Abolire la caccia in Italia?

La morte di Nathan Labolani, il diciottenne ucciso da un cacciatore che lo aveva scambiato per un cinghiale, ha fatto tornare di attualità le polemiche contro la caccia. La cui stagione, In Italia, è regolata dalla singole regioni e soprattutto dalle province con un delirio di casi e sottocasi che faticavamo a tenere a mente anche quando in casa nostra c’erano dei cacciatori (è successo anche questo). Pare che il ragazzo non fosse un passante, ma un cacciatore lui stesso e che quindi in qualche modo se la sia cercata, ma questo non toglie il dispiacere per una giovane vita finita in maniera assurda. Vita che peraltro noi poniamo sullo stesso piano di quella del cinghiale, ma questo è un altro discorso. Il ‘Di qua o di là’ è molto semplice: è arrivato il momento di abolire definitivamente la caccia in Italia?

I numeri dicono che questa passione-tradizione, che facciamo fatica a chiamare sport, è in declino da anni. Dai circa 1.800.000 cacciatori italiani di inizio anni Ottanta, in sostanza il 3% della popolazione, si è passati ai circa 775.000 attuali (dati ISTAT basati sulle licenze), l’1,2% degli italiani di adesso. Con la solita regionalizzazione molto forte: rapportando le licenze all’ampiezza del territorio stravince la Toscana, davanti a Liguria, Umbria e Lombardia, con il Trentino Alto-Adige in un lodevole ventesimo posto (dovuto anche alle mille limitazioni provinciali). Insomma, la caccia in Italia sta morendo di morte naturale perché i vecchi cacciatori vengono sempre meno sostituiti dai giovani. E anche il numero di incidenti mortali, che pure fanno notizia, è bassissimo. Nella scorsa stagione in totale 30 morti (di cui 20 cacciatori) e 84 feriti. È più pericoloso, in termini assoluti ma anche in rapporto ai praticanti, essere un ciclista che essere un cacciatore. Il problema è quindi soprattutto di tipo etico, il che non significa che sia inferiore.

Se già uccidere animali per il proprio nutrimento è oggetto di discussione, farlo per divertimento è nel 2018 una posizione difficilmente sostenibile anche da parte degli stessi cacciatori, che infatti si aggrappano sempre più a motivazioni ambientalistiche. Senza contare i pericoli gratuiti a cui si sottopone la collettività (gli incidenti sono pochi perché in tanti stanno alla larga dalle zone di caccia), la lesione di diritti come la proprietà privata e altro ancora. Dall’altro lato la realtà dice che l’allevamento, intensivo e meno intensivo, è un milione di volte di volte più crudele della caccia, con anche la viltà dell’utilizzatore finale che mangia la bistecchina ma dal punto di vista emotivo la separa dal processo che l’ha portata sul suo piatto. E nemmeno entriamo nella polemica sulla macellazione halal o kosher: il fatto stesso che se ne discuta significa che non c’è speranza. Più modestamente il nostro ‘Di qua o di là’ è sulla caccia in Italia: abolirla o no?

Abolire la caccia in Italia?

Loading ... Loading ...
VN:F [1.9.22_1171]
Rating: 8.1/10 (1806 votes cast)
Abolire la caccia in Italia?, 8.1 out of 10 based on 1806 ratings

109 commenti

  1. M

    E se invece di pensare alla caccia ci dessimo alla tauromachia, ingiustamente vessata nel mondo?

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: -4 (from 16 votes)
  2. M

    Però in fondo ha ragione , io voterei a favore della caccia se togliessero i ciclisti dalle strade, ma proprio dalle mie parti devono passare?
    Un’alternativa sarebbe rinchiudere ciclisti, ruspe e cacciatori nella stessa “riserva”.

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: -6 (from 16 votes)
  3. D

    Gobbo, io ti arrivo a dire che potrei non essere contro la caccia ma contro i cacciatori si. Basta leggere sta pagina…

    Leonto, ma quali posti di lavoro e indotto della caccia, 4 imbecilli che giocano a fare i Rambo come la Juve che va a Sassuolo, ma per cortesia.
    Pensa per colpa delle automobili quanti produttori di carrozze e calessi hanno perso il lavoro…

    Cecco, io latito da giorni, sono passato di qua in una pausa ed ho letto sto delirio…

    Gatto, agli immigrati e ai cacciatori, certo: la vita di un cinghiale o un fagiano vale più di quella di un mussulmano o una testa di minchia!
    Magari a Milano a ravanare nella rumenta avessimo i cinghiali invece che i tuoi amici…

    Merdmann, io ti deporterei a Ferrara…

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: -1 (from 19 votes)
  4. M

    Dane, guarda che nelle “riserve” non vieni falciato dai tassisti.

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: 0 (from 8 votes)
    1. D

      Io non voglio le ciclabili, figurati le riserve…

      VN:F [1.9.22_1171]
      Rating: -2 (from 10 votes)
  5. R

    “…e tanto qualunquismo indignato e scambi tattici di like…”

    Scambi tattici di like…il Maestro Leonto sarà in brodo di giuggiole.

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: +1 (from 7 votes)
  6. j

    Sono venuti apertamente in massa a cambiare un sondaggio su un blog e fanno gli offesi se gli fai notari che sparare nei boschi potrebbe essere pericoloso per soggetti estranei alla caccia. Se non volevano il confronto con noi perché sono venuti a rompere i coglioni? Oltre ad essersi fatti sgamare in un nanosecondo. Facendo passare dalla parte loro avversa anche chi non gliene frega un tubo. Job well done.

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: +4 (from 22 votes)
  7. R

    – 25, ottimo. Peccato per i 25 criminali che mi hanno dato +, sennò entravo di diritto nella leggenda di indiscreto. Ringrazio di cuore invece i 50 cacciatori che mi hanno dato meno. Buona caccia a tutti.

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: -1 (from 13 votes)
  8. U

    http://www.laprovinciacr.it/news/cronaca/206423/nel-giardino-di-casa-sfiorata-dai-pallini-dei-cacciatori.html

    Adessi uno non puo piu sparare vicino alle case che subito c’e qualche vecchia,magari pensionata retributiva,che subito rompe i coglioni

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: +12 (from 16 votes)
    1. z

      E’ successo anche a me una decina di anni fa, mentre raccoglie i le olive nell’orto della casa di mia moglie, in campagna a fano.

      VN:F [1.9.22_1171]
      Rating: 0 (from 6 votes)
  9. t

    La caccia agli anziani potrebbe effettivamente migliorare i conti pubblici, abbassando la spesa per pensioni e sanita’, e aumentando il fatturato delle fabbriche di armi.

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: +2 (from 12 votes)
  10. C

    Direttore, ma adesso questa schiacciante vittoria dei NO all’abolizione cosa comporterà?
    Perché qui c’è gente che s’è mossa dalle più lontane province dell’impero per ottenere questo incontrovertibile risultato.

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: +5 (from 7 votes)
    1. È un risultato molto pesante, perché Indiscreto fa opinione soprattutto presso le élite. Credo a questo punto che la caccia abbia in Italia un grande futuro, un bene per l’ambiente e l’equilibrio faunistico

      VN:F [1.9.22_1171]
      Rating: +15 (from 23 votes)
  11. U

    Zinzan
    Cioe anche tua moglie e pensionata contributiva?
    🙂

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: +1 (from 5 votes)
    1. L

      Zinzan vergogna!

      VN:F [1.9.22_1171]
      Rating: -2 (from 2 votes)
  12. z

    Niente di meglio dell’umorismo gobbo del lunedì mattina 😁.
    Casa di mia moglie era in super campagnissima, tra strade sterrate a una corsia e filari di ulivi e vigne lungo la collina. Non era zona di divieto caccia, ma io ero nel giardino recintato, sulla scala appoggiata alla pianta e raccoglie i i frutti sui rami alti. Ad un certo punto sento uno sparo forte, e dopo qualche secondo un grandinare sopra la testa, tra le foglie e i rami. Alcuni pallini mi caddero addirittura dentro i vestiti, tra il colletto della camicia e la pelle. Non fu una sensazione piacevole.

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: 0 (from 4 votes)
  13. U

    Zinzan
    🙂

    Tieni conto che dove e avvenuto quello che ho postato io e fuori cremona,ma non supercampagnissima
    Esiste pure la possibilita che la signora si sia inventata la cosa…ma se fosse vero sarebbe una roba pazzesca

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: +3 (from 5 votes)
  14. F

    Semplificare come era una volta il rilascio del porto darmi,, anche x uso di caccia,, e a solo merito della questura e no da 4 enti,,, ciao

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: -8 (from 8 votes)
  15. U

    Alberto Dondero
    “Il mio era un esempio per dire che si svolgono su terreni pubblici attività sportive o meno, anche pericolose, ma non per questo vengono additate come prevaricazioni o privazioni della libertà altrui. I percorsi ciclocross/downhill o motocross comunque esistono anche non delimitati.”

    Ma non diciamo puttanate. Volete difendere il vostro diritto a sparare agli uccelli ? Fatelo
    Ma non veniteci a raccontare che una gara di motocross e come una battuta di caccia.

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: +3 (from 11 votes)
  16. U

    Dall’ovvio dibattito nato contro questi prevaricatori che pensano di poter stenderw i panni dove cazzo gli pare spunta questo commento geniale

    “Vanno a caccia 3 mesi l’anno lasciamoli in pace dov’è zona di caccia ci sono i cartelli. Allora i ciclisti di gruppo andrebbero investiti tutti che non usano le ciclabili quelli sono pericolosi che non rispettano nessuno”

    L’ossessione dell’italiano medio per i ciclisti e qualcosa che andrebbe studiato a fondo

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: +3 (from 3 votes)
    1. D

      Notare il parallelo tra chi al massimo può uccidere solo sè stesso e chi uccide il prossimo.
      Ecco, io a sta gente non darei il diritto di voto figuriamoci il porto d’armi…

      VN:F [1.9.22_1171]
      Rating: +3 (from 3 votes)
  17. D

    “il mio era un esempio per dire che si svolgono su terreni pubblici attività sportive o meno, anche pericolose, ma non per questo vengono additate come prevaricazioni o privazioni della libertà altrui. I percorsi ciclocross/downhill o motocross comunque esistono anche non delimitati.”

    E ti ripeto che il tuo è un esempio del cazzo, visto che fai il parallelo con eventi limitati nel tempo, con adeguate scorte delle forze dell’ordine e percorso segnalato. Niente a che vedere col diritto del cacciatore di sparare a caso nei boschi o entrare liberamente in proprietà altrui, pretendendo che la gente libera si barrichi in casa perché “è la stagione della caccia…”

    “Ma vedo che replicare é inutile, hai già acceso il caps lock e non hai intenzione, né mai l’ hai avuta leggo in altri tuoi commenti dove civilmente ti chiedi perché non sia possibile sparare ai cacciatori, di avere confronti pacifici e privi di offese. La smetto qui, che le iene da tastiera un po’ fanno ridere, poi basta.”

    Guarda che io ero serissimo: se sparare è un diritto sportivo voglio usufruirne anch’io!

    “Evidentemente ho sbagliato blog.”

    Direi di sì, qui il pollice opponibile ce l’abbiamo tutti…

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: 0 (from 2 votes)
  18. M

    A proposito di porto d’armi, andate a vedere l’iter per prenderlo in Svizzera, altro che il rilascio fatto da Checco Zalone.

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: 0 (from 0 votes)

Lascia un Commento

Questo sito utilizza cookie tecnici per consentire la fruizione ottimale del sito e cookie di profilazione di terze parti per mostrare pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner acconsenti all'uso dei cookie. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi