Latest stories

La posizione di Wiggins

L’Ora di Bradley Wiggins, un paio di domeniche orsono, ha segnato un punto di non ritorno nell’evoluzione di questa disciplina. Con un asterisco, non avremmo voluto (ri)vedere nei tentativi le biciclette evolute, i sessanta minuti del fuoriclasse inglese riscrivono la storia del record: dal punto di vista tecnico e mediatico. Troppe volte […] Continua a leggere

Il Giro umano di Contador

Repetita iuvant, la mania dell’orologio e il calcolo dei wattaggi hanno qualcosa in comune con l’astrologia. L’era del Passaporto Biologico però si evidenzia controllando i tratti all’insù: Contador, a palla per cinque o seimila metri sulla salita più dura d’Europa, sigilla la competizione rimontando il trenino Astana sul Mortirolo. Impressiona en danseuse, […] Continua a leggere

L’ora di Chris Paul

Temiamo che le prossime Finals non esibiranno il livello tecnico, celestiale, del crudele Clippers-Spurs di primo turno. L’Ovest è una brutta bestia e l’incrocio tra Velieri e Speroni vale uno Showdown. I temi di una sfida che meriterebbe un’altra collocazione (Giugno..) sono innumerevoli. Chris Paul è all’apogeo della carriera e continua a inseguire […] Continua a leggere

La sintesi di Cruijff

Rick Barry dovrebbe essere incluso nelle discussioni, fumose, sul cosiddetto GOAT. Il ’75 rappresentò la sua rivincita, lui che passò una vita contro tutti: avversari, compagni, allenatori, dirigenti, giornalisti… Era il nuovo Barry, non più lo slasher strapotente, il solista con la mitraglia degli esordi ma, comunque, un campionissimo fuori categoria. Formidabile nell’uno […] Continua a leggere