Quanto vale Mick Schumacher

Mick Schumacher esordirà fra poco in Formula 1 nel Gran Premio di Germania, al volante dell’Alfa Romeo. In realtà al Nurburgring quello che rimarrà per sempre figlio di Michael sarà in pista soltanto per le libere di venerdì 9 ottobre, ridando subito dopo il posto a Giovinazzi. Si tratta comunque di un contatto importante con un mondo che da anni era chiaro sarebbe stato il suo. Ma quanto vale Mick Schumacher in questa Formula 1?

Sorvolando sul discorso del predestinato, che in Formula 1 è quasi una scienza esatta vista la presenza nella storia e nel presente di ‘figli di’, troviamo che il ventunenne Mick sia stranamente sottovalutato rispetto ad altri che in passato si sono trovati nella stessa situazione. Eppure due anni fa ha vinto un Europeo di Formula 3 e quest’anno è in testa alla Formula 2, di sicuro un buon metro per giudicare un pilota visto che pur nella differenza di budget fra scuderie tutti formalmente corrono con la stessa auto, la Dallara F2 2018.

Perché quindi questo ragazzo non genera entusiasmi, nemmeno per cinici motivi di marketing? Troppo grande l’ombra del padre, del cui incidente sciistico del 2013 fu testimone oculare? La Ferrari Driving Academy ha dato alla F1 attuale Perez, Stroll, ovviamente Leclerc, come referenza non c’è male ed infatti le sue possibilità di F1 per il 2021 sembrano limitate alle cugine Alfa Romeo ed Haas, ma ancora senza certezze. Certo è che sulla carta hanno esordito in Formula 1 figli d’arte con curriculum peggiore.

VN:F [1.9.22_1171]
Rating: 8.6/10 (8 votes cast)
Quanto vale Mick Schumacher, 8.6 out of 10 based on 8 ratings

18 commenti

  1. incredibile la somiglianza. Fatto con lo stampino.

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: 0 (from 0 votes)
    1. Ha anche un che dello zio Ralfuccio.

      VN:F [1.9.22_1171]
      Rating: +3 (from 3 votes)
    2. Somiglia molto più alla madre.

      VN:F [1.9.22_1171]
      Rating: +4 (from 4 votes)
  2. Beh di figli di in F1 ne abbiamo per tutti i gusti, dal campione a cialtrone. Mio top è Nico Rosberg (superiore al padre), il mio flop è Michael Andretti.

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: +1 (from 1 vote)
    1. Anche Jacques villeneuve era tanta roba

      VN:F [1.9.22_1171]
      Rating: +6 (from 6 votes)
    2. Fortissimo in formula indy però. A differenza del figlio Marco. Bravo a capitalizzare l’occasione pure Hill, che non si è certo potuto giovare dell’aiuto del padre, morto nel 1975.

      VN:F [1.9.22_1171]
      Rating: +1 (from 3 votes)
      1. Mi piacerebbe sapere il suo score fuori dai ring. In indy è praticamente un biathlon

        VN:F [1.9.22_1171]
        Rating: 0 (from 2 votes)
        1. In America si corre anche su tracciati permanenti e cittadini che hanno poco da invidiare a quelli europei, anzi sono anche più pericolosi. Per quanto riguarda la F1 ha fatto una sola stagione, con Senna (…) in squadra ed Hakkinen dietro le quinte a scalpitare. Ci mise anche del suo, decidendo di non venire ad abitare in Europa, penso abbia fatto il record di trasvolate oceaniche in quel 1993. Impressione netta è che sia andato in F1 più per accogliere le insistenze del padre (che cercò disperatamente di piazzarlo in Ferrari) che per reale convinzione. In ogni caso un podio a Monza prima di congedarsi. Ho visto di peggio, vedi sotto.

          VN:F [1.9.22_1171]
          Rating: +2 (from 2 votes)
        2. Jeremy, forse ti confondi con la Nascar. In Indy si corre su qualche anello ma soprattutto su circuiti “normali”, forse più veloci di quelli di F1 ma impegnativi.

          VN:F [1.9.22_1171]
          Rating: +1 (from 1 vote)
    3. Per me i peggiori” figli di’ sono stati Jolyon Palmer e David Brabham

      VN:F [1.9.22_1171]
      Rating: 0 (from 0 votes)
      1. Nelsinho è passato alla storia…

        VN:F [1.9.22_1171]
        Rating: +1 (from 1 vote)
  3. Speriamo sia in grado di continuare a garantire la pennichella della domenica alle 14.

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: +6 (from 10 votes)
    1. mò corrono alle 15.10

      VN:F [1.9.22_1171]
      Rating: +2 (from 2 votes)
  4. >>>la stessa auto, la Dall’Arabia F2 2018.

    Anche Dallara si è venduto agli sceicchi? 😛

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: +1 (from 1 vote)
  5. Intanto annoto un Flavione durissimo con la ex. Briatore o Gregoraci?

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: -1 (from 1 vote)
  6. ma la gregoraci chi sarebbe ? quella che faceva le coccole al portavoce di fino fini?

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: +7 (from 7 votes)
  7. @ Jeremy:

    Michael Andretti non ha risposto alle aspettative in F1, prime fra tutte quelle di Dennis, ma era un pilota e campione vero che ha corso e vinto in diverse categorie.

    Probabilmente l’essere un pilota già “arrivato” ha portato Andretti a sottovalutare l’esperienza sia da un punto di vista di costruzione del rapporto con la squadra, scegliendo di non trasferirsi in Inghilterra, sia dal punto di vista dell’impegno personale necessario per primeggiare.

    Le F1 erano (e sono) mezzi tecnologicamente più avanzati e sofisticati rispetto a quelli delle serie americane e necessitavano una messa a punto molto più difficile, inoltre non conosceva i circuiti e quell’anno il regolamento cambiò limitando le prove libere.

    Infine avere Senna, anche se sul piede di partenza, come compagno di squadra non ha agevolato di certo l’inserimento anche da parte del team.

    Il Motorsport è un mondo difficile dove la politica e le relazioni, oltre ai soldi, sono fondamentali fin dall’inizio della carriera, ecco perché molti piloti sono figli d’arte. Poi qualcuno è capace, qualcun altro meno.

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: +4 (from 6 votes)
  8. Bravo è bravo, brutte figure non dovrebbe farne, ma non so se sarà un campione. Lo slot “figli d’arte che fanno il c**o ai passeri” è al momento occupato da Max Verstappen, ovvero “come defecare su 200 anni di pedagogia per creare un campione di F1”.

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: 0 (from 0 votes)

Lascia un commento