Una tesi da Pirlo

Andrea Pirlo è diventato a tutti gli effetti l’allenatore della Juventus prendendo a Coverciano il patentino UEFA Pro con il punteggio di 107/110. Tutta Italia, per lo meno tutta l’Italia che frequentiamo noi, sta discutendo della tesi da lui presentata, con relatore Renzo Ulivieri (fino all’altro ieri nemico degli allenatori senza gavetta, quindi fresco di folgorazione), intitolata ‘Il calcio che vorrei’ e che invitiamo a leggere in forma integrale, tanto è breve. E sinceramente è sempre bello leggere considerazioni calcistiche, per quanto tendenti all’aria fritta. A colpire non è comunque tanto il contenuto, perché ognuno ha sul calcio una propria personale idea, ma il linguaggio.

Non da ex calciatore, ci permettiamo di dire, ma nemmeno da allenatore professionista. È un po’ quell’allenatorese da sfigati che viene usato da molti giornalisti che vogliono esaltare i tecnici da progetto e vedono maestri predestinati ovunque. Una neo-lingua che piace anche ad allenatori senza un grande passato da giocatori, quindi gente che fa parte di un altro pianeta rispetto a Pirlo. Che, assicurano persone che lo conoscono bene, di persona non si esprime in questo modo. E quindi? Mah…

Citiamo in ordine sparso. “L’idea fondante del mio calcio è basata sulla volontà di un calcio propositivo, di possesso e di attacco”. “Manipolando spazi e tempi, abbiamo l’ambizione di comandare il gioco in ambedue le fasi. Il “gioco” deve essere il filo conduttore della mia squadra. Intendendo per “gioco” quel filo conduttore composto da principi, posizioni ed emozioni tra i giocatori stessi”. “Da una disposizione statica dei giocatori si sta arrivando ad un’occupazione dinamica delle posizioni funzionali ai principi del modello di gioco”. “Attraverso le esercitazioni vogliamo aiutare i giocatori a riconoscere le situazioni ed adattarsi al contesto sempre più liquido delle partite”.

Insomma, è un po’ tutta così, fino alla vetta delle ‘riaggressioni’, che magari in tedesco ci farebbero impressione ma in italiano un po’ meno. Riferimenti comprensibili ai più sono quelli davvero calcistici: “Il Barcellona di Cruijff e poi quello di Guardiola, l’Ajax di Van Gaal, il Milan di Ancelotti fino alla Juventus di Conte”. Ci è piaciuta la parte sull’evoluzione dei ruoli, ma ovviamente il punto non è il contenuto quanto il modo in cui verrà accolto dai media di Pirlolandia: perché i tifosi lo valuteranno solo per i risultati, quindi in questo momento Pirlo può ancora diventare Ciro Ferrara come Klopp, ma i media il loro prodotto lo devono vendere adesso.

VN:F [1.9.22_1171]
Rating: 9.6/10 (20 votes cast)
Una tesi da Pirlo, 9.6 out of 10 based on 20 ratings

44 commenti

  1. Cosa vuol dire: contesto sempre più liquido delle partite ?
    Che ai giocatori è venuto un attacco di diarrea?

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: +26 (from 32 votes)
    1. Dai, non è difficile…

      VN:F [1.9.22_1171]
      Rating: -6 (from 14 votes)
  2. Fantastico.

    Probabilmente la “tesi” (…), visto il linguaggio con scappellamento a destra prematurato, é stata copiata da un articolo a caso di Ultimo Uomo. O gliel’ha scritta direttamente Adani.

    107 comunque, mica pizza e fichi.

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: +12 (from 18 votes)
    1. Ecco, mi sarei aspettato di più…

      VN:F [1.9.22_1171]
      Rating: -4 (from 6 votes)
  3. dai l’ha scritto di sicuro uno pseudogiornalista criptogay pagato 3 euro a pagina

    ulivieri relatore e la commissione da chi era composta?

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: +8 (from 12 votes)
    1. 3 euro è tanto

      VN:F [1.9.22_1171]
      Rating: +4 (from 6 votes)
  4. Abolizione immediata di questa pagliacciata. Coverciano da radere al suolo e buttare due palmi di sale.

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: +29 (from 31 votes)
  5. Vabbè ma spero non vogliate credere che l’abbia scritta veramente lui, sarebbe da malati di mente 😀 Ci saranno le tesi già pronte come a medicina 😀

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: +4 (from 10 votes)
  6. “composto da principi, posizioni ed emozioni tra i giocatori stessi”.”

    AAHAHAHHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAAHAHAHAH le emozioni tra giocatori

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: +16 (from 18 votes)
  7. “tu chiamale se vuoi…. emozioni” (cit.)

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: +6 (from 8 votes)
  8. Comunque me la sono scaricata e dopo mi faccio 2 risate
    Pagliacciata autoreferenziale che non serve assolutamente ad un cazzo di niente

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: +12 (from 14 votes)
  9. La prima frase sul calcio propositivo non mi pare sconvolgente, la seconda sulla manipolazione di tempi e spazi è da ricovero coatto.
    È ovvio che sia scritta da qualcun altro, magari Adani visto che Sacchi è già più vintage.
    Chiunque conosce Pirlo (vedi battute al Club sulla Maledetta) sa che parla in maniera completamente diversa, però non farei tanto gli splendidi perché si son lette sul Muro cose simili.
    Il più ipocrita di tutti è comunque Ulivieri, tipico (e questo lo aggiungo per il gusto del solito vespaio) da comunista…

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: +2 (from 30 votes)
    1. caspita quanto c’entrava il commento su “comunista”!
      complimenti

      VN:F [1.9.22_1171]
      Rating: +5 (from 15 votes)
      1. Era una riflessione su certe costanti, del resto l’ipocrisia di Ulivieri era suggerita tra le righe anche nello stesso articolo.
        Ma l’avevo specificato di averlo aggiunto solo perchè mi diverte ogni volta vedere il solito vespaio scatenato dalle abituali code di paglia…

        VN:F [1.9.22_1171]
        Rating: +3 (from 15 votes)
  10. Io credo che Pirlo sia andato lì a fare la supercazzola per vedere se avrebbero avuto il coraggio di bocciare l’allenatore della Juve. E Ulivieri gli reggeva il gioco

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: +8 (from 10 votes)
  11. Quando leggo ste cose sento una irrefrenabile nostalgia di Budrieri. Direttore, se ha un cuore lo riporti tra noi. Se dovessi scegliere in questo momento storico fra il ritorno di ken Parker in edicola e quello di budrieri su indiscreto non avrei dubbi di sorta.

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: +6 (from 14 votes)
    1. Traditore!…

      VN:F [1.9.22_1171]
      Rating: +1 (from 5 votes)
  12. peluchetti le tesi pronte ci sono nella facoltà di medicina che (non) hai fatto tu immagino….

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: +10 (from 14 votes)
    1. “a Napoli subito fuori dal Policlinico Universitario”

      sentito mille volte da mentecatti a caso.
      Purtroppo mai viste.

      VN:F [1.9.22_1171]
      Rating: +2 (from 6 votes)
  13. Bó, le tesi le vendono e si possono acquistare per qualsiasi facoltà. Mi stupisce che ci si stupisca. Conosco personalmente gente che le compila a prezzi che vanno dai 2.000 ai 4.000 euro.
    Ma pure online ci sono persone che si offrono per preparare la tesi di laurea per altri.
    Questa a Pirlo gliel’avrà scritta Buffa.

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: +8 (from 12 votes)
  14. Mi spiegate come cavolo si fa a scrivere una tesi? Non e’ che avete seguito facolta’ farlocche dove basta parafrasare due scemenze lette qui e li’? Eh ma il mercato che non capisce le vostre capacita’.

    Se vi assegno io una tesi state tranquilli che non ve la puo’ scrivere proprio nessuno e ci metto due secondi a sgamarvi, visto che discuto con voi ogni settimana e mi dovete rendicontare cosa avete fatto.

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: +14 (from 22 votes)
    1. Non sono tutti come te evidentemente, i baroni medi ti assegnano la tesi e ti rivedono alla discussione o quasi.
      Poi presumo dipenda anche dalla materia, alcune sono immobili magari per natura stessa della materia, da me ad esempio sarebbe impossibile comprare una tesi (che tra l’altro era doppia, teorica e pratica…).

      VN:F [1.9.22_1171]
      Rating: +4 (from 8 votes)
    2. Io ho fatto una facoltà farlocca dove basta parafrasare due scemenze però proprio per questo non c’era bisogno di comprare la tesi…😉

      VN:F [1.9.22_1171]
      Rating: +4 (from 4 votes)
  15. “Mi piacerebbe inoltre citare le squadre che mi hanno ispirato nella formazione della mia idea il Barcellona di Cruijff e poi quello di Guardiola, l’Ajax di Van Gaal, il Milan di Ancelotti fino alla Juventus di Conte”

    Per me scrivere questa frase sarebbe passibile di bocciatura

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: +9 (from 9 votes)
    1. Era un “trova l’intruso!” ma la Commissione ci è cascata…

      VN:F [1.9.22_1171]
      Rating: +11 (from 15 votes)
  16. Thiago Motta 110

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: +5 (from 7 votes)
  17. Dandy: che non siano tutti come me ci puoi scommettere, ma in fisica/matematica/chimica/ingegneria/architettura/ecc e’ impossibile essere in grado di scrivere molte tesi su argomenti diversi e quindi avere questo business. Alcune prevedono esperienze/prove pratiche in laboratorio, quelle teoriche richiedono di applicare tecniche specifiche, la stesura del testo della tesi per se’ e’ la cosa meno impegnativa.

    Altro discorso sono gli stipendifici dove fanno i riassuntini, tipo quelli degli amici di belisario, che ha detto la sua solita minchiata.

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: +7 (from 7 votes)
  18. Io appena laureato di tesi (o meglio parte di tesi) ne ho scritte parecchie, era una cosa ben remunerata (dai 3 ai 5 milioni di lire) e fatta veramente con lo stampino.. Nella maggior parte dei casi erano tesi di strategia aziendale quindi con la parte teorica iniziale sempre la solita e un caso pratico successivo che (ovviamente) cambiava ogni volta… Le facoltà sempre le solite, Economia e Commercio della lombardia e qualche ingegnere del corso di ingegneria gestionale… Una volta, ma non a scopo di lucro, sono anche andato a fare un esame di economia ad un amico di Scienze Politiche cui mancava solo quello per laurearsi (e se non si fosse laureato il padre della fidanzata non avrebbe autorizzato il matrimonio).. Un esame farsa fatto al cinema Nuovo Arti quello Disney circondato da sagome di biancaneve e topolino stregone con centinaia di persone tutte una vicino all’altra (alla fine ho fatto l’esame per mezzo cinema) e i nomi venivano presi solo a chi consegnava effettivamente… il difficile era fare uno scritto che fosse corretto ma non troppo perchè i voti più alti andavano all’orale (!!!!).. comunque alla fine il mio amico è convolato a nozze!!!

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: +10 (from 14 votes)
    1. ah quindi non le vendevi a Napoli subito fuori al Policlinico Universitario(cit.)?

      VN:F [1.9.22_1171]
      Rating: +5 (from 7 votes)
      1. ringrazio per la citazione!

        a me purtroppo di tesi già scritte non me ne hanno offerta nessuna e ne ho scritte (per me stesso..) 4 nella mia carriera accademica..
        l’ultima la avrei volentieri pagata anche 20000€. Fatemi sapere se c’è mercato, allora.

        VN:F [1.9.22_1171]
        Rating: +1 (from 1 vote)
  19. parliamo di tesi in medicina, ovviamente sperimentale.

    Ti do il titolo e ti suggerisco una serie di reviews sull’argomento per cominciare ad entrarci dentro e sviluppare una consapevolezza dello stesso, poi c’è la parte sperimentale e li inizia il lavoro vero….compilazione del database, analisi ed estrazione dei dati, risultati, comparazione degli stessi con quanto presente in letteratura (e la letteratura, caro peluchetti la devi sapere) e discussione..

    Poi se vuoi parliamo delle tesi che partono dall’esperienza in laboratorio…. ma credo sarebbe tempo perso caro peluchetti…. questo per darti l’idea di come funzionano le tesi nella facoltà di medicina che (non) hai fatto tu….

    poi per le realtà umanistiche non so come funzioni e quindi mi taccio

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: +6 (from 8 votes)
  20. per questo diplomino credo siano più credibili tre stagioni a football manager

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: +14 (from 14 votes)
  21. mah… il fatto delle tesi scritte da altri e vendute mi sa di leggenda metropolitana.

    Ai tempi dell’università si vociferava che alla facoltà di medicina succedesse… finché non ho chiesto ad un amico che faceva medicina e mi ha detto che non era vero, ma che succedeva alla facoltà di ingegneria. Indagando ulteriormente, ad ingegneria mi hanno detto che “gira voce che lo fanno a lingue”.
    Essendo io in quel dipartimento e avendo una sorella che ha studiato proprio lingue, chiaramente non ne avevamo mai sentito parlare… e il giro ricominciava con qualche variante: “Mi ha detto il cuggino del fratello del mio amico che… a Economia e Commercio/Scienze della formazione/Scienze statistiche/in legge, sicuro succede in legge!”

    Insomma, per succedere succede… ma non è una cosa così istituzionalizzata, dipenderà dal potere del singolo studente…

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: -3 (from 7 votes)
    1. Andrea davvero, e’ un fenomeno molto piu’ diffuso di quello che si pensi. Se cerchi su google lo trovi proprio scritto chiaramente
      che ti fanno le tesi (a diversi loivelli di @servizio@ che parte dal solo cercarti la bibliografia allo scrivertela pagina per pagina). E ribadisco che mi e’ capitato di conoscere e conosco ancora persone che lo fanno di lavoro in maniera molto molto remunerativa. chiaramente se sei laureato in chimica difficilmente scriverai una tesi in giurisprudenza.

      VN:F [1.9.22_1171]
      Rating: +1 (from 1 vote)
  22. E’ una tesi scritta in “tesese”, non ci vedo nulla di male. I concetti espressi sono farina del suo sacco, semplicemente li avrà dettati a un amico giornalista che avrà steso la tesi in lingua accademica. Nè più nè meno di quello che succede quando si scrivono le biografie

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: +7 (from 7 votes)
  23. Transu, c’è caso e caso, User_311 ha fatto un esempio, io ho più volte ricevuto gente che faceva tesi sulle aziende di Moda o sulle sfilate di Moda e sinceramente avrei potuto vendergliela io.
    Non sono molto sicuro sulle materie che citi, Architettura ad esempio mi pare una delle materie più replicabili, infatti conoscevo un tizio che laureato da poco ed assunto in uno studio (uno dei primi che lavorava con progettazione 3D al computer, all’epoca fantascienza…) vendeva tesi (il palazzetto dello sport ecosostenibile a pannelli solari, inserimento di un palazzo moderno in una piazza barocca, riqualificazione di un palazzo moderno per riportarlo allo stile ottocentesco dei palazzi intorno, ecc., cose così….).
    Già da me all’Accademia era più difficile poiché la parte “pratica” essendo “artistica” è costruita passo dopo passo con a fianco il prof non poteva essere realizzata da altri, è la parte teorica ne era il manifesto quindi anche lì dovevi tirarla fuori te…

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: -1 (from 5 votes)
  24. Sinceramente visto il pochissimo valore che viene dato alle tesi in Italia e’ anche comprensibile che
    magari uno voglia evitarsi lo sbattone. Visto anche il poco valore che spesso viene dato a pubblicazioni prestigiose unite ad esperienze accademiche
    di un certo peso fatte all’estero (che risultano essere superate da dimenticabili lavori fatti da miracolati che prendono il ruolo nelle universita’ italiane); figuriamoci che futuro o “peso” possa avere una tesi. La prof di diritto internazionale di una universita’ che conosco molto bene le usava per tenere ferma la porta. Qualcuno dira’ che vista la materia sia giusto cosi’ ma allora e’ giusto che qualcuno decidsa di farsela scrivere.

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: +1 (from 5 votes)
    1. Anche qui dipende.
      Solo per restare nella mia cerchia ristretta di familiari/amici intimi una tesi è diventata il primo libro sulla materia, una uno spettacolo teatrale, una una proposta di legge in parlamento, una un progetto commerciale (non ce la faccio a usare start-up…), una un progetto aziendale (che tra poco festeggia i 25 anni).
      Insomma, c’è caso e caso, dopodiché la tesi è l’ultimo passo di un ciclo di studi…

      VN:F [1.9.22_1171]
      Rating: -2 (from 8 votes)
  25. Il mio relatore diceva che ogni tesi ha di “originale” al massimo l’1% del lavoro e in genere è il nome dell’autore😁
    Comunque la mia tesi, su cui ho investito cuore e fatica, è stata pubblicata in rete nel 2000.
    Fino al 2010 ho saputo di tesi con argomento analogo che avevano copiato intere pagine senza ovviamente citarmi in bibliografia…

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: +3 (from 3 votes)
    1. Ma tu non hai fatto Scienze Politiche?!

      VN:F [1.9.22_1171]
      Rating: +2 (from 2 votes)
      1. Sì.
        Sono anche su Wikipedia come fonte bibliografica

        VN:F [1.9.22_1171]
        Rating: +2 (from 2 votes)
        1. Beh allora ci sta che le tesi abbiano solo l’1% di originale! 😂

          Ps: battuta riciclabile anche per Storia… 😝

          VN:F [1.9.22_1171]
          Rating: +2 (from 4 votes)
  26. Ah ecco siamo tornati al “visto che lo stato non controlla, tanto vale compiere reati”. Perche’ copiare una tesi e’ un reato, come farsela scrivere.

    E allora hanno ragione i discotecari che dichiarano 3mila euro di entrate e vi sgasano in faccia con la porsche.

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: +10 (from 10 votes)
  27. fortunatamente, rispetto ad altre volte su Indiscreto, almeno User_311 almeno usa uno pseudonimo per auto-accusarsi di un reato!

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: +2 (from 4 votes)

Lascia un commento