I manifestanti bianchi pro Battisti

9 Giugno 2011 di Stefano Olivari

Trovate la piccola differenza fra il pubblico presente all’addio di Ronaldo, nella triste amichevole con la Romania che ci siamo auto-inflitti, e i manifestanti fuori dal tribunale federale di Brasilia che ha respinto il ricorso italiano contro il no di Lula (all’epoca c’era lui) all’estradizione del simpatico giallista-assassino Cesare Battisti.
Manifestanti pro Battisti, ma non è questo il punto. Il punto è che mentre al Pacaembù il pubblico e gli addetti ai lavori erano di razze diverse, rispettando più o meno le percentuali dello stato (40% bianchi, statistica con l’accetta), la gente davanti al tribunale era al 99% bianca. Nostra profonda analisi socio-politica: il calcio interessa a tutti, in maniera interclassista, ma è oppio dei popoli soprattutto per le masse escluse da una partecipazione reale alla vita politica e culturale. E non è che qualcuno impedisse ai non bianchi di manifestare sotto al tribunale.


Stefano Olivari
stefano@indiscreto.it

Share this article