Sinner predestinato alla Agassi

Jannik Sinner diventerà il tennista numero uno del mondo o giù di lì, dopo la sconfitta di ieri con Khachanov agli US Open lo pensiamo ancora di più. E non perché abbia perso 7-6 al quinto set contro il numero 16 del mondo, dopo essersi infortunato alla schiena quando era due set sopra. O perché nella sua classe di età (ha da poco compiuto 19 anni) è nettamente il più forte del circuito.

Lo pensiamo perché ogni volta che vediamo giocare questo ragazzo percepiamo un carisma naturale, un’aura da predestinato, che alla sua età pochi campioni hanno avuto: Borg, McEnroe, Becker, Agassi, Nadal, Djokovic, senza nulla togliere a Federer che ha messo insieme i pezzi del suo enorme talento qualche anno più tardi. Insomma, magari fra due anni torna a fare i Challenger ma non pensiamo.

Non solo per l’abbigliamento, ma anche per i colpi da videogame e il disumano timing per l’anticipo, il paragone che ci sembra più corretto per Sinner è quello con il diciannovenne Agassi, fisicamente diverso ma che aveva lo stesso impatto sugli avversari. Un Agassi che non vinceva Slam, diversamente dai diciannovenni Borg e Becker, ma era chiaramente su un altro pianeta rispetto a tutti gli altri, pur avendo lacune tecniche di cui era il primo a lamentarsi (ancora quattordicenne si lamentava con il padre che Bollettieri non gli insegnasse le volée).

Un conto è essere molto forti ed adatti al tennis di oggi, cioè essere Berrettini, un altro è poter almeno sognare di entrare nella storia: Sinner ci sembra giochi in questo campionato. In un’epoca un cui tutti sono predestinati ci sembra che lui lo sia sul serio.

VN:F [1.9.22_1171]
Rating: 8.6/10 (27 votes cast)
Sinner predestinato alla Agassi, 8.6 out of 10 based on 27 ratings

24 commenti

  1. Azz
    Sbilanciarsi è dire poco…
    Ieri nel quinto set i suoi colpi da fermo avevano una pulizia tecnica, una naturalezza ed un anticipo irreali. Eppoi non so se il dolore non lo faceva pensare ma anche il servizio era bellissimo e semplice. Però l’altro avrebbe perso in tre set con Caruso probabilmente.
    Kachanov è forte ci mancherebbe, ma non mi sembra nemmeno lontanamente vicino al suo livello.
    A me sinner ha impressionato molto di più contro de minaur l’anno scorso a Milano.
    Ecco probabilmente rispetto ai coetanei e giovani può diventare il più forte, però già oggi ci possono essere 15enni 16enni 17enni (alcaraz?) che fra due/tre anni potrebbero essere molto più forti di lui.
    Insomma calma e gesso.

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: +3 (from 5 votes)
  2. parole forti Direttore

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: +4 (from 4 votes)
  3. Parole forti, ma ci stanno. E da un bel po’. Però nulla c’entra la partita di ieri dopo la quale Kachanov dovrebbe ritirarsi (o essere convinto a) per manifesto insulto al tennis e alla logica del gioco.

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: +2 (from 4 votes)
  4. 2 anni fa avrei detto le stesse cose di FAA, che peró poi si é un po’ perso.

    Calma e gesso.

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: +3 (from 5 votes)
    1. Sì infatti, anch’io (e probabilmente le ho dette).
      Invece guardando ora aliassime, che è giovanissimo per carità, scopri che non può tirare più forte di così, non può muoversi più veloce di così, non può giocare meglio a rete (sì un po’ ma non ha una gran mano), forse può servire meglio ma basterà? Sicuramente può aggiungere esperienza ma ad uno zverev ad esempio l’esperienza ha portato più dubbi che certezze ed oggi pur avendo meno lacune sul dritto è un giocatore complessivamente inferiore a due tre anni fa, perché ha sia il tarlo degli slam che quello dei doppi falli. Insomma ad oggi continuo a prendere thiem e Medvedev (curiosamente i più grandi) se devo pensare ad un dopo djokovic nadal, e vedo più margini in tsitsipas o in shapovalov che nel più giovane aliassime…

      VN:F [1.9.22_1171]
      Rating: +2 (from 4 votes)
  5. Ormai tutti abbiamo visto abbastanza partite adulte di Sinner per avere un’opinione: la mia è che in pochi (e di sicuro nessun italiano) tennisti a 19 anni hanno avuto un simile atteggiamento e carisma naturali, ovviamente sostenuti da qualità reali visto che nel tennis l’unico vero argomento da bar è quello di essere capitati nell’era storica sbagliata. Quanta gente si mangia le mani per non essere stata al top ad inizio millennio, con gli Slam di Albert Costa, Hewitt, Johansson, Ferrero, Gaudio…

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: +5 (from 7 votes)
    1. Quello è il più da bar di tutti… Sopra c’è soltanto quello sui tabelloni squilibrati 🤣🤣🤣

      Ps: le qualità reali di sinner le vediamo tutti, ma zverev ad esempio non le sembrava uguale? Faccia da modello, famiglia di tennisti, fisico, portamento e superbia da campione, arriva e dopo cinque partite nel circuito maggiore quasi batte Nadal in California (era il 2016 mi pare). L’anno dopo brutalizza djokovic a Roma in finale…

      Vogliamo parlare di kyrgios?
      Vince wimbledon junior e l’anno dopo demolisce Nadal sul centrale (2015?). Poi nei primi due incontri contro djokovic non gli fa vedere la pallina. Sa fare tutto e sembra portare il tennis a livello 2.0, con quella battuta illeggibile e la seconda tirata a tutta (con un numero di doppi falli tutto sommato contenuto).

      Vogliamo parlare di Tomic?

      Ecco questi tre, tutti e tre, sembravano più predestinati e forti di sinner, a 18 anni, a 19 anni e pure a 20 anni. Oggi dove sono?
      Ora zverev ha una carriera che renderebbe felice il 99% dei professionisti presenti e passati, però non ha fatto ancora una semi slam. Kyrgios non ha voglia e non ha il fisico. Tomic fa il modello ma è più brutto di JO.
      Ecco per questo ribadisco, andiamoci piano. Sinner sarà un top ten, molto probabilmente, ma non è (ancora?) Agassi o Becker (gli altri nominati lasciamoli stare).

      VN:F [1.9.22_1171]
      Rating: 0 (from 4 votes)
      1. Esatto Leo: il problema é che con la next gen ci siamo giá scottati.

        Giocatori che da teenagers sembravano dei fenomeni con un futuro assicurato ma che poi, per un motivo o per l’altro, non hanno mantenuto le promesse (anche perché i vecchi non si sono fatti da parte).

        Se Sinner continuerá il percorso di crescita sono sicurissimo entrerá nel gotha. Ma non é cosí scontato.

        VN:F [1.9.22_1171]
        Rating: +2 (from 2 votes)
        1. I vecchi non c’entrano niente…
          Non è che Sampras si è fatto da parte, semplicemente appena incontrava Safin o Hewitt veniva bastonato (infatti vinse us open su agassi, non a caso, e si ritirò), idem agassi che beccava i 6-0 da Roger (per non parlare del fatto che la terra era monopolizzata da kuerten e gli spagnoli) … È chiaro che questi tre sono tra i più forti della storia, ma è altrettanto chiaro che i nuovi non sono stati all’altezza come loro lo sono stati quando sono arrivati sul circuito, altrimenti si sarebbero ritirati perché non ce li vedo Federer Nadal o djokovic partecipare senza la convinzione di poter realmente vincere gli slam.

          VN:F [1.9.22_1171]
          Rating: +4 (from 4 votes)
          1. sí, ma le due cose non sono in contraddizione.

            senza quei 3 la next gen avrebbe comunque qualche slam in piú in saccoccia, questo é pacifico.

            VN:F [1.9.22_1171]
            Rating: +2 (from 2 votes)
            1. Ma per farli ritirare li devono battere…
              Invece negli slam, così a mente, siamo appunto ad una vittoria di Medvedev con djoko (con sconfitta poi con Nadal), una di tsitsi con Federer (idem con patatine con Nadal) e appunto quella citata di kyrgios. Perché dovrebbero ritirarsi? L’unico che li batte regolarmente negli slam è thiem, infatti molto temuto dai tre, e che ha già tre finali negli ultimi tre anni (con questo).

              VN:F [1.9.22_1171]
              Rating: +2 (from 2 votes)
      2. A un certo punto hanno scoperto la figa, l’alcool, e la bella vita e hanno deciso che la carriera non era così importante. Può succedere anche a Sinner.

        VN:F [1.9.22_1171]
        Rating: +8 (from 8 votes)
  6. È la settimana delle trollate direttoriali, dopo Recoba fuoriclasse Sinner numero 1 atp.

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: +6 (from 12 votes)
  7. La cosa divertente del quinto set di ieri (che per il resto e’ stato uno spettacolo bizzarro) era vedere l’immobilizzato Sinner sparare sempre colpi a tutto braccio su ogni palla. Per ovvi motivi non e’ una strategia che si vede spesso a questi livelli.

    Per il resto – numero 1, slam ecc – dipende anche dagli avversari, e come altri hanno fatto notare non si puo’ dare per scontata una sua crescita lineare nel tempo. A suo favore va detto che oltre ad avere talento sembra anche caratterialmente solido, che e’ una lacuna di tanti altri.

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: +5 (from 5 votes)
  8. Ok, forse è un po’ troppo presto per pronostici come quello del Direttore (però i pronostici, appunto, si fanno prima, altrimenti si chiamano constatazioni), ma io sono d’accordo con lui. Ieri ha quasi vinto un quinto set giocando letteralmente da fermo contro uno che sarà pure un po’ bollito e un po’ monotono, ma non un signor nessuno. Ripeto, da fermo. Da fermo non potrebbero vincere un set nemmeno Djokovic, Nadal e Federer contro uno dei primi cento al mondo.

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: +5 (from 9 votes)
  9. Per l’Austria sarebbe davvero prestigioso arrivare ad avere un nuovo numero 1. Thiem la prenderebbe malissimo.

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: +9 (from 13 votes)
  10. Belisà, Sinner è un prodotto italiano 100% (così mi dicono dall’autorevolissima regia)

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: +2 (from 8 votes)
  11. Come Bachlechner, Thoeni e l’idolo di Leonto Zoeggeler.

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: +5 (from 11 votes)
    1. Come e’ sardo Tortu insomma…

      VN:F [1.9.22_1171]
      Rating: +5 (from 9 votes)
  12. Eleonora, sempre dalla regia mi ricordano un Nadal che a momenti vince la finale degli AO da fermo moribondo contro uno ben più forte di Sbraccianov..

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: +5 (from 7 votes)
  13. Oh comunque secondo sto metro basato sui cognomi pure il grandissimo Bombolo era austroungarico…

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: +4 (from 4 votes)
  14. Beli, se non ricordo male , il Tirolo non vuole essere nè Italia nè Austria

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: +1 (from 3 votes)
    1. Si ma infatti, non lo sanno neanche loro. Probabilmente si sentono cileni come Zamorano.
      Per me non sono italiani. E penso che loro siano pure contenti se qualcuno non li considera cosi’.
      Vorrei il parere di leonto vista la sua simpatia per Armin.

      VN:F [1.9.22_1171]
      Rating: +1 (from 7 votes)
      1. era solo per tranquillizare Thiem 🙂

        VN:F [1.9.22_1171]
        Rating: +4 (from 4 votes)

Lascia un commento