I primi influencer italiani

Chi sono i primi influencer italiani? Nel senso: chi sono gli influencer italiani che davvero fanno grandi numeri? Domanda d’attualità, dopo due mesi in cui per molti i social network sono stati l’unico contatto con il mondo per così dire reale e ci siamo ridotti a commentare le interviste di Bobone. Così, senza sapere niente, avremmo detto che la numero uno è Chiara Ferragni e la classifica del sito di Prima Comunicazione lo conferma.

Nel mese di aprile su tutti i suoi social network, da Instagram a Facebook, l’influencer cremonese ha avuto la bellezza di 74 milioni di interazioni. Che sono quelle che poi danno la misura dell’engagement, a sua volta fondamentale per stabilire quanto valga commercialmente un post. In altre parole, You Porn può anche fare più traffico, ma non c’è tanta gente che commenta (per dire cosa, poi?) o prende gli attori come modello da seguire nella vita (noi in realtà sì). Al secondo posto, con ‘soltanto’ 19,5 milioni di interazioni, è il marito di Chiara Ferragni, cioè Fedez.

Al terzo posto il mitologico Gianluca Vacchi, 9 milioni, che con i suoi balletti si diverte di più che con l’azienda di famiglia. Al quarto posto Benedetta Rossi con le sue ricette, ed è una sorpresa perché ci vengono in mente almeno dieci food blogger più famosi di lei, al quinto Diletta Leotta rilanciata dalle foto durante la quarantena con Scardina, in cui studia con tanto di occhialetto.

Curioso che al nono posto ci sia Valentina Ferragni, cioè la sorella di Chiara e la cognata di Fedez e che comunque nei piani alti della classifica ci sia una pletora di semisconosciuti, ma soprattutto semisconosciute: la modella e giornalista sportiva Ludovica Pagani, Alice Campello che sarebbe la moglie di Morata, Beatrice Valli che deve la sua fama a Uomini e Donne, il programma che più di tutti dice cosa sia diventata oggi Mediaset: da posto dei sogni per la classe media a spazzatura per tenere buono il proletariato.

Non manca mai il nostro non richiesto commento, che è il seguente: tolti la famiglia Ferragni, ormai inserita in un buon giro, e la Leotta che è sul confine, gli altri grandi numeri da social network sono basati su un tipo di popolarità che senza offesa per nessuno si può definire di Serie B. Una popolarità comunque produttiva e basata sulla propria creatività, non su raccomandazioni o rendite di posizione. Viva Chiara Ferragni, quindi, ma anche Beatrice Valli.

VN:F [1.9.22_1171]
Rating: 6.9/10 (12 votes cast)
I primi influencer italiani, 6.9 out of 10 based on 12 ratings

22 commenti

  1. Vai Gobbo scatenati! 😄

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: +3 (from 3 votes)
  2. Pare che presso la brillante universita’ LUM ci sia un corso di laurea su Influencing e Social Media.

    A volte essere ”troppo vecchio per queste cose” ha i suoi vantaggi.

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: +11 (from 13 votes)
  3. Ragazzi…siamo il centro del mondo
    rassegnatevi

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: +1 (from 5 votes)
  4. Mi scusi direttore ma con il mio più 100 secondo lei posso diventare anche io influencer?
    😊

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: +16 (from 22 votes)
    1. Si dice che con 2.000 follower veri si inizi a mangiare gratis in qualche ristorante, ma non ti so dire se è vero perché non li ho…

      VN:F [1.9.22_1171]
      Rating: +7 (from 7 votes)
  5. Ma non c’è Taylor Mega in questa classifica? Lei non dice di campare grazie al suo mestiere di influencer?

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: +4 (from 4 votes)
    1. Forse intendeva il suo culo 😀

      VN:F [1.9.22_1171]
      Rating: +9 (from 9 votes)
  6. Sulla cuoca Benedetta Rossi c’è stata di recente una polemica per insulti da parte di follower di Benedetta Parodi… che tra l’altro non vedo nella Top.

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: 0 (from 2 votes)
    1. Le ricette di Benedetta Rossi sono ancora più semplici di quelle del leggendario Guerrino, su Telenova… forse il suo segreto è questo…

      VN:F [1.9.22_1171]
      Rating: +5 (from 5 votes)
      1. ma guerrino, quello di “a dio piacendo”?

        convintissimo che non potesse i varcare non dico regionali, ma dei canali visibili solo tra padova, vicenza, venezia e treviso.

        VN:F [1.9.22_1171]
        Rating: +1 (from 3 votes)
        1. Proprio lui! Un mito, per il quale già il riso in bianco era un piatto creativo… le padelle che usava per i soffritti erano le più ammaccate dell’universo

          VN:F [1.9.22_1171]
          Rating: +6 (from 8 votes)
          1. se non erro gira in vendita su internet la collezione dei suoi dvd serie completa a circa 500 euro….

            VN:F [1.9.22_1171]
            Rating: 0 (from 2 votes)
          2. non hai mai visto le padelle di Jamie Oliver?

            VN:F [1.9.22_1171]
            Rating: 0 (from 0 votes)
        2. Andrea, fino a pochi anni fa era una star di Telenova.
          Ed in effetti era adattissimo a quel tipo di pubblico…

          VN:F [1.9.22_1171]
          Rating: -1 (from 9 votes)
  7. e Paola Saulino alias Insta_paolina???

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: +4 (from 6 votes)
    1. ahahahah Paola Saulino é la migliore 😀

      TOP!

      VN:F [1.9.22_1171]
      Rating: +2 (from 4 votes)
  8. Mi sembra di aver già citato qua questo evento, che mi ha aperto gli occhi sul mondo degli influencer: mio cugino organizza safari, e non avevamo mai trovato un modo a buon mercato per promuovere il suo sito. Poi per caso una influencer, G.V. (770k follower ora ), ha fatto un suo safari e ha citato il suo profilo instagram tre volte, senza neanche prendere soldi, ma solo in cambio di uno sconto sui campi, apriti cielo: mio cugino ha ricevuto più di 100 richieste di preventivi e ne ha chiusi più del 10%, e si parla di viaggi da 7-10k a persona, tanto che quest’anno aveva pianificato di mandare l’influencer gratis in Africa per due settimane. Queste sono cifre PAZZESCHE, per fare numeri del genere con la pubblicità Facebook o Google devi spendere cifre molto più alte e hai molta meno conversione dei lead, perchè la conversione praticamente la fa l’influencer.
    Io credo che molti influencer non abbiano chiaro i soldi che muovono, quelli che lo hanno chiaro tipo la Ferragni infatti ormai non fanno più nulla senza compenso, anche se per me poi la vita a quel punto diventa noiosa

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: +12 (from 14 votes)
    1. In realtá Nicola, non é proprio cosí. Avere una citazione “a gratis” é mooolto difficile, fidati.
      Tuo cugino ha avuto una botta di culo 😀 ma ormai nessuno si muove senza compenso (pure i finti influencer. anzi soprattutto).

      VN:F [1.9.22_1171]
      Rating: +5 (from 5 votes)
    2. Molto acqua e sapone lei.

      Carina, non la solita zoccolona da Instagram.

      VN:F [1.9.22_1171]
      Rating: +2 (from 2 votes)
  9. Anche perchè l’influencer e instagram per un brand rimpiazzano il lavoro di un agenzia di pubblicità, un agenzia di produzione dello spot e di una televisione, cioè una marea di soldi. Secondo me il mercato degli influencer è ancora molto sottovalutato

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: +4 (from 6 votes)
    1. Confermo.
      Io con un post su Instagram e due tag (cioè il nulla) ho avuto in regalo un telaio bici da pista top di gamma (4000€ circa di valore economico, 7000€ per la bici completa).
      Non oso immaginare chi smuova numeri infinitamente più grandi…

      VN:F [1.9.22_1171]
      Rating: -2 (from 14 votes)
  10. “Influencer” mi sa un po’ di “tronista”. Quelle etichette che non si capisce bene se la gente è felice di avere. Forse all’inizio. Dopo un po’ inizi a dire: “Basta, non chiamatemi più così”.

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: +5 (from 5 votes)

Lascia un commento