Zaniolo e Nainggolan oggi

L’altroieri Nicolò Zaniolo è stato operato a Innsbruck, dopo l’infortunio al ginocchio sinistro in Olanda-Italia: dovrebbe tornare in campo fra sei mesi con la Roma, ma non azzarderemmo il “più forte di prima”. Nessuno nella storia dello sport è mai rientrato da un grave infortunio più forte di prima, figuriamoci da due. In molti sono invece rientrati troppo presto, all’inseguimento di quei recuperi record che esaltano solo i giornalisti.

Radja Nainggolan è rientrato all’Inter dopo l’anno di prestito Cagliari ed è a disposizione di Conte, con poche possibilità di trovare qualcuno che si accolli i suoi 4,5 milioni netti di ingaggio. Da tempo è partita la goffa operazione mediatica per rivalutarlo, ma non si capisce perché il belga con un anno in più sulle spalle dovrebbe essere più forte della sua versione 2019 di cui Marotta si liberò in maniera anche brusca, nonostante Conte fosse possibilista. Insomma, al solito lettori-telespettatori trattati come dodicenni: chissà se agli interisti verrà servito il Vidal ‘Tutto barbecue e famiglia’, guerriero duro ma leale, riservato in passato agli juventini. Pensiamo di sì.

Quale è il nesso fra Zaniolo e Nainggolan? Con il senno di prima, cioè dell’estate 2018, tutti erano convinti di avere fatto un affare. L’Inter che aveva pagato un centrocampista di qualità e personalità, prima richiesta di Spalletti, 24 milioni di euro più un giocatore indesiderato come Santon (valutato 9,5 milioni) e un giovane bravo ma dal ruolo ancora indefinito, mai preso in considerazione per la prima squadra e come attaccante ritenuto inferiore ai coetanei Pinamonti ed Odgaard: non a caso nella Primavera di Vecchi spesso giocava a centrocampo o da rifinitore dei due citati.

Era soddisfatta anche la Roma, che incassava 24 milioni per un giocatore dalla vita notturna spericolata, più un difensore nel quale hanno creduto anche allenatori molto bravi ed un giovane di prospettiva, uno che poteva sempre esplodere (ed infatti Ausilio a Monchi voleva dare Radu). Con il senno di poi l’affare l’ha fatto ovviamente la Roma, che si è liberata di una mina vagante ed ha un ragazzo che da sano vale minimo 40 milioni di euro. Con il senno di ‘poissimo’ l’affare rischia purtroppo di non averlo fatto nessuno. Tutto questo per spiegare, per la millesima volta e inutilmente, perché il calcio non può essere giudicato con i criteri con cui si giudica un’azienda di altri settori.

VN:F [1.9.22_1171]
Rating: 8.0/10 (22 votes cast)
Zaniolo e Nainggolan oggi, 8.0 out of 10 based on 22 ratings

15 commenti

  1. Questa considerazione “gli allenatori conoscono soltanto i loro giocatori e si fidano soltanto di loro, a dispetto dell’età e di altri cambiamenti.” è vera, ma è inquietante se fai l’allenatore, nel senso tutti dovrebbero aver chiaro il fatto che stili di vita non proprio “da atleta” accellerano il declino fisico. Poi magari Vidal farà una grande stagione, dipende sempre quanto lo si paga e che tipo di vita farà a Milano, quella di naingolaan a me era sembrata una follia proprio per il prezzo, il rischio di rimanere col cerino acceso in mano era alto. Però è chiaro che col senno di poi si è sempre tutti fenomeni, ma nel caso naingolaan era chiaro quasi da subito che l’affare l’aveva fatto la Roma.

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: +3 (from 7 votes)
  2. >>>Considerazione finale, già fatta in altri casi: gli allenatori conoscono soltanto i loro giocatori e si fidano soltanto di loro, a dispetto dell’età e di altri cambiamenti.

    Be’, oddio… dalla situazione ne esce malissimo Nosferatto, che in teoria conosceva tutti e due e ha avallato lo scambio.
    Segno che manco chiedeva al vice “oh senti, ma almeno in primavera c’è qualcosa che può farci svoltare in questi 3 mesi di morti -nemmeno tanto- ambulanti?”. Lo stesso allenatore che quando ha giocato la vergognosa partita con l’Eintracht di Francoforte con mezza squadra, manco sapeva i nomi dei debuttanti, tutti chiamati genericamente “Ragazzini…”. Ma Puttana Eva, c’avranno un nome sti poveri cristi? che umiliazione è non imparare manco 2 nomi italiani, tra l’altro, manco fossero uzbeki!

    Cioè, ne ha sentito parlare Mancini CT della Nazionale di Zaniolo e non il suo allenatore!

    Ed infatti, non a caso credo, il destino è stato un vero gentiluomo: da due anni sul mercato, da Giugno senza contratto, eppure non l’ha cercato nessuno…

    E questo credo che spiega anche il quesito del direttore sul GS: “interessante notare che anche in un’era senza internet e scouting ossessivo si prendevano campioni, onesti professionisti e bidoni nelle stesse proporzioni di oggi. La magnifica casualità del calcio.”
    Se la testa è la stessa, non mi meraviglierebbe se ancora oggi comprano i calciatori esattamente come la Pistoiese prese Luis Silvio… totalmente a cazzo!

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: +11 (from 17 votes)
  3. Zaniolo all’Inter sarebbe durato come un gatto in tangenziale a prescindere. Già è dura rimanerci a lungo per quelli normali, vedi Eriksen, Kovacic, Skrinair, Rafinha…

    Infatti i miei rimpianti sarebbero giocatori del genere.

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: +8 (from 14 votes)
  4. col senno di poissimo la decisione giusta l’ha fatta sempre la Roma: i 2 crociati che si rompono è sfiga, Naingollan che si comporta da buzzurro è certezza, aggravata dal fatto che Radja l’hai pagato a caro prezzo.

    non capirò mai il feticcio degli allenatori su alcuni giocatori; ora Conte finalmente potrà abbracciare il suo Vidal. Ma se il prossimo anno non passa i gironi di CL e non vince lo scudetto non si sogni di mettere in mezzo stanchezza famiglia situazioni particolari come fece in una imbarazzante conferenza 2 mesi fa. Perchè va bene avere 10 euro in un ristorante da 100, ma lui nel ristorante ci entra vestito da Barabba (quello della commedia di Pozzetto e De Sica)

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: +17 (from 17 votes)
    1. Conte ha già messo le mani avanti quando ha minacciato le dimissioni e ha detto che l’obiettivo dell’anno prossimo non è lo scudetto.

      VN:F [1.9.22_1171]
      Rating: +2 (from 4 votes)
  5. Ma io sta frase sugli allenatori non la trovo 🧐

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: +4 (from 4 votes)
  6. io comunque mica ho capito il ruolo di zaniolo

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: +5 (from 5 votes)
    1. Indefinito come i vari Pellegrini e altri mezzi giocatori della Roma. A volte largo nel 4-2-3-1, a volte centrale, a volte nel 4-3-3. Comunque, siamo qua a celebrare Zaniolo per le 2 sculate in Champions col Porto, poi un barcamenarsi continuo.

      VN:F [1.9.22_1171]
      Rating: -3 (from 9 votes)
  7. Dietro la punta, del bisturi.

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: +9 (from 11 votes)
  8. pensavo fosse una battuta e invece

    https://www.gazzetta.it/Calcio/Squadre/Juventus/03-12-2013/juventus-ritratto-vidal-re-barbecue-che-si-disegna-solo-tatuaggi-201732212455.shtml

    Quando esce nessuna trasgressione, tranne che dal parrucchiere e dal tatuatore

    Ma quando va in centro e si ferma all’One Apple Bar, il locale di Conte, non va mai oltre un latte macchiato

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: +5 (from 5 votes)
    1. ma quindi quando durante la Copa America arrotò di ritorno dal casinò un poveraccio… tutto dimenticato?

      VN:F [1.9.22_1171]
      Rating: +1 (from 1 vote)
  9. Il senno di poissimo vale solo se all’Inter mi mostrano la sfera di cristallo e mi dimostrano che funziona.
    Che io sappia in Primavera Zaniolo era dietro Pinamonti e quell’altro perché più centrocampista che attaccante, se stava dietro perché davvero considerato inferiore allora è inutile agitate l’alibi del poissimo perché sarebbero tutti da licenziare (non ridete!).
    Comunque io a Gonde comprerei pure Giaccherini per vedere che scusa si inventa sto giro…

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: +1 (from 3 votes)
    1. dai, dane… secondo te all’Inter conoscono i giocatori della primavera???

      ricordiamo che Nosferatto prima di far giocare Cancelo gli fece fare 6 mesi di panca dura (perché non conosce il campionato), poi qualche spezzone al posto di Candreva (perché non difende), poi qualche partita da terzino sx (per non rompere il binario D’Ambrosio-Candreva) prima di scoprire l’acqua calda e metterlo terzino destro…

      VN:F [1.9.22_1171]
      Rating: +1 (from 1 vote)
  10. tra l’altro bellissime review su tripadvisor su questo locale, un altro strepitoso successo manageriale di conte….il dottor Erikin dovrebbe mandare qualche email ai calciatori/allenatori

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: 0 (from 0 votes)

Lascia un commento