Maradona ad Acerra

Diego Maradona compie 60 anni ed alla seconda ora di storytelling dilagante su web, giornali e televisioni, in cui non si capisce più chi abbia copiato da chi, è ormai chiaro che tutto sia già stato detto. Visto che siamo sul ripasso, pensiamo che un modo divertente per onorare Maradona sia rivedere per la centesima volta Quel ragazzo della Curva B, uno dei pochi film, fra quelli interpretati da Nino D’Angelo, guardabili da un pubblico non napoletano.

Un film di cui già più volte abbiamo scritto su Indiscreto, quindi non lo rifaremo, e che come molti film di Serie B sa restituire lo spirito del tempo meglio di quelli di Serie A. Quel ragazzo della Curva B è girato durante la stagione 1986-87, quella del primo scudetto, ed ha come protagonista un ultras, appunto Nino D’Angelo, non Maradona che però appare in diverse scene ma che conta meno di altri personaggi di culto, dal capitano Bruscolotti a Pietro Puzone. Ecco, Puzone, la cui vita non è andata esattamente nel migliore dei modi.

Proprio a Puzone, riserva delle riserve ma rispettato da Maradona al pari dei titolari (per questo mai nessun compagno ha parlato male di lui o si è lamentato per i suoi privilegi), è legato il famoso episodio dell’amichevole di Acerra (a inizio 1985), su un campo infame, per raccogliere fondi per consentire un’operazione chirurgica ad un bambino del posto. Un campione di oggi se la caverebbe indossando una spilletta durante le interviste, postando poi un messaggino sui social network fra un selfie criptogay e l’altro, con il giornalista ad elogiarlo per la sua grande sensibilità.

Maradona spiccava però anche rispetto ai campioni di ieri, nella media menefreghisti come quelli del 2020. Le immagini dicono più di tutto: il miglior giocatore di tutti i tempi, nella peggiore delle ipotesi uno dei primi tre, che si scalda in mezzo ad auto da poliziottesco, da un momento all’altro ti aspetti che spuntino Maurizio Merli o Tomas Milian a fare giustizia, rischiando la carriera per un bambino sconosciuto e per un compagno di squadra che mai gli potrà essere utile nella vita.

Fra l’altro Maradona si impegnò davvero, sotto la pioggia e con un fango che ci ha ricordato quello del campo della Vercellese (a dispetto del nome è una piccola squadra della periferia ovest di Milano, il cui campo è nel frattempo molto migliorato), dove sempre andavamo a seguire gli allenamenti del suo Napoli quando giocava a San Siro contro Inter e Milan, essendo l’hotel (ai tempi si chiamava Brun, oggi Sheraton San Siro: lì c’è anche uno dei ristoranti di Javier Zanetti) della squadra lì dietro.

L’amichevole ovviamente non era stata autorizzata dal Napoli, che anzi la osteggiò, però Maradona pagò di tasca sua i soldi dell’assicurazione per sé e per i compagni: alla fine si giocò. Abbiamo visto le immagini che proponiamo qui sotto tantissime volte e ancora non riusciamo a credere ad un Maradona ventiquattrenne in una situazione del genere. Commovente più di mille gol mandati in sequenza.

VN:F [1.9.22_1171]
Rating: 9.7/10 (25 votes cast)
Maradona ad Acerra, 9.7 out of 10 based on 25 ratings

19 commenti

  1. Va anche detto che una cosa simile poteva accadere solo a Napoli, con tutto ciò che questo implica…
    Anche se avessero voluto, non ci sarebbe mai stato un Platini a Chivasso oppure un Gullit a Baranzate.

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: -1 (from 7 votes)
  2. Ne parla approfonditamente Ciro Ferrara nel suo libro appena uscito, da me ovviamente Letto.

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: +3 (from 3 votes)
  3. ma si può scrivere una cosa così?

    https://www.linkiesta.it/2020/10/maradona-60-anni-messi-ronaldo/

    poi capisco che la gente impazzisce (cit)

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: +11 (from 11 votes)
  4. Visto l’autore direi di si.
    Non tanto per l’opinione, ma per le motivazioni.

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: +6 (from 6 votes)
  5. Marcopress è lei? (quasi cult cit)

    imbarazzante, sotto ogni punto di vista. Ma la parte sui palloni d’oro è veramente meravigliosa…

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: +8 (from 8 votes)
  6. Immagine viste e riviste, ma tutte le volte “sconvolgenti” !! Sono proprio passati 35 anni, lascio a voi esprimervi se purtroppo o per fortuna …

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: +5 (from 5 votes)
  7. Non sono riuscito ad andare oltre “ma anche Maldini, Buffon, Zidane, Del Piero, Cannavaro, Nesta, Nedved non sono stati da meno”

    Non mi interessa nemmeno sapere cos’è che vi ha fatto così allibire…

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: +13 (from 17 votes)
    1. Io ho letto una riga in più, ma al “decisivissimi” mi sono dovuto fermare ……

      VN:F [1.9.22_1171]
      Rating: +10 (from 10 votes)
  8. beh anche belotti ha segnato piu’ reti di maradona in serie a, insomma, ed e’ pure piu’ bravo nei colpi di testa

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: +15 (from 15 votes)
  9. Il più grande di ieri, di oggi e di domani, il più grande di sempre. Sono orgoglioso di averlo visto più volte dal vivo a San Siro, giocatore immenso, uomo che non ha mai dimenticato nè chi fosse nè da dove venisse…..poche storie il più Grande

    ps.: Non sono tifoso del Napoli
    pps.: non vedo Messi o Ronaldo giocare nel fango per beneficenza…..

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: +17 (from 17 votes)
  10. Devo dire che mi sono vergognato ed ho provato imbarazzo per il tizio che ha scritto l’articolo de linkiesta.

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: +11 (from 11 votes)
  11. Rocca non bene. A oggi, e per sempre, basterebbe il pezzo di Crosetti. L’ho visto dieci volte dal vivo (Maradona, non Rocca), troppo poco. Messi semplicemente Maradona ogni partita, da quella amichevole in cui scherzò Cannavaro. Fortunato chi li ha visti tutti e due (Maradona e Messi, non Cannavaro).

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: -4 (from 14 votes)
    1. L’importante e’ che Maradona non sia stato sempre Messi, ma che quando serviva sia stato solo Maradona. Elemento e disciminante decisiva che fa si che
      Maradona sia piu’ grande di Messi.

      VN:F [1.9.22_1171]
      Rating: +16 (from 16 votes)
    2. Io ho visto Messi in 4 mondiali e non ho visto Messi fare nulla di paragonabile a quanto ha fatto Maradona in una sola partita di un qualsiasi Mondiale; anche quelli in cui sembrerebbe non essere stato all’altezza della sua fama; sarò stato distratto…

      VN:F [1.9.22_1171]
      Rating: +15 (from 17 votes)
  12. Il tizio la prossima volta ci spiegherà perché Cesar cielo è stato più grande di popov o Tim Montgomery di Jesse Owens magari..

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: +6 (from 6 votes)
  13. Beli, l’importante è che tu ci creda e ti faccia star contento. Il “quando serviva” lo spiega benissimo la storia. Millemila a poco.

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: -10 (from 14 votes)
  14. A suo merito anche il fatto di aver alzato il braccio solo una volta…

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: +8 (from 14 votes)
  15. Maradona il più grande e l’articolo del tizio è comico.
    Ma, Leo, adesso non esageriamo: manco la mamma di che Cesar Cielo avrà mai pensato che il figlio fosse più grande dello Zar.
    Cesar grande campione, grandissimo in relazione alla provenienza geografica, ma Popov è, per la gran parte di tifosi e addetti ai lavori del nuoto, qualcosa di unico, un fenomeno irripetibile.

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: +2 (from 2 votes)
    1. Non si capiva l’ironia? Ci dovevo mettere Adrian o il fratello della manadou?

      VN:F [1.9.22_1171]
      Rating: +4 (from 4 votes)

Lascia un commento