I prezzi delle case scenderanno?

Come inciderà il coronavirus sul valore delle nostre case? Domanda non proprio di nicchia, visto che il 72% degli italiani vive in una casa di proprietà. Ci è venuta in mente due settimane fa, prima dei vari decreti e restrizioni, quando un agente immobiliare di nostra conoscenza ci ha detto “Nessuno compra o vende niente, zero telefonate per informazioni, zero appuntamenti. Mi sa che chiudiamo per un mese, poi si vedrà”.

Per quanto riguarda i prezzi delle case, nessuno ha la risposta esatta ma eviteremmo il semplicistico confronto con le attività finanziarie: certamente la nostra casa non ha perso nell’ultimo mese il 35%, come è avvenuto all’indice FTSE MIB, ma qualsiasi confronto di medio periodo premia nella media l’investimento azionario rispetto a quello immobiliare.

Di sicuro nel nuovo mondo che nascerà nel post coronavirus la mobilità non sarà più quella a cui eravamo abituati: meno turismo, con tanti saluti a chi ci raccontava la bellezza di un paese deindustrializzato (la Florida d’Europa cara a Briatore), meno incontri fisici di lavoro, meno viaggi improvvisati visto il maggior numero di controlli di ogni tipo (decidere all’ultimo momento di andare a Tottenham-Burnley non sarà possibile), meno obblighi di presenza.

Il bilocale preso per investimenti del genere Airbnb o studenti in nero, che aveva raggiunto quotazioni altissime, dovrebbe quindi ridimensionarsi di molto e non è soltanto questione di Salone del Mobile o eventi vari. La casa di dimensioni significative, diciamo dai 100 metri quadrati in su, una volta ripartito tutto dovrebbe invece apprezzarsi, soprattutto se è di costruzione recente: basta una sola persona del nucleo familiare che lavori ogni tanto da casa per rendere credibile questo scenario. Diventerà fondamentale, ancora più di oggi, abitare in una zona decente e con tanti servizi: il mondo in cui prendevamo l’auto e andavamo dove ci pareva e dove ci serviva stava sparendo già prima del coronavirus.

Le seconde case, nel 90% dei casi zavorra invendibile, che invendibile in gran parte rimarrà, potrebbero adesso godere di un mini-rialzo perché l’era del distanziamento sociale renderà le persone più diffidenti verso gli alberghi e qualsiasi struttura affollata. Certo nessun agente immobiliare che sia davvero vostro amico vi consiglierebbe di investire su una seconda casa, ma l’uso può in questo caso vincere sulla convenienza finanziaria.

VN:F [1.9.22_1171]
Rating: 8.4/10 (11 votes cast)
I prezzi delle case scenderanno?, 8.4 out of 10 based on 11 ratings

24 commenti

  1. Io credo che i prezzi scenderanno se non altro per una minore liquidità e disponibilità di noi tutti.
    Ma non credo allo scenario apocalittico del non toccarsi più o non poter viaggiare.
    Tutti sembrano esprimere un desiderio di riprendersi la propria vita e di non sciupare occasioni, in piccolo immagino un effetto baby boom dopo la 2° seconda guerra mondiale.
    L’alternativa sarebbe morire tutti, di malattia o di stenti

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: +7 (from 7 votes)
  2. Mi immagino che vendera` chi si trova sul lastrico a -30% rispetto al prezzo di un mese fa, e vendera` a statali o pensionati.

    Il 72% avra` una casa di proprieta`, ma anche la prima casa e` un rudere invendibile o un’oscena bifamiliare di 300 mq degli anni 70.

    Chi viaggia spesso non puo` che essere felice di spostarsi di meno, destino comunque inevitabile anche senza coronavirus.

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: +2 (from 4 votes)
  3. Aldilà del momento piu o meno lungo del coronavirus, non stiamo un po ingigantendo gli effetti sul medio lungo periodo? Cioe nemmeno il terrorismo ha impedito a miliardi di persone di muoversi sempre di piu, trovate le misure al coronavirus non vedo perché dovremmo viaggiare e vivere diversamente.

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: +13 (from 13 votes)
    1. Il terrorismo ha riguardato, con vari ruoli, qualche migliaio di persone in poche città, ma soprattutto non era al centro dei pensieri degli ‘altri’ al di là del consenso che indubbiamente c’era in varie realtà (il vero tabù è ancora questo). Qui stiamo parlando di paura seminata in chi va al supermercato, io fino a qualche settimana fa sottovalutavo il problema ma tuttora penso che sia più facile uscirne dal punto di vista medico che da quello psicologico… Qualcuno sta in questo momento sta pensando di comprare un’auto o a dove andrà in vacanza in agosto?

      VN:F [1.9.22_1171]
      Rating: +4 (from 12 votes)
      1. Stefano, sottovaluti il fatto che di solito la memoria del uomo e’ cortissima. Gia’ un mese dopo che si torni alla normalita’, ci si concentrera’ sugli schemi di Sarri. Nel 2000 parechi ci hanno lasciato la pelle nella bolla dotcom e solo dieci anni dopo hanno lasciato la pelle di nuovo con i subprime mortgages . Cosa ti fa pensare che questa volta sara’ diverso?

        VN:F [1.9.22_1171]
        Rating: +15 (from 15 votes)
        1. concordo con Tani.

          VN:F [1.9.22_1171]
          Rating: +4 (from 4 votes)
        2. Puoi perdere tanti soldi, come è avvenuto a tanti fra dotcom, bond argentini, Lehman e altro, ma tranne che in qualche caso non si può dire che la vita sia cambiata per qualche errore fatto in Borsa. Adesso è diverso: non drammatizzo i fatti sanitari, che pure sarebbero drammatici, ma vedo che nessuno ha una minima idea del day after.

          VN:F [1.9.22_1171]
          Rating: -2 (from 4 votes)
          1. Ste’, il tuo discorso e’ giusto, ma siete cresciuti con il culo nel burro per troppo tempo. Parafrasando Ferradini, “parli da uomo impaurito… 🙂
            Nel 1997 in Albania scopio’ una guerra civile. Circa 3800 morti, 5000 feriti, strade (a Valona soprattutto) governate da bande di criminali. Zero polizia, zero esercito. Gente chiusa in casa per quattro mesi mangiando pane tostato e formaggio. Meta’ della popolazione di Valona perse le case (che era l’unica cosa che avevano). Tutto il resto perse tutti i risparmi. Uscire di casa significava prendere un proietile da una direzione sconosciuta. Dentro casa dovevi muoverti abbasandoti sotto la finestra, perche il proietile poteva arrivarti anche li’. Vent’anni dopo, in pochi se lo riccordano. Chi perse la casa (come i miei suocceri) se ne compro’ una piu brutta e piccola. E la vita continuo’.
            Ci riprenderemo e la mia preoccupazione e’ quella opposta alla tua: non impareremo un cazzo.

            VN:F [1.9.22_1171]
            Rating: +23 (from 23 votes)
      2. Francamente si e mi girerebbero abbastanza se non potessi farmi delle ferie al mare. In alternativa resto qua ma se non c’è piu rischio o si è trovata cura davvero non vedo cosa potrebbe cambiare. Non sto minimizzando nulla ma se mentalmente ci stizmo chiudendo in casz a vita allora ragazzi uscite e estinguetevi sul serio.

        VN:F [1.9.22_1171]
        Rating: +4 (from 6 votes)
        1. Jer, quest’estate sul Jonio. 5 settimane/. E ‘nto culu al resto

          VN:F [1.9.22_1171]
          Rating: +4 (from 4 votes)
          1. penso che, a iddio piacendo, quest’anno la calabria saudita sarà la meta più ambita.

            VN:F [1.9.22_1171]
            Rating: +2 (from 4 votes)
  4. io stavo cercando, a Milano, proprio prima della quarantena.. con settimane passate a cercare i venditori, che ormai ti trattano (trattavano?) come il professore universitario quando chiedi un appuntamento.

    appena è cominciato il tutto mi sono detto che spostarmi per vedere case o approfittare del blocco per avere sconti forse era una cavolata (dopotutto devi girare mezza città, stringere mani qua e là, mettere le mani dappertutto..)

    sinceramente spero, da possibile acquirente, che ci sia un calo di prezzi e credo ci sarà visto che mille persone avranno meno soldi da spendere.
    … e se invece il prezzo salisse? meno soldi in giro ma gente che pensa di spendere in altro modo i soldi messi da parte “per i due mesi di crociera nella valle del Nilo”..

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: 0 (from 0 votes)
    1. Non ho capito la metafora del barone universitario, cioè ti rimbalzavano con fastidio?!

      VN:F [1.9.22_1171]
      Rating: -4 (from 4 votes)
      1. esatto!
        tu chiedevi “per favore” una cosa che era parte del loro lavoro (es. le date di un esame), loro rispondevano con fastidio solo quando strettamente necessario (bloccati in ascensore / bloccati sulla porta dello studio).
        Allo stesso modo l’agenzia non risponde alle mail, non risponde al telefono e quando riuscivi a beccarli chiedi per una casa, ti chiedono tutti i dati la referenza ecc per poi dirti “comunque c’è già una proposta”.. al che “ma ha altro disponibile?” “guardi non so, al momento no, poi guardi il sito e mi chiami”.

        cioè gli devi chiedere “per favore” per dargli soldi

        VN:F [1.9.22_1171]
        Rating: 0 (from 0 votes)
  5. Io spero che tutti quando questo mostro finirà ci tireremo su le maniche e cercheremo di recuperare il tempo perduto. Non sarà facile ma sarà il dovere morale della nostra generazione.

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: +4 (from 4 votes)
  6. Io stavo cercando un’auto, mi sono fermato ovviamente, ma il pensiero è rimasto. Ahimè sono diminuite le disponibilità.
    Per l’estate invece so già dove andrò, spero solo di poterci andare

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: +2 (from 2 votes)
  7. “Per l’estate invece so già dove andrò,..”

    Anch’io 🙂

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: 0 (from 2 votes)
  8. io volevo portare i bambini in calabria a giugno, per fortuna non avevo già prenotato, eventualmente farò un last minute. per il resto andrò in montagna.

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: +1 (from 3 votes)
  9. Ovviamente a San Benedetto.
    Per l’emergenza hanno pure inaugurato l’ospedale
    in anticipo …

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: 0 (from 0 votes)
  10. Tani, quoto anche le virgole del tuo penultimo intervento e allargo il discorso della tua ultima frase.
    Ad un mio amico che prevedeva scenari di cambiamento in stile Rocky che davanti a Gorbaciov urla “tutto il mondo può cambiare” ho detto chiaramente e testualmente “ma cosa cazzo vuoi che cambi dopo? Non cambierà proprio nulla”.
    Ogni argomento o ogni convinzione è dopata dal fatto che chi più chi meno ci stiamo cagando tutti per questa cosa. Perché uccide le persone e perché soprattutto non avevamo mai avuto nessun momento di difficoltà comparato a questo; perché siamo stati fortunati e le cose che ci indicavano come problemi vitali erano solo cazzate.

    Tutti questi propositi di cambiamenti, di imparare dal passato etc somigliano più a patetici fioretti del tipo “ok prometto che se mi salvo cambio” che non ad una reale capacità di migliorare atteggiamenti o scelte già fatte in passato.

    La persona normale vuole solo una cosa: tornare alla normalità facendo i suoi sbagli e dicendo e facendo le sue cose senza che nessuno gli rompa le palle.
    L’effetto Dunning-Krueger e cioè che lo stupido è talmente stupido da non rendersi neanche conto di essere stupido avrà l’ennesima conferma ed appunto non cambierà proprio un cazzo. Figurati se può arrivare a capire la lezione ed applicarla al futuro (in qualsiasi campo).

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: +7 (from 9 votes)
  11. Non per fare i fenomeni, ma se i risparmi vengono gestiti con un minimo di raziocinio, alias diversificazione, si possono pure perdere (o guadagnare) dei soldi in borsa, ma non si va incontro a una tragedia. Pertanto, a mio parere, comprare un bilocale da affittare al percettore di RdC potrebbe pure essere un buon investimento, in funzione degli altri investimenti già fatti.

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: -3 (from 3 votes)
  12. Io rispondo a tutte le domande degli studenti, anche le piu` cretine come la data degli esami di corsi in cui non sono titolare (sigh), e sto fino alle 4 del mattino a preparare lezioni, anche se non faccio selfie con il graffietto della mascherina mentre ci sono pazienti intubati nella stanza di fianco.

    Che i prezzi salgano e` semplicemente impossibile, al massimo perderanno poco a Milano centro e altre zone prestigiose.

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: +2 (from 4 votes)
  13. Transu
    Mi sono perso i motivi di questa tua crociata contro i medici

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: 0 (from 0 votes)
  14. intanto qualcuno preferisce l’edilizia popolare…

    https://www.dagospia.com/rubrica-29/cronache/sciacalli-virus-ndash-alcune-persone-milano-stanno-approfittando-230942.htm

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: +1 (from 1 vote)

Lascia un commento