Un calcio a Sergio Sylvestre

Sergio Sylvestre ha reso memorabile la finale di Coppa Italia fra Napoli e Juventus dimenticando una strofa dell’inno nazionale. E la cosa è stata notata, visto che si tratta di un cantante, tutt’altro che sconosciuto, pagato per cantare. Meno male che Mattarella, a fine partita anche sfottuto da De Laurentiis, se ne è rimasto a casa. Dei pochi presenti all’Olimpico, solo Mancini, Buffon e Bonucci hanno in definitiva cantato l’inno con le parole giuste.

Ma un vuoto di memoria può capitare anche ai migliori. La parte esaltante della vicenda è stata che il cantante vincitore di Amici 2016, statunitense che ha trovato l’America in Italia, è diventato l’idolo del giorno della sinistra italiana (ci vorrebbe una rubrica a parte), per lo meno quella che vive sui e di social network. Se il vuoto di memoria fosse stato di Riccardo Fogli o Toto Cutugno sarebbero stati di sicuri azzannati, in quanto vecchi rappresentanti delle vecchia Italia provinciale. Vuoi mettere con quella multiculturale di oggi, che deve sentirsi in colpa perché la polizia di Minneapolis ha fra le sue fila un criminale?

La nuova dimensione di Sergio Sylvestre è merito del ‘No justice no peace’ gridato alla fine con il pugno alzato, novello Tommie Smith, come a dire: come cantante faccio schifo, ma sono dalla parte giusta: da oggi quindi divento non criticabile, se no siete razzisti e sovranisti. La sua posizione si è aggravata con la precisazione successiva, in cui sosteneva di essersi bloccato non per scarsa professionalità ma perché era triste, avendo visto lo stadio vuoto. E certo, lui abituato a riempirli, gli stadi….

La vera domanda, visto che la nostra linea è sempre quella di dare colpe (e meriti) ai dirigenti, è però la seguente: chi ha avuto l’idea di far cantare Sergio Sylvestre prima di Napoli-Juve? E poi: come è avvenuto il processo di selezione, quali erano i candidati? Quale tipo di pubblico si voleva raggiungere?

VN:F [1.9.22_1171]
Rating: 7.4/10 (41 votes cast)
Un calcio a Sergio Sylvestre, 7.4 out of 10 based on 41 ratings

29 commenti

  1. Ma se dicessi che trovo ridicolo far cantare l’inno nazionale prima di una partita di coppa Italia (con 3 italiani in campo) da un americano semisconosciuto passo per razzista?

    A voler fare i perbenisti a tutti i costi si incappa in ste figuracce. Senza tutto quello che sta succedendo in America, l’inno l’avrebbe cantato senza sbagliarlo la Emma Marrone o la Amoroso di turno e come sempre, nel frattempo, i Cristiano Ronaldo e i Koulibaly avrebbero scazzatamente aspettato la fine di sta forzatura patetica.

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: +14 (from 18 votes)
  2. nel solco delle domande..inserirei…quanto cazzo è stato pagato?

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: +8 (from 12 votes)
  3. Ma Bocelli aveva da fare ieri sera?

    E’ la coppa Italia, e’ l’inno italiano, perche’ scegliere uno straniero? Ma secondo voi in USA farebbero cantare the Battle Hymn of the Republic a Gigi d’Alessio?

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: +13 (from 13 votes)
  4. “La nuova dimensione di Sergio Sylvestre è merito del ‘No justice no peace’”

    io sogno Albano che canta perfettamente l’inno italiano col braccio teso

    Poi ridiamo

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: +8 (from 14 votes)
  5. Ricordo quando Montanelli descriveva le parate fasciste con cui Starace pensava di scimmiottare quelle naziste progettate da Speer, spiegando che in confronto a quelle tedesche quelle italiane parevano una via di mezzo tra una seduta di riabilitazione fisioterapica ed una festa campestre.
    Ecco, ieri ho avuto la stessa sensazione…

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: +19 (from 21 votes)
    1. Perfetto! Siccome lo fanno in America prima delle Finals di ogni sport, per fare i trendy ci si è messo in testa di farlo pure qui. Fino al 2007, con la finale andata e ritorno, abbiamo vissuto tranquillmente senza sta caricatura qua.

      VN:F [1.9.22_1171]
      Rating: +6 (from 6 votes)
  6. Ma chi cazzo è stò Silvestre? Quando ho letto l’articolo pensavo fosse l’ex terzino di inter e milan

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: +23 (from 25 votes)
    1. E’ un po’ ingrassato, si vede che ha smesso…

      VN:F [1.9.22_1171]
      Rating: +15 (from 15 votes)
  7. Montanelli quello che combatteva Berlusconi o quell’altro della statua?

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: +7 (from 11 votes)
    1. Beh, il primo ovvio, quello antifascista…

      VN:F [1.9.22_1171]
      Rating: +7 (from 9 votes)
  8. Vediamo se oggi abbiamo fatto tutto

    Juve merda: FATTO
    Sinistra merda: FATTO

    Dai, anche per oggi siamo a posto…

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: +8 (from 34 votes)
    1. C’è anche “Napoletani merda”. Per la lode, visto che siamo in periodo di maturità…

      VN:F [1.9.22_1171]
      Rating: +5 (from 11 votes)
      1. Fatto anche quello stamattina, siamo da lode.

        VN:F [1.9.22_1171]
        Rating: +5 (from 7 votes)
        1. Lo so!

          VN:F [1.9.22_1171]
          Rating: 0 (from 2 votes)
    2. “Juve merda” è un grido che unisce tutti i popoli oppressi del mondo, ogni discussione diventa una piccola Rosario

      VN:F [1.9.22_1171]
      Rating: +23 (from 27 votes)
      1. el trinche è grande e Axel è il suo profeta

        VN:F [1.9.22_1171]
        Rating: +4 (from 6 votes)
  9. Poche volte come dopo questo articolo sono andato vicino a lanciare il bestemmione definitivo su indiscreto. Ma non per l’articolo in se ma perche’ mi sono rotto il cazzo di dover essere 9da italiano) sempre nella posizione di sorbirmi la ramanzina da parte del portatore di idee politicamnte corrette di turno.
    Mi sono rotto il cazzo che chunque arrivi trasformi ogni occasione in cui c/e’ di mezzo l’IItalia in un momento per parlare di problemi d’altri o per far sentire in colpa i non razzisti per quello che fanno i razzisti perche’ in fondo tu stronzo italiano un po’ razzista lo sarai sicuramente e io sono nella posizione per fartelo notare.
    Ma se poi non rispettiamo neanche l’inno facendolo cantare a chi di dovere dove cavolo vogliamo andare?

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: +16 (from 16 votes)
    1. Per me l’inno si rispetta cantandolo solo nelle occasioni importanti, non in ogni avvenimento dalla sagra di paese in su. Non siamo mica gli americani “Che loro possono sparare agli indiani” ed anche mettere un ginocchio sul collo di un nero (si, lo so, epiteto vagamente razzista ma abbiate pazienza mi sono un attimino rotto il cazzo, se uno mi apostrofa come “bianco” non è che gli faccio la punta e gli dico “Eh, no, di razza caucasica o meglio ancora Europoide, razzista!!!”)…

      VN:F [1.9.22_1171]
      Rating: +2 (from 10 votes)
      1. L’ importanza dell’avvenimento è concetto soggettivo e per me ad esempio ci sta cantarlo a Roma prima della finale di Coppa Italia. Una volta che decidi di cantare l’inno (puoi appunto sempre decidere di non cantarlo) lo devi cantare in maniera rispettosa perchè quello il momento solenne e non il contesto in cui lo stai cantando (per dire a me dava fastidio anche Schumacher che faceva lo scemo quando partiva l’inno italiano mentre era sul podio anche se lui ovviamente non era italiano). Poi in Italia non lo cantano prima di ogni qualsiasi cosa e non è giusto che venga veicolato come momento per contestare sempre qualcosa di diverso o per fare figure di merda. A parte che quello la il pugno lo alza per chiamare qualche cheesburger al massimo.

        VN:F [1.9.22_1171]
        Rating: +5 (from 5 votes)
  10. l’apertura della finale con Angeli Negri di Fausto Leali, il sogno

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: 0 (from 4 votes)
  11. io invece lo trovo in linea con il sentire del governo e dei cazzari che nelle varie trasmissione si inginocchiano come degli ebeti qualunque, e poi non parlano degli stupri, di furti , dei linciaggi dei BLM
    Ci voleva un negro stonato e dilettante per far capire un paio di concetti, tipo quanto è stupido e sbagliato il politically correct e quanto sono superficiali gli americani.
    p.s. qualcuno ha detto Seattle?

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: -2 (from 20 votes)
  12. negro (ma non africano, 10% in meno), obeso e probabilmente omosessuale. perfetto per l’uno e l’altro fronte.

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: +6 (from 12 votes)
  13. Perdonatemi ma siccome sono tra quelli che danno importanza all’inno nazionale, e ritengono che il nostro, pur non essendo maestoso come Auferstanden aus ruinen, sia comunque più che dignitoso, ritengo di dubbio gusto cantarlo prima della finale di Coppa Italia. Non stiamo mica parlando della FA Cup o della Coupe de France….a livello sportivo mi limiterei a occasioni legate ad eventi veramente importanti. Giro di Lombardia, Milano-Sanremo, Monza, Mugello, Foro Italico, Gran Risa, Bormio, Derby di galoppo e forse qualcun altro che non mi viene in mente. Per il resto lasciamolo a quando giocano le nazionali.

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: +6 (from 6 votes)
  14. “chi ha avuto l’idea di far cantare Sergio Sylvestre prima di Napoli-Juve? E poi: come è avvenuto il processo di selezione, quali erano i candidati? Quale tipo di pubblico si voleva raggiungere?”

    Ma lasciamo stare, che da 20 giorni negli uffici marketing di qualsiasi cosa – anche dei ferramenta – c’è la frenesia: “DOBBIAMO fare qualcosa sul razzismo, DOBBIAMO!”

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: +10 (from 10 votes)
  15. non capirò mai perchè un gruppo di persone vuol far scontare il proprio senso di colpa nei confronti del mondo a tutti gli altri

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: +4 (from 6 votes)
  16. Si però serio al prossimo superbowl voglio Gigi D’Alessio e Albano a cantare l’inno USA. Albano su “home of braves” puo starci anche 5 minuti in gorgheggio.

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: +5 (from 5 votes)
    1. Il vero rimpianto e’ che Leone di Lernia sia passato a miglior vita.

      Sarebbe stato la risposta ideala al pagliaccio di ieri sera.

      VN:F [1.9.22_1171]
      Rating: +4 (from 4 votes)
  17. “non capirò mai perchè un gruppo di persone vuol far scontare il proprio senso di colpa nei confronti del mondo a tutti gli altri”

    non sono bastati decenni di totalitarismi per capirlo? controllo totale della societa’ soffocando la liberta’ individuale, aderenza al dogma come metro di tutto.

    La borghesia per i comunisti, gli ebrei per i nazisti, adesso l’uomo bianco etero per i sinistroidi.

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: -4 (from 14 votes)
    1. e i baresi per i tifosi del Lecce non ce li mettiamo? e i possessori di telefono apple per chi ha android

      VN:F [1.9.22_1171]
      Rating: 0 (from 0 votes)

Lascia un commento