Cambio automatico o manuale?

Meglio il cambio automatico o il cambio manuale? Domanda di grande attualità, vista la diffusione sempre maggiore del cambio automatico anche in Europa, almeno secondo una statistica della Ford da cui emerge che in Europa le auto (per lo meno le loro) vendute con cambio automatico sono ormai il 30%, il triplo rispetto a pochi anni fa.

Domanda che fino a qualche anno fa non ci saremmo nemmeno posti, essendo cresciuti in un’epoca in cui al di là degli aspetti tecnici il cambio automatico era in Italia considerato un’americanata oppure una cosa da handicappati. Oggi siamo neutrali, avendo un’auto con cambio manuale ed una con cambio automatico: questo mezzo di trasporto ha smesso di essere una proiezione della propria personalità e ormai viene scelto in base a tanti fattori. Per dire, oggi non ci vergogneremmo di guidare una Fiat Uno 45S, ma a metà anni Ottanta la vivevamo come una necessità da poveracci.

In definitiva, meglio il cambio automatico o quello manuale? Quello automatico è più comodo e nelle sue versioni più moderne ha ridotto di molto la differenza, nelle ripartenze, con quello manuale: certo Hamilton si accorge della differenza, ma per noi cambia poco. Il cambio manuale dà indubbiamente più la sensazione della guida, per noi personalmente un grande piacere tranne che di giorno in città, senza entrare in disquisizioni machiste per cultori della frizione, sulla guida sportiva o sulla poesia della doppietta. Cambio automatico o cambio manuale?

Cambio automatico o manuale?

Guarda i risultati

Loading ... Loading ...
VN:F [1.9.22_1171]
Rating: 7.8/10 (4 votes cast)
Cambio automatico o manuale?, 7.8 out of 10 based on 4 ratings

17 commenti

  1. premessa: tranne la finta formula uno, il settore automobilistico mi interessa poco o nulla. in treno verso l’università veneziana rammento ancora un discreto zoccolo duro di lettori abituali di quattroruote e mi chiedevo sempre se questo costante aggiornamento fosse prodromico a acquisti di macchine così frequenti.

    da non amante della guida voto in maniera scontata (ma assai convinta) per il cambio automatico, oggi l’unica caratteristica per cui, col senno di poi, spenderei di più per le poche auto passate sotto il mio sedere. in passato forse avevo una timida curiosità anche per l’apparato audio-multimediale, mentre su cilindrata e altri tecnicismi l’interessa era ed è minore di zero.

    (sulla uno 45 io ho avuto una virata analoga in merito al comune di residenza. fino ai 35-40 anni l’abitare in città, per quanto in una dimensione comunque piccola come padova, era conditio sine qua non di qualsiasi progetto. oggi tra l’ignorare il vicino a 100 metri dal capolinea del tram o farlo in provincia non percepisco più chissà quale differenza)

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: 0 (from 6 votes)
  2. Telefono o telegrafo? Email o lettera? I cultori del cambio manuale erano quelli che avevano comprato la macchina senza automatico (99% non poteva permettersela) e allora sparavano minchiate sullo stile di guida, tirare meglio le marce e altre cazzate simili.

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: -2 (from 20 votes)
  3. oggigiorno, a parte un risparmio economico non vedo ragione per cui uno non debba preferire il cambio automatico.
    Più comodo, sicuro, rilassante e, visto che ai “cazzuti” di inquinare meno non interessa, diciamo che ti fa risparmiare benzina.

    ps, detto questo credo che comunque sia giusto continuare a fare la patente su un’auto manuale. Soprattutto vista la carenza di auto a noleggio con cambio automatico (restando in fasce “normali” che ti permettano di andare in vacanza serenamente)

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: 0 (from 6 votes)
    1. Io ho una macchinuccia quindi ho il cambio manuale. Le poche volte che ho guidato macchine con.l il cambio automatico non mi sono trovato benissimo ma credo dipenda semplicemente da una questione di abitudine… L’unica cosa che secondo me è negativa è magari la desuetudine a guidare nel modo tradizionale, ma magari tra vent’anni avremo tutti cambi manuali e non c’è ne sarà più bisogno…

      Lorro per curiosità perché dici che il cambio automatico è più sicuro?
      Ps: a livello di spese e manutenzione il cambio automatico è più costoso non solo in fase di acquisto ma anche per olio e eventuali rotture…

      VN:F [1.9.22_1171]
      Rating: +2 (from 2 votes)
      1. per me è più sicuro perché non sei mai in “folle” e non devi togliere le mani dal volante per cambiare, ma i vantaggi sono più altri!

        riguardo a manutenzione: certo, più costosa in generale ma magari spacchi meno la macchina senza essere tu a decidere a cambiare e a sventrare la frizione.

        poi certo, se non si usa granché la macchina non vedo perché pagare il “premium” per l’automatico. Ma la domanda è “meglio automatico o manuale?”, non se per l’utilizzo che fai, al netto delle tue finanze ecc ecc cosa prenderesti.

        VN:F [1.9.22_1171]
        Rating: 0 (from 4 votes)
  4. L’uomo vero opta per il cambio manuale con punta tacco eseguito alla bisogna. L’ecce homo cambia a orecchio, senza usare la frizione e senza grattare, ma quella è pura arte, se non poesia.

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: +12 (from 14 votes)
  5. No certo, io l’uso tantissimo e ovviamente il cambio automatico è meno stressante.
    Mi incuriosiva la motivazione del più sicuro.
    Alle due mani al volante francamente non avevo pensato, anche perché dopo 20 anni di patente non credo che riuscirei a guidare con due mani sul volante e praticamente non conosco quasi nessuno che lo faccia nemmeno con l’auto a cambio automatico…

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: 0 (from 2 votes)
    1. presente!

      in ogni caso preferisco le due mani sul volante (segno di scarsa abilità pilotistica?) al tamarrissimo gesto di chi per parcheggiare sterza col palmo aperto

      VN:F [1.9.22_1171]
      Rating: -2 (from 6 votes)
      1. Boh io due mani sul volante non le tengo mai… Sarà che vado pianissimo e difficilmente devo correggere la curva o altre robe da Hamilton della strada…

        Ps: ho appena appreso di essere tamarro perché uso una mano per girare il volante e l’altra per cambiare da prima a retromarcia mentre parcheggio 🤣🤣🤣

        VN:F [1.9.22_1171]
        Rating: 0 (from 2 votes)
        1. più che altro mi riferivo al palmo aperto, che, nel mio immaginario, è un’esplicita ostentazione di perfetta padronanza del mezzo, quando io, fra timore di stirare un gatto e incapacità totale di valutare le distanze laterali e posteriori, anche nel parcheggio aziendale mi esibisco in una quindicina di aggiustamenti di traiettoria

          VN:F [1.9.22_1171]
          Rating: +1 (from 1 vote)
  6. Premesso che la vera poesia era la doppietta sulla vecchia 500 (già con il cambio sincronizzato l’Uomo Indiscreto è diventato meno Uomo), la scelta è difficile. Per il mio gusto personale nella guida extraurbana il cambio manuale aumenta il piacere, mentre in città quello automatico è più comodo visto che sgommare ai semafori non interessa

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: +7 (from 11 votes)
  7. fino ai 35-40 anni l’abitare in città, per quanto in una dimensione comunque piccola come padova, era conditio sine qua non di qualsiasi progetto. oggi tra l’ignorare il vicino a 100 metri dal capolinea del tram o farlo in provincia non percepisco più chissà quale differenza

    Anche qui non sono d’accordo ma parlo da abitante di una città pseudo piccola… Non andrei mai a stare fuori dalla città o addirittura in collina, però sono gusti…

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: 0 (from 0 votes)
    1. anche qui sono riuscito nella titanica impresa di essere prolisso… e di non essermi spiegato!

      non volevo citare la dinamica città vs campagna, ma proprio il vivere nel capoluogo di provincia (paradossalmente fino ai 35 anni categoricamente non avrei comprato una casa nella prima cintura urbana perché volevo essere fra gli elettori del sindaco di padova e non di un albignasego o limena qualsiasi)

      VN:F [1.9.22_1171]
      Rating: 0 (from 2 votes)
  8. Ma l’uomo e la donna indiscreto (il politically correct lo pretende) non si erano già espressi sul tema?
    Comunque votato cambio automatico, ma la valutazione dipende da che cambio hai utilizzato: avevo una Fiat Grande Punto con cambio automatico che mi ha dato un sacco di problemi. Ora sono passato a una Golf e devo dire che il cambio funziona benissimo e le esperienze di guida non sono comparabili, Punto e Golf giocano in due campionati diversi

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: +5 (from 7 votes)
  9. Ancora 7 anni fa, la macchina che si era scassata verso Padova e i miei erano tornati a casa con l’auto di cortesa col cambio manuale. Nel salire a riprendere la macchina riparata, mi sono beccato 2 ore di code sulla A4: pensavo mi si spezzassero polso e caviglie a furia di dover cambiare marcia tra partenze e stop. Da suicidio.

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: -10 (from 10 votes)
  10. I cambi automatici attuali sono tanta roba, precisi, efficienti e veloci ma come tutti i componenti elettronici invecchiano molto prima del resto dell’auto.. su tante auto sportive un po datate avere il cambio automatico equivale ad una bella. svalutazione dell’usato (si veda il tiptronic di porsche per esempio) e a parità di modelli quello più apprezzato è sempre il manuale.. alcune case hanno addirittura rispolverato a furor di popolo la versione manuale dopo averla pensionata prematuramente … personalmente trovo l automatico molto comodo, tanto è che sulla macchina di famiglia le varie opzioni sequenziali non le uso mai…. ma sulla mia il manuale non lo cambierei mai (salvo maledire le code interminabili)..

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: +5 (from 5 votes)
  11. A volte ritornano….ma non c’era già stata questa discussione?!…🤔

    Leo, sereno: tu sei tamarro a 360 gradi, mica solo per quello… 😂

    Sartorati: perdonami ma il top del tamarro è il suv o il fuoristrada col cambio automatico…😝

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: +3 (from 5 votes)

Lascia un commento