Slavia Praga-Inter 1-3, la Cina si avvicina

Illustrissimo Direttore, dopo la vittoria dell’Inter sullo Slavia Praga tutti noi qui al Champions Pub, che ancora ha come provider Jumpy, ci saremmo aspettati un suo editoriale che esaltasse l’impresa straordinaria, l’intesa fra Lukaku e Martinez, la mano di Conte, eccetera, ma purtroppo il target di Indiscreto è cambiato: vuole più Carola Rackete e meno Sarri, più Buttigieg e meno Ciccio Caputo, più Augias e meno Pioli.

Qui nella trumpiana periferia Ovest siamo del tutto indifferenti all’insediamento di Ursula von der Leyen, alle nomine Rai, alla durata della legislatura, al millesimo disco di Mina, alle Regionali in Emilia-Romagna ed in generale a tutto ciò che possa spostare la nostra attenzione dalla Champions.

Abbiamo sentito parlare di una cosa chiamata MES ma non abbiamo approfondito, così a pelle sembra un’inculata da servi dei tedeschi. Ma cosa dicono i partigiani millennial? Niente, cantano Bella Ciao. Non sono nemmeno preoccupati per la Cina che sta comprando in Italia cose ben più pesanti dell’Inter, spalleggiata dall’ignoranza dei 5 Stelle e dalla furbizia dei soliti illuminati alla Prodi. Obiettivo 2022: non è solo la scadenza del contratto di Conte, ma l’anno dell’elezione del primo presidente della Repubblica italiana di ispirazione cinese.

Non si offenda, Direttore, ma alla sua analisi preferiamo quella dell’amico e maestro Budrieri, che anche stamattina qui al bar è riuscito a dribblare i discorsi dei maghrebini sul protocollo VAR, sulla Serie A poco allenante e su Cristiano Ronaldo scippato del Pallone d’Oro. Senza consumare niente, come è costume nei bar di via Novara, si è appoggiato al bancone Sammontana provando a leggere la Gazzetta, cosa che non faceva dai tempi dello scudetto di Gianni Invernizzi. Ma si è bloccato di fronte al titolo ‘Lu-La Park’. E ci ha regalato le sue impressioni su una partita vista attraverso il decoder Suning T5, che Ping ha comprato di seconda mano su Alibaba.

“La migliore partita dell’Inter di Conte, considerando il centrocampo con cui l’abbiamo giocata. Poi Borja Valero ha dato tutto, sembrava anche avere più autonomia che con Spalletti, e lo Slavia Praga è una squadra organizzata ma normalissima, del livello del Torino anche se un po’ meno triste. Lukaku bravo come intesa con Lautaro Martinez ed esaltante nelle giocate personali: sul primo gol, quando ha fatto l’assist, le due tamponate assorbite dai difensori avversari erano cose che non vedevo dai tempi di Nordahl. Ottima anche la reazione al rigore dato dal VAR, davvero contro le squadre medie non sbagliamo un colpo. Due parole su Lautaro Martinez: al contrario di Lukaku, che ha un senso a prescindere dai gol, a me non piace, ma ci sta risolvendo tante situazioni e soprattutto lo sta facendo nei primi tempi, mettendo le partite nella direzione giusta. Bene Godin, in appoggio al centrocampo più propositivo del solito: c’entra sempre poco con la difesa a tre, ma è stato un campione ed è ancora meglio di chi non lo è mai stato. Di sicuro tutti sono migliorati rispetto alla loro versione estiva e questo è un merito dell’allenatore. Sento al bar che potrebbe tornare Gabigol, adesso con uno status e un’esperienza diversa: il solito Marotta ha detto che non fa parte del progetto, così tutti potranno tirare sul prezzo. Genio. In realtà Gabigol non è un giocatore diverso da quello di prima, è che gioca al centro e segna molto di più, venendo però coinvolto poco nella manovra del Flamengo. In questa Inter non lo vedo, ma in Premier League potrebbe fare benissimo e diventare un altro Aguero. Tornando all’attualità, un bel risultato arrivare all’ultima partita da padroni del proprio destino: battere il Barcellona, anche un Barcellona in ciabatte, sarà difficile, ma in ogni caso la serata avrà un senso. Certo arrivare terzi nel girone del Barcellona, con una seconda di poco superiore, sarebbe lo stesso risultato di Spalletti”.

Non una grande analisi, non ce ne voglia un uomo che Lei e noi stimiamo tantissimo e non soltanto perché affronta con il sorriso sulle labbra le sue vicissitudini matrimoniali. Martedì pomeriggio, mentre stava guardando sul divano di casa la differita di Atalanta-Dinamo Zagabria di Youth League, l’Erminia gli ha infatti rivelato che Marilena non è figlia sua ma di suo fratello Ambrogio, ex leader del Sessantotto milanese insieme a Capanna. Sarà Ambrogio ad accompagnarla all’altare, al suo matrimonio con D.J. John (che ha invitato Albertino e non Linus). Testimone sarà proprio Capanna, perché Yannick risulta ancora minorenne. L’uomo che a suo tempo fece fremere Jane Birkin (in quella eterogenea compagnia lo sfigato era chiaramente Serge Gainsbourg) non si è però scomposto, anche perché è sempre più convinto che De Vrij sia il nuovo Bini.

VN:F [1.9.22_1171]
Rating: 7.5/10 (21 votes cast)
Slavia Praga-Inter 1-3, la Cina si avvicina, 7.5 out of 10 based on 21 ratings

16 commenti

  1. Neanche Budrieri ha mai visto giocare Gabigol…

    Però ha ragione, in una squadra tipo City potrebbe fare bene.

    In una squadra di contropiedisti alla Conte c’entra un tubo.

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: +2 (from 2 votes)
  2. Paragonare Gabigol con Aguero è un po’ da ricovero, va bene solo in Brasile dove non deve correre e dove i difensori sono agghiaccianti.
    Così come paragonare l’Inter di quest’anno con quella dell’anno scorso, al di la dei risultati che otterranno lo faranno con due tipi di gioco molto differenti.

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: +5 (from 5 votes)
    1. occhio a non estremizzare neanche in senso opposto..

      VN:F [1.9.22_1171]
      Rating: 0 (from 2 votes)
      1. Non estremizzo, Gabigol è scarso.

        VN:F [1.9.22_1171]
        Rating: +4 (from 4 votes)
        1. non concordo 🙂

          VN:F [1.9.22_1171]
          Rating: +1 (from 3 votes)
  3. “Abbiamo sentito parlare di una cosa chiamata MES ma non abbiamo approfondito, così a pelle sembra un’inculata da servi dei tedeschi. Ma cosa dicono i partigiani millennial? Niente, cantano Bella Ciao. Non sono nemmeno preoccupati per la Cina che sta comprando in Italia cose ben più pesanti dell’Inter, spalleggiata dall’ignoranza dei 5 Stelle e dalla furbizia dei soliti illuminati alla Prodi. Obiettivo 2022: non è solo la scadenza del contratto di Conte, ma l’anno dell’elezione del primo presidente della Repubblica italiana di ispirazione cinese.”
    applausi
    mi vine un dubbio, sarà ping il PdR, o una testa di legno cinese sempre con Ping dietro?

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: 0 (from 16 votes)
    1. C’è l’alternativa, elezioni e nuovo presidente filodiretto da Putin.

      VN:F [1.9.22_1171]
      Rating: +15 (from 17 votes)
  4. so che Cyd non concorderá 😀 ma Lautaro, da dubbioso della prima ora, me lo terrei stretto.

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: +7 (from 7 votes)
    1. Lautaro è un veneziano da paura e tende a fare la scelta sbagliata, con alcune conduzioni di contropiede e azioni da prenderlo a bastonate. Per quando riguarda i goal, è infallibile in situazione d’istinto (tuffo, scivolata, spizzata, …) mentre non segna mai in occasioni ragionate (quando prende la mira). Deve e può migliorare e non soppiamo dove possa arrivare, mentre Lukaku è fatto e finito e sappiamo cosa garantisce, nel bene e nel male.

      VN:F [1.9.22_1171]
      Rating: 0 (from 8 votes)
      1. da me “venezia” ha un altro significato, cioè giocatore innamorato della palla, che non la passa mai, ma che anzi si intestardisce nel dribbling sempre e comunque.

        insomma, non mi sembra proprio la descrizione di Lautaro, che avrà altri difetti, ma non quello di essere venezia…

        VN:F [1.9.22_1171]
        Rating: +5 (from 5 votes)
        1. Dal vivo ti assicuro che tira sempre e comunque, senza mai passarla, soprattutto a compagni posizionati molto meglio. Ci sono certe azione nella quali sarebbe occasione da goal se passasse il pallone, ma che non finiscono neanche nelle sintesi perché si intestardisce e non la passa.

          VN:F [1.9.22_1171]
          Rating: -3 (from 7 votes)
      2. Mica si dice che è perfetto, ma rispetto all’anno scorso è già cresciuto molto.
        Ottimo nella protezione della palla e nella progressione palla al piede (es. gol al Toro).
        Concordo non freddissimo quando deve pensare, ma ha ottimi istinti.
        Veneziano non direi proprio, lui e Lukaku si cercano in continuazione.
        Rispetto a quanto è stato comprato mi sa che la sua valutazione è già triplicata.

        VN:F [1.9.22_1171]
        Rating: +8 (from 8 votes)
  5. direttore, ma quindi Zanghino non era al Champions Pub per prendere appunti su come si gestisce una squadra da Budrieri?

    peccato, sarebbe stato divertente… “Uè, ciaina… ma che ne sai te, che pensi che l’inter l’ha inventata De Vrij quando io ho visto giocare Mandorlini…”

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: +2 (from 6 votes)
    1. Guarda che anche qua dentro c’è gente che non ha mai visto giocare Mandorlini (per poi inserirlo in una sua supercazzola sui centrocampisti che allenano).

      VN:F [1.9.22_1171]
      Rating: +12 (from 12 votes)
  6. Protocollo sulla nuova via della seta firmato dall ultrasovranista governo del cambiamento gialloverde, tra l altro…

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: +9 (from 13 votes)
  7. Immagino che tra i soliti illuminati alla Prodi ci sia Michele Geraci, l’uomo di Salvini, ancora più che della Lega, che ha preparato il protocollo con la Cina, poi firmato dal governo. Che poi, personalmente credo di aver visto molto di peggio dai governi di tutti i colori. Poi, se si tifa per l’autarchia allora va bene tutto. Mi aspetto pure che nella prossima rubrica il titolo parta con Ambrosiana-Spal, magari in podcast con la voce da Istituto Luce. Per fortuna Aguero non conosce Budrieri, immagino. E neanche lo Slavia Praga.

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: +14 (from 20 votes)

Lascia un commento