La bufera su Capello

12 Giugno 2008 di Stefano Olivari

Parlavamo prima di Scolari, che secondo molti giornali inglesi sarebbe stato sponsorizzato presso Abramovich da Fabio Capello. Non che uno con il curriculum di Scolari avesse bisogno di presentazioni, anche prestigiose come quelle del c.t. della nazionale inglese, ma la cosa ci ha incuriosito perchè saranno proprio i media a decidere il futuro di Capello sulla panchina dei Leoni. Ieri infatti abbiamo letto sull’Ansa dell’invito a comparire per la quindicina di indagati nell’inchiesta della procura di Torino che ruota attorno a una presunta evasione fiscale di Capello per un cifra di circa 16 milioni di euro. Fra gli indagati il presidente della Roma Franco Sensi, visto che quasi tutti gli anni presi in considerazione dall’inchiesta (tranne il primo alla Juve, pare) riguardano il Capello allenatore giallorosso. E siccome per evadere, come per molte altre cose, bisogna essere almeno in due…In realtà pare che l’indagine della Guardia di Finanza sia più ad ampio raggio e che riguardi non solo fatti specifici ma anche meccanismi per così dire ‘elusori’ che sono ben conosciuti da chi lavora nel mondo del calcio. Proprio un grande esponente di questo circo ce ne ha spiegato i segreti, nei prossimi giorni quando purtroppo l’Europeo finirà sveleremo almeno quelli scrivibili. Magari facendo riferimento anche a quello che di accertato o di nuovo emergerà dalla vicenda Capello. La palla giudiziaria è adesso ai suoi avvocati, che dovrebbero preparare un memoriale. Mentre quella calcistica dipenderà dal modo in cui l’evolversi dell’indagine verrà proposto dai giornali: esistono paesi in cui la riprovazione sociale per certi comportamenti, non parliamo nemmeno dei reati, conta più dei cavilli.

Share this article