La rapidità di Recoba

Continuiamo la nostra carrellata sui gol di Alvaro Recoba (71 in totale quelli nerazzurri) atterrando all’Olimpico di Roma. È l’11 marzo 2000, sabato sera, e l’Inter guidata da Marcello Lippi affronta la Lazio. Il Chino parte titolare in attacco, al fianco di Zamorano, con Seedorf alle loro spalle, ed è proprio lui a siglare il gol del vantaggio. Innescato a centrocampo da Di Biagio, il numero 20 scatta in profondità, afferra letteralmente la palla con il mancino e lasciando sul posto Nesta e Negro, non esattamente gli ultimi arrivati, trafigge Marchegiani piegandogli guantoni e relativo contenuto.

Alla faccia di chi diceva (e dice) che Recoba era lento e indolente, un altro grande spunto di alta classe – per il movimento in campo, la rapidità di gamba, il controllo di palla e il tiro conclusivo – che sembra aprire a un’altrettanto grande serata. Peccato che a rovinare tutto ci si metta l’espulsione di Cordoba al quarantesimo con la sostituzione nell’intervallo del Chino a favore di Michele Serena per gestire l’inferiorità numerica. Come spesso accade in quel periodo, uscito il numero 20 per noi la partita perde una parte di interesse, prevedendone la inevitabile caduta nella banalità del calcio.

Nonostante il raddoppio di Di Biagio alla fine la Lazio riesce a rimontare chiudendola sul 2-2, con tanti rimpianti per i compagni dell’uruguagio vestiti nell’occasione in maglia gialla, raggiunti fra mille polemiche (arbitro Braschi) dalla squadra di Eriksson che due mesi dopo vincerà lo scudetto in volata sulla Juventus (in questo momento l’Inter di Lippi, senza Ronaldo e Vieri, è però a 3 punti dalla Lazio).

In noi, alla fine, resta la memoria di un grandissimo gol e la certezza (soggettiva, bisogna precisarlo sempre per gli italiani che con la comprensione dell’italiano hanno più difficoltà del Pistolero Suarez) che le magie in campo te le puoi aspettare solo da quelli come Alvaro Recoba. Poi si vince e si perde, soprattutto si perde (di solito un trofeo viene alzato da una squadra sola), ma le emozioni che ti danno quelli bravi non te le può togliere nessuno.

VN:F [1.9.22_1171]
Rating: 7.2/10 (17 votes cast)
La rapidità di Recoba, 7.2 out of 10 based on 17 ratings

15 commenti

  1. Braschi ancora più in forma di Recoba in questa partita

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: +16 (from 18 votes)
  2. Ok Recoba, ok il suo magico sinistro, ok la leggendaria rapidità del Chino, ma come ha fatto Lippi a non vincere quello scudetto? Tenere Baggio in panchina immagino fosse per lui una specie di dovere morale davanti al quale ogni banale considerazione sportiva doveva cedere il passo.

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: +5 (from 11 votes)
  3. Si’ bel controllo ma ha scazzato Marchegiani dai

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: -4 (from 4 votes)
  4. Ah ma quindi anche la lazio quell’anno ha avuto favori arbitrali?
    Interessante

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: +2 (from 8 votes)
  5. Non è bravura, i talenti sono bravi, il Chino è altra roba
    Alla prossima

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: -3 (from 7 votes)
  6. >>>l’11 marzo 2020, sabato sera, e l’Inter guidata da Marcello Lippi affronta la Lazio

    abbiamo preso una macchina del tempo?

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: +1 (from 1 vote)
  7. seriamente, ricordo quella partita, fu la prima volta che la Gazzetta titolò “Inter-Lazio: fuori i secondi!” o qualcosa del genere… e il giorno dopo invece scrissero qualcosa tipo “pareggio che fa felice solo la juve” battezzando l’ormai certo scudetto gobbo #einvece!

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: +3 (from 3 votes)
  8. Any given sunday

    https://youtu.be/20tsBr-unnQ

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: 0 (from 0 votes)
  9. chalanoglu ha fatto lo stesso gol, sul secondo palo anziché primo, contro il toro in coppa Italia… chi avrà il coraggio di celebrarlo fra 20 anni?

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: +1 (from 7 votes)
  10. VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: -1 (from 1 vote)
  11. La rapidità di Recoba, stavolta non vado nemmeno oltre il titolo perché fa già ridere così.
    Prossimo articolo il profilo greco di Recoba che ha fatto innamorare sua moglie ed avrebbe ispirato Prassitele…

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: -3 (from 13 votes)
  12. Non capisco come si possa mettere in discussione la rapidità di Recoba. Il Chino era rapidissimo (che poi evitasse di usare questa rapidità è un altro discorso) Ricordo un’ altra partita, Roma 3 Inter 2 del 2000/01 in cui prima di crossare per il gol di Vieri il Chino recupera un pallone su Zago bruciandogli 10 metri. Esplosivo

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: +3 (from 5 votes)
    1. Praticamente Eusebio, Gullit e Ronaldo messi assieme.
      Peccato non abbia voluto farcelo vedere…

      VN:F [1.9.22_1171]
      Rating: -7 (from 7 votes)
    1. Leontata eccome, non è mica un articolo su Eriberto! 😝

      VN:F [1.9.22_1171]
      Rating: -2 (from 2 votes)

Lascia un commento