Oracle e il lusso di tifare Trump

Oracle è l’unica grande azienda tecnologica statunitense dichiaratamente dalla parte di Donald Trump, grazie al suo fondatore Larry Ellison, che per Trump ha anche raccolto fondi. Non a caso Oracle è stata pronta a scendere in campo per far diventare americana TikTok, nonostante questa app cinese per ragazzini sfaccendati sia ben lontana dal suo business. Anche se va detto che offerte sono arrivate anche da Microsoft (in tandem con Walmart), da sempre vicina ai Democratici e che prima della deadline di novembre potrebbe entrare in gioco Twitter.

Il tema che ci interessa è però un altro: perché fra i grandi del mondo tech solo Ellison, fra le mille cose anche patron del torneo di Indian Wells che non a caso è il più importante dopo i quattro dello Slam, ha potuto esporsi in favore di Trump? Il quale bene o male è il presidente degli Stati Uniti e che se l’America fosse davvero divisa, come da decenni ci dicono i corrispondenti, dovrebbe dividere. Invece nel mondo tech essere suoi sostenitori è quasi proibito: a memoria si tratta dell’unico leader di un paese democratico che sia stato censurato da Twitter. Non è successo nemmeno per le cifre inventate da ‘Giuseppi’ Conte.

Qui dal bar, in attesa di Olanda-Italia, azzardiamo due spiegazioni. La prima è che Ellison non c’entra nulla, anagraficamente (è nato nel 1944) ed emotivamente, non solo con la generazione degli Zuckerberg, ma nemmeno con quella dei Gates-Jobs. Avere la base nella Silicon Valley per lui non significa per forza condividerne l’ideologia dominante, a livello di padroni ma anche di microservi (cit. Coupland). La seconda è che Oracle, gigante prima nella gestione dei database e poi nella produzione di software, ha come principali clienti le aziende e il settore pubblico: non è che debba rendere conto minuto per minuto ai (milioni di) segaioli che commentano qualsiasi cosa sia in tendenza o a qualche gruppo di pressione.

VN:F [1.9.22_1171]
Rating: 7.9/10 (22 votes cast)
Oracle e il lusso di tifare Trump, 7.9 out of 10 based on 22 ratings

10 commenti

  1. Larry Ellison, quello che ha commissionato il libro “The Difference Between God and Larry Ellison: *God Doesn’t Think He’s Larry Ellison” e che è noto per aver adottato tutte le pratiche più scorrette possibili nell’ambito software, insieme a Microsoft.
    Mi sarei stupito se NON fosse stato pro Trump, ma lui viene da un’era geologica precedente, non è di certo quello che si identifica con la Silicon Valley

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: +10 (from 26 votes)
    1. Ma infatti, vuoi mettere il carattere integerrimo di quelli della fazione politica opposta?! Se ne parlava ieri sera col cretinetto con le foto sulla porta…

      Articolo fantastico, da standing ovation, con finale bomba!

      Trump sarà anche un cretino ma non più di chi si agita per mostrare il proprio antitrumpismo per paura di non essere considerato all’aperitivo o per timore di perdere il favore di consumatori e cazzari social.

      VN:F [1.9.22_1171]
      Rating: -2 (from 30 votes)
  2. io penso che se facessimo bere il Siero della Verità a tutti i “big” della Silicon Valley ne verrebbe fuori un quadro molto più sfumato nei confronti di Trump. Non dico che ci troveremmo di fronte alle Brigate Donald, ma ne sentiremmo di “dipende” “tuttavia” “è una cosa complessa”.

    Anche perchè, sempre mettendomi nei panni dell’imprenditore della Silicon Valley, tremerei nel sapere che la politica economica americana venisse dettata da una Alexandra Ocasio Cortez…

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: +2 (from 18 votes)
    1. Aggiungerei che a far bere il siero della verità ai mammasantissima della Silicon Valley farebbe ancor più ridere rileggere certi scrupoli etico-moralistici nei confronti di Trump…

      VN:F [1.9.22_1171]
      Rating: +6 (from 12 votes)
  3. Mitico Ellison, me lo ricordo ai tempi in cui veniva sculacciato da Luna Rossa 😀

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: +7 (from 9 votes)
  4. Grazie dottor Erekin che hai promesso e l’hai fatto, dio onnipotente continuerà a benedirti mentre aiuti le persone a riunire la loro relazione interrotta e i loro matrimoni infranti.
    Non ho mai pensato che sorriderò di nuovo, mio marito mi ha lasciato con due figli per un anno, tutti i tentativi per riportarlo indietro sono falliti. incantatore chiamato DR EREKIN, mi ha dato il suo indirizzo e-mail e numero di cellulare e l’ho contattato e mi ha assicurato che entro 72 ore mio marito tornerà da me, In meno di 60 ore mio marito è tornato ha iniziato a chiedere perdono dicendo che è il i diavoli funzionano, quindi sono ancora sorpresa fino ad ora per questo miracolo, non sono riuscito a concepire ma non appena è stato lanciato l’incantesimo, sono rimasta incinta e ho dato alla luce il mio terzo figlio, se hai bisogno di assistenza da lui puoi contattare lui tramite: email: odukunerekinspellcaster@gmail.com o chiamalo / WhatsApp: +1(941)855-8400

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: 0 (from 0 votes)
  5. JoaoPedro10, senta avrei domande per il dottor Erekin, mi sembra uno che ne mastica:

    – Dane e Campatelli sono la stessa persona?

    – Accetta pagamenti in azioni di start-up?

    – Ma che cazzo vuole dire Giampaolo quando chiede di pizzicare l’avversario nelle linee di trasmissione?

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: +8 (from 8 votes)
    1. Giampaolo ha fatto elettrotecnica all’iti…

      VN:F [1.9.22_1171]
      Rating: 0 (from 0 votes)
  6. Hai capito il Dottor Erekin, 72 ore e l’aveva già ingravidata.

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: +1 (from 3 votes)
    1. I have leonted.

      VN:F [1.9.22_1171]
      Rating: -1 (from 1 vote)

Lascia un commento