Gli spot con Brolin e Crippa

29 Febbraio 2012 di Stefano Olivari

Il Parma di Tanzi è ormai storia vecchia, nel bene e nel male, la verità su quel ‘miracolo’ di provincia può quindi venire a galla. Sempre per merito della giustizia ordinaria, ovviamente. Mai che nessuno dei tanti controllori del mondo del calcio (dalla Covisoc in giù) all’epoca d’oro si fosse chiesto come mai calciatori senza alcuna immagine sottoscrivessero contratti pubblicitari per miliardi di lire. In ordine alfabetico Apolloni, Asprilla, Baggio (Dino), Brolin, Chiesa, Crippa, Crespo, Minotti, Stoichkov, Thuram, Veron: una formazione super anche senza il portiere, una formazione tutta finita nel registro degli indagati della Procura di Parma per concorso in bancarotta finalizzata alla distrazione (notizia data per prima dalla Gazzetta di Parma).
Link all’articolo

Share this article