La colpa di Zanardi

Alex Zanardi ha la colpa dell’incidente che lo sta tenendo in queste ore fra la vita e la morte, nel mondo mediatico del ‘santo subito’ bisogna ricordarlo visto che le vite rovinate sono anche quelle dei suoi familiari e quella del camionista che se lo è visto spuntare davanti sulla statale 146 nel comune di Pienza dopo che il pilota bolognese aveva perso il controllo della sua handbike, per cause tuttora da accertare.

Il tutto in una insulsa gara che non era una gara (fino al primo di agosto non si può) e che quindi si svolgeva con gli stessi rischi delle strade normali, che i ciclisti ben conoscono, anche quando governano perfettamente il mezzo. Ma probabilmente anche se fosse stata una gara, con chiusura del traffico automobilistico in un senso di marcia, Zanardi cambiando corsia sarebbe comunque andato a sbattere.

Veniamo al punto: Zanardi ha voluto vivere e morire da uomo vivo, non da handicappato che si autocommisera, questo lo rende agli occhi di tutti un campione senza il bisogno di citare albi d’oro di corse di nessun valore, se non per chi vuole sentirsi più buono a costo zero. Il rischio di morire fa parte delle emozioni di cui i piloti, ma in una certa misura tutti gli esseri umani (ognuno di noi guardi nel proprio passato e ricordi le tante stupidaggini fatte), hanno bisogno per vivere. Però…

C’è un però e lo diciamo in maniera diretta: questo superomismo alla Zanardi non è un grande modello, come se la vita avesse valore solo mettendola in pericolo e sfidandola. Al di là del fatto che la vera sfida sarebbe trovarle un senso, non battere in una garetta altri compagni di sventura. Strano che i super-religiosi (la vita è sacra) e i super-laici (la vita è una sola) non lo capiscano. Forse per accettare le nostre disgrazie ci vuole una terza via, che però personalmente non conosciamo. Di sicuro non è quella di finire sotto un camion.

VN:F [1.9.22_1171]
Rating: 6.6/10 (53 votes cast)
La colpa di Zanardi, 6.6 out of 10 based on 53 ratings

44 commenti

  1. Parlando di Zanardi e della sua vita (e non di questo episodio specifico) credo che a Zanardi possa essere rimproverato poco. Evidentemente lui e’ cosi’. C’e’ chi trova la sua dimensione buttandosi sul divano a guardare Elche-Maiorca ed a pontificare a colpi di “ma chi cazzo gliel’ha fatto fare a scalare quella montagna, mettersi a usare la moto, fare deltaplano, fare free climbing” e via dicendo e chi ha il livello della sfida personale settato ad un livello piu’ alto.
    Non a caso lui faceva il pilota di F1 o comunque il pilota automobilistico e non l’impiegato del catasto. Queste persone hanno una fame che le persone normali si sognano (che e’ poi, ancora prima del talento, la benzina che permtte di primeggiare e di vivere una vita “al sole”).
    Poi magari anche il commesso di Zara che non mangia neanche la bistecca troppo al sangue per evitare problemi invade la corsia mentre va al lavoro ed e’ game over (solo che lui nel gioco di punti ne aveva accumulati pochi e si era divertito ancora meno).
    Lungi da me farne un guru ma il messaggio che mandava era totalmente positivo e non necessariamente inneggiava al superomismo.

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: +38 (from 40 votes)
  2. “Zanardi ha voluto vivere e morire da uomo vivo, non da handicappato che si autocommisera”.

    Basta questo.

    Una vita al limite, o oltre il limite, ce l’aveva già prima di perdere le gambe.
    Semplicemente accidents happen.

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: +14 (from 16 votes)
  3. Capisco cosa intende il direttore, a me Zanardi non è mai stato particolarmente simpatico come personaggio, ma non possono non vederlo come estremamente positivo, perchè è la dimostrazione che l’unica cosa che ti impedisce di avere un risultato o raggiungere un obiettivo è la forza di volontà. Quasi tutto è possibile, basta volerlo, ma le persone normali hanno paura di “non farcela” o di “perdere” e per questo se ne stanno sul divano a pontificare e a sperare che gli altri falliscano, magari aiutati dal covid che costringe tutti a una vita di merda chiusi in casa.
    Io credo che Zanardi possa dire di non avere rimpianti (che per me è la cosa più importante della vita, non avere rimpianti): la sua vita l’ha vissuta al massimo, spero solo non rimanga vittima dell’unica cosa che non può controllare, cioè l’accanimento terapeutico. Ci mancherebbe solo che ora gli tocchino 15 anni alla Schumacher.
    Poi chiaramente anche io odio il modo in cui i media vendono Zanardi, eh, a un certo punto oggi c’erano 8 articoli di fila sul Corriere in prima pagina. Però lui non mi è mai sembrato troppo mediatico.

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: +11 (from 19 votes)
  4. Trovo veramente scadente e mortificante questo “articolo”. La colpa di Zanardi è aver osato rialzarsi pur senza le gambe? E’ quella di svegliarsi prima dell’alba, allenarsi per ore e sopportare (anzi… amare!) fatica e sudore? La colpa è quella sua comunicativa spontanea, aperta e sempre simpatica, sempre accogliente?
    La colpa è quella “garetta con altri compagni di sventura” fatta per beneficenza?
    “questo superomismo alla Zanardi non è un grande modello”? Allora ci consigliate di seguire chi si abbatte alla minima presunta difficoltà, commiserando se stesso e incattivendosi con il prossimo? Chi si accontenta e pretende sempre il sei politico? Chi anziché faticare e sudare cerca solo scorciatoie?
    Andate a raccontarlo atutte le persone sfortunate per le quali Zanardi è un esempio.

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: +23 (from 45 votes)
  5. Il Direttore come tutti apprezza Zanardi per la sua forza di volonta’ ma giustamente nota che ha messo in pericolo altre vite. Fosse passato un pullman avrebbe potuto uccidere decine di persone.
    La strada non e’ una pista, altrimenti diamo un cinque alto a chi viaggia ai 240 km/h in autostrada perche’ non e’ un cagasotto e vive al massimo.

    Purtroppo, Direttore, la responsabilita’ individuale delle proprie azioni non e’ di gran moda.

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: +12 (from 34 votes)
  6. Zanardi è uno dei pochi per cui mi partono in automatico simpatia e tifo, quindi quando ho saputo la notizia mi è solo scappato un vaffa al destino maledetto.
    Non avevo approfondito, e questo articolo mi ha indispettito perchè mi ha toccato il santino.
    Però, da quel che leggo forse la premessa è sbagliata: pare non fosse una gara.
    Se così non fosse, posso immaginare che, se ho capito bene il personaggio, non avrebbe problemi a prendersi la colpa dell’accaduto.

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: +6 (from 6 votes)
  7. Essere uno che tutti ammiriamo non esclude che una certa ossessione sia sbagliata, questa davvero (secondo, ma bisogna sempre precisare ‘secondo me’?) non un modello. Poi in concreto avrebbe avuto più possibilità di ammazzarsi sotto casa, travolto da un automobilista coglione, ma è un altro discorso

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: -5 (from 17 votes)
  8. Comunque dopo il gol di Ramsey in Coppa Italia (anche se su rigore) in 24 ore se ne sono andati Corso, Zafron, Ian Holm e Zanardi è conciato malissimo.

    Juventini fate il favore: tenetelo lontano dal campo.

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: +5 (from 11 votes)
  9. Forse avete ragione. Spero anzi venga detto qualcosa di simile anche contro Bebe Vio. Anche lei è una superdonna. E se le scappa il fioretto mentre passa il pullman … può fare una strage. La responsabilita’ individuale delle proprie azioni non e’ di gran moda. Saluti.

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: -2 (from 28 votes)
    1. Gli uomini e le donne hanno più dimensioni, anche i migliori come Zanardi possono veicolare un messaggio sbagliato

      VN:F [1.9.22_1171]
      Rating: -1 (from 21 votes)
  10. Io penso che il messaggio sbagliato (profondamente sbagliato) sia proprio il suo.
    Tra le infinite dimensioni straordinariamente positive di una persona come Zanardi, Lei sottolinea il “messaggio sbagliato”? E quale sarebbbe?
    Vuole trovare qualcosa di negativo solo per andare controcorrente?
    Può andare più coraggiosamente controcorrente commentando il rivoltante malcostume che quotidianamente ci circonda, con gente senza arte né parte che per fini meschini provoca danni devastanti alla comunità. Giustificandosi, a volte, sostenendo che “così è la natura umana”.
    Invece Lei giudica sbagliato chi al conformismo, all’omologazione, alle mortificazioni, alle ferite della vita oppone un esempio straordinario di ciò che si può immaginare e realizzare per amore della vita stessa.
    Mi sono imbattuto per caso nel suo articolo. Tolgo il disturbo.

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: +15 (from 33 votes)
    1. Concordo più o meno con quello che dici, io non vedo nessun messaggio negativo da parte di Zanardi, se non il voler vincere sempre, senza mai lamentarsi delle carte che gli ha messo in mano il caso. Ci sono giornali/media che hanno ingigantito e stanno ingigantendo il messaggio di Zanardi, ma fa parte del gioco. Certo, preferirei evitare di dovermi subire la santificazione di Zanardi, ma la verità è che lui non l’ha chiesta, ne la vorrebbe, e il problema, se proprio deve esserci un problema, sono i media in Italia

      VN:F [1.9.22_1171]
      Rating: +9 (from 9 votes)
      1. Ma il problema è la santificazione di Zanardi che corre alla pari con gli avversari o quella di gente batte avversari con handicap maggiori o che “non deve dire grazie a nessuno perché se è un talento naturale il merito è tutto suo” (cit.) ?

        VN:F [1.9.22_1171]
        Rating: -2 (from 4 votes)
        1. Il problema è dover santificare qualcuno anche contro la sua volontà. Zanardi è morto (lo do per morto, sperando non sopravviva come un vegetale) per colpa sua, ma non stava combattendo nessuna crociata, lui era un competitivo che voleva vincere sempre, per vincere bisogna competere, e competere ha dei rischi, a meno che non diventi un campione di Fifa 20. Per me Zanardi non era neanche un talento naturale, soprattutto non nello spingere carrozzine. Poi sono sicuro che ci darebbe delle lezioni di vita anche da paralizzato come Ambrogio Fogar, ma proprio non gli auguro questa sfortuna

          VN:F [1.9.22_1171]
          Rating: +2 (from 2 votes)
          1. La mia era una domanda retorica, odio le santificazioni a priori, però ho sempre un’ossessione per par condicio e disparità di trattamento.
            Piuttosto mi chiederei: se non fosse stato famoso prima come pilota di F1 la sua carriera post-incidente avrebbe goduto di questi riflettori?!
            La risposta me la danno i tanti atleti paralimpici che frequento, alleno e vincono.

            VN:F [1.9.22_1171]
            Rating: -1 (from 9 votes)
            1. assolutamente no, non avrebbe goduto di questi riflettori.Non ci vedo nulla di male nella cosa, Cristiano Ronaldo non ha la stessa fama di Tortu, e un CR7 senza gambe avrebbe molte più telecamere attorno di un Tortu senza gambe. Mi pare normale come cosa, il mondo funziona così, non mi sembra che Zanardi abbia vissuto di rendita come il “nonno che era famoso e ora non cammina”.

              VN:F [1.9.22_1171]
              Rating: +1 (from 3 votes)
              1. Quindi la santificazione da chi dipende?

                VN:F [1.9.22_1171]
                Rating: -2 (from 2 votes)
  11. Ma quale sarebbe il messaggio di Zanardi?

    Non mi pare abbia mai detto “armatevi, tagliatevi le gambe e partite”.
    Ha solo provato a continuare la “sua” vita.
    Il fatto che possa essere considerato un modello (positivo o negativo) non dipende certo da lui.

    La sua “ossessione” è la stessa di ogni sportivo professionista. E non è così differente dal corridore della domenica che completa la maratona in 5 ore.

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: +19 (from 19 votes)
  12. Zanardi ha sempre cercato di veicolare un messaggio di speranza , di felicità verso la vita e di forza di volontà … mai del superuomo .
    Esagerava negli allenamenti e ne era ossessionato? Probabilmente , ma quelli sono fatti suoi. Non l’ho mai sentito bullarsi di questo ( devo fare elenco degli sportivi che lo fanno )?
    Ha sbagliato nel caso dell’incidente dell’altro giorno? Sembra di sì, e va sottolineato , non per la gravità del fatto , ma perché personaggio pubblico.
    Mi sembra un po’ pochino per un articolo del genere

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: +26 (from 26 votes)
  13. Direttore, l’ “ossessione” di zanardi non può essere valutata con la stessa misura di quella di un normodotato.
    E comunque, se il suo era un semplice allenamento (e non una gara mascherata), è sbagliato dire che abbia messo in pericolo qualcuno

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: +7 (from 7 votes)
  14. Io l’ho incontrato 11 anni fa in occasione di un evento per l’associazione da lui patrocinata http://www.bimbingamba.com
    Ho il ricordo di una persona incredibilmente decisa,ironica e autoironica con la capacita di farti capire esattamente quello che ti vuole dire
    Una giornata stupenda e una persona che ricordo stupenda.
    Se ci sono responsabilita di zanardi e di chi ha organizzato e giusto che non vengano taciute
    Di sicuro lui sta pagando eventuali sue colpe (stando a quanto si sa pare essere cosi)

    Il discorso dell’ossessione non capisco cosa voglia dire riferito al caso in questione per cui..boh…

    Mi spiace. Tremendamente

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: +20 (from 24 votes)
  15. Solo io le bicicarrettino le abolirei per legge? Invisibili, rasoterra e cosa volete che segnali quella bandierina minuscola? Poi caghiamo il cazzo a segway e monopattini?
    Domanda: Zanardi vince perché può permettersi di allenarsi così tanto rispetto agli altri?

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: -15 (from 23 votes)
    1. E se invece abolissimo l’anacronistico trasporto su gomma che in Italia è una follia portata agli estremi per far contenti Agnelli, Pirelli e le cooperative di stradini che si spartiscono gli appalti truccati?!

      Zanardi si allena quanto gli altri e corre alla pari degli altri, credo sia l’unico a vivere di pensione senza avere un cazzo da fare per guadagnarsi da vivere?!
      Lo sai che ci sono atleti Paralimpici che tra sponsor e ingaggi fanno gli atleti professionisti come un Nibali o una Pellegrini?

      VN:F [1.9.22_1171]
      Rating: +3 (from 19 votes)
  16. Ma infatti, la vita (soprattutto quella degli altri) va messa in pericolo facendo brummm brummm con la propria appendice fallica! Lí intervengono le supercazzole delle difese d’ufficio: il sole accecante, la nebbia, il fondo scivoloso, ecc. Poi intervengono giornalisti e titolisti, con tutta la loro malafede: auto impazzita, auto che ha perso il controllo, e via di puttanate assortite per non citare il vero colpevole. E tutti assieme appassionatamente fanno si che se uccidi con la pistola ti becchi 30 anni, se lo fai con l’appendice fallica qualche mese con la condizionale.
    Perché l’auto é libertà, ovviamente, e soprattutto soldi quando ti paga le inserzioni pubblicitarie o ti porta click e contatti.
    Spiace molto per il camionista che piange senza avere colpe, anche se in fondo gli é andata comunque meglio di tutti i parenti di ciclisti e pedoni uccisi dall’autocentrismo degli italopitechi (cit.) che in 20 anni di Indiscreto un articolo di solidarietà non l’hanno mai meritato.
    Ma insomma, cosa cazzo vuole sto Zanardi?! Non poteva starsene calmo in salotto a fare addominali per farsi i selfie da Instagram come CR7 o fare il paralimpico di maratona per portare la pancetta a spasso per il parco di Trenno dopo aver parcheggiato sull’erba?!
    Ve lo meritate il tamarro tatuato che vi sgomma in faccia rischiando di investire ragazzini pur di evitare autografi e interviste fuori da Milanello o Appiano Gentile, ve lo meritate!…

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: +4 (from 36 votes)
  17. @ cydella
    Non si tratta tanto di handbike, segway o skate Board , si tratta che tu hai la testa bacata.

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: +18 (from 20 votes)
    1. Può anche darsi, basta che tu sia in grado di argomentare.
      Ho detto che, per me, quelle bici rasoterra sono pericolosissime perché invisibili, molto peggio di qualsiasi bici, segway o altro, che almeno ti presentano un ostacolo in verticale.
      Dato che non sono esperto di paralimpici, ho chiesto se Zanardi adesso vince perché ha maggiori mezzi a disposizione.
      Ti sarei grato di una risposta.

      VN:F [1.9.22_1171]
      Rating: +2 (from 2 votes)
      1. uno che scrive “Solo io le bicicarrettino le abolirei per legge?” merita una risposta secondo te?

        VN:F [1.9.22_1171]
        Rating: +7 (from 7 votes)
        1. Poi fai anche il finto tonto…. non hai detto che “per me, quelle bici rasoterra sono pericolosissime perché invisibili” …. hai scritto “invece di rompere i coglioni a me e il mio segway, perchè non aboliamo le handbike a quegli handicappati?”.

          VN:F [1.9.22_1171]
          Rating: +6 (from 6 votes)
          1. Se scrivo “solo io” è ovvio che io stia esprimento un mio parere. Non sapevo che le bici a mano fossero solo per handicappati, ma un mezzo come tante altre minchiate presenti oggi sul mercato. Comunque, non ho né segway né monopattini, quindi ti sei inventato tutto tu e ti consiglio di limitarti a leggere quello che c’è scritto, dato che siamo su un forum, e non è possibile presumere/desumere altro.

            VN:F [1.9.22_1171]
            Rating: -2 (from 2 votes)
  18. Concordo sul fatto che l’ossessione e il superomismo sia la benzina di qualsiasi sportivo professionista (e anche di un bel po’ di amatori). Su Zanardi (e anche su Bebe Vio)c’è in più l’handicap che rende facile ai media la colata di retorica quasi certamente non richiesta dai protagonisti. Retorica che può fare danni inenarrabili a quelli che non riescono a farcela o a farcela meno rispetto al totem

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: +3 (from 3 votes)
  19. Il superomismo alla guida di una tamarrissima arcicoatta perniciosa pleonastica handbike…

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: +1 (from 1 vote)
  20. “Fosse passato un pullman avrebbe potuto uccidere decine di persone”. Perla passata inosservata, potrebbe aguzzare il sempre fervido ingegno terroristico, dall’autobomba alla handbike…

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: +12 (from 14 votes)
  21. “Ho detto che, per me, quelle bici rasoterra sono pericolosissime perché invisibili, molto peggio di qualsiasi bici, segway o altro, che almeno ti presentano un ostacolo in verticale.”

    Cioè non riesci a vedere chiaramente una bici rasoterra?
    In condizioni normali di visibilità?

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: +3 (from 3 votes)
  22. Che poi ,nel caso in questione, non è stato un problema di visibilità della bici rasoterra

    Bensi ,per errore/distrazione/fatalità/rottura in rigoroso ordine decrescente di probabilità, l’aver invaso la corsia opposta

    Siamo sempre qui….se contiamo gli incidenti per invasione di corsia da parte di autovetture capiamo che il problema non è la scarsa visibilità

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: +2 (from 2 votes)
  23. Vedi cani, gatti, persino sorci, figurarsi la handbike. E poi cosa c’entra con la dinamica specifica del sinistro?

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: +3 (from 3 votes)
  24. Sembra chiaro che il camionista lo abbia visto eccome e abbia fatto di tutto per evitarlo. Probabilmente se c’è ancora speranza lo si deve anche alla reazione del camionista. Altro che sono invisibili.

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: +2 (from 2 votes)
  25. È proprio sbagliato il concetto, perché le handbike sono ben visibili in strada. Sono scure, molto più ingombranti di quanto si capisca in foto, e quasi sempre in gruppo, oltre alla bandierina dietro.
    D’altra parte, se non omologate secondo standard di sicurezza vigenti, non circolerebbero.
    Molto meno visibile una bici singola.
    Ma se cammini come cristo comanda, vedi tranquillamente le une e le altre.
    Se poi si tratta che gli handicappati devono stare a casa, basta dirlo chiaro

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: +6 (from 6 votes)
  26. Direttore ma per caso i lettori sono aumentati nell’ultimo periodo?

    Siamo passati dall’avere lo scemo del villaggio (Gatto, spike, matrix, un po’ turno) a un villaggio di scemi, gente che passa, scrive cagate, pardon trappole, e se ne va tipo scoreggia nello spazio.

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: -9 (from 23 votes)
    1. Moltissmo, negli ultimi mesi siamo sempre stati sopra il milione di pagine viste, che scrivendo tre o quattro post al giorno al massimo è un risultato notevole… forse la gente è stata davvero in vacanza…

      VN:F [1.9.22_1171]
      Rating: +7 (from 9 votes)
    2. ahahahah disse il pazzo in contromano.

      Poteva fare una strage (cit.)

      VN:F [1.9.22_1171]
      Rating: +4 (from 8 votes)
  27. Zanardi lanciato a bomba contro l’ingiustizia

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: +2 (from 2 votes)
  28. @Cydella

    Provo a risponderti, sperando di riuscirci.

    1) Zanardi ha accesso a strutture di R&S (Dallara e Reparto corse BMW in primis) che gli permettono di avere materiale avanzato che agevola decisamente le sue imprese. Il resto è solo frutto del suo sforzo e della sua mentalità

    2) Il mito del superuomo è quanto di più distante esista dalla mentalità di Alex Zanardi persona. Se vi fidate, io l’ho capito in due incontri di lavoro (mio) molto differenti con lui.

    3) I piloti sono un mondo a parte che non deve essere capito perché se non sei uno di loro non parlerai mai la loro lingua. Stefano forse non ha mai avuto a che fare professionalmente con il motorsport e il suo mondo. Non è una critica, solo un dato di fatto. Forse il pezzo lo avrebbe scritto in modo differente… Ma il carattere e la mentalità di Zanardi uomo è semplicemente ammirevole.

    4) Un giro alle officine ortopediche di Budrio del Rizzoli potrebbe essere molto utile per capire chi sia l’uomo Zanardi. E quello che fa per chi ha limitazioni fisiche come le sue.

    5) Mi sembra di aver letto che lui fosse in gruppo (aveva aspettato altri partecipanti): il fatto visibilità proprio non esiste. E se il camionista ha cercato di evitarlo – come sembra accertato – ne è l’ulteriore conferma. Credo che la sfortuna sia stata l’impatto della faccia con il serbatoio e la struttura del telaio (ma questa è una mia supposizione). Ma avrebbe anche potuto finirci sotto!

    6) Il problema di una handbike è la limitata direzionalità e la minore manovrabilità rispetto a una bicicletta. Un cambio di direzione improvviso senza poter spingere con le gambe (il carico è ripartito dietro mi sembra di capire) può essere la conseguenza che ha portato all’impatto. La causa, molto probabilmente, è la traiettoria oltre la linea di mezzeria). Perché fosse lì (errore? disattenzione? guasto meccanico? strada dissestata?) non lo sappiamo ancora.

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: +9 (from 9 votes)
    1. Grazie della risposta. Non mi pareva di aver scritto niente di sconvolgente chiedendo perché Zanardi vincesse. Sul discorso visibilità, io le trovo pericolosissime, forse perché è un qualcosa che manco mi aspetto di trovare in strada e non ci ho proprio l’occhio.

      VN:F [1.9.22_1171]
      Rating: 0 (from 0 votes)
  29. “4) Un giro alle officine ortopediche di Budrio del Rizzoli potrebbe essere molto utile per capire chi sia l’uomo Zanardi. E quello che fa per chi ha limitazioni fisiche come le sue.”

    Quello che dicevo ieri sera.Confermo quanto detto da Rav

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: +2 (from 2 votes)

Lascia un commento