Incidente Frecciarossa: il treno è più pericoloso dell’aereo?

L’incidente del Frecciarossa avvenuto stamattina nei pressi di Ospedaletto Lodiagiano, sulla linea Milano-Bologna, ha avuto un bilancio pesante, mentre scriviamo queste righe 2 morti e 31 feriti e vista la dinamica è un miracolo che siano morte soltanto 2 persone. Ripensando all’accaduto, ci colpisce anche il fatto che noi diamo ormai per scontati trasporti come il Frecciarossa, come se questi treni fossero sempre esistiti.

E invece i Frecciarossa esistono dal dicembre 2008, dall’inaugurazione del collegamento fra Milano e Bologna in 65 minuti, che sembrava strabiliante: 50 euro la prima classe, 35 la seconda. Destarono scalpore, all’epoca, anche le tre ore e mezzo fra Milano e Roma (98 euro la prima classe, 71 la seconda), perché per la prima volta su una tratta così lunga il treno risultava più veloce dell’aereo, considerando controlli e sbattimenti vari: non ultimo che la Stazione Centrale e la Stazione Termini sono dentro Milano e Roma, mentre Linate e soprattutto Fiumicino no.

Veniamo al punto, cioè a cosa volevamo dire: il treno è più pericoloso dell’aereo? La risposta razionalmente più corretta sarebbe un sì, visto che ogni statistica redatta in paesi civili evidenzia un rischio più che quintuplo di morire in treno rispetto all’aereo. Citiamo questa riferita agli Stati Uniti, dove muoiono 0,07 persone per ogni miliardo di miglia percorse in aereo, 0,43 per lo stesso tratto in treno, 7,3 in auto (si intende morti causate dall’auto, non necessariamente di passeggeri dell’auto) e 213 in moto.

Statisticamente meno valido, ma più vicino al nostro reale modo di valutare i rischi, è lo studio dell’anno scorso del Telegraph, in cui è stato misurato il rischio non in rapporto alla lunghezza del percorso ma al numero dei viaggi. In questo caso l’anziano autobus risulta essere il mezzo più sicuro con 4,3 morti ogni miliardo di volte che prendiamo l’autobus, davanti al treno (20), all’auto (40), all’aereo (117), alla bici (170) e alla moto (1640), che anche secondo questo criterio avvicina di molto la nostra data di scadenza.

Visto che amiamo la concretezza, la nostra domanda è molto semplice: dovendo andare da Milano a Roma, a parità di tempo dalla partenza all’arrivo effettivi e di prezzo (è un’ipotesi), vi sentireste più tranquilli in treno o in aereo? Cosa percepiamo come più pericoloso fra treno e aereo?

Milano-Roma in treno o in aereo?

Guarda i risultati

Loading ... Loading ...
VN:F [1.9.22_1171]
Rating: 8.2/10 (5 votes cast)
Incidente Frecciarossa: il treno è più pericoloso dell'aereo?, 8.2 out of 10 based on 5 ratings

23 commenti

  1. Milano – Roma in treno tutta la vita, per andare in Aereo bisogna proprio volersi male. La differente percezione del rischio fra aereo e altri mezzi secondo me è dovuta al fatto che, generalmente, in un incidente aereo muoiono tutti i passeggeri, non solo 3-4 come successo di recente al Jet turco. Quindi la percezione è che da un incidente aereo non si esce mai vivi, mentre da un incidente in treno/macchina/moto/bus se si ha culo ci si può salvare.

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: +21 (from 21 votes)
    1. Dipende.
      Tempo fa per lavoro ho dovuto fare avanti e indietro per un anno intero (partivo il lunedí e rientravo il venerdí) e tra Italo e Alitalia alla fine per me era piú comodo l’aereo, soprattutto perché Linate era a 2 passi.

      VN:F [1.9.22_1171]
      Rating: -1 (from 3 votes)
      1. Boh però in treno sei comodo e puoi fare quel che vuoi per 3 ore, nel senso arrivi 5 minuti prima che parta, parti dal centro e arrivi in centro, mentre a me quello che mi rompe dell’aereo sono i mille tempi morti. In treno su 3 ore e mezzo di viaggio posso lavorare 3 ore e 20 minuti, in aereo per lo stesso tempo posso lavorare si e no un’ora.

        VN:F [1.9.22_1171]
        Rating: +7 (from 7 votes)
  2. C’è una statistica che dice su che carrozze si resta secchi? A sensazione, direi su quelle davanti.

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: +7 (from 7 votes)
    1. Si, sul treno le carrozze più pericolose sono in testa e in coda (per ovvi motivi a meno che il treno non esploda).
      Ci sono statistiche anche sui posti più pericolosi in aereo.

      VN:F [1.9.22_1171]
      Rating: +3 (from 3 votes)
      1. Ma in aereo tendenzialmente non muoiono tutti?

        VN:F [1.9.22_1171]
        Rating: 0 (from 0 votes)
  3. Bella domanda.
    Credo che l’unico che potrebbe darci una risposta ed avere coscienza del polso del paese sia Oliviero Toscani. Sempre che gliene freghi qualcosa.

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: +12 (from 20 votes)
  4. In realtà né uno né l’altro, l’unico mezzo che mi fa sentire poco tranquillo è l’auto.

    Dell’aereo casomai fa innervosire la pessima frequentazione, soprattutto in Europa. A volte preferirei quasi la stiva alla gente che ti circonda.

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: 0 (from 4 votes)
  5. Direi che le frequentazioni sul treno sono molto peggiori che sull’aereo.

    Mi sentirei piu` sicuro sul treno ma e` appunto un sentimento non supportato da nulla di razionale.

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: -2 (from 4 votes)
    1. Beh se non sei provvisto di olfatto, e se non hai le gambe posso anche essere d’accordo

      VN:F [1.9.22_1171]
      Rating: +3 (from 3 votes)
  6. Aereo. Il viaggio in auto, che faccio ogni anno, è davvero un rischio.

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: 0 (from 2 votes)
  7. Milano-Roma in treno, in ogni caso siamo nelle mani di qualcun altro ed il treno per questa tratta specifica è molto più comodo. Paura vera in bici, ogni volta che bisogna attraversare una rotatoria, la moto non l’ho mai praticata, amo profondissimamente l’auto da guidatore e un po’ meno da passeggero.

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: +3 (from 7 votes)
  8. non so dove viaggi e di quali frequentazioni parli filippo lucca, sull’aereo al massimo mi e` capitato qualcuno che ha preso il vino con il pranzo e quindi c’era un po` di odore. Chi si puo` permettere un biglietto aereo di solito non e` un senzatetto e si doccia. Io sono alto 1,77 m e peso 74 kg, quindi non ho problemi di spazio. Se poi non riesci a sopportare una/due ore di volo seduto (parli di Europa) consulta un medico.

    Se un treno e` pieno non hai molto piu` spazio, se poi parliamo dei regionali la fauna si colora di risorse, insomma non c’e’ paragone.

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: +1 (from 13 votes)
    1. Deduco che non hai mai preso un volo low-cost (Ryanair, Easyjet, ecc) in vita tua, o comunque non voli dal 2005. Alla faccia della transumanza 😀

      Non lo fare, rimpiangeresti il treno regionale Paola-Foggia delle 7.59…

      VN:F [1.9.22_1171]
      Rating: +5 (from 7 votes)
      1. Filippo sulle gambe posso anche essere d’accordo (non sono un watusso, sono alto 180 cm, oramai un’altezza media, e sugli aerei sto molto più scomodo che sui treni), sul resto no; sui voli low-coast puoi trovare dei bei buzzurri però alcune mie esperienze sui regionali veneti o lombardi (da noi sono meglio non perchè i friulani ed i giuliani siano meglio dei lombardi e dei veneti ma perchè per svariati motivi usiamo molto di meno il treno e quindi la situazione è molto meno tragica) sono infinitamente peggiori della peggiore esperienza di volo.

        VN:F [1.9.22_1171]
        Rating: 0 (from 0 votes)
  9. Il mio record sulla Milano Roma è di tre ore da casa a casa in aereo. Andò tutto liscio dal traffico per strada ai tempi morti minimi.
    Non ho preferenze tra i due mezzi e scelgo in base al prezzo facilitato dal fatto che quando scendo a Roma la destinazione finale è abbastanza vicina a Fiumicino

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: 0 (from 0 votes)
  10. Psicologicamente l’aereo fa più paura, per i motivi detti sopra, poi sulla comodità è tutto soggettivo, ma sopra le 4/5 ore di treno l’aereo inizia ad essere più comodo e anche il problema dei tempi morti con i check-in rapidi si è ridotto.
    In fatto di incidenti io però non ho memoria breve (diciamo 10 anni) di incidenti aerei in Europa di compagnie europee.

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: 0 (from 0 votes)
  11. mi ricordo il suicidio del pilota germanwings un paio d’anni fa sulle alpi, per guasti tecnici piu` errore umano credo si debba andare al volo airfrance precipitato nell’atlantico.

    Filippo Lucca, deduci male.

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: 0 (from 0 votes)
  12. Si l’aereo è psicologicamente più pericoloso visto che se cade sei fottuto nel 99% dei casi ma razionalmente non ti potrà mai succedere nulla. Certo poi se monti su un bimotore della Katanga Airways guidato da Jet MC Quack per andare dal Burundi al Congo il rischio si impenna. E comunque è inferiore a qualsiasi viaggio extraurbano in auto.

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: +7 (from 7 votes)
  13. Treno. Anche per il collegamento centro – centro. Non ho paura di volare e ho volato sopra tutti i continenti escluso Australia e Antartide. Ho volato anche su un Cessna172. Per necessità mai per scelta. A parte il C172. Trovo l’aereo un mezzo abbastanza scomodo per il corto raggio.
    Percezione: Sull’aereo vieni sparato in un tubo di metallo presurrizzato a 10000m a 900km/k se qualcosa va storto, raraemente, va stortissimo.
    Un solo atterraggio di emergenza in vita mia. Paris CDG decollo, il carrello non rientra, due sorvoli della pista con verifiche a terra della torre di controllo e OK all’atterraggio. Nulla di clamoroso, ma quando ti dicono atterraggio di emergenza un minimo di tensione si avverte. 🙂

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: 0 (from 2 votes)
  14. Ma a voi non conforta il pensiero che, proprio perché si tratta di una morte certa e rapida, che non ti lascerà quindi su una sedia a rotelle, che non sarà dolorosa, sia comunque meglio l’aereo rispetto al treno? Parlo della morte, certo, non di ciò che si preferisce per viaggiare (io preferisco il treno, per esempio).

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: 0 (from 0 votes)
    1. Credo siano i secondi precedenti alla morte che intimoriscono

      VN:F [1.9.22_1171]
      Rating: +2 (from 2 votes)
    2. Il problema sono i 10 minuti che ci mette a precipitare, o anche di più negli ultimi incidenti col 737-MAX. Per quelle situazioni io cmq ho un blister di stillnox sempre a portata di mano 😀

      VN:F [1.9.22_1171]
      Rating: 0 (from 0 votes)

Lascia un commento