I vent’anni di Marco Casartelli

Era martedì 18 luglio 1995 e il Tour disputava la quindicesima frazione, sui Pirenei, la cosiddetta tappa regina. La Grande Boucle era già, virtualmente, del Faraone Indurain al quinto sigillo consecutivo. Al trentacinquesimo chilometro della Saint Girons-Cauterets, scendendo dal Col de Portet d’Aspet, nella seconda parte del plotone qualcuno approcciò lungo – […] Continua a leggere

La posizione di Wiggins

L’Ora di Bradley Wiggins, un paio di domeniche orsono, ha segnato un punto di non ritorno nell’evoluzione di questa disciplina. Con un asterisco, non avremmo voluto (ri)vedere nei tentativi le biciclette evolute, i sessanta minuti del fuoriclasse inglese riscrivono la storia del record: dal punto di vista tecnico e mediatico. Troppe volte […] Continua a leggere

Il Giro umano di Contador

Repetita iuvant, la mania dell’orologio e il calcolo dei wattaggi hanno qualcosa in comune con l’astrologia. L’era del Passaporto Biologico però si evidenzia controllando i tratti all’insù: Contador, a palla per cinque o seimila metri sulla salita più dura d’Europa, sigilla la competizione rimontando il trenino Astana sul Mortirolo. Impressiona en danseuse, […] Continua a leggere