E.T. o Alien?

E.T. l’extra-terrestre di Steven Spielberg (e Carlo Rambaldi per l’iconico protagonista, quello originale e non ‘corretto’ dalla versione in CGI), che stasera alle 21.30 (su Italia 1) rivedremo per l’ennesima volta, è un film che ha fatto la storia della fantascienza per famiglie, versante buono se non buonista. La storia, notissima, è quella dell’alieno botanico curioso, smarritosi sulla Terra, trovato da un ragazzino (Elliott), e che chiede aiuto per ‘telefonare’ a casa e farsi venire a riprendere.

Diciamo fantascienza per famiglie – potremmo anche dire alla Spielberg – perché alla sua uscita, siamo nel 1982, E.T. era di fatto l’antitesi all’idea di extra-terrestre cattivo e pericoloso, spaventosamente proposta in film simbolo come Alien di Ridley Scott del 1979 (solo per fare un nome e restare in ambito Rambaldi) e seguenti.

Poi si potrebbe anche dire che alieno a parte, e relativa astronave, di fantascienza intesa come futuro basato su evoluzioni tecnologiche solo immaginabili ce n’è poca, essendo E.T. un film in tutto e per tutto calato nella sua epoca di riferimento. I teenager giocano a Dungeons & Dragons, scorrazzano in BMX e indossano hoodies, camice a scacchi sopra una maglietta, jeans, oltre a rigorose scarpe sportive ancora oggi disponibili (riuscite a riconoscerle?).

Ecco, per certi versi un mondo – riferendoci in questo caso a quello maschile – che se parliamo di ‘casual’ a 38 anni di distanza non sembra così cambiato, visto che le mode e determinati stili hanno i loro corsi e ricorsi storici. Ma anche un mondo che su altri fronti vedrebbe l’oggi sì come una piccola fantascienza, tra evoluzioni su robotica, intelligenza artificiale, senza contare tutto quanto ruota attorno a Internet e al digitale predominante nelle nostre abitudini. Poi mancano (ancora?) gli altri mondi, anche se un rover che gironzola su Marte mandando foto è già una piccola soddisfazione.

Per il resto E.T. fu un enorme successo al botteghino e di immagine, mentre il videogioco realizzato all’epoca si dimostrò il classico ‘gioco che non vale la candela’ generando grosse perdite. Nel mentre il personaggio diventò comunque un’icona aliena buona fino ad oggi laddove l’alieno del film di Scott era quella cattiva, ancor in più essendo calato in un ambiente ben oltre il claustrofobico. Il che ci porta infine a ragionare su quale alieno vorremmo incontrare e vivere. Insomma E.T. o Alien? La risposta potrebbe apparire scontata, eppure…

E.T. o Alien?

Guarda i risultati

Loading ... Loading ...
VN:F [1.9.22_1171]
Rating: 9.3/10 (6 votes cast)
E.T. o Alien?, 9.3 out of 10 based on 6 ratings

16 commenti

  1. 2 capolavori, ma scelgo ET perché é un film che se lo vedi da bambino non dimentichi (anche Alien, ma per altri motivi…)

    Drew Barrymore o Sigourney Weaver? 😀

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: -4 (from 8 votes)
  2. E.T. perché ci fa sempre piangere, il distacco più straziante nella storia del cinema. Ma anche perché summa dello spielberghismo migliore, senza derive didascaliche. Poi chiaramente l’Uomo Indiscreto pensa che dopo Duel il vero Spielberg sia morto, ma noi piccolo borghesi sappiamo accontentarci

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: +3 (from 11 votes)
    1. Ma che stai dicendo, Director… Spielberg puo’ essere simpatico o no, ma ha girato capolavori in tutte le eta’, da Indiana Jones a Schindler’s List.

      VN:F [1.9.22_1171]
      Rating: +1 (from 7 votes)
  3. E.T. per il trotto, Alien per il massacro.
    Il mostro di Ridley Scott e’ in assoluto l’antagonista piu’ antagonista, piu’ cattivo e feroce della storia del cinema.

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: +7 (from 9 votes)
  4. Matrix, Sigourney Weaver 100 a 0 😄

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: -2 (from 6 votes)
  5. per compagnia ET, se siamo in compagnia dei Predator allora anche Alien va bene.

    comunque lo xenomorfo di Alien è la disgraziata creatura di una civiltà evoluta e potente che ha creato anche l’uomo. in questo sono anche più evoluti di quella di ET.

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: -1 (from 1 vote)
  6. ET visto una volta e trovato noioso, mentre Alien e’ uno dei topoi della mia gioventu’.

    Ho visto tutti i film, e nel caso di Aliens oltre 15 volte. Ho giocato a tutti i vari AvP, fino allo sfinimento.

    Alien e’ l’espressione piu’ grafica del male, una summa di tutto cio’ che e’ cattivo e negativo. Simbolo dei limiti della scienza e della conoscenza, allegoria della guerra del Vietnam, ha esaltato al tempo stesso Scott, Cameron e Fincher, che e’ come dire Ronaldo, Messi e Neymar.

    Quale incontrare e vivere? Non sarebbe male vivere Alien, ma anche incontrarlo e riuscire a ucciderlo.

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: +3 (from 7 votes)
  7. A proposito di videogiochi, AvP (Alien vs Predator) era un multiplayer fantastico da giocare con amici che aveva un’ambientazione perfettamente in linea con il film.
    Da incontrare, senza avere un lanciagranate o una mitragliatrice autopuntante, certamente E.T.

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: 0 (from 2 votes)
    1. ET lo ammazzi anche con un’occhiataccia 😀

      VN:F [1.9.22_1171]
      Rating: +1 (from 3 votes)
  8. Alien tutta la vita, in primo luogo perchè i film che finiscono male li preferisco poi perchè SIgourney Weaver in mutandine e canotta mi ha fatto venire voglia di reincarnarmi nel gatto Jonesy….
    Si Duel è meraviglioso (tratto da un racconto altrettanto meraviglioso di Matheson quello di Omega Man by the way) sopratutto perchè fatto con due lire e senza tempo ma per me il vero capolavoro di SS è Lo Squalo, rivisto anche l’altra sera… Sarà la gigantesca prova dei tre protagonisti, certe soluzioni tecniche, il filone che ha inaugurato, l’impatto sul pubblico ma se scorro la lista dei film di Spielberg che seguirono non trovo eguali…

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: +2 (from 6 votes)
    1. Prima che qualcuno lo nomini, non ho MAI visto un episodio di Guerre Stellari. Mai.

      Ho un cliente che e’ uguale al maestro Yoda (giuro), ma non sapevo nemmeno come si chiamasse (yoda) e ho dovuto chiedere a un collega 😀

      VN:F [1.9.22_1171]
      Rating: +4 (from 4 votes)
      1. potevi chiamarlo Maestro dei 5 Picchi, che è lo Yoda “messicano non iscritto all’albo”

        VN:F [1.9.22_1171]
        Rating: +2 (from 2 votes)
  9. La domanda era “Il che ci porta infine a ragionare su quale alieno vorremmo incontrare e vivere. Insomma E.T. o Alien?”, il 70% che ha votato Alien presumo sia lo stesso che sarebbe disposto a perdere la vita per il Covid pur di avere in cambio un po’ di borsa per gli ultimi istanti di vita.
    Voto ET, un po’ per le emozioni di quando ero bambino è un po’ perché da snob ho sempre trovato stucchevoli quei filoni testosteronici (dalla fantascienza cazzuta tipo Alien ai picchia picchia stile Can Damme ecc…).
    Alien è un capolavoro in tutto, dal soggetto alla scenografia, che personalmente ho portato ad un esame in Accademia (a proposito, va bene il mainstream nazionalpopolare ma non si può citare Rambaldi e non Giger…), però per quanto mi riguarda un’altra rottura di coglioni infinita tipo la citata Guerre Stellari. A quel punto di minori pretese (molto minori…) preferisco “la Cosa”, che quantomeno aveva meno strascichi… 😝

    Ps: nei sondaggi la Weaver vince perché la paragonate alla Barrymore di 5 anni di ET, vero?!… 😜

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: -3 (from 9 votes)
    1. La Weaver ben poco femminile, nemmeno quando ero adolescente e mi sarei fatto qualsiasi cosa riusciva a farmi qualche effetto

      VN:F [1.9.22_1171]
      Rating: -1 (from 3 votes)
  10. Il distacco più straziante della storia del cinema, contro il male + cattivo elevato alla ferocia della storia del cinema?
    Film belli entrambi per motivi diversi, se scelgo l’alieno da incontare la risposta ovvia sarebbe ET.
    Se scelgo il FILM scelgo Alien la triLLLogia, Alien, Aliens, Alien 3 poi anche basta. Clonazione Covenant e Prometheus non benissimo.
    Alien molto adatto a questi tempi di covid, predatore sconosciuto, difficile da contrastare che crea scazzi nell’equipaggio…

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: 0 (from 0 votes)

Lascia un commento