Metta World Peace, una gomitata da 348mila dollari

25 Aprile 2012 di Stefano Olivari

Per Metta World Peace sette giornate di squalifica e tanti soldi persi, dopo la gomitata rifilata a James Harden nella partita di domenica scorsa fra Lakers e Oklahoma City Thunder. L’artista precedentemente conosciuto come Ron Artest anche a mente fredda ha continuato a sostenere che la gomitata sia stata solo un’esultanza esagerata dopo una schiacciata, ma le immagini parlano chiaro e la commozione cerebrale di Harden non è stata certo un’attenuante. Infatti nessuno dei compagni, a partire da Kobe Bryant, l’ha difeso… In concreto, World Peace perderà la fine della stagione regolare e il primo turno dei playoff. L’aspetto simpatico della questione è che al turno successivo, alla fine della squalifica, i Lakers con tutta probabilità avranno contro i Thunder. Sempre per stare sulla concretezza, il giocatore perderà 348.000 dollari: corrispondenti al suo salario per sette partite. Anche il commissioner Stern è intervenuto nella vicenda, ma stupisce che in tutto questo circo mediatico solo la voce di Mitch Kupchak, general manager dei Lakers, abbia ricordato che il fu Artest è dai fatti di Auburn Hills (ormai si parla di 8 anni fa) che si comporta come un cittadino modello.

 

Share this article