Franco Ciani, Anna Oxa e la Venere Bianca

Il suicidio di Franco Ciani ci ha colpito molto perché fra le cause ci sono probabilmente stati problemi finanziari, così abbiamo letto. Ed è incredibile, visto che stiamo parlando dell’autore dei testi di tanti successi ed in particolare di alcuni della Anna Oxa degli anni d’oro: È tutto un attimo (la musica era di Umberto Smaila), Quando nasce un amore (musica di Piero Cassano), Ti lascerò (musica di Franco Fasano e Fabrizio Berlincioni), Tutti i brividi del mondo…

Ciani ha scritto anche per Fiordaliso ed è stato cantante in proprio, non stiamo parlando di Paul McCartney ma comunque di uno con una buona carriera nella musica e con quelle 4 o 5 hit che fanno girare il tassametro più di 2000 canzoni di medio successo. Ma al di là di questo, la sua morte è stata seguita da parole strane della Oxa, sua prima moglie, con risposta pesante di Manuela Falorni, sua seconda ed ultima consorte.

Magari lo sapevano tutti, ma noi solo in questa triste occasione abbiamo scoperto che la seconda moglie di Ciani altri non è che un autentico mito degli anni Ottanta e Novanta, visto che la Falorni è forse più conosciuta come Venere Bianca. Con una vita davvero piena di vita, ben diversa da quella classica della pornostar che diventa tale come soluzione di ripiego rispetto all’attrice.

La Falorni è stata prima di tutto una modella nella Milano degli anni Ottanta e anche di una certa fama, avendo sfilato per Trussardi, Pucci e Dolce & Gabbana. La fama pop le arrivò però dal matrimonio con Nino La Rocca, secondo Rino Tommasi uno dei più grandi bluff della boxe italiana, comunque gran personaggio che scimmiottava un po’ Ray Sugar Leonard. I due ebbero un figlio ma il rapporto finì male, anzi malissimo.

Fu a quel punto, quando ancora lavorava nel mondo nella moda ma l’era La Rocca era finita, che conobbe Ciani fresco di separazione dalla Oxa. Per divertimento iniziarono a frequentare locali particolari (nessuna nota moralistica, troviamo più perverso essere abbonati a Sky Calcio o vedere la B su DAZN) e da spettatrice le venne l’idea di buttarsi nel mondo del porno. La bellezza non le mancava, lo spirito nemmeno, fu così che iniziò l’epopea della Venere Bianca che tanti adolescenti degli anni Novanta (quindi non noi) hanno potuto vivere pienamente. Un successo arrivato fino ai giorni nostri, fra le mille attività. Anche un’edicola, aperta con Ciani e presumiamo non andata bene.

VN:F [1.9.22_1171]
Rating: 8.7/10 (18 votes cast)
Franco Ciani, Anna Oxa e la Venere Bianca, 8.7 out of 10 based on 18 ratings

3 commenti

  1. perche’ dovrebbe sorprendere? anche avesse guadagnato due milioni di euro grazie a quei pezzi, non e’ altro che lo stipendio per quarant’anni di un quadro di medio livello.

    se poi si buttano in edicole, sostanze, ecc….

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: 0 (from 10 votes)
    1. Sicuramente ci si può sputtanare qualsiasi cifra, anche 200 milioni di euro, ma è più difficile farlo quando il flusso delle entrate è costante nel tempo, come nel caso dei diritti d’autore. In linea teorica Anna Oxa può dal punto di vista finanziario rovinarsi più facilmente rispetto ai suoi autori…

      VN:F [1.9.22_1171]
      Rating: +1 (from 3 votes)
  2. Periodo d’oro della Oxa, da non dimenticare anche come co-autore di Tutti i brividi del mondo e di un paio di successi di Fiordaliso. Cosa ti farei e Il mare più grande che c’è. Tra le canzoni da lui interpretate anche una intitolata Standa…

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: +1 (from 3 votes)

Lascia un commento