Si può correre (fino a nuovo ordine)

Si può correre e andare in bici, anche senza mascherina. Non si può andare in palestra o nuotare, a meno di non avere la palestra o la piscina nella propria casa unifamiliare (non nel condominio, quindi). Non si può sciare perché lo sci è teoricamente consentito, ma da lunedì 26 ottobre, cioè domani, gli impianti saranno chiusi. Non si possono svolgere allenamenti, nemmeno distanziati, per gli sport di contatto e in generale per tutti gli sport al chiuso: sì al tennis, no alla pallacanestro. Tutto quanto scritto è riferito a dilettanti ed amatori.

Questo, in estrema sintesi, l’ennesimo Dpcm simposto oggi dal Governo Conte ad un’Italia che ormai sembra poter accettare qualsiasi cosa, fatta eccezione per qualche manifestazione non proprio genuina e per altre più oneste ma silenziate dai media posseduti da un pensiero unico sulle modalità di reazione all’emergenza Covid. Ancora una volta non è un discorso di destra e sinistra, basti pensare a cosa si stia facendo in Gran Bretagna contro gli assembramenti.

Poi chiaramente ci sono gli sportivi professionisti, che devono andare avanti non perché siano superuomini o superdonne, ma perché il loro show è funzionale al mantenimento dell’ordine pubblico. Il modo in cui è andato avanti ed è finito il Giro d’Italia dimostra che con la volontà si può fare davvero quasi tutto.

Potremmo concludere così: italiani lobotomizzati dalla propaganda e dalla paura, sempre più grassi davanti al televisore a guardare partite che rivalutano lo sport della Playstation. Ma ovviamente non è una conclusione: il segreto di tutte queste misure è quello di sembrare migliorative rispetto agli scenari da lockdown duro e puro. Come entrare in una prigione ed esultare perché tutto sommato nella nostra cella c’è Sky Q Black. Non è quindi ancora finita.

VN:F [1.9.22_1171]
Rating: 6.8/10 (31 votes cast)
Si può correre (fino a nuovo ordine), 6.8 out of 10 based on 31 ratings

90 commenti

  1. Trecento ragazzi e ragazze che fanno attività da due mesi fra autocertificazioni mascherine controlli febbre e igienizzante ovunque
    Un contagiato (per giunta innocuo perché si era quarantenato)
    Facciamo molta fatica a capire

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: +19 (from 23 votes)
    1. Beh, già uno è un numero.
      C’è gente che è a zero dopo 4 mesi e più di 600 utenti (con di mezzo anche un campionato regionale con 116 iscritti in gara) e fa ancora più fatica a capire.

      VN:F [1.9.22_1171]
      Rating: -1 (from 13 votes)
      1. A marzo cosa dicevi?

        VN:F [1.9.22_1171]
        Rating: -3 (from 7 votes)
        1. A marzo si faceva fronte ad una situazione inattesa su cui si era impreparati e di cui non si sapeva nulla.
          Se sei così imbecille – come ormai tutti sanno qua dentro – da non capire la differenza con sette mesi di tempo per organizzare e programmare ripresa e convivenza, è un problema tuo.
          Io ho contagiati e morti in famiglia quindi non è che sono passato tra i negazionisti coglioni, e le precauzioni non le ho mai abbandonate.
          Per questo ritengo che chiudere i centri sportivi dove i protocolli si rispettano e poi consentire i mezzi pubblici all’80% di affluenza (traduzione: nessun distanziamento) sia la mossa imbecille di un governo di imbecilli.
          Cosa c’entri questo con un frangente in cui i camion militari svuotavano le provincie dei cadaveri lo sanno solo gli orologi fermi coglioni…

          VN:F [1.9.22_1171]
          Rating: +11 (from 17 votes)
          1. Tutti gli amichetti tuoi Gagà, you mean, la situazione era inattesa solo per i cretinetti come te, tu hai morti in famiglia solo per argomento retorico buffone aka cavaliere della valle degli orti, i camion militari erano a Bergamo non in Basilicata​ o in Alto Adige, imbecille, negazionista è il nuovo troll quando non si hanno argomenti né si è capaci di far di conto almeno al livello di una quinta elementare
            Sono stato abbastanza chiaro? O vuoi provare con la dad? Fai come il tuo Fante, sparisci per un po’ e vergognati, non avevi capito un cazzo allora non capisci una fava adesso

            VN:F [1.9.22_1171]
            Rating: -10 (from 14 votes)
            1. Sei stato chiarissimo: sei il solito buffone senza argomenti che starnazza solo per trollare.
              Poi, il Covid non esiste oppure la situazione era tutto tranne che inattesa?! Mettiti d’accordo con te stesso e poi facci sapere.
              Per quanto riguarda gli insulti ho sempre detto a minchioni precedenti che io avrei il coraggio di ribadirli in faccia a chiunque, chissà se è lo stesso per te.
              Per quanto riguarda invece l’argomento retorico hai raggiunto il punto più basso che potevi raggiungere, ma è tutto il tuo post che è un coacervo di deliri da cui non si capisce niente e a cui non ha nemmeno senso rispondere.
              Cercatene una (ma anche uno…), come ti hanno già consigliato in tanti…

              VN:F [1.9.22_1171]
              Rating: +2 (from 8 votes)
              1. Qui se c’è uno che non è d’accordo con se stesso sei tu (poi confessi pure ingenuamente di avere dei problemi di comprensione, ma ormai a parte i tuoi sei sgherri che ti fanno da claque hanno capito tutti che razza di cretino figlio di papà sei), la mia posizione sul Covid è chiara da febbraio, sei tu Gagà che hai fatto le giravolte quando facevi migliore figura a sparire come il tuo Fante Gobbo (in combutta col quale scrivevi letterine pietose come Totò e Peppino firmandovi cavalieredellavallesolitaria per portare plausi alla vostra posizione speculando sul dolore vero di chi veniva seccato negli ospedali e nelle RSA mentre già allori accusavi me di trollare, ahahahah pensa che due idioti!) per non ammettere che non ci avevi capito e continui a non capirci un cazzo… Dare del negazionista a chi non nega l’esistenza del Covid è la soluzione dei decerebrati come te quando non hanno più argomenti, d’altronde solo un cretino interviene nel forum di un sito autoconvincendosi d’essere supportato dalla linea editoriale per poi piagnucolare perché il direttore la pensa in altro modo
                Visto che fai il gradasso dimostra di non essere il michione che tutti conoscono e scrivi il tuo indirizzo la prossima volta che mi rispondi così vengo a trovarti che fino a prova contraria quello che ha iniziato con gli insulti sei tu, io ti ho solo risposto con uguale moneta

                Ho scritto in italiano? No chiedo perché questo non capisce una mazza e poi accusa pure gli altri di delirare

                Non ti sforzare di capire che poi ti giochi anche l’ultimo mezzo neurone che ti fa girare le pedivelle

                VN:F [1.9.22_1171]
                Rating: -5 (from 11 votes)
                1. Ma stai ancora a piede libero?! Deduco che alla fine non l’hai trovat*…

                  Tu non hai una posizione sul COVID19, tu spari cazzate a casaccio solo per il gusto di trollare.
                  La mia posizione invece è chiara e coerente e non è cambiata nel tempo, esattamente come non è cambiato il mio atteggiamento nei confronti della linea governativa. Se poi sei talmente farraginoso cerebralmente da non riuscire a concepire ua posizione che esuli dal dividere il mondo in bianco e nero è un problema tuo, e sorvolo sui tuoi deliri assortiti tra letterine, nick altrui e linea editoriale perchè non meritano il mio tempo.

                  Dammi tu il tuo indirizzo che ti dò pure il vantaggio di ricevermi in trasferta, vengo io a trovarti per usarti come sputacchiera, che è giusto l’unica utilità che puoi avere a questo mondo: non hai idea di che brivido di piacere mi provochi che un pezzente mi dia del figlio di papà… 😛

                  VN:F [1.9.22_1171]
                  Rating: -3 (from 13 votes)
                  1. Eh già prima fai il maranza “Per quanto riguarda gli insulti ho sempre detto a minchioni precedenti che io avrei il coraggio di ribadirli in faccia a chiunque”, poi quando si passa ai fatti torni a nasconderti nella cuccia, e ribalti la sfida sullo sfidato, ci fossero ancora i duelli con le pistole ti riderebbero in faccia tutti, sei proprio un quaquaraquà. La tua posizione? Ahahahah, fortuna che scripta manent e qua c’è ancora qualcuno che sa leggere, ha buona memoria o si prende la briga di salvare in Word o andare a rivedere i vecchi commenti. “Farraginoso cerebralmente” che espressione è? Forse il frutto degli anni spesi con costrutto al liceo artistico. Il resto è evidente sono tue congetture, ma quando mancano le basi si fa fatica anche a capire con chi si sta parlando, io invece è qualcun altro qui dentro ti abbiamo inquadrato da subito, pistola!

                    VN:F [1.9.22_1171]
                    Rating: -2 (from 10 votes)
                    1. No, no, non ribalto nulla! Quando vuoi, pezzentucolo, quando vuoi.
                      Vengo io nella Suburra, sereno. Troppo comodo se no, come già detto in passato ad un altro quaquaraquà tuo pari…

                      Eh ma le congetture…..tipo quelle su cavaliere?!…

                      VN:F [1.9.22_1171]
                      Rating: -5 (from 7 votes)
    2. A marzo dov’eri?

      VN:F [1.9.22_1171]
      Rating: -7 (from 11 votes)
  2. Impossibile capire. Inaccettabile.

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: +18 (from 22 votes)
    1. A marzo dov’eri?

      VN:F [1.9.22_1171]
      Rating: -4 (from 8 votes)
  3. Oltre il vergognoso. Oggi la bimba si è pure messa a piangere. Mi sono sentito davvero una merda.

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: +11 (from 17 votes)
    1. A marzo dov’eri?

      VN:F [1.9.22_1171]
      Rating: -8 (from 12 votes)
  4. Mi chiedo dove andranno nel weekend le persone che fino alla settimana scorsa affollavano i centri commerciali. Staranno buone a casa o si assembreranno nelle vie dello struscio?

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: +13 (from 17 votes)
  5. «Italiani lobotomizzati dalla propaganda e dalla paura, sempre più grassi davanti al televisore a guardare partite eccetera eccetera» … vede, Direttore, che non viene poi così difficile recitare il «che tempi, signora mia!»? E non dobbiamo troppo pretendere di esserne esenti, anzi, può diventare un nostro punto di forza se succhiamo linfa da riferimenti culturali un po’ più divertenti rispetto alla sciuretta dell’attico; chessò: qui lei sembra aver appreso la lezione di Pasolini? Di Fahrenheit 451? Di Wall-E?

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: +5 (from 11 votes)
  6. «Come entrare in una prigione ed esultare perché tutto sommato nella nostra cella c’è Sky Quelchel’è» mi ha fatto pensare a Nelson Mandela (vabbe’, allo storytelling su NM) incarcerato a Constitution Hill; a come la vita sia piena (di senso) anche in carcere, se è dedicata alla comunità (da cui ti vogliono isolare con il carcere) invece che al contratto individuale con una ditta di “entertainment” (scriverebbe DF Wallace).
    Detta con un paio di psicoanalisti italiani contemporanei:
    «Dopo l’industrializzazione del secolo XIX, dopo lo stretto legame tra guerra e produzione del XX secolo, e con la globalizzazione del XXI, NON SI PUÒ PIÙ DESCRIVERE UNA SOCIETÀ SENZA PARLARE DI MERCI E COMMERCI. Si può, invece, spiegare la stessa società facendo a meno non solo di Dio (cfr. Nietzsche) ma anche del prossimo: come se le relazioni economiche non avvenissero in una comunità, come se non fossero una sottospecie delle relazioni umane. Tutte e due le idee su cui si basa la morale giudeo-cristiana sono diventate superflue (cioè optional) sia per le nostre azioni sia per la nostra mente» (Luigi Zoja, La Morte Del Prossimo, Torino 2009, pag. 9)
    «Si assiste al sorgere di una società sempre più adesiva alla LOGICA DEL MERCATO E AL CULTO DELLE MERCI, CHE RIMPICCIOLISCONO L’AMPIA PORTATA DEL DESIDERIO ALLA SEMPLICE MISURA DEL BISOGNO (VERO E SOPRATTUTTO INDOTTO), illudendo il soggetto umano di poter bastare a se stesso e in verità condannandolo ad un esilio autistico rispetto all’altro e quindi alla vita stessa.» (Francesco Stoppa, Istituire La Vita. Come Riconsegnare Le Istituzioni Alla Comunità, Milano 2014, pag. 111).

    Ecco, credo la “prigione” imposta da decreti o ingiunzioni in realtà non ci impedisca di vivere se abbiamo una comunità per cui vivere. Se in realtà anche prima avevamo venduto l’anima a ciò che è commercialmente rilevante, il confinamento a cui siamo costretti dai governanti non è il problema, è solo lo svelamento del problema (“svelamento”, in greco “apocalisse”).
    Vivere per una comunità comporta il rischio di essere così stanco, alla fine di una giornata, da non sapere neanche cosa fartene di un televisore; ma col vantaggio che non ti capiterà di incappare tuo malgrado in promo di pesissimi storyteller del calcio che tu – figuriamoci, signora mia! – beninteso disdegni.

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: +1 (from 15 votes)
    1. Allora Conte e Gualtieri saranno studiati fra mille anni come gli uomini che hanno rilanciato la morale giudaico-cristiana, dovremmo ringraziarli. Forse tutte queste persone sussidiate (le più fortunate o raccomandate) sul divano troveranno la forza di disdire l’abbonamento a Netflix e sostituire le persone alle merci. Anche se più conosci le persone e più adori le merci… In realtà in quel libro di Zoja, che casualmente ho letto (quindi è un riferimento pop, se l’ho letto io, non da storyteller di qualità), non si critica solo la mercificazione ma anche la ricerca di un senso in realtà e idee lontane fisicamente e psicologicamente: qualcuno si inginocchia per BLM, ma non sa perché suo cugino si sia suicidato…

      VN:F [1.9.22_1171]
      Rating: 0 (from 12 votes)
      1. Allora. @ il Direttore, e un po’ anche @ Transumante.

        Primo, da Nietzsche in poi quelli bravi han smesso di voler rilanciare la morale giudeo-cristiana, neanche come doratura ideologica che guidi la narrazione di una società che da secoli va da tutt’altra parte.
        In ambito più strettamente giudeo-cristiano, diciamo da Bonhöffer in poi.
        Quelli bravi, eh? Conte e Gualtieri non so se sono bravi, ma sicuramente non è il loro compito (su questo altri utenti dell’Indiscreto disanimano meglio di me) e quindi non glielo chiediamo. E non li ringraziamo se tra mille anni si saprà che avranno fatto questo invece che gestire oculatamente la situazione.

        Secondo, a me non interessa parlare degli “altri” facendo di tutta l’erba un fascio, non mi interessa fare della sociologia da tinello in cui i cattivi sono sempre quelli appartenenti a una certa categoria da cui noi siamo esenti: «tutte queste persone sussidiate» saranno poi persone concrete, ciascuna con una sua storia diversa, con i suoi problemi e i suoi sogni.
        Ne ho piene le scatole anche de visu di quelle/i che cominci a parlare dell’ultimo DPCM e dopo 30 secondi stanno già criticando “i politici”, o “quelli che sul tram non si mettono la mascherina”, o “i negozianti”, o “i sussidiati”, o “i ragazzi delle periferie”. Figuriamoci se mi entusiasmo trovare lo stesso modo di argomentare sull’Indiscreto.
        Quando redattori e utenti dell’Indiscreto riducono le persone a categorie su cui sentenziare, l’Indiscreto non è molto diverso da mille altri social inutili.
        Quando redattori e utenti dell’Indiscreto partono dalla situazione (ad esempio, pandemia & confinamento) non per condannare qualche categoria di “altri” ma per interrogarsi un po’ più in profondità (per esempio: dove va a finire, e che aspetto assume, la libertà in una situazione come questa? Ma allora, che cos’è la libertà che avevo prima della pandemia? Su cosa si appoggiava? Come mi pongo di fronte a una situazione che nessuno sembra saper gestire? E quindi, che dinamiche metto in gioco con l’ingestibile, l’imponderabile, nella mia vita? È più importante vivere o sopravvivere? Aveva più ragione Aristotele Spinoza a stabilire che l’uomo è un animale sociale, o aveva più ragione Plauto Hobbes a ribattere «no: homo homini lupus»?) … allora voglio leggere l’Indiscreto, con tutta la difficoltà a trovare quelle 2 o 3 volte la settimana un supporto da cui loggarmi.

        Maestri del sospetto.
        A me Pasolini o Wall-E, o Zoja e Stoppa, non insegnano a idealizzare (o auspicare un ritorno a) le comunità pre-rivoluzione industriale: basta leggere quel che scrivono, una cosa che ti insegnano in scuole con ancora qualche materia “umanistica” superstite. Semplicemente, sono pensatori che fanno domande, e insinuano dubbi; non criticano la situazione attuale, mettono in guardi rispetto all’imbambolamento di chi pensa che basta avere più merci per essere più felici, o più liberi, o più saggi. Quindi, assodato il fatto che siamo una società che «non si può più descrivere senza parlare di merci e commerci […] si può, invece, spiegare facendo a meno non solo di Dio ma anche del prossimo», dove va a finire, mi ripeto, la libertà? Che forma assume il desiderio? Che posizione assume il mio corpo rispetto a quello degli altri? E così via.
        Dubbi. Tipo: è proprio vero che basta concedere piena libertà di azione alla “mano invisibile” del mercato perché le vite degli uomini proseguano via lisce verso un progresso senza ostacoli? E che sfiga la pandemia che negli USA ha messo i bastoni tra le ruote alle magnifiche sorti progressive del POTUS più pacifista dell’ultimo quarto di secolo, mentre in Italia, al contrario, grazie alla pandemia chi sta immeritatamente al potere ha la scusa per mantenere saldamente la poltrona!
        Mah! I maestri del sospetto di cui sopra endorsano l’agnostico che in me canticchia «it ain’t necessarily so».

        Altre osservazioni minime.
        1. Non ho capito: a qualcuno il fatto di non sapere perché suo cugino si è suicidato (cosa che non sa veramente neanche sua zia, cioè la mamma del cugino) dovrebbe impedire di inginocchiarsi per BLM? Cioè?
        2. Ecco, se vogliamo proprio fare quelli scientifici, rispettiamo il fatto che esiste anche una scienza che si chiama storia, e insegna a raccontare il passato ragionando sui fatti; affastellare fantasie con un piede nei comunicati politici dei centri sociali e l’altro nella commedia pecoreccia italiana degli anni ’70 non è scienza, è storytelling anche piuttosto improduttivo.
        3. @ Transumante: ogni volta che mi leggi ti vien voglie di andare a stare in una villa in Texas, eccetera eccetera.
        Poi però, fortunatamente, non lo fai.
        L’ambiente, qui, mi dice che ti ringrazia, comunque. Tuo malgrado.
        4. Non penso che i negri per cui Nelson Mandela pensò valesse la pena di andare in prigione fossero più adorabili delle merci … o degli spacciatori magrebini del Champions Pub, o delle cassiere del Simply di via Novara. No, è decisamente qualcos’altro che dà un senso allo stare in prigione come allo starne fuori.
        5. Riferimento pop non è in contraddizione con storyteller di qualità, ma questo lo sa anche lei, il Direttore.

        VN:F [1.9.22_1171]
        Rating: 0 (from 0 votes)
    2. Per parlare di comunità devi avere l’Altro dentro di te, c’entra nulla se sei da solo

      VN:F [1.9.22_1171]
      Rating: -2 (from 8 votes)
  7. Ogni volta che leggo gilhaney mi vien voglia di emigrare in Texas, comprarmi una casa di 400 metri quadri e sparare col mitra in aria.

    Ahhhh le comunita’ pre-rivoluzione industriale, dove il prete/signorotto locale se voleva ti scopava la figlia e dovevi dire pure grazie dell’onore. Dove ogni 5 anni dovevi andare in guerra, a riscoprire il valore dell’Altro sparandogli. Dove partorire era una missione suicida perche’ senza scambi culturali e conseguente accumulo di risorse economiche e intellettuali non c’e’ progresso.

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: +1 (from 25 votes)
  8. Senza accumulo di risorse economiche e intellettuali non c’è progresso.
    Nemmeno salute.
    Qui pare la scelta sia tra sopravvivere al SarsCov2 e morire di fame, con sudditi pronti ad accettarlo incolpando altri sudditi di non aver obbedito alle regole.

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: +5 (from 9 votes)
  9. Visto che fai il gradasso dimostra di non essere il michione che tutti conoscono e scrivi il tuo indirizzo la prossima volta che mi rispondi così vengo a trovarti

    Dammi tu il tuo indirizzo che ti dò pure il vantaggio di ricevermi in trasferta

    Qualcuno li “arregga”, qualcuno li “arregga”…

    (arreggetemi arreggetemi sennò gli do’ cit.)

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: +7 (from 17 votes)
    1. Cecco, per cortesia, ci manchi solo tu, guarda…

      VN:F [1.9.22_1171]
      Rating: -1 (from 11 votes)
  10. Ti rode che ti ho smascherato pure con la tua affezionata museruola salvapelle, eh Gagà? Leva la tua faccetta (nera) dalla strada, stai facendo una brutta figura!

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: -5 (from 9 votes)
  11. “in combutta col quale scrivevi letterine pietose come Totò e Peppino firmandovi cavalieredellavallesolitaria per portare plausi alla vostra posizione speculando sul dolore vero di chi veniva seccato negli ospedali e nelle RSA mentre già allori accusavi me di trollare, ahahahah pensa che due idioti!”

    Sportello sei talmente scemo che credi che mi sia fatto il secondo nick solo per scrivere letterine pietose (già faccio fatica a loggarmi con un nick,figuriamoci 2)
    Fai talmente schifo che pur di trollare (si,trollare) non hai problemi a speculare su chi ha vissuto un dramma come cavaliere (che scriveva qua quando tu probabilmente eri ancora nei coglioni di tuo padre)

    Detto questo passiamo al paragone Marzo-Ottobre. Solo un imbecille (e non mi stupisco che tu sia a capo di questa cordata) può paragonare le due situazioni.
    Quando la casa ti si riempie di merda da un giorno con l’altro non è che ti preoccupi dell’intonaco delle pareti. Devi come prima cosa sperare cercare di non venire soffocato dalla merda,come seconda cosa non farne entrare altra.Una volta messe a posto queste 2 cose poi devi pensare a come proteggere la casa da un’eventuale nuova ondata di merda (eventuale mica tanto visto che era chiaro che a ottobre con cambio di clima,apertura attività,maggior frequentazione di posti chiusi il virus sarebbe tornato)
    A marzo nessuno ne sapeva un cazzo ,quindi vista la situazione della sanità in gran parte d’italia chiudere tutto è stata la soluzione per salvare parte del paese.

    Poi piano piano si è iniziato a saperne un po’ di più.L’estate ci ha aiutato a fermare la tragedia,si è capito dove colpiva,come colpiva ,chi colpiva.

    Quando facevo notare che a fine Agosto in un reparto di terapia intensiva di Brescia erano arrivate 10 persone non anziane uno ,un po’meno deficiente di te ma sempre deficiente,mi ha rotto i coglioni perchè facevo terrorismo e spaventavo la gente
    Invece di guardare la luna (occhio che non è clinicamente morto e se torniamo a riempire le terapie intensive poi son cazzi di tutti anche se alla fine muoiono soltanto vecchi di merda magari pensionati retributivi) si guardava il dito “VUOI RUBARE IL FUTURO AI NOSTRI FIGLI!!11!!”.

    Nessuno ha fatto un cazzo (e non mi consola il fatto che in europa sono messi come noi). L’unica preoccupazione erano i banchi a rotelle,quando bisognava riorganizzare i trasporti,predisporre le attività di tracciamento ( se arriva un altro deficiente a rompere i coglioni vi scrivo un papiro su come non siamo stati contattati dall’ATS di Cremona in merito ad un caso di covid in classe di Una Gobbina), proteggere (principalmente da se stessi) quegli anziani che non hanno capito che non devono andare nei centri commerciali.
    Nemmeno quando il tempo di raddoppio in terapia intensiva è passato ad una settimana (parliamo di fine settembre,primi di ottobre) si sono svegliati (lo so è un concetto difficile e tu non ci arrivi.L’ho scritto per gli altri)

    Ci sono attività che oggi,con l’esperienza di 8 mesi alle spalle, potrebbero tranquillamente continuare in condizioni di buona sicurezza eppure sono state bloccate. E la cosa non è assolutamente in contraddizione col dire che 8 mesi fa bisognava fermarle
    Per non capire queste cose bisogna essere deficienti. Oppure essere Doc Sportello
    (che per inciso è quello che raccontava che i pazienti delle RSA per salvarli dal Covid dovevano essere messi all’aperto. In pieno inverno)

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: +13 (from 15 votes)
    1. Lol, ed ecco il Fante previo segnale di fumo del General Gagà uscire improvvisamente dalle cucine col mestolo in mano (eh ma lui ha difficoltà a loggarsi e i deficienti sono sempre gli altri). Quando si fanno le citazioni bisogna prima andarle a recuperare con la data, se no si fanno brutte figure e si mistifica il pensiero altrui, caro il mio re dei cagasotto.
      E vai con il campionario di insulti, visti i debolissimi argomenti: io non sapevo, io non credevo, io ho una figlia in classe a Cremona… Hai capito Cremona caput mundi adesso! La merda non ce l’hai in casa, è dentro il tuo cervello, svegliaaaa
      Vuoi vedere che adesso resuscita pure il Cavaliere Mascherato… – 3 -2 -1

      VN:F [1.9.22_1171]
      Rating: -5 (from 13 votes)
    2. se arriva un altro deficiente a rompere i coglioni vi scrivo un papiro su come non siamo stati contattati dall’ATS di Cremona in merito ad un caso di covid in classe di Una Gobbina)

      Spiega che mi tiro su il morale

      VN:F [1.9.22_1171]
      Rating: +1 (from 1 vote)
      1. Se vuoi ti faccio io un esempio.
        Un mio collega accusa dei sintomi (qualche settimana fa quando la situazione non era critica), si fa il tampone e risulta positivo; gli chiedono di elencare le persone con cui è entrato in contatto; uno di questi riceve la chiamata dall’Asugi un paio di giorni dopo “Come sta?” “Bene” “Ok, allora non serve che faccia il tampone. Click”. Altri minimamente contattati.

        Eh, ma il tracciamento…

        VN:F [1.9.22_1171]
        Rating: +3 (from 3 votes)
        1. Maledetti Fontana&Gallera!

          VN:F [1.9.22_1171]
          Rating: +2 (from 2 votes)
  12. Demente
    Dane non ha il mio cellulare,al limite mi avverte via twitter
    Si sono deficiente perchè da quando ogni volta che provo ad entrare mi chiede di riloggarmi ,faccio casino,mi girano i coglioni e pianto li.
    Di argomenti ne ho portati finchè vuoi sul tema : dalla gestione dei primi giorni dopo il caso di Codogno, dagli errori commessi nel non chiudere subito tutto qua , dalla situazione in Ospedale,dalla mistificazione della celeberrima sanità territoriale che con la sola imposizione delle mani guariva dal Covid

    Ahimè basta leggere i numeri e ci si accorge che a Cremona il Covid ha colpito come a Bergamo . Quindi si,Cremona caput mundi e un filino di esperienza,diretta ,me la sono fatta.

    Sul tema cagasotto poi mi preme ricordare come ti avessi invitato non tanto per fare a botte ( credo che le prenderei anche dal “cagliaritano piddu” quindi se vuoi sfogare un po’ di frustrazione felicissimo di darti le indicazioni necessarie) quanto per aiutarci nel servizio porta a porta che avevamo messo in piedi a Marzo qua a Cremona ,quando driblando le varie ambulanze che giravano manco fossimo Zidane garantivamo un supporto (spesa,farmacia,piccole necessità quotidiane) alle fasce più deboli e magari anche meno deboli

    Poi vabbè..sto parlando con uno che riteneva che bastasse non starnutirsi addosso per essere a posto e quindi mi dico che forse avrei fatto meglio a non perdere 5 minuti per riloggarmi

    Ma fa niente dai. Magari mi viene conteggiato come lavoro socialmente utile. Tipo quelli che vanno ad annaffiare le aiuole in centro o raccolgono i mozziconi di sigaretta nei parchi

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: +5 (from 9 votes)
    1. L’incipit ti contraddistingue sempre Fante,
      Strano che a marzo ti loggavi che era un piacere quando combattevi la guerra santa contro i runner untori, dopo sei mesi ancora non hai capito che distanziamento (civile) tenere la bocca chiusa e lavarsi le mani prima di infilarsele nel naso sono le uniche raccomandazioni che gli Scienziati della virologia ti possono dare, per il resto puoi solo pregare perché di epidemie senza morti non c’è traccia nella storia!
      e un bel coglione finale ci sta, comunque tua figlia contagiata e poi morta assieme a te non è nemmeno quotata, tranquillizzati e sparisci di nuovo che al contrario del General Gagà ti riconosco il merito della vergogna

      VN:F [1.9.22_1171]
      Rating: -7 (from 9 votes)
  13. Doc Porcello, su Cavaliere la figura di merda la stai facendo tu, e non ti rendi neanche conto di che merda hai pestato.
    Ti salvi giusto perché non appartenendo alla Banda di Nemici del Popolo la Redazione non perderà tempo a smentirti tra IP e nerdate varie, per il resto chi scriveva qui prima di te (cioè tutti, solo quel pirla del camperista è arrivato dopo di te) sanno chi è Cavaliere e da quanto tempo scrive qua dentro.
    Qua l’unico segnale di fumo è quello dei tuoi neuroni…

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: +3 (from 7 votes)
    1. Te li do io gli ip, e anche la geolocalizzazione quando si potranno allegare le foto cippirimerlo, ti aspetto a casa ma mi sa che tutto il tuo cerchio magico è fuori dalla cerchia

      VN:F [1.9.22_1171]
      Rating: -2 (from 4 votes)
  14. Sulla vostra disfida mi metto di lato, con birrino e popcorn, in generale credo sia logico avere opinioni diverse su quello chè é accaduto a Marzo e quello che accade oggi e sul perchè accade oggi.
    Ero rimasto a Maggio che la sfida del covid ci aveva fatto capire l’importanza della sanità terrioriale.
    Il tracciamento é saltato, se mai c’è stato, i protocolli cervellotici, quindi al netto della pericosità/letalità del virus, ci siamo incartando su come gestirlo. Giornali che dicono tutto e il suo contrario (click click click) gente in confusione, talent show dei virologi tutte le sere.
    La sfida Zangrillo vs Galli. Con le carte che girano come Amici. Governo in palese difficoltà, contraddizione, confusione.
    MiocuGGInO a Milano ha ricevuto oggi la notifica per il figlio per un caso di covid a scuola. Deve stare in isolamento a partire da oggi dal 13 al 27 Ottobre. Ormai é tardi cantava Vasco. Tutto molto bello.
    eh il modello italiano.

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: +5 (from 5 votes)
    1. Hai centrato il punto!
      La questione non è lockdown si o lockdown no, solo un coglione può paragonare l’attuale situazione a marzo e fare l’orologio fermo “io l’avevo detto!”
      Vale sia per chi dice “bisognava convivere da subito!” sia per quelli che “avete visto che è arrivata la seconda ondata?!”
      La questione è che 7 mesi sono passati invano senza che il governo pensasse ad una linea (una qualsiasi, magari sbagliata, nessuno ha la bacchetta magica) per gestire la situazione. Niente di niente, brancolano nel buio, in estate sono andati in vacanza come fosse finito tutto e adesso richiudono tutto perché dicono che siamo di nuovo in emergenza. 7 mesi buttati via, 7 mesi passati invano, 7 mesi in cui le poche informazioni raccolte non sono state minimamente sfruttate per studiare un piano, uno qualsiasi.
      E poi arriva il coglione a dirti AMMARZO DOVERI!!1!1

      VN:F [1.9.22_1171]
      Rating: +4 (from 10 votes)
      1. Dov’eri tu lo sappiamo tutti benissimo, a farti il tampone a 400 euro, cagasotto
        E adesso inveisce contro l’amato duo di allora, italiota voltagabbana, non è che se tu non capisci un cazzo in prima elementare gli altri si devono fermare a ripetere la classe con te per poi sentirsi dire che l’anno prima nessuno capiva un cazzo

        Questo è troppo complicata, è una “farraginosa espressione” per il suo micro cervellino che quando non capisce insulta e chiama a raccolta gli amichetti, salvo poi di fronte ai numeri impietosi dire senza vergogna che lui non si cura del popolino, la “pezzenteria” che lui abita in una casa minimal chic e ha il cambio delle sneakers abbinato alle mutande, senza la quale però​ sarebbe il nessuno che è, un cane che abbaia alla luna (e non si accorge del pozzo)

        VN:F [1.9.22_1171]
        Rating: -4 (from 4 votes)
        1. Aridaje col voltagabbana, eh niente, ancora non hai capito.
          Aveva ragione Gobbo, è inutile.
          Ciao pezzente, segui il consiglio di Mario…

          AMMARZO DOVERI!!1!1

          VN:F [1.9.22_1171]
          Rating: 0 (from 4 votes)
    2. “La sfida Zangrillo vs Galli”

      Altro aspetto aberrante; i cosiddetti esperti che si scannano come comari; cazzo, non siete degli ultras allo stadio siete (sedicenti?) esperti in una pandemia; pesate molto attentamente quello che dite (già la gente di norma capisce quello che vuole capire) e finitela con ‘ste beghe da pollaio.

      Veramente mediamente una figura da imbecilli cafoni ed ignoranti.

      VN:F [1.9.22_1171]
      Rating: +9 (from 9 votes)
  15. Leonto: resa dei conti tra Zaia e Crisanti.

    Per la serie “c’eravamo tanto amati”.

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: +1 (from 1 vote)
    1. Matrix
      Silenzio stampa

      VN:F [1.9.22_1171]
      Rating: +1 (from 1 vote)
  16. Quest’estate il dibattito su cosa fare per la seconda ondata si è concentrato su discoteche e banchi rotanti.
    Aumento delle corse dei mezzi pubblici , implementazione di presìdi di tracciamento sul territorio in numero adeguato, rafforzamento delle strutture ospedaliere non ce ne sono stati mi pare. Si credeva che per i mezzi pubblici sarebbe bastato scaglionare gli ingressi a scuola, per il tracciamento fosse sufficiente Immuni e che quindi gli ospedali andavano bene come erano a gennaio.
    Io capisco che non si potesse fare tutto ma almeno decidere di concentrare l’azione sulle cause (quindi prevenzione attraverso tracciamento e riorganizzazione della vita sociale) o sugli effetti (Rinforzare le strutture di cura) forse sarebbe stata una strategia non dico vincente ma almeno in grado di minimizzare i danni

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: +3 (from 3 votes)
  17. https://www.corriere.it/salute/malattie_infettive/20_ottobre_28/sintomatici-ricoverati-chi-sono-perche-rischiano-saturare-ospedali-ec707a6e-1896-11eb-8b6a-8e17b1e81f26.shtml
    “molte persone con sintomi vanno direttamente nei Pronto soccorso, senza contattare telefonicamente il medico di famiglia, come viene invece ripetuto fin dall’inizio dell’epidemia. E c’è una questione psicologica molto seria: i soggetti positivi al coronavirus hanno paura, arrivano in ospedale in una condizione psichica particolare.”
    Chissà chi ha indotto questa paura.

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: +9 (from 9 votes)
    1. Ecco questa è una delle cose che mi fa girare i coglioni visto quello che è successo in marzo; la prima roba da fare era limitare fortemente l’accesso ai Pronto Soccorso, ovvero non permetterci alla gente di entrare su sua iniziativa; hai un problema? Telefoni ad una centrale operativa e vieni instradato da remoto, coinvolgendo fortemente i medici generici, non entri al pronto soccorso di tua iniziativa, anche perchè, se sei positivo, rischi di infettare altra gente; niente, nemmeno questo sono riusciti ad organizzare.

      VN:F [1.9.22_1171]
      Rating: +5 (from 5 votes)
    2. Cognati e nipote sono confinati in casa da più di un mese. Tutto è partito da due compagni di scuola trovati positivi. Poi grazie al fatto che i tamponi son stati fatti a distanza di una settimana l’uno dall’altra e del fatto che ad ogni positività la quarantena parte da capo per tutta la famiglia, si è passato il mese. Prossimo tampone 6 novembre (privato, perché l’ATS non dà notizie di sè), nel frattempo il medico di famiglia è via per lutto (morto il padre, di Covid…) da dieci giorni (ma che cazzo è, un viaggio di nozze?!) , i sostituti dicono solo di prendere la Tachipirina (ormai in casa mangiano le compresse a manate, come fossero M&M’s…). Chi però è stato in vacanza all’estero questa estate ha potuto fare il tampone in 3 giorni e gratis in struttura pubblica o convenzionata.
      Tutto ciò dopo 7 mesi di profonda pianificazione dell’emergenza, ma sarà tutta colpa di Fontana & Gallera.
      Però il governo illuminato ci ha dato il bonus monopattino, e che cazzo…

      VN:F [1.9.22_1171]
      Rating: 0 (from 8 votes)
  18. beh non è esattamente vero che “nessuno ha fatto nulla”
    in germania sono aumentati significativamente i posti letto in terapia intensiva, prevedendo anche un diecimila “dormenti” (cioè attuabili in pochissimo tempo) nel caso la cacca diventasse troppa
    magari è poco, ma sicuro piu’ utile dei banchi a rotelline…

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: +1 (from 5 votes)
  19. Datemi pure tutti i meno uno del mondo, prendetemi in giro per la mia mancanza di umorismo e per non saper stare al gioco, ma io sento il dovere di scrivere che chi parla, sia pure in via ipotetica e per fare una “battuta”, di figlie contagiate e poi morte dovrebbe stare lontano da Indiscreto. Per quanto mi riguarda, è stato bello stare con voi e saluto di tutto cuore sia chi mi critica e non è mai d’accordo con me, sia chi apprezza i miei interventi, ma mi allontano per un po’.

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: +5 (from 19 votes)
    1. Eh ma la Banda!

      Qualcuno ti risponderebbe che è un simpatico provocatore che fornisce nuovi spunti di discussione…

      VN:F [1.9.22_1171]
      Rating: +1 (from 3 votes)
    2. Non ci abbandonare prof

      VN:F [1.9.22_1171]
      Rating: +4 (from 4 votes)
    3. Prof, la capisco.

      sull’argomento covid ho deciso di astenermi da mesi perché vedo che tira fuori il peggio delle persone.

      VN:F [1.9.22_1171]
      Rating: +1 (from 1 vote)
      1. Confermo.
        Io oggi credo di aver perso un caro amico. Grillino.
        Mi spiace, ma….

        VN:F [1.9.22_1171]
        Rating: 0 (from 2 votes)
    4. Ti do il -1
      Perchè apprezzando cosa pensi e come lo scrivi, mi spiace ti prenda una pausa da indiscreto per queste cose.
      Indiscreto ha sopportato di tutto e di più, non credo nemmeno ai ban, poco utili, nella vita e nel web, basta lasciare cadere le cose nel vuoto e perdono carica virale da sole, anche senza sanificazione.

      VN:F [1.9.22_1171]
      Rating: -2 (from 6 votes)
    5. Ehi teacher, mi sa che adesso si è capito perché insegni in una scuola e non almeno in una scassata università, qui non c’è umorismo, né battute, C’est la vie ma Cherie, e la vita contempla, ma quale ipotetica?, le malattie e guarda un po’ pure la morte, ma forse tu insegni ai bambini a stare in fila per tre e a dire sempre di sì, lo storytelling di un mondo plastificato che escluda ogni rischio, non ti accorgi nemmeno che li prepari a una vita da miserabili, impauriti burattini, colpevolizzati dai vecchi cagasotto che li vogliono privare dopo che del futuro pure della loro gioventù: docili pecorelle disposte a omologarsi pur di non perdere la falsa compagnia del branco (o banda che dir si voglia), a farsi chiudere in casa in cambio di una falsa carezza, non saliranno mai più sopra un banco, rifletteranno la miseria intellettuale e la paura della loro insegnante e forse un giorno, se ne faccia una ragione, non solo non avranno un ricordo di te ma ti malediranno
      Dovevi allontanarti quando i tuoi amici a supporto delle loro tesi, da veri codardi non si facevano scrupolo di evocare i morti a loro testimoni, utilizzando il dolore altrui per conquistare un più uno e farsi belli coi loro amichetti, evidentemente – povera – non ti accorgi nemmeno in mezzo a che lupi sei andata a cacciarti
      Leave the kids alone

      VN:F [1.9.22_1171]
      Rating: -6 (from 8 votes)
  20. Un Gobbo

    “se arriva un altro deficiente a rompere i coglioni vi scrivo un papiro su come non siamo stati contattati dall’ATS di Cremona in merito ad un caso di covid in classe di Una Gobbina”

    da quanti giorni aspettate che ATS si degni di chiamarvi?

    noi (ATS Melegnano) da 5 giorni, non sappiamo neanche se il positivo è un alunno (e sarebbe grave il fatto che la madre non si sia palesata sul gruppo whatsapp) o un insegnante (che potrebbe anche essere considerato non un contatto stretto degli alunni)

    ovviamente scuola muro di gomma, anche se almeno la preside si è degnata di telefonare a mia moglie, dichiaratamente pungolata da una mia email di ieri sera (la seconda inviata, dopo la mancata risposta avuto dalla prima)…

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: 0 (from 0 votes)
  21. Sportello, mesi fa passando di qua ti feci una domanda, alla quale non rispondesti: i tuoi genitori hanno anche figli normali?

    eri e sei illeggibile, se credi in quello che dici sei un demente, se invece reciti una parte sei un poveretto, in ogni caso fai veramente schifo

    ma un cappio no?? o un cavalcavia??

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: +5 (from 13 votes)
    1. A quanto pare non tutti la pensano come te, c’è ancora luce in fondo al tunnel degli amichetti
      Mi spiace ma di te non ricordo un intervento, una presa di posizione, un pensierino ino ino

      VN:F [1.9.22_1171]
      Rating: -4 (from 4 votes)
      1. Alzi la mano chi non la pensa come amarci e si palesi!
        È il momento della responsabilità e delle decisioni irrevocabili!

        VN:F [1.9.22_1171]
        Rating: 0 (from 2 votes)
  22. Ecco, non sarebbe male imporre anche un lockdown orale e scritto.

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: +3 (from 7 votes)
  23. Sportello, levati dal cazzo, tu e i tuoi problemi.
    Non è questo il luogo per risolverli. Credo lo sappia anche tu.
    E, ovviamente, fatti vedere da uno bravo.

    P. S.
    Una volta guarito essuno ti vieta di tornare con un altro nick e un’altra dialettica.

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: +3 (from 7 votes)
    1. Ed ecco l’altro fascista che si mette la cravatta da democratico, levati dal cazzo lo dici al tuo capufficio, servo miserabile, prova ad argomentare un pensiero se hai qualcosa da controbattere, se no torna a scuola a imparare come si costruisce un ragionamento, c’è una prof che ti aspetta a braccia aperte

      Fai uno sforzo di fantasia invece di ripetere le battute pietose del capobanda come un pappagallo che tu Lacan pensi che giochi nel Rennes

      VN:F [1.9.22_1171]
      Rating: -6 (from 6 votes)
  24. Quoto tantissimo Krug sui virologi (chiamiamoli collettivamente così per comodità…).

    Sono parte del problema, relativamente almeno all’aspetto dell’informazione.
    E lo è anche, se non di più, chi li convoca a dare informazioni casuali e soprattutto anti-scientifiche in tv, radio, giornali.

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: 0 (from 0 votes)
    1. Straquoto!
      Aggiungerei che una categoria giornalistica come si deve chiederebbe esplicitamente a sti virologi “ma non vi vergognate a scannarvi per fare i bulli invece di aiutare la gente a capire?!”
      Da cassonetto dell’umido poi quelli che invitano gente priva di ogni credibilità, tipo la Gismondo. Ecco, ma come cazzo fai ad invitare una come la Gismondo e farle le domande come nulla fosse senza riderle in faccia?! Chapeau per l’autocontrollo…

      VN:F [1.9.22_1171]
      Rating: +3 (from 3 votes)
      1. Ricordo che a marzo erano gli scienziati a cui tutti si doveva rispetto e ubbidienza, per te Gagà o eri ancora Dane allora?, eh ma nessuno aveva capito, e ma ci hanno colto di sorpresa…

        VN:F [1.9.22_1171]
        Rating: -3 (from 3 votes)
        1. Ma manco per il cazzo!
          Continui a sparar stronzate quando io già allora maledicevo governo e virologi per il procedere vacuo.
          Eh niente, non ce la fai a percepire le sfumature e a capire che criticare governo e virologi non significa negare o sottovalutare, quindi in questo senso non c’è nessun cambio di rotta.
          Ma ormai sei un disco rotto che abbaia alla luna…

          AMMARZO DOVERI!!1!1

          VN:F [1.9.22_1171]
          Rating: 0 (from 6 votes)
  25. #NEUSCIREMOMIGLIORI

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: +1 (from 1 vote)
  26. Vicenda ATS

    bambino torna a casa da scuola il martedi. non sta bene
    Mercoledi fa il tampone
    giovedi pomeriggio la mamma per vie traverse (amici che lavorano in ospedale nei laboratori) viene a sapere che è positivo
    Avvisa la scuola
    Giovedi sera la scuola sospende preventivamente le lezioni per la classe del venerdi
    venerdi mattina il giornale indica scuola,classe e sezione del bambino positivo
    sabato mattina ats informa la mamma pregandola di chiamare la scuola
    sabato pomeriggio ats chiama la preside pregandola di avvisare lei i genitori assicurando che appena possibile verranno fissati gli appuntamenti per il tampone ai compagni di classe passati i 10 giorni di quarantena (quindi venerdi 30)
    sabato sera la scuola manda comunicazione ufficiale con calendario delle lezioni on line per la settimana entrante
    ad oggi silenzio totale tanto è vero che ,informalmente, la scuola ci ha detto che il calendario delle lezioni on line per la settimana prossima resterà invariato.

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: +1 (from 3 votes)
    1. Vedi a cosa servono i giornali?! Questo sì che è servizio pubblico…

      VN:F [1.9.22_1171]
      Rating: -2 (from 2 votes)
  27. @Krug: però non possiamo neanche far finta di scendere adesso dalla pianta, Zangrillo è uno fortemente in quota Forza Italia e parla solo per dar contro a quelli della parte avversa, infatti è sempre contro il governo di Roma e non dice nulla su quello regionale (anzi, lo difende pure)
    come dice Dane per la Gismondo, cominciamo a smettere di invitarlo

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: +1 (from 3 votes)
    1. Ecco, sì, Zangrillo è un altro…..come chiedere a Fede o Giordano un’opinione sul governo…..magari hanno anche ragione, però dai….

      VN:F [1.9.22_1171]
      Rating: +3 (from 5 votes)
      1. “magari hanno anche ragione”

        Il problema è questo, pianta o non pianta; quanti di noi hanno la capacità di capire se hanno ragione o meno? Io Zangrillo prima di questa estate non sapevo nemmeno chi fosse, figuriamoci a quale partito fa riferimento; fermo restando che quello che aveva detto (ovvero il virus depotenziato) l’avevano riportato anche altri.

        VN:F [1.9.22_1171]
        Rating: +3 (from 5 votes)
        1. ma anche lì, poteva dire “i nuovi contagiati hanno una carica virale minore rispetto a marzo” ed era vero, chi gli poteva dire niente?
          è lui che ha trasformato quella frase in “il virus è clinicamente morto” per farci sopra una polemica politica

          VN:F [1.9.22_1171]
          Rating: +6 (from 6 votes)
        2. Krug, premesso che nello specifico ha risposto Axel, forse mi sono espresso male….il “magari hanno anche ragione, però dai…” era riferito a degli ipotetici Fede o Giordano che critichino questo governo. Come dire, magari hanno ragione ma che credibilità hanno visto che sappiamo che lo fanno solo per trollare?
          Allo stesso modo io non sono grado di capire se Zangrillo ha ragione o meno, ma come spiegato da Axel lui ne fa talmente una questione di sciacallaggio politico che non riesci mai a fidarti e capire se ha ragione, se ha ragione ma esaspera il concetto, se spara balle per sciacallare, ecc., e così via.
          Come per la Gismondo (“…è una normale influenza, tra un mese non ci ricorderemo manco più di sto Covid…”) anche per Zangrillo (“…il virus è clinicamente morto…”) vale l’inopportunità di invitarlo in trasmissione visto che le ha sparate talmente grosse che non ha più senso seguirlo…

          VN:F [1.9.22_1171]
          Rating: 0 (from 2 votes)
          1. “vale l’inopportunità di invitarlo in trasmissione visto che le ha sparate talmente grosse che non ha più senso seguirlo…”

            Dandy io questo non lo discuto minimamente; ma uno che quest’estate avesse letto le sue dichiarazioni (che non si limitavano a dire “Il virus è meno carica virale”, cosa confermata e spiegata anche da altri specialisti, ma arrivava a dire “il virus è clinicamente morto”) avrebbe avuto la capacità di dire che stava facendo certe dichiarazioni esclusivamente ad uso politico? Io concordo fortemente che non ha più senso seguirlo ora, il problema è che eventualmente i suoi danni li ha già fatti in estate…

            VN:F [1.9.22_1171]
            Rating: +1 (from 1 vote)
            1. uno generico non so, io sì e lo dissi in diretta a un amico che non vedevo da febbraio, l’avevo lasciato scettico sul Covid e lo rivedo ad agosto quando appunto mi ripete sta frase di Zangrillo
              mi verrebbe da dire che ognuno sente solo quello che vuole ascoltare, poi ogni tanto arriva la realtà

              VN:F [1.9.22_1171]
              Rating: 0 (from 0 votes)
              1. “mi verrebbe da dire che ognuno sente solo quello che vuole ascoltare, poi ogni tanto arriva la realtà”

                E’ stata la prima cosa che ho scritto; e per questo motivo prima di dire qualsiasi cosa dovrebbero contare fino a mille.

                VN:F [1.9.22_1171]
                Rating: +1 (from 1 vote)
                1. ma se hanno degli interessi a dire delle balle…

                  VN:F [1.9.22_1171]
                  Rating: 0 (from 0 votes)
                  1. Perdonami, sono impedito io, ma che vantaggi hanno a sputtanarsi pubblicamente?

                    VN:F [1.9.22_1171]
                    Rating: +1 (from 1 vote)
            2. Ma sui danni fatti da sti virologi che di colpo hanno trovato un modo per diventare star tv non ci sono dubbi……anche perchè sanno che finita l’emergenza torneranno dei signor nessuno che chiedono 300€ per guardarti le pupille 10 minuti…sono praticamente come quei magistrati di provincia che ad un certo punto sbattono il mostro in prima pagina per pavoneggiarsi davanti a microfoni e telecamere per qualche tempo, in attesa dell’archiviazione abituale…

              VN:F [1.9.22_1171]
              Rating: 0 (from 4 votes)
              1. E che dire di quelli che hanno sganciato 400 euro perché loro, tra modelle e cantanti, si sentivano a rischio? Eh ma allora tutti quanti non avevano capito, ci avevano colto di sorpresa…
                Ma tu Gagà pensi che nessuno abbia memoria di nulla in questi Paese e che te la puoi ribaltare quando vuoi a tuo piacere come un Giannino qualunque?

                VN:F [1.9.22_1171]
                Rating: +1 (from 5 votes)
                1. 400€?!
                  4000€, oh!
                  Io vado in strutture selezionate, mica come i pezzenti come te in fila con la zingara in ciabatte e la negra cicciona!
                  Non scherziamo…

                  VN:F [1.9.22_1171]
                  Rating: -3 (from 7 votes)
  28. L’intervento di Zangrillo di questi giorni non confonde le idee sulla parte medica ma su quella gesitonale.
    Lui ci dice che in realtà non esiste il disastro dei pronto soccorso e degli sopedali che ci viene raccontato in tv. O è vero quello che dice (ma parla di tutta Italia, del San Raffaele, degli ospedali dove ci sono gli amici suoi? boh) o non è vero, non riesco a trovare dati che confermino o smentiscano la tesi.
    Lui dice che la curva delle terapie intensive non è preoccupante.
    Qui ho trovato dei dati. Secondo il Sole 24 ore abbiamo circa 7.000 posti in terapia intensiva e oggi ce ne sono occupati circa 1300 (https://www.ilsole24ore.com/art/terapie-intensive-occupate-20percento-mancano-9mila-medici-e-infermieri-ADt9EMy)
    Se il dato di circa a 100 ricoveri in terapia intensiva in più al giorno continua per il prossimo mese e mezzo, direi che siamo nella merda. A meno che Zangrillo da qualche parte non abbia detto che questi numeri siano farlocchi o che lui sa che fra una settimana la pandemia si fermerà

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: +1 (from 1 vote)
  29. #NEUSCIREMOMIGLIORIUNASEGA

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: +1 (from 1 vote)
  30. Perdonami, sono impedito io, ma che vantaggi hanno a sputtanarsi pubblicamente?

    Krug perdona tu ma davvero sembri appena sceso dalla pianta
    da quando in qua in Italia dire una cosa e il giorno dopo il contrario (o dire una cosa palesemente falsa) vuol dire sputtanarsi? ti rendi conto che avremmo i canali televisivi completamente vuoti? non si salverebbe nessuno, né fra i politici né fra i giornalisti
    abbiamo avuto per anni un Premier che diceva tutto e il contrario di tutto e se non fosse per un mezzo golpe dell’Unione Europea sarebbe ancora lì, lo scorso anno siamo stati 2-3 mesi a parlare del matrimonio di Pamela Prati con uno che non aveva mai visto di persona (e te credo, manco esisteva), abbiamo al governo un partito (anzi no scusate, un Movimento) che prometteva di non allearsi con nessuno e prima fa un governo coi fascisti e poi con gli anti-fascisti (manca giusto il premier di cui sopra e completano l’album), un loro alleato è uno che aveva lasciato la politica definitivamente dopo una sconfitta al referendum, davvero mi dici chi mai si è sputtanato in Italia da non poter più ripresentarsi in pubblico?

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: +6 (from 6 votes)
    1. L’esempio lampante è la Gismondo, una che avrebbe dovuto sparire tipo Clinter e invece è ancora lì che parla del virus.
      E nessuno che le dica “ma vai a nasconderti, gallinaccia!”
      Questo paese non ha memoria, e lo sputtanamento semplicemente non esiste…

      VN:F [1.9.22_1171]
      Rating: 0 (from 2 votes)
      1. Da che pulpito miiii, amisci ve lo lascio, è tutto vostro, vado a cavalcare nella Valle Solitaria, adios

        VN:F [1.9.22_1171]
        Rating: -5 (from 5 votes)
  31. comunque mi segnalano che Zangrillo sarebbe specializzato in Anestesia, da qui a chiamarlo virologo…

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: +2 (from 2 votes)
  32. Ghilaney: scusa ma ho saltato tutto il tuo papiro, si vede che nelle facolta’ umanistiche non insegnano manco piu’ a scrivere 🙁

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: -1 (from 7 votes)
    1. Bella zio!

      VN:F [1.9.22_1171]
      Rating: +2 (from 4 votes)
  33. io ho fiducia solo nel virologo Claudio Lotito (“se sta a ritirà”) 😀 😀

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: +2 (from 2 votes)

Lascia un commento