Cinque Stelle, Lega, PD, Forza Italia, eccetera: per chi voteremo nel 2019?

Per chi voteremo nel 2019? Indiscreto è un sito di sinistra o di destra? Permetteteci queste domande novecentesche. Secondo il sondaggio del 2018 il 40% di chi legge e scrive su questo sito ha votato o voterebbe a sinistra: 16% Partito Democratico, 10% un partito di sinistra sociale che ancora non esiste, 8% un partito di sinistra liberale che ancora non esiste (il nuovo partito di Renzi?), 3% Liberi e Uguali. 37%, che diventa 40 aggiungendo Più Europa. Da noi i Cinque Stelle sono al 15%, mentre la Lega al 17% coincide più o meno con il risultato delle Politiche ma è metà di quello dei sondaggi attuali. Forza Italia all’1% ha anticipato una tendenza che vede ora il partito di Berlusconi ai minimi termini. Comunque sia, i vari tipi di destra, e ci mettiamo anche l’8% di Casa Pound, sommati danno il 44%. Quindi considerando indefinibili i Cinque Stelle, anche se pensiamo che il loro futuro sia a sinistra, si può dire che Indiscreto sia leggermente più di destra che di sinistra. Pur essere utile ricordare che alle ultime Politiche la coalizione di centro-destra era sul 37% (Casa Pound, che non ne faceva parte, era circa all’1%), quella di centro-sinistra sul 23%  (più un quasi 5% fra LEU, Potere al popolo e altre liste di sinistra) e i Cinque Stelle in zona 33. L’Uomo Indiscreto 2018 era quindi più di destra e più di sinistra (a conferma delle sue contraddizioni) dell’italiano medio, oltre che molto meno pentastellato. Ma questo è il passato, la vita va avanti e le elezioni anche.

Per questo riproponiamo anche nel 2019 il sondaggione elettorale, dopo mesi in cui la vita politica è stata sconvolta. Simpatizzanti e antipatizzanti concorderanno almeno sul fatto che il governo gialloverde sia una cosa diversa rispetto al passato… Proponiamo quindi come possibilità i principali partiti presenti in Parlamento, più qualche scenario che si sta delineando. Il voto è chiaramente segreto, ma il bello del nostro gioco è dichiararlo e quindi chiediamo di motivare le preferenze. Se uno si vergogna del partito che vota, perché cazzo lo vota? La domanda è quindi chiarissima: al di là delle elezioni Europee, per chi voterete o votereste nel 2019? Interessa a noi, ma soprattutto ai nuovi lettori che così potranno capire in quale posto sono capitati. Sono possibili tre preferenze, quindi non giochiamocele tutte subito.

Per chi voteremo o voteremmo nel 2019?

Guarda i risultati

Loading ... Loading ...
VN:F [1.9.22_1171]
Rating: 9.0/10 (4 votes cast)
Cinque Stelle, Lega, PD, Forza Italia, eccetera: per chi voteremo nel 2019?, 9.0 out of 10 based on 4 ratings

32 commenti

  1. L

    Come l’anno scorso gioco soltanto sull’esistente, i massimi sistemi sono per il vero uomo indiscreto, cosa che non sono.
    Quindi dichiaro PD come prima preferenza, in quanto mi sembrano tuttora quelli più in grado di mantenere la barra comunque stabile avvicinandosi ai valori che più condivido (partito di sinistra liberale ma anche un po’sociale e un po’cattocomunista ma pure laico che non c’è).
    Seconda preferenza a Salvini per via dellaflattax 😃

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: -1 (from 13 votes)
  2. U

    Asteroide

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: +8 (from 8 votes)
  3. M5S senza neanche pensarci. Tutti i vecchi partiti sono improponibili.

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: -8 (from 24 votes)
  4. U

    Tasso
    C’e da dire che i 5 stelle ce la stanno mettendo tutta per rimontare e mettersi alla pari

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: +21 (from 25 votes)
  5. M

    Io vorrei in partito laico liberale ma temo che non lo vedrò mai in Italia.

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: +7 (from 9 votes)
  6. J

    Fa piacere vedere il caro vecchio “Un partito di destra liberale che non c’è” tenere botta.

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: +9 (from 9 votes)
  7. Ora e sempre il partito di destra liberale che non c’è… che purtroppo potrebbe governare soltanto con qualche trucco da élite, limitando in qualche modo il suffragio universale…

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: +10 (from 12 votes)
    1. I

      Direttore, Malagodi non se lo filava nessuno, prendeva un po’ di voti giusto per stare nel penta partito

      VN:F [1.9.22_1171]
      Rating: 0 (from 0 votes)
      1. Il mio partito dei sogni l’ho anche votato, alle Europee del 1989: era una specie di federazione fra PRI, PLI e Radicali… risultato discreto, mi pare intorno al 5%, ma mi aspettavo di più soprattutto per un voto di opinione come era ed è quello europeo… Budrieri invece sempre socialista, quando di sera uscivano insieme De Michelis non riusciva a reggere il suo ritmo…

        VN:F [1.9.22_1171]
        Rating: +12 (from 12 votes)
        1. I

          A Budrieri la coca cola neanche piaceva, ma il suo fisico stentoreo lo preservava da tutto, anche dalla psiche altrui, materia sconosciuta per lui

          VN:F [1.9.22_1171]
          Rating: +2 (from 2 votes)
    2. m

      C’è stato un partito di destra liberale?

      VN:F [1.9.22_1171]
      Rating: 0 (from 0 votes)
  8. G

    Se il PD rimane sulla Linea degli ultimi 5 anni, decisamente PD. Sennò, o un partito di centrosinistra liberale (che al momento non si vede), o Più Europa.

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: -9 (from 9 votes)
    1. m

      Potresti definire con parole semplici per noi elettori di bassa scolarizzazione e analfabeti funzionali il concetto di centrosinistra liberale?

      VN:F [1.9.22_1171]
      Rating: +10 (from 10 votes)
      1. G

        Sinistra Liberale: Clinton, Blair, Schroder, Renzi, Trudeau.

        Non sono Sinistra Liberale: Corbyin, Sanders, Bertinotti, Vendola, Civati.

        VN:F [1.9.22_1171]
        Rating: -3 (from 7 votes)
        1. O Dio, Gatto. Trudeau in linea con Clinton, Blair e Schroeder (e persino Renzi…) non si può leggere. JT non e’ ne’ sinistra ne’ liberale ne’ niente di niente. E’ semplicemente un coglione sesquipedale che sta li’ solo perché figlio del padre. Mai esistito un uomo con spessore cosi basso a fare il primo ministro di un paese che si rispetti. Ti dico che persino Trump ha più intelligenza di lui…

          VN:F [1.9.22_1171]
          Rating: +6 (from 6 votes)
  9. G

    Quello della Destra Liberale’ così popolare su Indiscreto è un falso mito, visto che chi a parole la vorrebbe poi nei fatti simpatizza per I vari Putin-Trump-Salvini, vorrebbe chiudere frontiere, porti e moschee e tornare al protezionismo.

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: +12 (from 28 votes)
    1. C

      Gatto per una volta centratissimo. Questa destra liberale in campo economico ma che butta i negri in mare non mi pare esattamente lo stilema della destra liberale classica… Per dire, Trump è destra, ma conservatrice: no messicani, dazi, America First, la globalizzazione è il male, come erano buone le merendine di una volta… Di liberale al massimo ha il toupée. E poi abbassare le tasse facendo debiti è liberale? Non credo proprio.

      VN:F [1.9.22_1171]
      Rating: +8 (from 18 votes)
  10. K

    Direttore, non ha considerato l’elemento geografico del voto 5S, principalmente al sud, mentre ad occhio l’Uomo Indiscreto vive prettamente al Nord. Piepoli non sarebbe contento della metodologia indiscreto

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: 0 (from 4 votes)
    1. È vero, ma noi aspiriamo soltanto a portare avanti le istanze dell’Uomo Indiscreto… Prima considerazione parziale, visti i risultati: i renziani di questo sito sono meno del previsto…

      VN:F [1.9.22_1171]
      Rating: +4 (from 4 votes)
  11. j

    Diretto, questo PD momentaneamente in testa mi puzza di cacciatori……

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: +6 (from 6 votes)
    1. Si vede che anche loro adesso utilizzano hacker russi… Del resto una volta i russi erano comunisti.

      VN:F [1.9.22_1171]
      Rating: +4 (from 8 votes)
  12. C

    Votato come sempre +Europa.

    Direttore: i renziani dovrebbero ritirarsi per 20 anni dalla scena pubblica, basta vedere come il pupazzo Gentiloni abbia ottenuto risultati in linea col Bomba (se non migliori), nonostante molti più vincoli all’azione.

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: +1 (from 5 votes)
    1. r

      Chi sono i leader di +Europa?

      VN:F [1.9.22_1171]
      Rating: 0 (from 2 votes)
      1. C

        Credo, ma non ne sono sicuro, Riccardo Magi, Della Vedova, Manconi. Non sono un fan della politica del leader, anche se mi rendo conto che sia una necessità al giorno d’oggi.

        VN:F [1.9.22_1171]
        Rating: 0 (from 2 votes)
        1. r

          Beh all’inizio il loro programma era “io sto con Tsipras” non proprio il migliore degli inizi

          VN:F [1.9.22_1171]
          Rating: -1 (from 1 vote)
  13. B

    Gentiloni fuoriclasse assoluto, un Tom Becker della politica.

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: +3 (from 7 votes)
  14. M

    Beh l’internet è invaso di sinistri finti intellettuali con Repubblica sotto braccio e magari qalche decina di appartamenti o barca al lago/ yacht al mare.

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: +4 (from 4 votes)
  15. L

    Son state voltate le spalle anche a CasaPound. Non consegnano più la pasta ai poveri?

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: +4 (from 6 votes)
    1. C

      Dice che hanno smesso dopo gli scarsi risultati ottenuti.
      Dice stiano vagliando altri prodotti.
      Dice vogliano (ri)provare con l’olio.

      VN:F [1.9.22_1171]
      Rating: +6 (from 8 votes)
  16. A

    Un partito di destra sociale che non c’è (più): l’MSI!

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: +1 (from 3 votes)
  17. G

    “Direttore: i renziani dovrebbero ritirarsi per 20 anni dalla scena pubblica, basta vedere come il pupazzo Gentiloni abbia ottenuto risultati in linea col Bomba”

    Oddio, così a occhio e croce mi sa che molti dei risultati di Gentiloni sono dovuti a ciò fatto da Renzi perchè se aspetti che certe riforme te le fa approvare Gentilaus, hai voglia…

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: +3 (from 7 votes)

Lascia un commento