La verità postdatata

31 Maggio 2011 di Libeccio

di Libeccio
La grandi rivelazioni di Moggi, Allegri di fine stagione, il mercato per gli affamati e la carta di credito del tifoso.

1. Passata sotto silenzio, nonostante i mille commentatori specializzati in Calciopoli, una dichiarazione di Moggi che su Moratti dice: “Ha fatto cose peggiori delle mie”. Perché non le racconta? C’è sempre una grande verità in procinto di essere rivelata, da almeno cinque anni, ma chissà perchè quello al quale hanno ucciso l’anima se la tiene per sé.
2. Fantastica intervista di Allegri alle Iene in cui definisce Moggi un tipo geniale (non si sa mai…) e poi confida di essere andato in Porsche a 270 l’ora (ma i cretini sono sempre Cassano e Balotelli, ormai anche il c.t. azzurro ha preso questa china…). Anche che da quando è allenatore del Milan rimorchia più gnocca (verosimile). Ha poi finito dando del patetico a Mourinho (marketing pro tifosi, per quando le cose andranno male). Il massimo comunque Allegri lo ha raggiunto quando ha affermato che non esiste al mondo uomo più stronzo di lui medesimo. Sarà stato sincero almeno in questo caso?
3. Ancora in alto mare la nuova Roma divisa tra Pioli, Luis Enrique e Deschamps (ma si era partiti da Guardiola e Mourinho, passando per Ancelotti). Questo almeno scrivono i giornali a cui i tifosi credono, che trovano terreno ferile nelle tifoserie più affamate di vittorie. Juventus fra Aguero e Tevez, Ziegler è solo l’antipasto. Sarà perché non siamo giornalisti, ma continuiamo a pensare che il fatto di occuparsi di calcio non debba esentare dalla credibilità.
4. Poco commentata una strepitosa puntata di Report in cui si è raccontato che la tessera del tifoso è stata voluta e imposta principalmente per fare felici i cartelli nazionali delle carte di credito oramai alla canna del gas nella ricerca di nuovi clienti (Banca Intesa San Paolo, Popolare di Milano, Poste Italiane, Casse di risparmio) che ne hanno curato anche l’emissione e che l’hanno collocata sul mercato gestendola come un vero e proprio prodotto bancario a cui associare finanziamenti, mutui, prodotti bancari di investimento, eccetera. Risultati: molte banche hanno raggiunto il loro mercato attraverso un canale molto profilato (le squadre di calcio) e ciò ha consentito di allargare notevolmente il bacino di utenza in un momento in cui quelli tradizionali si restringevano. Sul piano sportivo invece, gli spettatori delle partite di calcio dal vivo (allo stadio) sono stati nel corso della stagione corrente 1.700.000 in meno. A chi è convenuta la tessera del tifoso, considerato che nei tre anni precedenti alla sua adozione si era registrato un sostanziale e costante ribasso degli episodi di violenza nel calcio?

Libeccio

Share this article