Zaniolo per la Patria

Nicolò Zaniolo si è rotto il legamento crociato del ginocchio sinistro durante Olanda-Italia e dopo l’operazione, se tutto andrà bene, potrà tornare in campo in un tempo valutabile fra i 6 e gli 8 mesi. Dopo tutto il tempo perso per il grave infortunio, sempre al crociato ma del ginocchio destro, dello scorso gennaio, un’altra mazzata per un grande talento che secondo molti ha un fisico troppo pesante per avere una carriera tranquilla dal punto di vista medico.

Auguri a Zaniolo e la solita domanda: detto che si sarebbe potuto procurare lo stesso danno durante un normale allenamento con la Roma e che il club avrà l’indennizzo previsto dall’assicurazione con parziale copertura FIFA (comunque basso, se la carriera di Zanolo dovesse essere compromessa, visto che è parametrato solo sull’ingaggio e non sulla perdita di valore), nel mondo di oggi ha ancora senso rischiare gambe e in definitiva carriera per una squadra che nemmeno ti paga, se non in forma indiretta? Nel 2020 le nazionali hanno ancora un senso?

Secondo noi sì, hanno anzi più senso nel mondo di oggi che in quello di ieri. Rimangono le ultime squadre con la maglia relativamente pulita e con giocatori legati, tranne qualche triste caso di naturalizzazione, da un’appartenenza culturale. E a dirla tutta, essere convocati in nazionale o avere giocatori convocati in nazionale conviene a tutti: una sorta di bollino di qualità che a livello giovanile è quasi tutto ma che anche a livello di squadre maggiori ha la sua importanza. Poi ti fai male e può finire tutto, ma questa si chiama sfortuna.

VN:F [1.9.22_1171]
Rating: 8.3/10 (23 votes cast)
Zaniolo per la Patria, 8.3 out of 10 based on 23 ratings

20 commenti

  1. Il fatto che sia troppo pesante è un’accusa velata ai medici della Roma che lo hanno pompato troppo, a lui che non si allena abbastanza, o a chi non gli ha detto di dimagrire, cioè sempre i medici della Roma?

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: +12 (from 14 votes)
  2. I crociati anteriori di entrambe le ginocchia già a 21 anni….bella botta cacchio..

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: +3 (from 3 votes)
  3. Non credo sia un problema di allenamento, chiedevo apposta prima sul muro, ma del fatto che sia tipo big Jim…

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: +5 (from 5 votes)
    1. Capello prima del primo infortunio parlava apertamente di Zaniolo che non faceva vita da atleta se ben ricordo

      VN:F [1.9.22_1171]
      Rating: +5 (from 7 votes)
  4. Beh, è un po’ la fragilità di tanti prodotti dell’Atalanta
    Poco più che ventenni con ginocchia già flagellate.
    Troppo lavoro in palestra e troppo poco con la palla tra i piedi?
    Motori sempre più potenti e centraline non sufficientemente sensibili?

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: +2 (from 8 votes)
  5. Stavo per porre la stessa domanda: pesante perché ha troppi muscoli, perché non si allena, perché è grasso o per una struttura naturalmente robusta e pesante?!
    Intanto faccio un parallelo col ciclismo, sport che per natura è meno portato agli infortuni ma in cui si nota una cosa che riguarda tutti i ragazzi: spesso ci sono ragazzi che crescono molto e in fretta e sembrano già adulti, però fisiologicamente non lo sono. Cioè, sono alti due metri, hanno un quintale di muscoli ma ossa, fibre, legamenti ecc. sono ancora quelli di un ragazzo e non di un adulto.
    Il fisico esteticamente esplosivo li fa scambiare per adulti fatti e finiti e li fa sottoporre a sforzi che in realtà sono troppo probanti per loro (fate il paragone tra Zaniolo e Del Piero o lo stesso Totti – che già era più strutturato) alla stessa età e tra i diversi lavori in allenamento, in campo ecc.
    Nel ciclismo ad un certo punto si fa crack, nel senso che le gambe non girano più, si fatica a recuperare, si fatica ad entrare in forma, capita insomma quello che in gergo si chiama prepensionamento da superallenamento, in pratica il fisico si rompe (non in maniera traumatica, ma nel senso che il motore non funziona più come dovrebbe).
    Nel calcio, che è uno sport di contatto (e di contrasto…) e di corsa (che è microtraumatica per natura: no, correre non fa bene…) semplicemente ci si spacca.
    Forse bisognerebbe aver più cautela nel gestire certi ragazzi soprattutto quelli con un certo fisico che può illudere e poi lasciarti a piedi se esageri…

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: +19 (from 27 votes)
    1. Concordo con te, ma questo è un lavoro che dovrebbero fare i medici della squadra dove gioca, nel senso i giocatori sono il loro patrimonio e dovrebbero gestirli in modo adeguato.

      VN:F [1.9.22_1171]
      Rating: +6 (from 6 votes)
      1. Dipende da cosa chiedono, ai medici, dirigenza e staff tecnico.
        Puledroni da corsa subito pronti per la prima squadra ed il mercato?
        O giocatori cresciuti al loro naturale ritmo fisico e tecnico?

        VN:F [1.9.22_1171]
        Rating: +6 (from 6 votes)
      2. Servirebbe una miglior coordinazione tra medici, preparatore, staff tecnico, ecc. In altri sport si svolge un lavoro recente in questo senso (che ha portato Viviani all’Oro olimpico, per capirci) che nel calcio ancora non c’è.
        Io comunque facevo un discorso generale, non so cosa sia successo quindi non posso fare processi. Però vedo che oggi saltano fuori molti ragazzoni con un fisico esplosivo e li si sottopone a sforzi e ritmi a cui una volta non erano sottoposti: ho fatto l’esempio di Del Piero, centellinato fino a 21 anni e poi utilizzato con cautela finché man mano cresceva. Lo stesso Totti aveva il fisico ma a 22 anni non faceva certo il Gullit. Se penso a Ronaldo ad esempio, invece, fenomeno di qua, fenomeno di là, a neanche 20 anni sempre dentro, 90 minuti a tutta, domenica mercoledì, ad arare il campo coi difensori che lo rincorrevano per picchiarlo. A 21 anni l’inizio del calvario.
        Nel ciclismo non ci sono infortuni traumatici ma se sapeste quante locomotive si inceppano di colpo da Under 23 o nel momento del passaggio tra i pro…

        VN:F [1.9.22_1171]
        Rating: +11 (from 11 votes)
        1. Però Ronaldo mangiava/beveva/pippava, non era esattamente l’esempio del campione che faceva vita da atleta. Poi magari non c’entra nulla eh, non è che voglio fare il moralista, però lui pesava troppo per problemi extra-calcistici 😀

          VN:F [1.9.22_1171]
          Rating: -2 (from 8 votes)
          1. Il Ronaldo ventunenne che vinse il pallone d’oro?!
            Mi sa che stai facendo confusione…

            VN:F [1.9.22_1171]
            Rating: +3 (from 3 votes)
    2. Per curiosità, tu che te ne intendi, è ciò che è successo ad aru e cunego?

      VN:F [1.9.22_1171]
      Rating: +3 (from 3 votes)
      1. Direi di no.
        Le cause in quei due casi le ho spiegate di là nell’articolo sull’ennesimo fallimento sardo…

        VN:F [1.9.22_1171]
        Rating: 0 (from 0 votes)
  6. Magata di Ausilio quindi? 😄

    Da ignorante in materia: la Nations League ha qualche valore o è solo un torneo amichevole senza senso?

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: +4 (from 4 votes)
    1. Se Ausilio ha la sfera di cristallo si.
      Se no è orologiofermismo (certi talebani nerazzurri non vedevano l’ora…).

      VN:F [1.9.22_1171]
      Rating: +1 (from 5 votes)
      1. Oh, io la faccina l’ho messa 😛

        (e comunque Pierino sa)

        VN:F [1.9.22_1171]
        Rating: +1 (from 5 votes)
        1. Non ce l’avevo con te in particolare, è che oggi i social eran pieni di nerazzurri che facevano gli splendidi…

          VN:F [1.9.22_1171]
          Rating: 0 (from 2 votes)
    2. magata assolutamente no, perché ha portato a qualche milione di sconto su uno che è durato ancora meno (per diversi motivi).

      La magata sarebbe stata se la Roma l’avesse venduto a 40M e il giorno dopo si rompeva…

      VN:F [1.9.22_1171]
      Rating: +2 (from 4 votes)
  7. Peraltro in diretta mi pareva che non fosse una torsione di quelle che a prima vista ti fanno dire “cacchio è saltato”
    Ormai , purtroppo, non è inusuale il caso del calciatore che dopo essersi rotto un crociato si rompe anche l’altro o ha una ricaduta poco dopo il rientro, a memoria Milik, Caldara, Conti, Florenzi i primi che mi vengono in mente.

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: +3 (from 3 votes)
  8. veramente peccato…e pensare che il padre alla sua eta, e per gran parte della carriera, era un carroarmato con la resistenza dell acciaio (ed era uno che la gamba non la tirava indietro mai, anzi era fin troppo irruento)

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: +2 (from 2 votes)

Lascia un commento