Jack Ryan 2, tutto come previsto

Fra le serie proposte da Amazon Prime quella di Jack Ryan è fra le più coinvolgenti e anche la seconda stagione non ha in questo senso deluso. Pur con una assenza di profondità che a volte disturba, anche in un prodotto di puro intrattenimento. John Krasinsky non ha il carisma di Harrison Ford o Ben Affleck, due dei vari Jack Ryan cinematografici, ma è comunque credibile sia come analista CIA sia come uomo d’azione. Il problema è che la storia non ha mai un sussulto, dall’inizio alla fine.

Se nei libri di Tom Clancy gli aspetti tecnologici e politici (ideologicamente un idolo) facevano dimenticare la scrittura, nella serie il ritmo e la spettacolarità di molte scene ci riescono soltanto fino a un certo punto. Buona però l’idea di fondo di ambientare Jack Ryan 2 in un Venezuela diviso fra un presidente-dittatore, Reyes, e la moglie di un attivista desaparecido, Gloria Bonalde, che si candida alle presidenziali.

Un po’ Maduro-Guaidò, se vogliamo, con personaggi immaginari in un Venezuela tutt’altro che immaginario, dove il 99% dei poliziotti è corrotto e i politici locali spolpano l’economia del paese portando i profitti all’estero. Ryan con l’amico e collega cardiopatico musulmano James Greer si incattivisce per l’uccisione di un senatore americano suo amico e da lì in poi la vicenda va avanti fra agguati nella giungla, tradimenti, spie tedesche, eccetera.

Tutto è apparecchiato per Jack Ryan 3, che infatti vedremo nel 2021 e che presumibilmente dovrebbe avere fra i cattivi i russi, magari hacker, secondo un cliché politicamente corretto che ha soltanto pochi incasellabili fra i cattivi. In definitiva una serie spettacolare, che si lascia vedere senza il doping del come va a finire. Dicendolo nemmeno sarebbe spoiler.

VN:F [1.9.22_1171]
Rating: 7.8/10 (4 votes cast)
Jack Ryan 2, tutto come previsto, 7.8 out of 10 based on 4 ratings

3 commenti

  1. come trama più interessante della prima stagione con la storia del terrorista islamico vista e stravista, ma come dice il direttore davvero niente di che. a chi ama le spy story consiglio vivamente “la tamburina” tratta del romanzo di le carrè ambientata a fine ’70 con un grandioso michael shannon e la nuova stella del firmamento cinematografico, la bravissima florence pugh.

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: 0 (from 0 votes)
  2. direttore le consiglio patriot..ottima serie purtroppo interrotta alla seconda stagione.
    Quanto a ryan , la prima stagione decisamente più interessante. Storia e cattivi meglio definiti e con meno azione….interessante poi come abbiano trasformato il dittatore socialista in un dittatore nazionalista, qualsiasi cosa voglia dire , e fatto passare il messaggio che la soluzione sia la giovane attivista ancor più socialista

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: +1 (from 1 vote)
    1. Patriot bel soggetto, ma non l’ho ancora visto, attualmente mi sto rimettendo in pari con Ballers…

      VN:F [1.9.22_1171]
      Rating: 0 (from 0 votes)

Lascia un commento