindi non ho messo in discussione nessun “principio basilare dello sport”. E poi da quando gli juventini conoscono i principi basilari dello sport?!…
26 novembre 2008 14.30
jeffbuckley ha detto…
“Sono abituato ad immaginare il punto di vista degli altri per ampliare la visuale senza per questo magari cambiare la mia opinione. Ma qua pare impossibile, perchè appena immagini il punto di vista di un altro subito vieni etichettato dal talebano di passaggio!…” Dane, l’impressione è che il punto di vista degli altri tu lo prenda in considerazione (credo che per “immaginare” tu intenda questo)solo se coincide con il tuo… Capisco che potendo scrivere solo poche righe per volta sia difficile esprimere concetti chiari e a volte non si venga capiti completamente, però se dici che sei per la vecchia coppa dei campioni, poi sponsorizzi il metodo argentino e dici che “..dispiace vedere un posto Champions occupato da squadre inadeguate che poi fanno poca strada..” ……. Comunque niente di personale, per quale squadra tifi non frega a nessuno ma non è che rivendicando di essere agnostico puoi dire tutto e il contrario di tutto, o meglio: puoi, ma qualcuno magari ti critica… è un Paese libero :-))
26 novembre 2008 15.10
jeffbuckley ha detto…
francolampada: premesso che concordo con Eltopo, anche la Sharon Stone 35enne tutti i giorni viene a noia (ehm…) vorrei introdurre un punto di vista diverso: il suffragio universale è stato abolito? viviamo in un paese dove vige il sistema delle caste come in india? no perchè qui si dice che sarebbe meglio giocare tutti i giorni contro Barcellona, Bayern e Chelsea ma i tifosi di Atalanta, Bari o Casteldisangro dovrebbero solo pagare Sky per accontentare quelli delle squadre elette senza poter nemmeno sperare di, un giorno, far parte di tale elite? mi sembra una visione un po’, come dire, classista, un po’ come costruiire un muro antiimmigrati (ah già, ma è quello che molti vorrebbero…). Viva la coppa d’Inghilterra: partita secca in casa del più debole fin dal primo turno e se in finale ci va una squadra di pompieri e idraulici peggio per i kakà di tutto il mondo.
26 novembre 2008 15.17
jeremy ha detto…
Jeff non ti salvi mica con quell’ehm sai!!! 🙂 Sharon Stone a 35 anni (non mi fa per niente schifo nemmeno ora tralaltro…)non stanca nemmeno 24 ore su 24 abbi pazienza!!!
26 novembre 2008 15.23
eltopo1971 ha detto…
Dane”Per i club no e per le nazionali sì?!”per me le nazionali potrebbero pure giocare 42 partite di qualificazione.. il problema è che i giocatori sono umani e quindi potendo scegliere per preservarli dal logorio fisico è meglio fargli saltare qualche partitaccia di qualificazione (secondo me).. cazzo ogni volta che c’è un incontro di cartello giocano le stramaledette nazionali e la partita del weekend è inficiata dal fatto che i giocatori sono rientrati stanchi dopo un volo transoceanico etc etc.. non so per voi, ma per me il calcio (esclusi i mesi di giugno e luglio ogni due anni ossia europei e mondiali) è costituito dalle squadre di club.. che mi frega di italia grecia..
26 novembre 2008 15.23
gareth ha detto…
jeffbuckley ma che minchia c’entra il Bari (che ha vinto lo stesso numero di coppe europee del Chelsea, 1 a 1) con Atalanta e Casteldisangro? Semmai chiediti: è giusto giocare tutti i giorni contro Barcellona, Bari, Bayern e Chelsea o dobbiamo accontentare anche i tifosi di Atalanta e Casteldisangro? 🙂
26 novembre 2008 15.31
Franco Lampada ha detto…
@jeff: d’accordo sulla FA Cup una delle poche manifestazioni che mantengono quasi inalterato il proprio fascino (vedi abolizione replay e semifinali a Wembley: una bestemmia!) nonostante i tentativi di aggressione del calcio moderno..detto questo non tiriamo in ballo caste, democrazie e concetti etici per lo sport che per la maggior parte del popolo italiano è solo un momento di svago e di divertimento: mi immedesimavo nel tifoso italiano che magari preferisce vedersi un kakà vs CRonaldo o un Ibra vs Torres tutte le domeniche piuttosto che un kakà vs i Bentivooglio e Yepes di turno..Poi magari mi sbaglio io eh! In linea di massima sarei per una superlega a livello europeo stile NBA (anche se mi morirebbe il cuore per la Premier e la FACup..) solo che, come abbiamo già discusso 1.000.000 di volte, non se pò fa…
26 novembre 2008 15.35
gareth ha detto…
eltopo: per me le nazionali sono la cosa più importante che ci sia, e come tale vengono considerate in tutto il mondo tranne che in Italia. Poi chiaro che amichevoli come Italia-Grecia sono inguardabili, perché a nessuno interessa più di tanto vincere, e questa è una cosa che mi manda in bestia; mai vista una squadra di rugby a cui non interessa vncere un test match, “tanto non c’è nulla in palio”. Sulla Superlega sono contrarissimo: da piccolo ho imparato la geografia europea grazie alla Coppa UEFA, e preferivo di gran lungo la Coppa Campioni con una squadra per paese anziché il torneo con le 4 spagn
ole, le 4 inglesi, le 3 tedesche etc. E già che siamo in stagione di desideri natalizi, ridatemi la mia Mitropa con Tatabanya e Admira Wacker, please!
26 novembre 2008 15.37
jeremy ha detto…
Gareth, ma il Milan la sua Mitropa Cup la mette in palmares? Come sei barese….Parafrasando: se il PSG avesse la Mitropa Cup, sarebbe un piccolo Ber……:-)))
26 novembre 2008 15.41
Dane ha detto…
Ma no Jeff, abbi pazienza, io non ho sponsorizzato un cazzo di niente. Jeremy mi ha chiesto del sistema sudamericano muovendo un’obiezione e paragonando il sistema a quello di Galliani. Io ho semplicemente detto che sono due cose diverse, perchè il sistema di Galliani è quello di creare un torneo nel quale il Milan è sempre qualificato da regolamento, e sempre da regolamento il Milan va in finale e vince.Io mi son permesso di dire solamente che ci sono vari punti di vista, e che il sistema argentino magari cerca di risolvere il problema, e ho citato un mio sentimento, di vedere una squadra qualificata per caso e poi fuori al primo turno. Chiaro poi che questo sistema risolve un problema e ne crea mille altri. Questione di gusti, c’è chi preferisce premiare i risultati nel lungo e chi vuole la qualificazione shock (e magari la vittoria finale, vedi la Grecia nell’Europeo).Questione di gusti e di scelte, ho solo fatto una panoramica come se ragionassi tra me e me su qual’è la soluzione migliore. Punto.Se il diritto di critica è sacrosanto, non lo è quello di etichettatura, se permetti. E comunque il diritto di critica riguarda l’idea, non la persona, quindi analisi psicologiche non ne accetto.Non siete d’accordo col sistema sudamericano?! Benissimo, non lo sono neanch’io, nonostante mi stia sulle palle vedere un’italiana far figure di merda in Champions (che poi anche mandando in Champions sempre le stesse grandi, se sono imbottite di stranieri non è che si aiuta molto il movimento nazionale. Vedi?! Altro problema ed altra obiezione possibile…). Però provo per gioco a mettermi nei panni di chi la pensa diversamente.Anche nei panni di chi vuol vedere Milan, Inter e Juve sudarsi la qualificazione mentre Brasile, Argentina e Italia no! Perchè Fernando Torres e Fabregas devono sudarsi la qualificazione mentre Recoba e Cavani ci devono andare di diritto, oppure perchè Italia-Bulgaria è una palla mentre invece Milan-Empoli è una botta di adrenalina! Quando si dice la coerenza…p.s.: sono ricorso al paradosso, devo fare penitenza?!…
26 novembre 2008 15.49
totoland ha detto…
Buongiorno a tuttiContinuando il vostro discorso sulla Champion’s perchè non pesiamo alla formula dell’eurolega?All’eurolega per “CONTRATTO” devono giocarla determinate formazioni Bologna, treviso Siena ed un’altra a scelta. Se una di queste non si qualifica cede i diritti.
26 novembre 2008 16.49
jeffbuckley ha detto…
gareth, a noi di bergamo già i meridionali ci stanno sulle balle, dopo il tuo post poi… va bene che se Parigi avesse lu meri… ma non esagerare 😀
26 novembre 2008 16.54
Nick ha detto…
“il Bari (che ha vinto lo stesso numero di coppe europee del Chelsea)”…c’è bisogno di aggiungere altro per spiegare perchè il calcio è così appassionante?@Dane, il punto non è quale possa essere la soluzione al problema di Galliani. Il punto è che non c’è proprio nessun problema.
26 novembre 2008 16.54
jeremy ha detto…
@Jeff: Magutt!!! Vogliamo il Bari in Champions (c’hanno pure lo stadio omologato UEFA)!!!
26 novembre 2008 17.02
jeffbuckley ha detto…
Dane, sei stato chiarissimo, bene così. tra l’altro hai citato uno dei casi che rafforzano la mia convinzione e la mia tesi. La vittoria della Grecia all’Europeo, così come, ai tempi, quelle di Danimarca e Cecoslovacchia, è il migliore spot possibile per il gioco del calcio, uno dei pochi dove davvero non solo no sempre vince il migliore ma spesso non vince nemmeno chi lo meriterebbe. Un po’ come nel ciclismo no…? Franco: “non tiriamo in ballo caste, democrazie e concetti etici per lo sport che per la maggior parte del popolo italiano è solo un momento di svago e di divertimento” Non era per metterla giù dura ma forse quando dici “mi immedesimavo nel tifoso italiano…” non consideri che IL tifoso italiano non esiste. Prendendo ad esempio Atalanta e Casteldisangro (il Bari non lo cito più se no Gareth s’incazza..)ho estremizzato ma certo il tifoso di Napoli, Genoa, Roma, Lazio, Torino etc… si sentirebbe escluso, o no? O vogliamo mettere dentro 15 squadre per nazione?
26 novembre 2008 17.04
Dane ha detto…
Nick, ho usato il termine “problema” ma avrei potuto usare “questione, nocciolo del discorso, argomento in atto, etc…” quindi non fare ila mestrino col lapis rosso.Di Galliani non me ne frega niente e che il Milan non sia in Champions non è un problema nemmeno per me (ma almeno io posso giurare che sarebbe così anche se al posto del Milan ci fosse la mia squadra. Non so quanti di voi possano dire lo stesso…), l’ho detto chiaro e tondo quindi a sto punto non sono io che mi esprimo male ma sei tu che sei ottuso.Se no dovrei pensare che siccome “qualcuno non aveva capito un cazzo di quale fosse la mia opinione”, adesso “si arrampica sugli specchi” per giustificare il suoi attacco nei miei confronti.Quindi, se hai paura di far veder che magari su qualcosa la pensiamo simile, non c’è problema, sono disposto a violentarmi e cambiare le carte in tavola io: voglio pagare per vedere una Champions dove giochino sempre e solo Real, Milan e Liverpool e compagnia bella, perchè di Fiorentina, Udinese, Inter, Osasuna e QPR non me ne po’ frega’ de meno….. p.s.: e non parlarmi di complesso di persecuzione perchè nel momento in cui posti sta capriola dialettica pur di darmi contro, anche dopo che ho chiarito che sul tema la penso più o meno come voi, la tua malafede è evidente…
26 novembre 2008 17.09
Dane ha detto…
Jeff, siamo d’accordo (senza favole tipo la Grecia, la Danimarca senza big o il Nottingham Forest delle due Coppe Campioni, la metà dei libri di sport varrebbe come l’inserto della Gazzetta…) anche se non so se mi è concesso il permesso di dirlo… 😉
26 novembre 2008 17.14
gareth ha detto…
jeffbuckley, “a noi di bergamo già i meridionali ci stanno sulle balle” non è un mio problema: cartina geografica alla mano, i baresi non sono “meridionali” ma “orientali” (infatti siamo a est di Praga, che molti considerano “Europa dell’Est”!) :-))
26 novembre 2008 17.14
Nick ha detto…
“ma almeno io posso giurare che sarebbe così anche se al posto del Milan ci fosse la mia squadra. Non so quanti di voi possano dire lo stesso..” Penoso. (o “penoso” non si può dire e “ottuso” sì?)Tra l’altro di darti contro non me ne può fregar di meno, visto che spesso sono d’accordo con te e lo dico senza problemi. Rilassati.
26 novembre 2008 17.16
Dane ha detto…
Sono rilassatissimo Nick, sei tu che hai la coda di paglia…p.s.: tranquillo, penoso si può dire, almeno a me. Dopo filomilanista vale tutto. E ovviamente ottuso, penoso e coda di paglia sono tutti giudizi tecnici… 😀
26 novembre 2008 17.25
jeremy ha detto…
Gareth, brutto magnaorecchiettealragudicavallo!! Io ti difendo e mi rinneghi pure???? Vile tradimento!!!
26 novembre 2008 17.26
Nick ha detto…
Ovviamente 😀
26 novembre 2008 17.27
gareth ha detto…
Jeremy, il mio non era un giudizio di merito sui meridionali, quindi non rinnegavo nulla, puntualizzavo :-D.Però potevi fare a meno di fare la spia al Direttore circa quel mio debole per certi cibi (sì, mi chiamavano “l’uomo che masticava i cavalli”, in effetti…)
26 novembre 2008 17.30
jeremy ha detto…
Hai rinnegato e basta!!! Hai preferito darti del bizantino!!!!:-)) PS mi sta venedo una voglia di orecchiette alla barese che non hai idea!!
26 novembre 2008 17.34
Holger Stanislawski ha detto…
Ciao a tutti quanti.Non sono d’accordo con la distinzione tra “big” e “piccole”. A mio avviso le due classi sono molto più permeabili di quanto voi pensiate. Insomma non mi sembra proprio il caso di fissare gerarchie per l’eternità quando in fondo basta poco a un club per entrare nel top ed anche uscirne … In fondo chi puo’ dire che un’Inter post-Moratti, o un Milan post-Berlusconi per dirne due, saranno sempre in prima fila per investimenti e per risultati sportivi?Evviva l’ascesa ( e anche la “discesa”) sportiva!
26 novembre 2008 17.52
jeffbuckley ha detto…
gareth, non ricordo chi ha detto: “siamo tutti meridionali di qualcuno…” però in effetti orientale suona meglio, per me l’europa dell’est comincia a brescia…! Se bazzichi Milano e ti interessa ti segnalo un ristorante pugliese mooooolto buono… P.S. ma Cassano a Voi è simpatico a prescindere in quanto “dibarivecchia” o anche lì c’è qualcuno che la pensa come Lippi?
26 novembre 2008 19.18
jeffbuckley ha detto…
bravo holger, io SO che un giorno l’atalanta vincerà la CL e che juve e milan torneranno in B… 😀
26 novembre 2008 19.20
Nick ha detto…
Mah…la Juve non so, ma fino a quando resta questa dirigenza al Milan la speranza è più che legittima!
26 novembre 2008 19.51

francesco74 ha detto…
Sto iniziando una petizione per l’immediata espulsione da Milano e dal Mondo del calcio Luis Figo,simbolo della peggiore Inter (quella di Recoba tanto amato da Moratti per intenderci)
27 novembre 2008 7.46
gareth ha detto…
Jeff, vai di segnalazione che magari ne approfitta anche Jeremy! (P.S. a me non piace Cassano perché è di Bari vecchia, ma solo perchè è il più grande talento del calcio italiano, tutto qui)
27 novembre 2008 7.54
jeffbuckley ha detto…
Francesco, dimmi dove si firma. niente contro il Figo degli anni ’90 ma quando Moratti capirà la differenza tra “essere” ed “essere stati” sarà sempre troppo tardi. Se gli piace l’uomo lo assuma in Saras. Breve commento sulla partita (?) di ieri: naturalmente massacreranno il Mou ed in parte fanno bene, la colpa è sempre di chi comanda, ma a me sembra che non cambi mai niente nell’Inter intesa come società, come ambiente. Ieri è succeso quello che, nelle coppe europee, abbiamo visto mille volte negli ultimi trent’anni: una squadra molle che si sarebbe accontentata del pareggio. Va bene che faceva freddo, c’era poca gente, sabato c’era la Juve e domenica ci sarà il Napoli etc. etc… ma se non massacriamo il Panathinaikos in casa in una partita di CL, eccheccazzo… Tra l’altro ieri non ho potuto unirmi a chi dice che in queste partite DEVI fare il turnover, un po’ per far riposare i titolari, un po’ perchè ai titolari di giocare ieri sera palesemente importava poco e le riserve si sarebbero impegnate di più (o forse è meglio dire avrebbero dovuto; visti i 20 minuti di Balotelli mi viene qualche dubbio). Se anche con 5 seconde linee non vinci (o almeno non perdi) con i greci… dove cazzo vuoi andare? E’ vero che ogni partita fa storia a se e c’è chi ha vinto la CL senza mai vincere dai quarti in poi ma dopo il pari in casa con il Werder ed a Cipro cominciano a girarmi le balle.)
27 novembre 2008 9.25
jeffbuckley ha detto…
gareth, non so si può fare pubblicità, comunque è in via Costanza 2, zona via Washington. Direttore, se cancelli il post non c’è problema
27 novembre 2008 9.29
jeremy ha detto…
Jeff, ce ne sono un paio pure in Bicocca. Ora non mi ricordo il nome, ma è li che ho scoperto l’orecchietta alla barese e me ne sono innamorato!!
27 novembre 2008 9.41
jeremy ha detto…
Ps Complimentoni all’Inter!!!
27 novembre 2008 9.41
Nick ha detto…
D’accordo con Jeff…fra l’altro direi anche che non basta andare in conferenza a dire “vedo un calo di concentrazione” visto che il ruolo dell’allenatore è (anche) quello di evitare questi cali. Ed è la seconda volta in stagione che succede.Poi, per carità, ci può anche stare un calo fisico (il rientro dalle nazionali, poi dai il 110% per giocare con la Juve, poi un calo ci sta), ma l’impressione è che non sia così…e, peggio ancora, l’impressione è che l’11 titolare era proprio quello che dava maggiori garanzie dal punto di vista mentale. Non oso immaginare come stavano gli altri. Chissà perchè poi.Quelle che non capisco, invece, sono le critiche tattiche (già sentite a decine: “Mourinho ricomincia a fare gli stessi errori..non era contento di come si era giocato con Palermo e Juve?”)…a me sembra che la formazione di ieri fosse tatticamente IDENTICA a quella vista con Palermo e Juve. Certo Figo non è (più) Stankovic, ma è vero pure che abbiamo subito UNA (contata, anche dalle statistiche) azione pericolosa e per il resto Julio Cesar non l’ha mai vista.Insomma, problema di testa secondo me. E fa ancora più rabbia, perchè potevamo essere primi in carrozza…soprattutto considerando che la differenza fra prime e seconde degli altri gironi c’è eccome.Poi, certo, la Roma è fenomenale anche se rischia di ritrovarsi in UEFA…comunque ho un chiaro ricordo di una squadra che, inserita in un girone ridicolo, agguantò la qualificazione nonostante due sconfitte nelle ultime due partite e poi andò a vincere la Coppa…
27 novembre 2008 9.42
gareth ha detto…
Jeff, grazie della segnalazione, io non credo che questo tipo di pubblicità abbia alcuna controindicazione legale! Io finora le orecchiette a Milano le ho sempre mangiate all’Osteria della Pasta e Fagioli in Via Venini o al classicissimo locale di Chechele e Nennella (credo si chiami Porta Rossa). Certo che fatte in casa con la ricetta di nonna sono ancora meglio! Direttò, facciamo il Muro della Forchetta da qualche parte?
27 novembre 2008 10.09
eltopo1971 ha detto…
jeffvia costanza 2 è vicino a casa mia.. e non lo conoscevo nemmeno.. ma cazzo hanno bloccato la cessione delle tessere per inter napoli..
27 novembre 2008 10.12
jeffbuckley ha detto…
gareth, il muro della forchetta non sarebbe male ma se il direttore non ha controindicazioni qualche dritta possiamo scambiarcela anche qui. Al Rifugio Pugliese roba fresca, porzioni abbondanti, ambiente vivace ed accogliente. E’ leggermente caro ma come disse una volta Gualtiero Marchesi, invece di mangiare la pizza una volta alla settimana, venite da me una volta al mese…
27 novembre 2008 10.28
Stefano Olivari ha detto…
Coming soon un sondaggio sui muri desiderati. Io tifo per quello del basket e per quello anni Ottanta, ma se quello dei ristoranti avesse almeno venti appassionati si potrebbe fare…
27 novembre 2008 10.41
jeremy ha detto…
Sugli anni Ottanta l’appoggio totalmente. Sui ristoranti pure anche se le mie tasche mi permettono poco o nulla.
27 novembre 2008 10.46
jeremy ha detto…
Povero Maestro, i francesi “ca puzza ar naso” gli hanno tolto le stelle per ripicca. Potremmo aprire il “Muro della forchetta” partendo da noi milanesi: una volta al mese ci si fucila mezza settimana di stipendio (100 euro circa) per provare ristoranti da consigliare o sconsigliare, come dice jeff. Comunque magnamo, cosa per me assolutamente fondamentale.
27 novembre 2008 10.58
enzima10 ha detto…
nick, che la dea bendata ti ascolti..anche perchè la squadra di ieri non consentirebbe molto ottimismo…bisogna anche dire, a onor del vero, che è la stessa identica (per modulo e per 9/11 dei giocatori)squadra che due giorni fa era definita una schiacciasassi implacabile…magari
meno emotività nei giudizi non guasterebbe…sennò qui ci si trova a dire tutto e il contrario di tutto, come certi autorevoli critici, slla base della valutazione del solo ultimissimo risultato…
27 novembre 2008 11.04
jeremy ha detto…
Enzima, vedendo la partita ieri sera sembrava di vedere un’altra squadra, completamente. E se il Pana ha tirato una solo volta non significa che non abbia giocato anzi, ha fatto il suo. L’Inter è stata arruffona e svogliata, ovvero tutto quello che non è stata sabato. Sono sicuro che vedremo un’altra Inter con il Napoli. Pero essere primi è importante e quindi occhio al Werder fuoricasa: con la regola della nazionalità dei club, rischi di entrare in un sorteggio da cui esce solo un inglese o una spagnola per gli ottavi.
27 novembre 2008 11.42
Dane ha detto…
Quoto la segnalazione di Jeff, abito a due pedalate da via Costanza, la mia bella ha lo studio lì di fronte e a quel ristorante son stato spesso: veramente consigliabile.Per quanto riguarda l’Inter, sinceramente non mi son meravigliato del risultato di ieri sera.Non posso giudicare l’ennesimo schema oratoriale da finale di partita a causa del mio fioretto sul Chiacchier One, ma non gli darei grosse colpe per lo sbandamento della squadra. Anche negli anni di Mancini si potevano osservare due squadre con due atteggiamenti e due livelli di concentrazione diversi tra campionato e coppa, eppure giocatori e allenatore erano gli stessi nelle due manifestazioni.E’ un problema di società, che non riesce a contenere le derive dei giocatori (anche il “mirabolante” Milan vedeva le riserve giocar male le partite inutili invece che vedere 11 assatanati desiderosi di mettersi in mostra. Sono i calciatori di oggi, vogliono tutti giocare solo la finale col Real Madrid…) e che per questo motivo continua ad impedire il salto di qualità a questa squadra.Il problema non sta nel risultato, la qualificazione è in cassaforte (anche se con un Werder vincente si sarebbe dovuto sudare anche nell’ultimo turno…) ed anche il sempre mirabolante Milan faceva risultato pieno nei primi 4 turni del girone per poi regalare le ultime due partite. Atteggiamento vergognosamente antisportivo, ma che non ha mai sbarrato la strada verso la coppa.Certo, l’Inter veniva dal pareggio e quindi una sconfitta non era auspicabile, ma certi commenti di certi opinionisti fanno ridere (sentito ieri sera: “Sì, l’Inter era già qualificata, ma perdere così è una figuraccia che toglie il gusto della qualificazione…” Qualcuno gli ricordi Italia-Camerun dell’82…).I problemi veri sono in realtà due: 1) Il pericoloso calo di concentrazione dell’Inter lascia dubbi sul cammino futuro di questa squadra. Ovviamente il fatto che dopo Inter-Juve Moratti abbia dichiarato: “Possiamo vincere facile ogni partita…” è solo una coincidenza… 2) Se l’Inter dovesse arrivare seconda potrebbe beccare una squadra tipo il Barcellona. E in quel caso, in casa Inter, si parlerebbe solo di Inter-Barcellona fino a febbraio. Con le conseguenze che, conoscendo l’ambiente, tutti possono immaginare… p.s.: eloquente la dichiarazione di Mourinho, che nei giorni precedenti la gara aveva avvertito tutti del pericolo e che criticabile tatticamente è sicuramente di cervello fino, data ieri sera ai microfoni: “Non sono stato abbastanza bravo a far capire il pericolo ai giocatori…”Apparentemente una ammissione di colpa, in realtà un modo come per dire “Io l’avevo detto…”
27 novembre 2008 11.51
Angius63 ha detto…
Non c’è niente da fare, in Italia le motivazioni contano enormemente e non c’è titolare o riserva che faccia eccezione, a livello di club o di nazionale. Comunque l’Inter asfalterà il Werder, non c’è paragone tra gli organici delle due squadre ed in più mancherà Diego per squalifica.Anch’io sono d’accordissimo sui nuovi Muri riguardanti anni Ottanta e pappatoria. Per quest’ultimo potremmo riprendere il titolo “Pagando il conto”, che Stefano ha un po’ abbandonato. A proposito, visto l’orario, buon appetito a tutti.
27 novembre 2008 12.01
jeremy ha detto…
Dalla Gazzetta: Il tecnico dell’Inter analizza la sconfitta col Panathinaikos: “Siamo stati poco compatti: non meritiamo di essere già qualificati. In Europa abbiamo bisogno di avversari importanti per rendere al meglio. Perciò spero in un avversario duro agli ottavi”. Ma questo si ricorda le ultime CL dell’Inter o no? Altro che avversario tosto: devi arrivare primo e beccare un Porto o uno Sporting di turno cosi arrivi tranquillo a febbraio senza ansia da prestazione. Poi si vedra nei quarti ma almeno non ti tieni una “scimmia” per 3 mesi sulle spalle tipo ManU o Barca.
27 novembre 2008 12.05
spike ha detto…
Visto il solito schema delle sconfitte in casa dell’Inter in Europa (stadio vuoto, tifosi avversari chiassosi, squadra svogliata, avversari che non la stuzzicano per piazzare la zampata e poi far catenaccio) al 20 ho cambiato canale sicuro di come sarebbe finita.Infatti. Concordo Sul muro del mangiar bene. qui proveniamo da diverse regioni italiani, potrebbe venirne fuori una guida gastronomica coi fiocchi.
27 novembre 2008 12.12
spike ha detto…
letto l’articolo di FR. Ha scelto la partita sbagliata per attaccare Mou e i suoi bersagli preferiti all’interno dell’Inter. Fermo restando che sull’opportunità e i modi dell’allontanamento del Mancio, concordo con lui, non credo proprio che Mou abbia detto ai suoi di giocate svogliati.
27 novembre 2008 12.26
Franco Lampada ha detto…
Il Mou ha sbagliato e non c’è dubbio. Sono un suo estimatore, ma ieri la squadra ha ricordato prestazioni tardelliane e zaccheroniane di una vita fa. Molli e disattenti (il gol del Pana ne è una prova lampante) oltre che poco incisivi davanti. Figo è un ex, Adriano mi è piaciuto più di Ibra, ma non ha più nè tiro nè colpo di testa…Quando è entrata la cavalleria a venti minuti dalla fine si è visto qualcosa di più.. Su Ibra il giudizio resta sospeso: quando la squadra non gira dovrebbe essere lui a farla vincere (come a Parma lo scorso anno), in Europa non succede…Non sono d’accordo coi giudizi negativi su Quaresma: ieri mi è sembrato l’unico un pò vivace ed in grado di creare situazioni pericolosi..In ogni caso c’è poca qualità in mezzo e si vede..Domenica col Napoli c’è una bella prova d’appello per capire se è solo una questione di mentalità (champions-campionato) o qualcosa di più serio..
27 novembre 2008 12.55
spike ha detto…
su Adriano concordo con Franco lampada.non ha più tiro. Una volta faceva partire certi bolidi, ora…
27 novembre 2008 13.39
eltopo1971 ha detto…
a guardare bene non è che ci sia tutta sta diffrenza tra ieri e sabato.. togli il gollonzo di muntari e aggiungi il gol di del piero su calcio d’angolo nella loro unica occasione.. non c’è niente da fare.. io ho visto le ultime tre in casa dal vivo..genoa udine e juve..e quello che le accomuna è una notevole difficoltà a buttarla dentro.. cruz su punizione e il gollonzo di muntari in tre partite sono un po poco.. mettiamoci pure ieri e fanno 4.. raramente avverti la sensazione che da un momento all’altro possa scapparci il gol..
27 novembre 2008 14.37
eltopo1971 ha detto…
ovviamente cruz su calcio d’angolo non su punzione.. scusate..
27 novembre 2008 14.38
campatelli ha detto…
Io sono sempre stato un estimatore di Mourinho e lo sono ancora perchè aspetto altre verifiche per valutarlo appieno, ma secondo me sin qui ha deluso, per quelle che erano le aspettative.I risultati ci sono,ma quello che di nuovo (per quanto si possa inventare ancora nel calcio, quasi più nulla credo) doveva portare ,forse è rimasto in Inghilterra.Se la cosa innovativa doveva essere mettere 5 attaccanti e mezzo o 6 in campo nella stessa partita, ci è riuscito…in Italia non si era mai visto…ma nemmeno nei campi di terza categoria…Che tristezza vedere così quella squadra ieri sera:2 ali larghe (Balotelli ala!) a fare cross come ai campetti di giù al mare, come diciamo noi qui ed in mezzo 3-4 giocatori ad aspettare quella palla o al massimo una sponda di testa per altro improvvisata.La squadra divisa in 2:4 dietro e 6 avanti…certo che se il contropiede te lo fanno i greci, forse ti salvi…ma se lo impostano Manchester, Liverpool o Barca, così ne prendi 5.
27 novembre 2008 14.39
Tani ha detto…
Dopo tante difficolta a entrare, un altra prova tecnica..
27 novembre 2008 14.47
Tani ha detto…
Finalmente!
27 novembre 2008 14.47
jeffbuckley ha detto…
Piccole postille al post di Dane: 1. se avessimo vinto le prime 4 mi andrebbe bene di regalare le ultime due ma non è andata così e tutto sommato, non sapendo come sarebbe finita a cipro, direi che ci è andata bene 2. non voglio difendere il Mou ad oltranza, tra l’altro il mio discorso vale per tutte le Società: premesso che l’allenatore (il capo) si deve prenedere tutte le colpe (è pagato, e bene, per questo, mica perchè ha la scienza infusa, checchè ne pensi qualcuno..) più che dire pubblicamente, e di certo in privato ai giocatori, che temeva il calo di tensione francamente non so cosa avrebbe dovuto fare. E’ vero quello che dice Nick, il suo ruolo è proprio
di evitare che certe cose accadano, però bisogna tenere contio che nello spogliatoio, e tutti i giorni ad Appiano e in Società, girano varie persone, dirigenti, procuratori amici degli amici etc.. più o meno vicine alla squadra e a questo o quel giocatore. Questo è quello che intendo per ambiente Inter, un ambiente dove a partire dal Presidente, il nostro nickname storico, “bauscioni”, viene giustificato giorno dopo giorno. 3. so di essere noiso ma ripeto quanto già detto in più occasioni: a dispetto di una rosa bulimica questa squadra è incompleta e manca di agilità, cambio di poasso e fantasia. Molto potente, poco veloce, facciamo troppa fatica a fare gol.
27 novembre 2008 14.53
jeremy ha detto…
Insomma, eltopo. ho visto tutte e due le partite: in una sembrava dovesse segnare ogni 30 secondi (ahinoi…), con uno strapotere fisico e mentale costante; ieri sera scazzo a mille con continui attacchi del Pana (molto sterile comunque) e inculata a freddo su uno pericolo vero. A prescindere dalle occasioni, comunque molto trovate piu che cercate (i mischioni fanno risultato ma non calcio giocato).
27 novembre 2008 14.56
Dane ha detto…
Piccole postille al post di Jeff: 1) Che all’Inter sia andata bene mi sembrava di averlo detto chiaramente (con un gol del Werder nel recupero, all’ultimo turno Inter, Werder e Pana sarebbero state tutte in corsa per i primi tre posti. Al di là del valore degli organici, e con o senza Diego in campo, praticamente una lotteria da 5 maggio…). Secondo me il clima dell’Inter è stato rovinato dal pareggio del precedente turno, vissuto come una vittoria a causa della relativa tranquillità di classifica dell’Inter.2) Le assunzioni di responsabilità di Mourinho di ieri sera, sono una strabiliante acrobazia da Juri Chechi della comunicazione. Mourihno ha capito che fin’ora quando l’Inter ha sbarellato gli è sempre andata bene ma che ovviamente così non può durare perchè non sempre ti riesce il gol di Cruz o Cordoba nel recupero. Per tutta la settimana infatti aveva cercato di frustare i cavalli per non farli distrarre dagli zuccherini del Capo Scuderia, al quale ieri sera ha presentato (dopo il preventivo mostrato in settimana) conto, consuntivo e relativa fattura.Le dichiarazioni di ieri sera hanno chiarito che quando Mourinho ha detto “non sono UN pirla” intendeva dire “non sono IO IL pirla”, e delle due l’una: o hanno rafforzato il potere dell’allenatore all’interno della società, o hanno indebolito il suo contratto.Chi vivrà vedrà…
27 novembre 2008 15.40
jeremy ha detto…
Tani, compare, che cazzo di fine avevi fatto??? Gli altri desaparecido sono: ekstroem, Vanelder, Leo (credo che ancora sia in lutto post Lione…), ultimamente alenar, diego, simo dello sport. Amici dove siete????:-((((((
27 novembre 2008 16.36
Dane ha detto…
Stava organizzando il funerale della Palin…..
27 novembre 2008 16.39
eltopo1971 ha detto…
jeremydimmi se ti viene in mente un’occasione da gol dell’inter di quelle facili.. cazzo dove basta spingere il pallone in porta.. sì, muntari, ma frutto di un tiro sbagliato.. ecco, mancano le occasioni facili.. con la juve ibra ha avuto due occasioni ma sempre dopo una sgroppata di decine di metri.. a palermo si è inventato un tiro della madonna da trenta metri..
27 novembre 2008 16.54
Tani ha detto…
Jerry: ieri sera ho finito un esame, percio ultimamente sono stato molto occupato. Dane, la Palin chi…:))
27 novembre 2008 17.02
jeremy ha detto…
eltopo, saranno sgroppate di decine di metri ma era solo contro Manninger e in un’occasione l’ha proprio ciabattata fuori in maniera scandalosa per essere Ibra.
27 novembre 2008 17.04
Ivan.fab ha detto…
Per me ieri Mou ha un po’ giocato a fare Dio (citazione). Metto Figo, poi metto Quaresma. E chissenefrega se questi non tornano mai tanto loro giocano bloccati dietro. Io mi sarei tenuto il mio solito centrocampo protetto provando a rilanciare Mancini dietro Balotelli e Ibra. Comunque non è il gironcino iniziale il problema. Ora aspettiamo febbraio per capire se davvero l’al
lenatore è così fondamentale come pensano molti. Io non sono fra questi.
27 novembre 2008 19.21
Dane ha detto…
Eltopo, non è che si può sempre andare in porta col pallone! Vero è che dopo 5 minuti avevamo capito tutti che con la difesa a metà campo la Juve rischiava il massacro e invece ha perso solo per due tiri svirgolati, però fosse finita 3-0 per l’Inter non ci sarebbe stato niente da dire. Non mi pare che Milan e Juve vadano in rete più facilmente, anzi. Mica si può sempre giocare contro la difesa del Real…
27 novembre 2008 19.51
clinter ha detto…
La partita di ieri è stata pessima, ma il manicheismo del tifoso(di ogni squadra) è infantile. La squadra deve essere fatta di 11 superman che vincono sempre. Mi vien da ridere a leggere i soliti commenti su Ibra che in Europa non convince. Ma dico, il Panacomesichiama sarebbe una squadra di tal livello europeo da sconvolgere la psiche dello svedese? Non è più logico pensare che non è possibile mantenere sempre lo stesso stato di forma e di concentrazione? Il calcio non è matematica, altrimenti nessuno lavorerebbe più, basterebbe giocare 1000 euro ogni giorno su una squadra quotata 1,30. L’unica cosa certa che ha detto la partita di ieri è che Figo è un ex-giocatore.
27 novembre 2008 20.46
Vincenzo ha detto…
Questo post è stato eliminato dall’autore.
27 novembre 2008 22.03
Tani ha detto…
Please, ditemi che non e vero…
27 novembre 2008 22.07
clinter ha detto…
Bah! Essendo io molto medio, anche se è una contraddizione nei termini, non so se i nickname ‘francorossi’ e ‘dag_nasty’ sia ascrivibile realmente al preclaro giornalista.Per certo gli ultimi interventi firmati dai suddetti esprimono lo spirito con cui F.R. reagisce al contraddittorio, come dimostrano i suoi interventi televisivi(dove può) ed anche alcune intimidazionipalesate sul suo sito. Non vuole commenti? Chiuda il sito. Non vuole commenti su altri siti? Non conceda la facoltà di pubblicazione, se è possibile. In questo forum, definito medio-alto, dove molti si ritengno ‘alti’ e pochi ‘medi’, sembra che il pregio massimo sia quello del ‘pensare con la propria testa’ e dell’originalità a tutti i costi. Che non sarebbe neanche un fatto negativo, di per sè, se non fosse che il fatto rischia di incentivare il crescere di tanti piccoli Rossi.Il quale (Rossi) sacrifica a questi totem ogni parvenza di consequenzialità delle sue opinioni dai fatti. Intendo dire che, per giudicare i fatti, parte da idee preconcette e da queste fa discendere i suoi commenti. Per ovviare ad accuse di viltà, grazie all’anonimato, sarebbe sufficiente richiedere, all’atto dell’iscrizione al sito, una identificazione anagrafica certa, da custodirsi, è chiaro, a cura del responsabile del sito. Direttore,scusa, ma non capisco quale logica ci sia nel pubblicare un articolo che non possa essere commentato.
27 novembre 2008 22.38
giacomo ha detto…
Mancia competente a chi mi spiega perché la Fiorentina in Champions è stata fatta fuori allegramente. Quando squadrette come greci o turco ciprioti fanno figure dignitose. Perché Prandelli giustifica sempre i suoi giocatori. La Roma è risorta perché finalmente ha incontrato squadre più scarse, Totti è resuscitato, Spalletti ha compreso che solo allenando la Roma quest’anno, potrà andare via da Roma. Grazie. Per gli interisti: in quale situazione Mourinho sostituirà Julio Cesar con Crespo, per giocare con il modulo 0(nessuno in porta)-1-1-9 ?
28 novembre 2008 0.38
Stefano Olivari ha detto…
Accolgo l’invito di Franco e dei lettori stanchi delle deriva recente presa dal muro, cancellando tutti i post precedenti sull’argomento Franco Rossi per motivi che si possono immaginare (a fare una figura decente sono stati in pochi). Che genera più reazioni di Inter, Milan e Juve messi insieme. Se da questo sito guadagnassi qualcosa farei il furbo aizzatore, invece tutta la vicenda mi ha stancato. Più per i toni che per i contenuti. Da questo momento, 9 e 30 italiane di venerdì, possiamo parlare di calcio?
28 novembre 2008 9.35
jeremy ha dett
o…
Se il Milan cede Shevchenko non se ne accorge nemmeno il magazziniere che prepara gli spogliatoi di Milanello. Cosa vuole fare sto giocatore? La fine di Vieri e Figo? Possibile che a 32 anni sia gia un ex? Io adoro Sheva e mi fa davvero tristezza vederlo cosi.
28 novembre 2008 9.57
kalz ha detto…
@Direttore, devo dissentire. Se da questo sito lei guadagnasse qualcosa non farebbe mai il furbo aizzatore. Credop che le manchino i fondamentali. Si rassegni. :-)p.s. Io spero sempre in suo commento dopo la visione di Inghilterra-Ungheria della settimana scorsa
28 novembre 2008 10.07
clinter ha detto…
Giacomo, perchè la difesa della Fiorentina ha un tasso tecnico medio non all’altezza. Del resto quali sono i difensori forti da poter comprare?
28 novembre 2008 10.19
jeremy ha detto…
Giacomo, non credo si possa fare per regolamento ma ci avra pensato sicuramente. La viola secondo me ha pagato l’inesperienza contro squadre piu abituate alla Champions che l’hanno turlupinata ben 4 volte: ha avuto la possibilità di vincerne 3 su 4 e la quarta doveva essere la “partita della vita” e ti hanno preso a pallate. Piu di tutte perolascia stupiti lo scialbo pareggio in casa con la Steaua, unico punto dei rumeni. Spalletti ha capito dopo 3 mesi che gli uomini che andavano messi in campo diversamente. Io non credo nel Totti salvatore della patria ormai, visto che l’anno scorso ci stavano vincendo un campionato e ci hanno vinto una coppa senza er Pupone.
28 novembre 2008 10.21
jeremy ha detto…
Clinter, si mettici pure che i difensori non si sono dimostrati all’altezza dormendo troppo spesso in mezzo all’area di rigore.
28 novembre 2008 10.24
Stefano Olivari ha detto…
Kalz, grazie per la stima. Ho visto la trasmissione di ESPN Classics e ti anticipo che mi ha deluso, essendo il materiale disponibile molto più vasto. Seguirà articolo…
28 novembre 2008 10.28
Dane ha detto…
@Clinter: la soluzione c’è ed era già stata suggerita dal Direttore. Vai sul Muro e scrivi “ho letto l’ultimo pezzo di Rossi e non sono d’accordo perchè, etc…”Sul Mro si può aprlare di ciò che si vuole, e potremmo parlare di Ross anche se Rossi non pubblicasse i suoi pezzi su Indiscreto (non lo facciamo tutti i giorni con i vari Ordine, etc..?!).Pretendere di far sapere a Rossi a tutti i costi cosa pensiamo di lui mi sembra infantile.Su Ibra sono d’accordo con te, contro il Pana era semplicmenete stanco e può succedere, se no dovremmo epnsare che quando Kakà incontra squadroni come il Porthsmouthquellarobalà se la fa addosso…Per quanto riguarda la Fiorentina, ha pagato la difesa scarsa che negli spazi aperti della Champions è meno tutelata e la mancanza di personalità ed abitudine a certe atmosfere. Tutto ciò, unito ad una mancanza di cattiveria da parte di Prandelli (credo sia il suo più grande difetto…) ha segnato il destino dei viola…p.s.: ho definito i forumisti di Indiscreto (tra i quali c’eri anche tu…) medio-alti per distinguerli da quella massa di talebani infoiati che si insulta sugli altri forum.Non ho paura di apparire snob (sì, io mi sento migliore di chi si scanna per un rigore o di chi manda in giro la moglie col burqa e non ho paura di dirlo…) ma la mia definizione non aveva nulla di presuntuoso.Tanto più che io sono uno di quelli che abbassa la media del forum, visto che “metto in discussione i sani principi dello sport” e nemmeno riesco a farlo capire…..
28 novembre 2008 12.01
jeremy ha detto…
Non mi avete cacato di striscio su Sheva. Evidentemente è un capitolo chiuso a piu mandate e quindi è come parlare di un ex-giocatore. Ah quanto era forte Sheva….
28 novembre 2008 12.06
Dane ha detto…
Jeremy, mi ero dimenticato, giuro che non lo faccio più!…Su Sheva ti do parzialmente ragione, però ogni partita due tiri importanti fuori di 1 mm li fa. Sheva non è più Sheva, ma avesse la metà del culo di Muntari (o dello stesso Inzaghi…) magari anche la sua stagione cambierebbe. In fondo la staguone di Dinho è cambiata grazie alla difesa dell’Inter che si è addorment
ata per 10 secondi. Più che Sheva il problema vero del Milan è Kakà (senza il quale il Milan lotterebbe per non retrocedere…): non voleva Dinho e lo aveva fatto capire, adesso è costretto a passare da punta (Dinho non entra mai in area) a mediano (dei 4 là davanti nessuno rientra) spompandosi e innervosendosi. E’ l’unico fuoriclasse vero ma le copertine sono per gli altri perchè lui deve fare il lavoro sporco.Secondo me si sta pentendo di aver firmato l’adeguamento…
28 novembre 2008 12.20
jeffbuckley ha detto…
jeremy, pur essendo due volte neroazzurro considero sheva un grandissimo, uno degli attaccanti più forti mai visti. Però al momento non saprei cosa dire visto che non gioca da due anni…. Sarebbe interessante se qualcuno ci sapesse dire cosa è successo veramente: perchè è andato via, perchè è tornato e perchè è conciato così..
28 novembre 2008 12.22
clinter ha detto…
Dane, il mio riferimento al ‘medio-alto’ era generico ed è del tutto casuale che tu sia stato l’ultimo ad usare questa definizione, che, peraltro condivido pienamente. Quindi continua tranquillamente ad essere ‘alto’ che a noi tutti va bene così, la falsa modestia e peggio dell’immodestia. Ho esordito con evidenziare la mia ‘medietà’ perchè veramente non capivo se il primo intervento di pseudo-rossi fosse veramente suo, quindi era un pò mettere le mani avanti per non far la figura del pirla. In ogni caso la ‘medietà’ non mi spaventa, parafrasando chi ha detto che si è sempre a sud di qualcuno, così si potrebbe dire che si e sempre medii rispetto ad altri, a meno di non aver vinto un Nobel o di chiamarsi Leonardo da Vinci. Tutto questo ha un senso se hai seguito il siparietto cancellato da Stefano.
28 novembre 2008 12.26
clinter ha detto…
Sheva conciato come? Chi l’ha visto più. Gioca solo in Uefa, sporadicamente. Un giocatore ha bisogno di essere impiegato con continuità per entrare in forma.La realta è che, con il progressivo rinfrancamento del Dentone, c’è poco spazio per le punte del Milan, soprattutto se non sono centravanti puri. Resta però il dubbio del perchè sia tornato per non giocare mai.
28 novembre 2008 12.40
Dane ha detto…
@Clinter: il siparietto l’ho seguito e non sono intervenuto apposta (il forum di Nesti chiuse per una storia simile, non volevo qualcuno dicesse “te pareva, ovunque vi sia Dane…”).Diciamo che la causalità del termine adottato mi ha fatto cadere nell’equivoco, ma non c’era nulla di permaloso o di personale.Sto benissimo fra i medi anch’io e non è falsa modestia, come sai quando devo far la ruota la faccio anche…@Jeff: Sheva è andato via per tre motivi: 1) si era rotto di esser costretto dai Massantissima dello spogliatoio a fare il comprimaro nello spogliatoio. Sheva era una star e voleva fare la star. 2) L’amico Abramovich non gli ha mai chiesto di andare al Chelsea ma gli ha solo detto “Quanto guadagni al Milan?! Ah, pensavo di più. Al Chelsea guadagneresti il triplo…” 3) “Qualcuno” ha dato una mano a “qualcun’altro” per avere ed organizzare la sede degli Europei. Il “qualcuno” voleva unire la propria immagine a quella di un giocatore importante per il progetto. Allora quel “qualcun’altro” (roba che Scampia in confronto è un parco giochi…) ha fatto un po’ di pressione sul giocatore perchè sposasse la liaison. Non a caso il “Presidente di tutto” (che nella sua vita a qualche summit non di calciomercato ha presenziato) ha capito meglio di altri giocattolai che era il caso di assecondare il progetto e ha dato il suo benestare…Perchè è tornato?! Bèh, tornando ai 3 punti, la situazione del punto 1 si è riproposta elevata all’ennesima potenza (tradizionalmente gli spogliatoi non tollerano i pupilli del Capo) ed ha preferito tornare al Milan dove pensava (erroneamente) di aver lasciato comunque qualcosa, quella del punto 2 non è stato un problema per chi riesce a tirar la fine del mese tranquillamente, e quella del punto 3…..quella onestamente mi sfugge.Posso rispondere però sul perchè sia conciato così. E’ un giocatore che, pur nella sua completezza tecnica, si è sempre basato sull’esplosività muscolare, esplosività che sulla soglia dei 30 anni è andata via via scemando. Dovrebbe gestire il finale di carriera con l’esperienza (l’ultimo Sheva del Milan faceva anche il trequartista affianco a Kakà, conduceva il gioco e forniva assist) ma la situazione ambientale non gli consente di fare il Mazzola o il Di Stefano…
28 novembre 2008 12.56
Franco Lampada ha detto…
Questione Sheva: al netto delle leggende metropolitane sul vetrinista di Armani (assurde perchè sarebbero anche alla base della decisione della moglie di volarsene a Londra..);mi sembra che l’ucraino sia debole dal punto di vista psicologico, oltre che abbastanza cotto da quello fisico. Non ha avuto gli attributi per restare al Chelsea a giocarsela con Anelka e Kalou per un posto da titolare (Drogba era infortunato) e ha preferito tornarsene a casa e godersi la pensione. Probabile che abbia ancora qualche cosa da dare, difficile che gli venga data la possibilità di farlo. In sostanza è il quarto attccante per un posto di punta.La sua ultima partita decente risale addirittura al boxing day dello scorso anno quando segnò due reti contro l’Aston Villa in un favoloso 4-4 a Stamford Bridge. Un pò pochino e un pò troppo tempo fa, onestamente..
28 novembre 2008 13.26
Dane ha detto…
Franco, quali sarebbero le leggende metropolitane?! Quella di Sheva debole psicologicamente forse?!…
28 novembre 2008 13.59
Tani ha detto…
Dane: io non conosco i retroscena che conosci tu e cerco di giudicare Sheva per quello che vedo