Van Basten o Sacchi?

Il miglior Milan di Berlusconi va identificato con Marco van Basten o con Arrigo Sacchi? L’uscita in Italia dell’autobiografia di Van Basten, di cui abbiamo scritto anche sul Guerin Sportivo, e una bellissima intervista di Marco Imarisio su Sette, sono il pretesto per una discussione eterna e che non si applica soltanto al calcio, anche se il giochino potremmo farlo anche con Cristiano Ronaldo-Sarri e tante altre situazioni.

In realtà l’intervista, ma anche il libro, sono incentrati sul Van Basten uomo, ma questo non toglie che una normale antipatia, peraltro limitata agli aspetti calcistici, sia indicativa di visioni del mondo diverse. Gli individui o il sistema? Chi fa o chi teorizza? Chi è nell’arena o chi ne è ai bordi? Risposte che in Fragile (BASTA il titolo olandese) ci sono, risposte onestamente di parte.

Se il fuoriclasse di una squadra è destinato prima o poi ad entrare in conflitto con l’allenatore, cosa dire quando una squadra, come quel Milan, di fuoriclasse ne ha sei o sette? Non vogliamo influenzare il voto, del resto spesso siamo in minoranza anche su Indiscreto, ma quando Van Basten dice che Sacchi non ha inventato niente e che era bravo a farsi amici i giornalisti che poi avrebbero parlato di ‘Milan di Sacchi’ dice secondo noi il vero. Anche perché istintivamente, ma anche inconsapevolmente, il giornalista e il tifoso sanno di non essere in grado di replicare le prodezze di un campione mentre con un allenatore l’identificazione è più immediata (anche se ne capiscono-capiamo cento volte meno di un allenatore di serie C). Insomma, ci siamo spiegati. Van Basten o Sacchi?

Van Basten o Sacchi?

Guarda i risultati

Loading ... Loading ...
VN:F [1.9.22_1171]
Rating: 7.3/10 (10 votes cast)
Van Basten o Sacchi?, 7.3 out of 10 based on 10 ratings

50 commenti

  1. La mamma o la vecchia che ti bucava i palloni?

    Un bel tiramisu o una badilata di merda?

    Seredova o D’amico?

    Krol o Bonucci?

    Kohler o Chiellini?

    Maradona o Cr7?

    Fallaci o Boldrini?

    detto questo…l’uscita su Sacchi a me non è piaciuta.

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: +3 (from 27 votes)
    1. Sono d’accordo quasi completamente.

      Io mi bomberei la damico 😀

      VN:F [1.9.22_1171]
      Rating: -6 (from 16 votes)
  2. Memorabile una recente telecronaca (forse Spal – Juve ) dove pigliavano per il culo Pessotto perchè era seduto di fianco a Sacchi che lo ha asciugato tutta la partita.
    Cmq votato Van Basten, Sacchi veramente insopportabile come tutti quelli che se la menano troppo anche in relazione a cose importanti che hanno fatto.

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: +5 (from 9 votes)
  3. Non mi sembra che Van Basten dica cose nuove….solo in Italia si può pensare che uno come Sacchi abbia inventatoil calcio….basta vedere poi come è andata a finire.

    Il Milan ha continuato a vincere…Sacchi è sparito, non prima di averci fatto perdere un mondiale contro il Brasile più scarso della storia schierando Signori (3 volte capocannoniere in serie A) centrocampista di sinistra, mentre all’Eurpeo ’96 facendo turn-over alle 2a partita a qualificazione ancora in discussione.

    Per me Van Basten, Sacchi è un mediocre elevato a genio dalla pochezza della stampa italiana.

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: +21 (from 31 votes)
    1. Chiaramente Budreri.
      Che si firma Stefano.
      No all’anonimato in rete.

      VN:F [1.9.22_1171]
      Rating: -1 (from 1 vote)
      1. No non sono Budreri, anzi.

        Ribadisco il mio pensiero, 10 -100 -1000 Van Basten (ps.: non sono milanista fra l’altro). Bellissima intervista, meraviglioso il passaggio dove l’olandese dice che Sacchi è stato bravo, si ma a farsi amici i giornalsti….Arrigo, Arrigo…..simbolo di un’Italia dove il mediocre viene elevato a Genio

        VN:F [1.9.22_1171]
        Rating: +1 (from 3 votes)
  4. Una delle più belle interviste a un calciatore che abbia mai letto negli ultimi anni. Bravo anche il giornalista. La parte non calcistica è quella più interessante, però è sempre istruttivo leggere che quando parla di quel Milan il primo riferimento è alla difesa, una delle più forti al mondo di tutti i tempi, se non la più forte in assoluto. Sul sondaggio, il mio voto a Van Basten è ideologico non tanto per avversione a Sacchi come persona (non certo un campione di modestia, ma non lo era nemmeno Hemingway, e ha scritto capolavori), quanto al sacchismo come cultura sportiva che ha portato a quello che vediamo oggi, a tanti giocatorini che fanno il loro compitino, a mille all’ora certo, ma sempre compitino resta.

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: +15 (from 21 votes)
  5. Sacchi sta al calcio come Mogol sta alla musica. Entrambi con buone idee rese vincenti da interpreti fuori dal comune che poi però sono diventati guru di stocà grazie alla complicità della stampa italiana.

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: +10 (from 18 votes)
  6. Van Basten ha fatto quel discorso secondo cui nel calcio si fa come i bambini.. “io do una cosa a te, tu dai una cosa a me”. Praticamente si sono valorizzati a vicenda allenatore e giocatori.

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: -7 (from 13 votes)
    1. Tyu Tyu, potresti gentilmente spiegarmi chi (complemento oggetto) avrebbe Sacchi (soggetto) valorizzato di quel Milan? Colombo? Evani? Ho dei dubbi anche sugli effettivi meriti di Sacchi sulla loro valorizzazione, ma nel caso di Van Basten proprio non capisco in cosa potrebbe consistere.

      VN:F [1.9.22_1171]
      Rating: +10 (from 12 votes)
      1. Se al Milan andava tutto liscio si sono valorizzati a vicenda per forza… Se no era come Sarri alla Juve, o peggio.

        VN:F [1.9.22_1171]
        Rating: -3 (from 11 votes)
  7. mi confermate il “sacchi amico dei giornalisti” ? Non ho grande memoria del periodo ma non ricordo un sacchi particolarmente amato dalla stampa, al di fuori del mondo fininvest almeno…

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: +8 (from 8 votes)
  8. Si dice “Milan di Sacchi” perchè citarli tutti e undici più riserve tutte le volte diventa lunga ma per me è ovvio mettere i giocatori, il giocatore, davanti al mister.

    Sogni di essere Van Basten sul rettangolo verde, mica di essere Sacchi sulla panchina.

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: +7 (from 7 votes)
  9. Certo, pure Pellegatti e Gullit si sono valorizzati a vicenda.

    Sacchi come allenatore e’ un Glerean miracolato da uno dei migliori presidenti della storia del calcio. Come gia’ detto, se avesse condotto i quiz e Gerry Scotti avesse allenato non sarebbe cambiato nulla.

    Come personaggio, ovvero da oltre 20 anni a questa parte, e’ uno bisognoso di aiuto, che in parte riceve dallo stesso presidente.

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: +14 (from 20 votes)
  10. Terzo allenatore di sempre per France Football. Si può discutere se uno, due o tre. Indiscutibilmente sul podio.

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: -7 (from 19 votes)
    1. Van Basten terzo allenatore di sempre? sono contento per lui

      VN:F [1.9.22_1171]
      Rating: +13 (from 17 votes)
  11. si è contenuto dai pensavo sparasse il solito… van basten miracolato da sacchi

    paragone improponibile comunque…sacchi figlio dello storytelling berlusconiano, non scherziamo

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: +12 (from 14 votes)
  12. quindi sacchi lo hanno votato leonto marcopress e belisario, altri?

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: +13 (from 13 votes)
  13. Dal punto di vista calcistico: Van Basten ha vinto e dato il meglio di sè anche e soprattutto senza Sacchi, Sacchi senza Van Basten ha collezionato scempi e figure di merda.

    Dal punto di vista umano: Van Basten è sempre stato coerente con sè stesso e con le proprie idee giuste o sbagliate che fossero, Sacchi è un vecchio parruccone in pensione da 30 anni che parla di zuòco e cultura del risultato e poi all’ultima panchina importante della sua carriera finì una partita con 4 punte perché (disse in conferenza stampa) “a quel punto cerchi di buttare la palla avanti sperando che succeda qualcosa…” e da allenatore si faceva venire una crisi epilettica ogni volta che l’arbitro gli invertiva una rimessa a metacampo.

    Dal punto di vista etimologico: si dice Milan di Sacchi perché dire “Roma di Falcao Juve di Platini Napoli di Maradona” di una squadra che di Falcao Platini Maradona ne aveva 4 o 5 è più complicato, dopodichè si chiama Olanda di Van Basten l’unica che ha vinto mentre Italia di Sacchi quella che con una formazione All Stars perse contro Romario + 10 accompagnatori.

    Adesso ci penso un po’ e poi decido cosa votare al sondaggio…

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: +13 (from 31 votes)
  14. La caviglia fusa con la gamba…cazzo me ne frega di Sacchi

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: +7 (from 9 votes)
  15. Il vero milanista non si abbassa a votare per questo sciocco sondaggio. Lasciamo l’incombenza a chi si è immedesimato con Favero, con Riccardino Ferri, con Ungureanu o con Maifredi.
    O con chi dichiarandosi milanista non sa essere grato per quello che è stato.

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: -10 (from 20 votes)
    1. Il vero milanista invece vota eccome, come fece Berlusconi nel ‘91…

      VN:F [1.9.22_1171]
      Rating: +7 (from 11 votes)
  16. La patente di milanismo di belisario entra direttamente fra le tre cazzate più grandi scritte su questo glorioso sito

    PS: marcopress stai tranquillo il primo posto continua ad essere saldamente tuo

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: +15 (from 17 votes)
  17. Il vero milanista puo anche non abbassarsi a votare.
    Esistono milanisti che non capiscono un cazzo . E quindi non si abbasseranno a votare oppure voteranno sacchi . Come molti non milanisti

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: +12 (from 12 votes)
  18. Comunque credo che un Berlusconi concentrato totalmente sul Milan avrebbe imposto a Van Basten di ascoltare i medici del Milan.

    Io non ho visto Crujiff e considero Maradona sopra tutti.
    Gli unici che gli si sono avvicinati sono Van Basten e Ronaldo . La sensazione di onnipotenza che dava Maradona l’ho rivista solo in questi 2.

    Mia preferenza personale per Van Basten pero credo che Ronaldo abbia avuto picchi superiori
    Boh..impressioni mie eh

    Sempre mia impressione ,Messi e l’unico che si e avvicinato a questi pur restando un po’sotto

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: +11 (from 13 votes)
  19. Sararà mica necessario votare tra un allenatore che ha fatto giocare come mai si era visto prima un gruppo di assi e un centravanti, fragile asso, capace di segnare tra qualif. mondiali e mondiali 2 gol in quasi 20 partite? Avanti col prossimo sondaggio.

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: -15 (from 21 votes)
  20. Lungi da me fare polemica ma è un dualismo al quale non ha senso rispondere visto che è esistito solo nell’ultimo periodo di quel momento d’oro (tutte le grandi storie d’amore hanno una fase da impero alla fine della decadenza) e sta venendo fuori ora per vendere qualche copia in più.
    Un’intervista senza dubbio stupenda da parte del più forte giocatore che abbia mai vestito la maglia del Milan (insieme a Baresi, non tanto tecnicamente quest’ultimo anche se parliamo dell’eccellenza assoluta quanto come uomo simbolo della rinascita).

    @MP: dai, non scadere.

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: -6 (from 10 votes)
  21. Cacca pipi

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: +5 (from 5 votes)
  22. “da parte del più forte giocatore che abbia mai vestito la maglia del Milan (insieme a Baresi)’

    Ma sì dai, che saranno mai quelle seghe di Rivera, Schiaffino, Liedholm, Nordahl…

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: +9 (from 13 votes)
  23. dici…. dai siamo arrivati in fondo…adesso si risale… piano piano ma si risale….

    e invece no… dammi la paletta che voglio scavare un altro pò

    encomiabili!!!

    ah marcopress come era quella dell’allenatore che non conta un cazzo ? anzi il migliore è quello che fa meno danni? non l’avevi scritta tu?
    una volta che, tirando il dado la avevi quasi azzeccata…… mannaggia

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: +6 (from 8 votes)
  24. In certi articoli bisognerebbe fare come nelle discoteche…selezione all’ingresso…

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: +4 (from 4 votes)
  25. Davvero questa storia del giornalismo sportivo italiano ruffianato da Sacchi non la capisco. Ricordo sicuramente le sviolinate del mondo Fininvest, ma erano leccate al datore di lavoro mascherate. Il giornalismo sportivo italiano oggi è più conservatore del maggiordomo di Downton Abbey, non capisco come potesse esserlo meno all’epoca. Per uno venuto dall’Ajax il calcio di Sacchi poteva non essere una novità, ma per il calcio italiano dell’epoca credo di sì, visto come giocavano le principale avversarie di quel Milan.

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: +8 (from 10 votes)
    1. I giornalisti erano spaccati in due: c’erano i conservatori antisacchiani (a partire dalla Brera Posse, di cui faceva parte anche Franco Rossi ecc.) e quelli che ad un certo si convinsero che quello prima di quel Milan non fosse calcio (non solo Pistocchi e i vari Fininvest ma anche quelli t può Franco Ordine, peraltro in seguito soprannominato l’Emilio Fede del calcio).
      Poi dopo quella sparata che cita Krug i effetti si inimicò tutti ma era ormai un Sacchi alla deriva, ma forse non vi ricordate di come Sacchi arrivò alla panchina della nazionale praticamente spinto da una sollevazione popolare, con un’opinione pubblica per la quale praticamente serviva Sacchi per vincere perchè il calcio all’italiana ormai era preistorico e superato (negli ultimi tempi Vicini fu “cucinato” tipo Donadoni…).

      VN:F [1.9.22_1171]
      Rating: +5 (from 13 votes)
      1. Meno Uno, non è colpa mia se non ti ricordi un cazzo, eh?! Ci fu pure lo sfogo di Trapattoni “non siamo dei fossili”…

        VN:F [1.9.22_1171]
        Rating: +4 (from 8 votes)
  26. Veramente l’idea di calcio di sacchi c’entra poco con l’ajax eh…

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: +4 (from 6 votes)
  27. Dai ragazzi, da quanto leggete marcopress?

    A lui ogni tanto piace lanciare queste provocazioni.

    Sui rapporti stampa Sacchi c’è un prima ed un dopo al momento in cui defini’ i giornalisti “commercianti di parole”. Da lì fu guerra totale (ma era già in azzurro), prima era un quieto vivere anche se non era amore (come con Trapattoni). Lui si adoperava x non innimicarseli, loro non andavano contro uno che in quel momento era un vincente. Niente di strano che un venticinquenne abituato in un altro modo ritenesse che l’Arrigo si paraculasse i giornalisti.

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: +8 (from 8 votes)
  28. Meno 1 mi dice che bisognava votare. Ma io non voto mai. Tanto più che l’ha già fatto France Football. Meno 1 studia, e poi ripassa.

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: -10 (from 14 votes)
  29. Anche se Ff sbaglia a non infilare nel podio chi ha capito tutto (e ci mancherebbe, intelligenza superiore).
    https://video.gazzetta.it/guardiola-rimprovera-giornalista-non-hai-ancora-imparato/a7f118a6-5a4d-11ea-9937-95194fb98ddf?vclk=Videobar

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: -7 (from 9 votes)
  30. Una delle fortune di sacchi fu il dualismo con il rappresentante del cagasottismo (non del calcio italiano) impersonato dal trap.
    In questo modo i suoi pochi pregi vennero ingigantiti

    Gia solo se l’avessero contrapposto a Radice avrebbe fatto fatica ad emergere

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: +10 (from 12 votes)
  31. Utilizzerò un criterio juventino: quanti scudetti, coppe internazionali e trofei con le nazionali hanno vinto i due? Quanti trofei di club hanno vinto quando non sono stati nella stessa squadra?

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: +3 (from 5 votes)
  32. Marcopress, gol di Van Basten nelle fasi finali degli Europei ha fatto appena 5 gol. Uno in particolare mi pare di ricordalo. Li vogliamo pesare?
    La carriera di Van Basten è indissolubilmente legata al Sacchi milanista, affermarlo è solo fattuale.
    Se fosse continuata, quella con Sacchi sarebbe stata solo una bellissima e comunque fondamentale parentesi,perchè coincisa con il fiore degli anni dell’olandese.
    Sulla “classifica di preferenze di Gobbo” sono daccordo.
    In assoluto, Ronaldo9 e Van Basten i due più grandi centravanti di sempre, con gli altri (Gerd Muller?Batistuta?Romario?) molto lontani

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: +1 (from 3 votes)
    1. L’Europeo non conta un cazzo, é una roba da brocchi. Tipo Platini…

      VN:F [1.9.22_1171]
      Rating: +3 (from 3 votes)
      1. Ma cosa dici? E l’autorevolissimo France Football che premiò Sammer nel 1996 allora avrebbe sbagliato tutto nelle sue classifiche? Compresa quella pluricitata qui sopra? Impossibile. Se lo dice France Football io alzo le mani. France Football, mica il Gazzettino di Ripatransone.

        VN:F [1.9.22_1171]
        Rating: +8 (from 8 votes)
        1. Sammer fu premiato per aver lasciato l’Inter, mica per l’Europeo…

          VN:F [1.9.22_1171]
          Rating: +6 (from 8 votes)
      2. L’europeo l’ha vinto anche Vryzas e Charisteas… e Zagorakis MVP della manifestazione!

        E un’altra edizione l’ha decisa l’Eder scarso (con Ronaldo in panchina, cosa che lo rende di fatto il primo allenatore/giocatore a vincere la coppa xD )

        VN:F [1.9.22_1171]
        Rating: +1 (from 3 votes)
  33. Michelangelo o quello che ha messo i ponteggi nella cappella sistina? Senza di lui col cazzo che Michelangelo arrivava là in alto a pitturare.

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: +15 (from 15 votes)
  34. “La carriera di Van Basten è indissolubilmente legata al Sacchi milanista, affermarlo è solo fattuale.”

    Eh? Van Basten dominava il calcio prima di essere allenato da Sacchi,l’ha dominato durante, l’ha dominato dopo e avrebbe continuato a dominarlo se non si fosse rotto a soli 29 anni.
    Sacchi e stato uno starnuto nella carriera ridotta di Van Basten e ha inciso per lo 0,01% nella carriera di questo fuoriclasse

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: +8 (from 10 votes)
  35. Amen,
    la messa è finita andate in pace

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: +7 (from 7 votes)
  36. Ma il figlio di Rocco cos’ha votato nel sondaggio?!…

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: +1 (from 1 vote)
  37. Sacchi uomo fortunato per rosa a disposizione e datore di lavoro (Zamparini gli avrebbe dato un calcio in culo dopo la sconfitta col Parma di Zeman in coppa Italia), ma suvvia qualche merito l’ha anche avuto. Un Orrico o un Maifredi al posto suo avrebbero mangiato il panettone? Van Basten immenso, ma da tifoso ho amato più Sheva. Non che fosse migliore, ma sicuramente più empatico.

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: -5 (from 5 votes)

Lascia un commento