Tennis, uno sport per vecchi?

Il tennis è uno sport che piace soltanto ai vecchi? Patrick Mouratoglu per lanciare il suo circuito UTS, Ultimate Tennis Showdown, ha detto che bisogna inventarsi qualcosa per il futuro di questo sport visto che l’età media dell’appassionato del tennis è di 61 anni e che i giovani non sono attirati da giocatori magari fortissimi ma troppo politicamente corretti, senza un’identità ben precisa. Veniamo subito al punto: l’allenatore francese, guida fra gli altri anche di Serena Williams, ha ragione?

Per quanto riguarda l’età, visto che Mouratoglu si riferiva al tennis guardato e non a quello giocato, il dato dei 61 anni va asteriscato. Ci sono infatti ricerche di mercato (citiamo quella di Market Watch) che dicono che l’età media degli spettatori dei tornei ATP e WTA sia negli ultimi anni addirittura calata, fino a circa 42 anni. Altra cosa l’audience televisiva, che per il tennis davvero viaggia su un’età media superiore ai 60 anni: più anziani soltanto i telespettatori medi del golf e dell’ippica.

Quindi Mouratoglu, che come tutti gli esseri umani fa i propri interessi, ha secondo noi nella sostanza ragione, perché il tennis è uno sport globale e la maggior parte dei tornei, con i primi e spesso anche gli ultimi turni giocati di fronte a quattro gatti annoiati e lì con biglietti omaggio, sta in piedi soltanto per televisioni, sponsor e scommesse.

Per quanto invece riguarda il politicamente corretto, non nell’accezione di Tom Wolfe ma in quella del finto volemose bene, il discorso può valere forse per Federer, un po’ meno per Nadal, sicuramente non per Djokovic o per Thiem, senza fare lo scontato esempio di Kyrgios, cioè di uno che senza mezzi termini dice che il tennis e il mondo del tennis gli fanno schifo.

Il problema fondamentale del tennis guardato, mentre quello giocato sta ad ogni livello risalendo di interesse, come lo stesso Mouratoglu ha spiegato (e le regole dell’UTS anche…), è il fattore tempo. Nessuno nel 2020 ha la concentrazione e la voglia per guardare una partita di tennis tre ore di fila, a meno che non sia un fanatico e la partita abbia l’aria dell’instant classic.

Abbiamo detto tennis, ma potremmo fare l’esempio di tante altre cose che ci piacciono: siamo così abituati a mettere in pausa tutto che un racconto lungo ci annoia anche se è di qualità. Nonostante il lockdown e tutto il resto, ci siamo violentati per seguire dall’inizio alla fine le semifinali di Coppa Italia, ‘solo’ 90 minuti di cui 80 passati chattando, mentre per la Bundesliga non abbiamo superato i 5 minuti consecutivi. Bisogna prenderne atto, perché il tennis non è un valore in sé ma qualcosa che deve emozionare chi lo guarda. E che deve, nel 2020, essere disponibile on demand ogni volta che ne abbiamo voglia: quando Gaudenzi dice che manca uno Spotify del tennis non è che voglia fare il giovane, ma sta spiegando semplicemente questo. Non più quattro ore consecutive di Barazzutti-Higueras (o le cinque di Gaudenzi-Norman…) sul divano ma 10 minuti di Thiem-Kyrgios mentre si aspetta l’autobus.

VN:F [1.9.22_1171]
Rating: 7.2/10 (10 votes cast)
Tennis, uno sport per vecchi?, 7.2 out of 10 based on 10 ratings

62 commenti

  1. Tutto corretto ma l’uts è una boiata pazzesca. Vuoi ridurre i tempi? Ok, cambia il punteggio, accorcia i set. Gioca a chi arriva prima a 10, ma non puoi mettere il tempo (tralascio tutto le bischerate sull’aiuto da casa, chiaramente ha voluto fare l’originale) nel tennis. Basta dire,. Se le partite devono durare un’ora, che si gioca a chi vince un set. Punto.

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: +10 (from 10 votes)
  2. nei tornei asiatici o nei 250 io vedo palazzetti/stadi vuoti… ma ci sono una infinità di tornei
    Ma negli slam, i 1000 e anche molti 500 vedo sempre un bel pò di pubblico… anche le 2 “coppe davis ” mi pare abbiano attratto pubblico
    Sono d’accordo che in tv una partita di 3-4 ore non abbia più nessun appeal

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: +4 (from 6 votes)
  3. a me il tennis piace cosi’ come è, con partite che possono durare 58 minuti come 5 ore e 46 minuti….

    quando c’è una finale da guardare si guarda senza porsi il problema di quanto possa/debba durare (e se qualcuno spacca il cazzo perche’ magari sotto il sole con lo smartphone ti guardi la finale di wimbly anziche partecipare ad una discussione su cagate varie, il problema è suo non tuo)

    a me i baratta/higueras sono sempre piaciuti fra l’altro

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: +7 (from 7 votes)
  4. Mah, se gioca Re Roger o un italiano (beh, oddio, Fognini e Berrettini, con Seppi con tutta la stima che nutro per lui faccio un po’ fatica, ha un gioco che non mi entusiasma) sto anche 5 ore attaccato al televisore; ma anche Monfils o Tsitsipas, per dire.
    Butto là una mezza provocazione, non è che ai giovani d’oggi lo sport in generale interessi veramente poco? Io sinceramente sarei interessato a capire quali sport seguano i ragazzi di oggi; ok, il calcio, forse l’Nba (dubito molto), poi? E quanto sport arriva oggi ai ragazzi che non hanno a casa la pay tv? Per noi il mercoledì di coppa era una maratona di partite dalle 14.30 alle 22.00, a loro della Champions e dell’Europa League arriva una partita, forse due. Noi siamo cresciuti con Tele+ in chiaro (e quindi tutti gli Slam per quanto riguarda il tennis, ma anche tutta una serie di altri sport), a loro se va bene arriva Supertennis con i 250 (cosa che a me piace ma magari un ragazzino non è che si entusiasmi per un Sock – Cilic a Winston Salem).
    Non è che l’aver (s)venduto lo sport alle tv a pagamento è stato un errore ed ora questo errore sta presentando il conto?

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: +35 (from 35 votes)
    1. è scomparso lo sci e fra un po’ scompariranno motociclismo e formula uno.

      VN:F [1.9.22_1171]
      Rating: +11 (from 11 votes)
  5. L’approccio a un evento/trasmissione/attivita’ che duri piu’ di 5 minuti dipende solo da noi. Per me se c’e’ Un Nadal-Djokovic o un Nadal-Thiem o un Djokovic-Kyrgios il cellulare puo’ anche andare a farsi benedire. Lo spengo proprio. Idem per seguire un documentario o uno speciale o una partita di calcio che mi possa interessare. meglio fare una singola cosa costruttiva e goduta che non diecmila cose inutili che a fine giornata ti lasciano il nulla in mano ed in mente.

    Poi per quanto riguarda il tennis be’, non e’ uno sport per giovani proprio per i motivi di cui sopra. Ma praticamente nessuna attivita’ ormai e’ piu’ per giovani, neanche la figa. Visto che l’uinica attivita’ che conta e’ tenere la testa allo smartphone a farsi bombardare da stimoli inutili 24/7.

    Riflessione di Krug sulle tv a pagamento centratissima.

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: +18 (from 18 votes)
  6. basta che non adottino la formula “fast” delle Next Gen ATP Finals che fa abbastanza cagare.

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: +2 (from 2 votes)
  7. Tutti gli studi dicono che l’attenzione media di un essere umano è di circa 7 minuti. E’ il motivo per cui fare una riunione che duri più di 30 minuti è una perdita di tempo, 15 minuti è la durata giusta.
    Questo vale per tutto, ovviamente anche per lo sport, infatti l’E-sport sta accorciando le partite sempre più. E’ come il concetto delle slot machine, fare tante partite in poco tempo per avere la botta di adrenalina del vedere chi vince. Per dire Clash Royale, l’unico gioco a cui io abbia dedicato più di 3000 ore nella mia vita ( oltre al calcio ) ha i match che durano 5 minuti. Fortnite è un po’ più lungo, ma è un po’ più da cazzeggio.
    Il problema del tennis è che spesso in un set sono belli solo gli ultimi 4-5 game, se c’è partita. I game prima sembrano soltanto un attesa del climax. Io non sono mai riuscito a guardare una partita di tennis intera, mai andrei a vederla allo stadio, di solito guardo i set dal 3-3 in poi.
    In ogni caso lo sport ai ragazzi interessa meno perchè è più facile immedesimarsi negli idoli che fanno e-sports, perchè un qualsiasi ragazzino cicciottino può pensare di vincere i campionati del mondo di Clash Royale, o guadagnarsi da vivere giocando ai videogiochi, molto meno credibile è pensare di essere Federer o Ronaldo: questo è anche aiutato dal fatto che nel mondo e-sport c’è molto turnover, nonn ci sono sempre i soliti 4 da 12 anni

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: +3 (from 9 votes)
    1. Abbi pazienza, nella mia fanciullezza-adolescenza ho sognato di essere Gilles Villeneuve senza aver mai guidato un automobile, ho sognato di servire come Becker e fare le voleè come Edberg senza aver mai messo piede in un campo da tennis, di essere come Paolo Rossi pur non avendo praticamente mai giocato in una squadra di calcio; un ragazzino non si trova gli idoli che potrà eguagliare ma gli idoli che sogna di eguagliare; se un ragazzino sogna di eguagliare un nerd sfigato che passa il tempo davanti alla Play invece di una macchina da guerra come Ronaldo o una forza della natura come Messi (ma metteteci voi chi volete di qualsiasi sport vogliate) per me o ha seri problemi lui oppure ha seri problemi la nostra società o entrambi.

      VN:F [1.9.22_1171]
      Rating: +12 (from 12 votes)
  8. Nicola ma esiste un dizionario per tradurre quello che hai scritto?

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: +10 (from 12 votes)
    1. Dici che sono pronto per fare anche io una slide per il prossimo piano salva italia di colao, tipo quello sull’upskilling da pagare “in kind” 😀 E’ che sono di fretta e ho scritto di getto senza rileggere mentre facevo una riunione di lavoro durata più di 15 minuti 😀

      VN:F [1.9.22_1171]
      Rating: +5 (from 7 votes)
  9. Non per rompere i coglioni (in realta’ per rompere i coglioni) ma secondo me quello che ha scritto Nicola e’ chiarissimo.

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: +3 (from 7 votes)
  10. Sul tennis ho sentito in decenni ogni tipo di giudizio, compreso il fatto che sia uno sporto bello da giocare ma noioso da guardare. E la noia oggi è un fattore decisivo quando i ragazzi sono abituati a tempi di reazione (e soddisfazione) molto più rapidi. E questo vale anche per il calcio. Siamo certi che senza il commento ululante dei telecronisti odierni starebbero a guardare una partita per 90 minuti di seguito? Sempre che lo facciamo, perché è possibile che i ragazzi abbandonino una partita reale trasmessa in tv per andare a giocarne una virtuale sulla console… per poi nel caso correre a vedere eventuali gol (appunto, la soddisfazione immediata).

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: +2 (from 6 votes)
    1. Alvaro lo potevamo fare anche noi; non con questa definizione d’immagine, non con questa possibilità di scelta, ma lo potevamo fare anche noi, in sala giochi o anche a casa, sul Commodore o similari, o sui primordiali videogame; eppure penso che ai nostri tempi molti di noi non si perdevano una partita di Coppe Europee al mercoledì o per tifare per la propria squadra o per gufare la squadra rivale; chissà forse avevamo più tempo libero e più noia da sconfiggere rispetto ai ragazzi di adesso, o forse fra la bulimia di alcuni (che pagando oramai possono vedere anche gli allenamenti della propria squadra) e la totale carenza di altri (che gli sport che ci appassionavano da ragazzini non li possono praticamente nemmeno conoscere ed iniziare ad appassionarsi) stannp semplicemente rompendo il giocattolo e giocandosi le generazioni future.

      VN:F [1.9.22_1171]
      Rating: +6 (from 6 votes)
      1. Io me li ricordo quei tempi, e no, non potevi fare quello che puoi fare adesso. Prima in casa c’era un solo schermo, c’erano pochissimi eventi, e quindi anche Giochi senza Frontiere o le olimpiadi sembravano cose imperdibili. Ora ci sono 15 schermi per casa, ognuno può guardare quello che vuole e ci sono mille eventi in contemporanea , 10000 videogiochi gratis e più serie tv di quante se ne possano guardare in una vita.

        VN:F [1.9.22_1171]
        Rating: +5 (from 5 votes)
  11. Grande Nicola che partendo da una supercazzola per giustificare le sue prestazioni sessuali, ha finalmente chiarito quali siano gli sport più spettacolari a partire dal ciclismo su pista specialità Sprint.
    Vai Vanni!…

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: -4 (from 10 votes)
  12. Bah
    io credo che ti annoi soprattutto se non capisci quello che succede
    Io mi annoio tremendamente a vedere il pif-puf-paf ad esempio
    Non mi annoio a vedere Nadal,anche se mi fa schifo il suo modo di giocare (anzi di solito delle sue partite vedo i primi game,perchè ho una resistenza limitata nel vedere racchette usate come una mazza da baseball).

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: -1 (from 5 votes)
    1. Scusa premesso che a me la pallavolo maschile non piace guardarla (battuta, ricezione, alzata, schiacciata, punto, mi risulta piuttosto ostico da guardare per un paio d’ore, già il femminile è diverso essendoci molte più possibilità di vedere una difesa ed un contrattacco) tranne che non giochi l’Italia ed allora io sia coinvolto a livello di tifo, cosa intendi quando dici che non capisci quello che succede?

      VN:F [1.9.22_1171]
      Rating: +5 (from 7 votes)
  13. boh, peró di sto passo tutto lo sport americano dovrebbe scomparire ieri (basket, football, baseball)
    Partite lunghissime, maratone con n mila pause/show/interruzioni che mettono a dura prova anche lo spettatore piú incallito (soprattutto europeo, che ha standard di durata differenti).

    *pochi mesi fa c’é stata molta ironia in USA per la partita NFL píu corta di sempre (una squadra, i Redskins, che non avevano piú nulla da dire, con una palese fretta di andare sotto la doccia).
    Durata: 2h 36′

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: +4 (from 4 votes)
    1. Mah, essendo come su tutto più avanti gli americani hanno trasformato lo sport in show time; tu non vai a vedere una partita, vai a partecipare ad un evento; io ancora mi sconvolgo all’idea che gli yankee pagano fior di soldoni per andare a vedere il Superbowl e quando c’è il kick off d’inizio terzo quarto mezzo stadio è al bar a far scorta di hot dog e pop corn… Cioè hai la tua squadra in finale, hai venduto la casa per esserci, ricomincia la partita e tu non sei inchiodato alla sedia ma sei al bar?!?!?!?

      VN:F [1.9.22_1171]
      Rating: +7 (from 7 votes)
  14. Credo che sul tennis abbia influito molto anche l’effetto Federer. Nel senso che quando e’ arrivato e metteva a ferro e fuoco Baghdatis e Safina e Philip Pussy etc ci sono stati un sacco di appassionati della domenica che hanno eletto lo svizzero a loro punto di riferimento (un po’ come quelli che si giocano il jolly Jordan con canotta dei Bulls e skate a 47 anni e non vedono una partita NBA da Salt Lake City 1998, o napoletani che sono fermi al gol di Baroni con la Lazio); una specie di effetto distorto tipo “prima di lui non era tennis/basket etc”. Ed ora che quei giovani non sono piu’ giovani e l’effetto Federer sta scemando vengono meno appunto…i giovani. Cosa diversa per chi ad esempio segue il tennisd quando aveva 4 anni e continuera’ a seguirlo anche dopo che il goat Nadal si sara’ ritirato.

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: -9 (from 9 votes)
    1. Mi spieghi allora perchè con i giovani di oggi non potrebbe capitare lo stesso con Djokovic che è un “cannibale” come il Federer di allora?

      Non so perchè ma il tuo sembra molto un “Juve merda” trasportato nel tennis (Roger perdonami per il paragone insano)…

      VN:F [1.9.22_1171]
      Rating: +6 (from 6 votes)
    2. Mauro, ieri era il 22°anniversario di the shot. Ciò che avvenne in quella partita mai visto e mai più visto.

      VN:F [1.9.22_1171]
      Rating: +4 (from 4 votes)
      1. Ma non e’ assolutamente vero. Cosi’ a mente vado di Lakers-Sacramento 2002, Miami-San Antonio 2013, GS-Cleveland 2016 e Detroit-San Antonio 2005.
        l’NBA ha regalato momenti memorabili prima e dopo Jordan, non scherziamo. Davvero pensi che lo steal di Bird o lo skyhook di Kareem a Milwaukee o la partita di Magic
        da centro nel 1980 valgano meno della partita fatta da Jordan a Salt Lake? Lo dico sempre: neanche il calcio e i suoi tifosi, i talebani per eccellenza, sono cosi’ dogmatici nel valutare un giocatore del passato, neanche i napoletani con Maradona.
        Poi chiaro che l’NBA e’ stata brava a dare riconoscibilita’ a se stessa con un nome ed un marchio.

        Krug: mi dispiace ma devo dissentire. La premessa e’ stata che Federer e’ stato una moda per molti che non seguivano tennis (soprattutto nuovi giovani) che come tutte le mode e” andata scemando. Gli ingredienti c’erano tutti: prospetto vendibile ai media, fortissimo, apparente imbattibilita’ che faceva strabuzzare gli occhi, stile quasi unico etc etc. Con Djokovic non siamo neanche lontanamente vicini al livello di hype e di pompaggio mediatico che ebbe federer (Djokovic in confronto e’ quasi odiato e il tifoso della domenica sta alla larga da quello che viene odiato). In piu’ essere tifoso di Djokovic e’ impegnativo, altra cosa da cui fugge il tifoso en passant (senza dimenticare cche un dominio come quello del Federer 2004-2006 con otto slam su dodici non e’ mai stato raggiunto da Nole e mai sarebbe possibile vista concorrenza attuale.

        Ps: menouno sei dogmatico. Fai tanto il sofisticato quando parli di sport e invece cerchi sempre il porto sicuro.

        VN:F [1.9.22_1171]
        Rating: +1 (from 7 votes)
        1. anche la tripla di Ray Allen in gara 6 vs. San Antonio non male.

          Ma il vero “The Shot” é datato 25 giugno 2014

          VN:F [1.9.22_1171]
          Rating: +6 (from 6 votes)
  15. ahia

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: +3 (from 3 votes)
  16. “cosa intendi quando dici che non capisci quello che succede?”
    Che per me è tutto uguale
    Per me un’alzata di Tofoli è uguale a un’alzata di De Giorgi e una schiacciata di Bernardi è uguale a quella di un qualsiasi schiacciatore di serie C
    Io vedo sempre uno che riceve,uno che alza e uno che tira forte (poi mi hanno spiegato che più forte tiri,più forte ti torna indietro….che c’è chi prova a prendere le dita del muro per poi farla andare fuori…ma per me siamo sempre al pif-puf-paf)

    Caso estremo,per provare a far capire : se c’è una gara di bocce mi fermo a guardarla.
    la maggior parte di voi non distinguerebbe una giocata di Dante D’Alessandro da quella del vecchietto della bocciofila

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: +8 (from 8 votes)
    1. “Per me un’alzata di Tofoli è uguale a un’alzata di De Giorgi e una schiacciata di Bernardi è uguale a quella di un qualsiasi schiacciatore di serie C”

      Posso capire che un occhio “profano” possa non apprezzare o capire certi gesti e certe azioni (oltre al fatto che si possa non apprezzare un gioco con molte pause come la pallavolo) ma ci sta che ad un occhio non allenato un’alzata di Tofoli possa sembrare uguale a un’alzata di De Giorgi una schiacciata di Bernardi non può sembrare uguale a quella di un qualsiasi schiacciatore di serie C, suvvia; è come una palla calciata da Pirlo, ha completamente un altro rumore, viene giocata ad un’altra altezza e con una rapidità infinitamente superiore, ha delle traiettoie che hanno del disumano ed anche un occhio profano la nota; ho avuto l’ardire di arbitrare Michele Pasinato a fine carriera a Padova in B1, un Michele Pasinato malconcio da far tenerezza (zoppicava per tornare in posizione fra un’azione ed un’altra); ogni volta che toccava palla pregavo non sbagliasse mira e mi centrasse perchè penso mi avrebbe tirato giù con tutto il seggiolone; di Bernardi nemmeno parliamo (anche lui incrociato a fine carriera in B1). E qui mi fermo perchè se parliamo di giocatori di serie A1 nel pieno della loro carriera arriviamo ai confini dell’impossibile.

      VN:F [1.9.22_1171]
      Rating: +7 (from 7 votes)
      1. Krug, però quelle donncise appunto che assapori dal vivo e capendo pian piano i vari meccanismi.
        Da casa ad un profano il volley é pif puf paf, il calcio 22 pirla in mutande che rincorrono un pallone, il rugby 30 energumeni che si tirano la maglia, ecc.
        Tu pensa che non é mai successo che uno che provasse a girare al Vigorelli non lo definisse almeno “elettrizzante”, eppure c’é un sacco di gente che manco ci prova perché “non capisco il senso di girare in tondo…”
        Sicuramente in giro per il mondo c’é qualcuno a cui le montagne russe paiono un trenino che fa su e giù, e viste alla tv in effetti non sono molto diverse…

        VN:F [1.9.22_1171]
        Rating: +3 (from 9 votes)
        1. Dane questo mi è chiarissimo; contestavo quel “una schiacciata di Bernardi è uguale a quella di un qualsiasi schiacciatore di serie C”; io di ciclismo da pista non capisco nulla ma non è che se vedo girare al Vigorelli Viviani o il ciclista amatore cazzuto non noto la differenza (magari non so spiegare la differenza, non essendo un esperto, ma la vedo); per dire quando seguivo il Tour veder pedalare Indurain e veder pedalare Chiappucci equivaleva a vedere due sport differenti.

          VN:F [1.9.22_1171]
          Rating: +3 (from 3 votes)
          1. Krug, si parlava “dalla televisione”. Se vedi Bernardí contro un giocatore di serie C la differenza l’avverti, se vedi uno o l’altro non in confronto no. Stiamo parlando di profani davanti alla tv, tu hai parlato del rumore del pallone, eh! 😉

            VN:F [1.9.22_1171]
            Rating: +3 (from 5 votes)
            1. Ma perché tu e Gobbo vedete la serie C di pallavolo in TV (faccina che ride ma non troppo)?
              Penso di aver visto una volta le bocce in TV (non so manco cosa fosse, so solo che era un incontro a livello internazionale). Anche uno che non capisce un cazzo come me capiva che era un livello della Madonna.

              VN:F [1.9.22_1171]
              Rating: +2 (from 2 votes)
              1. Krug, cosa vuoi che ti dica, non sono molto d’accordo. Ho fatto abbastanza esempi, quindi non vado oltre…

                VN:F [1.9.22_1171]
                Rating: 0 (from 2 votes)
            2. “Se vedi Bernardí contro un giocatore di serie C la differenza l’avverti, se vedi uno o l’altro non in confronto no.”

              Infatti ho scritto “ma ci sta che ad un occhio non allenato un’alzata di Tofoli possa sembrare uguale a un’alzata di De Giorgi una schiacciata di Bernardi non può sembrare uguale a quella di un qualsiasi schiacciatore di serie C”
              Visto che Gobbo ha scritto “Per me un’alzata di Tofoli è uguale a un’alzata di De Giorgi e una schiacciata di Bernardi è uguale a quella di un qualsiasi schiacciatore di serie C”

              VN:F [1.9.22_1171]
              Rating: +2 (from 2 votes)
    2. Velasco per togliere Tofoli e mettere nel 92 Vullo e nel 96 Meoni si è mangiato 2 olimpiadi.

      VN:F [1.9.22_1171]
      Rating: +6 (from 6 votes)
  17. Pipì cacca pipì cacca

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: -2 (from 6 votes)
  18. “boh, peró di sto passo tutto lo sport americano dovrebbe scomparire ieri”

    dove si firma?

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: -2 (from 6 votes)
  19. Ragazzi, scusate, quanti adolescenti frequentate da vicino abitualmente?!
    La menata sull’autonomia limitata dei minuti di attenzione, il bombardamento mediatico, i tempi della vita moderna, le tv a pagamento, la bulimia calcistica dele tv chiaro, ecc., sono tutti discorsi scientificamente provato ma non c’entrano con la questione.
    Faccio due esempi opposti da me osservabili da vicino.
    Ragazzo diciassettenne di buona famiglia, figlio di medico, ben educato dai genitori sia dal punto di vista comportamentale che culturale, padre medico appassionato di sport e ciclismo in particolare che gliene ha fatti provare vari. Il ragazzo va bene a scuola (pubblica) ma é completamente malato di ciclismo, si fa 80km al giorno (tranne il giovedì che fa canottaggio) e non si perde una gara in tv, quando é possibile si fa accompagnare dal padre a vederle dal vivo, durante il lockdown si é sciroppato tutte le repliche di Raisport soffrendo solo per il non poterle replicare facendosi una Parigi-Roubaix al giorno.
    Coetaneo egualmente di buona famiglia, mamma apprensiva che avrebbe preferito una femmina e che lo ha cullato nella bambagia (mancava solo lo mandasse in giro con codini e fiocchetti….), fino a 10 anni mai uscito di casa svernando sul tappeto del salotto a giocare sotto lo sguardo di mamma o nonni seduti sul divano di fronte a mo’ di sentinelle, viziatissimo, ha avuto sempre tutto quello che voleva, mai ricevuto un NO.
    Il ragazzo buono d’animo (troppo) va bene a scuola (privata, preti o suore, non ricordo…), educato, non ha alcun hobby né interesse. Un giorno sognava di fare l’astronauta, un giorno l’astronomo, un giorno il fantino, un giorno il pittore, un giorno il giocatore di hockey, un giorno l’archeologo, un giorno il sub, ecc. Dopo anni e migliaia di euro spesi in telescopi, cavalli, colori ad olio, pennelli di martora, dischi, mazze, divise, palle, palline, pallette, il risultato qual é?! Quello che non da manco lui cosa cazzo vuole, perennemente annoiato, l’unico suo obiettivo ogni 2 mesi é convincerebi genitori a comprargli l’ultimo modello di iPhone uscito (che lui usa solo per mandare messaggi agli amici, guardare video su YouTube e giocare coi videogiochi).

    Ecco, se i ragazzi di oggi si interessano agli e-sport (e mi viene il vomito solo a sentire tale definizione…) non é per facilità di identificazione né per troppo stimoli ma al contrario per assenza di stimoli, quantomeno di quelli giusti.
    Ai miei tempi molto “sfigati” erano considerati tali perché parcheggiati per ore davanti alla tv da genitori incapaci di fare i genitori, disinteressati alle proprie responsabilità o semplicemente troppo indaffarati.
    Oggi al posto della tv ci sono gli smartphone che come droga sono quasi peggio dell’eroina, non é che forse dipende anche da questo?!…

    Ps: si, lo so, io non sono genitore quindi non posso capire..

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: +5 (from 13 votes)
    1. La mia ragazza ha 25 anni e mi sono messo con lei quando ne aveva 19, quindi non proprio l’ultimo giro di adolescenti ma il penultimo lo ho conosciuto molto bene. Poi i miei amici hanno i locali a milano, anche se meno frequentati di prima gli adolescenti li becchi. Oo mi trovo più a mio agio con uno di 20 anni che con uno di 40 anni che magari è sposato con figli, perchè comunque io faccio più una vita da eterno universitario che una vita da padre di famiglia

      VN:F [1.9.22_1171]
      Rating: 0 (from 12 votes)
      1. Si, significa che sei un supergiovane immaturo, non che tu abbia ragione…

        VN:F [1.9.22_1171]
        Rating: +10 (from 14 votes)
      2. Nel senso che sei fuori corso da 15 anni? 😀

        VN:F [1.9.22_1171]
        Rating: +2 (from 2 votes)
  20. Mostriamo ai giovani il tie break della finale di Wimbledon 1980. E se non c’è tempo, al suo interno, il passante incrociato di rovescio in corsa di controbalzo con cui the Genius infila Borg. Mai più vista una cosa simile, neppure da Fed.

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: +3 (from 5 votes)
  21. Krug
    Ma non e che ci sia molto da contestare
    Per me l’alzatore e solo quello che la tira in alto e lo schiacciatore e quello che tira forte

    Dal vivo o alla tv

    Cosi come, immagino per te, il nonnetto che prende al volo dopo il quarto bianco e come Savoretti

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: 0 (from 2 votes)
  22. Pipi pipi
    Cacca cacca pipi

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: 0 (from 2 votes)
  23. Matrix, anche il vero the block non è quello di LJ nel 2016 ma di Goudelock nel 2018 🙂

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: 0 (from 2 votes)
    1. You´re right! 🙂

      VN:F [1.9.22_1171]
      Rating: 0 (from 2 votes)
  24. Confesso che senza il doping del tifo tanti sport faccio fatica a seguirli. Conoscevo un nazionale di pallavolo e per qualche anno ho seguito, mi sono appassionato ma soprattutto ho tifato. Passato quel periodo il volley é tornato a darmi orticaria. Lo stesso vale per il tennis: da profano lo seguivo se c’era un italiano o un giocatore che mi ispirava simpatia. Solo il calcio riesco a guardarlo anche se c’e Cosenza juve stabia di play off serie c. Poi non é che vado a cercarle ste primizie, ma se mi ci imbatto e non ho di meglio da fare mi metto a guardare, se c’è il volley piuttosto la scala.

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: +2 (from 4 votes)
  25. ..lavo la scala

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: 0 (from 0 votes)
  26. @The31Matrix: la tripla di ray Allen momento iconico ma credo la cosa da sottolineare e’ come venne costruito quel tiro col Re che
    grazie al suo tiro che ando’ sul ferro permise a Bosh di prendere il rimbalzo per passarlo ad Allen ache alla fine doveva soltano metterlo quel tiro 😉

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: -3 (from 7 votes)
    1. Con questo metro diventa di puro culo pure il tiro sulla sirena di Horry in gara 4 tra lakers e Suns.

      VN:F [1.9.22_1171]
      Rating: +2 (from 2 votes)
  27. Eh certo, ha spadellato la solita mattonata sul ferro calcolandone la carambola…

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: +1 (from 3 votes)
  28. Boh io continuo a pensare che il tennis tutti questi problemi di pubblico non li abbia; poi ovvio essendoci un’offerta di qualsiasi genere di qualsiasi sport ( e non trascurerei neanche il fatto che internet permette di vedere qualsiasi video, HL etcc quando si vuole) c’è più dispersione ..però ripeto boh. All’immondo torneo del foro italico dell’anno scorso ci fu il record di spettatori.
    Dal punto di vista della spettacolarità per me i nodi (forse irrisolvibili) sono 2:
    – servizio troppo dominante
    – gran parte dei nuovi giocatori giocano allo steso modo . Servizio e dritto.

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: +5 (from 5 votes)
  29. Sulla cosa del Re che prende il ferro per costruire il tiro da tre di Allen si scherzava eh.

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: +2 (from 4 votes)
  30. Nicola abbi pazienza ma se mia figlia di venti sta con uno di quaranta/cinquant’anni io li corco di mazzate, entrambi. Pur essendo di larghe vedute eh…
    Perché I motivi sono due: mia figlia è stupida. Lui ha il cervello di un ventenne.
    La terza via è che lui sia straricco, mi compri una villa al mare e mi mantenga per il resto dei miei anni… Ecco qui potrei valutare la cosa, tipo babbo della Pascale 🤣🤣🤣

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: +8 (from 8 votes)
    1. Io in sei anni e mezzo i suoi genitori li ho incontrati due volte, quindi sono di larghe vedute. Poi è chiaro che io ho una testa un po’ particolare, nel senso che ora che lei ha 25 anni e ha iniziato a lavorare, e ad avere una vita normale, la situazione è più complessa rispetto a quando lei di anni ne aveva 19, perchè io cmq faccio una vita da universitario, nel senso che non ho orari di lavoro, posso uscire quando voglio anche in settimana, vivo 6 mesi all’anno ad Ibiza. Diciamo che sono io che ho il cervello di un ventenne e questo nel lungo termine causa problemi 😀

      VN:F [1.9.22_1171]
      Rating: 0 (from 4 votes)
  31. Sulla cosa di frequentare gente molto piu’ giovane di me (tipo ventenni) applico per coerenza (ed al contrario) la regola che applicavo quando di anni ero io ad averne venti: mi levo dalle balle perche’ quando avevo vent’anni io aveere nei paraggi gente di 30 o peggio di 40 la vedevo come una rottura di coglioni non da poco.
    Che poi mi capita di interagire con gente molto piu’ giovane di me e veramente dopo 20 minuti mi chiedo che cazzo ci faccia li con loro. La pochezza culturale delle nuove generazioni (che tempi signora mia!) e’ imbarazzante (o almeno cosi’ mi sembra di vedere).

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: +4 (from 4 votes)
    1. Guarda, io fino ai 35 facevo il DJ due serate a settimana, quindi con i più giovani avevo un ruolo “istituzionale”. E poi cmq uscivo 7 sere su 7 e mi sbronzavo 7 sere su 7 in giro per locali, era più facile conoscere gente 😀 Ora faccio solo il programmatore, e sono fidanzato, quindi mi mischio meno. Cmq io nei giovani non vedo pochezza culturale ma solo veramente poca energia. In ogni caso ho amici di 30 anni, conosciuti a 22-23, che ora sono da suicidio da quanto sono morti. Ovviamente ho anche amici della mia età sui 40, quelli rimasti senza figli, però sono veramente pochi.

      VN:F [1.9.22_1171]
      Rating: 0 (from 4 votes)
    2. E cmq quando io avevo 20 anni, io passavo il tempo solo con i 40 enni del plastic 😀

      VN:F [1.9.22_1171]
      Rating: +1 (from 3 votes)
  32. Aldila dell’eta,se mia figlia frequentasse Peluchetti mi farei delle domande.

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: +9 (from 11 votes)
    1. 10 anni fa sicuramente, ora di certo non sono un “buon partito” (anche perchè non voglio figli, ne sposarmi, ne convivere) ma sono una persona abbstanza normale 😀

      VN:F [1.9.22_1171]
      Rating: +1 (from 3 votes)
      1. E’ quell’abbastanza che preoccupa…

        VN:F [1.9.22_1171]
        Rating: +4 (from 4 votes)
  33. Poi è chiaro che io ho una testa un po’ particolare

    temo lo avessimo già capito aldilà della precisazione 🙂

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: +3 (from 3 votes)

Lascia un commento