Blatter e Platini uniti fino alla fine

22 Dicembre 2015 di Indiscreto

Nonostante l’evidenza e la sostanza degli otto anni di condanna inflitti dal ridicolo Comitato Etico della FIFA, la carriera di Blatter e Platini non è ancora finita. Però lo svizzero è sempre in una posizione di forza e questo potrebbe costringere Platini a trattare, per concedere all’ex sponsor una onorevole uscita di scena e rientrare in ballo con qualche escamotage (magari il rinvio delle elezioni, fissate il 26 febbraio) per la presidenza FIFA. Platini non ha mai preso in considerazione l’idea di presentarsi a Zurigo per difendersi, considerando già scritta da quattro mesi la sentenza. Scritta da Blatter (come in realtà pensa), da gente che crede di fare un favore a Blatter (come pensano altri addetti ai lavori) o da dirigenti-maneggioni di professione che non vogliono un ex calciatore al potere (come dice lui). Più degli scenari conteranno i ricorsi alla FIFA e al TAS, insieme ad una al momento improbabile tregua fra i due condannati. Il tocco di classe è stata la discesa in campo, in difesa dei due condannati, del ministro dello Sport russo Vitaly Mutko: lo stesso Mutko, non un omonimo, uscito con l’immagine a pezzi dalla vicenda del laboratorio antidoping di Mosca, lo stesso Mutko che nel 2010 come membro dell’Esecutivo FIFA fu decisivo nell’operazione 2018-2022 che vendette il futuro del calcio sotto la supervisione del possibile, secondo Putin, Nobel per la Pace. Ricordiamo anche che il Comitato che in ottobre ha sospeso per novanta giorni e adesso condannato i presidenti di FIFA e UEFA non è un’entità astratta e priva di condizionamenti, ma una struttura voluta da Blatter stesso per dare una ripulita all’immagine della FIFA, con membri di osservanza blatteriana. Chissà nei vari decenni quante ‘consulenze’ nebulose sono state assegnate senza un contratto formale, ma soltanto quella pubblica di Platini è diventata un caso politico. È probabile che Blatter e Platini si salveranno insieme o insieme andranno a fondo, di certo la loro storia non è ancora finita. Continua sul Guerin Sportivo.

Share this article