Domenica bestiale

Sapessi amore mio come mi piace partire quando Milano dorme ancora vederla sonnecchiare e accorgermi che è bella prima che cominci a correre e ad urlare”. Così cantava Fabio Concato in uno dei suoi primi successi, Domenica Bestiale. Correva l’anno 1982, e noi l’ascoltammo per la prima volta un pomeriggio alla radio.

Era il momento in cui Milano aveva iniziato a diventare quella ‘da bere’, nel decennio per noi fantastico delle nuove scoperte ma anche del debito pubblico, del quale poi avremmo pagato le conseguenze da adulti. Ma era anche la Milano in moto perpetuo, una città della quale chi non la viveva ogni giorno si faceva a volte un’idea sbagliata, stupendosi di gente che camminava a passo svelto (quante volte abbiamo sentito dire “i milanesi corrono sempre”) invadendo le strade da prima mattina a tarda sera, senza fermarsi mai.

Tante cose sono successe fino ad oggi, tra ribaltamenti politici, successi e insuccessi (compresi quelli calcistici) e impatti di crisi finanziarie internazionali, ma Milano – una città da settimane fermata dal coronavirus in un momento di grande fermento – pure nelle inevitabili trasformazioni era sempre rimasta un insieme che correva e urlava, ricostruendo e trovando sì il modo di sonnecchiare ma poi anche di ripartire.

E così dovrà di nuovo essere, anche se quando finirà l’emergenza non sarà (saremo) più inevitabilmente la stessa nei modi e nei tempi. Ecco che bisogna cercare già oggi di ragionare in anticipo sul prima e il durante, per costruire (anzi fare) al meglio il dopo, condizioni e incognite permettendo. Ricordando nel mentre come e con chi trascorrevamo le nostre domeniche (bestiali?), e immaginando come potranno essere in futuro, magari andando anche noi al lago per poi fingere di essere sul mare.

VN:F [1.9.22_1171]
Rating: 8.2/10 (10 votes cast)
Domenica bestiale, 8.2 out of 10 based on 10 ratings

9 commenti

  1. Paolo la stai seguendo la quarta stagione della Casa di carta su Netflix?

    SPOILER durante il matrimonio di Berlino i personaggi cantano le hit della musica leggera italiana di fine anni 70, inizio 80… Tozzi, Battiato… 😃 END SPOILER

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: 0 (from 2 votes)
  2. Morati si deve ancora riprendere dalla videodedica di Recoba che canta Il ragazzo della via Gluck
    Una combo micidiale 🙂

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: 0 (from 2 votes)
    1. Noooo….dove?? 😲

      VN:F [1.9.22_1171]
      Rating: 0 (from 2 votes)
        1. Grandissimo 🔝🔝

          VN:F [1.9.22_1171]
          Rating: +2 (from 4 votes)
        2. Ottimo recoba!

          PS
          Ma solo a me sembra che il nostro, che ha giocato fino a poco tempo fa, abbia un fisico da 60enne che non ha mai fatto sport in vita sua?

          VN:F [1.9.22_1171]
          Rating: 0 (from 2 votes)
          1. Beh, Platini e Ancelotti erano così 2 anni dopo aver smesso…

            VN:F [1.9.22_1171]
            Rating: 0 (from 2 votes)
            1. Beh, Recoba era così quando stava ancora giocando.

              VN:F [1.9.22_1171]
              Rating: +1 (from 1 vote)
  3. Paolo, abbiamo già il tormentone della quarantena estiva.

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: -1 (from 1 vote)

Lascia un commento